Analisi dell’impatto sui proventi finanziari netti in quotata società quotate il BOVESPA che compongono il IBOVESPA dopo l’adozione degli IFRS

0
757
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

DANTAS, Luiz Antônio de Oliveira [1]

OLIVEIRA, Fernando Grecco de [2]

GARCIA, Bruno Henrique Cisotto [3]

Dantas, Luiz Antônio de Oliveira; OLIVEIRA, Fernando Gg; GARCIA, Bruno Henrique Cisotto-analisi dell’impatto sul risultato finanziario netto su quotata in società quotate il BOVESPA che compongono il IBOVESPA dopo l’adozione degli IFRS. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Vol 3. Anno 1 pp. 11-26, maggio 2016. ISSN: 0959-2448

Riepilogo

L’articolo si propone di analizzare l’impatto sul risultato netto delle società quotate quotate nel BM & FBOVESPA che compongono il IBOVESPA dopo l’adozione dei principi contabili internazionali adottati in Brasile con l’introduzione della legge 11.638/07 e successiva approvazione di pronunciamenti di contabilità. A tal fine, una vasta revisione di letteratura per fornire fondamenti teorici. Ricerca della differenza di mezzo di prova con un livello di significatività del 5% e 1% applicata. I dati per la ricerca sono state estratte da Economática® software dopo la scadenza per la divulgazione di 1920×1024 (rendiconti finanziari standardizzati) istituito dalla CVM (brasiliano Securities Commission). I risultati hanno mostrato che c’era una differenza significativa nei profitti netti delle società quotate che compongono il IBOVESPA dopo l’adozione dei principi contabili internazionali per il 41% delle aziende analizzate a un livello di significatività del 5% e una differenza significativa per il 32% delle aziende a un livello di significatività dell’1%.

Parole chiave: utile netto; quotate; adozione dei principi contabili internazionali; IFRS.

1. INTRODUZIONE

Attualmente, ci sono un numero di aziende con loro azioni negoziate su BOVESPA BM & F (titoli, commodities e Futures Exchange a Sao Paulo). Società quotate in borsa sono di proprietà di vari rami e segmenti, lasciando in evidenza la diversità presente. I vantaggi per le aziende che decidono di partecipare a questo tipo di processo, vale a dire, la negoziazione delle azioni in borsa, si possono riassumere nella seguente dichiarazione: “aziende utilizzano il mercato azionario per raccogliere fondi e finanziare i propri progetti di crescita per diventare più competitivi. “(BOVESPA, 2014, pag. 1). Così, la necessità di comprendere la complessità che coinvolge tali relazioni commerciali, che saranno resi nel testo in questione dall’analisi dell’impatto sull’utile netto si è presentato pubblicamente in società quotate in borsa dopo l’adozione dei principi contabili internazionali.

L’adozione di nuovi principi contabili, con l’introduzione della legge 11.638/07 e successiva approvazione del pronunciamentos contábeis CPC, ha portato una nuova era per la contabilità delle società brasiliane. Non c’era un semplice cambiamento delle norme. Internazionalizzazione ha portato un cambiamento di filosofia, di atteggiamento e di pensiero, con tre argomenti: essenza sulla strada, il primato dell’analisi dei rischi e benefici sugli standard basate su proprietà e principi giuridici. Questo nuovo scenario richiesto contabili professionisti coinvolti nella soggettività maggiore di rendiconti finanziari, come il nuovo standard si basa su principi e, in questo modo, molti problemi sono venuti a richiedono maggiore giudizi professionali (MALIK e SANTOS, 2008; SANTOS e CALIXTO, 2010).

Se l’adozione di nuove pratiche di contabilità ha portato un sacco di vantaggi per quanto riguarda la trasparenza e la qualità delle informazioni presentate, d’altra parte è comparso “potenziali strumenti di manipolazione. “(BAPTISTA 2009). In questo nuovo scenario, il reddito netto contabile ha cominciato a soffrire di pesanti interferenze dei nuovi principi contabili. Questo nuovo scenario, c’è il problema della ricerca: in che misura l’adozione dei principi contabili internazionali ha influenzato il reddito netto contabile delle società quotate quotate su BOVESPA?

Questa ricerca si propone di analizzare la società pubbliche quotate Bovespa BM & F che compongono il IBOVESPA dopo l’adozione degli International Financial Reporting Standards (IFRS) per quanto riguarda l’impatto sui proventi finanziari netti. Per farlo, così che la questione è chiarita in tutti i suoi aspetti, il percorso intrapreso per l’analisi è stato effettuato nella specificità di ogni concetto e la rilevanza di ciascuno per il tema in questione, presentazione della metodologia utilizzata per l’analisi di dati, analisi statistica del reddito netto dopo l’introduzione degli IFRS rispetto ad un periodo precedente l’adozione di standard internazionali e conclusione.

Il razionale di questo lavoro è il contributo che può generare per una migliore comprensione del possibile impatto dell’adozione dei principi contabili internazionali come determinante della rete pubblicamente i profitti di società quotate in borsa. Con questo articolo non è inteso per affrontare ogni scenario che potrebbe essere stato modificato in qualche modo l’aspettativa del profitto netto delle società analizzate, dal momento che l’utile netto è influenzato da diversi fattori, non come il tasso di interesse dell’economia, il scenario politico, il tasso di reinvestimento tra molti altri.

2. CAMBIAMENTI CONTABILI

Barnes et al. (2011) analizzare i cambiamenti delle pratiche contabili che sono stati adottati in Brasile attraverso il quadro normativo della contabilità finanziaria, con l’emanazione della legge 11.638/07 e il provvisorio misurare 449/08. Per quanto riguarda il primo, creato per convergere contabili a località internazionali, l’autore in questione assegna come conseguenze una serie di modifiche nella legislazione per quanto riguarda le procedure contabili in Brasile, essendo la ragione principale di tali conseguenze proprio la suddetta convergenza, vale a dire dal locale agli standard contabili internazionali. In altre parole, dopo la legge in questione, è stato stabilito il precedente giuridico necessario per il raggiungimento di questa convergenza dei principi contabili “.

Considerando i principali cambiamenti portati dalla legge, LODDI (2014) Stati che cambiamenti nel diritto societario per lungo tempo erano stato richiesto da società brasiliane, ma che dopo la sua creazione, pochi erano i preparati per le modifiche, vale a dire alcune trasformazioni sono limitate e possono essere tenute solo sotto la legge, ma rispetto a quelli che non sono, la stessa non è stata dimostrata anche se in minima parte, da aziende che modifiche richieste.

È importante che è citata che la legge 6.404, del 1976, poiché la legge 11.638 dal 2007 è stato redatto da modifiche in relazione allo stesso. In generale, anche se ci sono critiche circa le norme internazionali in materia di contabilità, l’idea di adottare le norme in questione riguarda l’obiettivo di allineare la contabilità legata alla società brasiliane con le norme del mondo nel suo complesso, caratterizzato da forte aspetto della globalizzazione.

Santos e Calixto (2010) commento sulla contabilità armonizzazione tra il modello dei principi contabili nazionali con gli IFRS, in modo che se il Brasile è andato lungo per l’internazionalizzazione dei loro conti, sottolineando che l’essenza della forma e la trasparenza per gli investitori rappresenterebbe la profonda trasformazione in contabilità professional e in area curriculum disciplina di mercato.

In Brasile, l’aspettativa di convergenza con gli IFRS è stato che, come è accaduto in altri paesi, le aziende acquisiscono vantaggi di liquidità, abbassare i costi di capitale e maggiore apprezzamento e attrattiva sul mercato. Per i Santi e Calixto (2008), sono state le principali modifiche introdotte dalla legge/07 e 11.368 da MP 449/08: strumenti finanziari; Operazioni di mercato del fondo; in beni immateriali e tasse differite; la riduzione dei beni il recuperabile ammontare; per l’adeguamento al valore attuale; il metodo del patrimonio netto; costi di transazione e premi sull’emissione di titoli; in governo sussidi e assistenza; sulla rivalutazione dei beni; nel pagamento basato su azioni.

Al fine di analizzare l’impatto dell’adesione per la nuova legge sull’utile netto (LL) e società di equity (PL), Santi e Calixto (2010) ha raccolto il bilancio standardizzato (1920×1024) del 2008, forniti da società quotate alla borsa di São Paulo-livello 1, 2 segmenti e nuovo mercato – attraverso la CVM fino a 10 giorni dopo la fine del periodo regolatorio (10 aprile 2009). Il campione analizzato, sono stati esclusi dalle istituzioni finanziarie, le aziende con data di chiusura diversa 31/12 e quelle che non hanno fornito 1920×1024 entro due anni dall’analisi degli autori.

Secondo Santos e Calixto (2010), delle 318 aziende osservato, solo 28% reapresentaram, il bilancio del 2007 come le regole 2008 (per scopi di confronto) e solo l’11% ha presentato nella riconciliazione NE dell’effetto di legge 11.638/07 nel risultato e PL due anni analizzati. Gli autori offrono aziende promosso trasparenza, sì, che ha dichiarato di effetto della nuova legge, solo 41% reapresentaram 2007 Saldi e solo il 18% hanno pubblicato la riconciliazione di due anni – che rende il lavoro degli analisti, causando confusione”contabilità” e danneggiare l’analisi di equilibrio del 2008.

Santos e Calixto (2010) segnalare un’incoerenza nell’effetto della nuova legge di contabilità circa i risultati riportati dalle aziende nel 2007 e 2008: perché una delle 175 aziende che ha pubblicato la tabella di conciliazione dei risultati 2007 e/o 2008 ha mostrato un aumento medio dell’8,1% per il risultato del 2007 e una diminuzione media di -7% nel 2008. Il campione è stato ridotto a 34 aziende che offriva la riconciliazione dei due anni analizzati, permettendo che gli autori trovano che queste incongruenze relazionate agli impatti della crisi finanziaria globale. A causa delle difficoltà, gli autori raccomandano maggiori investimenti in trasparenza da parte di organizzazioni e dei loro investitori, soprattutto nel periodo di transizione fino al pieno IFRS nel 2010.

Barnes et al. (2011) ha condotto un sondaggio sulle modifiche introdotte dalla legge n. 11.638/07, il MP 449/08 e i pronunciamenti emessi dal Comitê de Pronunciamentos Contábeis (CPC) per quanto riguarda le pratiche di contabilità adottate in Brasile, con il termine a partire dal 2008. Secondo gli autori, tali modifiche sono state effettuate per convertire il locale ai principi contabili internazionali, creando un precedente legale. Ad esempio, la legge n. 11.638/07 modifica la legge n. 6.385/76 (legge della Securities and Exchange Commission), la possibilità di CVM, Banca centrale del Brasile e altri regolatori dalla conclusione di un accordo con un’entità che cerca di studiare o divulgare i principi, norme e standard di contabilità e audit.

In un sondaggio di 75 aziende quotate in borsa che negoziare titoli su Bovespa, in vari settori dell’economia (tranne le compagnie di assicurazione e partecipazioni finanziarie), Barnes et al. (2011) analizzare le statistiche di indicatori finanziari calcolati sulla base del bilancio per l’esercizio finanziario 2007, pubblicato nel 2008 in confronto con la ripresentazione dei dati nel 2009.

Quando utilizzando il Wilcoxon non parametrica di test, gli autori dichiarano che, con un livello di significatività di 0,05, i tassi medi di indebitamento dal bilancio del 2007 “originali” per il 75 aziende del campione è significativamente diverso dalla media dei tassi di indebitamento da “rideterminato” delle aziende stesse, quando ai sensi di quanto previsto dalla legge n. 11.638/07. Secondo i test, si è notato un numero significativamente più alto di aziende che hanno aumentato l’indice di indebitamento rispetto a coloro che hanno avuto questo indice è diminuito. È stato presunto che questo effetto sarebbe derivato dai cambiamenti che hanno interessato il patrimonio netto, causato dai cambiamenti nella misurazione degli strumenti finanziari nella valutazione degli investimenti aziendali, il mancato riconoscimento di elementi differiti, ad esempio.

È stato determinato l’effetto delle modifiche della legge n. 11.638/07: riduzione della componente patrimoniale (39 di 44 casi ci era un aumento di indebitamento); aumento delle passività (in 26 di 44 casi); entrambi fattori contemporaneamente (22 di 44 casi). In relazione all’indice di redditività, c’era lo stesso valore prima e dopo in 12 aziende, già nella sua riduzione avvenuta 26 e 37 c’era crescente, ma non abbastanza per modificare l’ampiezza della media prima e dopo. Una situazione simile è accaduto per quanto riguarda la composizione dell’indice del debito, l’indice delle risorse disponibili e la partecipazione del risultato su spese operative.

  1. MODIFICHE RELAZIONATE ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

Considerando l’importanza dell’internazionalizzazione e le sue regole, come accennato nella sezione precedente, indirizzo valido tre fattori considerate conseguenze dei cambiamenti portati da questi standard: il cosiddetto “essenza sulla strada”, in primo luogo; il primato dell’analisi dei rischi e benefici proprieta ‘ legale e, infine, chiamate “norme basate su principi”.

Rispetto a quella prima, vale a dire l’essenza del form, è necessario sottolineare, in primo luogo, che gli standard relazionati all’internazionalizzazione sono stati pensati dal fatto che per lungo tempo c’è stato un modello che unificasse tutti i paesi. Il motivo di tale complessità in relazione alla contabilità è unanime di studiosi considerano la scienza come una scienza sociale ed esatta, non essere classificati come un riflesso di ogni paese e la società. Tra la definizione di norme internazionali è della massima importanza per la situazione del sistema giuridico, che può essere considerato come due specie. Il primo è noto come diritto romano, secondo cui una cosa ha valore dalla sua menzione nella legge. Già dalla seconda specie, conosciuta come legge consueta, il regolamento è imparentato con gli usi e costumi della società, questo è il punto di partenza per le regole standard tra tutti i paesi.

In questo senso, il termine menzionato qui si riferisce al primato dell’essenza economica sulla forma giuridica. In considerazione il nuovo scenario di contabilità, vale a dire l’inclusione dei principi contabili internazionali, Peter (2012) mette in guardia circa la riflessione sul primato dell’essenza sulla strada, vale a dire, affermando che la contabilità unica adempirà la sua vera funzione, forniscono dati utili – dal momento che riflettono la realtà economica attuale forma e, per entrambi È necessario «osservare il primato dell’essenza economica sulla forma giuridica degli eventi economici». Le conseguenze di questo tipo di cambiamento di paradigma interesserà in ultima analisi, professionisti, accademici e altri soggetti coinvolti con le transazioni economiche, che sono indipendenti di trattamento giuridico. In questo senso, l’autore nelle opere di domanda l’opportunità di ripensare la contabilità regole che il nuovo modo distribuito è corretta.

Secondo COSTA et al (2014), è un concetto cui proporzione colpisce tutti pensato correlato ai conti finora, da sempre il contrario, vale a dire il modulo sull’essenza. La prima legge creata con l’obiettivo di regolamentare il trattamento contabile, che si è verificato nel 1976, ho fatto il modulo sull’essenza. Già la legge 11.638/07, già citata, ha come priorità l’essenza circa la forma, caratterizzata come “preoccupazione per la contabilità delle varie operazioni coinvolte in azienda dando enfasi all’obiettivo economico, e non il modo che questo obiettivo è materializzato o si verifica”. In questo senso, è un indirizzo valido, come qualcosa per aiutare nella comprensione del problema a portata di mano, il concetto di essenza e sua rilevanza contabile.

In generale, l’essenza può essere visto come responsabile per costituire qualcosa, essendo questa la sostanza o l’idea principale. Per quanto riguarda la contabilità, in particolare, l’essenza significa che cosa è esternalizzato a proposito.

In generale, i benefici possono essere riassunti in due fattori essenziali per il successo di qualsiasi azienda, la sicurezza e l’affidabilità. IE: Cassetta di sicurezza e informazioni davvero utili possono beneficiare la società portando fattori come garanzia di investimento, una migliore pianificazione, una maggiore sicurezza nelle sue operazioni nel mercato, tra gli altri. A tal fine, è necessario l’uso di strumenti e meccanismi per agevolare l’ottenimento di tali informazioni. Ad esempio, il cosiddetto “Enterprise Resourcing piallatura” (ERP), un sistema che permette all’azienda di generare informazioni protette con prezzi non così alti. In questo modo, “le informazioni affidabili forniscono una credibilità di organizzazione per raccogliere risorse da entrambi sistema finanziario nazionale come gli investitori in generale in Brasile e all’estero. (PEDRO, 2012, pag. 11).

Il concetto chiave per comprendere questo nuovo modo di lavorare i conti si riferisce all’idea di soggettività, poiché questo consente alla persona responsabile del lancio di eventi contabili per giudicare i fatti, ipotesi e conclusioni attraverso i propri “. (COSTA et al., 2014, pag. 3). Tuttavia, anche se la persona non è preparata per tali responsabilità in alcuni casi, ancora bisogno di dare la priorità alla realtà al posto di forma giuridica, dal momento che quest’ultimo può alla fine nascondere la realtà dei fatti e quindi distorcere le informazioni necessarie.

Inoltre, i vantaggi di questo nuovo fuoco possono essere diversi, i principali essendo connessi alla fornitura di informazioni, vale a dire: in caso di gestione contabilità, ad esempio, non è necessario regole fiscali per la stesura di relazioni, che permette l’offerta di informazioni e fedeli sicuro per quanto riguarda il business. D’altra parte, nel caso della contabilità di cosiddetta tassa, questo tipo di applicazione porterebbe con potenziali problemi, dati gli ostacoli incontrati dal contatore al momento che si vuole ritrarre ogni fatto.

Dalla lettura e ricerca sul tema del presente documento, Cardoso (2012) constata che l’operazione di inserimento di soggettività giuridica aziendale è presente per lungo tempo. Inoltre, va osservato che il concetto di soggettività contabilizzato scopre in questa zona per un altro approccio, essendo utile a questo proposito.

  1. PROCEDURE METODOLOGICHE

4.1 DISCUSSIONE

La natura di questa ricerca è base empirica. Per quanto riguarda gli obiettivi, la ricerca evidenzia il bias esplorativo e descrittivo.

Per analizzare l’impatto dei nuovi principi contabili adottati in Brasile dal 2008 con l’emanazione della legge 11.638/07 e la conseguente adozione di principi contabili internazionali di società brasiliane, una vasta letteratura recensione di fornire i fondamenti teorici. Inoltre è stata estratta dal software Economática®, 09/04/2015, il profitto netto della società che il commercio loro azioni alla borsa valori di São Paulo e che fanno parte dell’indice IBOVESPA.

In ordine per ottenere un risultato migliore nei test, sono state escluse dalla ricerca campione imprese finanziarie di conseguenza ha sofferto speciale regolamento della Banca centrale del Brasile, molti standard o già sono stati usati prima dell’adozione delle nuove pratiche contabili o non sono state introdotte immediatamente con la promulgazione della legge e l’adozione degli IFRS.

Tuttavia, sono stati esclusi dal campione delle aziende di rilievo che ha omesso di comunicare i risultati per un periodo di sette anni prima dell’inizio dell’adozione dei nuovi standard e sette anni dopo l’adozione dei principi contabili, essendo esclusi dal campione con l’obiettivo di non enviesarem i test statistici. Per eliminare l’effetto dell’inflazione sulle prove, è stato osservato sul sito di 19.151 Brasile accumulato e l’inflazione annuale del 2001 fino al 2014, che corrispondono al periodo analizzato nell’indagine.

Proporzionale dell’inflazione ogni anno è stato dedotto dal reddito netto. Si stabilì così un periodo di tempo così che c’era la simmetria nel periodo di analisi, corrispondenti a sette anni con il precedente standard di contabilità e sette anni con gli effetti causati dall’introduzione di nuovi principi contabili.

Di un totale di 64 aziende che fanno parte di tale indice, e 34 fit sulla base della selezione del campione dell’indagine. Aziende selezionate ha risposto in 09/04/2015 per partecipazione 44,42% Indice IBOVESPA come tabella 1.

Tabella 1: esempio di segmento e partecipazione nell’indice IBOVESPA.

Campione per segmento e partecipazione in indice IBOVESPA
Fonte: preparato dagli autori, 2015.

La base statistica per la realizzazione della ricerca è la differenza del mezzo di prova con T di Student, noto anche come test di ipotesi, per valutare se ci sono stati cambiamenti significativi in profitti netti di pubblicamente società quotate in borsa.

Un test ha significato statistico quando è improbabile che il risultato trovato si è verificato per caso. Per determinare i limiti di differenza accettabile, il livello di significatività, quale è il limite che si basa affermando che un bypass è frutto del caso o non. Se i risultati ottenuti rappresentano un effetto reale, che non può essere assegnato in modo casuale, sulla base del livello di significatività stabilito per il test, si può arguire che i risultati sono statisticamente significativi.

Così, è stato stabilito per ricercare le seguente ipotesi nulla (H0) e l’alternativa (H1):

H0: non c’era nessun impatto significativo sull’utile netto delle aziende quotate in borsa dopo l’adozione dei principi contabili internazionali.

H1: non c’era nessun impatto significativo sull’utile netto delle aziende quotate in borsa dopo l’adozione dei principi contabili internazionali.

Come l’obiettivo è quello di accertare se ci sono stati cambiamenti, sia per un più alto o più basso è stato utilizzato l’utile netto, test a due code. Due livelli di significatività sono stati utilizzati per il test, essendo del 5% e 1%. La formula per ottenere i risultati è come segue:

La formula utilizzata per ottenere
La formula utilizzata per ottenere.

un ² di s = varianza ponderata dei campioni.

Andando su prove di respingere H0, concluso che il reddito netto contabile ha subito cambiamenti significativi a causa del cambiamento di principi contabili. Se non rifiutiamo H0, si può arguire che il reddito netto contabile non subito nessun cambiamento rilevante il fatto che i bilanci sono redatti alla luce delle disposizioni della normativa modificata.

  1. ANALISI DEI RISULTATI

Come già specificato, la selezione della base di ricerca del campione era composto da 64 aziende che compongono il IBOVESPA, il campione era composto da 34 aziende.

I risultati per un livello di significatività del 5% sono riportati nella tabella 2.

Tabella 2: risultati per il livello di significatività del 5%

Risultato per il livello di significatività
Fonte: preparato dagli autori, 2015.

I risultati per un livello di significatività dell’1% sono riportati nella tabella 3.

Tabella 3: risultati per il livello di significatività dell’1%.

Risultato per il livello di significatività dell'1%
Fonte: preparato dagli autori, 2015.

I risultati per un livello di significatività del 5% mostrano che 14 di 34 aziende analizzate hanno mostrato cambiamenti significativi nel reddito netto dopo l’adozione degli IFRS. Quelle aziende che hanno mostrato cambiamenti significativi hanno 23.99% partecipazione IBOVESPA, che rappresenta il 54% della partecipazione in termini di rappresentazione nell’indice delle aziende analizzate che compongono il campione dell’indagine.

Tuttavia, 83,33% delle aziende che hanno cambiamenti significativi aveva aumentato l’utile netto nel confronto dei periodi analizzati nel 2001 a 2007 (prima dell’adozione dei principi contabili internazionali) e 2008 al 2014 (dopo l’adozione dei principi contabili internazionali).

A un livello di significatività dell’1%, 11 di 34 aziende analizzate hanno mostrato cambiamenti significativi nel reddito netto dopo l’adozione degli IFRS. Tali aziende che hanno mostrato cambiamenti significativi hanno 18,74% partecipazione IBOVESPA, che rappresenta la quota di 42,18% in termini di rappresentazione nell’indice di coloro che compongono il campione di indagine.

Vale la pena ricordare che 90.91% delle aziende che hanno significativi cambiamenti avevano aumentato l’utile netto nel confronto dei periodi analizzati nel 2001 a 2007 (prima dell’adozione dei principi contabili internazionali) e 2008 al 2014 (dopo l’adozione dei principi contabili internazionali).

Per le aziende che hanno mostrato differenze significative nel livello di significatività del 5% e 1%, la decisione di rifiutare l’ipotesi nulla può essere interpretata come un’indicazione che l’introduzione dei principi contabili internazionali l’impatto utile netto di pubblicamente società che compongono il IBOVESPA significativamente quotate in borsa.

  1. CONCLUSIONE

Il presente studio ha avuto come obiettivo principale quello di analizzare gli impatti che si verificano nel reddito netto finanziario di pubblicamente negoziati società quotate su BMF BOVESPA il IBOVESPA & dopo la promulgazione della legge 11.638/07 e l’adozione dei principi contabili internazionali.

L’introduzione dei principi contabili internazionali in Brasile dal 2008 ha portato nuovi concetti e un nuovo approccio alla contabilità in Brasile. Attraverso la revisione della letteratura e delle ricerche condotte, sono stati evidenziati i principali cambiamenti indotti dalla nuova legislazione, come fattori principali cambiamenti nella prassi contabili che sono stati adottati in Brasile attraverso il quadro normativo della contabilità finanziaria progettato per convergere il locale agli standard contabili internazionali, come le conseguenze una serie di modifiche nella legislazione.

L’aspettativa di convergenza con gli IFRS è stato che, come è accaduto in altri paesi, in Brasile, le aziende acquisire vantaggi di liquidità, abbassare i costi di capitale e maggiore apprezzamento e attrattiva sul mercato, prendendo in considerazione l’importanza dell’internazionalizzazione e ai suoi standard.

L’essenza della maschera è di estrema importanza per la situazione del sistema giuridico. In considerazione il nuovo scenario di contabilità, cioè il primato dell’essenza circa la forma, fornendo dati utili dal momento che riflettono la realtà economica attuale forma, sottolineando il primato dell’essenza economica sulla forma giuridica degli eventi economici.

Tuttavia, la ricerca ha analizzato forma statistica se ci sono stati cambiamenti significativi in profitti netti delle società non finanziarie che compongono l’indice BOVESPA.

L’evidenza empirica mostra che c’erano differenze significative per queste aziende a un livello di significatività del 5% e 1%. Anche se le differenze significative non si sono verificati per tutte le aziende, 41% delle aziende analizzate hanno mostrato differenze significative a un livello di significatività del 5%.

Di un totale di 14 aziende analizzate, 12 hanno mostrato un aumento del reddito netto e 2 hanno mostrato una diminuzione nel reddito netto. A un livello di significatività dell’1%, 32% di queste aziende hanno mostrato differenze significative, con 10 delle 11 aziende analizzate hanno mostrato un aumento del reddito netto e 1 ha presentato una diminuzione dell’utile netto dopo l’introduzione dei principi contabili internazionali.

Dopo la revisione della letteratura e analisi dei risultati presentati, raccolte prove e informazioni per sviluppare una risposta coerente a mettere in discussione che spostato questa ricerca, vale a dire circa la possibilità di un cambiamento nelle pratiche di contabilità toccare gli utili netti del pubblicamente negoziati società quotate il Bovespa BM & F che compongono l’indice BOVESPA.

Si è concluso, sulla base di prove eseguite, ci era un cambiamento significativo in profitti netti delle società quotate che compongono il Ibovespa, per il periodo analizzato del 2008 al 2014 rispetto al periodo dal 2001 al 2007, secondo la metodologia utilizzata per condurre l’indagine, mostrando un aumento nel reddito netto dopo l’adozione dei principi contabili internazionali , notando che questa differenza non è estesa a tutte le società.

Anche se i risultati non sono in linea con le ricerche condotte da Barnes et al. (2011), che sostengono che non ci sono differenze significative negli indicatori di redditività, vale la pena notare che la differenza di indicatori finanziari relativi alla redditività potrebbe essere correlato a un aumento o diminuzione del profitto, come pure l’aumento o diminuzione delle altre variabili che compongono, perché essi esaminano il set senza spiegare ciò che il fattore che interessate su come modificare l’analisi degli indicatori finanziari.

Inoltre, come limitazione della ricerca, non viene preso in considerazione altre variabili che possono influenzare l’utile netto come il tasso di interesse dell’economia, tasso di reinvestimento tra gli altri.

Quindi, è suggerito per ulteriori ricerche che sono considerate significative differenze nelle altre variabili che compongono gli indicatori finanziari relativi alla redditività dopo l’adozione degli IFRS.

RIFERIMENTI

BAPTISTA, guadagni di b. m. e. in nuovi strumenti di trasparenza Versus di manipolazione: il paradosso delle modifiche portato dalla legge n. 11.638. RAE-business magazine, v. 49, n. 2, aprile-giugno, 2009.

BARNES, J. P.; AHMAD, b. m. V.; MACEDO, d. a. S.; ESEGUIRE, l. j. analisi dell’impatto dei cambiamenti di principi contabili brasiliano: uno studio comparativo degli indicatori finanziari di società brasiliane per l’anno 2007. Contemporanea contabilità magazine, Florianópolis, v. 8, n. 15, p. 105-128, 2011.

Brasile. Normativi Istruzione n º 1.492, del 17 settembre 2014. Disponibili in <http: www.receita.fazenda.gov.br/=”” legislacao/=”” ins/2014/in14922014.htm=””>.</http:> Accesso a 14/11/2014.

BOVESPA. BMF. Come e perchè diventare una società. 80<http: www.bmfbovespa.com.br/pdf/guiaaber.pdf=””>.</http:> accesso 08/03/2014

CARDOSO, Sarita Fernandez. Il diritto tributario e principi contabili internazionali: un’analisi della sua ricezione e riflessi nell’ordinamento giuridico brasiliano. Nova Lima-MG: Faculdade de Direito Milton Campos, 2012.

COSTA, Vanessa Matos; LORENZETT, Daniel Benitti; FRANCESCHI, Franciéli Rosa; Perrone, Delvan guerriero; ROSSATO, Janice Vestena. Contabilità: l’essenza della maschera. [Online]. Accesso a 01/12/2014. Disponibile in<http: www.unifra.br/eventos/sepe2010/2010/trabalhos/sociais_aplicadas/completo/4642.pdf=””></http:>

LODDI, Cesar. Le principali modifiche di legge 11.638/07 e principi contabili internazionali – un caso di studio in una società. [Online]. Disponibili in <http: cesarloddi.com.br/educacional/wpcontent/uploads/2014/02/mudan%c3%a7as_lei_11638.pdf=””>.</http:> Accesso a 14/11/14.

Martins, Eliseu; Ariovaldo dos SANTOS. Alcuni punti della legge 11.638 e l’internazionalizzazione della contabilità brasiliano. Notizie di IBEF, Sao Paulo, p. 28-30, mar. 2008.

NOGUEIRA JUNIOR, Edgard et al. Prima adozione degli IFRS in Brasile: gli impatti sul rapporto tra profitto e il cash flow operativo. Contabilità Vista & Magazine, v. 23, n. 1, p. 47-74, 2013.

PEDRO, Ismael Sanches. L’applicabilità di nuovi brasiliano principi contabili (IFRS) in piccole e medie imprese, i vantaggi e i conflitti con il sistema fiscale nazionale. Barretos-SP, UNPR: 2012.

SANTOS, S. E.; CALIXTO, impatti di l. di primi International Accounting armonizzazione (legge 11.638/07) sui risultati della società tenuto pubblicamente. RAE-elettronica, v. 9, n. 1, gennaio-giugno, 2010.

SANTOS, Luis Paulo Guimarães; Lima, Mikef Augusto Sampaio Franco; FREITAS, Calheira Sheizi; Lima, Iran Siqueira. Effetto di legge 11.638/07 circa il conservatorismo condizionale delle società quotate BM & FBOVESPA. R. Cont. Pinna. -USP, São Paulo, v. 22, n. 56, p. 174-188, mag/giu/lug/ag

[1] Ragioniere, studente laureato in contabilità pubblica e responsabilità fiscale, la facoltà di giurisprudenza di São Bernardo do Campo, e-mail: luizdantascontabeis@gmail.com

[2] Ragioniere, laurea in contabilità, e-mail: fernando.oliveira4@edu.fecap.br

[3] Commercialista, revisore KPMG; e-mail: brunogarcia@kpmg.com.br

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here