Competenza contabile: nuove prospettive della professione nell’era tecnologica

0
11
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
Rate this post
PDF

RIEPILOGO

BRONZATO, Anderson [1], DIAS, Silvia Menezes Pires [2]

BRONZATO, Anderson. DIAS, Silvia Menezes Pires. Competenza contabile: nuove prospettive della professione nell’era tecnologica. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 06, Ed. 02, Vol. 10, pp. 42-47. febbraio 2021. ISSN: 2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/contabilita/prospettive-della-professione

Con l’arrivo della tecnologia, l’esperto di contabilità, professionista che esegue l’analisi tecnica dei documenti al fine di trovare verità in un’indagine, ha incluso massicciamente la tecnologia e l’intelligenza artificiale nella sua routine lavorativa. A seguito di un’espansione intrinseca dell’informazione, della comunicazione, dell’istruzione e dei servizi, questo professionista deve adattarsi e aggiornarsi di fronte alle nuove esigenze di un mondo basato sulla tecnologia. Pertanto, questo riepilogo mirava a verificare come gli esperti contabili trattano e accettano la tecnologia come importante per la routine lavorativa. È stato applicato un questionario online, raccogliendo informazioni sull’uso del computer per lo sviluppo delle attività della professione. I risultati ottenuti mostrano che i contabili riconoscono l’importanza della tecnologia e la necessità del suo uso per l’esercizio della professione. Tuttavia, la maggior parte afferma di sapere poco o medio sull’intelligenza artificiale. I dati qui presentati mostrano che, pur conoscendo l’importanza della tecnologia, gli esperti contabili hanno conoscenze limitate in materia. I professionisti hanno anche affermato che la tecnologia non ha causato cambiamenti nelle loro routine, il che differisce da quello osservato nelle prestazioni pratiche di questi esperti contabili.

Parole chiave: Competenza contabile, era tecnologica, Esperto contabile, Esperto contabile.

INTRODUZIONE

Nell’era post-industriale, il mercato del lavoro si è trasformato, rendendo i professionisti sempre più dipendenti dalla tecnologia per la vita quotidiana dei loro servizi di lavoro. Per l’esperto contabile non sarebbe diverso, la sua qualifica multidisciplinare accompagna le esigenze del mercato. Questo professionista analizza tecnicamente documenti e materiali disponibili alla ricerca di verità presenti in fatti e prove derivanti da una determinata indagine e, come conseguenza dell’era post-industriale, ha utilizzato sempre più la tecnologia nella sua routine lavorativa (BRONZATO, 2021).

Per esercitarsi nella professione di commercialista esperto, il professionista deve essere registrato nel suo organo di classe competente, dimostrare le sue prestazioni nei programmi di formazione continua ed essere una solida conoscenza nella materia che svolge competenze. La gamma di azione dell’esperto-commercialista è immensa e fornisce servizi sia ai singoli che legali in ambito giudiziario e/ o stragiudiziale. In questo scenario, è inerente al professionista agire, ad esempio, in esecuzioni penali, civili, familiari, agricole pubbliche e fiscali, periziando varie imposte, come IPTU e ICMS. Pertanto, l’uso della tecnologia da parte del professionista diventa intrinseco alle loro prestazioni (BRONZATO, 2021).

E quando parliamo dell’esecuzione del commercialista esperto, è essenziale menzionare la relazione dell’esperto, attraverso la quale l’attività è consolidata, cioè dove sarà documentata qualsiasi procedura tecnico-scientifica utilizzata per la raccolta delle prove che culminerà nella verifica di un dato fatto, cioè la competenza contabile. Tale competenza, a sua volta, può essere giudiziaria, semigiudiziale, stragiudiziale o arbitrale (BRONZATO, 2021).

  • Competenza contabile giudiziaria – utilizzata nelle decisioni giudiziarie che comportano contenziosi nell’interesse economico delle parti;
  • Competenza contabile semigiudiziaria – di solito svolta dalle autorità di contrasto e può occasionalmente far parte di procedimenti giudiziari;
  • Le competenze contabili extragiudiziali – svolte in ambito arbitrale, statale o volontario, possono anche essere dimostrative, discriminatorie o dimostrative;
  • Competenza contabile arbitrale – facoltativa, tuttavia, e spetta alle parti rispettare gli obblighi concordati nel presente documento.

L’inizio del XXI secolo segnò l’emergere di una nuova era, basata, tra gli altri fattori, su innovazioni tecnologiche che contribuirono a un grande progresso della società e della sua conoscenza generata, culminando in relazioni interpersonali più dinamiche, veloci e flessibili. In questo senso, l’Era dell’Informazione porta con sé tecnologie integrative per le varie attività umane, collaborando e influenzando anche solo le attività lavorative, nonché i rapporti di lavoro (BRONZATO, 2021).

In senso stretto, l’esperto contabile deve adattarsi e aggiornarsi di fronte alle nuove strutture implementate con il risultato di una tecnologia che ha cambiato un’intera catena agendo in modo irreversibile, costringendo il professionista a lasciare un ambiente operativo per immergersi in una performance basata sulla strategia. Come risultato di tutti i progressi tecnologici, gli esseri umani sono stati parzialmente sostituiti dall’intelligenza artificiale, che ha ampliato l’accesso alle informazioni, alla comunicazione, all’istruzione e ai servizi, tuttavia, d’altra parte, la probabilità di attacchi informatici a una tecnologia vulnerabile è aumentata e potrebbe raggiungere proporzioni globali (BRONZATO, 2021).

SVILUPPO

Con i progressi tecnologici, le professioni che svolgono le loro attività basate su script e protocolli standardizzati hanno subito un processo di automazione dell’informazione, inserendo la tecnologia dell’informazione nella loro routine. Di conseguenza, diverse aziende hanno iniziato a utilizzare programmi per computer con intelligenza artificiale per svolgere funzioni svolte dall’uomo, il che potrebbe comportare la perdita di circa 800 milioni di posti di lavoro entro il 2030 (BRONZATO, 2021).

Per quanto riguarda le competenze contabili, è innegabile l’uso di strumenti tecnologici sia in termini contabili che di diritto, tuttavia, si dovrebbe tenere conto del fatto che l’esperienza di vita è un fattore determinante per il successo professionale che si traduce nel pieno esercizio della professione. La partecipazione tecnologica sul territorio ha permesso di snellire i processi riducendo al contempo i costi, mantenendo spesso la sicurezza delle transazioni. In questo senso, l’intelligenza artificiale ha migliorato la routine dell’esperto contabile a quattro diversi livelli, vale a dire: (i) caricamento digitale dei documenti e ricerca attraverso i testi, (ii) riconoscimento delle clausole standard, (iii) localizzazione dei modelli basata su modelli precedentemente configurati, (iv) identificazione dei modelli a livello di clausola per raggruppamento. In pratica, la tecnologia è in grado di semplificare i processi, eliminare la perdita temporanea di file in notaio, memorizzare i dati, tra le altre possibilità (BRONZATO, 2021).

Un esempio di programma creato per assistere i professionisti è Contract Intelligence (COIN), che analizza in pochi secondi i contratti finanziari per il prestito commerciale, sostituendo le oltre trecento ore dedicate dagli avvocati nel corso di un anno, oltre a mitigare drasticamente gli errori umani. Per gli esperti contabili, uno strumento simile può essere utilizzato durante il confronto delle registrazioni e nell’indagine di documenti derivati da competenze extragiudiziali (BRONZATO, 2021).

In un’era tecnologica, non dobbiamo dimenticare che la conoscenza è provvisoria, richiedendo al professionista di aggiornarla costantemente. A questo proposito, la resistenza al cambiamento è comune, ma viene interrotta mentre i benefici sono esposti e compresi. Pertanto, la formazione continua è essenziale in questo periodo di adattamento (BRONZATO, 2021).

In questo nuovo scenario, è necessario chiarire come gli esperti contabili trattano e comprendono la tecnologia e l’intelligenza artificiale che ne deriva e presenti nella loro routine lavorativa. Pertanto, è stata condotta un’indagine sul campo riguardante le opinioni di 44 individui, che hanno risposto a un questionario online tra il 15 e il 28 novembre 2019, riguardante l’uso di routine di tecnologie e procedure derivanti dall’Intelligenza Artificiale (BRONZATO, 2021).

Nel questionario sono state poste domande per raccogliere informazioni relative all’uso del computer o di Internet per svolgere attività lavorative, conoscenze sull’intelligenza artificiale, quanto l’individuo consideri importante la presenza di tecnologie nelle attività di competenze contabili, nonché le loro influenze sul professionista e sulla sua routine. I dati sono stati analizzati quantitativamente, qualitativamente e, in un terzo momento, un’analisi generalista della percezione di individui che non sono esperti contabili per quanto riguarda la loro comprensione della professione (BRONZATO, 2021).

È stato osservato che delle 44 persone che hanno risposto al questionario, l’82% apparteneva all’area Contabilità. Di questi, solo il 23%, cioè 10 individui hanno affermato di praticare la professione. Inoltre, una piccola parte corrispondente al 3,2% ha riferito esperti contabili (BRONZATO, 2021).

Tra le 10 persone che hanno lavorato nella professione, 4 stavano perseguendo studi di laurea strictu sensu a livello di master o dottorato, mentre 1 ha riferito di essere stato laureato anche in un’altra area. Due individui hanno riferito di essere bacharéis, e altri 3 non hanno specificato il loro livello di istruzione universitaria (BRONZATO, 2021).

Alla domanda sull’uso di un computer o di Internet per esercitarsi nella loro professione, tutti e 10 gli individui hanno risposto utilizzando questa tecnologia dell’informazione, riconoscendola così come inerente alla routine lavorativa. Analogamente, il 100% degli esperti contabili che hanno risposto al questionario ha ritenuto che le tecnologie della comunicazione e dell’informazione siano molto importanti per l’esercizio della professione. L’unanimità su questi aspetti suggerisce fortemente che il miglioramento dell’esperto di contabilità professionale va oltre gli aggiornamenti in situ, ed è necessaria anche una conoscenza essenziale per affrontare le tecnologie dell’informazione, che sono assolutamente inserite nella loro routine (BRONZATO, 2021).

In relazione al livello di conoscenza dell’Intelligenza Artificiale, la metà degli individui, cioè 5, ha dichiarato di sapere poco, mentre 4 hanno riferito di sapere in modo mediano. Solo 2 persone hanno riferito di non conoscere l’Intelligenza Artificiale. Con questi dati, si suggerisce che, sebbene gli esperti contabili valutino la tecnologia come molto importante e inerente all’esercizio delle rispettive professioni, la maggior parte afferma di conoscere poco o mediamente l’intelligenza artificiale, mostrando così una conoscenza limitata sull’argomento (BRONZATO, 2021).

Sebbene la maggior parte degli esperti contabili a dica di sapere poco sull’Intelligenza Artificiale, i dati raccolti mostrano che l’80% proviene da questa tecnologia importante per il lavoro dell’esperto contabile. Questa divergenza tra importanza e conoscenza della causa suggerisce che gli esperti, pur riconoscendo la necessità di queste tecnologie, hanno poca conoscenza delle risorse di Intelligenza Artificiale implementate nella routine della professione. Queste risorse consentono infatti, tra gli altri aspetti, l’importazione di documenti digitali, la lettura di report da parte del computer e l’individuazione di modelli documentali, culminati nell’ottimizzazione del tempo e del lavoro (BRONZATO, 2021).

È interessante notare che la metà degli esperti contabili che hanno risposto al questionario ha dichiarato che l’esperto non ha subito cambiamenti nella sua routine, causati dalla tecnologia dell’informazione, che possono indicare una stagnazione professionale, nonostante il chiaro riconoscimento dell’importanza dell’uso di questi strumenti nel settore dell’attività (BRONZATO, 2021).

Infatti, la tecnologia dell’informazione è comunemente utilizzata dall’esperto contabile, sia per l’analisi e l’elaborazione dei dati, sia per la ricerca di database, calcoli matematici automatici, tra gli altri strumenti. È interessante notare che molti professionisti che hanno risposto al questionario non hanno riportato cambiamenti dalla tecnologia nelle loro routine, il che differisce da quanto osservato nella pratica di questi esperti contabili (BRONZATO, 2021).

CONSIDERAZIONI FINALI

Il lavoro ha presentato le prospettive dei professionisti delle competenze contabili per quanto riguarda l’uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione nell’esercizio della loro funzione. La tecnologia ha promosso un cambiamento chiaro e positivo nel lavoro di questi professionisti, ottimizzando i tempi se ben utilizzati. Il questionario applicato a più di 40 persone, di cui 10 esperti contabili, ha dimostrato l’inserimento dell’Intelligenza Artificiale nei suoi compiti di routine ed è stato ancora indubbiamente sottolineato come di fondamentale importanza per lo sviluppo delle attività lavorative della professione. Sebbene il concetto di Intelligenza Artificiale sia poco conosciuto nella pratica che viene implementata, questa tecnologia è ampiamente utilizzata nella routine dell’esperto contabile, tra gli altri fattori, per l’analisi delle relazioni e per l’aiuto della diagnosi di un dato fatto. Nonostante il timore di sostituzione del lavoro maschile con le macchine, è noto che le tecnologie dell’informazione sono strumenti innegabili per il miglioramento e l’ottimizzazione della nostra routine lavorativa. Una maggiore conoscenza, aggiornamento e conseguente utilizzo dell’Intelligenza Artificiale può potenzialmente portare ad una crescita dell’esperto contabile in ambito professionale.

RIFERIMENTO

BRONZATO, Anderson de Araújo. A. As novas perspectivas profissionais do perito contábil. Acesso em 04 de janeiro de 2021. Disponível em: < https://www.researchgate.net/publication/341626531_AS_NOVAS_PERSPECTIVAS_PROFISSIONAIS_DO_PERITO_CONTABIL_THE_NEW_PROFESSIONAL_PERSPECTIVES_OF_THE_FORENSICS_ACCOUNTING_EXPERT>

[1] Candidato al Master in Informatica, Laureato Lato Senso in Competenza Giudiziaria e Pratiche Attuariali con insegnamento in Istruzione Superiore, Lato Sensu Laureato in Controllo e Finanza e Laurea in Contabilità.

[2] Consulente di orientamento. Laurea magistrale in Scienze dell’Informazione.

Inviato: Gennaio, 2021.

Approvato: Debbraio, 2021.

Rate this post

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here