Analisi delle misure di prevenzione di infezione legati alle cure perioperatorie, 2017 – Anvisa: cosa è cambiato? [1]

0
732
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

VASCONCELOS, Paula Andréia do Couto Reis [2]

VASCONCELOS, Paula Andréia do Couto Reis. Analisi delle misure di prevenzione di infezione legati alle cure perioperatorie, 2017 – Anvisa: cosa è cambiato?. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 06, pp. 68-79, giugno 2018. ISSN:2448-0959

L'obiettivo del presente studio era di confrontare misure preventive relazionati all'anno di pubblicazione sanitario di Perioperative 2013 con l'anno 2017 dall'agenzia di vigilanza sanitaria nazionale (ANVISA). Il metodo utilizzato ha consistito di una revisione di letteratura delle misure nel boom intraoperatoria e postoperatoria, con l'obiettivo di ridurre le infezioni sito chirurgico. I risultati hanno mostrato due temi: l'importanza di seguire le misure preventive e il ruolo (funzione) di professione d'infermiera nella prevenzione delle infezioni chirurgiche del sito, le misure adottate. La Studio porta alla conclusione che per prevenire le infezioni del sito chirurgico dovrebbe antibiotici essere fatto correttamente per ogni procedura eseguita e, nel tempo, controllo di glicemia del paziente, tenerlo caldo thermal, esecuzione paramento corretta, oltre il degermation corretto le mani. È consigliabile che il équipe chirurgica e il personale infermieristico sono ben addestrato a-se la riduzione dell'infezione del sito chirurgico.

Parole chiave: ANVISA, infezione del sito chirurgico, Perioperative salute, infermieristica

Introduzione

Durante l'ospedalizzazione, il cliente/utente, esposto a questo ambiente, è suscettibile di sviluppare processi infettivi (SOBEEC.2013.

Nel contesto dell'ospedalizzazione, è di fondamentale importanza per l'infezione del sito chirurgico, concettualizzato secondo i centri per controllo e la prevenzione, gli Stati Uniti (CDC) come una complicazione chirurgica compromettere l'incisione, tessuti o organi Wells gestito e può essere diagnosticata fino a 30 giorni dopo il completamento della procedura o entro un anno dopo, in caso di impianto protesico. La tua prova potrebbe essere correlato alla condizione clinica del paziente, il tempo di durata della procedura e il potenziale per contaminazione delle procedure per essere eseguita (SOBEEC, 2013).

Si stima che ogni anno aumenta il numero di procedure chirurgiche, numero crescente di infezioni e ricorrenti procedura di malattie (ANVISA, 2017).

Nell'anno 2013, le misure preventive legate all'assistenza sanitaria sono state lanciate con l'obiettivo di presentare le linee guida per la sicurezza del paziente e migliorare la qualità dei servizi in materia di salute (ANVISA.2013.

Con l'aumento dell'incidenza di infezioni in questo anno del 2017, sono stati rilasciati nuovi orientamenti e misure di controllo di infezione.  Questo lavoro sarà presentato il risultato del confronto tra la precedente e le attuali linee guida, mostrando come la cura nel periodo perioperatorio e può garantire risultati ottimali per la salute del paziente (ANVISA, 2017).

Per evitare questo tipo di eventi avversi, sono misure di sicurezza del paziente e misure di prevenzione dell'infezione del sito chirurgico insieme con l'impegno dell'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (ANVISA), esecuzione di sorveglianza e linee guida per la prevenzione e il controllo dell'infezione, attraverso conferenze, simposi e pubblicazioni tecnico-scientifiche (ANVISA.2017)

Infezione del sito chirurgico è una delle principali infezioni sanitarie in Brasile (ANVISA, 2017).

L'incidenza di questa infezione legata alla procedure chirurgiche postoperatorie è del 3% al 20%, tra cui mortalità e morbosità paziente. Ci sono fattori che causano gravi danni fisici, sociali e/o psicologici (ANVISA, 2017).

Così, fattori di rischio multipli che attivano l'infezione del sito chirurgico, considerando che l'agente patogeno (carica microbica), il paziente (età, malattia esistente, lo stato nutrizionale e periodo di soggiorno pre-op) e la procedura chirurgica ( Preparazione preoperatoria, utilizzata per antisepsi delle mani, profilassi antimicrobica, ossigenazione e altre (gamma, 2017; SILVIA, 2017;  FLORES, 2014).

Sebbene molti fattori di rischio, è di grande importanza che la chirurgica team per comunicare in modo efficace, lo scambio di informazioni fondamentali per lo svolgimento sicuro dell'operazione, risparmio vive (OMS, 2010).

Il team infermieristico presuppone prima responsabilità in materia di prevenzione e controllo dell'infezione citata, che comprende tutti i periodi di perioperative come: fase preoperatoria (valutazione fisica, emotiva, identificazione di le allergie), fase intraoperatoria (offrendo sostegno emotivo, trasferimento per il centro chirurgico, aiutare nel posizionamento per induzione anestetica, valutazione del livello di dolore del paziente, monitoraggio, rinvio del paziente per la fase post-operatoria di ospedalizzazione, tra gli altri), (valutazione della medicazione, stato fisiologico del paziente, monitoraggio, valutazione del paziente per alta). (SOBEEC, 2005; DUTRA, 2017).

È della massima importanza che il équipe chirurgica lavora in Unione con tutti i personale infermieristico, essendo il componente principale per l'intera procedura essere efficacemente con l'obiettivo di salvare vite e migliorare i risultati chirurgici per tutti i pazienti (Who, 2010).

1. Obiettivi

Analizzare e confrontare le misure di prevenzione di infezioni correlate all'assistenza sanitaria nell'anno 2013 con l'anno 2017 dall'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (ANVISA), al fine di presentare questo tema in una chiara, precisa e chiara, che contribuisce a un migliore assistenza ai pazienti dal personale infermieristico.

2. Procedure metodologiche

La metodologia adottata in questo lavoro è un esame integrativo tenuto dall'analisi delle misure di prevenzione di infezioni correlate all'assistenza sanitaria nell'anno 2013, rispetto alle misure adottate nel 2017.

Questo studio intende condurre una revisione letteraria, analizzare, discutere e confrontare le misurazioni pubblicate dall'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (ANVISA) negli anni citati, al fine di promuovere la riduzione delle infezioni sito chirurgico e impatto delle infezioni correlate all'assistenza sanitaria.

Un'analisi comparativa tra le misure di prevenzione dell'infezione del sito chirurgico di ANVISA, l'anno 2013-2017.

3. Risultati e discussione

Dopo analisi e raffronto incontrato 12 (dodici) differenze, che sono: la profilassi antibiotica, controllo glicemico, controllo della temperatura, elenco di controllo di sicurezza chirurgica, degermation delle mani, cura preoperatoria, uso di ornamenti, rischi, scrub chirurgico chirurgico, curativo e concorrenza pulita.

3,1 misure preventive:

3.1.1 controllo glycemic e temperatura:

Nelle linee guida 2013, misure di prevenzione dell'infezione del sito chirurgico erano di modo specifico nel 2017 ha fatto le raccomandazioni di base per la salute di servizio, come: antibiotici (adatto per ogni tipo di indicazione procedura chirurgica, amministrare le dosi efficaci fino a 60 minuti prima dell'intervento chirurgico, somministrare la dose completa prima del laccio emostatico e interrompere in 24 ore, aggiustamento della dose in pazienti obesi, chirurgia prolungata ripetere la dose del farmaco, per Chirurgia colorettale associare per via orale e per via endovenosa), tricotomia (solo se necessario e non utilizzare lame), controllo del glucosio nel pre e postoperatorio con risultato < 180 mg / dl di sangue), mantenere il paziente caldo termico ≤ 35,5 ° C, ottima ossigenazione pre- e postoperatoria nel tessuto, utilizzare alcool o iodio clorexidenia per preparare la pelle, utilizzando la lista di controllo di sicurezza chirurgica, utilizzare protezioni di plastica della ferita di chirurgia gastrointestinale e biliare, svolgere la ricerca attiva di Infezioni del sito chirurgico e, se così, divulgare risultati, guida la famiglia e/o responsabile del paziente sulle misure di prevenzione di ISC.

3.1.2 tessuto ossigenazione:

Raccomandazioni speciali per pazienti con nasale di Staphylococcus aureus il dovrebbe essere studiata in pre-operatorie e raccomanda l'uso intranasale, clorexidina bagni mupirocina per cinque giorni (due volte al giorno), costanti aggiornamento su CC, CME e pratica pós-anestésicas e mano igiene, cura rigorosa e ferite chirurgiche con scarichi (ANVISA, 2017)

3.1.3 preoperatoria cura:

In relazione alla vasca per chirurgia elettiva, piccole e medie imprese, è stato consigliato nel 2013 per utilizzare clorexidina 2%, cosa è cambiato nel 2017 utilizzando sapone neutro dappertutto il corpo prima di inoltro per la CC. Per i pazienti con intubazione orotracheal previsioni possono eseguire igiene orale con clorexidina 0,12%.

3.1.4 Degermaçao mani:

Quando utilizzato per antisepsi delle mani utilizzato nel 2013 con clorexidina detergente solo nel 2017 essendo tecnica anche utilizzato con clorexidina 2% e anche il prodotto a base di alcol (PBA) e seguire le linee guida del produttore sulla lunghezza del tempo della tecnica, su medio 60 secondi.

3.1.5 l'uso di decorazioni:

Nel 2013 non ha presentato raccomandazioni sull'uso degli abbellimenti. Le nuove raccomandazioni di 2017 richiedono che gli ornamenti devono essere rimossi prima di iniziare la degermation chirurgica delle mani, tenere le unghie corte, rimuovere lo sporco con cazzuole, spazzole devono essere degermante monouso e sterili.

3.1.6 i fattori di rischio:

Nell'anno 2013 sono stati i fattori di rischio: obesità, età, diabete mellito, malnutrizione, fumo e pazienti che usando gli steroidi. Già nel 2017 i principali fattori di rischio di infezione del sito chirurgico-correlati sono: obesità, diabete mellito, fumo e pazienti che usando gli steroidi. È raccomandato in pazienti con fattori di rischio che il dosaggio antibiotico profilattico è regolato, paziente diabetico dovrebbe avere controllato, di glucosio nel sangue, come spiegato, e, nel caso di fumatori, è l'ideale che il paziente compie un periodo di 30 giorni di astinenza prima della procedura chirurgica. L'uso di steroidi e Immunosoppressori evitato nel periodo perioperatorio.

3.1.7 la profilassi antibiotica:

Nel 2013 la profilassi antimicrobica è stata scelta dal meno costoso e meno tossici, con la corretta dose entro 30-60 minuti prima dell'incisione chirurgica e pazienti allergici agli antibiotici beta-lattamici (ad es. penicillina), usato clindamicina 600 mg e Vancomicina 1 g IV del 12/12 ore. Nel 2017, per condurre la profilassi antimicrobica, deve cercare la dose specifica per ogni procedura chirurgica, amministrato da 0 a 60 minuti prima dell'inizio di cipro, vancomicina e incisione chirurgica con 1 o 2 ore in anticipo l'incisione. In pazienti allergici ai beta-lattamici antibiotici possono utilizzare clindamicina 600 mg/6/6 ore o iv vancomicina 15 mg/kg/iv del 12/12 ore per Gram-positivi e prima della raccomandazione era di vancomicina 1 g iv/12/12 ore.

Nel centro della chirurgico intraoperatoria di personale deve essere istruita affinché durante il movimento di persone per assicurare la sicurezza del paziente, avendo cura di collegare il telefono, non portare cibo in sala operatoria, nel rispetto delle regole di ciascuna istituzione, nel 2013 c'era questo tipo di consigli.

3.1.8 chirurgico paramento:

Sulle raccomandazioni dell'anno 2013, non è stato citato l'importanza di scrub chirurgico, chirurgico, nel 2017, è stata nominata come la principale barriera per proteggere il personale chirurgico a contatto con il paziente. Deve essere realizzato tramite l'uso di attrezzature di protezione individuale (IPE) come: grembiule, guanti sterili, Berretti, occhiali da sole e una mascherina chirurgica. Prima la veste, come già accennata, è necessario rimuovere tutti gli strumenti decorativi visuali.

3.1.9 condimento:

Il condimento è una procedura che esegue la pulizia di una ferita sia operativa o no, lei con l'obiettivo di alleviare il dolore, comfort e facilitare la guarigione, di prevenire l'infezione. Ci sono diversi tipi di copertura per la medicazione nell'anno 2013, come: Papaina, acidi grassi essenziali, garza non aderente, alginato di calcio argento, carbone attivo e argento, hidrocoloide, hidropolímeros con argento e non-argento, argento hidrofibra, idrogel, pellicola trasparente, sulfatodiazina, 1% di argento, collagenosi e schiume poliuretaniche che sono state rilasciate quest'anno dal 2017, con l'obiettivo di accelerare la guarigione delle ferite e possono essere utilizzate nelle lesioni superficiali e profonde con fase di essudato e granulazione.

La cicatrizzazione per prima intenzione dovrebbe rimanere sterile di 24-48 ore, essendo sostituite solo in caso di bagnato, sporco o se c'è un'indicazione medica e il cambio di essere fatto dall'infermiera o il medico. Durante l'anno 2013 è stato consigliato di utilizzare alcool o soluzione fisiologica 70%, quindi nel 2017 il materiale da utilizzare dovrebbe essere unica soluzione fisiologica 0,9%. L'incisione deve essere valutato, se c'è un segnale, si può lasciare flogistic esposti e deve essere lavato con acqua e sapone e asciugare con asciugamani.

3.1.10 concorrente di lavaggio:

Nel 2013 ed il 2017 che sala operatoria devono essere tenuta pulita, esecuzione di terminal pulizia del pavimento sull'ultimo ambulatorio di giorno, eseguire il concorrente di procedure di pulizia e disinfezione, la maggior parte giocato superfici e pulire l'attrezzatura.

3.1.11 Checklist sicurezza chirurgica:

Nell'anno 2013 il personale infermieristico non era responsabile della verifica sito chirurgico sul paziente. Con l'aumento stimato di infezioni del sito chirurgico e danno maggiore per il paziente, è stato preparato presso la lista di controllo di sicurezza chirurgica. Questo elenco è controllato dal personale infermieristico dal boom intraoperatorio e postoperatorio, con l'obiettivo di ridurre gli errori in chirurgia.

Vorrei in questo manuale di misure preventive durante l'anno 2017 era coraggio predominante anche sistematizzazione di professione d'infermiera (SAE), non c'era nessuna raccomandazione su questo argomento.

Secondo la regolamentazione Standard 32 del 2005 mira a stabilire le linee guida di base per l'implementazione della protezione della sicurezza misure e la salute degli operatori sanitari, ma poco citato essendo un rigoroso standard di essere seguita da professionisti e non pagano. L'elenco di controllo di sicurezza chirurgica non aveva nessuna guida di riferimento per quanto riguarda l'obbligo di tutte le istituzioni, con l'obiettivo di evitare errori nelle procedure chirurgiche.

Considerazioni finali

Lo scopo di questo studio era di confrontare le misure di prevenzione delle infezioni del sito chirurgico (2013) con la corrente (2017), che presenta con chiarezza e facilità per la chirurgica e team infermieristico di rimanere al passo con gli eventi attuali.

Il personale infermieristico ha il ruolo importante per la prevenzione dell'ISC, fallimenti accadere, ma può essere evitato mettendo in pratica la prevenzione di infezione chirurgica misure in ogni fase. In questo modo, dovrebbe effettuati corsi di formazione, di discussioni e di formazione continua per professionisti di Perioperative, con l'obiettivo di attuazione delle buone prassi, aumentante del lavoro e sicurezza del paziente e, di conseguenza, riduzione dei tassi di ISC.

Riferimenti

ANVISA. Misure di prevenzione di infezioni correlate all'assistenza sanitaria nazionale/agenzia di vigilanza sanitaria – Brasília: ANVISA, 2013.

ANVISA. Misure di prevenzione di infezioni correlate all'assistenza sanitaria nazionale/agenzia di vigilanza sanitaria – Brasília: Anvisa, 2017.

ANVISA. RISCHIO istruzione n. 01/2016-GVIMS/GGTES/ANVISA. Disponibile a: https://www20.anvisa.gov.br/segurancadopaciente/index.php/alertas/item/nota-tecnica-n-01-2016-gvims-ggtes-anvisa-versao-revisada acceduto a sopra 18 settembre 2017.

BRUNNER, Lily S. & SUDDARTH, Doris. Trattato di infermieristica medico-chirurgica. 10 ° ed. Rio de Janeiro: Guanabara Koogan editore.2005.

DOMENICA, Caroline Maria Herrero; SENYER, Luciana Inaba; POVEDA, Vanessa de Brito. Strategie di controllo glycemic e l'avvenimento di chirurgica del sito di infezione: rassegna sistematica. Disponibile a: http://www.scielo.br/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0080-62342016000500868&lng=en&nrm=iso&tlng=pt acceduto a sopra 11 settembre 2017.

DUTRA, Gelson Garcia. Controllo delle infezioni Ospedale: ruolo dell'infermiere. Disponibile a: https://portalseer.ufba.br/index.php/enfermagem/article/viewFile/9085/8992 acceduto a sopra 11 settembre 2017.

FLORES Marty, Cyanéa et al. Analisi di profilassi antimicrobica per la prevenzione dell'infezione del sito chirurgico in un ospedale in Brasile centro-occidentale. Cienc. infermieri. [online]. 2014, vol. 20, n. 2, pp. 103-115. ISSN 0717-9553.  http://DX.Doi.org/10.4067/S0717-95532014000200011.

GAMMA, Camila Sarmento, OLIVEIRA, Adriana Cristina. Valutazione della conformità con le misure per la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico da parte del team chirurgico. Disponibile a: http://www.bibliotecadigital.ufmg.br/dspace/handle/1843/GCPA-9FTEMZ acceduto a sopra 17 settembre 2017.

OLIVEIRA. Ooooo, Itsuko Sueli CIOSAK. Infezione del sito chirurgico nell'ospedale dell'Università: pós-alta sorveglianza e fattori di rischio. Disponibile a: http://scielo.iec.pa.gov.br/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S1679-49742012000200008 acceduto a sopra 13 settembre 2017.

L'organizzazione mondiale della sanità. Alleanza mondiale per la sicurezza del paziente: intervento chirurgico sicuro salva la vita (linee guida per la sicurezza che chirurgia) / traduzione: Marcela Sanchez Nilo e Irma Angelica Duran-Rio de Janeiro: Pan American Health Organization; Ministero della salute; Agenzia di vigilanza sanitaria nazionale, 2010.

ROSCANI, Alessandra Nazareth Cainé Pereira; FERRAZ, Edmund Machado; Antônio Gonçalves de Oliveira FILHO e FREITAS, Cava Maria Isabel. Convalida della checklist chirurgica per la prevenzione dell'infezione del sito chirurgico. Paul ACTA. infermieri. [online]. 2015, vol. 28, n. 6, pp. 553-565. ISSN: 0103-2100.  http://DX.Doi.org/10.1590/1982-0194201500092.

Silva, Lucia Marta Giunta di tutte le et. Struttura e processo di assistenza infermieristica per la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico: studio osservazionale. Disponibile a: http://www.objnursing.uff.br/index.php/nursing/article/view/1873/444 acceduto a sopra: 11 settembre 2017.

SOBECC, nazionale. Migliori pratiche. Società brasiliana di infermieri in sala operatoria recupero anestetico e sterilizzazione materiali Center. 5a Ed. São Paulo, 2009.

[1] Tesi presentata per il laureato Lato Sensu in infermieristica, centro per la cura e la nutrizione, in tenuta con la Pontificia Università Cattolica di Goiás, per ottenere il titolo di specialista nel blocco chirurgico e CME sotto la guida della (a) insegnante Shashank Edmond.

[2] Lato Sensu studi Laurea in Infermieristica-Infermieristica e nutrizione studi nella guarnizione con la Pontifícia Universidade Católica de Goiás

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here