REVISTACIENTIFICAMULTIDISCIPLINARNUCLEODOCONHECIMENTO

L’aeronautica militare brasiliana sulle ali della sicurezza sul lavoro

DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI
SOLICITAR AGORA!
Rate this post

CONTEÚDO

ARTICLE ORIGINAL 

LIMA, Willis Correia de [1]

LIMA, Willis Correia de. L’aeronautica militare brasiliana sulle ali della sicurezza sul lavoro. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 05, Ed. 12, Vol. 11, pp. 92-118. dicembre 2020. ISSN: 2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/formazione-it/aeronautica

RIEPILOGO

Gli incidenti sul lavoro sono causati (inconsciamente o consapevolmente) in ogni momento e l’Aeronautica Militare brasiliana (FAB) non è diversa, causando danni, perdita di tempo, assenze, dolore e morte! Anche la Forza sta già adottando una condotta preventiva in questi eventi che sono una realtà che le Commissioni Interne per la Prevenzione degli Infortuni (CIPA) di lavoro incontrano nelle Organizzazioni Militari (OM) in tutto il Brasile. La discussione su come la sicurezza sul lavoro è presentata nell’ambito del Natal Aeronautics Garrison (GUARNAE-NT) è l’obiettivo principale di questo articolo. Ha abbracciato le Normative Regolatorie (NR) del Ministero del Lavoro e dell’Occupazione (MTE) in materia di sicurezza sul lavoro, nonché le regole dell’Aeronautica Militare e il Rapporto Annuale sulla Sicurezza sul Lavoro 2019 del Garrison. Si è riscontrato che si sono verificati incidenti e denunce sul luogo di lavoro e che la riflessione sulla sicurezza sul lavoro è sempre necessaria.

Parole chiave: Infortunio sul lavoro, evento avverso, prevenzione, sensibilizzazione.

1. INTRODUZIONE

Questo articolo presenta in campo militare una realtà che anche la società civile deve affrontare, la prevenzione degli infortuni sul lavoro – un evento avverso, e che nelle caserme questa prevenzione è stata lavorata quotidianamente.

Attraverso l’Osservatorio per la sicurezza e la salute sul lavoro – un importante strumento del Ministero del Lavoro pubblico (MPT), si identifica che in Brasile nel 2017 almeno un lavoratore è rimasto ferito mortalmente in un incidente sul lavoro ogni quattro ore e mezza. In quell’anno sono state registrate 675.025 comunicazioni sugli infortuni sul lavoro (CAT) e sono stati segnalati 2.351 decessi. (BRASIL, 2018)

Revista CIPA[2] (2019) riporta che, alla luce di questa situazione, il Brasile si colloca al quarto posto per numero di decessi per incidenti sul lavoro, con Cina (1°), Stati Uniti (2°) e Russia (3°). (REVISTA CIPA, 2019)

L’aviazione brasiliana da tempo ha dato priorità alla condotta di prevenzione, un fatto ratificato dall’autore, che nel 1994 – 26 anni fa, nell’allora Parco materiale aeronautico di Recife (PE), ha tenuto il corso di prevenzione degli infortuni sul lavoro per i membri della Commissione interna per la prevenzione degli incidenti.

Tutti meritano rispetto e considerazione, perché sono importanti legami di un attuale (processo) per raggiungere l’obiettivo generale dell’Organizzazione Militare e del FAB, perché “siamo le uniche risorse vive e intelligenti di una società, essendo in grado di gestire tutte le altre risorse”. (IBF, 2018)

La formazione è il più grande investimento che viene fatto per la prevenzione! A tal fine, il volontariato dei membri del CIPA (nell’attività di prevenzione) si concilia, culminando nella formazione e nello sviluppo del personale per il miglioramento teorico e pratico.

Con questo, è possibile identificare le difficoltà presentate e promuovere l’implementazione della sicurezza sul lavoro nella realtà del FAB.

1,1 GIUSTIFICAZIONE

Prevenire è meglio che curare! Gergo popolare ben noto nel mezzo di prevenzione. Ogni giorno vengono causati incidenti sul lavoro, consapevolmente o inconsciamente, e generano dolore e sofferenza, danni alla proprietà, rimozione temporanea o permanente e persino morte.

All’interno dell’aviazione brasiliana non è diverso, perché abbiamo a che fare con esseri umani, e per quanto siano addestrati e qualificati, l’evento avverso può essere provocato.

È con l’obiettivo di promuovere una riflessione sulla sicurezza del lavoro in caserma, dove uomini e donne si espongono ai rischi intrinseci di ogni attività militare, che mira a questa contemplazione, a promuovere la consapevolezza nell’efficacia del Presidio dell’Aeronautica Militare di Natale, in cui si allude alla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

A tal fine, si basava soggettivamente sulla fondazione di Bisso (1990) e Tavares (1996), nonché, nella legislazione pertinente al tema che ci è stato presentato nello standard normativo n. 5 (NR 5), nello standard di preparazione (NOPREP/ADM/14) e nello standard standard di azione (NPA_CIPA/Ala 10/701), dove viene messo in discussione: in che modo la fab ha aderendo alla sicurezza sul lavoro all’interno di GUARNAE-NT?

Discutere come la sicurezza sul lavoro viene presentata nell’ambito di GUARNAE-NT è l’obiettivo principale di questo articolo, che sarà difeso attraverso l’identificazione delle difficoltà presentate nell’ambito del presidio e la presentazione di implementazioni di comportamenti realistici di sicurezza sul lavoro da parte di GUARNAE-NT come obiettivi specifici.

2. BREVE STORIA DELLA CREAZIONE DELL’AVIAZIONE BRASILIANA

Pilotato da un brasiliano, Alberto Santos Dumont (1873-1932), pilota e creatore della macchina – il 14 BIS, eseguendo questa impresa a Parigi (Francia), nel campo di Bagatelle il 12 novembre 1906, pilotando una macchina (apparato) più pesante dell’aria. (NOVA ESCOLA, 2006).

Più di trentacinque anni dopo il primo volo, il 20 gennaio 1941, fu creato il Ministero dell’Aeronautica, con decreto legge n. 2.961, e il suo braccio militare, Forze aeree nazionali – che fu la prima designazione dell’attuale forza aerea brasiliana. I mezzi che hanno costituito i dirigibile della Marina e dell’Esercito sono stati raccolti, oltre al Dipartimento di Aeronautica Civile (DAC) che apparteneva al Ministero del Traffico e dei Lavori Pubblici, iniziando la costruzione dell’energia aerea brasiliana e tutte le trasformazioni che l’aviazione ha fornito alla Nazione, Filho (2012) ci ricorda che

Negli anni successivi, l’Aeronautica ampliò le sue operazioni in aree come la difesa della sovranità dello spazio aereo brasiliano, il controllo del traffico aereo, la promozione dell’industria nazionale, le missioni di ricerca e soccorso, il progetto spaziale, la scienza e la tecnologia, l’indagine e la prevenzione degli incidenti aeronautici e l’integrazione nazionale, attraverso la costruzione di piste e voli di aerei da trasporto. (FILHO, 2012)

3. LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI AERONAUTICI

Creato nel 1971 con decreto legge n. 69.565, il Centro per l’investigazione e la prevenzione degli incidenti aeronautici (CENIPA) organo centrale del Sistema aeronautico di investigazione e prevenzione degli incidenti (SIPAER), che ha fornito l’emergere di una nuova filosofia da diffondere nel paese, dove è stata sostituita la parola indagine e le indagini hanno iniziato a essere svolte con l’unico obiettivo di promuovere la “prevenzione degli incidenti aeronautici” , in conformità con le norme internazionali.

La missione di CENIPA dell’Comando dell’aeronautica militare (COMAER) è “Promuovere la prevenzione degli incidenti aeronautici, preservando le risorse umane e materiali, mirando al progresso dell’aviazione brasiliana”.

Pertanto, l’accumulo di conoscenze acquisite con altre organizzazioni flight safety in tutto il mondo, consolidato con l’esperienza accumulata negli anni, che ha portato al miglioramento della dottrina della sicurezza operativa in Brasile e alla creazione di basi di ricerca in questo campo: il trinomiale “uomo, mezzo e macchina”, pilastro della moderna filosofia SIPAER. (BRASIL, 2017)

Di conseguenza, la prevenzione degli incidenti aeronautici si è concentrata sulle corrette procedure e comportamenti nel trattamento quotidiano, oltre a contribuire alla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

4. BREVE STORIA DELLA GUARNIGIONE AERONAUTICA NATALIZIA

Nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, il Natal Air Base Center fu creato dal governo brasiliano il 2 marzo 1942 e la sua attivazione ebbe luogo il 7 agosto. Nel novembre dello stesso anno, iniziarono a vivere nello stesso campo d’aviazione, nel “Parnamirim Field”, due basi aeree. Il brasiliano, situato nel settore occidentale dell’aeroporto, e l’americano nel settore orientale. Conosciuto come The Victory Trampoline, noto per essere un punto di attraversamento obbligatorio per gli aerei alleati che erano destinati al Teatro africano delle operazioni.

Alla fine della guerra, la Natal Air Base iniziò ad occupare le strutture della Base americana. Gli edifici della cosiddetta Base Oeste hanno avuto, nel tempo, le finalità più diverse, quali: Centro di istruzione militare e Centro di addestramento dei piloti militari (CFPM), attivato il 6 marzo 1970, con la disattivazione della Base Aerea Christmas ( BANT).

Come affermato nella Gazzetta Ufficiale Federale: Il Natal Aeronautics Garrison – GUARNAE-NT,

creato secondo l’Ordinanza n. 192/GM2, del 29 aprile 1954, con sede nel comune di Parnamirim, Stato di Rio Grande do Norte, costituito dalle seguenti organizzazioni militari e frazioni:

(a) Reparto 10 e unità subordinate;

b) Centro di lancio della barriera infernale – CLBI;

c) Distaccamento per il controllo dello spazio aereo neonale -DTCEA-NT;

d) Squadra sanitaria natale – ES-NT;

e) Christmas Support Group – GAP-NT;

f) Gruppo di Istruzioni Tattiche e Specializzate – GITE;

g) Prefettura aeronautica di Natale – PANT; E

h) Terzo Squadrone del Primo Gruppo Comunicazioni e Controllo – 3°/1° GCC. (BRASIL, 2018)

5. CONTESTO DELLA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

A piedi fianco a fianco c’erano le procedure di sicurezza – che volavano o sul pavimento delle officine, che non potevano essere trascurate perché si tratta di un’attività a rischio[3] [4]! Tuttavia, dall’emergere dell’aviazione, la preoccupazione iniziale è stata la sicurezza del volo, ma nel tempo la sicurezza del lavoro è stata incorporata in questo nuovo universo – quello della prevenzione del lavoro, ed è venuto a vedere con l’importanza della sua azione per evitare incidenti, perché ha presentato (e presenta) la cura inerente al suo campo d’azione.

Così, la sicurezza del lavoro ha fatto un salto nell’anticipazione degli eventi avversi, che è stato molto chiesto, riportato da Bisso (1990) che viene e ci presenta le opere di personalità come

George Bauer (1556) che pubblicò un libro sulle principali malattie e incidenti di cui furono vittime i minatori e le fonderie d’oro e d’argento – asma dei minatori;  Per Celso (1567) elaboro una monografia sul rapporto tra lavoro e malattie tipiche dei lavoratori – avvelenamento da mercurio; il medico italiano Bernardino Ramazzini (1700) – Padre della Medicina del Lavoro – che curò il libro Malattia dei lavoratori (De Morbis Artificum Diatriba). (BISSO, 1990, p. 15 – 16)

Questi protagonisti hanno ratificato il modo in cui è stata ricercata la comprensione della percezione dei rischi incentrata sulle attività lavorative e l’assistenza che dovrebbe essere fornita nella prevenzione degli incidenti.

Tavares (1996), è un altro per contribuire ai chiarimenti che durante tutta l’esperienza lavorativa i professionisti erano preoccupati (e preoccupati) per le condizioni malsane dei lavoratori, portandoci che dagli anni ’30 alcuni studiavano i fondamenti della prevenzione e del controllo delle perdite, come menzionato nel loro lavoro attraverso ingegneri h. W. Heinrich e Frank E. Bird Jr.

Tavares (1996), informa che Heinrich

presentato nel suo lavoro Industrial Accident Prevention ( la nostra traduzione) – edito nel 1931, le sue analisi attraverso la proporzione di 1:29:300 ed essendo inteso come una lesione invalidante per 29 lesioni minori e 300 incidenti senza lesioni. Proporzione che originò la Piramide di Enrico. (TAVARES, 1996, p. 9)

Subito dopo, Frank E. Bird Jr. aggiorna la relazione elaborata da Heinrich, nel suo libro Damage Control, che “durante il periodo dal 1959 al 1966 è stato analizzato più di 90.000 incidenti alla Luckens Steel (acciaieria) presentando il rapporto più aggiornato di 1:100:500 – un infortunio paralizzante per 100 lesioni minori e 500 incidenti con danni alla proprietà”. (TAVARES, 1996, p. 9)

Tuttavia, Bird continuò ad espandere i suoi studi e dopo aver analizzato gli incidenti

si è verificato in 297 aziende, provenienti da 21 diversi gruppi industriali, ha raggiunto il gran numero di 1.750.000 lavoratori e più di 3 miliardi di ore di esposizione in questo periodo, il che ha portato a un’altra nuova proporzione 1:10:30:600, dove appare un infortunio grave o invalidante per 10 lesioni minori a 30 incidenti con danni materiali e 600 incidenti. (TAVARES, 1996, p. 9)

Pertanto, si verifica quanto è stato fatto e le conoscenze nel settore della sicurezza sul lavoro per la prevenzione degli infortuni sono importanti.

5.1 LA COMMISSIONE INTERNA PER LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI IN BRASILE

Piza (1997, p. 24) ci porta, da qualche tempo, la consapevolezza che la Commissione Interna per la Prevenzione degli Infortuni (CIPA) è stata creata dopo una raccomandazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) ai governi e alle industrie per implementare le persone preoccupate per le condizioni di sicurezza coinvolte nelle attività lavorative.

A tal fine, fu creato il Decreto Legge n. 7.036 del 10 novembre 1944, che rese ufficiale il CIPA in Brasile, e che inizialmente non aveva un titolo definito. La sua installazione obbligatoria delle commissioni referenziate sul posto di lavoro ebbe effetto solo il 19 giugno 1945, su istruzione dell’allora Dipartimento Nazionale del Lavoro attraverso l’Ordinanza n. 229.

6. LA SICUREZZA DEL LAVORO NEL FAB

La Costituzione federale (1988) e il consolidamento delle leggi sul lavoro (1943) trattano, in modo fondamentale, la sicurezza e la salute dei lavoratori in Brasile.

Nello Statuto dell’Esercito (1980), comma 2 dell’art. 14 ci presenta la definizione di Disciplina:

è la rigorosa osservanza e piena conformità delle leggi, dei regolamenti, delle norme e delle disposizioni che sono alla base del corpo militare e coordinano il suo funzionamento, regolare e armonico, con il risultato del perfetto adempimento del dovere da parte di ciascuno dei componenti di questo organismo. (BRASIL, 1980, il nostro grifone)

Più tardi, nell’art. 27 ritrae le manifestazioni essenziali del valore militare attraverso il suo “miglioramento tecnico-professionale” (punto VI), completato dall’art. 28 che porta l’etica militare a “rispettare e far rispettare le leggi, i regolamenti, le istruzioni e gli ordini delle autorità competenti” (punto IV). (BRASIL, 1980)

Per la formazione, i corsi e i tirocini all’interno del COMAER, è stata predisposta un’Istruzione di Comando Aeronautico (ICA 205-42/2011) per le “Procedure generali di sicurezza applicabili a formazione, corsi e tirocini”, pertanto, si verifica che il rispetto degli standard di sicurezza spetta anche a noi. (BRASIL, 2011)

In sostanza la sicurezza e la salute sul lavoro presso la FAB sono presentate da collegamenti di sicurezza attraverso le Commissioni interne per la prevenzione degli incidenti distribuite nelle organizzazioni militari dell’Aeronautica militare dall’immensità del Paese.

A tal fine, il CIPA mira a “prevenire gli infortuni e le malattie derivanti dal lavoro, al fine di rendere permanentemente compatibile il lavoro con la conservazione della vita e la promozione della salute dei lavoratori”, secondo il punto 5.1 della NR 5. (BRASIL, 1999a)

È approvato nell’ambito del Comando di Preparazione (COMPREP) attraverso lo Standard di Preparazione (ADM/14_2019 – Prevenzione degli infortuni sul lavoro) che mira a “stabilire linee guida di base per la pianificazione e l’esecuzione delle attività di sicurezza sul lavoro, attraverso la Commissione interna per la prevenzione degli infortuni nell’organizzazione (CIPA).”

Il FAB sottolinea l’importante tema qui affrontato, oltre alle suddette norme, attraverso altre pubblicazioni specifiche – nell’ambito della prevenzione degli infortuni sul lavoro, che vengono utilizzate in COMPREP, in cui GUARNAE-NT è subordinato operativamente, nonché la legislazione di altri comandi[5].

Questa rilevanza è unica per il corso offerto da:

1) Corso di Sicurezza Sul Lavoro (CST)[6] – mira a formare i professionisti a lavorare in modo più sicuro, preservando la salute individuale e collettiva riducendo i rischi inerenti al processo produttivo di una OM. (BRASIL, 2015)

Pertanto, le prestazioni del CIPA dovrebbero essere

nello spirito preventivo, che guiderà sempre la sua azione, attenta affinché questa visione permei tutti i settori dell’Organizzazione in cui è inserita, stimolando la suggestione di misure preventive ritenute necessarie, la diffusione e il rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro e medicina. (BRASIL, 2019ª)

Per questo, nelle Organizzazioni Militari presentano tre situazioni distinte per ogni tipo di elemento vittimizzato (militare, pubblico impiego o professionista esternalizzato) che avrà il supporto secondo la propria legislazione:

a) militare – subisce un incidente in servizio secondo il Decreto n. 57.272 del 6 novembre 1965 e la Perizia Medica segue secondo l’Ordinanza n. 616/GM3 del 13 maggio 1980;

b) Funzionario pubblico – in caso di infortunio sul servizio o malattia professionale, ai sensi della legge n. 8.112/90, della legge n. 8.270/91 e dell’ordinanza n. 1.675 del 6 ottobre 2006 (MPOG);

c) professionisti dei prestatori di servizi – subiscono infortuni sul lavoro e sono soggetti a malattie professionali o professionali, secondo quanto contenuto nel CLT, Decreto – Legge n. 5.452, del 1° maggio 1943, e nella Legislazione sulla Sicurezza Sociale.

6.1 SICUREZZA SUL LAVORO A GUARNAE-NT

Nella OM del FAB, le leggi relative alla prevenzione degli infortuni sul lavoro utilizzati nella vita quotidiana si basano su standard normativi, in particolare nr 5, che si occupa della Commissione interna per la prevenzione degli infortuni, NOPREP/ADM/14/2019 finalizzata alla prevenzione degli infortuni sul lavoro nella OM di COMPREP e degli Standard standard d’azione, in particolare il NPA_CIPA/Ward 10/701/2019, GUARNAE-NT, che discute il funzionamento della Commissione interna per la prevenzione degli infortuni del reparto 10.

Non è stato possibile specificare la data di creazione del CIPA nella Guarnigione, ma si ritiene che sia avvenuta il 1o aprile 1998 dall’Istruzione di Comando (CI 49/A1).

Così, il CIPA è uno strumento di consulenza diretta del comandante della Guarnigione per quanto riguarda la prevenzione degli infortuni sul lavoro, ed è composto da circa[7] 91 militari (ufficiali e laureati) provenienti da vari settori, attualmente avendo come presidente un colonnello del consiglio degli ingegneri ufficiali (QOENG).

7. METODOLOGIA

L’oggetto di studio di questo articolo è il risultato di discussioni e di un’esperienza nel CIPA di GUARNAE-NT da oltre 20 (venti) anni, lezioni di insegnamento su “Sicurezza e formazione sul lavoro (NR 5, NR 6 e NR 35)”, conduzione di “Indagini sulla sicurezza”, elaborazione di “Mappe dei rischi”, collaborazione nell’organizzazione della Settimana interna per la prevenzione degli infortuni sul lavoro (SIPAT) e lezione sulla “prevenzione degli incidenti con animali che sono , percezione del rischio, prevenzione degli infortuni sul lavoro in quota e assistenza pre-ospedaliera.

Per questo, il lavoro presentato è stato di natura di ricerca-azione in cui Severino (2007, p. 120) “propone al gruppo di soggetti coinvolti cambiamenti che portano a un miglioramento delle pratiche analizzate”, si basa anche, nella diagnosi di ciò che è stato sperimentato e discusso in questo periodo, in cui abbiamo cercato la base teorica su una materia importante negli studi di Bisso (1990), Tavares (1996), Norma normativa n. 5 (NR 5), NOPREP/ADM/14/2019, NPA_CIPA/Ala 10/701/2019 e relazione annuale 2019 sulla sicurezza sul lavoro di GUARNAE-NT.

8. RISULTATI E DISCUSSIONE

Le considerazioni sul punto IV – Statistiche e conclusioni sono presentate qui, della Relazione annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019 prodotta dal CIPA del reparto 10, che ha rilevato che in quell’anno sono stati registrati 26 (ventisei) eventi avversi, di cui 14 (quattordici) infortuni sul lavoro e 12 (dodici) incidenti registrati, 1 (uno) relativo a una società terza – fornitura di servizi e rapporti di rischio[8] (RR) che hanno fornito 51 (cinquantuno) rapporti consegnati , di cui 2 (due) erano dipendenti di società appaiate (esternalizzati).

Eventi avversi

Dopo aver analizzato gli eventi avversi, le tre cause latenti evidenziate tra gli eventi si sono verificate sono state il consumo:

1) Ambiente di lavoro (piano officina)

2) Procedure nelle attività

3) Pendolarismo casa-lavoro-casa (incidente di percorso)[9]

Si mette quindi in dubbio che più della metà del numero di infortuni si sia verificato nell’ambiente di lavoro, rappresentando il 57,7% del totale (15/26) a causa di un luogo disorganizzato e con pavimento scivoloso e/o danneggiato, spazio ridotto, installazioni improprie in grado di generare principio di incendio, usura dei materiali, illuminazione scarsa o nessuna e così via.  In secondo luogo, vi sono errori nelle procedure che hanno riguardato più di un quarto degli eventi (7/26) dopo aver presentato mancanza di conoscenza e non conformità agli standard e ai comportamenti di sicurezza, uso improprio degli strumenti, mancanza di uso degli EPI e attenzione nello svolgimento delle attività e così via, e infine, con 4/26 (quattro su ventisei) eventi di incidenti di viaggio e calcolato 29 (ventinove) giorni di “Ritiro da tutte le attività[10]” e 51 (cinquantuno) giorni di “congedo totale[11]”, come mostrato nel grafico 1.

Tabella 1

Fonte: Rapporto annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019

Rapporti sui rischi

Dopo aver analizzato i rapporti sui rischi, si è concluso che tre erano i rapporti più importanti:

1) Ambiente di lavoro (piano officina)

2) Mancanza di uso degli EPI

3) Procedure nelle attività

L’ambiente di lavoro o il pavimento dell’officina hanno presentato un’incidenza di oltre il 50% (cinquanta) delle Relazioni sul Rischio a causa del luogo propizio per le attività di manutenzione. Tali situazioni osservate fanno parte di una chiara percezione dei rischi da parte del personale, in cui sono state rilevate disorganizzazione, pavimentazione scivolosa, pavimenti danneggiati, spazio ridotto, installazioni improprie, principio di incendio, usura del materiale, scarsa o nessuna illuminazione e così via.

Sullo sfondo c’è la mancanza di utilizzo dei EPI, dove si verifica che ha a che fare con la soggettività di misurare la gravità e la probabilità, principalmente, dell’incidenza dell’evento avverso, come ci ha informato Ripley (2008). È necessario informare che l’uso degli EPI non previere gli incidenti! (in altre parole, gli EPI mitigano le possibili lesioni causate dall’incidente) “La necessità e l’importanza che hanno è mitigare i rischi e la gravità degli incidenti […]”. (CIPA MAGAZINE, 2020th, p. 61)

In una certa azienda, gli amministratori, consapevoli dell’importanza dell’utilizzo dei DPI, hanno chiesto loro di essere i primi a partecipare alla formazione necessaria e di ricevere e utilizzare le attrezzature. Poi sono arrivati ​​i dirigenti e i supervisori che hanno completato la formazione, ricevuto una guida, utilizzando regolarmente accessori di sicurezza senza domande. E infine, gli altri lavoratori che avevano già sentito parlare dell’iniziativa dal consiglio, dirigenti e supervisori per essere esempi affinché il programma abbia aderenza e il minimo di resistenza!

Responsabile di questa narrazione, il Prof. L’ing. Paulo Ribeiro Neres [12] presenta la morale della storia:

ciò che fa il cambiamento non è l’ottimo discorso, i bei detti scritti nei comunicati appiccicati sui murales, né le minacce di punizione sull’uso obbligatorio. Quello che risolve davvero è l’esempio che viene dall’alto. (REVISTA CIPA, 2020ª, p. 61)

Le procedure erano in secondo piano e riguardano la mancanza di conoscenza, il mancato rispetto delle norme e dei comportamenti di sicurezza, l’uso improprio degli strumenti, la mancanza di attenzione, ecc., Come riassunto nella Tabella 2.

Tabella 2 :

Fonte: Rapporto annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019

Comunicazione ai membri CIPA

Gli eventi avversi (incidenti e incidenti) sono comunicati ai membri del CIPA – attraverso una forma specifica, da leggere nelle riunioni del personale dei loro OM/Gruppo/Squadroni, aspirando alla consapevolezza della prevenzione da parte di tutto il personale della guarnigione.

Si osserva che nell’ambiente di lavoro (piano dell’officina) è stato il luogo in cui è stata segnalata la maggior parte delle situazioni non conformi (54,9% – 28/51) e che si sono verificati eventi più avversi (57,7% – 15/26).

Considerando i rischi dell’ambiente di lavoro (fisico, chimico e biologico) in base all’intensità, alla natura e alla concentrazione, con il potenziale di causare danni alla salute dei militari (manutentore[13]), quindi, e secondo la Relazione annuale (2019), l’importanza

implementazione del Programma di Prevenzione dei Rischi Ambientali (PPRA – in conformità con NR 9) al fine di prevenire o mitigare gli eventi con utensili danneggiati o difettosi, macchinari non protetti, sistema di ventilazione inadeguato, pavimento scivoloso, lavoro in altezza e altre situazioni non conformi. (BRASIL, 2019c)

Il miglioramento delle condizioni di lavoro è responsabilità del datore di lavoro in conformità con i requisiti della norma normativa n. 9 (NR 9 – Rischi ambientali), nel suo testo del punto 9.6.3.

Il datore di lavoro garantisce che, in caso di rischi ambientali nei luoghi di lavoro che mettono uno o più lavoratori in pericolo grave e imminente, possano interrompere immediatamente le loro attività, comunicando il fatto al superiore direttamente alle misure appropriate. (BRASIL, 1999b)

Per garantire condizioni di lavoro sicure, è necessario effettuare frequentemente indagini sulla sicurezza sul lavoro (VST) o ispezioni di sicurezza (IS) al fine di prevenire gli incidenti ed evitarli! A tal fine, è necessario aumentare la consapevolezza collettiva di coloro che sono coinvolti nelle attività lavorative, l’impegno per i principi morali e la condotta sicura attraverso situazioni di rischio e l’adozione di misure preventive che pianificheranno di evitare condizioni non sicure da parte del datore di lavoro, segnalando il rispetto della legge e contribuendo alla salute e all’integrità del personale del manutentore.

A tal fine, vengono suggerite alcune linee guida per mitigare gli infortuni sul lavoro:

  1. Condurre corsi di formazione e periodici – notano ancora molti manager che non si rendono conto di quanto sia importante la conoscenza per garantire un ambiente di lavoro sicuro nello svolgimento di attività operative con sicurezza, comfort e qualità per tutte le parti coinvolte.
  2. Rispettare standard specifici e correlati : osservarli e rispettarli può essere la differenza tra soffrire o non avere un incidente!
  1. Identificare, segnalare, comunicare e monitorare le situazioni di rischio di incidenti: molti incidenti si verificano a causa della mancanza di proattività nel processo di prevenzione, perché tutti devono partecipare!
  1. I giochi sono inammissibili durante le attività rischiose: contribuiscono al fattore di rischio, deconcentrano e non sono professionali.
  2. Condurre un’analisi preliminare dei potenziali rischi impliciti: conoscendo i rischi, l’incidente può essere evitato!
  1. La fretta non esiste: non trasformare la corsa degli altri in auto-incompetenza!
  2. Ricerca di miglioramenti alle attività da svolgere – EPI, tecniche e aggiornamento costante.
  3. Il rispetto della NR 6 e l’uso di EPI specifici sono dispositivi essenziali per ridurre al minimo le lesioni causate in caso di incidente.
  4. Segnalare eventi avversi: comunicare ai settori interessati e comunicare ai responsabili sul posto di lavoro.

9. CONSIDERAZIONI FINALI

L’aviazione brasiliana non è diversa dalla società, perché anche gli eventi avversi (incidenti) fanno parte della realtà “abiana[14]”, per quanto abbia investito nel capitale umano (potenziando) l’indesiderabile può essere provocato.

È stato nell’ambiente di lavoro che sono state registrate più segnalazioni (54,9% – 28/51) e si sono verificati eventi avversi (57,7% – 15/26) che hanno reso necessario informare che gli incidenti sono causati (inconsci o coscienti), ma possono anche essere evitati rafforzando la consapevolezza delle condotta e delle misure di prevenzione.

L’obiettivo generale era quello di discutere come la sicurezza sul lavoro viene presentata nell’ambito di GUARNAE-NT, legata agli obiettivi specifici di individuazione delle difficoltà presentate dal presidio in materia di sicurezza sul lavoro e di proporre l’attuazione di comportamenti realistici di sicurezza sul lavoro per l’intera forza lavoro.

Si ritiene che tutto si evolva e nella sicurezza del lavoro non sia diverso, quindi la possibilità di miglioramenti è desiderata attraverso le seguenti azioni:

  1. Implementare la sezione per la prevenzione degli infortuni sul lavoro (SPAT), direttamente subordinata al comandante del GUARNAE-NT e alla quale il CIPA sarebbe subordinato. Il capo dello SPAT accumulerà il ruolo di presidente del CIPA, secondo il modello:
SPAT CIPA
Capo Presidente
Assistente Vicepresidente
Addebitato Segretario
Ausiliario Ausiliario
Con accumulo di funzioni

Fonte: Autore


Fonte: Organigramma ALA 10
  1. Modificare la voce 4.3.1 del NOPREP/ADM/14/2019, da “semestrale” a “mensile”, per quanto riguarda il periodo prolungato dell’assemblea ordinaria, ai sensi della voce 5.23 del NR 5;
  2. Includi un articolo in NOPREP/ADM/14/2019 che rende il membro CIPA non disponibile per altri comitati, mentre fa parte del comitato CIPA. Questa indisponibilità mira a garantire l’intensificazione della supervisione delle attività del Cipa e in modo impegnato, permanente e attivo, basato sullo spirito preventivo e nella promozione di un rapporto di dialogo costante e consapevolezza del personale del presidio. Inoltre, si considera anche la necessità di specializzazione e disponibilità dei membri cipa, al fine di essere preparati e disponibili a competere con le Scale Interne al CIPA (preparazione di Relazioni sugli Eventi Avversi, Analisi delle Relazioni sui Rischi e istruzioni – classi, nonché, nel monitoraggio dell’attuazione delle relative raccomandazioni) in parallelo con le attribuzioni di routine dei rispettivi settori di lavoro. (come redatto nell’ITEm 3.2 dell’NPA/CIPA_Ala 10/701/2019)
  3. Articolare con enti pubblici e privati accordi o scambi che promuovano la realizzazione di formazione ai membri del CIPA inerenti ad attività di prevenzione degli infortuni sul lavoro, quali: NR 5, NR 6, NR 10, NR 20, NR 23, NR 33, NR 35, nonché incoraggiare la formazione da parte dei membri del CIPA che hanno qualifiche a tal fine.
  4. Creare l’evidenziazione se la “sicurezza sul lavoro” deve essere data annualmente ai membri del comitato che presentano i servizi pertinenti forniti nella prevenzione degli infortuni sul lavoro, attraverso la Commissione, nell’ambito dell’aeronautica militare.
  5. Creare per i membri SPAT/CIPA un differenziale nell’uniforme, al fine di motivare e incoraggiare, farli riconoscere come membri di un importante comitato, davanti allo staff e che può essere un berretto o una stringa nella sicurezza del colore verde (bandiera) – da utilizzare nell’8 ° o 10 ° RUMAER.
  6. Richiedi posti vacanti per il Consiglio di Leva (temporaneo) ufficiali (QOCON) e Sergenti (QSCON) riguardanti professionisti con la Specializzazione in Sicurezza sul Lavoro e Corso Tecnico di Sicurezza del Lavoro, rispettivamente, per lavorare con SPAT / CIPA.
  7. Incoraggiare i membri spat/cipa con conoscenze nell’area della sicurezza sul lavoro (ingegneri/tecnici) a condividere le conoscenze attraverso la formazione ad altri membri.

Pertanto, gli incidenti sul lavoro vengono segnalati ogni giorno in tutti i settori della società causando dolore, sofferenza, danni alla proprietà, traslochi temporanei o permanenti e uccisioni!

Alla luce di ciò, la conoscenza popolare ci insegna che: “Sicuro è morto di vite morte vecchie e sospette!” A tal fine, la promozione e la riflessione sulla prevenzione degli infortuni attraverso una pratica sistematica di sicurezza sul lavoro in caserma, dove il personale militare (entrambi i sessi) si espone ai rischi intrinseci di ogni attività militare, che mira a questa contemplazione, promuovendo l’efficace del Presidio di Aeronautica di Natal (GUARNAE-NT), in cui si allude alla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

RIFERIMENTI

BRASIL. Comando da Aeronáutica. Centro de Investigação e Prevenção de Acidentes Aeronáuticos (CENIPA). Disponível em: <http://cesv.cenipa.gov.br/index.php/sipaer/57-artigos/81-historico-do sipaer/publicado: segunda, 17 de julho de 2017, 16h50 | acessos: 9880>. Acesso em: 29/09/2020.

______. Comando da Aeronáutica. Comando Geral de Apoio. Instrução do Comando da Aeronáutica (ICA) 37-644, de 2015. Currículo Mínimo do Curso de Segurança do Trabalho. Boletim do Comando da Aeronáutica nº 049, de 16 de março de 2015.

______. Comando da Aeronáutica. Comando Geral de Apoio. Tabela do Comando da Aeronáutica (TCA) 37-11, de 2020. Cursos da Área do COMGAP. Boletim do Comando da Aeronáutica nº 002, de 06 de janeiro de 2020.

______. Comando da Aeronáutica. Comando de Preparo. Norma de Preparo (NOPREP) ADM/14, de 16 de outubro de 2019. Prevenção de Acidentes de Trabalho.

______. Comando da Aeronáutica. Guarnição de Aeronáutica de Natal. Norma  Padrão de Ação (NPA) CIPA_Ala 10/701, de 1º de abril de 2019. Funcionamento da Comissão Interna de Prevenção de Acidentes de Trabalho (CIPA) da Ala 10.

______. Comando da Aeronáutica. Guarnição de Aeronáutica de Natal. Relatório Anual de Segurança do Trabalho 2019 da Ala 10, de 28 de novembro de 2019.

______. Comando da Aeronáutica. Instrução do Comando da Aeronáutica (ICA) 205-42, de 2011. Procedimentos Gerais de Segurança Aplicáveis aos Treinamentos, Cursos e Estágio. Boletim do Comando da Aeronáutica nº 247, de 29 de dezembro de 2011.

______. Diário Oficial da União – DOU. Página 13 da Seção 1, de 9 de fevereiro de 2018. Disponível em: <https://www.jusbrasil.com.br/diarios/177346553/dou-secao-1-09-02-2018-pg-13>. Acesso em: 04/06/2020.

______. Lei nº 6.880 de 09 de dezembro 1980. Estatuto dos Militares. Diário Oficial da União, D.O.U. de 11 de dezembro de 1980.

______. Ministério da Aeronáutica. Base Aérea de Natal. Instrução de Comando (IC) 49/A1, de 1º de abril de 1998.

______. Ministério do Trabalho e Emprego. NR 05 – Comissão Interna de Prevenção de Acidentes – CIPA. Brasília: Ministério do Trabalho e Emprego, 1999a. Disponível em: <https://enit.trabalho.gov.br/portal/images/Arquivos_SST/SST_NR/NR-05.pdf>. Acesso em: 09/09/2020.

______. Ministério do Trabalho e Emprego. NR 09 – Riscos Ambientais. Brasília: Ministério do Trabalho e Emprego, 1999b. Disponível em: <https://enit.trabalho.gov.br/portal/images/Arquivos_SST/SST_NR/NR-09-atualizada-2019.pdf>. Acesso em: 21/09/2020.

______. Ministério Público do Trabalho. Observatório Digital de Saúde e Segurança no Trabalho. Disponível em: <https://www.gov.br/mdh/pt-br/assuntos/noticias/2018/marco/mpt-lanca-nova-versao-do-observatorio-digital-de-saude-e-seguranca-no-trabalho>. Acesso em: 09/09/2020.

BISSO, Ely Moraes. O que é segurança do trabalho. São Paulo: Editora Brasiliense, 1990.

FORÇA AÉREA BLOG. Segurança e prevenção de acidentes do trabalho: como a FAB trabalha. Disponível em: <http://www.forcaaereablog.aer.mil.br/index.php?option=com_content&view=article&id=139:seguranca-e-prevencao-de-acidentes-do-trabalho-como-a-fab-trabalha&catid=2&Itemid=104>. Acesso em: 31/08/2020.

FILHO, Hermelindo Lopes. Nas Asas da História da Força Aérea Brasileira.2012. Disponível em : <http://www.faap.br/hotsites/asas-da-historia/livreto%20Nas%20Asas%20da%20Hist%C3%B3ria%20Da%20For%C3%A7a%20A%C3%A9rea%20Brasileira.pdf>. Acesso em 27/08/2020.

IBC. Instituto Brasileiro de Coaching. Quais são os recursos de uma empresa? Disponível em: <https://www.ibccoaching.com.br/portal/quais-sao-os-recursos-de-uma-empresa/>. Acesso em: 09/09/2020.

NOVA ESCOLA. Voar: o sonho, o projeto e a realização de Santos Dumont. Disponível em: <https://novaescola.org.br/conteudo/1149/voar-o-sonho-o-projeto-e-a-realizacao-de-santos-dumont. Acesso em: 31/08/2020.

PIZA, Fábio de Toledo. Informações básicas sobre saúde e segurança no trabalho. São Paulo: CIPA, 1997, p.24.

REVISTA CIPA: Caderno Informativo de Prevenção de Acidentes. Contra quedas. São Paulo: Editora Casa Nova, 2019, ano 41, n. 478, p. 55-58.

______. Linha de frente. São Paulo: Editora Casa Nova, 2020, ano 42, n. 488, p. 60-61.

______. Solidariedade na crise. São Paulo: Editora Casa Nova, 2020, ano 42, n. 489, p. 82-83.

RIPLEY, Amanda. O impensável – quem sobrevive quando ocorre um desastre e por quê? Disponível em: <https://prolifeengenharia.com.br/percepcao-de-riscos-no-ambiente/>. Acesso em: 05/10/2020.

GRAZIE

Al comandante del Presidio dell’Aeronautica Militare di Natal, Brigadeiro do Ar Marcelo Fornasiari Rivero per la sua fiducia nel trattamento accademico dell’informazione e al colonnello Ingegnere Enio Macêdo do Nascimento – Presidente della Commissione Interna per la Prevenzione degli Infortuni del Reparto 10 per la generosità, la forza e la collaborazione di un insegnante che attraverso le sue linee guida ha permesso di completare questo lavoro.

ALLEGATI

  1. Estratto dalle pagine 11 e 12 della Relazione annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019.

APPENDICI

1. Richiesta di utilizzo dei dati della Relazione annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019.

  1. Spedizioni per l’utilizzo dei dati della Relazione annuale sulla sicurezza sul lavoro 2019.

APPENDIX – RIFERIMENTI FOOTNOTE

2. Accident Prevention Information Book è una pubblicazione specifica per le aree di Igiene, Sicurezza e Infortunistica del Lavoro, finalizzata alla totale sicurezza dell’uomo, del lavoro e dell’azienda, appartiene a Cipa Fiera Milano Publicações e Eventos Ltda.

3. Il rischio è compreso – la probabilità di verificarsi di un evento, che può essere positivo (opportunità) o negativo (danno – perdita / reclamo).

4. Rischi – al plurale, perché questi sono composti da cinque, vale a dire: Fisico, Chimico, Biologico, Ergonomico e Incidente (Meccanico), come allegato IV – Mappa dei rischi di NR 5.

5. Dipartimento di Controllo dello Spazio Aereo (DECEA), Comando Generale del Personale (COMGAP).

6. Corso di Sicurezza sul Lavoro (CST) – previsto nella Tabella dei Comandi Aeronautici (TCA) 37-11/2020, “Corsi nell’Area del Comando Generale di Supporto (COMGAP).

7. Questo numero oscilla a causa delle specificità della carriera militare (movimenti, corsi, stage, messa in servizio, ecc.) in cui i membri devono costantemente essere sostituiti.

8. Sono segnalati di situazioni di rischio o condizioni non sicure.

9. Dopo l’abrogazione della Misura Provvisoria n. 905, dell’11 novembre 2019, le disposizioni della legge n. 8.213/91 (l’infortunio sul posto di lavoro è nuovamente considerato finalità lavorative).

10. Il ferito dopo le chiamate dovute è conforme agli espedienti.

11. I feriti dopo le chiamate sono stati esonerato dall’incarico.

12. Paulo Ribeiro Neres – Ingegnere della sicurezza sul lavoro, assistente esperto in processi di pericolosità e malsanità, docente di corso tecnico di Sicurezza sul Lavoro, istruttore di formazione di NR-12 (Safety at Work in Machinery and Equipment).

13. professionisti (militari) che lavorano nella manutenzione.

14. Inerente alla FAB (fabiano/fabiana).

[1] Studente del Master in Scienze dell’Educazione presso FACSIDRO (Faculdade de Sidrolândia / MS); Specialista in Insegnamento nell’Istruzione Superiore presso UnP (Università Potiguar); Tecnologo in Enterprise Security Management di UnP; Non ufficiale dell’Aeronautica Militare brasiliana, Istruttore militare, Moltiplicatore di sicurezza sul lavoro e membro della Commissione interna per la prevenzione degli incidenti (CIPA) della Guardia aeronautica di Natal (GUARNAE-NT) da oltre 20 (venti) anni.

Presentato: dicembre 2020.

Approvato: dicembre 2020.

Rate this post

Leave a Reply

Your email address will not be published.

DOWNLOAD PDF
RC: 75816
POXA QUE TRISTE!😥

Este Artigo ainda não possui registro DOI, sem ele não podemos calcular as Citações!

SOLICITAR REGISTRO
Pesquisar por categoria…
Este anúncio ajuda a manter a Educação gratuita
WeCreativez WhatsApp Support
Temos uma equipe de suporte avançado. Entre em contato conosco!
👋 Ciao, hai bisogno di aiuto per inviare un articolo scientifico?