L'inclusione e l'alfabetizzazione dei bambini con ADHD una sfida

0
898
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

Gleslei, Mathew [1]

SILVA, Romulus Terminelis di [2]

Gleslei, Mathew; SILVA, Romulus Terminelis di inclusione e alfabetizzazione per i bambini con ADHD: una sfida. Multidisciplinare nucleo scientifico conoscenza rivista, anno 1, vol. 7, p. 91-108. Agosto 2016.  ISSN: 0959-2448

RIEPILOGO

Questo articolo discute il disordine di iperattività di deficit di attenzione (ADHD). ADHD è una delle principali preoccupazioni nei bambini in età scolare. La ricerca studiato ADHD del bambino apprendimento durante l'alfabetizzazione in terza elementare nella scuola Hall Hafizabad Flush-Minas Gerais, Brasile. Al fine di chiarire circa ADHD per i professionisti dell'istruzione, famiglie e settori connessi, al fine di alleviare l'angoscia degli studenti e degli aspetti che ostacolano il loro apprendimento. Interesse della formazione degli insegnanti a lavorare con i bambini con ADHD e la partecipazione di umanizzazione e di servizio di monitoraggio di programmi per le famiglie. Era bibliografica e sul campo, con un approccio quantitativo e qualitativo, il livello di ricerca descrittiva, correlazionali e non sperimentale. Gli strumenti utilizzati sono stati i questionari e l'osservazione, avendo come oggetto di studenti di ricerca dall'anno 3 ADHD. Questo studio permette a discussioni e analisi sulla pratica di insegnamento da parte del figlio del disordine, creando opportunità di riflessione e azione per risolvere le difficoltà nella fase di alfabetizzazione per un insegnamento efficace il processo di apprendimento.

Parole chiave: disordine di iperattività di deficit di attenzione. Difficoltà. Interventi. Inclusione. Alfabetizzazione

1. INTRODUZIONE

Questo articolo è basato sulle ricerche circa l'inclusione e l'alfabetizzazione dei bambini con ADHD. Al fine di chiarire circa il disordine a professionisti del settore educativo, famiglie e settori connessi, al fine di alleviare l'angoscia di studenti diagnosticati con la malattia e gli aspetti che ostacolano il loro apprendimento.

Il tema è giustificato dal fatto di questo disordine è una delle preoccupazioni principali presentate in bambini in età scolare, soprattutto nel periodo dell'alfabetizzazione.

In questo contesto, considerando l'impatto delle caratteristiche di ADHD bambini alfabetizzazione e apprendimento, questa ricerca ha un approccio quantitativo e qualitativo, il livello è correlazionali e descrittivo.

Questo studio cerca di fornire il superando le difficoltà e le abilità di sociocognitivas di sviluppo dei bambini con ADHD.  La ricerca è sperimentale, non studiare il fenomeno nel contesto naturale in cui si verifica, per analizzare, descrivere ed esaminarlo.

La ricerca sul campo si è tenuta presso la Escola Municipal Conselheiro Lafaiete, Glary – MG/Brasile. La scuola offre presto infanzia educazione primo e secondo periodo e istruzione primaria dal 1 ° al 5 ° anno di mattina e pomeriggio si sposta.

Abbiamo condotto un sondaggio tra gli studenti con ADHD in terza elementare. I dati sono stati raccolti al fine di raggiungere gli obiettivi proposti rendendo i risultati più visibili e permettendo l'evidenza delle difficoltà e possibili soluzioni nel contesto scolastico, al fine di osservare l'inclusione degli studenti, azione dell'insegnante di esaminare e valutare l'intervento dell'insegnante in classe. È stato affrontato l'importanza di chiarimento ai genitori e programmi di formazione per professionisti dell'educazione circa il disordine per l'identificazione delle difficoltà di apprendimento, cura e follow-up di studenti e famiglie.

Il trattamento dei dati è stato eseguito tramite ricerca bibliografica, che confermano i dati raccolti e legati alla ricerca, analizzato con messa a terra sulla teoria rilevante, raccolta di informazioni per rispondere gli obiettivi e la soluzione al problema studiato.

Questa ricerca è: rilevante perché è un problema che interessa i bambini di tutte le età e classi sociali; È pertinente per contribuire all'istruzione e società nella consapevolezza dell'esistenza di ADHD; fattibile, perché la scuola offre le condizioni per l'esecuzione di attività rivolte agli studenti trasportano il disordine.

Sulla base di studi condotti sul tema dell'integrazione e alfabetizzazione per i bambini con ADHD: una sfida. Ci sono precedenti che contengono le indagini su ADHD. Tuttavia, nel campo scuola, non c'è nessuna storia di studi specifici studiati come sviluppato in questo lavoro.

Questo studio ha cercato di supporto teorico ci Barkley, Mattos, Rohde e Vygotsky, tra gli altri cui lasciti possono sostanziare questa indagine. Un questionario è stato applicato a dieci insegnanti sulle difficoltà incontrate nell'inclusione e l'alfabetizzazione degli studenti con ADHD. Come realizzazione sono cambiamenti percettibili nell'apprendimento e cambiamento nel comportamento dei bambini con ADHD attraverso procedure educative, avendo come strumenti i riferimenti psicologici e clinici, consentendo nuove possibilità per la costruzione della conoscenza, riconoscendo le differenze e le peculiarità nel contribuire all'efficacia dell'apprendimento degli studenti con ADHD.

2. CONCETTI E LE CARATTERISTICHE DI ADHD

2.1 concetto di ADHD

L'attenzione iperattività (ADHD), talvolta chiamato ADD (disturbo da deficit di attenzione) o SDA (sindrome di deficit di attenzione). È noto in inglese come ADD, ADHD (Deficit di attenzione/iperattività) Disorder (ADHD) o AD/HD. Negli anni 60 è stata definita come una sindrome di condotta.

"Virginia Douglas, un ricercatore canadese, nel decennio di 70 ha iniziato dedicando un esauriente i sintomi associati con ADD (disturbo da deficit di attenzione) e grazie ai suoi studi dall'inizio degli anni 80, questa sindrome è stata ribattezzata con il nome di ADHD (disturbo da deficit di attenzione con iperattività) suscitando l'interesse di molti ricercatori sul tema" (HALLOWEL e RATEY 1998, pag. 27). Nel decennio di 80, ha continuato a sottolineare cognitivi della sindrome definizione soprattutto deficit di attenzione e impulsività o mancanza di controllo.

Per Rohde e Benczik (1999, p. 12) ADHD è un problema di salute mentale che è caratterizzato da disattenzione, irrequietezza o iperattività e impulsività. Pretendiamo che possono condurre al sociale, famiglia, scuola e difficoltà emotive.

ADHD è riconosciuto dagli who (World Health Organization) e in molti paesi, la legge di protezione, assistenza e aiuto sia pazienti di ADHD, ma anche le loro famiglie.

Goldstein (1998, pag. 35), imposta il biopsychosocial ADHD disordine caratterizzato da disattenzione, iperattività e impulsività, causate da fattori genetici, biologici, sociali ed esistenziali. Interferisce con la capacità di mantenere l'attenzione, le sue emozioni e il livello di attività, per affrontare le conseguenze e, nella capacità di controllo e inibizione.

Secondo Barkley (2002, pag. 35), (…) Un disordine di sviluppo dell'autocontrollo che consiste di problemi con periodi di attenzione, controllo degli impulsi e il livello di attività. (…) Questi problemi si riflettono in danni nella volontà del bambino o nella loro capacità di controllare il proprio comportamento sul passaggio del tempo – tenere in mente futuri obiettivi e le conseguenze. Non si tratta solo (…) una domanda di essere distratto o iperattivo.

Secondo il DSM-5, l'ADHD truppa fra i disturbi dello sviluppo neurologico, che sono caratterizzati da difficoltà nello sviluppo che si manifestano all'inizio e influenzare il funzionamento personale, sociale, accademico o personali.

Gli studi che utilizzano metodologie cliniche d'accordo che ADHD sembra essere una malattia di origine multifattoriale, con componenti genetiche e ambientali, dove probabilmente parecchi geni anomali di piccolo effetto in combinazione con un ambiente ostile, formatariam un cervello cambia nella sua struttura chimica e anatomico. I circuiti cerebrali coinvolti sono quelli relativi al controllo dell'attenzione e impulsi-fronto-estriatais, limbiche e cerebellare e del neurochemical strutture sono i sistemi dopaminergico e noradrenergico (BARKLEY, 2002).

2.2 caratteristiche di ADHD

ADHD è caratterizzato da sintomi distinti che possono manifestarsi insieme o separatamente nella prima infanzia.

Secondo ICD-10 (classificazione statistica internazionale delle malattie e problemi di salute correlati) le caratteristiche principali di ADHD (F00-F99 capitolo v: classificazione dei disturbi mentali e comportamentali. USP, 1988, pag. 59) sono: la mancanza di persistenza nelle attività che coinvolgono conoscitivo, tendenza a passare da un'attività a altra senza completare qualsiasi, insieme a un'attività eccessiva, disorganizzata e poco controllato. Questi problemi persistono solitamente attraverso gli anni di scuola e anche nell'età adulta, ma molti individui affetti mostrano un miglioramento graduale nell'attività e l'attenzione.

Secondo Rohde e Benczik (1999, pag. 20) le cause dell'ADHD, vale a dire, inefficace funzionamento dei neurotrasmettitori possono essere causate da: eredità quando un bambino eredita una predisposizione al disturbo oltre alle influenze ambientali; problemi in gravidanza e problemi di parto e la famiglia, che possono peggiorare il quadro di ADHD più che la sua causa.

Paulo Mattos (2003, p. 71) gli Stati che l'esperienza clinica ha dimostrato che in alcuni bambini con i sintomi di ADHD appaiono dopo sette anni, causando così tante difficoltà per quanto riguarda i bambini che ha iniziato ad avere loro prima di tale età. Le cause dell'ADHD possono essere diversi come: conflitti emotivi e o i rapporti di famiglia e altri problemi di salute mentale. Numerosi sono i problemi emotivi che possono portare a disattenzione, iperattività o impulsività.

Secondo Ratey w Hallowel (1988, p. 7), per quanto riguarda i sintomi caratteristici sono: difficoltà di disattenzione prestando attenzione o perdere per errore; dell'organizzazione; essere distratti, dimenticare e perdere cose facilmente; non seguire le istruzioni e non finire compiti che richiedono sforzo mentale costante. Nel caso di iperattività, le caratteristiche sono: agitare le mani o piedi; rovistare e sollevare la sedia; eseguire troppo; Difficoltà a giocare tranquillamente; parlare troppo. I sintomi di impulsività sono: difficoltà nel tempo di attesa; affrettato risposte prima di domande sono state completate; interrompere o interferire negli affari degli altri.

Questi autori (1998, pag. 45), sostengono che il lavoro in un genitori in modo integrato, insegnanti e salute professionisti è di fondamentale importanza per la corretta diagnosi di ADHD.

Come Topczewski aperto (1999, p. 02), esistono due approcci per il trattamento di ADHD, psicologica e biologica, dove spiega: medicina corregge il comportamento, la ristrutturazione individuali richiede un altro approccio. La medicina agire così acuta nell'iperattività e necessitano di un trattamento psicologico a lungo termine, il risultato sarà ritardato, e durante questo periodo l'individuo è ancora insufficiente, mostrando gli stessi problemi fin dall'inizio. Il farmaco può migliorare la parte comportamentale, ma il trattamento psicologico è necessaria e obbligatoria anche in tali casi.

Secondo Hallowel e Ratey (1999, p. 66), "i farmaci più comunemente usati per il controllo dei sintomi di ADHD sono psicostimolanti, 70-80% di bambini e adulti con ADHD mostrano una risposta positiva". Nel caso il problema specifico dei bambini con farmaci ADHD presentano un significativo miglioramento con riduzione del comportamento impulsivo e iperattivo e maggiore capacità di attenzione.

Rohde e Benczik (1999, p. 66) confermano la dichiarazione degli autori menzionati sopra, "diversi attenti studi hanno chiaramente dimostrato che oltre il 70% di bambini e adolescenti con ADHD mostrano miglioramento significativo dei sintomi di disattenzione, iperattività e impulsività e/o a scuola e a casa con l'uso appropriato dei farmaci".

Cypel sostiene di essere utilizzato uno dei farmaci di tre gruppi: 1-stimolanti: Ritalin, Dexedrine e Cylert; 2-antidepressivi: Tofranil, Norpramine; 3-(Melleril) antipsicotici e anticonvulsivanti (Tegretol). Intervento della droga è usato per il miglioramento dei sintomi di ADHD, farmaco psicostimolante che essendo più benefici del controllo dell'impulsività e comportamento. Approcci terapeutici assistono il portatore di ADHD, ma l'aspetto più importante di qualsiasi strategia di trattamento del disordine è il rinforzo positivo del comportamento previsto.

3. IL PORTATORE DI ADHD IN AMBIENTE SCOLASTICO

Più e più insegnanti cura di ADHD, perché oltre a causare difficoltà di apprendimento, lo studente presenta comportamenti inadeguati in aula.

Come Miguel (1995, pag. 25) "demoralizzazione e bassa autostima può essere associati a difficoltà di apprendimento. Il bambino con difficoltà di apprendimento spesso è etichettato, chiamato sconvolto, incapace o ritardata ". La scuola ha un ruolo rilevante nel salvataggio dell'immagine di sé e responsabilità nello scoprire il significato ed il senso di apprendimento. Preparare gli insegnanti per soddisfare questi bambini attraverso una metodologia appropriata.

Secondo Rohde e Benczik, i bambini con ADHD tendono a presentare in generale, media o superiore intelligenza media. Ma presentano alcuni problemi di apprendimento o comportamento, associato a deviazioni dalle funzioni del sistema nervoso centrale, causando difficoltà nella percezione, concettualizzazione, linguaggio, memoria, attenzione, funzione motoria e impulsività. Educazione è una pratica sociale che culmina nel processo di formazione mediato dall'educatore che si verifica spontaneamente, favorendo lo sviluppo cognitivo e affettivo, rispettando i limiti.

La scelta dei compiti deve essere fatta per poter avere successo. Rendere interessante attività e assicurarsi che il valore di ricompensa sembra essere estremamente importante per le persone con ADHD. "Prima di tutto, deve essere sicuro che hai a che fare con ADHD; l'insegnante deve avere il sostegno della scuola e i genitori; stabilire regole e linee guida; sempre guardare negli occhi ed essere fermi; Dividere le attività di grandi dimensioni in attività più piccole; Lasciare l'aula per pochi istanti; Nutrire i bambini con ADHD con incoraggiamento e la lode "(HALLOWEL e RATEY, 1998, p. 74-75).

Secondo Fernandez (1990, pag. 67) "Quando l'insuccesso scolastico, professionisti (audiologi, psicologi, insegnanti, psicologi scolastici) devono intervenire, aiutando attraverso opportune indicazioni".

Il compito della scuola è rilevante per quanto riguarda il salvataggio dell'immagine di sé del bambino.

3.1 ADHD e disturbi dell'apprendimento

Le difficoltà trovate tramite l'inclusione dello studente che trasportano il progetti educativi ADHD di una scuola normale.  In Thailandia, a Jomtien nel 1990, le Nazioni Unite (ONU), la United Nations Educational, scientific e cultura (UNESCO) e altre agenzie internazionali hanno avviato un progetto volto a risolvere il problema della discriminazione dei 1.000.000 bambini senza possibilità di istruzione in tutto il mondo.

L'inclusione è un movimento sociale in difesa delle persone escluse, sono state create leggi e programmi volti a garantire i diritti, come la politica di integrazione scolastica (Brasile, 1994).  La legge di linee guida e basi per formazione nazionale-LDB (legge n. 9394/96) stabilisce pari condizioni di accesso e permanenza nella scuola e raccomanda che l'educazione degli studenti con bisogni speciali a verificarsi nelle scuole regolari.

La valutazione effettuata da una team multidisciplinare medico, psicologico, educativo e relazionale una diagnosi di ADHD osserva la rilevanza delle rappresentazioni sociali in ambito scolastico, perché secondo la legge degli orientamenti e basi di educazione-LDB (Brasile, 1996) "1-educazione artistica copre i processi formativi che si sviluppano nella vita familiare, nella convivenza umana, al lavoro, nelle istituzioni educative e di ricerca , movimenti sociali e organizzazioni della società civile e negli eventi culturali ".

Il LDB, legge n. 9.394 del 1996, nella sua arte. 58 il termine educazione speciale, ai fini della presente legge, la modalità di istruzione di scuola, preferibilmente sulla rete regolari offerto l'istruzione per studenti con bisogni speciali. Nell'arte. 59 sistemi educativi provvedono ad allievi con bisogni speciale-elemento I – programmi di studi, metodi, tecniche, risorse educative e organizzazione specifica, per soddisfare le vostre esigenze.

I sintomi ADHD si manifestano notevolmente in ambiente scolastico. All'inizio della vita scolastica, che le maggiori difficoltà nascono perché il bambino non si adatta alla routine e regole da seguire, attira l'attenzione negativamente causando disordine nell'aula, agitato, distratto e impulsivo. ADHD possono influenzare la lettura, scrittura e altre aree che interessano apprendimento cognitivo dello studente.

Per lo sviluppo di studente in questa condizione è necessario che l'educatore si concentra sulle potenzialità dei bambini, perché come Vygosky (1992) "è Impossibile fare affidamento su mancante di un bambino, lei non è. È necessario avere un'idea, anche se è vago su ciò che ha e quello che è."

 3.1 follow-up per l'insegnante

Ruolo l'insegnante di mediatore di apprendimento e guidare la produzione dei bambini. Lo stimolo deve essere che il focus del lavoro, efficace monitoraggio è importante per garantire lo studente. Il rapporto tra allievo/insegnante è di fondamentale importanza per l'apprendimento.

Secondo Rohde e Benczik (1999), c'è la necessità di un follow-up pedagogiche svolte dal docente, al fine di evitare lacune nell'apprendimento.  Si è osservato che l'insegnante dovrebbe essere consapevole delle difficoltà presentate. Il disordine influisce su molti aspetti della vita del bambino e può introdurre miglioramenti in alcuni sintomi. L'incontro di realtà presenta concetti che possono aiutare nella comprensione dei conflitti, percezione, comprensione del diverso, l'accettazione dell'iscrizione.

L'uso di strategie assiste l'insegnante nel controllo del comportamento degli studenti in aula: apprezzamento per i punti di forza, regole, premi e motivazione. La scuola cerca di sviluppare un lavoro coerente alla realtà degli studenti concentrati su come lavorare insieme, creando opportunità di interazione con il supporto di approcci, spazi conviviali come strumenti per assistere gli studenti e gli insegnanti nei processi cognitivi, al fine di promuovere l'apprendimento basato su valutazione e rispetto umano.

"Il bambino si sviluppa l'intelligenza per la loro capacità di interagire con l'ambiente in cui vive, il suo sviluppo intellettuale avviene gradualmente, e può essere lento o veloce a seconda del cambio stabilito con l'ambiente in cui è inserito" (PIAGET, 1978, pag. 29).

Il connivente della insegnante le ansie dei genitori e del bambino, fa spazio per la speranza e la fiducia che predispongono allo sforzo di superare le difficoltà. I bambini sono percettivi e bisogno di un ambiente caldo e tipo a ottenere risultati soddisfacenti.

follow-up clinico 3,2

I neurologi pediatrici è diventato un professionista richiesto da riconoscere i bambini con i cambiamenti nelle aree dello sviluppo come apprendimento e comportamento, questi riferimenti sono i dubbi dei genitori o insegnanti circa l'origine del problema, se ne consegue un quadro che mina le funzioni importanti del cervello biologiche per le relazioni accademiche e sociali del bambino.

L'ADHD è una malattia neurobiologica può causare un informazioni di impegno diffuso di elaborazione del sistema nervoso centrale, è necessario che i bambini sono sottoposti a un'indagine approfondita delle funzioni cerebrali come comportamento, attenzione, percezione, linguaggio, coordinamento e memoria. Tali valutazioni dovrebbero integrare il parere di professionisti provenienti da settori multidisciplinari. Le informazioni dei membri della famiglia e degli insegnanti, applicato i criteri operativi del DSM-IV ed effettuati test specifici per l'identificazione della funzione cerebrale compromessa.

Procedure di valutazione multidisciplinare risolvono le difficoltà di interpretare i sintomi nella maggior parte dei casi. A seconda delle esigenze, l'indagine dovrebbe essere terminato con gli ulteriori esami. La diagnosi differenziale prevede l'utilizzo di scale di comportamento e l'applicazione dei criteri del DSM-IV.

Un flusso adeguato alla diagnosi possa essere riassunti come segue:

  1. 1-A anamnesi accurata per determinare se i sospetti di ADHD sono pertinenti;
  2. -Raccolta dati con i genitori storia-gravidanza, parto, malattia personale e familiare sfondo del bambino, comportamento, cognizione, come esso stabilisce legami con altre persone;
  3. -Raccolta dati con il bambino circa l'impressione che lei ha delle sue capacità e comportamento e quello che provoca nelle persone con cui lei si riferisce;
  4. 2 – esame fisico per identificare possibili segni di malattie sistemiche;
  5. 3 – evolutivo esame neurologico per identificare i deficit di specifiche del cervello;
  6. 4 – ulteriori test per la diagnosi differenziale con altre patologie;
  7. 5-questionari con elementi di DSM-IV ha risposto dai genitori, insegnanti e bambini alla diagnostica operativa;
  8. 6-psicoeducacional-accademico competenze valutazione, test psicometrici;
  9. 7-discorso-recensione lingua e funzioni di elaborazione fonologica;
  10. 8-integrazione della diagnosi tra professionisti;
  11. 9 – Guida per genitori e figli sulla diagnosi e risorse terapeutiche disponibili;
  12. 10-emissione di un report per la scuola.

4. METODOLOGIA

Questo studio è stato effettuato per mezzo di ricerca bibliografica e campo, con un approccio quantitativo e qualitativo, descrittivo, correlational ricerca livello e non sperimentali. Gli strumenti utilizzati erano questionari e l'osservazione, cercando di individuare le difficoltà di apprendimento e alfabetizzazione per quattro studenti con ADHD da terza elementare della scuola elementare della scuola comunale Hafizabad, flush-MG.  Periodi primi e la secondo formazione di base formazione-prima infanzia e istruzione primaria dal 1 ° al 5 ° grado.  I dati sono stati raccolti al fine di raggiungere gli obiettivi proposti. Grafica e tabelle dichiarazioni furono giustiziati per analisi e discussione.

5. RISULTATI E DISCUSSIONE

Questo studio ha cercato di supporto teorico ci Barkley, Mattos, Rodhe e Vygotsky, tra gli altri, a sostegno di questa indagine. Un questionario è stato applicato a dieci insegnanti sulle difficoltà incontrate nell'inclusione e l'alfabetizzazione degli studenti con ADHD.

Grafico 1 – In sua conoscenza accademica formazione acquisita circa l'inclusione?

Fonte: sondaggio effettuato nel corridoio della scuola
Fonte: sondaggio effettuato nel corridoio della scuola

Il risultato dimostra che la maggior parte degli insegnanti partecipanti al sondaggio hanno conoscenza circa l'inclusione nella loro formazione accademica.

L'inclusione è una realtà nelle istituzioni educative, come "educazione speciale: un diritto garantito" – Segretario di educazione speciale – MEC (1994).

"L'inclusione è dare condizioni per bambini con educativo necessario assumere la proprietà della conoscenza e sono in grado di sviluppare strutture umane fondamentali del pensiero, attraverso le interazioni sociali nel proprio ambiente di scuola" (VYGOTSKY, 1996).

Grafico 2-che le risorse sono disponibili per la scuola per l'inclusione?

La ricerca condotta presso la scuola Hafizabad Hall
La ricerca condotta presso la scuola Hafizabad Hall

Il risultato dimostra che le risorse umane sono a disposizione della scuola per l'inclusione.

Le linee guida curriculum educazione speciale sull'istruzione di base, in conformità con il LDB e la politica nazionale dell'educazione (1994), garantiscono che i servizi saranno offerti nelle scuole sotto forma di materiale ed umana apparecchiature capaci di prestazioni di pratica pedagogica, garantendo nel contempo una risposta educativa di qualità a educativi speciali esigenze.

3-la città grafico supporta la gestione della scuola di educazione inclusiva?

Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad
Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Secondo risultato, 40% dire che città supporta integrazione scolastica, fornendo un psicologo e supporto insegnanti per allievi speciali. 40% ha affermato che a volte perché uno psicologo non soddisfa la domanda delle scuole di città.

Per affrontare le difficoltà incertezza conduce a in conflitto sentimenti al fine di assolvere la funzione di formazione.  Educazione speciale viene consegnato, preferibilmente su rete regolare di istruzione, per gli studenti con bisogni speciali conformemente al capitolo V, articolo 58 del LDB impegnata per offrire a tutti gli studenti una formazione di qualità. Tuttavia, le proposte e le leggi formalizzato e legalizzato non sono sempre soddisfatte.

Grafico 4-la scuola offre un supporto didattico per facilitare il vostro lavoro con studenti affetti da ADHD?  

 Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad
Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Secondo risultato, la scuola offre supporto educativo per lavorare con gli studenti con problemi di ADHD e della concorrenza.

Ai sensi dell'Art. 8 scuole regolari di istruzione devono anticipare e fornire nell'organizzare loro classi comuni: I – comune classi e insegnanti di educazione speciale, addestrati e specializzati, rispettivamente, per assistere i bisogni educativi degli studenti.

Grafico 5-cosa sono le difficoltà maggiori per studenti colti con ADHD?

La ricerca condotta presso la scuola Hafizabad Hall
Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Secondo risultato le maggiori difficoltà sono: 33% mancanza di informazioni e l'impegno dei genitori, 27% bisogno gli studenti di inoltro 20%, formazione di specialista insegnanti 13% individualizzato di assistenza agli studenti e 7% altri.

Le difficoltà presentate nell'apprendimento e alfabetizzazione degli studenti con ADHD causano vari conflitti. Nota l'importanza dell'intervento pedagogico di trasmettere questi studenti per una diagnosi possibile per il disordine non solo il sospetto o etichette (ROHDE, 1999, p. 65).

Grafico 6 – In tua opinione, il sistema di inclusione nella scuola di istruzione regolare ha reso i risultati positivi?  

La ricerca condotta presso la scuola Hafizabad Hall
Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Di conseguenza, il 60% degli insegnanti ha dichiarato che a volte il sistema di inclusione a scuola di istruzione regolare rende risultati positivi.

"L'educazione inclusiva può essere considerato una nuova cultura di scuola: una scuola di design che mira a sviluppare risposte educative che raggiungono tutti gli studenti" (GLAT e BLANCO, 2007, pag. 16).

Tabella 1: azioni di intervento sono utilizzate per l'inserimento dello studente con ADHD?

PROFESSORE RISPOSTA
P1 Mi piace organizzare l'ambiente aula separatamente, muovendo i bambini a luogo ogni settimana alla socializzazione.
P2 Cerco di portarli da altri studenti attraverso giochi.
P3 Tenere lo studente con difficoltà sempre vicino a me per evitare turbolenze in camera.
P4  Lavorare l'inclusione del bambino con l'altro aiutando a superare le loro paure e difficoltà.
P5 Mettere nel portafoglio vicino alla mia scrivania e fare scherzi alla socializzazione degli studenti.
P6 Fare attività di doppie per l'interazione degli studenti.
P7 Immediatamente di avere una conversazione per capire cosa sta succedendo, dopo che faccio una dinamica di gruppo per l'inserimento di tutti gli studenti.
P8 Fare la consapevolezza dei bambini per quanto riguarda l'inclusione con storie e brevi testi.
P9 Lavorare insieme all'insegnante.
P10 Attività di gruppo di preparazione affinché ci sia interazione con gli altri bambini fuori dalla stanza.

Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Secondo le azioni di intervento di docenti per l'inclusione denota socializzazione. Vygotsky (1996) gli Stati che l'interazione sociale sono una condizione fondamentale per lo sviluppo umano.

A Barkley (2002) gli interventi devono essere applicati in modo coerente, includendo strategie proattive sul modo di conoscere per gestire sullo sfondo di eventi per prevenire comportamenti impegnativi e strategie reattive, fornendo le conseguenze, per esempio, dando rinforzo positivo per il comportamento desiderato.

"L'educazione inclusiva può essere considerato una nuova cultura di scuola: una scuola di design che mira a sviluppare risposte educative che raggiungono tutti gli studenti" (GLAT e BLANCO, 2007, pag. 16).

Tabella 2: si utilizza una metodologia diversa nel processo di alfabetizzazione degli studenti con ADHD?

PROFESSORE RISPOSTA
P1 Pianificare le lezioni adeguate al livello degli studenti e utilizzare risorse per facilitare l'apprendimento dello studente con ADHD.
P2 Lavoro normale attività con tutti gli studenti.
P3 No, perché ha un insegnante di sostegno pedagogico in camera per monitorare gli studenti con difficoltà di apprendimento.
P4 Lavorare con diverse attività e metodologie che consistono di facilitano la risoluzione dei compiti per il bambino con ADHD.
P5 Attività di gruppo di preparazione per l'interazione cognitiva, intellettuale e affettivo degli studenti.
P6 Fare il piano di lezione con attività interessanti per attirare l'attenzione dello studente che trasportano ADHD stimolando l'insegnamento che il processo di apprendimento.
P7 Incoraggiare lo studente di ADHD attraverso le ricompense e lodare ogni progresso raggiunto.
P8 Il singolo follow-up dello studente con ADHD è compiuto grazie al supporto di insegnante in classe.
P9 Cercare lavoro sempre il contenuto con una metodologia diversa per motivare gli studenti con ADHD come la loro potenziale.
P10 Che cercano di presentare i contenuti di modo giocoso per una migliore comprensione.

Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

Di conseguenza, maggior parte degli insegnanti presenta i contenuti che cercano di raggiungere tutti gli studenti in classe, utilizzando la metodologia differente nel processo di alfabetizzazione degli studenti con ADHD.

Secondo Barkley (2002, p. 244) "attenzione degli studenti può essere migliorata con un stile aula più entusiastico, breve e attiva partecipazione del bambino". Apprendimento avviene attraverso l'interazione, attività deve essere appropriato, il bambino deve essere stimolate e chiare regole.

"Il bambino si sviluppa l'intelligenza per la loro capacità di interagire con l'ambiente in cui vive, il suo sviluppo intellettuale avviene gradualmente, e può essere lento o veloce a seconda del cambio stabilito con l'ambiente in cui è inserito" (PIAGET, 1978, pag. 29).

Alcuni studenti presentano problemi simultanei come indebolimento dell'udito e visual commettere ancora più apprendimento. "Il processo di alfabetizzazione dei bambini con ADHD deve essere lavorato per soddisfare la sua specificità, Nessuna evidenziazione alla disabilità, dall'assenza di stimoli necessari per il loro sviluppo psicosociale" (VYGOTSKY, 1996).

Materiali concreti dovrebbe aiutare nel processo di insegnamento-apprendimento, attraverso l'aspetto ludico è possibile lavorare l'attenzione, concentrazione, abilità motorie e la memoria.

Secondo Goldstein (1998, pag. 45) "necessario apportare interessanti attività e rendere che il valore di ricompensa sembra essere estremamente importante per le persone con ADHD".

DISCUSSIONE

I risultati della ricerca mostrano ADHD come un disturbo che colpisce causa difficoltà nell'alfabetizzazione dei bambini, generando insicurezza e l'ansia di apprendimento. Insegnanti e genitori riconoscere e incolpare il disturbo ADHD da comportamenti presentati da studenti, che possono essere verificati nello sviluppo cognitivo e intellettuale della stessa, perché "il disturbo da deficit di attenzione/iperattività è un disturbo reale, un problema reale e spesso un ostacolo reale" (BARKLEY, 2002, pag. 35).

Vygotsky (1996) sostiene che lo sviluppo dipende dal contesto familiare, sociale e della scuola in cui è inserito il bambino. I genitori sono i principali agenti di socializzazione del bambino, la scuola e l'insegnante diventa parte del contesto del bambino e la sua famiglia.

L'osservazione e l'analisi dei dati ha permesso di migliore comprensione in relazione all'apprendimento e sviluppo dei bambini con ADHD:

  1. per l'alfabetizzazione aspetti) di studenti con ADHD: fase di scuola la mancanza di attenzione si manifesta più spesso, quando l'attività cognitiva è più necessaria. L'impulsività e l'iperattività si manifestano con agitazione e precipitazioni, interruzioni e difficoltà ad aspettare il tuo turno. Diagnosi di ADHD è clinica e viene considerata definitiva solo per una salute mentale professionale.
  2. b) l'azione dell'insegnante sulla carriera di studente comportamento ADHD: la convivenza dei bambini con ADHD e l'altro è rilevante, perché a Vygotsky (1996) socializzare significa stabilire ponti di mediazione/interazione per la costruzione di conoscenza e non semplicemente occupare un posto in quell'ambiente e deve adattare modelli pre-stabiliti storicamente senza modifiche più profonde si verificano nella struttura organizzativa e l'ambiente scuola pedagogica.
  3. c) le azioni per l'inclusione dello studente con ADHD: interazione sociale è una condizione fondamentale per lo sviluppo umano. In questo contesto, gli insegnanti e i genitori sono mediatori sociali per la formazione delle funzioni psicologiche superiori che vengono raggiunti tramite la costruzione sociale, apprendimento si sviluppa nel bambino quando lei interagisce con persone nel proprio ambiente.

Identificazione dei partecipanti

Gli studenti con ADHD sono stati identificati come: A1, A2, A3 e A4 e insegnante di sostegno come PA.

Tabella 3:3rd anno gli studenti con diagnosi di ADHD

STUDENTI DIAGNOSI
A1 ADHD, rapporto medico di vettore: A1 ha 8 anni di età, è stato diagnosticato come portatore di ADHD, aritmia cerebrale e ritardo dello sviluppo mentale, indebolimento dell'udito e ipovisione, fa uso del farmaco (Tegretol). Follow-up: psicologo clinico, ENT, neurologo, oculista e logopedista.
A2 ADHD, rapporto medico di vettore: la A2 ha 8 anni di età, diagnosticato con atteggiamenti impulsivi ADHD, Difficoltà focalizzando l'attenzione, dispersione mentale. Tono muscolare con un lieve hipotomia che interferisce nel discorso e coordinamento visomotora. Fa uso del farmaco (Tegretol).  Lo psicologo fatti riferimento per la terapia occupazionale, logopedista lingua richiesto cura neurologica e valutazione psicologica per verificare il livello di intelligenza generale e comprensione linguistica. Il neurologo indicato psicologico, psicologia e insegnante di sostegno.
A3 ADHD, rapporto medico di vettore: A3 ha 8 anni di età, è stato diagnosticato con ADHD e richiede accompagnamento individualizzato in classe. Fa uso del farmaco (Tegretol). Lo psicologo ha testimoniato che lo studente presenta lievi disabilità intellettiva e logopedista diagnosticato voce e l'audiometria tonale.

Secondo sfondo della madre, due zii materni con problemi psicologici. A3 è stata compromessa di sequestro per 7 mesi e 6 anni che necessitano di ossigeno.

A4 ADHD, rapporto medico di vettore: la A4 ha 8 anni di età, fu trasferita da APAE con diagnosi dello psicologo di partecipare come legislazione vigente il sistema scolastico pubblico. Secondo il diritto dovrebbe essere accompagnato da insegnanti specializzati per lì per essere progresso nell'apprendimento.

Fonte: sondaggio effettuato su Escola Municipal Hafizabad

L'indagine notato problemi che coinvolgono lo sviluppo di apprendimento e cognitivo dei bambini con ADHD in ambito scolastico, sono stati discussi i seguenti punti: l'inclusione e le difficoltà nell'alfabetizzazione degli studenti della terza elementare della scuola elementare.

"La nota presenta come vantaggio principale, rispetto ad altre tecniche, che i fatti sono percepiti direttamente, senza alcun intermediario. In tal modo, la soggettività che permea l'intero processo della ricerca sociale, tende ad essere ridotto "(GIL, 2002, p. 109).

Comorbilità sono associati con ADHD. L'angoscia e l'ansia causata da eccesso di disattenzione, dimenticanza e iperattività nel paziente con diagnosi di ADHD può aggiungere nuovi sintomi e la comparsa di altri disturbi.

Gli studi epidemiologici svolti in bambini con ADHD che documentano un'alta incidenza di disturbi psichiatrici del comorbid (RODHE e BENCZIK, 1999).

Il trattamento di ADHD diventa più efficace se condotto da un team multidisciplinare, compreso i professionisti di sanità e istruzione, al fine di migliorare la qualità della vita del bambino.

Relazione cognitiva/comportamentale degli studenti A1, A2, A3 e A4:

A1-assidua studente e letterato. Ha disturbi della vista e dell'udito, ma che non comprometta la realizzazione delle attività di base. Percezione visiva è influenzata, ha difficoltà ad attività che coinvolgono la memoria visiva. La percezione e la memoria uditiva richiedono supporti al fine di migliorare l'udito, usa l'apparecchio acustico, ogni giorno, collegato al microfono di professore reggente. È irrequieto, si alza per comunicare con i colleghi, dimostra interesse nell'insegnamento e svolge le attività proposte in aula, chiedere all'insegnante di sostegno quando avete domande. Presenta una buona lettura, buon rapporto con i colleghi e professionisti nella scuola, nel rispetto delle loro e trattare tutti con educazione.

A2-assidua studente, ha difficoltà a concentrarsi sulle attività in aula e seguire le regole. Non esegue i compiti nella sua interezza mostrando lo scoraggiamento e la fatica, ma presto dirige fuori per giocare giochi e altre attività. Hanno difficoltà nella lettura e interpretazione.

A3-assidua studente, realizza le attività proposte quando monitorati dall'insegnante, ha difficoltà di concentrazione. Scrivere parole con sillabe semplici e leggere brevi testi. Lo studente ha bisogno dell'aiuto dell'insegnante di sostegno, poiché esso si distrae facilmente. In questo caso il monitoraggio quotidiano e gli interventi sono eseguiti in conformità con le esigenze dello studente.

A4-assidua studente e vivere in armonia con i colleghi, presenta lento sviluppo in relazione alla loro età. Non acquistato padronanza delle abilità di lettura, scrittura e interpretazione. Rivela le capacità motorie sottili e spesse, sequenza logica, inadeguata percezione visiva alla sua età. Lo studente presenta difficoltà per sentire e capire il comando, che richiedono concentrazione di look per la comprensione dei fatti. Presenta difficoltà di dizione, che può anche essere compromettere il successo accademico.

Gli studenti osservati A1 nonostante le difficoltà legate alla ADHD, in relazione al contenuto, all'interno dei suoi limiti, accompagna il livello degli altri studenti del tuo salotto. A2 mostrato disattento, piace per eseguire attività accoppiato con la A1 per essere protetti dallo stesso.  A3 il più iperattivi di studenti intervistati. La A4 dimostra una maggiore difficoltà nell'apprendimento di ritenzione.  Secondo la PA (insegnante di sostegno) la valutazione degli studenti intervistati si realizza attraverso PDI (piano di sviluppo individuale). Il lavoro di insegnante di sostegno è di estrema importanza e il contributo nel processo di sviluppo dello studente con ADHD, accompagnandolo con gli altri studenti nella stanza.  Si è constatato che l'insegnante di sostegno fornisce agli studenti con ADHD un'educazione differenziata in camera.

La nota presenta come vantaggio principale, rispetto ad altre tecniche, che i fatti sono percepiti direttamente, senza alcun intermediario. In tal modo, la soggettività che permea l'intero processo della ricerca sociale, tende a ridursi. (GIL, 2002. pag. 109)

CONCLUSIONE

In considerazione di quanto sopra si è concluso che gli effetti dell'ADHD e le difficoltà presentate nella fase di alfabetizzazione possono essere ammorbiditi, permettendo ai ragazzi di sviluppare metodologie cognitivi, affettivi ed emotivi e gli interventi che migliorano il loro potenziale e la creatività. A tal fine, è essenziale conoscere la storia dell'allievo e la loro difficoltà.  Il ruolo della famiglia, scuola e insegnante è essenziale includere il portatore di bambino di ADHD. È essenziale l'applicabilità dell'inclusione attraverso l'intervento del Maestro, fornendo opportunità di interazione con gli altri studenti nel confronto delle diverse situazioni in aula come conflitti, dialoghi, risoluzione dei problemi e limitazioni.

In questo contesto, gli interventi forniscono la comprensione delle regole, consentono l'implementazione di attività e stimolano la fiducia reciproca, rinforzare i comportamenti positivi e stimolano la partecipazione, inibendo le caratteristiche di ADHD, contribuendo alla riduzione di disattenzione e il impulsivity, rafforzando la concentrazione, la persistenza e la fiducia in se stessi.

Accesso alla realtà del bambino permette l'osservazione delle difficoltà dello studente con ADHD, incanalando la conoscenza di fatti e situazioni si manifestano nella convivenza sociale offrendo una risposta soddisfacente a questa domanda. Le informazioni fornite dall'interazione insegnante-studente confermano l'importanza della metodologia impiegata, che coinvolgono cognitivo, comportamentale, sociale ed emotivo, considerando che ogni studente come un essere sociale.

Lo studio abilitato gli elementi rispondere al problema di ricerca, ha favorito il ritrovamento, facilitando l'ottenimento di dati degli oggetti studiati, incanalando la conoscenza di fatti e situazioni manifesto nella convivenza sociale offrendo una risposta soddisfacente a questa domanda. Il record di informazioni ha preso in considerazione gli obiettivi della ricerca.  Pertanto, il contributo al campo scuola è dimostrano che l'inclusione è essenziale nel processo di insegnamento-apprendimento, così come sull'alfabetizzazione dei bambini.

Il recupero del bambino con ADHD e la loro educazione dovrebbe avere la priorità in tutti i segmenti della vita, perché è un processo di formazione dove la famiglia, la scuola e la società sono responsabili.

RIFERIMENTI

ABDA-Brazilian Association di attenzione. ADHD legge Primer (dottrina-giurisprudenza). Disponibile a: http://www.tdah.org.br/images/stories/site/pdf/cartilha_legislacao.final.pdf. Accesso a: 27 giugno 2016.

BARKLEY, Russell a. disturbo da deficit di attenzione/iperattività. Porto Alegre: NEW HAVEN, 2002.

Brasile. Ministero della pubblica istruzione. Linee guida e le basi dell'educazione 9.394 LDB. Brasilia, 1996.

ICD-10. Classificazione statistica internazionale delle malattie e problemi di salute connessi. F00-F99 capitolo v: classificazione dei disturbi mentali e comportamentali. USP, 1988.

CYPEL, Saul. Disordine di iperattività di deficit di attenzione. São Paulo: Lettura editoriale, 2001.

DSM-IV-TR-diagnostico ed il manuale statistico dei disturbi mentali. New Haven, Londra, 2002.

FERNANDEZ, A. L'intelligenza intrappolato: clinica psicopedagogica approccio del vostro bambino e la vostra famiglia. Porto Alegre: arti mediche, 1990.

GLAT, Rosana; BLANCO, Leila m. v. (org.). Integrazione scolastica: cultura e vita quotidiana. Rio de Janeiro: 7 lettere, 2007.

GIL, Antonio Carlos. Come scrivere il progetto di ricerca. 4 ed. São Paulo: Atlas, 2002.

GOLDSTEIN, s. iperattività: come sviluppare la capacità del bambino. Campinas, SP: Papirus, 1998.

GOLDSTEIN, S.; GOLDSTEIN, m. iperattività – come sviluppare la capacità del bambino. 9 ed. São Paulo: Editora Papirus, 2003.

GUERRA, B. L. Il bambino con difficoltà di apprendimento. Rio de Janeiro: Ed. Enelivros, 2002.

HALLOWEL, E. & JOHN RATEY (Trad. CARVALHO, Andre) tendenza a parlare: identificazione e gestione di disordine di deficit di attenzione dall'infanzia alla vita adulta. Rio de Janeiro: 1998.

MATTOS, PAG. Nel mondo della luna: domande e risposte circa il disordine e il disordine di iperattività di deficit di attenzione in bambini, adolescenti e adulti. São Paulo: Editora Lemos, 2003.

Piaget, Jean. Problemi di epistemologia genetica. (Traduzione di Celia e a. Di Piero). In: Piaget/pensatori. São Paulo: Culturale, aprile 1978.

ROHDE, l. a. & BENCZIK e b. p. disturbo da deficit di attenzione/iperattività. Cos'è? Come posso aiutare? Porto Alegre: / editora New Haven, 1999.

ROHDE, Louis A.; Paulo MATTOS et al. Principi e pratica nel disordine di iperattività di deficit di attenzione. Porto Alegre: NEW HAVEN, 2003.

TOPCZEWSKI, Apri. ADHD: come trattare? São Paulo: Casa di psicologo, 1999.

DELL'UNESCO. Dichiarazione di Salamanca. Salamanca: Conferenza mondiale sulla educazione speciale, 1994.

VYGOTSKY, opere complete s. l.: Fondazione di defectologia. Cuba-L'Avana: Editorial Pueblo ed Educación, 1989, v. 5.

VYGOTSKY, L.S. La formazione sociale della mente. 5a Ed. São Paulo: Martins Fontes, 1996.

[1] Si è laureato in pedagogia, diploma post-laurea in psicologia dell'educazione, Master in formazione da Unigrendal.  Pe strada. André Colli, 35-Bairro Nossa SRA. de Fátima-Flush/MG, Brasile. E-mail: autor@nucleodoconhecimento.com.br

[2] Medico di formazione, un professore all'Università e College — GCU Grendal

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here