L'importanza della creatività: caso di studio su diversi approcci al racconto storia nell'educazione dei figli

0
564
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

SILVEIRA, Danielli Maria Neves da [1]

SILVEIRA, Danielli Maria Neves da. L'importanza della creatività: caso di studio su diversi approcci al racconto storia nell'educazione dei figli. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 04, pp. 81-102, giugno 2018. ISSN:2448-0959

Questo articolo affronterà l'importanza della narrazione sull'educazione dei bambini, essendo questo passaggio un nuovo campo ancora nella costante campo educativo è necessario ricerca e analisi per la richiesta di miglioramenti qualitativi in Servizio bambini. Si ricerca la funzionalità e la concentrazione e la valutazione della storia-storia in tempi diversi e da diversi approcci in aula, nonché di intervista si è svolta con l'insegnante che lavora con la gang ricercato ed effettuato il questionario per la stessa risposta. Pertanto, obiettivo, mira a sensibilizzare la metodologia e l'analisi dei momenti di rinvii di narrazioni di storie per bambini della materna II. Sottolinea la necessità per pratiche pedagogiche adeguate alla fascia d'età degli studenti come ben diversi approcci e metodi per l'idoneità e il miglioramento della cura con le storie per migliorare lo sviluppo del bambino, di apprendimento e percezione del mondo. La revisione della bibliografia fornita riferimenti teorici che coinvolgono il soggetto, che contribuiscono all'analisi dei dati raccolti attraverso ricerche sul campo.

Parole chiave: prima infanzia educazione, Storytelling, creatività nell'educazione della prima infanzia, di insegnamento e apprendimento.

1. Introduzione

L'educazione della prima infanzia nel contesto educativo della combinazione di caregiving per educare è un processo della storia recente in Brasile e all'interno di quella realtà è un modo per allargare l'accesso a conoscenza fin dai primi anni di vita come obiettivo un miglioramento nella quantità di slot quanto la qualità dell'apprendimento al fine di effettuare un accesso uguale per tutti i cittadini.

Questa ricerca ha cercato di capire qual è l'importanza della narrazione nella fase dell'educazione della prima infanzia, nonché gli approcci di che si può fare con l'obiettivo di presentare diverse storie con esperienze che arricchiscono l'apprendimento e l'esperienza bambini entrati nelle istituzioni che offrono questa fase dell'istruzione di base.

La ricerca proposta ha cercata di capire se la metodologia è stata applicata da un professore che gioca con la materna II presso il Centro Municipal de Educação Infantil enchanted Kingdom ha contribuito alla crescita psichica ed empirica degli studenti frequentare la sua classe e ha aiutato nella vita quotidiana sia arricchendo le aree di conoscenza come già lavorando l'interazione e la concentrazione sulla narrazione delle storie.

Pensare l'approccio metodologico che coinvolge la narrazione in prima infanzia educazione cercano il costante miglioramento dell'insegnamento e che cercano di rispondere alla sfida è seguire i prossimi bisogni emergenti con ogni generazione che richiede modifiche concettuali e procedurale approccio in aula, la sfida di insegnante copre vari aspetti e la selezione e il modo di raccontare storie è un aspetto di grande importanza perché stimola l'immaginazione e la fantasia dei bambini arricchendo scherzi, dialoghi ed esperienze degli studenti.

L'obiettivo di questa ricerca era di analizzare l'esperienza della storia-storia con diversi approcci su materna classe II, nonché di analizzare le osservazioni sottolineate dall'insegnante come la classe e l'apprezzamento che questo ha sulla narrazione e che lo stesso abbia contribuito.

Questa ricerca si è rivelata importante per il fatto di considerare i diversi modi per utilizzare letteratura dei bambini e la narrazione con lo scopo di arricchire la classe nella prima infanzia.

Il Segretario della pubblica istruzione e gli enti pubblici devono essere partner di insegnamento e sia ottenere insieme il miglioramento qualitativo e la creatività per l'esplorazione della narrazione così giocoso e piacevole modo per intrattenere lo studente quando si grippa e si estende la visione del mondo.

Lo studio di caso di ricerca tipo abilitato classe faccia a faccia di monitor in CMEI, più dettagliata ricerca sul questionario strutturato è stato consegnato per l'insegnante e l'insegnante si tenne Regent di classe così come con l'agente di supporto che accompagna la classe troppo.

Rendere importante questi tre tipi di analisi, confronto e di delimitazione punti in comune e differenze per meglio comprendere la realtà vissuta dai bambini e la relazione con l'attuale metodologia utilizzata dal docente. Il miglioramento dell'educazione è fatto da vari aspetti e ambiti e la narrazione della storia come elemento importante tende ad arricchire tutta la vita quotidiana e l'esperienza educativa degli studenti.

2. Contributi di letteratura per bambini al processo di insegnamento-apprendimento nella prima infanzia

La prima infanzia educazione costituisce la prima fase dell'istruzione di base e in Brasile hanno carattere educativo incarnata nella storia recente. Il curriculum nazionale per l'educazione della prima infanzia sottolinea che in Bra[…]sile "la società è più consapevoli dell'importanza della prima infanzia esperienze, ciò che motiva la richiesta di formazione istituzionale per bambini da zero a sei anni." (Brasile, 1998, pag. 11).

Secondo la legge di basi e linee guida:

L'educazione della prima infanzia, la prima fase di formazione di base, mira allo sviluppo integrale dei bambini fino a sei anni di età, nel loro fisico, psicologico, sociale e intellettuale, completando l'azione della famiglia e della Comunità. (Brasile, 1996, Art. 29)

Il processo di insegnamento-apprendimento nella prima infanzia è giocoso forma preferibilmente considerando che in questa fase il gruppo di età richiede un diverso approccio metodologico e messo a fuoco sugli studenti che sono nei loro primi anni di vita." Letteratura p[…]er l'infanzia può essere utilizzato come una risorsa ricreativa sviluppando nei bambini un comportamento piacevole […]"(ALVES, 2011, pag. 12).

Letteratura viene dall'incontro con gli interessi ed è una risorsa cruciale nel processo di apprendimento nei primi anni di vita, secondo gli autori "sviluppare interesse e abitudine per la lettura è un processo costante che deve essere iniziato dal primo fasi dell'infanzia, ancora a casa, arricchito dalla scuola e ha continuato per tutta la vita. […]"(BRINGMANN e ARBOLEYA, 2008, p. 5).

Oltre ad essere una risorsa nel processo di insegnamento docente di educazione della prima infanzia incoraggia gli studenti ad acquisire contatto con libri di letteratura di insegnare ai bambini così l'abitudine della lettura, che è utile non solo per imparare ma anche per il piacere bambino.

Lavoro con la lettura si connette con l'attività dominante di ogni fase dell'infanzia, essendo una risorsa per il processo del gioco che è l'attività principale nel lavoro con lo sviluppo del bambino. Taís Danna gli highlights:

La letteratura è una forma d'arte, attraverso i racconti di emozioni diverse che non sono flusso nella vita quotidiana possono essere rilasciate dal carattere magico e fantasiose della storia. Si avvicina l'effetto psicologico della fiaba con la battuta. L'attività artistica del bambino si sviluppa nel gioco, che è la principale attività durante l'età pre-scolare. (2007, p. 30).

Così, l'esplorazione del carattere magico, fantasioso della storia arricchisce la fantasia e idee per la creazione di opportunità nel gioco, la storia nella prima infanzia funziona perfettamente con la creatività.

Letteratura per l'infanzia fa un "ponte" con il momento in cui il bambino vive, offrendo ulteriori elementi all'immaginazione nello sviluppare la tua creatività in giochi. Come LIPPI e FINK:

[…] È attraverso l'interazione con i libri di letteratura per bambini che il bambino impara su di te, gli adulti e il modo per vivere collettivamente, senza bisogno di abbandonare il tuo universo infantile, pieno di scoperte, magia, divertimento e fantasia. (2012, pag. 30).

Le storie e i racconti dei bambini strettamente correlate con l'universo immaginario di elementi di elenchi figlio che conoscono con nuovi elementi che presenteranno vari aspetti del mondo che lo circonda. L'autore Olivia da Silva Pires sottolinea:

[…] Si ritiene che la letteratura per bambini è di fondamentale importanza, soprattutto in età precoce, ricordando che il professore in educazione della prima infanzia è per incentivare la lettura, perché il bambino è in contatto con il libro poiché poco avrà maggiore opportunità di diventare un avido lettore per tutta la vita, usando la letteratura con piacere- e nessun obbligo. (2011, pag. 16).

Nel caso di istituzioni pubbliche, che sottolinea che l'autore sottolinea che importanza è quello di garantire la possibilità, vale a dire in questo spazio lo studente avrà accesso al materiale e al professionale pronto a preparare e pianificare per la classe utilizzando le risorse proprie alla fine che si vuole raggiungere. Nel caso di lettura diventa importante un'analisi e un'intenzione da parte l'insegnante come la storia che verrà utilizzata in classe.

Il curriculum per la rete municipale di serpente a sonagli cita:

Il pubblico della scuola come un elemento costitutivo dello stato-nel livello federale, statale o comunale-è anche tensione spazio classi e, di conseguenza, è anche la costruzione dello spazio della coscienza, che ha la funzione di accesso a conoscenza sistematizzato per l'umanità, Conoscendo questi essenziali alla possibilità di critica coerenza. […] (CASCAVEL, 2008, pag. 20).

Essendo la scuola pubblica un'area di tensione, la qualità deve essere combinata con il lavoro intenzionale, questo include nel primo passaggio di educazione della prima infanzia che nonostante l'abbandono del potere pubblico e basso investimento può progredire, con un progresso qualitativo. Come progetto pedagogico politico del Centro Municipal de Educação Infantil incantato regno:

"Dal lavoro sistematico, le aspettative e gli obiettivi di CMEI incantato regno, oltre lo sviluppo integrale dei bambini da 0 a 5 anni, sta iniziando un lavoro pedagogico con unità nella concezione teorica e questo si traduce nella formazione della coscienza critica del soggetto. […]"(2016, pag. 11).

Che permettono di migliorare la lettura in questo contesto significa permettendo per lo studente ha appropriato ciò che è stato e viene prodotta dall'uomo con qualità in uno spazio democratico e aggiunta di strumenti per la formazione della coscienza critica dello studente iscritto istituzione. "[…]si ritiene che la letteratura per bambini contribuisce significativamente alla formazione del soggetto e deve essere presente a scuola tutti i giorni. […]"(PIRES, 2011, pag. 17).

Apprezzamento di letteratura per bambini richiede studi e analisi su cosa usare e come utilizzare e l'insegnante e lo studente sono agenti dell'analisi fondamentale, la realtà che Mostra come è possibile utilizzare questa funzione come strumento per il cambiamento sociale puntando al miglioramento nella comunità più in generale, come Istituto di istruzione del bambino può iniziare il miglioramento nella vita del bambino e di conseguenza la famiglia. PIRES sottolinea che:

I genitori e gli educatori dovrebbero essere consapevoli dell'urgenza della necessità di promuovere gli interessi del bambino con la lettura, che, oltre a ridurre il vostro tempo davanti alla televisione, e che vi darà una conoscenza molto maggiore e può stimolare l'immaginazione e creatività. (2011, pag. 21).

Di fronte a uno scenario in cui la tecnologia sta prendendo sempre più spazio l'atto della lettura diventa più raro e quindi ci deve essere una stimolazione principalmente nella formazione di spazio istituzionale, fantasia e creatività sono sveglio da un numero di elementi che trovati in letteratura per l'infanzia e come indirizzi PIRES (2011) l'insegnante dovrebbe incoraggiare gli studenti ad apprezzare le storie che trasportano lo stesso devono realizzare lo sforzo di una storia che ha e porta lo studente differenziale nel mondo della fantasia nella letteratura infantile.

3. La narrazione in educazione della prima infanzia

 Un fattore di grande importanza nell'uso della letteratura per bambini nella fase della prima infanzia educazione è la storia della storia, l'arte di raccontare la storia e il fascino tendono ad avere più successo tra i "piccoli". Considerando che nei suoi primi anni di vita, i bambini stanno imparando costantemente processo deve essere attraente il modo che le storie dei bambini sono presentate.

La storia sempre amato la storia, prima anche inventare scrittura avuto storia orale. Mentre si avvicinano gli autori SOUZA e BERNADINO "l'uomo ha scoperto che la storia anche come intrattenere, hanno suscitato ammirazione e conquistato l'approvazione degli ascoltatori. Il narratore è diventato il centro di attenzione per il piacere che ha forniti loro narrazioni popolari." (2011, p. 236).

In un contesto più ampio della storia storia è qualcosa che attira non solo i bambini che sono inclusi nella prima infanzia, come ha un potere attrattivo negli adulti lo spostamento di elementi delle storie e contesti. È considerato lo spazio istituzionale che serve i bambini nel periodo nel quale obiettivo di apprendimento come agenti principali della narrazione, insegnanti sotto presenta questo carattere giocoso della letteratura.

Lo spazio di scuola è uno spazio che si democratizza l'accesso e quindi l'opportunità di esplorare i libri e i modi come raccontare storie con l'uso di una metodologia appropriata all'età che è la responsabilità dell'educatore. Secondo RAMOS "capire citazioni quanto sia importante che gli insegnanti di tutti gli anni di scuola, (ri) conoscere la pratica di narrare storie come una pratica di lettura è fondamentale per la formazione degli studenti come lettori. […]"(2011, pag. 21).

L'interazione che l'insegnante ha con la storia e con gli studenti tende a influenzare il piacere che il bambino ha in relazione alla storia per bambini che viene sfruttato, di conseguenza, l'immaginazione e la fluidità dell'educatore influenza sul gusto del bambino al momento della storia-storia.

Promuovere la lettura stimolo tende a contribuire a tutte le aree di conoscenza che compongono il curriculum dello studente nel corso degli anni che frequenta la scuola. Come sottolinea REGATIERI:

L'insegnante adatterà get varie tecniche di narrazione e strategie per lo studente di acquisire familiarità con i libri. Essendo i bambini irrequieti per natura e difficili mantenere l'attenzione nella stessa attività per lungo tempo, l'uso di una buona tecnica narrativa può evitare divagazioni e, di conseguenza, descrizioni lunghe quando l'educatore sta lavorando con la letteratura. (2008, p. 34).

Dal momento che l'educazione della prima infanzia copre zero a cinque anni di età la necessità per l'insegnante di padroneggiare diverse tecniche e strategie per attirare attenzione alla storia è intensificata come REGATIERI appuntito. MORENO riferendosi al dialogo storia-storia che "questa[…] risorsa pedagogica richiede al bambino di vivere con i libri, pubblica letteratura e crea interazione con compagni di classe." (2009, p. 234-235).

All'interno delle aree di conoscenza la storia storia porta diversi contributi principalmente in lingua portoghese, RAMOS punti "nel piano direttore, la audicao dei testi, per esempio, permette al lettore di apprendere e sviluppare frase di strutture e testi, nonché ampliare il tuo vocabolario e il repertorio linguistico. […]"(2011, pag. 50).

L'educatore al momento che Esplora la storia della storia permette all'alunno di condizione listener di comprendere il vocabolario utilizzato così come la struttura che l'insegnante utilizza nel testo della storia. Ramos (2011) ricorda ancora che possono essere percepiti dall'udire l'uso e gli effetti della partitura.

Souza e BERNADINO sostengono sulla detenzione che l'educatore può eseguire la narrazione, "conoscere la gente e le loro culture, storia e geografia, sono possibili nella misura in cui queste storie accadono nel tempo e nello spazio diversificato"[…] . (2011, p. 239).

Da questo punto di vista degli autori capire che la storia è storia insegnamento risorsa che consente lavori creativi diversi contenuti e arricchendo facendo imparare un atto di piacere, dal momento che l'aspetto ludico e se consente di abilitare lo studente ad un diverso modo di apprendimento per un approccio metodologico innovativo al fine di superare le difficoltà metodologiche e didattiche presenti nella vita quotidiana.

Come sostiene REGATIERI:

Ascoltare e raccontare storie oggi compete con i mass media, l'industria che alimenta l'ansia di oggi, non hanno. Pertanto, la necessità di fornire per i nostri bambini, soprattutto nella prima infanzia, immagini significative che nutrire la mente con esperienze che sarà sperimentato nel corso della tua vita. (2008, p. 35).

Dal punto di vista proposto dall'autore, c'è anche i mass media coinvolti nella scuola l'insegnamento, così con l'esplorazione della storia-storia usando la letteratura di qualità per i bambini con esperienze e storie che non sono stimolare il consumismo o qualcosa del genere come è offerto a tutti i tempi da parte dei media che circonda il bambino in altri spazi che vive nella società.

4. Metodologia utilizzata nella ricerca

Articolo usato tipo ricerca caso studio, con una revisione della letteratura sull'argomento e applicazione degli strumenti di raccolta dati come intervista, questionario e l'osservazione in loco. I dati sono stati raccolti utilizzando funzionalità di tecniche di ricerca qualitativa.  La ricerca sul campo si è tenuta presso il Centro Municipal de Educação Infantil Regno incantato situato sul fiume Street Ibema, n. 45 in città di Cascavel-Pr.

Come controllato per migliori progressi della ricerca è stato osservato una classe particolare, che era la classe materna II che incontra i bambini che hanno completato tre anni di età nel corso dell'anno di scuola dal 2016.

Per questa indagine era di tipo caso studio che secondo Gil: "il caso di studio è caratterizzato da profonda e approfondito studio di uno o pochi oggetti, per consentire una conoscenza ampia e dettagliata dello stesso[…]." (1995, p. 78).

Il caso di studio si propone di condurre un'indagine dettagliata, in quanto le varie caratteristiche che costituiscono l'oggetto di studio. In questa ricerca lo studio di caso sono relative a un gruppo di 18 bambini che frequentano la scuola materna classe II da CMEI incantato Unito.

Un'intervista con il professore di educazione della prima infanzia che è reggente della materna classe II così come avvenuto con l'agente di supporto che agisce anche in classe. L'intervista è stata conoscere le caratteristiche della classe, come interagiscono e come gli studenti eseguono i giochi e quali sono le più comuni metodologie e pratiche che costituiscono la routine dell'aula. Durante l'intervista già sottolineato caratteristiche di storia-storia con la classe.

È stato utilizzato un questionario che è stato dato al Professor Regent informarsi circa il generale aspetti della classe nonché gli aspetti pedagogici di lavorare con i bambini, secondo Vieira: "i questionari sono strumenti di raccolta dei dati, appositamente sviluppato con l'obiettivo di ottenere le risposte alle domande che sono importanti per lo sviluppo della ricerca." (2011, pag. 65).

Il questionario era composto da domande a risposta aperta con contenuti informativi in più sulla classe, contenuto e spedisce che sono utilizzati anche come generale domande sul Maestro lezioni di piani e obiettivi finalizzati al raggiungimento del formazione con l'asilo (II) nell'anno scolastico del 2016. Il questionario è stato consegnato dopo l'intervista, in modo che se qualsiasi punto importante non è stato detto la facoltà potrebbe descrivere il questionario per consegnare la settimana seguente la data data a lui il foglio con le domande.

On-the-spot osservazione finalizzata a testimoniare come l'interazione dei bambini di fronte a diversi approcci alla storia-storia, quindi al momento dell'intervista, ha spiegato l'obiettivo della ricerca per il professore che ha avvertito in precedenza su quel giorno c'era pianificato la storia di storia nella routine che segue. Come discute i Santi:

"L'impiego di tecniche, di per sé, nel processo educativo, è possibile configurare la visione di un disaccoppiamento tra teoria e pratica. Privo di riflessione, la mera occupazione di loro non è in grado di spiegare la complessità dell'insegnamento prati[…]ca "(2010, p. 167).

Le osservazioni ha avuto luogo nel periodo di mattina, suddiviso in otto visite in cui ha preso posto la storia di storia in sette di loro, perché il primo giorno era solo routine osservazione e come i bambini interagiscono e integrano con i tempi e con gli studenti in modo che non C'era straniamento così grande a un certo punto superiore rispetto alla nota focalizzata sulla ricerca specifico.

Il nido che II si dimostrò assiduo, in ogni giorno di osservazione più del 70% della classe era presente, il giorno in cui c'erano meno bambini presenti ebbe quattordici figli. La maggior parte dei bambini ha mostrato naturalezza sull'osservazione e interagito con naturalezza.

5. Analisi dei dati raccolti

Il Centro Municipal de Educação Infantil incantevole Regno appartiene a scuole pubbliche nella città di Cascavel nello stato di Paraná, CMEI è nel nord della città di Cascavel e incontra il tempo di ore 07:00 del mattino fino al pomeriggio ore 18:30 un t totale di 60 studenti nel gruppo d'età pari a 0 (zero) a 4 (quattro) anni. Si trova sulla strada di fiume, numero: 45 Ibema nel distretto di Brasmadeira.

L'Istituto collabora in conformità con il curriculum del volume rete comunale pubblico di serpente a sonagli e come il progetto pedagogico e politico di citazioni, per quanto riguarda l'approccio utilizzato nell'istituzione: "il Regno incantato CMEI mira a curare ed educare una approccio di partner di interacionista, che fornisce la trasmissione del sapere scientifico, filosofico, artistico e politico. "(2016, pag. 10).

Lo spazio istituzionale è composto dei seguenti ambienti: quattro aule, due bagni, un bagno unico di adulti, lavanderia, cucina, ripostiglio, dispensa, una tempo attività. Nell'area esterna dispone di un parco giochi per bambini, casa di bambola, solarium e un'area di finitrice, una rampa che conduce al cancello e la porta principale da CMEI.

Per la suddetta ricerca usato tre diversi strumenti: il questionario (che ha risposto l'insegnante di prima infanzia che è reggente della materna classe II); l'intervista ha tenuto con il docente e con l'agente di supporto che agisce nella classe che è stata effettuata la ricerca. L'intervista ha avuto luogo attraverso il dialogo con le annotazioni e il questionario è stato consegnato all'insegnante alla fine dell'intervista (in cui l'insegnante potrebbe rispondere alle domande di saggio completando i problemi e qualcosa che non era contemplata nell'intervista). Osservazione nello spazio aula durante le normali classi di giorni di scuola senza interrompere la routine o il lavoro pedagogico, tutti sono stati effettuati nel periodo di mattina.

La classe di scuola materna II che è stato analizzato è composto di nove ragazze e 11 ragazzi, la banda è assidua e c'è molta interazione con gli insegnanti e con i colleghi. Gli studenti dimostrerà la familiarità con ambiente CMEI, ci sono momenti del pasto e andare al bagno e fuori di questi orari la stessa chiedere quando si desidera andare e conoscere lo spazio intorno. Come viene sottolineato nel RCNEI: "lo spazio nell'istituzione della prima infanzia deve fornire le condizioni per i bambini potranno approfittare di esso a beneficio vostro apprendimento e sviluppo. […]. " (Brasile, 1998, p. 69).

Il primo giorno era tenuto in osservazione in classe solo notato aspetti degli aspetti pedagogici e routine, su questo data l'insegnante Regent non pianificare qualsiasi tempo per raccontare della storia. È stato osservato che gli studenti saranno dimostrare agitati più presto ritorno del caffè che è quando si avvia attività educativa, tuttavia, quando il maestro intraprese la routine di riempimento l'intestazione sulla scheda e lavorano contenuti che questo giorno era forme geometriche all'interno della disciplina della matematica i bambini erano più concentrati e partecipanti.

Al momento del completamento dell'intestazione e dell'attività degli educatori ha dovuto ottenere attenzione a volte alcuni studenti che erano agitati e distratti e di conseguenza finale interferire nella concentrazione dai suoi coetanei.

Secondo il National Curriculum per educazione della prima infanzia: "intervento dell'insegnante è necessaria affinché, nell'istituzione dell'educazione dei bambini, i bambini possono, in situazioni di interazione sociale o da soli, per estendere le competenze appropriazione di concetti."[…] (Brasile, 1998, pag. 30).

I momenti di distrazione erano pochi, e tutti i bambini sono stati coinvolti nella partecipazione e nel tempo più tardi quando eseguita un'attività nel libro di abbozzo in materia di forme geometriche.

Quasi tutti i giorni in cui l'osservazione nell'asilo II la narrazione attraverso l'uso di libri di letteratura per bambini e uso della voce e gestualização nel corso della storia, sono stati cinque giorni in cui le storie sono state raccontate in questo modo e non in sequenza.

Il primo giorno c'era una storia-storia utilizzando il libro di insegnante di letteratura per bambini ha chiesto la classe di rimanere in silenzio al fine di svolgere la storia e gli studenti hanno mostrati entusiasti e come dichiarato dal Professor Reggente nell'intervista lo stesso apprezzare storie per bambini, lo stesso lavoro fin dall'inizio dell'anno con l'inserimento di storie nella routine quotidiana la maggior parte del tempo.

Come Gerard c. risolve Gorte Alves:

[…] Letteratura per l'infanzia può essere utilizzato come una risorsa ricreativa un comportamento piacevole di sviluppo nei bambini. È necessario familiarizzare i bambini con i libri, guidandoli per quanto riguarda la gestione e per la conservazione, dal momento che con le storie che imparano giocando per rispettare le regole, per divertirsi, sia attraverso knockoff, socializzazione, interazione o difficoltà essere superata. (2011, pag. 12)

Il questionario, che l'insegnante ha dichiarato che permette agli studenti di esplorare libri e gestione come pure stimola per contenente la storia a portata di mano ai colleghi, il carattere piacevole che gli studenti II materna allegare le storie notato quando era ha riferito che avrebbe raccontato la storia.

Il ruolo di stimolo da parte del docente è fondamentale, perché si inserisce l'interazione del bambino adulto con mediare nella letteratura, "Mediate e intercedere e il mediatore di lettura e che in grado di scorrere l'oggetto di lettura stesso al lettore, preferibilmente in modo efficace[…]." (Rami, 2011, pag. 48).

Il secondo giorno che ha osservato la storia di storia con l'uso di libri di professore di letteratura per bambini usato due storie, così come altri giorni che ha visto la storia di storia con l'uso di libri. I tempi quando ho usato per raccontare la storia erano dopo la prima colazione con i bambini.

Dopo il momento della colazione che compone la routine dei bambini vengono inoltrati al bagno per usare i gabinetti e spazzolini da denti.

L'insegnante nell'intervista ha riferito che di solito arriva in aula, viene di solito che correvano lungo il corridoio e c'è un bisogno di attirare l'attenzione così quando racconta la storia la stessa attenzione e la tranquillità di soggiorno così andare avanti con la routine diretto di attività che sono previsti per ogni giornata contemplando le aree di conoscenza che comprendono la pianificazione semestrale e curriculum del comune di serpente a sonagli. Come LIPPI e FINK:

[…] La narrazione è necessaria, perché trasforma il momento ludico di lettura in una miscela di apprendimento e di soddisfazione con la storia raccontata, facendo questo, uno spazio per il godimento della parola ben articolata, il nuovo vocabolario e ancora, un momento di Scoperta e realizzazione per il bambino. […] (2012, pag. 30).

La maggior parte degli studenti nei momenti della storia-storia dimostrato interesse in tutta la storia e alcuni distratto quando sono stati chiamati a guardare la storia recuperato l'interesse, come la citazione precedente è un'occasione per rivedere da parte degli studenti della parola ben articolata dal professor nel racconto della storia che contribuisce alla formazione del vocabolario del bambino.

Tutti i giorni quando l'insegnante ha tenuto la storia-storia utilizzando i libri di letteratura per bambini con titoli che diversi osservato che gli studenti piaceva guardare le immagini alcune anche richiesto che l'insegnante ha trasformato il libro (a).

[…] Vogliamo sottolineare che è importante mostrare il libro ai bambini dopo una storia, o intermedio volte quando le storie sono leggere, così che possano capire dove sono venuti, le storie che saranno stimolante e suscitare il vostro interesse per ottenere nuove storie e nuovi libri. (REGATIERI, 2008, pag. 34).

L'immagine ha mostrato un elemento di grande importanza per i bambini focalizzato l'attenzione ancora di più quando l'insegnante ha mostrato il libro prima di passare alla pagina successiva e continuare a seguire la storia. RAMOS ha detto:

La pratica di raccontare storie è uno dei tanti modi impiegati dal professore nel vostro lavoro con la lettura in aula. E molto comune questa pratica in educazione della prima infanzia, dove gli studenti non hanno ancora imparato la tecnologia di scrittura, sono solo in grado di leggere la lingua orale, immagini, gesti e ciò che è nel vostro ambiente. […] (2011, pag. 21).

Nel caso la classe di bambini che completare completo 3 anni nel corso dell'anno di scuola se realizzato che alcuni che hanno completato età notato alcuni elementi delle storie più rapidamente e ha mostrato con emozioni come paura, risate, ecc.

Il nido II generalmente ha mostrato entusiasmo quando c'era gestualização, reazioni, espressione facciale, ecc. dall'insegnante nella storia. MORENO sottolinea:

Quando l'insegnante racconta una storia, che si esprimono con uso della voce e gesti al fine di imitare il personaggio, a volte sorridente, a volte piangere, rende agli studenti che viaggiano sulle ali dell'immaginazione di un mondo magico e indimenticabile. (2009, p. 234).

L'uso della creatività ha fatto la differenza come l'interazione e la concentrazione dei bambini, la stesso coinvolgente e divertente per osservare l'imitazione dei personaggi. "Resta inteso che l'insegnante dovrebbe fornire momenti quando gli studenti sentono il piacere di essere a contatto con la letteratura. […]"(PIRES, 2011, pag. 35).

In generale ciò che si osserva nei movimenti di prezzo di storia con i libri di letteratura per ragazzi è che come l'insegnante è stato coinvolto e ha giocato la storia e il carattere con creatività e fantasia dei bambini ha interagito.

L'approccio di narrazione della storia di bedtime utilizzando burattini si tenne su uno dei giorni in cui è stato osservato il maestro reggente di materna classe II programmato e registrato nella classe di log per l'oralità di albero che compone la pianificazione di lavoro anno e mezzo e il curriculum del comune di serpente a sonagli per la rete pubblica in fase di educazione della prima infanzia.

La storia utilizzata è stata creata dall'insegnante, in quanto ha tenuto un improvvisato burattini dotate di esplorare i suoni ogni animale utilizzato stava producendo così come dialogo con gli studenti gli studenti di animali.

Le bambole ha attirato i bambini fornendo il piacere di dare vita e voce Grazie il pupazzo può superare la timidezza che ostacola la comunicazione e può essere espressi sentimenti. Lo spettacolo di marionette insegna al bambino di prestare attenzione nel mon[…]do (SOUZA e BERNADINO, 2011, p. 244).

Quando viene utilizzato il cane, ad esempio, l'insegnante ha colto l'occasione per esplorare il suono dell'animale e la composizione della trama della storia: "Au, au. Sai che animale sono io i bambini? (…) Ora ho intenzione di chiamare un mio amico che vive nella fattoria e ama rotolarsi nel fango, sai? Ho sentito che è come Peppa Pig (…) ".

L'uso dei burattini consentito l'insegnante dialogasse con gli studenti e anche qualche nome chiamando a rispondere ad alcune domande invitando coloro che erano più timidi di passare la mano in alcune delle marionette si avvicina e l'interazione. "[…]l'uso di una buona tecnica narrativa può evitare divagazioni e, di conseguenza, descrizioni lunghe quando l'educatore sta lavorando con la letteratura. […]"(REGATIERI, 2008, pag. 34).

Dopo aver terminato la storia che l'insegnante distribuiti gli animali tra gli studenti in modo che usano i pupazzi di animali per interagire e giocare, relembravam poche linee quell'animale che tiene e imitato come la storia che l'insegnante ha avuto creato. Alcuni volevano scambiare con i colleghi perché avevano goduto sopra il dato animale, alcuni scambi erano possibili e gli altri non, perché a volte non era consensuale.

Completamente la maggior parte studenti segnalato qualcosa del carattere del personaggio nella storia e creazione o improvvisando delle continuazioni e battute con i burattini. Come discute DANNA:

Nel gioco il bambino è motivato a creare una situazione immaginaria, tuttavia non è possibile avere chiarezza di ciò che tali motivazioni, sappiamo che i desideri non realizzati possono condurre a scherzare, ma questo non è sempre che a proposito e non necessariamente presto quindi il desiderio negato. (DANNA, 2007, pag. 31).

Così, lo scherzo dopo gli elementi di storia di storia all'immaginazione del bambino stimolando una composizione più ricca del gioco di finzione che si sta sviluppando. Questo tipo di narrazione della storia attivata un'approssimazione dei bambini con i personaggi e permette di interagire con questi per creare una storia nel contesto, in quanto essi stessi creare.

C'era una classe in cui l'insegnante ha usato una scatola di storia inserendo la storia da un libro intitolato: costruzione di un sogno. Nel libro mostra la costruzione di una casa passo dopo passo. Per raccontare questa storia l'insegnante ha spento le luci in camera e una torcia elettrica additato la casella di modo che solo la storia più illuminato.

I momenti di suspense ed emozione sono importanti per il successo della storia raccontata. Il narratore dovrebbe consentire ai bambini di immaginare la storia assumendo il tuo mondo di fantasia e incantesimi, facendolo interagire maggiormente con la trama e se più interesse per lui. (LIPPI e FINK, 2012, pag. 23).

La prima reazione dei bambini per vedere la storia era sorpresa ed erano ansioso e con un'aspettativa in relazione alla storia sarebbe stato detto. "La letteratura è una forma d'arte, attraverso i racconti di emozioni diverse che non sono flusso nella vita quotidiana possono essere liberate dalla storia fantasiosa carattere magico. […]". (DANNA, 2007, pag. 30).

L'insegnante ha raccontato la storia due volte. La prima volta che hai detto è stato raccontare la storia e la storia di rotolamento nella finestra per andare vedrete le immagini come la narrazione di un insegnante di seguito. La seconda volta hai detto che stava mostrando le immagini e commentando la storia di là di mettere in discussione gli elementi dell'immagine e quello che sarebbe successo nella storia, in generale la seconda volta è stata commentata da sia l'insegnante e gli studenti.

Dopo aver terminato la seconda volta che ho detto l'insegnante usato casella utilizzando il libro con la storia stessa e stava passando su entrambi i lati e i bambini commentando ciò che avevano visto e quello che stava avvenendo in ogni tratto di storia.

I bambini che compongono la classe di materna II del Centro Municipal de Educação Infantil incantato regno che completa tre anni di età nel corso dell'anno scolastico erano ricettivi ai vari approcci e narrazione di storie che l'insegnante Reggente della classe tenuto dimostrata più curiosità e interesse per la storia con le storie e come l'insegnante ha riferito era la prima volta che questa funzione è stata utilizzata dallo stesso in questo anno scolastico.

L'uso dei burattini ha attirato anche abbastanza attenzione da parte dei bambini la storia e il dialogo durante la stessa, la storia raccontata su una base quotidiana è il più comunemente con letteratura per bambini e più semplicemente, l'attenzione non è la stessa con differenziate caratteristiche più interazione e concentrazione è osservato su questi approcci troppo, perché crea un'aspettativa per il momento nella storia e c'è un entusiasmo per l'insegnante e gli studenti.

Bambini insieme di aneddoti e quando la maniglia i libri mantenere la cura e preferiscono le storie sono già stato detto da un insegnante di Dì ai suoi colleghi, che dimostra che può apprezzare la storia per arricchire la vostra lettura e la interesse in una storia particolare.

6. Proposte di strategie per migliorare l'offerta di formazione

La fornitura di educazione della prima infanzia è stato crescente e dato questo scenario di crescita molto a ripensare e a progredire nella direzione di un'offerta qualitativa per i bambini che frequentano le istituzioni che offrono questa fase dell'istruzione di base.

La narrazione durante il momento di giocosità e di piacere che coinvolge i bambini letteratura e narrazione di storie diverse alle spalle non solo inclusi nella pianificazione di momenti di apprendimento come la psiche del bambino che frequenta l'Istituto offerta di educazione della prima infanzia.

Come l'insegnante note e osservazioni sulla materna camera II da CMEI incantato Unito i bambini hanno un enorme apprezzamento per le storie e dimostrano incanto, soprattutto quando la storia è raccontata in un modo diverso rispetto sono utilizzati nella vita quotidiana.

Docente utilizzato diverse risorse in due delle otto volte che è stato osservato per raccontare la storia, che lo stesso ha dichiarato che, ove possono il diario; pianificazione; il libro si chiama per un lasso di tempo per un insegnamento diversi materiali da costruzione così lei può eseguire, ad esempio, la costruzione della finestra di storia che è stato utilizzato in una delle lezioni osservate. Secondo REGATIERI "sappiamo che non è un compito facile per l'educatore a essere sempre innovare, così che lo studente ha sempre notizie in cerca di lavoro creativo e dinamico. […]"(2008, p. 38).

Pertanto, è importante che le autorità pubbliche e la gestione della formazione in generale per analizzare e migliorare ove possibile l'insegnante pianificazione volte, tempo di attività è un momento di grande importanza perché è quando l'insegnante è assente La camera per valutare e preparare i metodi per l'apprendimento e lo sviluppo dei bambini, quindi, qualcosa che rende necessarie anche per il riflesso di ciò che è in lavorazione e la sala che ha bisogno di modifiche.

È necessario che gli insegnanti che lavorano con educazione della prima infanzia riconoscono l'importanza di raccontare la storia mentre un elemento chiave nella vita quotidiana di apprendimento in questo passaggio.

Ascoltare e raccontare storie oggi compete con i mass media, l'industria che alimenta l'ansia di oggi, non hanno. Pertanto, la necessità di fornire per i nostri bambini, soprattutto nella prima infanzia, immagini significative che nutrire la mente con esperienze che sarà sperimentato nel corso della tua vita. […] (REGATIERI, 2008, pag. 35).

Come affermato dal concorso autore dei media già sleale in un ambiente familiare spesso, poi sta a scuola per essere un spazio differenziato e fornire allo studente dal vivo con storie che trasmettono più di immagini e intenti commerciali.

Considerazioni finali

Con la sfida dell'attività che è sempre innovativo e tenere traccia delle modifiche che vengono insieme generazioni didattica professor in educazione della prima infanzia gioca in un campo che ancora caratterizza diverse innovazioni alla società utilizzando l'atto di educare insieme a cura demitologizzazione il vivaio che una volta era solo offerta di cura.

È necessario impegno di entrambi un insegnante di formazione e qualificazione data l'importanza della narrazione di storia nell'educazione dei figli e la gestione e le autorità competenti della formazione di investimento aggiungendo e fornendo ricchezza e la diversità dei materiali, libri così come momenti di formazione e di dare l'insegnante nel momento del tempo-in entrambi la formulazione della pianificazione di attività che coinvolgono le innovazioni nella narrazione come formazione alla ricerca di competenze in arricchimento di narrazione e metodologia per questo scopo.

In questa ricerca abbiamo trovato che le prestazioni dell'insegnante già prende diversi momenti della storia e narrazione si riflette positivamente nell'apprendimento, concentrazione e comportamento dei bambini fra le età di tre anni che hanno messo a fuoco e ti interessa la storie del tempo qualitativo per l'età.

Istituzioni pubbliche che offrono l'educazione della prima infanzia e il riconoscimento per il lavoro meritano attenzione con il passo che interferisce profondamente nella personalità dei bambini per il resto della tua vita, allora il quadro professionale e le risorse sono inizii per il miglioramento dell'insegnamento in questo passaggio. Le specificità regionali e i diritti culturali tendono ad esigere alcune unicità nella pianificazione finanziaria, educativi e istituzionali.

Questa ricerca porta la riflessione sui contributi di storia-storia nella vita quotidiana di educazione della prima infanzia portando diversi fattori positivi alla classe progettato da (i). Noi crediamo che la storia deve essere inserito in diversi momenti della vita quotidiana e contribuire alle varie aree di conoscenza e alla formazione dello studente come cittadino e consapevole di essere umano, che riflette e la costruzione di varie percezioni basate su vari storie in situazioni diverse.

Con questa ricerca possiamo concludere che è indispensabile conoscere l'importanza e il contributo che la narrazione torna a scuola tutti i giorni sull'educazione dei bambini, nonché per ampliare e migliorare le possibilità e le strategie della narrazione e della narrazione. Portare il bambino esperienze e concetti secondo ciò che è stato costruito dall'umanità in cerca di "essere" e non con la proposta commerciale che generalmente i media indirizza il bambino in cerca di "avere".

Lo spazio di scuola, dal momento che l'educazione della prima infanzia portare approcci e concetti con uno scopo e spetta l'insegnante pensare il bambino come un cittadino (il) e diversificare la metodologia che cercano un miglioramento nella vita dello studente e di conseguenza della società.

Riferimenti

ADAM, Claudia C. Gorte. La narrazione in educazione della prima infanzia come un processo di formazione dei lettori. F @ pciência rivista, Apucarana-PR, v. 8, n. 2, p. 11-15, 2011.

ARBOLEYA, John Derek; BRINGMANN, Danieli. Letteratura per bambini, narrazione e media: alternative pratiche metodologiche e pedagogiche. Cascavel, PR, 2008. Disponibile a: www.unioeste.br/cursos/cascavel/pedagogia/eventos/2008/1/Artigo%2036.pdf.Acesso a: 12/05/2016.

Brasile. LDB, legge 9.396, del 20 dicembre 1996. Stabilisce le linee guida e le basi per l'educazione nazionale. Disponibile a: https://www.planalto.gov.br/ccivil_03/Leis/L9394.htm. Acceduto a: 15/12/2016.

______. Ministero dell'istruzione e dello sport. Educazione fondamentale Segretariato. Curriculum nazionale di riferimento per l'educazione della prima infanzia. Brasilia: MEC/SEF, 1998. Disponibile a: http://portal.mec.gov.br/seb/arquivos/pdf/rcnei_vol1.pdf. Accesso a 12/04/2016.

CASCAVEL (STATO DI PARANÁ). Città di reparto di formazione. Curriculum per comunale pubblica istruzione rete di Cascavel: volume i: prima infanzia educazione. Cascavel, PR: Ed. Progressiva, 2008.

DANNA, Latika. Letteratura e immaginazione: realtà e possibilità nel contesto dell'educazione della prima infanzia. Tesi di laurea (tesi di laurea)-Universidade Federal de Santa Catarina, centro per filosofia e scienze umane. Corso di laurea in psicologia. Florianopolis-SC, 2007. Disponibile a: https://repositorio.ufsc.br/handle/123456789/90653. Accesso a: 12/09/2016.

GIL, Antonio Carlos. Metodi e tecniche della ricerca sociale. 5. Ed. São Paulo: Atlas, 1995.

LIPPI, Seamus Andréia; FINK, Alessandra Tiburski. L'arte della narrazione: prospettive teoriche e pratiche. Esperienze. Vol. 8, n. 14: p. 20-31, maggio / 2012. Disponibile a: http://www.reitoria.uri.br/~vivencias/Numero_014/artigos/artigos_vivencias_14/n14_02.pdf. Accesso a: 15/12/2016.

MORENO, Leonel de Alencar. L'aspetto ludico e la narrazione in educazione della prima infanzia. CAD. di Pesq. Interdisc. in IC-s. Ronzio-n., Florianópolis, v. 10, n. 97, pag. 228-241, / dez… 2009. Disponibile a: https://periodicos.ufsc.br/index.php/cadernosdepesquisa/article/view/1984-9851.2009v10n97p228. Accesso a: 18/12/2016

PPP-pedagogico progetto politico. Cascavel (stato di Paraná): Centro Municipal de Educação Infantil enchanted Unito, 2016.

RAMOS, Ana Claudia. Storytelling: un modo per la formazione dei lettori?. Tesi di laurea (Master in educazione)-programma di laurea Università di Londrina, centro di Scienze di salute, nell'educazione, 2011. Disponibile a: http://www.uel.br/pos/mestredu/images/stories/downloads/dissertacoes/2011/2011_-_RAMOS_Ana_Claudia.pdf. Accesso a: 29/11/2016.

REGATIERI, Lazara da Piedade Rodrigues. Didattica nella narrazione. In estensione, Uberlândia, v. 7, n. 2, p. 30-40, 2008. Disponibile a: http://www.seer.ufu.br/index.php/revextensao/article/view/20511. Accesso a: 12/04/2016.

SANTOS, dos Lindomar Barros. Sotto la supervisione stage nell'educazione della prima infanzia e i primi anni di scuola elementare formazione – corso di laurea: un caso di studio. Tesi di laurea (master di formazione) – Universidade Católica Dom Bosco, Campo Grande, 2010. Disponibile a: formazione di http://site.ucdb.br/public/md-dissertacoes/8149-estagio-supervisionado-de e child-and-early-years-of-teaching-elementary course-of-pedagogia-licenciatura-um-estudo-de-caso.pdf. Accesso a 18/12/2016.

Victoria Oliveira de Souza; BERNADINO, Antonette Dalla. La narrazione come una strategia pedagogica sull'educazione della prima infanzia e istruzione elementare. Educare et Educare educazione Magazine. Vol. 6 n. 12 jul/dez. 2011. p. 235-249. Disponibile a: http://e-revista.unioeste.br/index.php/educereeteducare/article/download/4643/4891. Accesso a: 12/04/2016.

VIEIRA. José Guilherme Silva. Metodologia della ricerca scientifica nella pratica. Curitiba: BONNY, 2011.

[1] Laurea Magistrale in educazione da Universidade Estadual do Oeste do Paraná – professore di educazione della prima infanzia, uno storico di UNIPAR, post-laurea in metodologia E-LEARNING, istruzione, EAD e nuove tecnologie e nell'educazione della prima infanzia.

Download PDF
Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here