Pratiche pedagogiche nella scuola elementare: superare i problemi con le attività ricreative [1]

0
414
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SILVA, Neuziane Gomes da [2]

SILVA, Neuziane Gomes da. Pratiche pedagogiche nella scuola elementare: superare i problemi con le attività ricreative. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. 08 edizione. anno 02, vol. 01. pp. 103-133, novembre 2017. ISSN: 0959-2448

RIEPILOGO

All'interno delle scuole, il giocoso durante l'anno iniziale della scuola elementare è poco discusso, perché offre un'educazione che non conducono alle realtà e ai bisogni di ogni cittadino. Così, l'obiettivo di questa monografia è quello di osservare se le pratiche pedagogiche, sviluppate nei primi anni di scuola elementare sono adatte per lo sviluppo dell'insegnamento/apprendimento degli studenti. Alcuni argomenti che ha guidato la scelta del tema e il problema principale erano: perché i bambini giocano e come? Qual è l'importanza e il ruolo di attività ricreative nello sviluppo dell'insegnamento/apprendimento nei primi anni di scuola elementare. Quali scuole usano metodologia per sviluppare il processo di insegnamento/apprendimento degli studenti. E come l'aspetto ludico, attraverso la formazione dell'educatore, interferire in questo processo. Discutere tale tema include un vasto studio teorico sulle strategie per il concetto storico, disegno sul caregiving, fondazioni e istituzioni che si occupano con concetti di giocosità e studiosi che difendono il giocoso come uno dei i vari strumenti che possono essere contestualizzati e che influenzano lo sviluppo sociale e cognitivo degli studenti, che agisce nei confronti di studenti e docenti nell'insegnamento e l'apprendimento. Erano le attività in cui il contenuto sono stati osservati che coinvolgono il banter playful e confermando che i bambini imparano più facilmente giocando. Tuttavia, la giocosità sul miglioramento dell'istruzione, può essere critico e creativo per sviluppare le possibilità che permetterà agli studenti di sperimentare, il confronto con situazioni che interferiscono con l'apprendimento, come pure l'importanza dell'educatore mediare questa relazione di insegnamento e di apprendimento con la giocosità.

Parole chiave: Metodologia di apprendimento educazione, giocosità, della scuola elementare.

INTRODUZIONE

La metodologia di questo studio è basato su ricerche bibliografiche che trattate con teorie su pratiche pedagogiche dei primi anni e giocosità nella scuola elementare.

Autori come: Tizuko Morchida Kishimoto, Eva Maria Marconi, Marina de Andrade, Ana Cristina Azevedo, Sara Pain, Piaget, Anna Bock, Odair Furtado, Maria Teixeira, Karoline Kahl, Maria Lima, Izabel Garcia tra gli altri, erano di grande importanza per lo sviluppo di questo lavoro con contributi scientifici supportano tutte le fasi di questa ricerca, poiché assistiti nella definizione del problema, la determinazione degli obiettivi, costruire ipotesi, nella motivazione della giustificazione della scelta del soggetto e la preparazione della relazione finale. Attualmente, i teorici che cercano di spiegare i processi di insegnamento e apprendimento hanno seguito percorsi paralleli, la diversità di interpretazione di questi processi ha contribuito a molte informazioni primordiale di educatori menosprezassem difeso dalla psicologia dell'apprendimento. In questo senso, la diffidenza stabilita ha seminato lo scetticismo circa i contributi di questa scienza, che ha provocato il mantenimento delle tradizionali forme di prestazioni in classe.

Tuttavia, non dobbiamo perdere l'esistenza di un certo numero di principi comuni a tutti i luoghi d'interesse teorici, che apprendimento dipende da caratteristiche uniche di ciascuno degli apprendisti; corrispondono, per la maggior parte, le esperienze che ognuno ha vissuto fin dalla nascita; la capacità, la motivazione e l'interesse di ogni studente, il modo e il modo che producono l'apprendimento è il risultato di processi che sono sempre uniche e personali.

Pertanto, il presente lavoro è di aiutare gli insegnanti di scuola elementare può essere basata su concetti Introduzione indirizzata di studiosi della zona di disabilità di apprendimento, che rese popolare-se comunemente perché abbiamo trovato bambini stigmatizzati da loro ritmi diversi di apprendimento. Le difficoltà di apprendimento sono direttamente correlate ad per imparare, che può essere una situazione di passaggio e non deve essere intesa come una limitazione permanente. Perché l'apprendimento è un processo che coinvolge diversi fattori correlato al soggetto e il rapporto di questa con l'ambiente, che richiedono dell'educatore la costante ricerca per comprendere il contesto in cui il soggetto è inserito, così come la situazione in cui ci hanno spiegato la difficoltà di dotti apprendimento.

L'ammissione dei bambini sottoposti a scuola è un momento cruciale nel processo di formazione, perché è una situazione in cui possono verificarsi interruzioni durante la stessa. Così, il giocoso nei primi anni della scuola elementare è una delle attività più importanti nell'infanzia, perché il bambino ha bisogno di giocare, giocare, creare e inventare per mantenere l'equilibrio.

Il bambino è un sociale che è nato con la capacità affettiva ed emotiva e cognitiva ha desideri e sono vicini al popolo ed è in grado di interagire e imparare da loro in modo che tu possa capire e influenzare il proprio ambiente. Espandendo il vostro relazioni sociali, interazioni e comunicazione. (TRAVALLA e CASAGRANDE, 2007p. 77).

In questo contesto, la giocosità è parte fondamentale e costitutiva del processo di insegnamento-apprendimento dei bambini, perché essi hanno immaginazione creativa, e questo si presenta sotto forma di un gioco, in primo luogo strumento per contrastare la realtà.  Il gioco e il gioco sono gli atti necessari per la salute fisica, emotiva e intellettuale e sono sempre stati presenti in tutte le persone dai tempi più remoti. Attraverso di loro, il bambino sviluppa la lingua, del pensiero, socializzazione, l'autostima e l'iniziativa, in procinto di essere un cittadino in grado di affrontare sfide e partecipare alla costruzione di un mondo migliore.

Il gioco e il gioco è di per sé una situazione di apprendimento. Le regole e l'immaginazione promuovere bambino oltre al comportamento usuale. Interpreta un sacco di situazioni vissute nella vostra vita quotidiana, quella di finzione sono rielaborati in modo creativo, luccicanti nuove possibilità e interpretazioni della realtà.

L'elemento che separa un gioco educativo da un altro personaggio solo ludico è i giochi e giocattoli educativi sono sviluppati con l'esplicito intento di provocare un apprendimento significativo, incoraggiare la costruzione di una nuova conoscenza e soprattutto suscitare il sviluppo di un'abilità chirurgica.

In questo scenario che il presente studio cerca di dimostrare che cosa sono le possibilità di giocose che sono oportunizadas della serie iniziale delle elementari, al fine di risultati attesi, svelando l'importanza del divertimento e giochi con il processo di apprendimento, vederlo come un facilitatore dello sviluppo psicomotorio del bambino.

Cerca di approfondire il tema presentato, questo lavoro monografico sarà sviluppato in cinque capitoli. Il primo capitolo affronterà l'apprendimento del mondo e dei suoi concetti, questa vista come un sistema dinamico di interazione, perché è un processo, biologico, intellettuale, emotivo e sociale ed essere legata alla storia dell'uomo, per la costruzione e di evoluzione pur essendo sociale adattabilità a nuove situazioni, perché da sempre insegnato e imparato, più o meno elaborati e organizzati. È noto che c'è non un'unica fonte, in grado di comprendere gli elementi fondamentali per la comprensione dell'apprendimento, ma credono che le proposte che mettono in risalto l'importanza dei processi mentali superiori, essendo il risultato della interazione dell'organismo con l'ambiente.

Nel secondo capitolo, assume il ruolo dell'educatore, che deve essere un esperto e stimolatore di avere capacità di generare un'atmosfera di fascino e seduzione intorno alle attività che sfida gli studenti a pensare e costruire la propria conoscenza che circonda la situazione presentata. La vostra responsabilità è di insegnare il pensiero, incoraggiare la costruzione di schemi e smart soluzione-generazione, la produzione e la offre a quel sfide l'immaginazione e la creazione. L'educatore interessato allo sviluppo dell'intelligenza dello studente nei rally azioni intellettuale può contare sulle attività ricreative come risorsa pedagogica efficace.

Ruolo dell'educatore, in questo contesto, dovrebbe essere quella che genera l'azione necessita nel tuo studente, è possibile conquistare il vostro impegno di problem-solving. Quando il vostro obiettivo è quello di costruire logica intelligenza apre i giochi che permettono allo studente di coinvolgere emotivamente nelle ricerche o tentativi di soluzioni ai problemi presentati durante il processo di apprendimento e più spesso possono costruire vostra conoscenza, perché le attività hanno come loro possibilità di offerta di ruolo principale dei successi.

Il terzo capitolo tratta l'importanza di giocosità per l'insegnamento e l'apprendimento, comprensione dei contributi e la grande importanza che la giocosità, come i giochi, giochi, giocattoli, può influenzare lo sviluppo del bambino e nel vostro comportamento, e anche come un alleato dell'apprendimento di processo, poiché i viaggi di fantasia, la forma e la forma per i diversi elementi che possono essere trasformate per promuovere cambiamenti nel comportamento dell'individuo.

Il gioco e il gioco sono essenziali per la formazione degli atti umani, perché attraverso di loro, il bambino sviluppa il linguaggio, pensato, socializzazione, l'autostima e l'iniziativa, in procinto di essere un cittadino in grado di affrontare sfide e partecipare alla costruzione di un mondo migliore. Pertanto, essi sono una situazione di apprendimento, poiché le regole e l'immaginazione promuovere bambino oltre il comportamento usuale; Interpreta un sacco di situazioni vissute nella vostra vita quotidiana, quella di finzione sono rielaborati in modo creativo, luccicanti nuove possibilità e interpretazioni della realtà.

Il quarto capitolo tratta temi sui giochi e i giochi come facilitatore dell'apprendimento, perché il gioco è vitale per lo sviluppo del corpo e della mente. Riconosce un mezzo per fornire educazione integrale in situazioni di apprendimento naturale che generano forte interesse nell'apprendimento e piacere. Consentire la costruzione di conoscenza così interessante e piacevole, assicurare bambini la motivazione intrinseca, necessaria per una buona formazione, per trasformarli in adulti maturi, con grande fantasia e fiducia in se stessi, anche quelli che presentano uno qualsiasi Difficoltà nel tuo apprendimento o l'acquisizione di conoscenze. Diamo enfasi a metodologie basate sul "play" nella facilità di apprendimento cose attraverso il gioco, il gioco, la fantasia, l'incanto. La magia di insegnamento-apprendimento (ROJAS, 1997), permette le altre costruire attraverso la gioia e il piacere di volerlo fare.

1. APPRENDIMENTO E DEI SUOI CONCETTI.

Concettualmente l'apprendimento è il processo di acquisizione o la modifica di competenze, abilità, conoscenze, comportamenti e valori attraverso lo studio, esperienza, formazione, osservazione e ragionamento. Lei è una delle più importanti funzioni mentali degli esseri umani ed è relativo a formazione e sviluppo personale.

Apprendimento come umana attività fa risalire l'origine stessa della nostra specie, poiché l'essere umano nasce potenzialmente inclini ad imparare, che necessitano di stimoli esterni ed interni per l'apprendimento. Questi possono essere considerati naturali, come l'atto di imparare a parlare, camminare, legata al processo di maturità fisica, psicologica, cosa succede nell'ambiente sociale dove l'individuo vive e tempo, favorendo il cambiamento nella tua condotta e predisposizioni genetiche, che permette sovvenzioni e Fondazione per mantenere l'equilibrio dell'individuo.

Molto tempo fa, pensatori e filosofi si sono interessati con i fatti di apprendimento verbale o tipo ideativo. Da qui la ragione perché le prime teorie erano confusi con le spiegazioni dei processi logici con la conoscenza. Dal apprendimento che sia rimasto invischiato con l'azione di catturare idee, stabilire i loro nomi, conservarle e chiamarli, mantenuto nell'affermazione che ci sono sempre stati nella vita umana l'atto di insegnamento e di apprendimento.

Le spiegazioni e studio sull'apprendimento è venuto con lo sviluppo della psicologia come una scienza, basata sulla conoscenza e le teorie della neuropsicologia, educazione e pedagogia, che considerato come un processo di associazione tra una situazione e stimolante la risposta, controllato sulla teoria di conexionista, come un processo di adeguamento o di adattamento dell'individuo all'ambiente, ha difeso la teoria funzionalista, o come processo percettivo dove la conoscenza è il risultato di strutture preformate, difeso dalla teoria Razionalista.

A Hilgard (apud CAMPOS, 1987) l'apprendimento è un processo mediante il quale un'attività proviene o è modificata dalla reazione ad una situazione trovata, poiché le caratteristiche del cambiamento dell'attività non possono essere spiegate da tendenze innate delle risposte, maturazione o stati temporanei dell'organismo.

Così, noi non possiamo considerare soltanto come un processo di apprendimento, o come un insieme di funzioni mentali o esclusivamente come elementi fisici o emotivi, come è lo sviluppo di tutti i poteri, abilità e potenzialità dell'uomo, sia fisica quanto mentale ed emotiva.

Già coniglio e José (1999) la definisce come il risultato di stimolazioni ambientali sull'individuo maturo che si esprime davanti a un situazione-problema, sotto forma di una modifica nel comportamento alla luce dell'esperienza.

Credo che la modifica del comportamento efficace e l'espansione del potenziale dell'individuo, richieste relazioni efficaci tra quello che stai imparando con la vita, vale a dire, il soggetto deve essere in grado di riconoscere le situazioni in cui applicherà le nuove conoscenze o abilità. Questo fatto deve essere basato sulla maturazione dell'individuo.

Alcuni studiosi sostengono che l'apprendimento è un processo integrato che provoca una trasformazione qualitativa della struttura mentale di quell'apprendimento. Questa trasformazione attraverso il cambiamento di condotta, se di condizionamento operante, esperienza o entrambi, ma su base permanente. Le informazioni possono essere assorbite attraverso tecniche di insegnamento o anche acquistando semplicemente abitudini.

L'atto o il desiderio di imparare è una caratteristica essenziale della psiche umana, perché ha solo il carattere intenzionale di apprendimento. Questo atto può essere dinamico, mutevole e cercare informazioni al discente; o creatore, a cercare nuovi metodi volti a migliorare il proprio apprendimento attraverso tentativi ed errori.

Un altro concetto di apprendimento è un cambiamento di comportamento di relativamente lunga durata, in modo sistematico, o non, acquisito dall'esperienza, dall'osservazione e pratica motivato. Così l'atto di apprendimento necessariamente deve includere motori, gli aspetti emozionali, ideativos o mentale, perché il cambiamento di comportamento avrà qu richiede piena partecipazione e individuo globale per tutti gli aspetti costitutivi della vostra personalità entrano in attività in atto per imparare, così che l'equilibrio vitale viene ristabilito, rotto dalla comparsa di una situazione problematica.

L'apprendimento è reale solo quando l'individuo incorpora nuovi gasdotti, nuovi modi di agire e nuovi modi per rispondere sulle situazioni presentate nel quotidiano. Lei deve sempre essere presente, fin dall'inizio della vita ed essere preso singolarmente, perché è considerato non trasferibile da un individuo a altro, poiché il modo e il proprio ritmo per imparare variano da individuo a individuali, denominato qui come carattere personale apprendimento.

Il processo di apprendimento non è a tenuta stagna, egli continuamente e sempre più complesse, come ogni nuova situazione comporta un maggior numero di elementi. Così, ogni nuova aggiunta nuovi elementi per le precedenti esperienze di apprendimento, essendo flessibili e prendendo l'organizzazione di nuova modelli di comportamento cumulativo, che sono incorporati dal soggetto.

Proprio ora la conoscenza generata nell'istruzione e nella storia personale hanno un ruolo cruciale nell'aspettativa che l'individuo ha, il processo stesso, nelle loro motivazioni e interessi, il concetto di auto e la tua autostima. Per entrambi i fattori ed affettiva, processi motivazionali e relazionali sono importanti. Così, la funzione fondamentale della formazione umana è interiorizzare o incorporare nuovi comportamenti fondamentali per sviluppare un apprendimento significativo, quale oportunizará l'individuo a costruire una rappresentazione di se stesso come qualcuno che può.

Per i comportamentisti, l'uomo non può essere considerato una passività. Egli organizza le sue esperienze e cerca di dare loro un significato. Sottolinea l'importanza dei processi mentali dell'apprendimento, in forma con percepisce, seleziona, organizza e assegna significati a oggetti ed eventi. Un approccio sociale, la gente impara osservando l'altro all'interno del contesto sociale. In questo approccio all'apprendimento è in funzione dell'interazione della persona, l'ambiente e il comportamento.

Gli obiettivi di apprendimento sono classificati in: dominio cognitivo (allegata alla capacità di conoscenza, informazione o intellettuale) nell'individuo di apprendimento di competenze, comprensione, applicazione, analisi, sintesi e valutazione; dominio affettivo, (legata ai sentimenti, emozioni, gusti o atteggiamenti) dove sono sviluppate le abilità di ricettività, risposte, valorizzazione, organizzazione e caratterizzazione; dominio psicomotorio (che enfatizzano l'uso e la coordinazione dei muscoli) garantisce movimenti fondamentali di base abilità, riflessi, capacità percettiva e fisiche e la comunicazione discorsiva.

Vista di formazione del prisma di apprendimento rappresenta il tempo di voce, il tempo e la possibilità di essere presa in considerazione. Conoscenza di come la cooperazione, la creatività e la criticità, favorisce la libertà e il coraggio di trasformare, e l'apprendista diventa il soggetto come protagonista attore del tuo apprendimento.

L'apprendimento è uno di questi fattori. A differenza di altri animali, negli esseri umani apprendimento è visto come un sistema dinamico di interazione, come si tratta di un processo, biologico, intellettuale, emotivo e sociale.

Negli ultimi anni, ci sono molti studi sull'imparare e imparare, e che direttamente o indirettamente cercano di svelare l'uomo impara. Non c'è non un'unica fonte, in grado di comprendere gli elementi fondamentali per la comprensione dell'apprendimento, ma credono che le proposte che mettono in risalto l'importanza dei processi mentali superiori, essendo il risultato della interazione dell'organismo con l'ambiente.

Pertanto, apprendimento ha un senso ampio: copre le abitudini formiamo efficace assimilazione dei valori culturali e aspetti della nostra vita. In ogni caso, si riferisce agli aspetti funzionali e risultati di tutte le stimolazioni ambientali ricevuto dall'individuo nel corso della vita, perché l'atto di apprendimento è il risultato della maturazione e l'esperienza individuale di apprendimento, dove nessuno impara da sé e in sé, di automodificação.

1.1 formazione e apprendimento.

L'individuo è costantemente apprendimento e insegnamento processo, quindi tutti gli spazi occupati da esso avere processi educativi. Quindi, impara e insegna allo stesso tempo, perché il do richiede di conoscere, di essere e di vivere insieme necessario essere imparato ogni volta.

Essendo la scuola un spazi di apprendimento significativo, è necessario stabilire nel vostro contesto una funzione importante: contribuire con individuo nell'organizzazione pensato dalla conoscenza informale, della cultura fino ad allora acquisite in ambienti fuori dalla scuola, vale a dire agire sulla sistematizzazione della conoscenza scientifica e la formazione dei concetti.

Per l'implementazione di questa funzione, che l'individuo non può essere considerato come un soggetto passivo in cui è depositata conoscenze e informazioni, ma come attivo in grado di costruire nuove conoscenze dalla vostra esperienza in diversi concetti. Il punto cruciale per questa pratica è legato allo stimolo che dovrebbe fornire l'individuo a prendere il tuo posto di soggetto attivo nella società, come un agente di trasformazione.

Teorie contemporanee definiscono conoscenza come significato dal soggetto stabilisce le relazioni tra l'oggetto e la propria capacità di osservazione, riflessione e informazioni. Insegnamento è quindi aiutare l'individuo a costruire significati che implicano la tua totalità e non solo sulla loro conoscenza precedente o nella vostra capacità di stabilire relazioni sostanziali tra questi e il nuovo materiale di apprendimento o tra le diverse parti di questo materiale.

Per Garvin, (1993), un'organizzazione che apprende deve avere la capacità di creare, acquisire e trasferire conoscenze e modificare il tuo comportamento per riflettere su nuove conoscenze e intuizioni, come persone di organizzazioni di apprendimento non sono addestrati a svolgere le loro funzioni, ma cresciuto a giocare con soddisfazione la sua attività, sviluppando lo spirito di squadra e la creatività. In questo senso, Paulo Freire ha contribuito significativamente all'apprendimento organizzativo.

Pertanto, noi crediamo, che istruzione scolastica dovrebbe promuovere la pubblicazione e la costruzione della cosiddetta conoscenza pertinente per avere il vostro sostegno nella complessa comprensione della realtà, perché la comprensione della realtà significa guardarlo, analizzarlo e interpretarlo sulla base organizzatori di principio della conoscenza, pensiero scientifico non può elaborare spiegazioni convincenti sulla complessità della realtà, poiché si basa sulla conoscenza, competenza e tradurre a perfetta tenuta in discipline compartimenti stagni e non conosciamo.

La conoscenza pertinente, pertanto, non è qualcosa di fuori dell'individuo e che semplicemente acquisisce, o qualcosa si costruisce indipendentemente dalla realtà e di altri individui, è di costruzione piuttosto storica e sociale, in cui interferire con i fattori culturali e psicologico. Per questo motivo, istruzione scolastica dovrebbe essere visto come un processo di funzionamento di una comunità sullo sviluppo dell'individuo, in modo che egli può agire in una società pronta per il perseguimento di accettazione di obiettivi collettivi.

In questo contesto, la scuola deve cercare meccanismi per configurare come un significativo, innovativa e intraprendente in modo efficace, e gli studenti dovrebbero essere considerati/come nel piano fisico ed intellettuale consapevole delle possibilità e dei limiti, in grado di capire e riflettere sulla realtà del mondo che lo circonda e dovrebbe prendere in considerazione il vostro ruolo di trasformazione sociale, alla ricerca di solidarietà tra le persone, nel rispetto delle differenze individuali di ciascuno.

Non si può negare che la scuola ha un ruolo essenziale nella proposta di formazione umana, per deve interessare se stesso non solo con il contenuto stesso, con il trasferimento delle conoscenze esistenti agli studenti, ma piuttosto a promuovere la mediazione di costruzione della conoscenza. Ciò richiede che anteporre la scelta del metodo di insegnamento, che deve essere accoppiato alla visione del professore di educazione, lei dovrebbe capire l'impegno degli attori del processo di insegnamento-apprendimento (insegnanti e studenti) con un tipo di educazione che collaborano con la liberazione ed emancipazione dell'uomo, attraverso la vostra consapevolezza di costruire una società più dignitosa e fiera.

Secondo Charlot (2000), apprendimento sta esercitando un'attività in una situazione, in un'unica posizione, in un momento della vostra storia e in vario tempo imparare le condizioni, con l'aiuto di persone che ti aiutano. Il rapporto con il sapere è il rapporto con il mondo, in senso generale, ma è anche il rapporto con questi mondi privati. L'autore ritiene che gli individui imparano perché hanno l'opportunità di farlo, in un momento quando siamo disponibili ad approfittare di loro.

Per soddisfare i requisiti della scuola il processo di apprendimento, lo scopo della scuola in relazione alla conoscenza dovrebbe essere ripensato e Reindirizzamento il corso fino ad allora vista come vitali per la costruzione della conoscenza. È necessario trasformare la scuola in un'istanza di mediazione e facilitatore dell'apprendimento, rivedere costantemente le metodologie di insegnamento e le strategie didattiche utilizzate per lo studente di imparare a imparare, imparare a conoscere, infine, imparare a pensare.

Freire e Shor (1997, p. 18) chiarire questo problema molto convincente:

[…] Se si esamina il ciclo della conoscenza, possiamo percepire due momenti e non più di due, due momenti che riguardano dialetticamente. Il primo momento del ciclo, o uno dei momenti del ciclo è il tempo di produzione, la produzione di nuove conoscenze, di qualcosa di nuovo. L'altra volta è uno in cui la conoscenza prodotta è conosciuta o capita. Un momento è la produzione di nuove conoscenze e il secondo è uno in cui sai la conoscenza esistente. Ciò che spesso accade è che dicotomizamos questi due momenti, isolati gli uni dagli altri. Di conseguenza, abbiamo ridotto l'atto per soddisfare la conoscenza esistente per un mero trasferimento di conoscenze esistenti.

Il processo di apprendimento di scuola dovrebbe prendere in considerazione l'appropriazione dei concetti nella prospettiva di senso comune, assumendo un nuovo rispetto per alcuni usi usuali del concetto di apprendimento e mettendo nuove ed affascinanti domande circa i meccanismi attraverso i quali il è esercitato influenza educativa, vale a dire circa i meccanismi che permettono all'insegnante di insegnare e agli studenti di imparare e costruire la vostra conoscenza e hanno entrambi arrivare a condividere, a un grado maggiore o minore, il significato e il significato di quello che fanno.

Fabbro & Garcia (2000), sostengono che le nozioni scientifiche in primo luogo sono stati estratti da nozioni di senso comune, e la preistoria di queste nozioni comuni e spontanee può rimanere per sempre sconosciuta. Legittima la relazione tra il metodo storico-critico e il direttivo psicogenetiche, tra il confronto scientifico e naturale.  Apprendimento è condizionata, da un lato, la struttura cognitiva – loro schemi di conoscenza che comprendono il livello dell'organizzazione del pensiero come la precedente conoscenza ed esperienza e, d'altra parte, dall'interazione con altri individui.

L'insegnamento e l'apprendimento deve sempre fare affidamento su un approccio sociale in grado di provocare discussioni pedagogiche su numerosi aspetti di estrema rilevanza, in particolare per quanto riguarda il modo di comprendere la relazione tra sviluppo e apprendimento, l'importanza di relazione interpersonale, la relazione tra cultura e istruzione e il ruolo degli aiuti educativi regolata per la situazione e le caratteristiche che ogni momento, è presente nell'attività mentale costruttivo dello studente.

Tapia e nastro (2003), sostengono che l'apprendimento comporta un'interazione dell'allievo con l'ambiente, fornendo condizioni di catturare ed elaborare gli stimoli provenienti dall'esterno, che, per il vostro tempo, sono stati selezionati, organizzati e sequenziato dal docente. Così, attraverso l'apprendimento, pupilla cambia il tuo stato iniziale, diventando in grado di mantenere un condotto al fine di realizzare qualcosa prima non poteva o non sapeva come fare.

Modo che la scuola può svolgere questo ruolo correttamente, è necessario privare molte delle connotazioni che sono state accumulando così occulta e sviluppare allo stesso tempo altri che fino ad ora a malapena sono stati presi in considerazione. Perché ha bisogno di a, concretamente, soddisfare sia la direzione per quanto riguarda il significato dell'apprendimento scuola; rinunciare alle connotazioni più individualistiche del processo di costruzione di significati e sensi; e, infine, recituar processo di questa costruzione nel contesto della relazione interpersonale che è intrinseca all'atto dell'insegnamento.

Secondo César Coll (1994), sulla scuola di apprendimento dovrebbe essere presente contenuto significativo, strutturato e con una logica intrinseca, perché a differenza di appena l'allievo capirà lo stesso e nessuno sarà in grado di costruire nuove conoscenze da loro. Così, se il progetto educativo richiede l'insegnamento di dimettersi e processo di apprendimento, è necessario preoccuparsi di preservare il desiderio di conoscere e sapere che tutti i bambini di conoscenza arrivano per scuola, mantenere la buona qualità del collegamento con questa conoscenza e non distruggerla con ripetuti fallimenti, assicurando successo esperienze, ma non omettere o mascherare il fallimento.

Argomentazioni teoriche diretti alla comprensione circa lo sviluppo cognitivo e il modo in cui gli studenti costruiscono conoscenza, sono stati forniti dalla psicologia genetica. Così è di grande importanza un sano sviluppo che favorisce un apprendimento di qualità, perché l'apprendimento scuola porterà la conoscenza e il bambino avrà la possibilità di trasformare in un pensiero più autonomo, indipendente e protagonista del proprio storia, dove posso essere rispettato e in grado di dare la vostra opinione per o contro qualcosa, basata sulla storia della tua vita e che cosa credete di essere vere ed essenziali.

Comprendere come il processo di apprendimento nel contesto indicato da Meirieu: l'interazione tra le informazioni e il progetto non si avvia a scuola, né nelle situazioni di apprendimento formalizzato; Esiste molto presto su e fa sì che il bambino raggiungere l'Aula, come il livello di formazione degli adulti, ha tutta una serie di conoscenze, un insegnante, in questa prospettiva dovrebbe essere il Mediatore del processo di ricerca della conoscenza e coordinando le situazioni di apprendimento, adeguando gli interventi alle caratteristiche individuali degli studenti a sviluppare le loro abilità e capacità intellettuali.

2. RUOLO L'INSEGNANTE DI NELLA MEDIAZIONE DELL'APPRENDIMENTO.

La scuola oggi vuole essere uno spazio di rotture, trasformazioni e dell'edificio una società veramente democratica deve avere il vostro lavoro in primo luogo, basato su pedagogica e nei locali dell'apprendimento quattro: imparare a conoscere, cioè acquisire la strumenti di comprensione; Imparare a fare, per essere in grado di agire sull'ambiente; Imparare a vivere insieme al fine di partecipare e collaborare tra loro in tutte le attività umane e imparare ad essere, tramite essenziale che integra i tre precedenti.

Quando si tratta di insegnamento, che lei ottiene indietro gli occhi soprattutto per la sua/loro educatori, restituirli all'audacia prima che l'atto di educare, fare le modifiche necessarie al manifesto dell'educazione di qualità se stessi in primo luogo prima della rottura dei paradigmi, credenze e valori radicati nell'atto di insegnamento. Quando gli educatori a Conosci di queste nuove prospettive, fare il primo passo per cambiare e diventare trasformatori di agenti.

Salazar tira fuori una riflessione, tuttavia, quando si stampa la vita quotidiana di insegnanti, dirigenti, tecnici ed esperti educativi, per discutere la pratica pedagogica e la presa di posizione su temi che mettono in controlla credenze e valori che hanno dato sostegno al vostro prestazioni come educatori. Dimostra chiaramente che un nuovo ordine istituito nell'organizzazione della società in generale, e come tale è parte dell'educazione di unirsi a lei al fine di promuovere una società democratica, liberatorio, pedagogici e in grado di fornire qualsiasi singoli meccanismi tenuti a firmare come parte integrante della società e dei suoi edifici, perché l'autore in questa scuola, hanno convalidato funzione socialmente, perché tutto è costruito di abilità e le competenze necessarie per la vita nel XXI secolo.

Su esposte, ci siamo resi conto che in materia di istruzione, l'insegnante ha nelle sue mani la responsabilità di agire come soggetti nel mondo e insegnare il tuo/vostro studenti/la conoscenza accumulata storicamente, dando loro l'opportunità di agire anche come protagonisti nella società. Perché, oltre ad essere un insegnante/educatore e un trasmettitore di conoscenza, deve agire come mediatore. Cioè, lui/lei dovrebbe essere messo come un ponte tra lo studente e la conoscenza che lui/lei impara a pensare e a domanda per voi stessi e non ricevono passivamente le informazioni come se si trattasse di un deposito di educatore.

Freire (1979), afferma che l'azione di insegnamento è il fondamento di una buona educazione e contribuisce alla costruzione di una società di pensiero. Tuttavia, l'insegnante deve prendere il vostro impegno vero e affrontare il percorso di apprendimento insegnare e ogni giorno rinnovando la vostra azione pedagogica al fine di soddisfare l'esigenza dei suoi studenti nella costruzione della loro conoscenza e apprendimento.

La scuola e gli educatori dovrebbero garantire che gli studenti imparano con qualità e che sono in grado di sviluppare la vostra autonomia intellettuale. A tal fine è necessario che gli strumenti di pianificazione, metodologia e record per il consolidamento di un'azione pedagogica si basano su azione-riflessione-azione, come pure il ruolo di insegnante, all'interno del processo educativo, è visto come un attore in grado di garantire la studente / / alla vostra destra per imparare e sviluppare secondo le loro limitazioni e le funzionalità, senza perdere di vista le possibilità offerte e richieste dalla società.

Così, come Kramer (1989), per cui questa funzione è efficace nella pratica:

[…] il lavoro pedagogico bisogno di essere guidati da una visione dei bambini come esseri sociali, gli individui che vivono nella società, i cittadini. Questo ci impone di prendere in considerazione le loro caratteristiche diverse, non solo in termini di storie di vita o regione geografica, ma anche di sesso, etnia e classe sociale. Riconoscere i bambini come esseri sociali che sono di non ignorare le differenze significano. (KRAMER, 1989, pag. 19)

È esattamente in questa direzione che dobbiamo considerare le esperienze sociali accumulati per ogni allievo e il contesto sociale, al fine di costruire da lì, un accogliente ambiente scolastico in cui la pupilla si sentirà parte del tutto ed è completamente aperto al nuovo apprendimento.

Secondo i parametri curricolari nazionali (2001), l'approccio sociale offerto i processi di insegnamento e apprendimento porta agli aspetti pedagogici della discussione di eccezionale importanza, in particolare per quanto riguarda il modo in cui dobbiamo capire le relazioni tra sviluppo e apprendimento, l'importanza delle relazioni interpersonali in questo processo, il rapporto tra istruzione e cultura e il ruolo dell'azione educativa impostata su apprendimento situazioni e caratteristiche dell'attività mentale costruttivo della pupilla in ogni momento della vostra scolarizzazione.

L'approccio di apprendimento sociale dovrà dall'interrogatorio incorporato nella realtà sociale del bambino, perché solo da questo punto è che la conoscenza davvero inizierà ad essere costruito individualmente e socializzati attraverso la mediazione di un insegnante. Quindi, lui/lei ha bisogno di essere consapevoli e impegnati alla vostra pratica e di essere in grado di lavorare con l'innovazione senza lasciare da parte la pianificazione delle loro azioni, come il processo educativo richiede organizzazione sistematica, senza abbandonare i principi di libertà, le esigenze opportunità individuali e collettive per tutti e l'educazione per la cittadinanza.

Libâneo (1994) afferma che:

Imparare della scuola ha un collegamento diretto con l'ambiente sociale che racchiude non solo le condizioni di vita dei bambini, ma anche al vostro rapporto con la scuola e studio, la percezione e comprensione dei materiali. Consolidamento della conoscenza dipende dal significato che portano in relazione l'esperienza sociale di bambini e giovani nella famiglia, nell'ambiente sociale sul lavoro. (LIBÂNEO, 1994, pag. 87)

Il successo del processo di apprendimento con il carattere storico-culturale richiede che il bambino essere portato e istigato a mettere come soggetto della costruzione della propria conoscenza e apprendimento, per farlo lei dovrebbe essere sentita e sue parole generato ed elaborato attivo apprendimento e critico. In questo senso, il ruolo di un insegnante è di fondamentale importanza, perché è attraverso di lui che ci sarà un intervento di pratica educativa derivanti da linee guida, i discorsi, mediazioni e provocazioni.

In questa prospettiva, Fontana e croce (1997), strada statale che pensare a come il bambino usa la parola, è di pensare a una nuova e complessa attività intellettuale. Così, l'insegnante deve dalla conoscenza storicamente accumulata e prendere i bambini a sviluppare un tipo di attività intellettuale che ancora non si rendono conto per se stessi, vale a dire, alla fine del processo, lei deve avere la capacità di ri-forma la conoscenza e esprimere una pratica di comprensione in termini così elaborati come è possibile a/a/educatore.

Prova-se così, che cosa la pratica sociale del processo di insegnamento-apprendimento è solo raggiunto una volta stabilito un mediatore di azione pedagogica e il problema dei contenuti organizzati, le esperienze degli studenti e degli eventi della società, già che il rapporto di insegnamento stabilito in aula, l'insegnante deve capire che l'insegnamento è la/a studente/momenti da rielaborazione di divise, consentendo l'accesso critico a queste conoscenze e contribuendo alla tua performance come essendo attiva e critica nel processo di storico-culturale della società. Questo va oltre il semplice trasferimento di conoscenze.

Secondo Libâneo (1994, p. 88):

Il lavoro di insegnamento è un'attività che dà unità a insegnare e ad apprendere, dall'assimilazione del processo attivo di trasmissione della conoscenza, esecuzione dell'attività di mediazione in relazione cognitiva tra lo studente e il materiale di studio.

L'interrelazione tra due momenti del processo di insegnamento – attivo assimilazione e trasmissione-è di fondamentale importanza, poiché il confronto tra il contenuto descritto di seguito, portato dall'insegnante, l'esperienza socio-culturale e il cognoscitivas delle forze / la pupilla, consentendo il confronto dello stesso alla scuola situazioni attraverso la Guida di un insegnante di apprendimento.

Nella dimensione del lavoro didattico che l'insegnante dovrebbe hanno chiarito che l'alunno è il centro del vostro lavoro e richiede più di sguardi tecnici che sono tutt'altro che la propria realtà, è necessario indicare che la lingua sembra , sei in grado di esplorare le loro abilità, sono in grado di renderli sempre più e continuamente, gli attori sociali consapevoli non solo della rivelazione del mondo e di se stessi, ma del vostro edificio, il suo intervento nella vostra storia e del mondo, la realizzazione e la contingenciando Credo che per la dimensione della vostra destinazione.

Per segnare meglio le azioni pedagogiche l'insegnante ha bisogno da un intervento sistematico in relazione allo svolgimento del suo/loro studente, sempre utilizzando la conoscenza di strumenti più appropriata o ricostruito. Sì, non è vale la pena conoscere e applicare qualsiasi interventista dello stato, secondo la richiesta del gruppo, sono necessarie modifiche. Prima il vostro impegno sarà in grado di capire dove, come e quando è necessario modificare il metodologico referenziale, perché meglio di qualsiasi altro attore sociale si sta avvicinando la scuola il tuo studente e possa eseguire letture che consente di reindirizzare la vostra pratica pedagogicamente.

Perché il processo di gestione e produzione di conoscenza si riflette soltanto dalla relazione attiva e critica/lo studente con la conoscenza, dal momento che lui/lei ha bisogno di riflettere, approfondire l'oggetto di studio capire la realtà e non semplicemente memorizzare informazioni ed è il insegnante in gran parte responsabile del condurre il processo di appropriazione della nuova conoscenza, permettendo l'inaugurazione del reale e la percussione della propria situazione storica.

Zeppa (1989) presenta alcune competenze pratiche pedagogiche e uno di loro precisa che l'insegnante è la principale fonte di conoscenza sistematica, e spetta a lui a preoccupazione circa i contenuti, le attività proposte agli studenti, perché le prestazioni di questi dipendono molto di come il processo di mediazione, perché l'insegnamento se ben pianificato e condotto, attiva diverse funzioni mentali. Per attuare questa pratica, l'insegnante è sfidato e bisogno di cercare mezzi per motivare, incoraggiare e prendere gli studenti all'apprendimento.

Fornire un processo intenzionale di mediazione della conoscenza è responsabilità primaria di un insegnante, perché formazione interferisce direttamente nello sviluppo dell'individuo che, attraverso la qualità dell'insegnamento e l'apprendimento che la scuola fornita e attraverso la appropriazione della conoscenza scientifica, sarà in grado di comprendere le condizioni sociali della tua vita, girare la vostra coscienza e agire per trasformarlo.

Vázquez apud Saviani (2003), afferma che:

La teoria si[…] trasforma il mondo. Può contribuire alla vostra trasformazione, ma per che si deve uscire da se stessa e, prima di tutto devi essere assimilato da si comporterà, con loro veri e propri atti, efficace, tale trasformazione. Tra teoria e pratica di produzione attività fa parte di un'opera di educazione delle coscienze, di organizzazione di mezzi materiali e concreti piani d'azione; tutto questo come essenziale sviluppare azioni reali passa, efficace. In questo senso, una teoria è pratica nella misura in cui si materializza attraverso una serie di mediazioni, che esisteva in precedenza solo idealmente, come conoscenza della realtà o anticipazione della vostra trasformazione. (VÁZQUEZ apud SAVIANI, 2003, pag. 73)

Così, sembra che solo attraverso l'azione educativa sia possibile promuovere la trasformazione e la forma critiche soggetti sociali e attivi in una società di pensiero, poiché è proprio dalla formazione di soggetti autonomi e produttivi che formazione deve levarsi in piedi fuori, perché mezzo di esso, gli insegnanti e gli studenti, imparare reciprocamente, in modo che entrambi possono essere criticamente il tuo processo storico e nella società.

3. IL GIOCOSO COME FACILITATORE DELL'APPRENDIMENTO.

Evoluzione umana associato alla rivoluzione tecnologica e trasformazioni sociali lungo ha richiesto modifiche nel processo educativo. Questo per il vostro tempo, da intendersi come pratica sociale diventa messo in discussione l'efficacia dei metodi usati dai docenti nella costruzione della conoscenza e quindi di apprendimento significativo.

Per soddisfare i requisiti effettivi per uno spazio sociale della conoscenza di formazione devono essere concentrate sulle esperienze e le esperienze dei bambini, risvegliando interesse e facilitare il processo di insegnamento-apprendimento. Così, l'educatore/per rendersi conto che l'insegnamento è non solo di trasmissione della conoscenza, ma creando le condizioni e le situazioni per imparare ad accadere, che porta il bambino ad agire e il coraggio di prendere rischi. È necessario lasciare che la creatività è sempre presente nella preparazione dei vostri piani di lezione e pratiche in aula.

Secondo Steiner (1986, pag. 10):

Quando abbiamo iniziato come educatori per introdurre la coercizione di qualsiasi minimo, ciò che l'individuo vuole natura: quando non capiamo che è necessario lasciare libero e solo le guide di ausiliari, male così l'organizzazione dell'uomo per la vita eterna.

Così, il clima di sicurezza e dell'affettività in aula è importante, perché il bambino deve sentirsi in grado di partecipare, per proporre alternative, reagire agli stimoli presentati e valutare l'intero processo di apprendimento che è elemento chiave. Per l'effettuazione di questo clima, spetta l'insegnante/bambino da offrire metodologie efficienti ed efficaci, in grado di creare opportunità di utilizzo di procedure che facilitino la traiettoria per acquisire abilità, migliore comprensione e utilizzo delle informazioni ricevuto, che promuovono lo sviluppo delle loro capacità cognitive e relazioni.

In questo contesto l'insegnante svolge un ruolo importante nel processo di insegnamento-apprendimento. Sì, lei è molto più significativa come il nuovo contenuto è incorporato conoscenza delle strutture della pupilla e acquista significato dal rapporto con il livello di conoscenza. Lo sviluppo di questo con le attività creare dispari opportunità per l'integrazione con l'oggetto conoscenza consente di automatizzare i vostri moduli, capire le loro possibilità e infine implementare l'apprendimento, apertura al nuovo apprendimento.

Brenelli (1996) afferma che:

Il soggetto quando interagisce con l'oggetto, astrae le proprietà secondo le proprie possibilità di interpretazione. Questa attività rende l'apertura di nuove possibilità sempre più numerose e seguita da interpretazioni ricche. (BRENELLI, 1996: p. 39)

L'interazione con l'oggetto genera no/la pupilla più sicurezza per partecipare attivamente le proposte didattiche, fornisce criteri per strutturare le situazioni del modo organizzato e coerente, per interpretare le possibilità, per colmare le lacune, a cercare spiegazioni, di adattarsi alle difficoltà e realizzare finalmente i loro errori e successi tramite reflection, ottenere una positiva costruzione cognitiva e soddisfacente.

In questo senso, quando l'insegnante rispetta le potenzialità e le capacità di comprensione del bambino, più possibilità che avrete di raggiungimento degli obiettivi del processo di insegnamento-apprendimento, perché destinerà tutta la tua motivazione e interesse e sarà un agente di tutto questo processo, coordinare idee, producendo, percepire, esprimendo, concettualizzazione, non più mero destinatario delle informazioni.

Animare il processo di insegnamento-apprendimento è il dovere e la funzione che è fino agli insegnanti a giocare e, pertanto, devono essere competenti, ricercatori, nutrire certe conoscenze al fine di sviluppare le attività che sono divertenti e che, soprattutto, sensibilità al tocco degli studenti, sapendo che verrà generato per discernere il bene o il male per loro. Tuttavia la semplice ricerca di nuove idee e metodologie non è abbastanza per solidificare le trasformazioni necessarie e le proposte, dobbiamo anche trasformare il tuo materiale didattico, maggiorati degli interessi del bambino così da nuove scoperte ed esperienze, generando situazioni stimolanti, efficaci ed efficienti per il processo.

La promozione di un apprendimento più attivo e attraente che risultati nell'efficacia dell'istruzione richiede la creazione di un ambiente piacevole, giocoso, piacevole e collaborativo per facilitare l'esecuzione di giocattoli, giochi e giochi in grado di facilitare la discussione e lo scambio di conoscenza tra studenti e insegnante. E di conseguenza un'area dove è possibile dimostrare la vostra autonomia, indipendenza e partecipazione attiva, in grado di dimostrare la comprensione delle informazioni assorbite.

Vale la pena sottolinea che l'esecuzione di un'attività o anche un'analisi di contenuto, il bambino si risveglia curiosità e induce a valutare e considerare le cose stanno funzionande sopra o presentato. Così, l'insegnante può utilizzare varie risorse pedagogiche devono, che permetterà la costruzione di conoscenza così intenso e che coprono un totale di individui costituiti in identità e autonomia toccato da sapere.

Attualmente, nell'ambito dei cambiamenti di processo educativo stabilito, una delle metodologie considerate come efficiente ed efficace è la giocosità. Questo è perché permette una maggiore chiarezza nell'applicazione dei contenuti e funge da ponte tra lo studente e la conoscenza.

Il giocoso ha il potere di motivare lo studente, rendono l'apprendimento più interessante, di facilitare la comprensione dei contenuti e delle informazioni presentate e di esercitare influenza nel processo di apprendimento di griglia. Quando si gioca un sacco di situazioni vissute nella vostra vita quotidiana, attraverso la combinazione di esperienze passate e nuove possibilità di interpretazione e riproduzione della realtà, secondo i vostri gusti, esigenze, desideri e passioni il bambino sta costruendo la conoscenza e quindi effettuare l'apprendimento. Queste azioni sono fondamentali per l'attività creativa dell'uomo.

Miranda (2001) riconosce che il bambino impara vivente, sperimentare, fare scoperte e recitazione, perché in questa fase è tutto su giochi, Giocattoli e persone. Da qui l'importanza di giocosità nella scuola come strumento per assicurare il bambino Esplora oggetti e situazioni e sviluppare rappresentazioni mentali circa il significato del contenuto, facilitando la comprensione. Perché credere nella vostra capacità, lei impegnarsi e partecipare con maggiore coinvolgimento e l'impegno nella costruzione della conoscenza.

WEISS (2004), afferma che l'attività ludica aiutare nell'apprendimento, ma lei deve essere predisposto tenendo conto di alcune osservazioni, come: proporre attività che sono appropriate per il livello di sviluppo del bambino e per trasformare l'ambiente in una zona bella e ben rilassato. Poiché la giocosità in questo contesto non può essere visto solo come intrattenimento, o un gioco da giocare, ma come una metodologia per lavorare con il promotore lo scopo educativo di apprendimento significativo.

La giocosità è molto efficace nella costruzione di sviluppo del bambino, perché il gioco genera un spazio per pensare, e che attraverso questo lei avanza nel ragionamento, si sviluppa la mente, stabilisce contatti sociali, comprende la metà, soddisfa i desideri, si sviluppa abilità, conoscenza e creatività. Le interazioni che il gioco e il gioco creare opportunità di favoriscano il superamento dell'egoismo, che è natura in ogni bambino, lo sviluppo di solidarietà e socializzazione.

Negrine (1994, p. 19) afferma che:

… contributi di attività ricreative nello sviluppo globale indicano che essi contribuiscono potentemente nello sviluppo globale del bambino e che tutte le dimensioni sono indissolubilmente legate: intelligenza, affetto, abilità motorie e socialità sono inseparabile, con l'affetto che è l'energia necessaria per il psichico, morale, intellettuale progressione e le motivazioni del bambino.

Qualsiasi azione della famiglia, scuola o altro gruppo sociale è considerato come attività che promuovono l'apprendimento, motivo mediante il quale l'aspetto ludico non può essere considerato come un hobby o divertimento superficiale, da allora, i costumi nella parte simbolica di uno scherzo insieme di azioni che devono essere incoraggiati al fine di promuovere uno sviluppo sano ed equilibrato. È necessario che l'insegnante abbia chiarezza riguardo l'importanza di allegria ai bambini, capire che l'aspetto ludico non si concretizza solo in giocattoli o nei giochi, ma nelle arti, nelle canzoni, nell'architettura, nei racconti e storie, nel design, in cultura ecc.

Per Oliveira (2000, p. 10), che l'uomo è in grado di durante la vostra vita di sviluppare la vostra intelligenza, apprendimento e costruzione della conoscenza in un modo che permanentemente piacere che rappresenta la realtà e simbolicamente interagente meglio nella società. Perché è l'aspetto ludico non nelle cose, nei giocattoli o nelle tecniche, ma nei bambini o meglio, dicendo, l'uomo che immagina, organizza e costruisce.

Per l'autore l'atteggiamento giocoso non è necessariamente colui che insegna attraverso i contenuti di giochi e giocattoli, ma nell'insegnamento del Maestro, che deve essere attivo, nella selezione dei contenuti e il ruolo della pupilla, che compare all'interno del processo come un oggetto di apprendimento.

Secondo Szymanski (2006), il giocoso utilizzato come azione pedagogica è fondamentale per il processo di apprendimento, perché i giochi, giocattoli, giochi, storie per bambini, canzoni e poesie offrono una vasta gamma di possibilità per i bambini a partecipare, in concorrenza, produrre, socializzare, nonché sviluppare atto d'interpretazione, danza e declamazione, dimostrando in tal modo le competenze che non sono ancora state individuate, creando nuove possibilità di conoscenza rilevanti per il vostro apprendimento.

Quando il bambino si rende conto che c'è un approccio sistematico nella proposta di un'attività dinamica e giocosa, lo scherzo diventa interessante e la concentrazione della pupilla diventa più grande, assimilare i contenuti con più facilità e naturalezza. A differenza di apprendimento difficoltà sono evidenziate. Sotto questa visione, sottolinea l'importanza dell'immaginario come un processo di apprendimento, questo include il giocattolo. Giocare è un atto naturale e fa parte dello sviluppo dell'essere umano. Gli spettacoli di finzione e realtà sono modi trovati dal bambino all'atto e cambiamento, contribuendo allo sviluppo di entrambi motore come psichico.

Per Dockrell (2000 p 11):

La difficoltà di apprendimento colpiscono un numero sostanza di bambini nella nostra società. Sono lieve, moderate, eterogenei, tombe, di breve o lunga durata e richiedono valutazioni e interventi e una teorizzazione dei modelli di funzionamento conoscitivo […]difficoltà di apprendimento possono essere classificate in vari modi, il più rilevante è relativo a base cognitiva sottostante una difficoltà, perché l'intervento cerca di influenzare le funzioni cognitive, dispone di una valutazione di profilo il potenziale all'interno delle aree di funzionamento conoscitivo. (Dockrell 2000, pag. 11).

In genere il bambino, di esperienza all'interno dell'ambiente, momento di curiosità, che lei è predisposto per svolgere tutte le attività proposte e piace imparare. In ambito scolastico quando non accade che è perché qualcosa non sta andando bene, in questo senso, è necessario mettere in discussione e aumentare le probabilità delle ragioni delle difficoltà presentate. Supponendo che la diagnosi / l'insegnante dovrebbe cambiare la postura e ottenere i metodi che soddisfano le esigenze e necessità dei bambini in tutti i suoi aspetti. Secondo Morais (1986), la mancanza di adeguata stimolazione, metodi di insegnamento inadeguato, problemi emotivi, mancanza di maturità e dislessia, sono cause delle difficoltà di apprendimento.

Solitamente i primi segni di difficoltà di apprendimento appaiono normalmente il biglietto del bambino nello spazio scuola, dove il tempo è richiesto di suo maggiore attenzione che si è concentrata sulla realizzazione di attività. In questo senso, attraverso la giocosità si può sviluppare nei bambini la memoria, stimolare l'attenzione, i concetti adatti e rispetto regole, condizioni importanti per il bambino a superare le loro difficoltà.

Simpson (1973) ritiene che anche quando i bambini presentano difficoltà di lettura e scrittura, possono sviluppare in altri settori della conoscenza, poiché loro aree di interesse sono stimolati a sviluppare la tua autostima. Bambini che lottano per leggere e scrivere ha solitamente competenze per musica, pittura, matematica, scienza, e spetta all'insegnante di stimolare lo sviluppo di queste competenze, contribuendo a utilizzare con medio per compensare i suoi limiti. Da qui l'importanza dell'uso di giocoso processo educativo nelle scuole, poiché attraverso di essa il bambino si concentra le sue energie, supera le difficoltà, ricostruire la tua realtà, crea condizioni favorevoli per la fantasia e si trasforma in una fonte di piacere nell'edificio di vostra conoscenza e apprendimento.

Secondo Vygotsk (1984, p. 97):

… il gioco crea ai bambini una zona di sviluppo prossimale che non è altro che la distanza tra il livello di sviluppo effettivo come determinato dalla capacità di risolvere in modo indipendente problema e il livello di sviluppo potenziale come determinato risolvendo un problema sotto la Guida di un adulto o con la collaborazione di un partner più capace.

Pertanto, l'atto di gioco dà al bambino la zona di sviluppo prossimale che definisce per funzioni che non hanno ancora maturato, ma che sono in fase di maturazione, presente dal tuo stato embrionale. Da qui l'importanza del rispetto per lo sviluppo del bambino e offrirle un ambiente favorevole all'apprendimento attraverso il divertimento attività che assicurano l'appropriazione dei concetti necessari per il vostro sviluppo accademico gradualmente senza bruciare i passaggi apprendimento, garanzia di escludere il processo di danni futuri.

Secondo Mackin (2003, pag. 29), i giochi arricchiscono il curriculum e può essere proposto nella propria disciplina, lavorando così il contenuto di un pratico e concreto. Tuttavia, è l'insegnante in aula o fuori di esso, che deve stabilire procedure e criteri per sviluppare e facilitare questo tipo di lavoro, creando opportunità per il gioco accadere modo.

Arcipelago di Alicia Fernandez, (1991), afferma che l'apprendimento ha bisogno del discente ed ensinante caratteri, mentre il collegamento tra i due. Il ensinante serve per collegare con la vostra posizione di studente e di favore che gli studenti possono connettersi con la vostra posizione di ensinante. L'insegnante non è trasmettitore di informazioni, ma una costruzione di conoscenza ambiente nello spazio dove si crea tra lui e il tuo/vostro allievo.

Su quanto sopra, possiamo dire che la conoscenza per essere costruito attraverso l'aspetto ludico provoca il bambino ad imparare in maniera più facile e divertente, stimolare la creatività, fiducia in se stessi, indipendenza e curiosità, perché è parte del tuo contesto al momento il gioco e il gioco, assicurando una maturazione nell'acquisizione di nuove conoscenze. È della massima importanza, perché esprimendo delusione tua creatività soar ridicolmente, frustrazioni, sogni e fantasie e così imparare ad agire e affrontare i loro pensieri e sentimenti spontaneamente.

4. L'IMPORTANZA DI DIVERTIMENTO E GIOCHI NELLA FORMAZIONE INTEGRALE DEI BAMBINI

L'interazione individuale con gli altri e con il vostro mezzo, fatto attraverso regole che rappresentano il limite che regola i rapporti tra le persone, in tenera età, attraverso il gioco che ti dà la conoscenza della realtà stessa con lo sviluppo cognitivo e sociale e intellettuale.

Una volta che il bambino è in contatto con giocattoli e giochi che trascorre ad per assumere ruoli diversi, sperimentare diverse responsabilità e così costruire regole per i giochi e così scoprire, interagire e ampliare la loro conoscenza.

Queste pratiche sono manifestazioni prodotte in momenti di allegria che plasmeranno gli aspetti culturali relativi alla società in cui ogni bambino è inserito. Così, secondo Huizinga (1999) queste espressioni umane sono cultura precedente, capire che l'uomo è prima di capire uomo, uomo ludens, cioè uno che gioca e gioca prende posto, producendo cultura. Essa afferma inoltre che, in tempi remoti, i divertimenti sono stati uno dei principali mezzi disponibili all'azienda di rafforzare i suoi legami collettivi e sentire. Si è applicato ai giochi, i giochi e nella realizzazione di grandi feste stagionali.

In questo contesto, i giochi e i giochi hanno un'importanza fondamentale nel costruire l'equilibrio emozionale dell'individuo, perché lui favoriscono il processo di separazione e integrazione dell'io con l'altro, specialmente in un ambiente che ti dà non solo condizioni di interact ma anche per acquisire la conoscenza del mondo dall'ambiente circostante.

In materia di istruzione greco-romana era molto l'importanza per il giocattolo, il gioco e i giochi come strumenti del processo di apprendimento, secondo Kishimoto (1990). Nel XVIII secolo, con opere di Rousseau, l'uso di tale strumento è stata intensificata nella vita quotidiana della scuola. Tuttavia per tutto il Medioevo, i giochi e i giochi sono stati banditi dalle scuole e solo nel secolo successivo entra definitivamente nel campo dell'istruzione, questo a causa di Fröebel teoria (1837), che ha difeso il giocattolo e scherzo come nucleo di lavoro pedagogico.

Questa pedagogia fröebeliana, servita come un sostegno per il movimento di recupero del giocattolo in unità degli asili in Brasile volte a educare i bambini dai tre ai sei anni. Ci si pone l'universo giocoso all'interno delle istituzioni educative più largamente che coinvolgono giocare, giocare, gioco e giocattolo.

Entrare in gioco e il gioco nel curriculum della scuola elementare è uno dei modi di considerare i bambini come soggetti, partecipanti e trasformare la realtà in cui vivono. A causa della diminuzione del gioco nella società di oggi, spetta alla scuola di fornire questo spazio con l'obiettivo di contribuire al bambino nella produzione di conoscenza e di offrire reali possibilità di sperimentazione di situazioni che coinvolgono il gioco.

Secondo l'ANP – curriculum nazionale parametri (AUSTRALIA, 1997)

Le diverse competenze con cui i bambini arrivano a scuola sono determinate dalle esperienze corporee che ha avuto l'opportunità di sperimentare, vale a dire, se non potevano giocare, socializzare con altri bambini, esplorare vari spazi, probabilmente loro competenze sarà limitato.

Così, l'effettivo bisogno di inserire "scuola e il gioco come un ruolo didattico al fine di educare, insegnare senza carica e allo stesso tempo sviluppare e stimolare l'interazione e lo scambio di esperienze con altri individui e con il proprio la metà.

Secondo Zin (2001, pag. 12):

La battuta si riferisce all'azione di gioco, comportamento spontaneo che deriva da un'attività non strutturata; gioco è inteso come uno scherzo che coinvolge le regole; giocattolo è utilizzato per designare la direzione dell'oggetto di gioco; attività ludica copre, più in generale, i concetti precedenti.

L'uso del gioco, il gioco e i giochi nello stabilimento delle azioni pedagogiche sarà importante risorsa, come queste attività saranno soddisfare le esigenze fisiche e psicologiche del bambino, nonché contribuire alla loro di entrare in contatto con il mondo del conoscenza e dell'informazione, sviluppare le loro competenze per creare e riguardano questa conoscenza e imparare a padroneggiare tutti i tipi di informazioni.

Secondo Kahl (2003, p. 02):

… nel mondo del giocattolo e giochi, in cui l'educatore impara a modificare le regole, il gioco non è un'attività innata, ma piuttosto un'attività sociale e umana assume contesti sociali da cui l'apprendista comanda una nuova realtà e stabilisce gli standard.

I giochi e i giochi sono destinati a sviluppare negli studenti lo scambio, interazione, socializzazione ed esperienza attraverso la fantasia il tuo giorno per giorno, quindi sono importanti per la formazione integrale di studenti.  In questo senso il gioco, come un momento di apprendimento, è un'attività che deve essere incluso nella proposta pedagogica della scuola, a dare continuità alle azioni sviluppate in aula e altri spazi occupati dall'individuo.

Vygostky e Fröebel ci mostrano l'importanza di giocosità, ponendolo come fondamentale nel processo di insegnamento e apprendimento, preparazione del bambino, così egli non può essere considerato solo come un hobby per occupare il tempo del bambino, queste risorse devono essere pianificate con l'intento di promuovere l'apprendimento e competenze nello sviluppo di studenti, che sono in fase di costruzione e l'acquisizione della conoscenza.

A scuola giochi ed i giochi sono presenti nelle più svariate situazioni, sotto le più varie forme e disegni, così che possano essere tradotte in metodi educativi e didattiche risorse importanti per il miglioramento dell'apprendimento. È a scuola che altri valori, percorsi, possibilità di pensare assegnate le battute saranno scoperti.

Secondo Oliveira (2002, pag. 43), nel processo di sviluppo,

[…] il bambino inizia a utilizzare le stesse forme di comportamento che altre persone inizialmente utilizzato contro di esso. Questo è perché, dal momento che il primo si verifica perché, fin dai primi giorni di vita, le attività del bambino acquistano un senso un sistema di comportamento sociale, rifratta attraverso l'ambiente umano che ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi

È importante notare che il gioco ha tenuto alla scuola è diverso da ciò che accade in altri posti. In genere, i giochi e i giochi hanno una funzione, un'intenzione che sono determinato, appropriato, a seconda di dove accadono. Per Kahl (2003), che gioca nella scuola deve essere sempre che cercano di raggiungere un obiettivo, se è per l'alfabetizzazione, è per il trasferimento delle buone maniere, o con qualsiasi scopo educativo. Questo è perché, in tutto, è un periodo di apprendimento significativo per il bambino, indipendentemente da dove si verifica.

Kahl (2003) continua ad affermare che:

"A scuola, più precisamente nella serie iniziale, il lavoro con l'aspetto ludico può essere fatto al fine di riconoscere i problemi dell'infanzia, suscitando interesse e un tentativo di studiare i soggetti così più piacevoli" (2003, p. 05 KAHL).

Generale, tali attività sono importanti nel senso che lo stesso essere nuove possibilità di comprensione e di apprensione del contenuto offerto nel contesto scolastico, soprattutto quando si tratta di studenti con più difficoltà. Non solo per sviluppare i contenuti, ma per garantire la motivazione e la voluttà di educare a scuola tutti i giorni, partecipano anche modo giocoso utilizzo nella scuola si caratterizza come una risorsa pedagogica ricca. Secondo Adams, attraverso il gioco, l'insegnante può esplorare la creatività, recupero del movimento, solidarietà, sviluppo culturale l'assimilazione di nuove conoscenze e le relazioni della società, incorporando nuovi valori. In questo senso, il successo nella scuola è una garanzia del magico momento accadere.

Secondo il National parametri curriculari (Brasile, 1997), si può affermare che lo studente deve sviluppare ipotesi e provarli al fine di raggiungere un apprendimento significativo sono sempre naturali e personali.

CONSIDERAZIONI FINALI

Questo studio ha contribuito alla comprensione degli insegnanti della scuola elementare può elaborare concetti teorico-pratici sulle difficoltà di apprendimento.

È comprensibile che le difficoltà di apprendimento sono direttamente correlate per imparare, che può essere una situazione di passaggio e non deve essere intesa come una limitazione permanente. Perché l'apprendimento è un processo che coinvolge diversi fattori correlati all'oggetto e relazioni.

Così, alla fine di questo studio ci permette di concludere che il clima di sicurezza e dell'affettività in aula è importante, il bambino deve sentirsi in grado di partecipare, di proporre alternative, reagire agli stimoli presentati e valutare l'intero processo di apprendimento che è elemento chiave. Tuttavia, per l'esecuzione di questo clima, l'educatore offrirà bambino metodologie efficienti ed efficaci, in grado di creare opportunità di utilizzo di procedure che facilitino la traiettoria per acquisire abilità, migliore comprensione e utilizzo delle informazioni ricevuto, che promuovono lo sviluppo delle loro capacità cognitive e relazioni. Infine, come già detto da Kahl (2003), a scuola, più precisamente nella serie iniziale, il lavoro con l'aspetto ludico può essere fatto al fine di riconoscere i problemi dell'infanzia, suscitando interesse e un tentativo di studiare i soggetti così ancora più piacevoli.

RIFERIMENTI

Brasile. Educazione fondamentale Segretariato. Parametri del Curriculum Nazionale. Presentazione di questioni trasversali e di etica. Brasilia: MEC/SEF, 1997.

Campos, d. m. s. psicologia dell'apprendimento. Petrópolis: Vozes, 1987. CONIGLIO, M.; Problemi di Joseph e. a. apprendimento. São Paulo: Ática, 1999.

WRUCK, Dianne Françoise. Sviluppo e apprendimento nella scuola/Dianne Françoise Wruck, Fernanda Germani. -Blumenau: Edifurb: Gaspar: ASSEVALI. Educational, 2008.

Da: Iara Maria Stein Benítez in 16/03/2012
Collaboratore del sito Web di colla

[1] Articolo inviato come requisito parziale per il completamento del corso post-laurea in educazione della prima infanzia ed educazione speciale.

[2] Specializzazione in educazione della prima infanzia ed educazione speciale

 

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here