Il ruolo del Mozambican Consiglio scolastico nello svolgimento delle scuole primarie

DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI
SOLICITAR AGORA!
Rate this post
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email

CONTEÚDO

ARTICOLO ORIGINALE

MEIA, Aleque Joaquim [1], BECHANE, José [2]

MEIA, Aleque Joaquim. BECHANE, José. Il ruolo del Mozambican Consiglio scolastico nello svolgimento delle scuole primarie. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 05, Ed. 10, Vol. 12, pp. 168-181. ottobre 2020. ISSN: 2448-0959, Collegamento di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/formazione-it/consiglio-scolastico

RIEPILOGO

Questo articolo cerca di riunire un approccio sui fondamenti teorici e pratici del rendimento, sul suo impatto, sulle implicazioni nella scuola e nella società. Porta una riflessione sul ruolo del Consiglio scolastico nell’istruzione primaria in Mozambico, utilizzando come caso di studio la Scuola Primaria Completa di Canongola, nell’omonimo distretto di Tete e provincia. Questo lavoro, nel corso del suo approccio, si baserà sulle procedure metodologiche della ricerca qualitativa e sarà sovvenzionato da un trattamento statistico nell’analisi dei dati relativi a questionari e interviste. I colloqui sono stati applicati alle componenti del corpo del consiglio scolastico, come il preside della scuola; Vicedirettori pedagogici; capo del segretariato; otto insegnanti; quattro studenti; un presidente del consiglio di amministrazione; un segretario del consiglio scolastico e quattro genitori di classe. Essi hanno compilato e risposto ai formulari corrispondenti ai membri o al rappresentante di ciascun organismo. Lo studio rivela che c’è una grande sfida nella procedura di gestione nei piani delle scuole primarie per motivi di vari ordini. La riunione del Consiglio della Scuola Primaria Matthew Samson Muthemba, il cui ordine del giorno era l’elezione del presidente e segretario del Consiglio scolastico. Lo studio ha individuato la violazione di alcune regole che regolano il manuale della costituzione del Consiglio scolastico, perché oltre al preside, che è l’unico membro esentato dalle elezioni, ci sono altri candidati e non eletti nel consiglio scolastico. Lo studio ci ha anche mostrato che, nonostante la partecipazione dei membri della comunità alle riunioni del consiglio scolastico, in pratica, hanno poco ruolo nel corso delle riunioni, il che mostra ancora una forte influenza del segmento degli insegnanti, cioè del direttore dell’istituto nel tipo di decisioni prese dal consiglio scolastico.

Parole chiave: Istruzione, Scuola, Consiglio scolastico.

INTRODUZIONE

Questo articolo è il risultato di riflessioni sul lavoro che è stato sviluppato dai consigli scolastici del nostro paese, in Mozambico c’è il coinvolgimento del paese e dei genitori, dove sono rappresentati dall’ente chiamato Consiglio nelle scuole, e questa pratica ce l’ha si è verificato sin dal periodo post-indipendenza quando le prime esperienze di genitori e / o tutori iniziano a farsi sentire attraverso le commissioni genitori e comunità scolastiche di collegamento, designate da LEC. Questa Legge nº 6/92, del 6 maggio, rafforza in qualche modo il coinvolgimento, che guida l’effettiva partecipazione di altri enti competenti, comprese le comunità nella loro performance nei processi educativi e incoraggiando un maggiore collegamento tra la comunità e le istituzioni di educazione insegnamento.

Consigli scolastici nei nostri istituti, specialmente a livello di istruzione primaria, oltre agli altri livelli, è evidente che vi è una necessità molto rilevante per la disponibilità della scuola nelle comunità locali attraverso il sostegno della legislazione disciplinata dal Diploma Ministeriale attraverso il paragrafo 54/2003, datato 28 maggio, dalla stessa forza della legge nell’ambito del decentramento amministrativo del territorio nazionale, che mira a creare maggiore dinamismo in tutto il processo di pianificazione e di adozione di qualsiasi decisione attraverso una partecipazione congiunta con questo importante organismo.

Lo studio presentato in questo articolo è la conseguenza di un’indagine quotidiana e di un’osservazione nel processo di valutazione della partecipazione di genitori e tutori intorno a molte scuole, come la necessità di dare un’occhiata alla prospettiva di portare e ispirare una capacità nella gestione di nuovi approcci coerentemente in base alla situazione reale e attraverso ogni realtà che accade in ogni scuola primaria e in particolare nella Scuola Primaria Completa di Canongola , qualora il consiglio scolastico non riveli le proprie competenze in relazione alla direzione della scuola. L’intenzione era quella di capire davvero come gli attori coinvolti nel processo, il consiglio della scuola elementare si impegnano o si impegnano per quanto riguarda la loro partecipazione al processo decisionale nell’approvazione dei piani d’azione.

METODOLOGIA

Secondo Marconi e Lakatos (2007), ha la comprensione che ci permette di renderci conto che il metodo è l’insieme di varie attività sistematiche e razionali che, con maggiore sicurezza e o padronanza, con una visione o che ci porta a raggiungere gli obiettivi, conoscenze rilevanti che tracciano l’ambiente da seguire, rilevano errori e assistono le decisioni dello scienziato. Questi approcci o metodi aiutano a stabilire criteri nella classificazione del lavoro di qualsiasi natura di ricerca. E in questo caso in riferimento, questa riflessione fa parte di una ricerca esplorativa che mira a fornire una grande assimilazione con il problema al fine di renderlo più chiaro nel portare varie ipotesi per qualsiasi oggetto di studio.

In questo senso, ci ha portato a voler verificare se sia necessario applicare la funzionalità della ricerca esplorativa nella prospettiva che ci permette di portare un maggiore coinvolgimento dell’indagine bibliografica; interviste di persone di esperienza e pratiche, e analisi che stimola la comprensione (SELLTIZ et al, 1967), al fine di fornire alla società la prova del fondo e una maggiore chiarezza del motivo principale che mette in discussione il corpo del consiglio scolastico nello svolgimento nelle scuole primarie, nel caso concreto nella Scuola Primaria Completa Canongola. In modo tale che Lakatos basi il processo sui metodi per essere percorsi che mi permettono di raggiungere un certo punto, e questo fenomeno mi porta a passare attraverso forme diverse, al fine di ottenere qualche verità di base nell’oggetto di studio di questo articolo.

Ho capito che, a tal fine, potrebbero essere utilizzati diversi metodi che consentano di raggiungere i risultati, ma che sarebbe urgente mente necessaria la necessità di una coniugazione quantitativa per dati misurabili e incommensurabili. Tuttavia, poiché la ricerca è prevalentemente qualitativa, i dati sono stati analizzati in forma interpretativa attraverso la categorizzazione in modelli, che hanno prodotto sintesi narrativa descrittiva.

Secondo l’obiettivo che ci ha portato a scrivere o lavorare questo articolo, è che la ricerca tende ad analizzare le azioni del Consiglio scolastico che possono essere sviluppate per migliorare le prestazioni nelle scuole primarie, facendo da modello per varie istituzioni educative, che possono seguire come modello di riferimento.

A livello dei tre gruppi non aorti nel campo dello studio, abbiamo osservato che in realtà il Consiglio scolastico dopo l’analisi, si è visto che uno dei maggiori ostacoli ha a che fare con il tipo di membri che diventano rappresentativi della loro comunità non raccolgono la capacità di gestire le loro azioni, sia di conseguenza, non c’è stato alcun piano concreto per adempiere al loro mandato.

Durante il lavoro sul campo, abbiamo avuto alcune occasioni di partecipare alle riunioni programmate del consiglio scolastico, abbiamo riscontrato che mancava la sede appropriata per l’organismo per riunirsi e deliberare su questioni pertinenti.

Nel corso dello studio abbiamo individuato che nella maggior parte degli intervistati convergevano i loro suggerimenti sulle norme che regolano la costituzione del Consiglio scolastico, perché oltre al direttore che è l’unico membro esentato dalle elezioni, ci sono altri candidati e non eletti. Un altro aspetto è legato alla rappresentatività nella costituzione del consiglio scolastico, perché il presidente dell’organo è stato più spesso il membro influente del consiglio di amministrazione. In questi aspetti, Werle (2003), come menzionato in Luiz e Conti (s/d), afferma che il Consiglio scolastico dovrebbe essere eletto con voto segreto e costituito da tutti i segmenti della comunità scolastica.

In questo studio abbiamo anche osservato che, nonostante la partecipazione dei membri della comunità alle riunioni del consiglio scolastico, in pratica, hanno scarso contributo nelle opinioni motivate dalla mancanza di dominio dell’organo che sopportano nel corso delle riunioni, il che mostra ancora una forte influenza del segmento della gestione scolastica nel tipo di decisioni prese. Ha anche rivelato che la scuola opera secondo una struttura verticale, con il preside al vertice e gli altri ai livelli inferiori, inoltre, questa è la struttura formale in vigore nelle scuole pubbliche, come stabilito nella Politica nazionale dell’istruzione (PNE).

Alla partecipazione di questo organismo, Consiglio scolastico, la legislazione del nostro Paese, mozambicano, è associata al pieno funzionamento, concentrandosi sul miglioramento del rendimento degli istituti di istruzione, nella misura in cui i genitori possono monitorare regolarmente le prestazioni dei loro figli (MEC, 2005). Nel caso specifico, nonostante lavori in ambienti urbani, il Consiglio scolastico ha aspetti come molti altri che possono rivelare alcuni aspetti del suo fallimento, come ad esempio: l’assenza del presidente del Consiglio scolastico in alcune occasioni rilevanti, di conseguenza, il consolidamento del ruolo è interessato; minore coinvolgimento dei genitori e dei tutori nel Consiglio scolastico; il requisito della retribuzione dei membri del Consiglio scolastico e la mancanza di azioni di formazione dei membri del Consiglio scolastico, che possono contribuire al loro scarso rendimento nel funzionamento del consiglio scolastico (MEDEIROS e OLIVEIRA, 2008).

Da questo articolo, dobbiamo proporre in generale alcuni suggerimenti di qualifiche e che possano aiutare il funzionamento chiave che consente all’organo del consiglio scolastico che è ben consolidato delle competenze nello svolgimento delle sue funzioni, che servirà da modello per vari membri del Consiglio scolastico nel nostro insegnamento in Mozambico, quindi si guida nei seguenti aspetti :

  • Adeguatezza dei requisiti minimi per i candidati che possono essere ammessi all’organismo;
  • Creazione di forme di monitoraggio e consulenza del Consiglio scolastico, come modo per garantire un funzionamento efficace;
  • Creazione di una raccolta fondi del fondo operativo del consiglio scolastico per garantire condizioni necessarie o buone alla partecipazione di genitori e tutori;
  • Generazione di piani d’azione e richiesta di responsabilità nei rispettivi segmenti;
  • Istituzione dell’obbligo di formare i membri del consiglio scolastico per qualificarli a discutere i problemi reali della scuola;

RASSEGNA DELLA LETTERATURA

ISTRUZIONE

Ferreira (2009), ci ha portato a credere che l’educazione sia un processo che consente lo sviluppo di capacità fisiche, intellettuali e morali dei bambini e degli esseri umani in generale, mirando a una migliore integrazione individuale e sociale. In questo senso, l’educazione essendo un processo di formazione dell’uomo, avviene durante la convivenza sociale, l’insegnamento e l’apprendimento, non solo a scuola, ma soprattutto, nella vita, danno questo, il fondamento che il ruolo dell’educazione come processo e considera la scuola come un modo importante per la realizzazione o l’esecuzione di un’educazione umana che considera la disciplina nell’azione , dove l’individuo impara nella misura in cui fa le scelte che lo cambiano in se stesso e negli altri.

E per Oliveira (2000) offre la possibilità che il processo educativo che l’uomo deve essere considerato a livello fisico e intellettuale consapevole delle possibilità e dei limiti, in grado di comprendere e riflettere sulla realtà del mondo che lo circonda. Nell’altro senso, Kant vuole distinguere l’uomo dall’animale è perché l’uomo ha questa capacità di laurearsi ed educarsi a servire la sua comunità attraverso la capacità intellettuale, la cui capacità che l’uomo ha di trasformare ha contribuito notevolmente alla propria società

Dal concetto appreso sull’istruzione, si può pensare che gli scopi educativi si riferiscano ai ruoli che gli individui svolgono all’interno della società. In questo contesto, l’istruzione e la sua pratica dipendono dal tempo storico e da fattori politici, sociali, economici e culturali. Allo stesso modo, essa va nella stessa direzione (REBOUL, 1971) considera l’educazione un’azione consapevole che ci porta a lasciarci essere un essere umano derivato dalla capacità di sviluppare le nostre capacità fisiche e intellettuali, nonché i sentimenti sociali, estetici e morali, con l’obiettivo di adempiere il più possibile alla sua missione di uomo. In conformità con il risultato dell’istruzione, sorgono diverse azioni.

SCUOLA

Nella percezione di Guedes (2009), definisce il termine scuola, come un luogo di ozio, uno spazio in cui gli uomini liberi si sono riuniti per pensare e riflettere sulla loro vita. E dobbiamo dire che Aristotele ha previsto la scuola all’aperto, dove il maestro e i discepoli potevano divagare sui temi più vari senza pretese di pratica e fretta. In questo senso, l’arte della ragione e della conoscenza predisse qualcosa di piacevole, cioè Sapororis (gusto e ragione).

In questa base teorica sapere che dovrebbe essere fenomenale che ispira gli uomini nella loro vita quotidiana nel processo di insegnamento-apprendimento. E attualmente il luogo concepito come spazio scolastico, controlla se una differenza dello stesso spazio, che sono condizioni avanzate. Per semplificare la comunicazione tra le istituzioni, è stato attraverso i sistemi di apprendimento stessi, dove le società frequentano in tali scuole, così come nel mondo moderno, attualmente la scuola si riferisce all’istituto pubblico o privato in cui l’istruzione collettiva viene sistematicamente insegnata (FERREIRA, 2009).

Freire (2003), come menzionato nel Dalbério (2008), i genitori non dovrebbero andare a scuola per ricevere rimproveri, avvertimenti, lamentele o lavoro, ma per partecipare con le loro conoscenze ed esperienze, al fine di portare un buon reddito nella loro vita studentesca in questi istituti, motivo per cui sono chiamati ad accompagnare i loro figli in qualsiasi situazione possa esistere in modo che possano esistere in modo da poter esistere in modo da , condividono le decisioni sull’orientamento dell’istruzione nel processo di apprendimento.

Anche se abbiamo visto alcuni concetti sulla scuola, Gramsci (2000) citato in Taborda, Petrenko e Monteiro (2009) ritengono che la scuola non sia solo il luogo, ma uno strumento usato per formare intellettuali di vari livelli. Per intellettuali Gramsci si riferisce a tutte le persone che svolgono funzioni organizzative su diversi fronti, vale a dire: nella produzione, nella cultura o nella pubblica amministrazione. In questa prospettiva, canongola Scuola Primaria Completa può essere uno strumento per la formazione del personale per servire meglio la vostra comunità.

Tuttavia, consideriamo anche l’apprezzamento rilevante di Gramsci nel riconoscere che la scuola non può che offrire il punto di partenza per lo sviluppo di una nuova concezione del mondo, volta alla formazione di un nuovo intellettuale. Questo intellettuale è legato all’organizzatore che, oltre a elaborare e dare all’organicità i modi di pensare e di comprendere il mondo, sarebbe responsabile della sua diffusione in tutti gli aspetti della propria società, in modo che si presenti la necessità di avere un legame di partenariato nella scuola in relazione al consiglio scolastico.

Nella prospettiva di Gramsci (2000) come menzionato in Taborda; Petrenko e Monteiro (2009), ammette che la scuola può agire sia per il mantenimento dell’ordine esistente che per la trasformazione dell’uomo attraverso il processo di apprendimento nei nostri sistemi educativi, a seconda della correlazione tra la comunità e l’istituto scolastico, che supporta il mantenimento che la scuola può fare è in relazione alla trasparenza della gestione delle istituzioni che culmina nel miglior rendimento del consiglio scolastico nella sua partecipazione alla rappresentatività della comunità. È una scuola perché è giustificata da un’equa corrispondenza con tutte le sfere della società, nonché con il corpo del consiglio scolastico a livello delle scuole elementari in Mozambico.

In tutti i processi volti al funzionamento, a volte è stato caratterizzato da interferenze che tendono a portare al fallimento del processo decisionale a vari livelli di direzioni scolastiche, non ha caratterizzato una buona leadership, come si può vedere in alcune scuole elementari in Mozambico. Molti di questi concetti di autori diversi sono quello di portare più prove negli approcci di diversi modi di interconnettersi con il consiglio scolastico, in particolare presso la Scuola Primaria Completa canongola.

CONSIGLIO SCOLASTICO

Per capire un po ‘ di ciò che viene trattato sul consiglio scolastico usiamo gli autori Ferreira e Aguiar (2004), per portare il significato, che si riferisce sia all’ascolto di qualcuno che alla presentazione di qualcosa a una deliberazione di qualcuno, dopo una considerazione riflessa, prudente e di buon senso, è la virtù che viene concettualizzata dagli autori che si sta verificando principalmente nel modello regolamentato negli organi.

Nel grande Dizionario Enciclopedico Verbo (1997), definisce anche il termine Consiglio come un organismo che può avere funzioni diverse, come funzioni consultive, tecniche ed esecutive dove è stabilito, e che è fondamentalmente questo principio che porta funzionalità nelle nostre scuole primarie.

Secondo (REGEB, 2008), il Consiglio scolastico è l’organo più alto dell’istituto scolastico, e che ha come funzioni di regolamentazione i principi fondamentali degli istituti di istruzione e i loro obiettivi stabiliti a vari livelli, come, centrale, le linee guida che sono stabilite al vertice e nel luogo in cui coprono a livello della base, che per qualsiasi realtà della scuola questo organismo è istituito allo scopo di garantire il buon rendimento dello stesso nella gestione democratica , solidarietà e corresponso.

La rilevanza di questo articolo è in linea con il principio Cruz (s/d), affermando che il termine “consiglio” sebbene sia ampiamente usato per designare diverse forme di organizzazione o altre riunioni di varia natura politica, sia nel settore dell’istruzione che in altri media è diventato più recentemente considerato come un meccanismo per gestire il sistema al fine di garantire buoni risultati nelle scuole primarie, perché la scuola controlla popolarmente le politiche pubbliche. Ecco perché, alcuni ricercatori sostengono che il termine consiglio nasce nel settore dell’istruzione, come un modo per istituzionalizzare la partecipazione della comunità rappresentata dal consiglio scolastico ai processi di buona prestazione scolastica da una prospettiva democratica.

Il consiglio può essere un organo in cui la ragione si avvicina al buon senso. Per questo studio, consiglio significa una riunione o un’assemblea, in cui le persone si riuniscono per deliberare su questioni di vari settori, come: pedagogico, finanziario e amministrativo. Con questa posizione che un consiglio scolastico è legittimato, tonerà all’organo di tutela sviluppare un piano d’azione che miri a svolgere i suoi compiti senza sotto l’influenza della direzione della scuola.

Secondo Cury (2004), egli ritiene che il consiglio sia un costituente di un luogo in cui i membri del consiglio si riuniscono per decisioni deliberate per il corretto funzionamento di tale scuola in cui è inserito. Pertanto, l’intera decisione deve essere preceduta da un’analisi e discussione dei partecipanti. Per essere consapevoli dell’urgente necessità di costituire nel corpo i membri del consiglio scolastico, che sono individui o persone che soddisfano requisiti efficienti, devono essere in grado di soddisfare i requisiti o le competenze nell’esercizio delle funzioni.

DISCUSSIONE

Nel nostro contesto, in ogni direzione della scuola nei Genitori l’influenza sul processo decisionale è ricorrente e guida le discussioni, culminate in apparenti figurativi, il consiglio scolastico non ha avuto il potere proattivo, né nelle riunioni del consiglio scolastico, né nelle assemblee generali della scuola e di conseguenza non ha un impatto sul processo di rendimento effettivo. I dati ottenuti mostrano che il consiglio scolastico non ha alcun potere efficace nelle scuole del Mozambico. Pertanto, lo scopo di questo studio è quello di analizzare le azioni del consiglio scolastico che possono essere sviluppate per migliorare le loro prestazioni nelle scuole primarie, in particolare nel Consiglio scolastico, attraverso il coinvolgimento nella comunità locale, dove prendono decisioni e risolvono i problemi che influenzano la vita scolastica.

In questa prospettiva, Luck (2006), afferma che il Consiglio scolastico dovrebbe promuovere i membri del consiglio scolastico nell’effettiva partecipazione della comunità ai processi di amministrazione e gestione della scuola, con l’obiettivo di garantire la qualità del lavoro scolastico in termini amministrativi, finanziari e pedagogici. .

Tuttavia, il ruolo che il consiglio scolastico svolge nelle istituzioni educative, essendo una struttura innovativa, che implica profondi cambiamenti nel comportamento dei dirigenti scolastici, la sua attuazione ha conosciuto alcuni vincoli (FONSECA 1998: p89). Tali vincoli sono legati alla resistenza al cambiamento, alle forme di partecipazione passiva e alla critica al suo modello costituzionale.

Dal punto di vista dell’autore, in alcune scuole, vengono creati gli organi del Consiglio di scuola, tuttavia, che non svolgono il loro ruolo in modo efficace, quando molti dei membri si riuniscono per approvare solo le delibere o i progetti presentati dalla direzione della scuola, il che va contro il principio di gestione partecipativa e trasparente.

In questo contesto, è evidente che questo organo, il consiglio scolastico, ha quasi una rappresentanza meno coerente nell’istituzione dell’istruzione primaria, a causa dello scarso svolgimento del suo ruolo nelle scuole. Si può capire che questo organo è costituito per svolgere il suo ruolo per il quale è stato istituito. Realtà riscontrabile nelle scuole pubbliche in Mozambico, ed in particolare nella Scuola elementare completa del Canogola (EPCC), i membri sono strategicamente selezionati per la composizione dell’ente, che ora rappresenta la loro comunità nella scuola, ma che, senza un dominio il tempo per discutere e portare una pianificazione delle attività da sviluppare durante i suoi due anni in carica. È auspicabile che vengano affidati loro membri eletti che potrebbero avere requisiti per acconsentire alle loro funzioni. Ma i criteri non sono certamente rispettati rigorosamente per consentire ad alcuni consigli scolastici di costringere i membri a ottenere i loro benefici.

Il pensiero della presentazione di questo articolo è quello di sollevare alcune domande che possono aiutare a percepire chiaramente l’impegno delle prestazioni del consiglio scolastico. Conosci in sostanza il motivo delle scarse prestazioni di questo organo? Quale corretto coinvolgimento nel ruolo che questo ente potrebbe attribuire alla partecipazione effettiva. Come un organo in sintonia con l’amministrazione delle scuole. I membri che formano il consiglio scolastico avranno soddisfatto requisiti adeguati e corrispondenti alle funzioni per aiutare la loro scuola, in modo da avere la precisione per attuare il piano (MINED, 2008).

Riconoscendo la competenza di ogni membro eletto, dobbiamo proporre alcuni possibili suggerimenti che possono aiutare ad aggirare o migliorare le prestazioni di ogni membro dell’organo nelle scuole primarie in Mozambico. Lo Stato mozambicano ha sempre dato il primato al Ministero dell’Istruzione, nella riformulazione della sceneggiatura che cerca sempre di ufficializzare la composizione dei membri del consiglio scolastico, con un maggiore interesse ad interagire nei criteri di selezione corrispondenti al livello di istruzione, quindi essere in grado di ristabilire l’equilibrio del corpo in relazione alla gestione delle scuole per quanto riguarda il loro rendimento. D’altra parte, essendo forniti al consiglio d’istituto i rendiconti di responsabilità in ogni periodo delle attività, può comunque ricostruire la sua posizione come struttura massima nella scuola.

Lo studio in questione ha in vista un’analisi riflessiva della ricerca svolta nella produzione di questo articolo; avendo dimostrato di essere molto rilevante in quanto aiuta a minimizzare i fallimenti e massimizzare il potenziale dell’ente istituito dal governo per combattere la debolezza nel rendimento del consiglio scolastico negli istituti scolastici in Mozambico e in particolare nella Canongola Primary Scuola e che ha consentito di approfondire e chiarire i motivi che impediscono un maggiore coinvolgimento nel processo decisionale.

Nella qualità tecnica dell’istruzione si percepisce una responsabilità nell’individuare e riflettere sui problemi educativi e, attraverso gli studi, proporre alcune possibili soluzioni al problema sollevato. In questo senso, la crescente insoddisfazione dei genitori e / o tutori per il lavoro sviluppato dai Consigli di Scuola negli ultimi anni, ha creato in noi in questo lavoro, la necessità di portare avanti questa riflessione per poter, in modo specifico, contribuire con maggiore apertura, al fine di trarre più contributi sull’argomento e che riunirà numerose proposte che mirano a migliorare le prestazioni del consiglio scolastico nell’istruzione primaria delle scuole, e in particolare attenzione alla scuola elementare Mateus Sansão situata in città di Tete e provincia di Tete.

Gli studi effettuati, rivelano un grande contributo in quanto gli approcci maggiormente incentrati sui membri del consiglio scolastico nei confronti dei dirigenti scolastici, che non osservano la rilevanza della struttura dell’organigramma della Scuola di Collegamento e Comunità ( LEC). Dallo studio svolto, i risultati hanno mostrato in larga misura il ruolo nel consolidamento dell’importanza di un’efficace partecipazione della comunità, ed è evidente a scuola il punto comune di questi due leader. Nel caso del Mozambico in particolare, c’è poca letteratura sull’argomento da sviluppare in questo articolo, pertanto la riflessione motiverà un maggiore interesse ai lettori, risvegliando così il maggior contributo nel campo di analisi sull’argomento.

Questa ricerca è diretta agli aspetti ritenuti rilevanti dal punto di vista degli autori e si prevede che: serva da punto di riferimento per altri lavori di ricerca; che MINED fornisce un supporto evidente per rafforzare le prestazioni dei consigli scolastici; consentire il rapporto tra le funzioni legiferate al Consiglio scolastico e le decisioni che lo stesso organo ha preso durante il suo funzionamento.

CONCLUSIONE

La ricerca-azione sul ruolo del Consiglio scolastico nello svolgimento delle scuole primarie in Mozambico, basata sul quadro teorico di Gramsci, ci consente di presentare alcune conclusioni: Il Consiglio scolastico è uno spazio pubblico in cui genitori, comunità e dipendenti si incontrano per discutere e fare decisioni pedagogiche e amministrative. Per questo motivo, questo organo è considerato un mezzo per esercitare il proprio ruolo nelle istituzioni che conferisce, purché trattato come uno strumento democratico. Tuttavia, per una migliore inquadratura delle conclusioni della ricerca, è importante ricordare il contesto dell’emergere degli organi del Consiglio di scuola in Mozambico e la questione che ha guidato lo sviluppo di questa ricerca. Come accennato, il Consiglio scolastico è stato creato con uno Stato mozambicano con l’obiettivo di coinvolgere i genitori nella ricerca di soluzioni a problemi originati in parte dalla massificazione dell’educazione. Va anche notato che la ricerca mirava a rispondere ad alcune domande: Conoscere in sostanza il motivo delle scarse prestazioni di questo organo? Quale corretto coinvolgimento nel ruolo che questo ente potrebbe attribuire alla partecipazione effettiva. Come un organo in sintonia con l’amministrazione delle scuole. I membri che formano il consiglio scolastico avranno soddisfatto requisiti adeguati e corrispondenti alle funzioni per aiutare la loro scuola, in modo da avere la precisione per attuare il piano (MINED, 2008).

Nonostante le scuole abbiano creato i Consigli di Scuola, in ottemperanza alla direttiva del manuale in vigore, il suo funzionamento costituisce una sfida per tutti coloro che sono coinvolti nel processo di insegnamento-apprendimento. Pertanto, lo studio ha individuato alcuni vincoli che probabilmente impediscono al Consiglio di Scuola di svilupparsi come spazio democratico per le decisioni partecipative, con enfasi sulla mancanza di: capacità di persuasione nei momenti di partecipazione ai processi decisionali; tempo per le riunioni periodiche dei membri del Consiglio scolastico; motivazione dei membri del Consiglio scolastico, ecc.

Devo dire che il rafforzamento del ruolo del Consiglio scolastico, deve essere legato all’impegno socio-politico della comunità, essendo questa costruzione il risultato di una partecipazione permanente, tenendo conto delle seguenti pratiche: eliminare le pratiche di gestione centralizzata; assicurare il livello di capacità di dibattito nei segmenti e consolidare l’effettiva partecipazione al processo decisionale.

Dallo studio è emerso anche che la scuola opera secondo una struttura verticale, con il preside al vertice e gli altri ai livelli inferiori, infatti questa è la struttura formale in vigore nelle scuole pubbliche, come previsto dalla Politica educativa nazionale (PNE).

Per quanto riguarda il contributo del Consiglio scolastico, la normativa associa il pieno funzionamento dell’organo, al miglioramento delle prestazioni degli studenti, in quanto i genitori possono monitorare regolarmente le prestazioni dei propri figli (MEC, 2005). Nel caso dell’EPCC, nonostante lavori in ambienti urbani, il Consiglio di tutela ha aspetti come quelli di molti altri che possono rivelare alcuni aspetti del suo fallimento, come: l’assenza del Presidente del Consiglio scolastico, di conseguenza, il è in gioco il consolidamento del ruolo. minore coinvolgimento dei genitori nel consiglio scolastico; richiesta di compensi per i membri del Consiglio di scuola da parte del Consiglio e mancanza di azioni di formazione per i membri del Consiglio di scuola che possano contribuire al loro indebolimento (MEDEIROS e OLIVEIRA, 2008).

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

CURY, C.R.J. (2004). Os conselhos de Educação e a Gestão o Sistema. In Ferreira, N.S.C & Aguiar, M.A.S (orgs). Gestão de Educação. Impasses, Perspectiva e Compromisso.

GRANDE DICIONÁRIO ENCICLOPÉDICO VERBO (1997). II Volume, Editorial Verbo. Lisboa/São.

GUEDES, E.C. (2009). Educação o que é. Disponível a 10 de Maio de 2011 em http://www.slideshare.net/edsonguedes/educacao-o-que?

FERREIRA, A.B.H. (2009). Novo dicionário Aurélio de Língua Portuguesa. 4ª Edição. Editora Positiva.

FERREIRA, N. S & AGUIAR, M. A. (2004). Gestão da educação: impasses, perspectivas e compromissos (Orgs). (4ª ed.). São Paulo: Cortez.

FONSECA, A.J.D. (1998). A Tomada de Decisões na Escola: A área da Escola em acção, Texto Editora, Lisboa.

LUCK, H. (2006). Gestão educacional: uma questão paradigmática. v. 1. Petrópolis: Vozes.

LUIZ, M.C & Conti, C (s/d). O papel dos Conselhos de Escola no Sistema Municipal de Ensino.

MEDEIROS, A & Oliveira, F.F (2008). Conselho Escolar: mecanismo de democratização ou burocratização? Volume 12, nº1, Janeiro • Abril 2008. Disponível a 15 de Maio de 2012 em http://www.unisinos.br/publicacoes-cientificas/images/stories.

MARCONI, M. A & Lakatos, E. M (2002). Técnicas de Pesquisa: Panejamento e execução de pesquisas, amostragens e técnicas de pesquisas, elaboração, analise e interpretação de dados. São Paulo: Atlas.

MINISTÉRIO DA EDUCAÇÃO (2003). Diploma Ministerial nº 54/2003, de 28 de Maio. Maputo.

MINISTÉRIO DA EDUCAÇÃO (2005). Resolução nº 8/2005- Aprova os qualificadores dos directores e chefes de Secretarias das Escolas. Maputo.

MINISTÉRIO DA EDUCAÇÃO (2008). Diploma Ministerial nº 46/2008, de 14 de Maio. Maputo.

MINISTÉRIO DA EDUCAÇÃO E CULTURA (2005). Manual de Apoio ao Conselho de Escola. Moçambique.

MINISTÉRIO DA EDUCAÇÃO E CULTURA (2008). Regulamento Geral do Ensino Básico. Moçambique.

OLIVEIRA, D.B (2000). Conceito e Educação. Disponível a 9 de Dezembro de 2011 em http://www.ebah.com.br/content/ ABAAAATI8AJ/conceito-educação.

REBOUL, O. (1971). O que é Educar. Disponível a 13 de Setembro de 2011 em http://www.leonildo.com.educa.htm.

[1] Master in Istruzione-Formazione degli insegnanti, dell’Università Europea dell’Atlântica, Istruttore e Tecnico Pedagogico a livello universitario e abilitato in Psicologia.

[2] Master in Istruzione-Formazione degli insegnanti, presso l’Università Europea dell’Atlântica, Istruttore e Tecnico Pedagogico di livello superiore e Licenza in Portoghese.

Inserito: Luglio 2020.

Approvato: Ottobre 2020.

Rate this post

Leave a Reply

Your email address will not be published.

DOWNLOAD PDF
RC: 79841
POXA QUE TRISTE!😥

Este Artigo ainda não possui registro DOI, sem ele não podemos calcular as Citações!

Solicitar Registro DOI
Pesquisar por categoria…
Este anúncio ajuda a manter a Educação gratuita
WeCreativez WhatsApp Support
Temos uma equipe de suporte avançado. Entre em contato conosco!
👋 Ciao, hai bisogno di aiuto per inviare un articolo scientifico?