Il contributo dell’esperto contabile in magistratura: la tecnologia come strumento di supporto

0
11
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

ARTICOLO ORIGINALE

LEITE, Yasmin Marreira [1]

LEITE, Yasmin Marreira. Il contributo dell’esperto di contabilità in magistratura: la tecnologia come strumento di supporto. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 05, Ed. 03, Vol. 12, pp. 05-15. marzo 2020. ISSN: 2448-0959, Collegamento di accesso:  https://www.nucleodoconhecimento.com.br/contabilita/tecnologia-come-uno-strumento ‎

L’esperienza contabile è svolta da professionisti altamente qualificati, specializzati, che hanno una profonda conoscenza ed esperienza sul settore, applicando le loro competenze a prove di un certo fatto o atto. L’obiettivo di questo lavoro è quello di evidenziare l’importanza del professionista contabile nel dimostrare le informazioni contenute nei procedimenti giudiziari e come la sua logica, attraverso relazioni tecniche, assista il magistrato nel processo decisionale e non indichi il contributo e la notorietà della tecnologia come strumento per aiutare a lavorare. Considerando il volume di informazioni che devono essere analizzate dagli esperti contabili, la tecnologia è un grande alleato per garantire l’accuratezza delle informazioni che vengono persino messe a disposizione delle autorità fiscali, consentendo un maggior volume di analisi in modo tempestivo, quando necessario, consentendo l’agilità nel completamento della relazione e, di conseguenza, del processo.  L’esperienza sarà contabile in natura quando la tua analisi ritrae i dati sull’equità di qualsiasi entità. La sua esecuzione è effettuata dall’esperto contabile che attraverso tecniche come: l’esame; indagine; inchiesta; ricerca; arbitrato; misurazione; valutazione; l’autenticità e la veridicità delle informazioni contenute nel procedimento giudiziario. I risultati acquisiti nello studio indicano alcuni predicativi che devono essere garantiti dagli esperti per eseguire le analisi: accordo; partecipazione; credibilità; campo di competenza; confermando gli attributi primordiali per la pratica della professione. Il presente lavoro utilizzato come materiale di supporto per il soggetto che presenta: norme; legislazione; risoluzioni e il lavoro letterario di basarsi sul soggetto esposto. In considerazione di ciò, si può concludere che è estremamente importante capire l’esperto nella consulenza al magistrato quando si tratta di processi che richiedono l’analisi del settore contabile, nonché i vantaggi derivanti dalla tecnologia a favore della giustizia, di conseguenza, influenzando positivamente il lavoro dell’esperto.

Parole chiave: Analisi Contabile, Esperto contabile, tecnologia, veridicità, Magistrate Advice.

1. INTRODUZIONE

Nel preparare la relazione spetta all’esperto contabile contribuire alle parti interessate in materia in esame, il giudice può porre le domande degli esperti pertinenti al chiarimento dei fatti. Spetta al magistrato verificare le domande presentate dalle parti e il rifiuto relativo ai dati che non sono considerati rilevanti.

Con la crescita dell’area contabile in Europa, secondo Santos (1995), l’esperienza ha cominciato ad essere utilizzata come conferma nelle discussioni, rendendo così l’esperto contabile una figura chiave per ratificare l’affidabilità del parere giudiziario.

Per quanto riguarda l’esperienza contabile brasiliana, il contabile esperto ha la funzione di spiegare i dubbi del magistrato e delle parti, essendo un elemento fondamentale per legittimare le informazioni inviate al giudice.

Il Magisterium manca di conoscenze tecniche – scientifico per giudicare i casi che coinvolgono una natura contabile, in questo modo, viene richiesto il parere dell’esperto – contabile al fine di contribuire tecnicamente alla sentenza del giudice.

Il professionista qualificato per svolgere il lavoro di competenza contabile deve avere una laurea in scienze contabili ed essere iscritto nel consiglio contabile della sua regione. La laurea di primo livello ha bisogno di preparare un rapporto fondato e succinto, con l’obiettivo di assistere, imparzialmente, la sentenza del magistrato.

Il contabile deve essere equo, etico, imparziale, specializzato nel presentare il parere. Secondo il n. 3, articolo 473 del Codice di procedura civile (2015), per l’esecuzione della funzione, il professionista può utilizzare tutti i mezzi pertinenti, ascoltare i testimoni, raccogliere informazioni, cercare documenti che sono in possesso di terzi e il dipartimento pubblico, oltre a preparare la relazione con illustrazioni, fotografie e altri documenti importanti per la sua opinione.

Nel corso degli anni, l’area contabile è stata trasformata, non solo nelle norme e nei regolamenti, ma anche nelle pratiche. La crescita deriva dalla necessità del mercato di ricevere informazioni sempre più approfondite e rapide per prendere decisioni finanziarie, gestionali o amministrative.

Proprio come la scienza è in continua evoluzione, il professionista ha bisogno di seguire questa evoluzione al fine di imparare nuovi concetti e strumenti che vengono utilizzati sul mercato. Attualmente, uno degli strumenti più rilevanti è la tecnologia che mira a ottimizzare il lavoro in modo agile e pratico. L’uso di soluzioni tecnologiche nelle aziende riduce considerevolmente l’imminente rischio di perdita di documenti a causa di una scarsa conservazione o di qualsiasi altro motivo, poiché ciò consente l’archiviazione dei documenti in varie fonti di dati, anche in “cloud”, garantendo così che eventuali errori nel processo non comportino la perdita totale di informazioni.

Al giorno d’oggi, la crescita tecnologica nel settore contabile è stata accelerata dalla diversità degli strumenti che vengono inseriti nel mercato. Ciò, unitamente alla diffusione della tecnologia dell’informazione da parte di tutte le attività delle imprese, ha costretto la necessità di riflettere sugli effetti causati dai progressi tecnologici nell’attività contabile.

Il lavoro presentato cerca di evidenziare il contributo dell’esperto contabile nelle decisioni giudiziarie, attraverso la consulenza al magistrato, e il dinamismo della tecnologia a sostegno dell’esecuzione delle competenze.

2. COMPETENZA NELLA CONTABILITÀ

Prima di discutere le competenze nel settore contabile è necessario capire quali sono le informazioni contabili e il suo rapporto con le competenze. Secondo Bertuchi (2019), l’informazione contabile mira soprattutto a dimostrare la fattibilità economica e finanziaria di un’azienda nel processo di recupero, nonché sottolinea le strategie, nonché i mezzi da utilizzare in questo processo di recupero. Così, in tutti questi fattori, secondo l’autore, si percepisce che la fonte delle informazioni è la contabilità della società debitore, in quanto funge da base principale che sostiene la richiesta di recupero giudiziario. In questo senso, la contabilità è intesa come uno dei protagonisti nei processi che comprendono il recupero giudiziario. Bertuchi (2019) allude anche al fatto che oltre all’uso e all’utilità delle informazioni contabili, la comprensione della sua idea sia di pari rilevanza, sia da parte della società che richiede il recupero giudiziario sia da parte dell’amministratore giudiziario, dei creditori e del giudice. Tra questi agenti, l’amministratore giudiziario si distingue per le sue prestazioni nel processo di recupero giudiziario.

Secondo lo studio di bertuchi (2019), la figura dell’amministratore giudiziario comprende la necessità di pensare a un agente con conoscenze multidisciplinari, e quindi dovrebbe essere in grado di valutare la fattibilità del recupero della società dalla verifica dei crediti, dalla supervisione del processo di recupero, dalla manifestazione in relazione alle procedure e alle decisioni da adottare e dovrebbe aiutare il giudice e, se richiesto, deve sostituire gli amministratori o i proprietari della società di recupero. Spetta quindi all’amministratore giudiziario, che, a sua volta, dovrebbe basarsi su libri contabili e altri documenti di natura commerciale e fiscale rivolti al debitore, effettuare la verifica dei crediti, secondo Art. 7 della legge n. 11.101/2005. Una volta verificata la conformità, il professionista emette gli avvisi ai creditori.

Bertuchi (2019) chiarisce inoltre che l’amministratore fiscale dovrebbe supervisionare l’intero processo di recupero giudiziario in corso. L’autore sottolinea inoltre che una parte del successo del processo di recupero giudiziario è legata alle prestazioni dell’amministratore giudiziario. Con la legge n. 11,101/2005, la figura del contabile è stata inclusa, e quindi è qualificato per agire come amministratore giudiziario. Tuttavia, secondo Bertuchi (2019), la partecipazione dei contabili come amministratori giudiziari è ancora piuttosto limitata, poiché è spesso che svolgono il ruolo di esperti contabili in questo tipo di processo, quando richiesto dal giudice. Secondo Bertuchi (2019, p. 22) “il giudice chiede quando ci sono indicazioni di preparazione di documenti contabili inaffidabili, presentando dati inesatti, simulati o omessi, al fine di portare benefici all’organizzazione anche prima della richiesta di rj, costituendo pratiche fraudolente”.

La competenza è lo strumento a disposizione per produrre componenti probatori che vengono utilizzati come prova in procedimenti giudiziari o extragiudiziali. Sempre secondo il So (1996), l’innovazione delle competenze fornisce una posizione sulla ricerca fatta del patrimonio, talvolta di impresa o di individui, la cui verifica, per natura, è stabilita o richiesta dalla parte interessata. Possiamo dire che la competenza contabile analizza le situazioni relative all’equità, presentando un punto di vista per la questione in discussione, secondo l’autore S s (1996) attraverso arbitrati, indagini, indagini, esami, indagini, valutazioni, eventuali metodi essenziali per il parere. Lo strumento analizzato qui è inteso in modo ampio, come lavoro specializzato al fine di ottenere prove e idee al fine di dirigere un’autorità nella decisione di un fatto o inviare il confronto tra le parti.

Secondo Ornelas (1995), una delle categorie di prove di esperti è costituita dagli spettacoli tecnici disponibili, in modo naturale o giuridico, che contribuiscono alla prova dei fatti contabili. Secondo l’autore Neves (2004) l’arbitrato, l’esame, l’indagine, l’indagine, l’indagine che supportano gli aspetti tecnici della contabilità, prova le prove che contribuiranno alla formazione della condanna del giudice, attraverso competenze giudiziarie. Il concetto di competenza contabile secondo il Brazilian Accounting Standard NBC – TP 01 (2009) ci dice che si tratta di un insieme tecnico e scientifico di procedure che assistono il professionista nella preparazione della relazione di esperti – tenendo conto della base di prove destinate al processo decisionale. I fatti alterati nei beni di un’entità secondo Magalhàes Et Al (2006) è un’opera di analisi e verifica da parte del professionista contabile, che ha il ruolo di chiarire al giudice o all’amministratore giudiziario i fatti che modificano. Possiamo dire che la competenza contabile ha la necessità di uno specialista tecnico, contabile, che sosterrà chiarire e posizionare attraverso il parere sulla questione in questione al fine di chiarire il magistrato il possibile dubbio.

2.1 OGGETTO DI COMPETENZA CONTABILE

L’esperienza contabile non deve estrapolare l’analisi richiesta dal giudice e il contabile deve attenersi ai punti richiesti.

L’obiettivo principale dell’esperienza secondo i brasiliani Accounting Standards NBC T13 – Accounting Expertise – (2009) è quello di condurre competenze decisionali al fine di attestare la veridicità del fatto in questione, nonché di dimostrare, attraverso prove, il parere della conclusione.

Il suo scopo è quello di sostenere le informazioni richieste, mostrando l’autenticità dei fatti in modo imparziale e autentico in un modo: oggettivo; affidabile; chiaro; affidabile; precisione e chiarezza.

2.2 AGENTI DI CONTABILITÀ

2.3 GIUDICE

Si tratta di un’autorità pubblica, competente per essere giudicata mediante prove seguendo il principio giuridico e il senso della giustizia; assisaada dirigendo e decidendo il processo, investendo legalmente con potere per l’esercizio dell’attività giudiziaria.

Secondo l’art. 93, io, della Costituzione federale, la posizione del giudice sarà data attraverso una gara d’appalto pubblica, con la presenza dell’Ordine degli Avvocati Brasiliani in tutte le fasi, che richiede la laurea in giurisprudenza, almeno tre anni di esperienza in ambito giuridico e il rimanere, nelle nomine, all’ordine delle classificazioni.

Il Giudice non può in alcun modo prendere decisioni attraverso condanne personali senza basi tecniche, le decisioni saranno prese sulla base di prove delle relazioni, come l’esperienza contabile.

2.4 RAGIONIERE ESPERTO

Conformemente al Brazilian Accounting Standards RESOLUTION NBC P2 (2005), è il professionista laureato, etichettato con il contabile iscritto al Regional Accounting Council, che svolge attività di esperti in modo personale, essendo specializzato e altamente qualificato per la valutazione della questione. Il ragioniere deve avere esperienza e conoscenza sull’argomento, osservando sempre il codice di etica professionale del CFC.

Ha bisogno di rimanere aggiornato in modo da poter applicare in modo affidabile le tue conoscenze.

Quando agisce in procedimenti giudiziari, l’esperto deve essere citato in commaper, con mezzi elettronici, per svolgere le sue attività, con almeno 10 giorni di anticipo, come stabilito nell’Art. 477, n. 4, di legge n. 13.105/2015 (Codice di procedura civile)

NBC TP 01 (2015) stabilisce che l’esperto dovrebbe essere consapevole della portata delle sue analisi, sia in relazione all’oggetto che al periodo compreso per l’esecuzione delle competenze contabili. Inoltre, è necessario che l’esperto del tribunale informi le parti della data e del luogo di avvio dell’esperienza contabile.

In questo senso, quando l’esperienza è legata alla questione giudiziaria, l’esperto può eventualmente rifiutarsi di assistere alle fasi o segnalare qualsiasi difficoltà nell’esecuzione delle competenze, che dovrebbero essere comunicate, con le rispettive giustificazioni e prove al magistrato che rendono impossibile il suo lavoro. In caso di competenze extragiudiziali, qualsiasi infattibilibilità è comunicata alla parte contraente.

2.5 RELAZIONE DI ESPERTI

Stabilisce prove tecniche il cui esperto espone le sue analisi, ricerche e risultati. Secondo Mello, Paulo (2013) la relazione di esperti da completare deve contenere: Apertura, Introduzione, Sviluppo, Domande e risposte, Conclusione Tecnica, Chiusura, Allegati e Documenti.

La competenza deve deliberare l’oggetto e stabilire l’obiettivo del suo lavoro, e riconoscere i dati essenziali per il suo sviluppo, accertare la necessità o meno di nuove informazioni, che possono essere raggiunte attraverso indagini, convalidare le informazioni esaminate, confrontarsi con i dati, tra gli altri atti, tutti sono riusciti in modo tecnico e imparziale.

Alla luce di quanto sopra, si può concludere che la preparazione della perizia, che conterrà i dettagli delle analisi tecniche relative ai punti da chiarire nel processo, nonché le validazioni appropriate delle informazioni, sarà fondamentale per l’esito del processo e mira ad assistere il giudice nella conclusione del processo.

3. L’IMPATTO DELLA TECNOLOGIA SUL LAVORO DEGLI ESPERTI

Oggi l’evoluzione tecnologica è stata caratterizzata dall’accelerazione e dalla varietà di nuovi strumenti che vengono inseriti nel mercato, con l’obiettivo di ottimizzare i processi e le attività manuali, consentendo più tempo dedicato all’analisi e all’attività che generano un maggiore valore aggiunto.

Questi fattori hanno stabilito la necessità di riflettere sugli impatti generati sull’attività contabile. Il professionista contabile deve essere consapevole dei cambiamenti nella legislazione e anche delle trasformazioni che la tecnologia offre, perché entra in tutte le attività economiche, anche nell’agire come esperto contabile.

Secondo IPOG, uno dei principali sviluppi nell’esperienza contabile durante l’operazione Lava Jato è stato garantito dalla distribuzione di software, come My Webday e Draisys, che ha assistito l’esperto contabile nell’indagine e nell’identificazione delle frodi e di altre informazioni necessarie.

Uno degli esempi attuali che è presente nelle attività del professionista contabile è il completamento, la convalida e la trasmissione dei file digitali inviati alle autorità fiscali nel SPED (sistema pubblico di contabilità digitale), che è un progresso rilevante nel sistema di integrazione dello scambio di informazioni tra il contribuente, le autorità fiscali e IPED. Si tratta di un processore di prove digitali al fine di sostituire i documenti che sarebbero fisicamente messi a disposizione.

Il rimodellamento digitale, soprattutto nel campo delle competenze contabili, presenta un’evoluzione del lavoro poiché la tecnologia ha riunito nuovi strumenti che migliorano l’artigianato che promuove la velocità dell’informazione in modo agile e sicuro. Possiamo concludere che la tecnologia e le prestazioni del professionista contabile sono collegate e rappresentano un forte risultato nella nostra comunità sociale, perché i fallimenti umani sono diminuiti, poiché la tecnologia offre questa condizione, che ha reso più difficili i problemi con perdite, omissioni e cambiamenti di informazioni da mettere a disposizione dell’esperto.

3.1 I VANTAGGI DELLA TECNOLOGIA NEL CAMPO DELLA GIUSTIZIA

Qual è stato il vantaggio dell’informatizzazione nell’ausilio delle competenze contabili?

È possibile utilizzare Internet come ponte per la comunicazione e la disponibilità di relazioni e opinioni ad accesso rapido e tempestivo, che garantisce la riservatezza nel passaggio e nella conservazione delle informazioni. Altri vantaggi osservati nella ricerca sono il protocollo online delle petizioni e la riduzione degli errori notarili. La firma digitale è un mezzo sicuro che garantisce la veridicità dei documenti elettronici e la conferma dell’autore della trasmissione delle informazioni alle autorità fiscali o non fiscali.

La misura provvisoria n. 2.200-2/01 ha certificato la validità legale dei documenti elettronici e l’uso di certificati digitali per garantirne l’autenticità.

Inoltre, per quanto riguarda i procedimenti giudiziari, possiamo citare la legge n. 11.419 del 2006, che prevede l’informatizzazione del processo giudiziario, dal 2007, che si applica ai procedimenti civili, penali e di lavoro, che comprendono anche tribunali speciali, al fine di portare maggiore velocità e guadagni ai magistrati e alle parti coinvolte nel processo.

L’esperto del giudice e i suoi assistenti utilizzano oggi certificati digitali nel trattamento mediante documenti elettronici, che sono già informatizzati dal giudice e dalle sue parti. L’arificazione digitale e le relazioni degli esperti riducono i costi, salvano i dati dai rapporti, creano un nuovo supporto di memorizzazione per la riservatezza delle informazioni e guadagnano velocità a parere del file, perché facilitano l’assistente tecnico, gli avvocati e i giudici a ricevere le informazioni in tempo reale, la relazione, che consente di risparmiare tempo e denaro con la sicurezza. Un altro punto interessante da riflettere sono gli incentivi a ridurre l’inquinamento, la riduzione della circolazione del foro, il contenimento di documenti e inchiostri, la riduzione degli spazi negli archivi, e la parte importante di esso la formazione di professionisti alla nuova efficienza a favore della giustizia, che ci dà trasparenza nei processi.

Uno dei grandi progressi che la tecnologia ha portato alla giustizia brasiliana e, di conseguenza, agli esperti che assistono nei procedimenti giudiziari, è stata la riduzione della gestione della carta, perché nella maggior parte dei forum, c’è accesso al processo attraverso il sistema virtuale che è più veloce, dal momento che sono a disposizione di giudici, esperti, assistenti e parti.

4. CONSIDERAZIONI FINALI

Le competenze contabili diventano sempre più rilevanti a causa dei continui cambiamenti nelle pratiche contabili, che sono accompagnati da vari cambiamenti globali. La contabilità comprende studi matematici, legali e di altro tipo, quindi l’esperto di contabilità deve padroneggiare l’esercizio della professione con grande competenza e conoscenza.

Si può dire che la competenza contabile ha il suo ruolo fondamentale per assistere nel processo decisionale del magistrato, fungendo da strumento nella logica del processo e diventando essenziale per un’equa applicazione della legge.

Il professionista deve seguire le disposizioni dei principi fondamentali della contabilità, al fine di applicare gli standard contabili brasiliani, che sono obbligatori ed estesi a tutti i professionisti del settore. Inoltre, in base alle regole del Codice Etico Professionale del Contabile garantisce l’affidabilità del suo ufficio.

È essenziale per il lavoro di esperti – contabilità formazione continua per le sue migliori pratiche.

In questo contesto, l’ambiente digitale è eccellente e innovativo, di fondamentale importanza nell’esistenza della giustizia; Indubbiamente l’arificazione digitale in concomitanza con le competenze ha molto da contribuire alla mobilità giuridica e alla qualità del lavoro esercitata dall’esperto, in quanto si è aggiunto all’agilità dei processi giudiziari e agli esperti nell’indagine delle loro ragioni, consentendo loro analisi più dettagliate in un lasso di tempo più breve.

Pertanto, l’Esperto di Lud, l’es. d. d’ d’etica e la rành’nh””saber té’n’n’, è un’ast”d’s’prova”’n’n”n””s’saber té’n’n” scientifico’, è un’alternativa a un’edizione di m”d’at’etica’n’n”n’s’sbato’té’n’n’, è un’alternativa all’indirizzo “d” .

RIFERIMENTI

BERTUCHI, F. I. Custos de transação e informação contábil na recuperação judicial de micro e pequenas empresas. 2019. 75 f. Dissertação (Mestrado em Ciências Contábeis) – Universidade Estadual de Maringá, Maringá, 2019.

BRASIL. Lei nº 13.105, de 16 de março de 2015.Código de Processo Civil – CPC. Disponível em: http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/_ato2015-2018/2015/lei/l13105.htm#art1045 Acesso em: 21/01/2018

BRASIL. Constituição (1988). Constituição da República Federativa do Brasil. Brasília,  1988.  Disponível em: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/constituicao/constituicao.htm>. Acesso em 10/01/2020

BRASIL. MEDIDA PROVISÓRIA, de 24 de agosto de 2001. Institui a Infra-Estrutura de Chaves Públicas Brasileira – ICP-Brasil, transforma o Instituto Nacional de Tecnologia da Informação em autarquia, e dá outras providências. Disponível em: http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/mpv/antigas_2001/2200-2.htm. Acesso em 16/02/2020.

BRASIL. Lei n° 11.419, de 19 de dezembro de 2006. Dispõe sobre a informatização do processo judicial. Disponível em: http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/_ato2004-2006/2006/lei/l11419.htm. Acesso em 12/12/2019.

BLOG IPOG. A Perícia Contábil foi responsável por mais de 100 laudos produzidos e uma operação que impactou a política do país. Disponível em: https://blog.ipog.edu.br/contabilidade/pericia-contabil-operacao-lava-jato/. Acesso: 01/03/2020.

CONSELHO FEDERAL DE CONTABILIDADE.Resolução CFC nº 803, de 10 de outubro de 1996. Código de ética profissional do contador – CEPC. Disponível em http:// www.crcsp.org.br.Acesso em: 06/07/2018

________. Resolução CFC 1.243, de 18 de dezembro de 2009 – Norma brasileira de contabilidade TP 01 – TP 13. Disponível em http:// www. cfc.org.br .Acesso em: 01/01/2019

________. Resolução CFC 1056, de 25 de novembro de 2005 –Aprova a NBC P2.1- Competência Profissional. Disponível em http:// www. cfc.org.br . Acesso em: 01/01/2018

MAGALHÃES, Antônio de Deus Farias et al. Perícia contábil:Uma Abordagem Teórica, Ética, Legal, Processual e Operacional – Casos Práticos. São Paulo: Atlas, 2006.

MELLO, Paulo Cordeiro. Perícia contábil. São Paulo: Senac, 2013, 25p.

NEVES, Antônio Gomes das. Curso Básico de Perícia Contábil. 2. Ed. São Paulo:Ltr  2004, 9p.

NORMA BRASILEIRA DE CONTABILIDADE, de 27 de fevereiro de 2015 – Aprova a NBC TP 01 – Perícia Contábil. Disponível em http:// www. cfc.org.br . Acesso em: 01/01/2018

ORNELAS, Martinho Maurício Gomes de. Perícia Contábil. 2. Ed. São Paulo: Atlas, 1995.

SÁ, Antônio Lopes de. Perícia contábil. 2. Ed. São Paulo: Atlas, 1996.

SANTOS, Moacyr Amaral. Prova judiciária no cível e comercial. 2 Ed. São Paulo: Max Limonad, 1955, 11p.

[1] Post – Laureato in Analisi Forense e Contabilità, Gestione fiscale post- Graduato e Bachelor of Accounting.

Inviato: Febbraio 2020.

Approvato: marzo 2020.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here