Analisi esplorativa dei dati spaziali di febbre di febbre rompiossa nello stato di São Paulo

0
442
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SILVA, José de Paula [1]

SILVA, José de Paula. Analisi esplorativa dei dati spaziali di febbre Dengue in stato di São Paulo, in Brasile. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 01, pp. 136-144, giugno 2018. ISSN:2448-0959

Obiettivo: per valutare lo spazio gruppi nell'incidenza di febbre Dengue in stato di São Paulo, tra i mesi di gennaio e maggio 2015.

Metodi: questo studio con popolazione di casi di febbre dengue ha confermato le notifiche, autoctone, comune di stato di São Paulo, tra i mesi di gennaio a maggio 2015 2015.  La correlazione spaziale e dei suoi gruppi sono stati valutati dagli indici di globalità Moran e località.

Risultati e discussione: la distribuzione del tasso d'incidenza di febbre Dengue nei primi mesi del 2015 ha presentato il modello di distribuzione spaziale, cioè la presenza di gruppi o cluster, in regioni specifiche dello stato di São Paulo in Brasile. Gruppi con alta incidenza tassi sono stati osservati in meso-regioni di Assisi, Araçatuba, São José do Rio Preto, Bauru, Araraquara e Campinas a Presidente Prudente.

CONCLUSIONI: il tasso di incidenza e i rispettivi gruppi hanno dimostrato che c'è un modello del gruppo di febbre rompiossa. Così l'analisi esplorativa dei dati spaziali possono essere uno strumento cruciale in interventi finalizzati alla prevenzione e il controllo della malattia.

Parole chiave: Dengue, GIS, l'analisi spaziale esplorativa dei dati.

Introduzione

La febbre rompiossa è un'acuta febbrile, che colpisce l'uomo, essendo considerato un problema di salute pubblica nel mondo. Gli Arbovirus è genere Flavivirus con quattro sierotipi sono noti: DENV1, DENV3 e DENV2 DENV4.

Egli è attualmente diffuso in paesi tropicali e subtropicali, le cui condizioni ambientali favoriscono lo sviluppo e la proliferazione di Aedes aegypti e Aedes albopictus (PENNA, 2010).

La febbre dengue in Brasile ha presentato schemi temporali rispetto alla tua trasmissione e conseguente manifestazione, portando alla comparsa di picchi epidemici in alcuni mesi dell'anno.

Così condizioni meteo variabili quali la temperatura e precipitazioni influenzano le dinamiche del vettore e quindi l'incidenza della malattia (VIANA e IGNOTTI, 2013).

Varie strategie di prevenzione Dengue sono state adottate e raccomandate, questi includono la fornitura di indicatori epidemiologici che possono supportare la definizione dei gruppi e dei settori prioritari per il controllo (Brasile, C 2014).

Dati dalla sorveglianza epidemiologica centro di Sao Paulo spettacoli che negli ultimi anni (2013 e 2014) sono state organizzate più di 200.000 notifiche di Dengue nello stato (2014).

Materiali e metodi

Questo studio ecologico ha analizzato la distribuzione spaziale dei tassi di incidenza di febbre dengue. Le tariffe sono state determinate secondo i criteri del Ministero della salute, determinazione del numero di casi confermati di dengue (febbre emorragica di dengue e classica), per 100.000 abitanti in un dato spazio geografico, nello specifico caso ciascuno comune nello stato di São Paulo (PAHO, 2012)

I dati relativi ai confermano casi di dengue sono stati ottenuti dal centro monitoraggio epidemiologico Prof. Alexander Vrandjac "tenuto dal governo dello stato di São Paulo (CVE/SES-SP, 2015).

La query è stata eseguita dalla distribuzione dei casi di febbre dengue riportati e confermati (locali e importati) nello stato di São Paulo, secondo il comune di residenza, entro il mese di insorgenza dei sintomi-anno 2015. Per l'analisi dei cluster, abbiamo selezionato i dati relativi alle notifiche confermate da indigeno comune in stato di São Paulo, tra i mesi di gennaio a maggio 2015 2015.

Per quanto riguarda il tasso adottato come stima dei dati IBGE popolazione per quanto riguarda la popolazione le stime per i comuni brasiliani nel giugno 2014, disponibile sul sito Web dell'Istituto (Brasile, 2014b).

Analisi spaziale inizialmente adottato la distribuzione dalle classi in multipli di 100 casi/100 000 abitanti, essendo l'ultima classe composto da 300 o più casi/100 000 abitanti dovuto la definizione adottata dell'epidemia di febbre dengue (maggiore di 300 casi/100 000) .

Per quanto riguarda la correlazione spaziale, è stato valutato dall'indice di Moran.  L'ipotesi di nullità in questo caso dovrebbe essere uguale a zero. Valori positivi (tra 0 e + 1) indicano la correlazione inversa correlazione diretto e negativo (tra 0 e-1). La validità statistica è stata determinata dall'importanza stimato attraverso i test di pseudo-significância per 99 permutazioni che permette la determinazione di un p-value.

È stato determinato anche la diffusione del diagramma Moran per ogni mese che indica anche l'indice di Moran. Il diagramma è costruito basato su valori normalizzati (valori di attributo sottratta dalla tua media e divisa per la deviazione standard) essendo un grafico bidimensionale di z (valori standard) per wz (media dei vicini) e divisa in quadranti.

Gruppi (cluster), sono stati valutati dall'indice I di Moran (locale indicatori di posizione associazione spaziale – LISA. L'indice di Moran in grado di trovare la correlazione spaziale di posizione fra le zone ed essere locale permette l'identificazione dei gruppi (cluster) di entrambe le aree come valori erratici.

Per identificare la dipendenza spaziale è stato dato la mappa di Moran per ogni mese in cui l'indice globale indicato autocorrelazione spaziale. I valori rilevati sono i seguenti: 0 (non significativo), 1-Q1 (alto-alto), 2-Q2 (bass-basso), 3-Q3 (alto-basso) e 4-Q4 (basso-alto).

Per l'identificazione delle regioni dello stato, la divisione dello stato di São Paulo, secondo l'Istituto brasiliano di geografia e statistica (IBGE) in 15 meso-regioni (Brasile, 2014La).

Analisi spaziale programmi utilizzati erano i Terraview®, versione 4.22 e GeoDa®, basi di versione 1.67 e cartografici utilizzate sono state ottenute sul sito Web dell'IBGE.

Risultati e discussione

Dalle notifiche confermata la febbre Dengue nel periodo dal gennaio al maggio 2015, il coropléticos mappe del mese gennaio 2015 caratteristica due meso-regioni dello stato, con conferma di casi di febbre Dengue, la mesoregione di Assisi e la meso-regione di Campinas. (Figura 1). Gradualmente le regioni in un possibile default mostrano espansione cui culmine apparente si verifica nel marzo 2015. Poi inizia un processo di degradazione delle notifiche attraverso il mese di maggio.

Questa caratteristica può essere osservato con i dati contenuti nella tabella 1, attraverso il numero di notifiche di Dengue raggiungendo il massimo valore tuo a marzo con riduzione in due mesi.

Un'altra nota sono le regioni con basso tasso di Dengue, soprattutto le regioni di Itapetininga e Ribeirão Preto.

Figura 1-distribuzione dei tassi di casi confermati di febbre di febbre rompiossa per 100.000 abitanti dei comuni dello stato di São Paulo, in Brasile, nel periodo dal gennaio al maggio 2015.
Figura 1-distribuzione dei tassi di casi confermati di febbre di febbre rompiossa per 100.000 abitanti dei comuni dello stato di São Paulo, in Brasile, nel periodo dal gennaio al maggio 2015.

Tabella 1-numero di notifiche e le conferme dei casi di febbre Dengue in stato di São Paulo durante i mesi di gennaio a maggio 2015 secondo la sorveglianza Epidemiologica Center (CVE-SP).

Ha confermato
Mese (2015)NotificatoAutoctoniImportati
Gennaio55036366592059
Febbraio132075854783473
Marzo2448641490424808
Aprile139810799002902
Maggio3546616807600
Totale60725136788613842

 

Confermata l'esistenza di autocorrelazione spaziale del tasso variabile di casi di febbre di febbre rompiossa per 100.000 abitante è stato determinato dai valori positivi e significativi di indici di Moran nei mesi di febbraio al Global marzo 2015. Tassi di Moran durante questo periodo ha variato fra 0.214092 (febbraio) e 0.156389 (aprile) significativa con valori di p = 0,01. I mesi di gennaio e non può fornire l'autocorrelazione spaziale (Figura 2).

Figura 2-Schema della diffusione di Moran da tassi di conferma di dengue di 100.000 in z valori normalizzati (importi sottratti dalla media e divisa per la deviazione standard), rappresentata in ascissa e wz (media dei vicini) in ordinata, durante il i mesi da gennaio a maggio 2015.
Figura 2-Schema della diffusione di Moran da tassi di conferma di dengue di 100.000 in z valori normalizzati (importi sottratti dalla media e divisa per la deviazione standard), rappresentata in ascissa e wz (media dei vicini) in ordinata, durante il i mesi da gennaio a maggio 2015.

Dall'indice di Moran Global, i cui valori ha mostrato il significato ha cercato di individuare i gruppi locali dei mesi di febbraio, marzo e aprile attraverso indicatori locali di associazione spaziale (LISA) per la costruzione di mappe di Moran.

Figura 3-spaziale distribuzione dei gruppi (cluster) di conferma di Dengue per 100.000 abitanti da locale indicatori di Spatial Association (LISA) statisticamente significativo (Moran mappa) tra i mesi di febbraio e aprile 2015.
Figura 3-spaziale distribuzione dei gruppi (cluster) di conferma di Dengue per 100.000 abitanti da locale indicatori di Spatial Association (LISA) statisticamente significativo (Moran mappa) tra i mesi di febbraio e aprile 2015.

In questi mesi è stato possibili identificare raggruppamenti locali presentati in Q1 (alto-alto), vale a dire, ad alti e medi valori elevati. I raggruppamenti sono stati posizionati in meso-regioni di Assisi, Marilia, Araçatuba, San Jose do Rio Preto, Campinas e Araraquara nel mese di febbraio.

Altri gruppi importanti e significativi sono stati osservati in Q2 (livello basso), vale a dire, basso e medio bassi valori. Questi ammassi sono stati situati nella regione di Itapetininga e parte delle regioni del Sud litorale, Bauru e metropolitano, Macro pure a partire da gruppi che si trova nella regione di Ribeirão Preto, Valle del Paraíba, metropolitan e Presidente Prudente.

Durante i mesi di marzo e aprile si verificano cambiamenti nei raggruppamenti presentati in Q1.  Potete vedere il gruppo si trova nella regione di Campinas non si verifica nel mese di aprile, il gruppo già si trova nella regione di São José do Rio Preto diventa più evidente nel mese di aprile.

Così era possibile affermare con sicurezza di 95% che non c'è associazione spaziale positiva, cioè esistiti comuni con alti tassi di conferma di Dengue circondata dai comuni con la stessa caratteristica, proprio come ci erano comuni con bassi tassi di conferma di Dengue circondata dai comuni con le stesse caratteristiche. I comuni nei quadranti (basso-alto) Q3 e Q4 (alto-basso) vengono visualizzati, ma non sono stati considerati importante a causa del basso numero di comuni.

Conclusioni

Questo articolo dimostra che la febbre di febbre rompiossa nello stato di São Paulo, durante l'anno 2015 presentato un periodo caratteristico tra i mesi di febbraio ad aprile. Rafforza il concetto di autocorrelazione spaziale, dimostrando che il caos di dengue non si verificano in modo casuale, ma sì, c'è una dipendenza spaziale verificata dagli indici di Moran e generale locale.

Meso-regioni di Assisi, Marilia, Araçatuba, Dubai, Araraquara e prati erano i più significativi, cui i comuni con alti valori di incidenza di febbre rompiossa avevano loro vicini con medie elevate.  Questa conclusione deve essere considerato nel processo di prevenzione e lotta contro il virus. Dall'inizio degli eventi c'è una grande probabilità che i comuni vicini a presentare anche la malattia in un processo di espansione.

Dengue combattimento dovrebbe prendere in considerazione che, una volta avviato lo scoppio in una posizione, altri comuni della regione tendono ad essere colpiti.

Brasile. Divisione territoriale brasiliana. Brasilia, 2014La.  Disponibile presso: < http://www.ibge.gov.br/home/geociencias/cartografia/default_dtb_int.shtm >. Accesso a: 02/02/2015.

______. Valutazioni della popolazione per i comuni brasiliani.  2014b.  Disponibile presso: < http://www.ibge.gov.br/home/estatistica/populacao/estimativa2014/default.shtm >. Accesso a: 02/02/2015.

______. Guida per la sorveglianza sanitaria.  Brasilia: sorveglianza della salute segretariato, c 2014. 812.

CVE/SES-SP. Distribuzione dei casi di febbre dengue riportati e confermati (autoctoni e d'importazione) nello stato di São Paulo.  2015.  Disponibile presso: < http://www.cve.saude.sp.gov.br/htm/zoo/dengue_dados.html >. Accesso a: 06/05/2015.

PAHO. Indicatori di base per la salute in Brasile: concetti e applicazioni. Pan American Health Organization, 2012.  ISBN 9788587943651. Disponibile presso: < https://books.google.com.br/books?id=p9eiQwAACAAJ >.

PENNA, g… infettive e parassitarie: Guida tascabile.   Ministero della salute, sorveglianza sanitaria segretariato, 2010.  ISBN 9788533416574. Disponibile presso: < https://books.google.com.br/books?id=OLLAkQEACAAJ >.

SÃO PAULO. Piano di sorveglianza, prevenzione e controllo della febbre di dengue in stato di São Paulo 2014-2015.  São Paulo: Consiglio di salute, 2014. 24.

VIANA, D. V.; IGNOTTI, E. L'avvenimento di dengue e meteo variazioni in Brasile: rassegna sistematica. Giornale brasiliano di epidemiologia, v. 16, p. 240-256, 2013. ISSN 1415-790 x.

[1] Prof. Dr.  Universidade Estado de Minas Gerais – passaggi

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here