La realtà vissuta dai professionisti dell'educazione fisica nelle scuole

0
1965
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

MOTA, Amanda Cristina Silva [1], AMARO, Diogo Alves [2]

MOTA, Amanda Cristina Silva; AMARO, Diogo Alves. La realtà vissuta dai professionisti dell'educazione fisica nelle scuole. Rivista scientifica multidisciplinare Core della conoscenza. Anno 01, numero 01, vol. 10, pp. 281-290, novembre 2016. ISSN: 2448-0959

Sfida dell'insegnante del XXI secolo è quello di trasmettere conoscenze, sempre più necessarie per lo sviluppo delle competenze del futuro. Le principali difficoltà citata da molti insegnanti, in molti literatures, sono l'insufficienza di spazio, la mancanza di materiali, la resistenza delle pratiche studenti "nuovo" e la mancanza di interesse per l'educazione fisica. Questo studio si propone di analizzare la realtà e le difficoltà incontrate nell'insegnamento dell'educazione fisica professionale all'interno dell'ambiente scolastico. Questo studio è una revisione della letteratura specializzata, svolge tra febbraio e ottobre 2016, in cui una query ai libri pubblicati; la tesi, selezionati attraverso la ricerca nel database di scielo e di bireme e articoli scientifici. È concluso che formazione si imbatte in gravi crisi, a partire dalla bassa qualità dell'istruzione, la negligenza con gli insegnanti e la mancanza di rispetto dei politici alla popolazione sottolinea una delle fasi peggiori di fronte di formazione. Spetta l'insegnante di educazione fisica, il ruolo di guidare e condurre questo processo utilizzando tutte le vostra conoscenza e intelligenza, perché più è intelligente l'insegnante, più egli fa suoi studenti in grado di agire in modo intelligente.

Parole chiave: Realtà, difficoltà, gli insegnanti, educazione fisica.

1. INTRODUZIONE

È noto che la realtà di lezioni di educazione fisica nelle scuole statali e municipali è caratterizzata da aspetti di desmotivantes alla pratica di attività fisica, le difficoltà che il volto di insegnanti di educazione fisica nella vita quotidiana della classe come: mancanza di materiali, struttura fisica inadeguata, troppi studenti, mancanza di volontà degli studenti e a volte anche l'insegnante di disprezzo, la disciplina e la conoscenza dell'importanza dell'educazione fisica nello sviluppo generale degli studenti.

Educazione è stato caratterizzato come l'area affronta nuovi conflitti e sfide a fronte di una società che cambia. Gli insegnanti dimostrano che non dovrebbe selezionare studenti, scegliere solo uno sport, hanno atteggiamenti autoritari e trascurare la dimensione giocosa. Tuttavia, ancora presentare difficoltà per conoscere quale indirizzo metodologie didattiche e contenuti che utilizzano. In alcuni casi, questo fatto alla fine trasformerà le classi in assistemáticas, in cui lo studente sceglie ciò che vuole fare.

Si deve osservare che, anche con tutte le difficoltà incontrate dagli insegnanti di educazione fisica, che è a scuola che molti bambini dei primi anni della scuola elementare sono il tuo primo contatto con le attività fisiche previste, quindi il tuo importanza come promotore di sviluppo e miglioramento "delle sfere cognitive, motorie e uditive", questo contatto previsto rende i bambini coinvolti possono capire e/o adattare le tue abilità non solo in ambito scolastico, ma anche in tutti gli altri il chi ha accesso, miglioramento della salute fisica e mentale, promuovere lo sviluppo di competenze utili alla vita, la creazione culturale abitudini di igiene (RAO, 2013).

Per essere una rivoluzione positiva nella maggior parte delle Nazioni il processo di avvio nell'educazione e in questo senso l'insegnante diventa uno degli attori principali di questo processo. Educazione è stato caratterizzato come l'area affronta nuovi conflitti e sfide a fronte di una società che cambia. Lo scopo di questa revisione di letteratura è quello di analizzare la realtà e le difficoltà incontrate nell'insegnamento dell'educazione fisica professionale all'interno dell'ambiente scolastico.

Per controllare le fonti, considerati come criteri le bibliografie che si avvicinava la realtà vissuta dagli insegnanti di educazione fisica nelle scuole. Questo studio ha consistito di una revisione della letteratura specializzata, svolge tra febbraio e ottobre 2016, al che la query è stata tenuta articoli scientifici, tesi, selezionati attraverso ricerca il database SCIELO e di BIREME. Inoltre ha utilizzato la piattaforma di ricerca di google Scholar per tesi, tesine, politiche di gestione dei rifiuti urbani ecc. Filtro non è stato effettuato rispetto alla data delle pubblicazioni utilizzato in questa ricerca.

La ricerca nelle banche dati è stata condotta utilizzando le terminologie registrate nei database, che consente l'uso di una terminologia comune in Portoghese, inglese e spagnolo. Le frasi chiave utilizzate nella ricerca sono stati: realtà, difficoltà, gli insegnanti, educazione fisica.

2. EDUCAZIONE FISICA

2.1. STORIA

L'introduzione dell'educazione fisica ufficialmente nella scuola ha avuto luogo in Brasile, nel 1851, con la riforma Couto Ferraz, anche se la preoccupazione per l'inclusione di esercizi fisici in Europa risale al 18 ° secolo, Guths Muths, con j. j. Rousseau, Pestalozzi e altri. Nel 1882, Rui Barbosa, ha raccomandato che la palestra era obbligatoria per entrambi i sessi e che sono stati offerti alle scuole regolari. Tuttavia, l'implementazione di queste leggi si è verificato solo in Rio de Ja neiro (capitale della Repubblica, al momento) e nelle scuole militari. Tuttavia, solo dalla fine del 1920 che vari Stati della Federazione iniziano a svolgere didattica riforme e includere educazione fisica, con il nome più comune. (BETTI, 1991).

La concezione dominante dell'educazione fisica nella vostra casa era basata sulla prospettiva che molti autori chiamato hygienism. In esso, la preoccupazione centrale è con il Ciao abitudini giene e salute, valorizzando lo sviluppo fisico e morale, da esercitano. Alla luce della necessità di sistematizzare la palestra al metodi di scuola, ginnastica, dove i principali sono stati proposti dalla svedese Pehr Henrik Ling, da Francisco Amorós e tedesco Adolph Spiess, che ha presentato proposte che cercava migliorare l'immagine di ginnastica a scuola.

Educazione fisica in Brasile nel XIX secolo, è stato sviluppato dai militari con l'obiettivo di formare individui forti, sani, che sono stati essenziali per il processo di sviluppo del paese. Questa associazione tra educazione fisica, educazione fisica e salute dovrebbe il corpo militare e medici. Basato sui principi della medicina sociale di natura igienica proclamata la categoria professionale più competente a ridefinire gli standard di comportamento fisico, intellettuale e morale del fa mily brasiliano. Per compiere la sua missione, l'educazione fisica di igienisti utilizzati, che è definito come obiettivo la creazione di un corpo sano e robusto, in contrasto con il suo corpo, zoppicare e malati singoli coloniale (figlio di CASTELLANI, 1989; BETTI, 1991).

La palestra si è costruito da un lato, in conformità con la funzione di collaborare nella costruzione di corpi sani, per consentire un adattamento adeguato al processo di produzione o una prospettiva politica nazionalista; e da altro, dalla necessità e benefici di un intervento, legittimato da médico-científico conoscenza del corpo, che referendava queste possibilità (BRACHT, 2001).

Sia le concezioni e militarista igienista considerato fisica di Edu cazione come disciplina essenzialmente pratico, non richiedendo, pertanto, di un fondamento teorico per dare sostegno. Di conseguenza, non c'era nessuna chiara distinzione tra educazione fisica e l'educazione fisica in campo militare. Per insegnare l'educazione fisica, non c'era nessun bisogno di padroneggiare conoscenza e sì essendo un practicioner.

In Brasile, il periodo dal 1969 al 1979, l'aumento di questo sport a causa dell'inclusione di comune educazione fisica/sport nella pianificazione strategica del governo, anche se lo sport ad alto livello era presente all'interno della società dagli anni 1920 e 1930 (BETTI, 1991).

Il governo militare, che prese il potere nel marzo del 1964, stanno investendo nello sport nel tentativo di fare educazione fisica un pilastro ideologico, nella misura in cui lei sarebbe partecipare alla promozione del paese attraverso il successo in competizioni di alto livello. Durante questo periodo, l'idea centrale ruotava intorno il Brasile-potere, inteso che eliminare la critica interna e divulgare un clima di prosperità e di sviluppo (BETTI, 1991).

Secondo Sh et al. (1992), l'influenza dello sport nel sistema educativo è così forte che non si può dire lo sport a scuola, ma lo sport a scuola. Questo indica la subordinazione dell'educazione fisica a codici/senso dell'istituzione di sport: impianto sportivo sport olimpico, nazionale e internazionale. Questi codici possono essere riassunti all'inizio della performance atletica/sportivi; confronto del rendimento; concorrenza; regole rigide; successo nello sport come sinonimo di vittoria; razionalizzazione dei mezzi e delle tecniche ecc.

3. LAVORO DI INSEGNAMENTO NELLE SCUOLE

Sfida dell'insegnante del XXI secolo è quello di trasmettere conoscenze, sempre più necessarie per lo sviluppo delle competenze del futuro. Queste conoscenze sono i quattro pilastri che supportano educazione: imparare a conoscere, imparare a fare; Imparare a vivere, imparare ad essere. Questa sfida richiede il professore l'abbandono della posizione del custode della conoscenza, poiché l'apprendimento è costruito a scuola tutti i giorni con la conoscenza del mondo e le diverse abilità presentate dagli studenti. Richiede, anche se ha la volontà di imparare, sviluppare competenze e riesaminare costantemente i loro metodi di insegnamento e di adeguarle come la classe in cui si sta lavorando.

Formazione si imbatte in grave crisi e difficoltà, a cominciare con bassa qualità nell'insegnamento la negligenza con gli insegnanti e la mancanza di rispetto dei politici alla popolazione sottolinea una delle fasi peggiori di fronte di formazione. Di conseguenza queste difficoltà di istruzione generale, rende ancor più la situazione dell'educazione fisica nelle scuole, perché è una questione che non ha "statuto", cioè non è visto come un danno importante disciplina degli insegnanti. Avvia le difficoltà incontrate da educazione fisica che è il tentativo di legittimare nella scuola come una disciplina importante e necessaria all'interno delle scuole.

Educazione fisica deve essere legittimata a scuola, ottenere la vostra identità, il motivo per cui nel curriculum scolastico, e per questo, il tuo importanza dovrebbe essere discusso nei vari settori della società (da DARIDO, 2006, pag. 116).

In questo contesto l'insegnante di educazione fisica finisce per affrontare molte difficoltà nel processo di insegnamento e di apprendimento, soprattutto nelle scuole pubbliche. Difficoltà spesso finiscono trascinando verso il basso questo professionista. Un'analisi sulla realtà dell'educazione fisica a scuola punti la necessità di un confronto urgente al fine di restauratori di proposte di programma e nuove alternative che possono soddisfare le esigenze di entrambi i professionisti e gli studenti che anche bisogno di essere motivati e capire l'importanza dell'educazione fisica al corpo e alla mente.

Le principali difficoltà citata da molti insegnanti, in molti literatures, sono l'insufficienza di spazio, la mancanza di materiali, la resistenza delle pratiche studenti "nuovo" e la mancanza di interesse per l'educazione fisica.

  1. I) mancanza di spazio: è innegabile supporre che lo spazio di scuola è un fattore importante nello sviluppo di lezioni di educazione fisica, quanto modula contenuto e potrebbe possibilmente impedire determinate pratiche vengono effettuate. Per adattare le attività agli spazi disponibili, insegnanti, eventualmente spostando le pratiche per altri spazi (compresi nelle pubbliche piazze vicino alla scuola), questo è il meno usato, è la caratteristica delle classi "teoriche" per il piuttosto che di pratica, lo sviluppo di contenuti con gli studenti in "camera", la pratica più comune.
  2. B) mancanza di materiali idonei in numero e qualità al corpo studentesco: pratiche nelle scuole pubbliche, è il più grave di tutte le difficoltà, ma accade anche nelle scuole private, rivela una certa svalutazione dell'educazione fisica nel contesto di queste istituzioni educative. Per adattare la scuola per la mancanza di materiale, gli insegnanti acquisiscono il materiale stesso o richiedono agli studenti di portare il materiale necessario alla classe. Inoltre, vari materiali sono realizzati nell'ambito della classe stessa.
  3. (C)) la resistenza degli studenti per attività di educazione fisica: in questo contesto, gli insegnanti hanno un sacco di difficoltà nella costruzione di alternative per superare questa situazione e, in generale, finiscono per limitare le loro pratiche per quelle attività che soddisfano il " come "gli studenti per offrire loro lezioni, sono generalmente quelli che vengono utilizzati, legato alle pratiche sportive.
  4. D) il distacco degli studenti di educazione fisica classi: insegnanti scegliere l'applicazione di metodologie più divertenti che cercano di motivare in modo più efficace agli studenti di frequentare la scuola e anche la valutazione come strumento coercitivo, costringendo il studenti di partecipare in classe per ottenere un punteggio particolare, poiché la mancanza di interesse genera indisciplina, contribuendo al deficit di apprendimento, così gli studenti disciplinati subiscono pregiudizio per indisciplina, e contenuti sono lag.

Gli insegnanti di educazione fisica con tante difficoltà ancora elementi di mancanza che permettono loro di riflettere e attuare proposte per sostituire i modelli esclusivamente "esportivistas", o ' ricreazione ', in modo che è possibile che il Educazione fisica all'interno della scuola può realizzare il difficile compito di introdurre e integrare la cultura del corpo studente del movimento della palla, formando i cittadini a produrlo, riprodurlo e rendono anche, se necessario. In questo senso, lo studente deve essere istruito per poter sfruttare pratiche corporee a beneficio l'esercizio critico della cittadinanza e il miglioramento della qualità della vita.

Un punto da discutere Mostra una grande preoccupazione, perché nella zona di educazione fisica esiste molti professionisti impegnati e dedicati per rendere i vostri momenti speciali e lezioni ricco di conoscenza, ma non si può dire che tutti i professionisti sono così, poiché una parte dei professionisti che non non avere interessi nel riflettere sull'importanza dell'educazione fisica nella scuola e spesso non con nessun argomento per convincere i suoi studenti l'importanza dell'educazione fisica. Questi professionisti sono per mancanza di tempo o interesse cadere a breve in lezioni di educazione fisica la corroborante di squalificare la disciplina prima gli altri componenti della scuola e persino della stessa società.

Insegnante di educazione fisica si può o non può contribuire a invertire questo problema e mostrare la vera importanza di questa disciplina del curriculum scolastico nella vita e nella formazione dei loro studenti. Per questo si può cominciare a cambiare il volto di insegnante ed iniziare a fare alcuni cambiamenti nel proprio comportamento davanti altri insegnanti e nella progettazione e sviluppo di classi, permettendo gli stessi studenti conoscano il vero scopo delle classi, e l'importanza dell'educazione fisica ha per la vita e lo sviluppo della società.

Queste difficoltà finiscono per influenzare il lavoro di molti insegnanti all'interno della scuola, finiscono per vedere associato a mani e piedi per cercare di cambiare la situazione dell'educazione fisica nella scuola, può essere detto che l'educazione non solo fisica più formazione in generale (di DARIDO 2006).

3.1. RINUNCE ALLE LEZIONI DI EDUCAZIONE FISICA

Lungo il corso dell'educazione fisica a scuola, sono state approvate leggi nel 1960 e 1970, che ha permesso una serie di possibilità per gli studenti che richiedono deroghe. Sono ammessi gli studenti con problemi ma salute, servire nell'esercito, aveva bambini (prole), lavorare e aveva più di trent'anni sono stati liberati di lezioni di educazione fisica della scuola.

La prima legge di linee guida e le basi per formazione nazionale – legge n. 4024 del 20 dicembre 1961 – educazione fisica è incluso nell'articolo 22, il testo è così formulato: "deve essere obbligatoria la pratica dell'educazione fisica nei corsi di primari e secondari fino all'età di 18 anni "(Brasile, 1961). Il carattere di educazione fisica in questa legislazione era direttamente correlato alla preparazione fisica dello studente, al fine di formare la futura assistenza sanitaria lavoratore che sarebbe fondamentale per il processo di industrializzazione vissuto in tutto il paese a quel tempo. La propria limitazione rispetto a 18 anni di età, naturalmente, l'esercizio potrebbe causare usura o esaurimento nel periodo in cui gli individui, presumibilmente, avrebbero bisogno di una maggiore energéti fornitura co nella funzione di integrazione del mercato lavoro.

Il LDB è esaminata, con la proposta di riforma scolastica 10 anni dopo la creazione, per mezzo della legge n. 5692 del 11 agosto 1971 (Brasile, 1971). Figlio di Castellani (1997) sottolinea che questa legge lascia fare riferimento al limite di età della pratica dell'educazione fisica ca, optando per regolamentare la materia da un altro meccanismo, che viene messo in atto quell'anno, dalla promulgazione del decreto n. 1, 69450 Novembre, che è stato nelle quattro sottovoci delle vostre condizioni articolo 6 che facultavam allo studente di educazione fisica pratica, basato sui seguenti elementi:

A qualsiasi livello di tutti i sistemi di istruzione, è facoltativo per partecipare ad attività fisica programmata zione: i) gli studenti di scuola serale che dimostrano di portafoglio professionale o funzionale, debitamente firmato, impegnano nel lavoro retribuito in viaggio di 6 o più ore; b) gli studenti da oltre 30 anni di età; c) agli studenti di esti vedono prestando servizio militare nell'esercito; d) gli studenti supportati da decreto legge 1044 del 21 ottobre 1969, basandosi su una relazione del medico curante dell'istituzione (figlio di CASTELLANI, 1997, pag. 21).

Così nel corso dell'educazione fisica nella scuola è stata aperta una serie di possibilità che ha permesso agli studenti di richiedere deroghe. Queste pratiche per esenzione sono stati o potrebbero essere eseguito il backup dal fatto che l'educazione fisica essere considerati nel diritto come un'attività e non disciplina, come altre aree del curriculum scolastico. Per alcuni autori, questa considerazione compresa educazione fisica come una pratica di pratica, senza necessità di una strutturazione dei suoi contenuti.

In 1° dicembre 2003, facultatividade è stato modificato dalla legge n. 10793. Questa legge ha modificato la formulazione dell'art. 26, paragrafo 3 e art. 9294, legge 92 20 dicembre 1996. Così, è stato determinato che le lezioni di educazione fisica erano opzionale per lo studente che, indipendentemente dal periodo di studio, il gestore in alcune delle seguenti condizioni:

I – incontro giornata lavorativa di 6 ore o più; II – il più grande di trent'anni di età; III – che sta fornendo servizio militare iniziale o in una situazione simile, è grazie alla pratica dell'educazione fisica; IV – supportato da decreto-legge n. 1.044, del 21 ottobre 1969; V-(vetoed) VI – che hanno figli (Brasile, 2003).

Questa legge ha un piuttosto esclusivo del ruolo dell'educazione musicale Made in scuola, non essendo un'importante disciplina così come gli altri. Infatti, sono ripresi i presupposti del corpo puramente biologico, omogeneo, stanco dal lavoro, vecchio o malato, non può permettersi di condurre le classi a scuola.

3.2. BENEFICI DELLA PRATICA DI EDUCAZIONE FISICA

La disciplina dell'educazione fisica si sviluppa lo studente, la possibilità per il movimento ed educa per comprensione, pertinenza, importanza e come e dove deve essere utilizzato e deve essere considerato come un'esperienza unica per affrontare una delle risorse più preziose esseri umani, che è il corpo umano. Così la palestra porta diversi contributi agli studenti e possono essere citata: sviluppo dello studente nel suo complesso; Se ben applicato, contribuisce alla interdisciplinare con altre discipline; Dà la convivenza, dialogo, amicizia e anche risolvere i problemi; Promuove lo sviluppo integrale del bambino negli aspetti socio-culturali, psicologici e biologici a raggiungere la tua autonomia; Socializzazione con diversi gruppi di persone che vivono con le vittorie e le sconfitte che la vita impone sull'essere umano.

Per Xavier (1986, pag. 33), la pratica dell'educazione fisica porta gli studenti per l'aumento di interesse; concentrazione e motivazione per la pratica educativa; facilitare la comprensione e la creazione di ulteriori informazioni; sperimentazione concreta dei movimenti e gli oggetti correlati al syllabus; stimolare l'osservazione, la fantasia e la creatività; visualizzazione di conoscenza e di calcestruzzo da nozioni teoriche e astratte; lo studente con la realtà sociale in cui vive.

Secondo il national curriculum parametri, l'importanza della pratica di educazione fisica, prende in considerazione le condizioni adatte per la tua efficacia come un'attività che funziona il vostro corpo e i movimenti. Pertanto, sottolinea che l'educazione fisica è inteso come un'area di conoscenza della cultura del movimento del corpo. Sottolinea inoltre che la scuola di educazione fisica è un soggetto che deve introdurre e integrare il movimento di cultura del corpo studentesco, formando il cittadino che produrrà, riprodurre ed trasformandolo, instrumentando effettivamente per godere dei giochi, il sport, danza, ginnastica e wrestling a beneficio l'esercizio critico della cittadinanza e il miglioramento della qualità della vita "(RAO, 2013).

Secondo Bracht (1992, pag. 25), "cultura del corpo è tutte le manifestazioni culturale legate alla cinetica umana ludo". Dalle elaborazioni di Canestraro, Zulai e Kokut (2008, citando XAVIER, 1986, pag. 33), nella zona della scuola tra cui sperimentazione concreta dei movimenti e oggetti relazionati con educazione fisica, è possibile sottolineare diversi vantaggi per lo studente, la programma di educazione fisica; stimolare l'osservazione, la fantasia e la creatività; la visualizzazione di conoscenza e di calcestruzzo da nozioni teoriche e astratte; e l'approccio dello studente con la realtà sociale in cui vive.

Zunino (2008) discute l'educazione fisica è uno dei modi più efficaci di cui l'individuo può interagire e, è anche uno strumento rilevante per l'acquisizione e il perfezionamento delle nuove abilità motorie e capacità motorie, in quanto è una pratica pedagogica in grado di promuovere le abilità fisiche, l'acquisizione di consapevolezza e comprensione della realtà in modo democratico, umanitario e diversificato, perché in questa fase l'educazione fisica, educazione deve essere visto come un mezzo di informazione e formazione per generazioni.

In questa prospettiva, l'importanza di mostrare le attività e le possibilità che i bambini e gli adolescenti devono sperimentare nella scuola, causando fase può organizzare l'immagine del corpo, punto di partenza per una cultura di tutto il corpo. Per l'educazione fisica, tutti i movimenti del corpo possono essere pedagogicamente a tema e sviluppato attraverso l'applicazione dei contenuti culturali come la danza, ginnastica, wrestling, sport e giochi (RAO, 2013).

4. CONSIDERAZIONI FINALI

Nello studio condotto dalle difficoltà incontrate dagli insegnanti di educazione fisica a scuola che è stato osservato che molti cambiamenti devono accadere, principalmente, lasciando se stessi e l'intera classe di quell'area, devono avere un design più critica circa il ruolo della scuola.

La pratica di insegnamento è aperta a rinnovarsi, secondo le parole di Paulo Freire (1992, p. 188): "così chi sa può insegnare a coloro che non sanno è necessario, in primo luogo, chi lo sa so non so tutto; In secondo luogo, che coloro che non sanno, non ignora tutto ". Così, quando si pianifica la propria attività l'insegnante deve considerare non solo la conoscenza, ma soprattutto i loro studenti, che li conduce a comprendere come gli autori propria conoscenza e agenti il mondo in cui vivono i modificatori. L'insegnante sarà certamente hanno impegnato studenti impegnati e quindi il processo di insegnamento-apprendimento avrà il vostro obiettivo raggiunto. Spetta l'insegnante di educazione fisica, il ruolo di guidare e condurre questo processo utilizzando tutte le vostra conoscenza e intelligenza, perché più è intelligente l'insegnante, più egli fa suoi studenti in grado di agire in modo intelligente.

Nella storia dell'educazione fisica che si è verificate molte trasformazioni nel corso dei secoli, sempre soddisfare le esigenze della società. Questi cambiamenti si sono verificati così insoddisfacenti e alla fine causano problemi nell'applicazione per l'ambiente scolastico. Si deve osservare che l'educazione fisica sulla teoria critica è una disciplina che mira a rendere lo studente a diventare un cittadino come critico e riflessivo. Trasformando in uno studente di essere in grado di riconoscere nella società in cui vive.

5. RIFERIMENTI

BETTI, m. educazione fisica e la società. São Paulo: movimento, 1991.

BRACHT, v. conoscere e fare: insegnamento circa la legittimità della educazione fisica come un componente curri lare. In: CAPARROZ, F.s. (Org.). Educazione fisica. Win: Proteoria, 2001. v. 1.

FIGLIO di CASTELLANI, Lino. Educazione fisica in Brasile: la storia che non si conta. Campinas (SP): Papi rus, 1989.

FIGLIO di CASTELLANI, Lino. L'impatto della riforma educativa su educazione fisica brasiliano. Giornale brasiliano di scienza dello sport. v. 19, no. 1, p. 20-33, Sept. 1997.

Di DARIDO Shodhan, Cristina. Educazione fisica a scuola: problemi e idee. Rio de Janeiro: Guanabara Koogan, 2003.

Di DARIDO, Shona Cristina et.al. Realtà degli insegnanti di educazione fisica presso la scuola: problemi e suggerimenti-Mining Journal di educazione fisica, Viçosa, v. 14, n. 1, p. 109-137, 2006.

RAO, Ingrid Vieira. L'importanza della pratica dell'educazione fisica nella scuola elementare di Portal di formazione ho… 2013.

SOUZA JR, S.; Da DARIDO, s. c. licenziamenti di lezioni di educazione fisica: indicare modi per mini mizar gli effetti della legislazione brasiliana arcaico. Rivista pratica di pensiero, v. 12, n. 2, 2009.

XAVIER, Telmo Pagana. Metodi di insegnamento in educazione fisica. São Paulo: Manole, 1986.

ZUNINO, Ana Paula. Educazione fisica: scuola elementare, 6-9. Curitiba: positivo, 2008.

[1] Studente del corso di laurea in educazione fisica di College Patos de Minas (FPM).

[2] Professore di ricreazione e tempo libero/discipline sorvegliati stage/basket/storia dell'educazione fisica in corso di educazione fisica College Patos de Minas. Specialista in educazione fisica.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here