Controllo di gestione pubblica – lo stato attivo sul controllo esterno

0
760
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

BENTES, Ruan Carlos Ribeiro [1]

SANTANA, Andrey Pacheco [2]

BATISTA JÚNIOR, Luis Tarciso Moreira [3]

LIMA JUNIOR, José Wilson Pereira de [4]

CAVALCANTI, Wagner Bernardo [5]

BENTES, Ruan Carlos Ribeiro; et. al. – Controllo di gestione pubblica – lo stato attivo sul controllo esterno. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1, vol. 8. pp. 43-52, settembre 2016. ISSN. 2448-0959

RIEPILOGO

Questo articolo mira a sottolineare alcuni punti relativi al controllo di gestione pubblica con un focus sul controllo esterno esercitata dal legislatore con l'aiuto delle corti dei conti. Attraverso la ricerca bibliografica ha cercato di dimostrare l'importanza del controllo esterno, come pure le competenze, le assegnazioni e le funzioni esercitate da corti dei conti. Così, di capire che, se il controllo esterno viene eseguito correttamente, ciò contribuirà all'adempimento del loro ruolo, la valutazione e la prova dei conti pubblici, l'allocazione di più alta qualità nel lavoro di organismi di controllo nazionali, garantendo che il patrimonio della società essere conservato correttamente.

Parole chiave: Controllo esterno. Corti dei conti. Potere legislativo.

1. INTRODUZIONE

Il presente lavoro ha come tema il controllo di gestione pubblica con un focus sul controllo esterno, questo controllo di vitale importanza, che possa essere compiuta dalla popolazione, dai legislatori e dall'agenzia che ha la funzione specifica del controllo denominata Corte dei conti.

In questa prospettiva, il problema era che hanno guidato questo lavoro:

  • Qual è l'importanza di controllo esterno per la pubblica amministrazione?
  • Come l'esterno controllo esercitato dalla Corte dei conti?

Il Brasile, come uno stato democratico, ha bisogno di controllare le sue azioni, progetti e bilanci. Così, abbiamo l'esterno controllo è esercitato da altre agenzie che non fanno parte della pubblica amministrazione, essendo considerata un dispositivo chiave per raggiungere gli obiettivi prefissati.

A tal fine, Rocha e Quintiere (2011, pag. 17) ci dice che il controllo è necessario per "garantire la conformità con le disposizioni giuridiche e il raggiungimento degli obiettivi di prosperità e sviluppo di interesse comune".

Vari autori trattano con l'esterno controllo esercitato dal legislatore, con l'aiuto della Corte dei conti, come pure la nostra legislazione, avendo come radice la Costituzione federale, che prevede per l'esercizio dei controlli interni ed esterni e i suoi poteri.

Albuquerque, Medeiros e Silva (2013, pag. 401) interpretare «controllo esterno è quella effettuata dal legislatore, con l'aiuto delle corti dei conti, che comprende anche una serie di attività, progetti, metodi e procedure strutturate ed integrate. ”

Così, l'obiettivo principale di questo studio è di dimostrare il controllo esercitato esternamente dal ramo legislativo, con l'assistenza di organismi di controllo nazionali promuovendo la sorveglianza dei conti pubblici attraverso i vantaggi del conto, preventivi e repressiva.

Al fine di conseguire gli obiettivi proposti e redige questo studio, ha organizzato-se la ricerca bibliografica come un percorso metodologico interrogando i libri e le leggi, oltre a leggere articoli su internet.

Essendo basato su principi e convinzioni di autori di fama nella zona di amministrazione e finanze pubbliche, quali: Albuquerque, Medeiros e Silva (2013), roccia e Quintiere (2011), Mali (2007), Conti (2010), Adio (2002) e l'alessandrino e Paulo (2012).

2. Il controllo esterno e la pubblica amministrazione

Il controllo è uno strumento di fondamentale importanza per qualsiasi attività, perché attraverso di lui non possiamo sapere se ci stiamo raggiungendo i fini e gli obiettivi proposti.

E sarebbe non cambiare nella pubblica amministrazione, dove abbiamo il patrimonio del titolare, la popolazione e niente di più giusto per avere il controllo sulle azioni dei Manager nella gestione di questioni di interesse pubblici. Sì, è nell'interesse di tutti sapere se loro proprietà è ben gestita.

In questo modo, il controllo Case sue origini fin dall'inizio con l'unificazione dei due Egitos nel Regno di Menes I (3.200 A.C.) attraverso gli scribi, che stavano portando avanti un controllo rigoroso sopra la riscossione delle imposte.

Così, con lo sviluppo delle città, era più chiaramente la necessità di un controllo più rigido, efficace e trasparente. A tal fine, Rocha e Quintiere (2001, pag. 18) spiegare che la "strutturazione degli Stati nazionali con territori più ampi e centralizzazione del potere nelle mani dei monarchi ha richiesto la creazione di meccanismi di controllo amministrativo erano compatibili con le nuove realtà e le caratteristiche degli Stati".

In Brasile, l'esercizio pubblico avviene per mezzo di diritto amministrativo, che concettualizza controllo come:

Insieme degli strumenti che la legge stabilisce che la pubblica amministrazione, della magistratura e rami legislativi e ancora le persone, direttamente o attraverso organismi specializzati possono esercitare il potere di supervisione, guida e recensione di prestazioni in tutti gli organi, le entità e gli agenti pubblici, in tutte le sfere del potere. (Alessandrina e Paul, 2012, p. 812)

Lo scopo di questo controllo è per assicurarsi che l'amministrazione agisca secondo i principi della pubblica amministrazione. Di Pietro (2012, p. 792) chiarisce che "il controllo è potere-dovere degli organi ai quali la legge attribuisce questa funzione, precisamente dal suo scopo correttivo; Non può essere rinunciato o ritardato, sotto pena di responsabilità se omesso. ”

Le attività della pubblica amministrazione sottoposti al controllo della magistratura e il legislatore, quest'ultimo composto di eletti cittadini, cui era affidato il compito di giudicare i conti del potere esecutivo. Questa forma di controllo è noto per il controllo esterno.

Questo controllo, controllo conosciuto anche come politico è esercitato dalle istituzioni politiche come il Congresso nazionale, le assemblee legislative, i consigli comunali o comitati, sugli atti dei dirigenti per quanto riguarda l'amministrazione del pubblico è importante. (Rock e Quintiere, 2011)

Per Andrade (2002) il controllo esterno è la fase di verifica, dove gli organi esterni di ogni potere farà un'ispezione su tutti gli atti e fatti, procedure amministrative e giudiziarie, al fine di segnare eventuali deformità fra l'atto praticato e il risultato finale. Succedendo, queste distorsioni saranno controllate e punite in conformità con la legge.

In questo senso, Albuquerque, Medeiros e Silva (2013, pag. 401) concludere che lo scopo del controllo esterno "per garantire l'esonero dalla valutazione della gestione agenti controllori e divulgazione di possibili deviazioni o regolazioni che potrebbero essere necessario o opportuno. ”

Data l'importanza del controllo nella pubblica amministrazione, la Costituzione federale prevede che:

Art. 70. La contabilità, sorveglianza finanziaria, bilancio, operativa e patrimoniale dell'Unione e delle entità amministrazione diretta e indiretta, per quanto riguarda la legalità, la legittimità, l'economia, concedere l'applicazione e rinuncia di ricavi, sarà esercitata dal Congresso nazionale, attraverso il controllo esterno e dal sistema di controllo interno di ogni potere.

Comma unico. Responsabile qualsiasi persona fisica o giuridica, pubblica o privata, utilizzo, sollevare, tenere, gestire o amministrare fondi, beni e valori pubblici o mediante il quale la risposta dell'Unione, o che, in nome di questa, assumere obblighi di carattere oneroso.

Legge n. 4.320/1964 si occupa anche del controllo della pubblica amministrazione, tuttavia sotto l'approccio di bilancio, dove è previsto nel suo capitolo III:

Art. 81. Il controllo dell'esecuzione del bilancio, da parte del legislatore, avrà per obiettivo verificare la probità di amministrazione, custodia e regolare impiego dei fondi pubblici e bilancio dell'applicazione della legge.

Art. 82. Il potere esecutivo presenta annualmente una relazione all'Assemblea legislativa, entro i termini stabiliti nelle Costituzioni o le leggi organiche dei comuni.

  • 1 ° account executive sono sottoposte all'Assemblea legislativa, con un parere preliminare della Corte dei conti o suo equivalente.
  • 2 quando, nel comune non c'è nessuna corte dei conti o suo equivalente, il Consiglio comunale può designare esperti contabili per controllare i conti del sindaco e su essi emettono il suono.

Da questi precetti è diventato necessari l'imposizione della Corte dei conti, con la responsabilità di assistere il ramo legislativo per valutare, valutare, monitorare e giudicare gli atti del potere esecutivo.

3. Il controllo esterno e della Corte dei conti

I tribunali sono enti pubblici con autonomia amministrativa e finanziaria in relazione al legislativo, esecutivo e giudiziario poteri e sono privi di personalità giuridica, perché hanno solo funzione tecnica. (Andrade, 2002)

Corrobora Malik (2007, p. 166) che le opinioni delle corti dei conti per essere "non legata alle tecniche Legislative, che gode di indipendenza, nei limiti della Costituzione, per il processo politico della pubblica amministrazione. "In altre parole, il legislatore non deve totalmente d'accordo con il parere preventivo della Corte, e questo sarà valido solo se le loro decisioni sono confermate dal legislatore, perché non esiste una gerarchia tra di loro.

Rock e Quintiere (2011) considera come funzioni della Corte dei conti: il processo decisionale risolto il mandato di vita collegiale dei suoi poteri giurisdizionali nella istanza amministrativa e potere coercitivo.

Così, i poteri di tale Corte dei conti sono previste nella Costituzione federale del 1988 come segue:

Art. 71. Il controllo esterno, l'ufficio del Congresso nazionale, avverrà con l'ausilio della Corte dei conti, deve:

Godo l'account fornito annualmente dal Presidente della Repubblica, su parere preventivo redatto in 60 giorni dalla data della sua ricezione;

II-giudice conti di gestione e altri responsabili di denaro, beni e valori pubblici dell'amministrazione diretta e indiretta, tra cui fondazioni e associazioni istituito e mantenuto dal governo federale, e gli account di coloro che danno causano la perdita, perdita o altra irregolarità conseguente pregiudizio all'erario;

III-godere, ai fini della registrazione, la legittimità degli atti del personale di ammissione, a qualsiasi titolo, nella gestione diretta e indiretta, incluse le fondazioni stabilito e mantenuto dal governo, eccetto le candidature per post di fornitura in Commissione, nonché le concessioni di pensionamenti, pensionamento e altre pensioni, soggette a successivi miglioramenti che non alterano la base giuridica di concessor atto;

IV-di svolgere, di propria iniziativa, la camera dei deputati, il Senato, del Comitato tecnico o inchiesta, ispezioni e verifiche di natura contabile, finanziaria, bilancio, operativa e unità patrimoniale, amministrativa del legislativo, esecutivo e poteri giudiziari e altri enti di cui al punto II;

V-supervisione conti nazionali delle aziende sovranazionali cui capitale l'Unione partecipa, direttamente o indirettamente, in conformità del trattato costitutivo;

Applicazione di VI-monitor di tutte le risorse trasferite dall'Unione di alleanza, accordo o altre simili strumenti regolazione, lo stato, il distretto federale o il comune;

VII-a fornire le informazioni richieste dal Congresso nazionale, per le loro case, o uno qualsiasi dei loro rispettive commissioni, svista, contabilità, bilancio, operativa e patrimoniale e sui risultati degli audit e ispezioni;

VIII-di applicare, nel caso di illegalità o irregolarità dei conti di spesa, le sanzioni previste dalla legge, che, tra l'altro cominações, multa proporzionale al danno causato all'erario;

Termine di IX-firma per l'agenzia o l'ente di adottare le misure necessarie per l'esatta conformità della legge, se verificata illegalità;

X-Stop, se non riceve risposta, l'esecuzione dell'atto impugnato, comunica la sua decisione per la camera dei rappresentanti e del Senato;

XI-rappresentano la potenza competente circa le irregolarità o abusi. […]

Nell'esecuzione di questi obblighi costituzionali si rende conto che questi tagli hanno funzioni come: standard (standard su regolamenti interni, fornitura di conti ecc.), l'ispezione (lo svolgimento di ispezioni e verifiche dei conti), il Mediatore (per le denunce dei cittadini), giudiziario (valutazione dei conti degli amministratori pubblici), consulenza (emissione del parere preliminare e fornire informazioni al Congresso nazionale) e il sancionadora (imputare agli amministratori le sanzioni).

Oggi, nel nostro paese, ci sono 34 corti dei conti, tutto autonomo e indipendente di ogni altro, legata solo al legislatore di ciascuna sfera e sono divisi, come mostrato nella tabella 1 dell'allegato I.

Importante notare che il controllo esercitato dai tribunali dei revisori di conti pubblici sia esercitato dopo spendere il denaro pubblico, cioè, è un controllo. Tuttavia, possono essere effettuati gli audit simultaneamente, cioè in qualsiasi momento.

Previo parere espresso dalla Corte dei conti è indispensabile per il giudizio dell'esecutivo, conti in questo modo Conti (2010, p. 279) che sarà "null la prova direttamente dal legislatore senza preventiva e formale manifestazione della Corte dei conti. Anche se il termine per l'emissione del parere preliminare, non può giudicare Parlamento direttamente.

In alcuni casi, il legislatore può esercitare un controllo sull'esecutivo direttamente e senza l'aiuto della Corte dei conti, vale a dire, ha anche le proprie assegnazioni.

Questo può essere notato in arte. 49 sezioni V ("fermare gli atti normativi del potere esecutivo che vanno di là di potere normativo o delega legislativa limiti"), IX ("giudice annualmente i conti forniti dal Presidente della Repubblica e godono le relazioni sull'attuazione dei piani di governo") e X ("monitorare e controllare, direttamente, o da una qualsiasi delle loro case, gli atti dell'esecutivo, tra cui amministrazione indiretta") del testo costituzionale.

A giudizio dei conti pubblici, le corti dei conti decide se questi saranno regolari (legittimo, economico e agisce secondo la legge), con avvertimento (con irregolarità formale che non causare danni al Ministero del tesoro) o irregolare (omissione il dovere di rispondere, quando scorrettezze con danno dimostrato a favore dell'erario, come abuso di fondi ecc.). (Albuquerque, Medeiros e Silva 2013)

Per quanto riguarda l'omissione nel dovere di rendere conto, l'arte. 71, § 3, della Costituzione dice: "le decisioni del debito risultante Court o assegnazione dei biglietti avranno un'applicazione efficace", vale a dire, il debito sarà liquido e giusto.

In questo caso, l'agente viene notificato, entro il termine fissato dalla Corte, alzando l'importo dovuto. Se, dopo la notifica, l'agente c'è pagato il suo debito, è formalizzato recupero procedura, che verrà inviato al procuratore dei conti, che avvierà il recupero giudiziario del debito o il sequestro delle merci. (Andrade, 2002)

Inoltre, la costituzione nel suo articolo 85 e 1.079/1950 legge gli articoli 4 e 9, definire quali atti sono reati di competenza del Presidente della Repubblica:

Art. 85. Sono crimini di responsabilità degli atti del Presidente della Repubblica che violano la Costituzione federale e, soprattutto, contro: […]

V-probità in amministrazione;

Ho visto la legge di bilancio; […]

Art. Quarto sono crimini di responsabilità degli atti del Presidente della Repubblica che offende contro la Costituzione federale e, soprattutto, contro: […]

V-probità in amministrazione;

Ho visto la legge di bilancio;

VII-la guardia e l'occupazione legale dei fondi pubblici; […]

Art. 9 sono crimini di responsabilità contro la probità in amministrazione: […]

II-non pagato al Congresso nazionale entro 60 giorni dopo l'apertura della sessione legislativa, i conti per l'esercizio finanziario precedente; (il[…] corsivo è mio)

Tuttavia, abbiamo la legge 8.429/1992 (legge di cattiva condotta amministrativa) che delibera sugli atti di cattiva condotta eseguita da qualsiasi amministratore pubblico, determinare:

Art. 11. Costituisce atto amministrativo di cattiva condotta che leda i principi della pubblica amministrazione, qualsiasi azione od omissione che viola i doveri di onestà, imparzialità, legalità e lealtà alle istituzioni, e in particolare:

Ti ho visto lasciare a rispondere quando è obbligato a farlo;

Detto questo, prendiamo atto che l'omissione nel dovere di responsabilità: il capo del potere esecutivo comporta responsabilità e possibili reati prelevati da conti speciali della Corte dei conti; e, di tutti i responsabili per la custodia di beni e valori pubblici implica il reato di cattiva condotta.

4. CONSIDERAZIONI FINALI

Nelle condizioni definitive, sembra che il controllo esterno è di fondamentale importanza per il governo e la società. Sì, seguiva la legge e senza preservare gli interessi politici terrà una svista più efficiente ed imparziale, mostrando la popolazione in cui i gestori stanno prendendo cura di correttamente, o non, di beni pubblici.

Di conseguenza, aumento del grado di affidabilità in questo controllo è critica, facendoci pensare quanto importante è scegliere i parlamentari che andranno a occupare gli uffici del Congresso nazionale e altro legislativo sedie perché questo potere è responsabile controllo esterno direttamente o indirettamente.

Inoltre, una Corte dei conti, funziona correttamente, trasparente e imparziale redige un parere più affidabile e sicuro, anche se la sua analisi è fatta dopo l'uso di beni e valori pubblici.

Di conseguenza, il lavoro della Corte dei conti ha guadagnato sempre più importanza nella democrazia brasiliana, perché attraverso la sua missione di promuovere la valutazione della gestione pubblica e punire eventuali deviazioni trovano nelle sue revisioni e ispezioni, poiché si dispone di autonomia e indipendenza.

Quindi, questo atto contribuisce al controllo soddisfa il suo ruolo primario e implementare ulteriori e più qualità nel lavoro di questi tagli bollette, prendersi cura del patrimonio pubblico nel modo che le persone si aspettano.

5. Riferimenti bibliografici

ALBUQUERQUE, c. M.; MANN, B. M.; SILVA, p. h. (F). Gestione delle finanze pubbliche. 3. V ed. I. Londra: gestione pubblica, 2013.

ALEXANDRINO, Marcelo; Paulo Vicente. Diritto amministrativo senza complicazioni. 20. Ed. Rio de Janeiro, Forense; São Paulo: metodo, 2012.

ANDRADE, Nilson de Aquino. Contabilità pubblica a gestione municipale. São Paulo: Atlas, 2002.

Brasile. Costituzione (1988). Costituzione della Repubblica federativa del Brasile. Brasilia, DF: Senato, 1988.

­­­­­_______. Legge n ° 8.429, del 2 giugno 1992. Regole sulle sanzioni applicabili ai funzionari pubblici nei casi di arricchimento illecito durante il mandato di ufficio, di occupazione o di posizione nella pubblica amministrazione, diretti o indiretti di fondazioni e altre questioni. Giornale della [da]Repubblica federativa del Brasile, Brasilia, DF, 3 giu. 1992. Disponibile a: <http: www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/l8429compilado.htm="">.</http:> Accesso a: 23 aprile 2015.

_______. Legge n. 1.079, del 10 aprile 1950. Definisce i crimini di responsabilità e regola il processo di prova. Giornale della [da]Repubblica federativa del Brasile, Brasilia, DF, 12 Apr. 1950. Disponibile a: <http: www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/l1079.htm="">.</http:> Accesso a: 23 aprile 2015.

_______. Legge n. 4.320, 17 marzo 1964. Stabilisce le regole generali della legge finanziaria per la preparazione e il controllo dei bilanci e dei bilanci finanziari dell'Unione, gli Stati, i comuni e il distretto federale. Giornale della [da]Repubblica federativa del Brasile, Brasilia, DF, 4 gen. 1964. Disponibile a: <http: www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/l4320.htm="">.</http:> Accesso a: 23 aprile 2015.

CONTI, José Maurício. Bilanci pubblici: legge di 4.320/1964 ha commentato. 2. Ed. São Paulo: Revista tribunali di dos, 2010.

DI PIETRO, Mary Sylvia Zanella. Diritto amministrativo. 25. Ed. São Paulo: Atlas, 2012.

MALIK, Fernando Rodrigues. Controllo di beni pubblici. 2. Ed. São Paulo: Revista tribunali di dos, 2007.

ROCCIA, Bruno cella; QUINTIERE, Marcelo de Miranda Ribeiro. Audit di governo. Curitiba: Juruá, 2011.

[1] Post-laurea nella pubblica amministrazione da Universidade Cândido Mendes (UCAM/Prominas) e si laurea in contabilità formazione University Center Superior Amazonas (CIESA). Atti come dipendente pubblico della zona franca di Manaus Soprintendenza (Suframa), incaricato di contatore;

[2] Post-laurea in diritto tributario da Universidade Anhanguera-Uniderp (Anhanguera/LFG) e si è laureato in contabilità presso l'Università federale di Amazonas (UFAM). Atti come dipendente pubblico della zona franca di Manaus Soprintendenza (Suframa), incaricato di contatore; e

[3] Laurea in diritto amministrativo e appalti l'Università Cândido Mendes (UCAM/Prominas) e si è laureato in tecnologia di governo presso la University of southern Santa Catarina (Unisul). Agisce come dipendente pubblico della zona franca di Manaus Soprintendenza (Suframa), responsabile amministrativa e Analista tecnico.

[4] Post-laurea in pubblica amministrazione e la gestione della città dal centro universitario internazionale (Uninter) e si laurea in ingegneria civile presso la Pontifícia Universidade Católica de Goiás (PUC/GO). Agisce come dipendente pubblico della zona franca di Manaus (Suframa), Soprintendenza responsabile ingegnere civile.

[5] Post-laurea in pubblica amministrazione da Universidade Cândido Mendes (UCAM/Prominas) e laureato in business administration presso l'Università di Amazonas (UEA). Agisce come dipendente pubblico della zona franca di Manaus Soprintendenza (Suframa), responsabile amministrativa e Analista tecnico.

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here