Disabilità intellettiva e delle attività dell’insegnante: contributi della psicoanalisi e formazione

0
538
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
ARTIGO EM PDF

ARAÚJO, Nair Cristina Sousa de. [1]

ARAÚJO, Nair Cristina Sousa de. Disabilità intellettiva e delle attività dell'insegnante: contributi della psicoanalisi e formazione. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1. Vol. 9. 843-853 pp. Ottobre/novembre 2016. ISSN. 2448-0959

RIEPILOGO

Questa ricerca ha cercato di esaminare il ruolo dell'insegnante per quanto riguarda le relazioni stabilite in aula con gli studenti con disabilità intellettive, e questo è il punto cruciale per lo sviluppo dell'apprendimento è efficace, il teorico basato su nazionale e internazionale ufficiale documenti indicando l'inclusione come un diritto di tutti di avere il loro potenziale sviluppato e funziona legate alla psicoanalisi e formazione per quanto riguarda i concetti di ricerca coperti come: trasferimento, di mediazione e di associazione. Per la realizzazione dell'opera accompagnati sei insegnanti in classe di due scuole pubbliche nella città di Alcantil. Le classi sono state osservate e assistenza agli studenti. C'era asciutto nella dinamica della camera e l'approccio del contenuto della maggior parte degli insegnanti non ci sono difficoltà ad intervenire durante la scuola con gli studenti con disabilità intellettiva. Si è concluso che, anche con piena divulgazione e politica inclusiva, intento a garantire un'educazione formale per tutti, molte sfide nella necessità di addestramento di insegnante da affrontare e paradigmi ripensata in relazione a questo problema.

Parole chiavi: inclusione. Psicoanalisi. Formazione.

Introduzione

Sappiamo che quando trattiamo dell'inclusione della persona con disabilità intellettive nella scuola normale, di fronte a domande tra cui possiamo evidenziare se l'integrazione scolastica è una pratica o un grande discorso? Considerando che anche con cambiamenti significativi, un gran numero di richieste di insegnanti di non essere in grado di lavorare con persone con disabilità, riteniamo che molte domande e dilemmi che circondano l'educazione inclusiva, attualmente, possono influenzare o innescare insicurezze, tanti per quanti educatori agli studenti, che nell'esercizio dell'insegnante possono essere espliciti, anche per quanto riguarda l'accettazione dello studente è stato inserito in una scuola normale.

È necessario tentare di capire quali vantaggi il rapporto dell'educatore con lo studente, in particolare quello che presenta disabilità intellettiva, può contribuire al processo di apprendimento. Tra i molti concetti della psicoanalisi e formazione, alcuni mostrano l'importanza di mettere in relazione le esperienze che si sono verificati nel contesto della scuola gli insegnanti e gli studenti con disabilità intellettive, il primo concetto è che questi trasferimento trasferire gli impulsi negativi o positivi, creazione di collegamenti tra le persone, che è stato citato da Freud per la prima volta in sede di interpretazione dei sogni che fa riferimento la relazione tra analista e analizzando , che più tardi da altri, è stato usato per ritrarre il rapporto insegnante-studente, degli studenti e facoltà stabilito tra è ciò che stabilisce le condizioni per l'apprendimento. In questo senso Kupfer (2007 pag. 87) dice: "così possiamo dire che, dal punto di vista, concentrarsi non psicoanalitica contenuto, ma il campo stabilisce le condizioni per l'apprendimento, indipendentemente dal contenuto. '

In psicoanalisi, questo il nome del trasferimento di campo. È in questo caso di situazioni in cui lo studente, considerando che intendiamo insegnante-studente, relazioni, trasferimenti per altre immagini correlate alle esperienze precedenti. Anche se questo concetto non è stato designato da Freud nel contesto educativo, possiamo vedere come contribuire affinché possiamo capire i rapporti che esistono nella scuola.

Partecipare positivamente o negativamente a qualcuno, è determinato da alcuni fattori, come la rappresentazione di cura creato in questa relazione. Le nuove esperienze nel caso essere inserita in un contesto fuori casa, fornisce alla persona con disabilità cercare opportunità di collegamento con compagni di scuola e gli adulti che una volta non sapevo. Trasferire agli altri le proprie emozioni ed essere risposto positivamente, garantire che lo studente a sentirsi sicuro e benvenuto.

Il secondo concetto è la mediazione mediazione di termine nell'area dell'educazione, ci porta a capire come un rapporto reciproco tra l'individuo e che aumenta le probabilità del meet, imparare.  Così ci rendiamo conto che un'azione pedagogica elaborata incoraggia lo sviluppo degli studenti. Il senso del processo di apprendimento per questo è determinato da ciò che incita la soggettività, "sviluppo delle funzioni dell'essere umano, è composto nella mediazione tra i soggetti che insegnano e apprendimento, relazioni educative" (FACCI; MEIRA; TULESK, 2011, p. 262)

Il terzo concetto è quello di collegare. Ci sono molti contributi alla comprensione dei fatti relazionati a questo concetto. Psicoanalisi dà la carta costitutiva da altro nella formazione dell'individuo, in aspetti relazionati a pensare, sentire, tra gli altri. In formazione, vediamo che l'altro ha anche un ruolo molto importante in quegli aspetti, su questo possiamo vedere che qualunque sia la scienza, le relazioni sono parte integrante di questa formazione.

Link è la connessione tra le persone, che è stabilito dalla relazione, e secondo alcuni teorici tali rapporti influenzano significativamente l'apprendimento. A Klein (apud Chamat.1997 1962, pag. 17), "il livello e il tipo di associazione il bambino stabilisce con le persone che circondano determinerà il livello e il tipo di associazione stabilita con la conoscenza, riflettendo così il tuo apprendimento. '

L'integrazione va di là di ciò che sperimentiamo nella nostra vita, a volte gli studenti hanno bisogno di aiuto per integrare, che è dove l'esperienza e gli atteggiamenti insegnanti aiutano bambini o giovani persone con disabilità intellettiva di agire in modo integrato, come questi secondo Vigotsky (1996) apud Facci (2011), ci sono meno sviluppate rispetto agli altri, il suo sviluppo è diverso , e questo garantisce la possibilità di imparare. Per Winnicott (1979, p. 217)

La scuola è un supporto, ma non un'alternativa a casa della

Bambino, può offrire opportunità per una relazione personale profonda con altre persone che i genitori. Queste opportunità si presentano nella persona dell'insegnante e altri ragazzi.

Il know-how dei ricercatori nel campo della psicologia, abbiamo visto che le preoccupazioni degli insegnanti per servire gli studenti con disabilità sono state costante, e che l'insegnante può consentire o non nella sua performance la creazione o la ri-creazione di un rapporto sano. Questo ci ha portato ad avere come principale problema ricercato: come l'insegnante può facilitare l'inclusione della persona con disabilità intellettive nella scuola regolare attraverso il rapporto tra questi ragazzi?

L'opzione per la scelta del sito per essere sviluppato l'indagine si è svolta da alcune insoddisfazioni presentato durante l'insegnamento e la pianificazione di riunioni in bimestrale che gli educatori hanno mostrato preoccupazioni circa il lavoro che dovrebbe essere sviluppato con persone con disabilità, considerando anche un numero significativo di persone con disabilità trattate in questo lavoro.

L'obiettivo generale è quello di analizzare la realtà nel settore per quanto riguarda il rendimento scolastico dell'insegnante con la persona con disabilità intellettiva, considerando la mediazione e il nesso stabilito in cerca di strategie per garantire i diritti di apprendimento degli studenti con disabilità intellettive ed essere in grado di identificare l'esistenza di trasferimento in questa relazione tra insegnante e studente.

Come obiettivi specifici avete: analizzare la pratica sviluppata dall'educatore che lavora con gli studenti con disabilità intellettiva in camera standard; identificare le difficoltà di coinvolgimento degli educatori a sovvenzionare gli studenti in attività proposte in camera; controllare le relazioni esistenti tra l'educatore e il discente che favoriscono lo sviluppo dell'apprendimento.

Metodologia

A partire dalla necessità di analizzare come l'insegnante può facilitare l'inclusione della persona con disabilità intellettive nella scuola regolare attraverso il rapporto tra questi ragazzi, si svilupperà la ricerca, il carattere qualitativo nel comune di Alcantil, volti ad approfondire le questioni sociali esistenti nel rapporto tra insegnante e studente, che sarà analizzati per sapere quale la rilevanza della psicoanalisi in particolare i concetti di trasferimento e link a quella stabilire un rapporto sano nella scuola, nonché l'importanza della mediazione per facilitare la comprensione degli studenti.

Il tipo di ricerca era analisi qualitativa e descrittiva, metodo di procedura analitica, attraverso l'osservazione in loco e attraverso le relazioni di esperienze vissute per farle.

Procedura di ricerca

Inizialmente abbiamo utilizzato la nota come base per identificare i problemi esistenti e tenta di risolverli, cercando di capire come il processo di apprendimento in camera normale con gli studenti con disabilità intellettive attraverso la relazione degli insegnanti con questi studenti. Secondo Trivinos (1987, p. 153):

'Osservare', naturalmente, non è semplicemente guardare. Nota è quello di evidenziare un insieme (oggetti, persone, animali ecc.) qualcosa in particolare, fornendo, ad esempio, guarda alle loro caratteristiche (colore, dimensioni ecc.). Osservare un "fenômenosocial" significa, in primo luogo, che evento sociale particolare, semplice o complesso, è stato astrattamente separato dal suo contesto così che sua dimensione naturale, essere studiati nelle loro azioni, attività, relazioni, ecc. Creazione individuale o di gruppo se i fenomeni all'interno di una realtà che è indivisibile.

06 insegnanti sono stati osservati durante 08 classi, tutti i laureati in educazione e una laurea in biologia, alcuni hanno i gradi laureati nel campo dell'istruzione.

La nota elencati i seguenti punti: la pratica usata sviluppate dall'educatore che lavora con gli studenti con disabilità intellettiva in camera standard, come contenuti sviluppati in classe, le risorse utilizzate dagli insegnanti per facilitare la comprensione di ciò che viene proposto nel soggiorno, le difficoltà di coinvolgimento degli educatori nel sovvenzionano loro nelle attività proposte in classe e le relazioni esistenti tra l'educatore e il discente che favoriscono lo sviluppo dell'apprendimento.

Oltre a notare, la metodologia utilizzata nella ricerca presentata è stata un'intervista semi-strutturata come un'altra fonte di raccolta di dati, che copre la formazione di ogni insegnante osservata, e l'analisi delle relazioni presentate da loro, con questo controllato l'esistenza o meno dei suddetti concetti: il trasferimento, la mediazione e l'associazione. Il report è stato dato agli educatori l'opportunità di fare le loro opinioni e le difficoltà incontrate nella vita quotidiana.

Di proprietà dei dati raccolti, si procede all'analisi di questi, basato sul corpo teorico della ricerca, e questo è un tentativo, di riflettere, alla luce di un percorso didattico-scientifico a un problema sociale e pedagogico, compreso il processo di inclusione dei bambini con disabilità intellettiva come una sfida contemporanea di scuole pubbliche e di politiche sociali e culturali, nonché le relazioni vinculares tra insegnante e studente , come un punto di grande importanza per lo sviluppo sociale della persona disabile dall'educazione formale.

Descriviamo qui di seguito i punti di osservazione, che hanno servito come linee guida per essere in grado di interpretare, dedurre e analizzare le diverse realtà del contesto scolastico che cercano di rafforzare la politica di inclusione o no. Ogni pratica (P) è stato identificato da P1 a P6, nel caso di sei educatori in diverse scuole del comune dove la ricerca è stata condotta, e lo studente sarà identificato da: studente G1 e G2, studente D, studente K, R1 e R2, B. studente

Le tabelle che seguono trattano ritagli delle osservazioni e delle relazioni da parte degli insegnanti in cui evidenziamo all'interno del set di pratiche durante la ricerca in quanto c'era mediazione o non, bond e trasferimento.

Tabella 1: Mediazione degli insegnanti

Pratiche Difficoltà Punti che si riferisce alla mediazione
P1, P3, P4, P5, P6  Non presentava difficoltà Le insegnanti scelgono attività in gruppi o coppie, mentre aiuta lo studente con disabilità a sviluppare le loro attività.

Tuttavia la cooperazione tra gli studenti è ciò che aiuta anche gli insegnanti per poter sviluppare il loro lavoro.

Gli studenti con disabilità intellettive sono collocati in gruppi diversi.

P5 Non presentato alcuna difficoltà (Gli studenti) sono in una tavola rotonda con l'insegnante per eseguire le attività proposte e dimostrare la soddisfazione nell'essere in quell'ambiente, perché la camera è molto attraente, è un eccellente insegnante, pannelli di ambiente esposti, e c'è un clima di maggiore avvicinamento tra gli studenti e l'insegnante
P2 Presentato difficoltà Insegnanti in alcune situazioni si propongono attività a gruppi o a coppie, così lei cerca di aiutare gli studenti con disabilità a sviluppare le loro attività (che cosa è stato portato da esso).

Nota: è non in attività di routine scuola in gruppi, ogni giorno, in questo caso lei non può aiutare gli studenti con disabilità intellettiva spesso, gli studenti con disabilità intellettive non vengono inseriti nei gruppi.

 

Tabella 2: collegamento tra gli insegnanti con gli studenti

Pratiche Punti che si riferisce al legame
P1, P3, P4, P5 e P6 Chiede sempre per il suo aiuto, che viene sempre eseguito il portafoglio dello studente, e in pochi istanti a giocare con questo. Ci sono anche momenti in cui i colleghi più vicini aiutano lui, ma egli fa un punto di mostrare all'insegnante, e lei offre la sua attenzione, le lodi e dà nuove direzioni.
P2 Alle valutazioni designate per la verifica dell'apprendimento, denominato valutazione di quarto, i due studenti erano in classe, è andato a scuola in sala lettura.

L'insegnante spesso parlano ad alta voce che questi due studenti hanno bisogno di un follow-up differenziato, cioè una camera con il alfabetizem.

Lo studente D, è inquieto e non mette a fuoco fatto che prende l'insegnante ne per rispondere che ciò deve mettere in attività.

Lo studente C, foglie costantemente, spesso chiesto di sviluppare l'attività in ufficio o nel salotto.

 

P5 Si siedono a un tavolo rotondo con l'insegnante per eseguire le attività proposte e dimostrare soddisfazione nell'essere in che ambiente, perché la camera è molto attraente, è un ottimo insegnante, pannelli di ambiente esposti, e c'è un clima di maggiore avvicinamento tra gli studenti e l'insegnante.

Nota: questa è la stessa sezione identificato la mediazione in questa pratica.


Tabella 3: trasferimento degli insegnanti agli studenti

Pratiche Punti che si riferisce al trasferimento
P1, P3, P4, P5 e P6 Il rapporto che si instaura tra questi educatori e studenti con disabilità intellettiva in salotto, ci mostra che c'è stato stabilito un collegamento positivo, affetto, fiducia che fanno parte di questi spettacoli di relazioni che il trasferimento in questo caso si rivela in modo soddisfacente in quanto apprendimento può essere costruito così piacevole ed efficace.
P2  

L'inquietudine dello studente e lo studente esce costanti K dell'aula, ci mostra che il momento si cerca di attirare l'attenzione dell'insegnante, che dimostra in modo esplicito il nervosismo di agire con tali studenti, ci porta un ambiente attraente e confortevole per entrambi.

Il fatto che uno degli studenti cerca altro personale per sviluppare l'attività, ci mostra che c'era nessun trasferimento richiesto per questo studente integra e partecipare alle attività proposte dall'insegnante.

' ho un sacco di difficoltà nell'insegnamento speciale studenti, a causa della camera sovraffollata, non del caso giochi e attività per loro. Oltre a prendersi cura di loro durante la scuola. '

(P2)

P5  

Il rapporto presentato in questa pratica, possiamo dire che il trasferimento è stato il più presente, questo perché gli studenti attribuito l'insegnante, le azioni che di solito è con i genitori, o persone più vicino insieme, la fiducia necessaria per risolvere problemi anche di fuori del contesto scolastico, ci dimostra come c'è un sano rapporto tra questi.

' È molto gratificante e inestimabile Mostra che ogni passo del cammino, un successo, lo scambio di abbracci, di affetto e di sentirsi in grado in mezzo a tanta discriminazione anche se i passi lenti, realizzare un sorriso e un luccichio negli occhi di questi studenti. '

(P5)


Considerazioni finali

Psicoanalisi possono essere collegato all'istruzione per trattare le relazioni esistenti nel contesto scolastico, sappiamo che tali rapporti non sempre contribuiscono per un apprendimento efficace.

Non solo tecnica, pianificazione, dei metodi e trasmettere il contenuto come se lo studente era vuoto, è richiesto molto di più rispetto al contenuto, dobbiamo considerare la soggettività di tutti i soggetti coinvolti, quali pressioni dei suoi desideri e cercano di capire gli atteggiamenti, i desideri dei loro studenti e i propri desideri e spesso i motivi che determinano il tipo di relazione che ogni educatore avrà con i tuoi studenti , non sono capiti, dalla mancanza di un reale avvicinamento di questi.

La conoscenza è sempre legata alla volontà, non soltanto gli aspetti intellettuali sono rilevanti per l'acquisizione dell'apprendimento, bagaglio emotivo è fondamentale in questo processo, e che entrambi educatore, come educare sono influenzati da questi fattori.

Psicoanalisi porta come contributo alla formazione l'importanza di conoscere la forma altre, umanizzata, al fine di sviluppare buone relazioni, che di conseguenza offre un'atmosfera amichevole e stimolante per tutti gli studenti.

Senza rendersi conto di ogni affare professore e studente con sentimenti di ammirazione e rispetto, che vengono trasferiti all'insegnante, così importante per rendersi conto che un buon rapporto è un rapporto di comprensione, di mediazione, modo che i collegamenti sono sviluppati in modo positivo, questo accade naturalmente nel rapporto educatore-discente, così come in altri rapporti umani.

Considerando la complessità delle relazioni umane, i collegamenti di studio sono necessario, perché da esso voi siete, in modo da realizzare la rilevanza delle relazioni vinculares nel processo di apprendimento.

Riferimenti

CHAMAT, Leila Sara Jafari. Vinculares relazioni e di apprendimento: un approccio basato sulla psicologia dell'educazione. São Paulo. Vettore, 1997.

FACCI, Marilda Gonçalves. MEIRA, Marisa Eugenia Melino. TULESK, Silvana Calvo. L'esclusione di 'incluso ': una critica della psicologia dell'educazione e patologizzante e medicalizzazione dei processi educativi. Parana, Eduem, 2011

KUPFER, Maria Cristina. Freud e l'educazione: Maestro dell'impossibile. 3 Ed. São Paulo, Editora Scipione, 2007

TRIVIÑOS, Augusto N.S. Introduction to scienze sociali ricerca-la ricerca qualitativa in educazione. São Paulo: Ed. Atlas, 1987.

WINNICOTT, D. W. Il bambino e il suo mondo. 5 Ed. Rio de Janeiro: Zahar Editor, 1979

[1] Educatore ed esperto di controllo educativo e di orientamento (FURNE-UNIPÊ), master di Scienze dell'educazione (Instituto Superior de Ciências Sociales-PY). Attualmente è il supervisore educativo Prefeitura Municipal de Alcantil, docente e coordinatore didattico dell'unità Formazione prof. ssa PNAIC. Nely e Melo a Campina Grande.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here