Início Formazione Il Tapembol come innovativa pratica di insegnamento di Educazione Fisica

Il Tapembol come innovativa pratica di insegnamento di Educazione Fisica

RC: 11552 -
Il Tapembol come innovativa pratica di insegnamento di Educazione Fisica
Classificar o Artigo!
135
0
ARTIGO EM PDF

Tibúrcio, Valdir José [1]

Celia R. Bernardes C. [2]

Tiburcio, Valdir José; Celia R. Bernardes C. Tapembol come innovativa pratica di insegnamento di Educazione Fisica. Rivista scientifica multidisciplinare Knowledge Center. Edizione 08. Anno 02, Vol. 01. pp 134-148, novembre 2017. ISSN:2448-0959

SOMMARIO

La ricerca di attività innovative nella scuola sta diventando importante e molto rilevante nelle scuole, soprattutto nelle lezioni di educazione fisica. Con una proposta sempre di innovare, portare qualcosa di diverso per le attività curricolari, Tapembol è incorporato in questo contesto ad essere una pratica pedagogica che si sviluppa la sperimentazione, la scoperta, lo sviluppo della creatività, la fantasia, l'attenzione, e l'inclusione, come pure lavorare gli aspetti affettivi, cognitivi, sociali e motorie, così importanti nella fase di scuola. Questa ricerca è parte di un lavoro che ha lo scopo di individuare l'importanza della tapembol come pratica pedagogica innovativa in lezioni di educazione fisica. La metodologia utilizzata in questo studio è stato attraverso la ricerca di articoli scientifici, libri e siti Internet. Dopo gli studi, è stato rivelato che il Tapembol può essere piuttosto una pratica pedagogica innovativa di educazione fisica, contribuendo ad acquisire nuove conoscenze degli studenti, incoraggiandoli maggiore autonomia nello sviluppo delle attività corporee, nonché la possibilità di discutere e modificare le regole sportive, riunendo elementi di varie manifestazioni della cultura del movimento del corpo, interferire significativamente con lo sviluppo integrale degli studenti oltre a rendere coinvolge le dimensioni concettuali, procedurali e attitudinali.

Parole chiave: Tapembol, pratica di insegnamento innovativo, educazione fisica, la scuola.

introduzione

Secondo i parametri Curriculum nazionali (PCN) Educazione Fisica (EF) è uno spazio di conoscenza, che introduce e si integra lo studente nella cultura del movimento del corpo, e sta puntando a formare un cittadino capace di produrlo, riprodurlo e trasformarlo con i giochi, sport, danze, combattimenti e la ginnastica a beneficio della cittadinanza critica e il miglioramento della salute e della qualità della vita. PCN anche evidenziare l'importanza della cultura Pluralità, in cui le regole dei giochi, gli adattamenti di sport, così come espressioni regionali acquisiscono significato maggiore quando sperimentato all'interno di un contesto significativo, che permette la contestualizzazione di queste pratiche da parte degli studenti a scuola (Brasile, 1998).

Sappiamo che l'educazione fisica ha subito grandi cambiamenti dal 1980, con il coinvolgimento di studiosi dell'area che propongono cambiamenti nel programma di studi e incoraggiando la formazione continua per gli insegnanti della zona, attraverso i corsi di laurea, master e dottorato di ricerca.

L'educazione fisica sta vivendo una sorta di transizione per quanto riguarda la loro pratica. Secondo Fensterseifer e Silva (2001) gli autori, questa transizione è direttamente correlata con l'approccio di questa zona della conoscenza con fini scolastici. L'educazione fisica della scuola è alla ricerca di nuovi elementi per costruire una pratica pedagogica di lavoro non è più centrato, ma l'acquisizione di nuove conoscenze relative alle manifestazioni di Movimento Cultura corpo.

La ricerca di nuovi metodi e risorse didattiche spetta al docente, di fare uso di strumenti che permettono loro classi più attraente, legati alla realtà dello studente, in modo semplice, felice, rilassato e collettiva.

Il Tapembol è un "gioco tutti", che mira a consentire l'inclusione e la partecipazione di tutti per consentire a tutte le persone, a prescindere dalla privazione fisica o età, possono partecipare. E 'importante che gli insegnanti di educazione fisica, i genitori e la società sono attenti al look delle pratiche didattiche innovative come mezzo di sviluppo integrale dell'essere umano in tutti i suoi aspetti, legati alle emozioni, il piacere, l'affetto in modo rilassato e allegro, oltre a fornire la salute e il benessere dei suoi praticanti.

Così, questa ricerca dovrebbe essere visto come un lavoro si propone di evidenziare le possibilità di utilizzo di pratiche didattiche innovative in lezioni di educazione fisica, utilizzando il gioco Tapembol come il miglioramento di importanti capacità fisiche per l'emotivo, cognitivo, culturale, lo sviluppo sociale e fisico di studenti delle scuole elementari. Ha un carattere qualitativo, perché mira a risvegliare nella scuola, nella società, nel governo, e professionisti di educazione fisica sull'importanza di mettere in pratica attività innovative nelle classi di educazione fisica, stimolando la cultura del movimento del corpo.

METODOLOGIA

La metodologia utilizzata per questo studio è stato una revisione della letteratura sulla base di libri, articoli, tesi, monografie, tesi di laurea attraverso consultazioni nel database Internet. I lavori sono pubblicati in lingua portoghese l'anno 2000-20.017.

TEORICO

Tapembol

La Tapembol è nato nel 2007 nella città di Caeté Minas Gerais, il professionista educazione fisica Marcus Aurelius Cândido Rocha, il gioco mira a generare inclusione sociale proprio per consentire tutte le persone, a prescindere dalla privazione fisica o età possono partecipare. Un semplice gioco di "schiaffo sulla palla" come espressione di studenti in una classe, attraverso la voglia di giocare, provare qualcosa di diverso, un nuovo gioco che si stava collettivamente costruito secondo il bisogno di provare l'insolito , il giocoso, che "si presenta come un[…] dialogo necessario con l'esistenza di tutti i giorni, restando inteso qui come il mondo stesso della cultura in azione, un'interazione tra questo universo ei suoi soggetti" (Debortoli, 1997, pag. 332). Questo gioco è basato principalmente sulla giocare la palla toccando mirando in questo modo per rendere l'obiettivo. Il regolamento permette fino a due anelli per ogni atleta, limitando in uno o due con la palla si getta ad un altro atleta con questo modello di gioco è che ciascuno ha bisogno dell'altro.

Il Tapembol è contestata in tribunale, con sei giocatori per parte, un portiere, due la difesa, un centro, un giusto sostegno e un supporto di sinistra, che utilizzano le mani aperte, dando un tocco o due sulla palla, alternativamente e senza detenzione, al fine di rendere l'obiettivo. Il portiere è il protettore principale della zona e consente il collegamento dei giochi, è praticata con la propria sfera di 53 cm di diametro e due pesi, 130 e 160 grammi per bambini e una per gli adolescenti, il terreno di gioco è lo stesso che per futsal e le misure di 40 m di lunghezza e 20 m di larghezza (Glater, 2013).

Secondo Rocha (2016), la creazione di questo sport è nato per notare la necessità di mettere in atto un gioco in grado di sfruttare la capacità fisica di persone senza che essi dovevano avere competenze specifiche, come ad esempio è richiesto in altri sport. Il gioco prevede la partecipazione di tutti e consente lo sviluppo di capacità fisiche. Le regole sono facili da soddisfare e non richiede competenze altamente raffinati per la loro pratica, sviluppando così la capacità di reazione, l'equilibrio, il movimento, la direzione e il ritmo (Glater, 2013). Questa ricerca gioco interagire e promuovere anche le attività sportive a scuola, entrando come un'altra opzione in lezioni di educazione fisica, e di diventare un trampolino di lancio per le attività che richiedono più tecnica in questo senso per portare più studenti all'attività fisica. Questa modalità è stata prendendo forma e ottenere prove guadagno come i professionisti di educazione fisica hanno acquistato l'idea di praticarla (Glater, 2013. ROCHA, 2016).

Il Programma Mines olimpici nel 2014 ha contribuito alla diffusione di questo metodo per preparare 50 professionisti e 150 tirocinanti di educazione fisica. Questo corso moltiplicatori fatto la Tapembol raggiungere i 100 minatori comuni. Attraverso questo evento, lo sport stava diventando sempre più conosciuta ed è attualmente presente anche a Rio de Janeiro, Espirito Santo, San Paolo, Mato Grosso, Parana e Bahia, in università e college. Pertanto, il gioco Tapembol può essere inclusa come attività pedagogica innovativa in lezioni di educazione fisica, come un'attività piacevole che permette lo sviluppo di diverse competenze, compresi gli aspetti fisici, cognitivi, emotivi e sociali dei suoi praticanti (Glater 2013 ; ROCK, 2016).

pratiche didattiche innovative di educazione fisica e le influenze della formazione professionale

L'educazione fisica è una disciplina in cui sempre più insegnanti riguardano il miglioramento del processo educativo nel contesto scolastico. Le procedure pedagogiche sono le più diversificate e complementari tutto, perché la scuola serve la società, e incontrare l'azienda si occupa di diversi contesti socio-culturali, in aggiunta a ogni studente regali fisici e di sviluppo. "L'idea di base è che l'insegnante, l'introduzione di pratiche didattiche innovative a scuola, deve avere conoscenza delle procedure di insegnamento e scegliere il più adatto alla realtà della loro scuola e ogni classe operaia" (Silva & BRACHT, 2012) .

Secondo Fensterseifer e Silva (2001), la scuola EF sta vivendo una sorta di transizione per quanto riguarda la loro pratica, un momento speciale per avvicinarsi a questo settore con fini scolastici. Educazione Fisica sarebbe alla ricerca di elementi per costruire una pratica pedagogica di lavoro non è più centrato, ma l'acquisizione di nuove conoscenze, che coinvolge le pratiche innovative e di successo con particolare attenzione alla messa in discussione, la creatività e l'innovazione. Cerco il completamento dei valori umani.

Per gli autori, ci sono diversi fattori che interferiscono direttamente nella realizzazione di pratiche che sono innovativi e di successo nello spazio di educazione fisica. Uno di questi fattori è direttamente legata alle pratiche conservatrici e riduzioniste incontrate dalla zona fin dai tempi antichi. L'adozione di nuove pratiche pedagogiche richiede un equilibrio ai metodi tradizionali, ma v'è un certo fallimento da parte di alcuni educatori di mettere in concetti e modelli inovadores.com pratica per cui v'è un restringimento di idee descaracterizando lo scopo di pratiche innovative (Fensterseifer & Silva, 2001).

Le classi di scuola di educazione fisica in realtà lo scopo di sviluppo personale dello studente. Attraverso il movimento, gli si insegna più valori che vanno dal fisico, attraverso la natura giocosa – attraverso giochi e attività, e raggiungendo alla consapevolezza dei valori morali come il rispetto e lavoro di squadra. Tuttavia, le questioni come la salute, il benessere e altri benefici per migliorare la qualità della vita che pratica sportiva porta i bambini e gli adolescenti sono lasciati fuori su un primo piano quando si tratta di fare sport prestazioni a scuola.

Un altro fattore molto importante è direttamente correlata la formazione continua, il percorso più ovvio e l'opzione migliore, e corsi di laurea la conoscenza ancora è stato come elementi essenziali che consente la qualificazione e l'applicazione pedagogica del maestro.

La ricerca per la formazione continua nei modelli tradizionali è stato il centro di numerose critiche: Nóvoa (1999), Nóvoa (1999), Nóvoa (2001), Sacristan (1999), Dallabona e Mendes (2004) tra gli altri. Rigorosamente in caso di scuola di educazione fisica non ha compiuto notevoli progressi per quanto riguarda la loro pratica avvicinarsi degli obiettivi della scuola, si consiglia di discutere le alternative analizzate nel presente per affrontare questa situazione.

Secondo Sacristan (1999) e Bracht (2005), il professionista che intende formazione continua non è limitato solo alla laurea, di laurea o perseguire anche corsi estensione fornisce la formazione di un insegnante di critica e riflessiva, la continuità ricerca di conoscenza che valorizza la dimensione sociale e culturale, non solo la parte tecnica della professione, in modo da un insegnante con esperienze che sono cruciali nella formazione e nella formazione.

Essere inclusi in un gruppo di studio è molto importante perché è in aggiunta elementi importanti per applicare l'innovazione. L'uso di queste pratiche di insegnamento tapembol dimostra che un aumento della formazione diventa un altro può essere condiviso costituendo così un anticipo nell'opzione pratica quotidiana pedagogica. La cosa importante è che questa partecipazione di risolvere i problemi e le dimensioni personali e culturali dei docenti e valutazione creazioni autentiche che arricchiscono la diffusione di queste pratiche (BRIDGE, 1997).

Secondo Novoa (2001), una buona opzione per migliorare le pratiche pedagogiche e discutere con i colleghi, rimanere aggiornati con le nuove metodologie di insegnamento e di espandere più efficaci pratiche pedagogiche sono alcuni dei punti principali della professione di insegnante per questo nuovo secolo.

Insegnante di scuola CARTA e genitori in pratica di incoraggiare INNOVATIVO EDUCATIVO

E 'la scuola di vita che si apprende, questa espressione popolare ci porta un riflesso di come la scuola è importante nella formazione dell'individuo, in Brasile, la scuola ha subito diverse trasformazioni in educazione fisica speciale evidenziando il suo ruolo nel contesto sociale.

Come affermato Bridge (1997), è attualmente il ruolo della scuola più per preparare solo una piccola élite per gli studi superiori e / o fornire la gran massa dei requisiti minimi per l'ingresso nel mercato del lavoro; a differenza il suo ruolo deve essere quello di preparare tutti i giovani da inserire in modo creativo, critico e attore in una società sempre più complessa, dove la capacità di scoprire le opportunità, flessibilità di pensiero, l'adattamento a nuove situazioni, la persistenza e la capacità di interagire e cooperare sono qualità fondamentali.

L'insegnante che fa parte di questo reality show come un trasmettitore di conoscenza, non è più il padrone della conoscenza, essendo in strumenti costante processo di costruzione appropriandosi che consentono l'intuizione di educare gli studenti e guidarli nell'apprendimento della fase scuola. E anche cercando di mettere in relazione l'azione pedagogica con la loro formazione professionale.

Di fronte a questa ricerca i vostri insegnanti di formazione si trovano di fronte a due tipi di allenamento che tradizionali, in avanti e la specializzazione di sport in svantaggio ad altre pratiche educative, del valore della concorrenza e le prestazioni, e una più scientifica, che privilegia la teoria e la conoscenza scientifica derivata dalla scienza-madri.

In formazione tradizionale sembra essere alcun dubbio circa la pratica pedagogica degli insegnanti, in quanto entrambi sono simili da valori.  L'attività del maestro è molto simile al ruolo di allenatore. Sceglie e propone il contenuto, la metodologia e valutazione, si disciplinare il, cioè è "un allenatore che sovrintende, dirige, consiglia, corregge" (castello; apud Silva, 1988, pag 56.). Professore cerca di mantenere un rapporto comune con gli studenti, con questo approccio garantisce la sua autorità.

La competenza scientifica, che è un ulteriore obiettivo, e cerca di rilevare difetti nella formazione tradizionale, e mostra i risultati pratici che non erano molto buoni, perché, secondo Darido (1996, p 56.): "La conoscenza derivata da scienza-madri non hanno ottenuto di influenzare definitivamente la pratica ", cioè le conoscenze acquisite, ad esempio, nei soggetti (o sub) come fisiologia, apprendimento motorio e Sociologia non sono utilizzati dagli insegnanti nelle loro classi, ottenendo la loro pratica legata anche sport tradizionali, il gesto tecnico o una posizione acritica.

Secondo il parere di Bolan (2017), il ruolo dei genitori è essenziale nella formazione dei bambini, che sono i primi educatori dall'inizio hanno il compito di sostegno materiale, i bambini culturali e spirituali che questo è un attributo padre, quindi non può essere delegata a terzi o sostituito dallo stato. Ogni volta che i regimi totalitari titolati hanno cercato di contrastare questo ruolo dei genitori, tali tentativi non hanno dato certo; Questo perché solo i genitori e che dovrebbe prendersi cura della formazione etica e morale dei bambini per prepararli per la vita.

La scuola, insegnanti e genitori costituiscono la base fondamentale di collaborazione e condivisione, per la formazione, lo sviluppo di azioni sinergiche che sono veramente in grado di migliorare i risultati degli studenti

Tapembol l'inclusione e lo sviluppo delle capacità fisiche, cognitive, sociale e motorio

Molto si è discusso anche attraverso i mezzi di comunicazione, le reti sociali la questione è molto dibattuta in quanto la società si sta evolvendo in modo positivo al fine di realizzare le varie carenze come essere naturale, con particolare attenzione all'istruzione fisica mostra con i progressi di essere un attività di movimento e il linguaggio del corpo, per futili motivi ancora giovane formazione del carattere, sono esclusi per ragioni diverse, la timidezza, l'obesità e il sesso (Azevedo, 2012).

Nello studio di Goodwin e Watkinson (2000), l'esclusione è stata vissuta da studenti disabili nelle esperienze di isolamento sociale, quando erano diversi a causa di disabilità, o aveva limitato la partecipazione alle attività.

Gli studenti in questi casi vedono ai margini delle attività di educazione fisica, il processo di recupero di questi studenti di partecipare a scuola ha bisogno di qualcosa di suscitare la curiosità sarà, nuove pratiche che richiamano l'attenzione di questi studenti, il nome tapembol già e appariscente che lo studente vorrà sapere quale sia l'attività, accattivante che servirà come trampolino di lancio per altri successi. deve essere di fronte a disabilità dello studente diventa necessario creare opportunità per lui di venire a vivere al meglio la proposta del maestro.

Per sentirsi incluso è essenziale per la costruzione di relazioni sociali positive, con caratteristiche di sostegno alle esigenze di questo studente (Goodwin & Watkinson, 2000). Questa esigenza rafforza il rapporto difesa da Stainback e Stainback (1990), che l'inclusione è strutturato da un senso di appartenenza, l'accettazione e l'importanza all'interno del loro gruppo sociale. Secondo questi autori, lo studente ha bisogno di sentirsi appartenente al gruppo, indipendentemente dalla loro disabilità, se, socais o motore.

Questo nuovo sport viene fornito con una proposta speciale per quello studente che ha bisogno di sentirsi appartenente al gruppo, le ragazze che in molti casi l'educazione fisica hanno solo la possibilità di giocare bruciati o lasciati fuori, escluso, il tapembol non ha movimenti improvvisi, come il calcio, il calcio, allora si apre questa nuova possibilità per le ragazze.

Quando l'insegnante si rende conto delle difficoltà dello studente e realizzata attraverso adattamenti ottenere la vostra partecipazione v'è un guadagno estremamente positiva per entrambe le parti a seguito vedere l'importanza delle pratiche di insegnamento in tal senso da uno sguardo di innovazione, insegnante insegna atti forma moltiplicatore. Diverse attività sono state proposte per questo studente la tapembol entra in questo contesto, quando lo studente non ha l'agilità ha difficoltà a socializzare e ideale per entrambi i sessi per non essere violento e allo stesso tempo agonistico che amatoriale, non è facile lavorare con questi individui speciali, ma quando si dispone di nuove prospettive che si formeranno nuove possibilità di aggregare valori essenziali a loro.

Il professionista di ogni attività ha un guadagno speciale che la conoscenza ha prezzo, l'esperienza, il miglioramento cognitivo e il rafforzamento delle relazioni sociali che vengono vissuti dagli esseri speciali, e ha portato tutta la sua vita.

La cura e gioco EDUCARE LA FORMAZIONE e incoraggiare pratiche educative innovative

Lo studente in cerca di forme di gioco di trasformazione che la gioia espressione rilassata in un mondo immaginario, che contribuisce allo sviluppo e l'apprendimento di facilitare la costruzione di riflessione e creatività in educazione della prima infanzia, pratiche innovative con esperienza nel giocare generare cambiamenti nei bambini come sappiamo che la pratica il gioco è stato spento, dobbiamo essere vigili e non lasciare che il gioco scompare.

Per questo dobbiamo preparare l'organizzazione del tempo e dello spazio per il gioco, perché se non il bambino non farlo da solo, abbiamo messo il gioco nella routine dei bambini a scuola (in programmazione), organizzando l'ambiente per il gioco accade, il gioco è processo di educazione del bambino e dobbiamo riconoscere il gioco in tutte le sue potenzialità e il suo potenziale educativo. E 'necessario che gli educatori della prima infanzia svolgono un ampio lavoro di informare la società che il "gioco" non è una perdita di tempo, ma un processo attraverso il quale il bambino deve passare (MOURA & AMORIM, 2013).

Prendersi cura di un bambino in un contesto educativo e personale, richiede l'integrazione di vari campi del sapere, così come il coinvolgimento dei genitori, la società e la famiglia a sviluppare realmente accadendo a livello globale.

Il riferimento Curriculum Nazionale per l'educazione della prima infanzia, dimostra che la base della cura umana è quello di capire come aiutare a vicenda per svilupparsi come un essere umano. mezzi Caring valorizzare e aiutare a sviluppare le competenze. Per verificare sviluppo integrale è necessario preoccuparsi della cura relazionale, che coinvolge le dimensioni affettive, sociali, cognitive e motorie e la cura con gli aspetti biologici del corpo, come ad esempio la qualità del cibo e assistenza sanitaria (BRASILE, 1998b ).

Per la cura è necessario prima di tutto essere impegnati gli uni agli altri, con la sua unicità, essere di supporto delle vostre esigenze, basandosi sulla loro capacità. Il giocattolo e gioco sono le pratiche che rendono possibile lo sviluppo di tutte queste valenze. La cura deve prendere in considerazione le esigenze dei bambini, che, se visto, sentito e rispettato, può dare importanti indizi circa la qualità di ciò che stanno ottenendo, i genitori svolgono un ruolo importante in questo senso. Lyra (2003) dice che i genitori svolgono un ruolo fondamentale nell'educazione formale e informale dei bambini, dove vengono assorbiti i valori etici e umanitari e posso dire che la famiglia sarà un'influenza più sano per lo sviluppo della personalità e del carattere di pessoas23.

E aggiunge che è sempre più difficile educare i bambini di oggi è più complessa rispetto nei nostri nonni e genitori di tempo: Diversi fattori hanno contribuito a che questo accada. Nei primi anni '90 a oggi il mondo è cambiato radicalmente, e tutti noi, bambini, adolescenti e adulti, le conseguenze di questi cambiamenti finiscono per vivere, coinvolgendo giocattoli e giochi (LYRA, 2013).

Consumi, l'isolamento e la mancanza di spazi, tra gli altri, hanno dimostrato che il gioco ha subito trasformazioni e in alcuni luoghi addirittura scomparire. La società moderna è caratterizzata da una serie di trasformazioni; la diversità culturale cede il passo al processo di globalizzazione, la collaborazione è stato sostituito da competizione e l'individualismo, spazio pubblico per il tempo libero sta scomparendo, v'è un incentivo aumento del consumo, attività di gruppo vengono sostituiti, spesso isolamento e giochi tradizionali non sono più praticate a causa della espansione delle nuove tecnologie (LYRA, 2013).

Con queste modifiche la famiglia finisce per soffrire le conseguenze e perdere valori importanti, tra cui i momenti che circondano il gioco a causa della mancanza di tempo e la conoscenza dei genitori circa i benefici che giocano porta a sviluppo del bambino (LYRA, 2013).

Nel gioco, i bambini a sviluppare le competenze importanti e fondamentali per lo sviluppo dell'autonomia e dell'identità, così come alcune funzionalità maturi, come la memoria, l'immaginazione, l'attenzione e la socializzazione (LYRA, 2013).

L'insegnante, come i principali responsabili per l'organizzazione di situazioni di apprendimento, dovrebbe conoscere il valore del gioco per lo sviluppo dello studente. Spetta a lui per fornire uno spazio che si fonde scherzo con le classi di tutti i giorni, un ambiente favorevole per l'apprendimento scolastico e fornisce gioia, piacere, circolazione e la solidarietà in atto di suonare (LYRA, 2013).

FINALE

Considerando gli studi, pratiche pedagogiche innovative incontrano le preoccupazioni in modo pertinenti professionale insegnante di educazione fisica che ha questa visione diventa un potenziamento contribuendo alla crescita di queste pratiche, temi rilevanti quali l'inclusione e l'innovazione richiedono diverse posture, introdurre qualcosa nuovo come è tapembol soddisfacente perché è uno sport che riempie progressivamente i tre assi della formazione individuale, e cognitiva, sociale e motorio.

Contribuire a queste esigenze attraverso le opere giocose alla cura e giocare facendo uso delle dimensioni concettuali, procedurali e attitudinali che fornisce una svolta nel insegnamento-apprendimento migliorare il rapporto insegnante-studente che mirano a dimensioni quali l'affetto, l'apprendimento e non l'obbligo di significato per lo studente di farlo è urgente pensare ad un diverso punto di vista della formazione degli insegnanti di intravedere altri livelli di relazione tra storie di vita.

La conoscenza accademica, la produzione di conoscenza è la sensazione grazie al lavoro e professione, eppure questi cerchi non può essere chiusa perché la discussione congiunta e l'aumento delle produzioni dei gruppi con la comunità di genitori e insegnanti sono espanse attraverso il dialogo che è importante evitare consanguineità in molti casi e inibendo la creatività e l'autocritica.

Infine, nel corso degli studi, è diventato chiaro che il gioco Tapembol come pratica pedagogica, può piuttosto essere presentato come una pratica pedagogica di innovazione nelle lezioni di educazione fisica, in quanto arricchisce e diversifica il curriculum scolastico, consentendo agli studenti di costruire nuove regole e l'adattamento dello sport, così come la valorizzazione delle espressioni regionali e culturali, dando senso e significato per gli studenti nel contesto scolastico.

RIFERIMENTI

Azevedo, M. L .. Il ruolo dei media e della comunicazione per l'inclusione sociale. Disponibile all'indirizzo: <https://www.egalite.com.br/blog/574/o-papel-da-midia-e-comunicacao-na-inclusao-social>. Accesso: 16 luglio 2017.

Bolan, V. Il ruolo dei genitori nell'educazione dei figli. Disponibile all'indirizzo: <http://www.folhadesaopedro.com.br/o-papel-dos-pais-na-educacao-dos figli / 1106>. Accesso: 16 luglio 2017.

Bracht, V. Research (azione) e la pratica di insegnamento di educazione fisica. In: _______ (Eds.). Collezione scolastica quotidiana – L'educazione fisica nella scuola elementare (8 ° gradi / 5th). Brasília: MEC 2005. p.7-22.

Brasile. Ministero dell'Istruzione e dello Sport. Dipartimento di istruzione elementare. quadro curriculum nazionale per l'educazione della prima infanzia. Brasília: MEC / SEF, 1998a.

Brasile. Ministero della Pubblica Istruzione. Dipartimento di istruzione elementare. Linee guida Curriculum nazionali: Educazione Fisica / Dipartimento di istruzione elementare. Brasília: MEC / SEF, 1998b.

Dallabona, S. R.; MENDES, S. M. S. Il giocoso all'asilo: Play, il gioco, un modo per educare. Del 2004. 13f. TCC. (Specializzazione in Psicologia) – Santa Catarina Istituto di Specializzazione, ICPG, Santa Catarina, 2004. Del 2004. Disponibile all'indirizzo: <http://www.posuniasselvi.com.br/artigos/rev04-16.pdf>. Accesso: 16 luglio 2017.

Darido, S.C. educazione fisica a scuola: il contenuto, le sue dimensioni e significati. Cultura accademica, São Paulo, v. 16, n. 1, p. 51-75, 2012.

Debortoli, A. J.; Borges, K. E. L. L'educazione fisica partecipando alla costruzione di un'educazione della prima infanzia proposto. In: Atti … X brasiliani Sports Science Congress 1997. Goiânia, BR. Anais … Goiania: BCSS 1997, 1: 273-281.

Fensterseifer, P. E.; Silva, A. M .. Provare la "nuova" scuola di educazione fisica: il punto di vista dei suoi attori. Rev. Bras. Ciênc. Sport. Porto Alegre, v. 33, n. 1, p. 119-134, 2011.

Galvão, Z. istruzione scolastica fisica: la pratica del buon maestro. Magazine Mackenzie di Educazione Fisica e Sport, San Paolo, v. 1, n. 1, p. 65-72, 2002.

Glater, R. Tapembol – Che gioco è questo? Disponibile all'indirizzo: <http://www.tapembol.com.br/contents/index/47/Tapembol-que-jogo-esse>. Accesso: 16 luglio 2017.

Goodwin, D.; Watkinson, J. inclusiva Educazione Fisica dal punto di vista degli studenti con disabilità fisiche. Adattato Attività fisica Quarterly, vol. 17, n. 1, p. 144-163, 2000.

Lyra, G. J. H. importanza dell'integrazione di scuola della famiglia, le loro difficoltà e le loro incontri, il dialogo necessario per la costruzione del soggetto e il futuro del contesto scolastico. Disponibile all'indirizzo: <https://semanaacademica.org.br/system/files/artigos/gal_artigo_corrigido_0.pdf>. Accesso: 16 luglio 2017.

Moura, M.; Amorim I. Il giocoso nella formazione di rilievo. Cairu in Review, Salvador, v. 2, n. 2, p. 133-142, 2013.

Nóvoa, A. Gli insegnanti passati e presenti. In: ________. (Eds.). insegnante di lavoro. Portogallo: Porto, 1999. p.13-34.

Nóvoa, A. Gli insegnanti e la loro formazione. 2. ed. Portogallo: Don Chisciotte, 1995.

Nóvoa, forme A. insegnante della scuola. Magazine New School, San Paolo, v. 16, n. 142, p. 3-15,
Ponte, J. P. l'insegnamento della matematica nella società dell'informazione. Istruzione e Matematica, Lisbona, v. 45, n. 1, p.1-2, 1997.

Roccia, C. A. M. Tapembol. Rivista di educazione fisica, Rio de Janeiro, v. 1, n. 59, p. 30-31, 2016.

Sacristan, consapevolezza J. G. e l'azione sulla pratica come una liberazione professionista insegnante. In: Nóvoa, A. (Ed.). insegnante di lavoro. Portogallo: Porto, 1999. p.82-113.

Silva, M. S. da; Bracht, V. Sulle tracce delle pratiche e degli insegnanti innovativi nella scuola di educazione fisica. Kinesis Magazine, Santa Maria, v. 30, n. 1, p. 80-94, 2012.

Silva, Valori SA in materia di istruzione. 2. ed. Petropolis: Voices, 1988.

Stainback, W.; Stainback, S. collaborazione, rete di sostegno e costruzione della comunità. IN: __________ (Eds.). Inclusione: Una guida per gli educatori. Porto Alegre: arti mediche, 1999.p.21-34.

[1] Corso di Laurea Formazione Facoltà di Fisica Patos de Minas – Anatre Minas / MG

[2] Docente Facoltà di Patos de Minas – Anatre Minas / MG 

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here