La logistica inversa e tua importanza organizzativa e sostenibilità ambientale

0
397
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SANTANA, Marcio Roberto [1]

SANTANA, Marcio Roberto. La logistica inversa e tua importanza organizzativa e sostenibilità ambientale. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 04, pp. 36-51, giugno 2018. ISSN:2448-0959

Questo articolo tratta l'argomento della logistica su un punto che solo ora comincia a dare un'occhiata alla cura per le imprese. Mentre la logistica si preoccupa per il flusso di uscita dei prodotti, logistica inversa o Supply Chain Management inversa si preoccupa per il ritorno dei prodotti, materiali e parti per il processo di produzione dell'azienda. Consapevolezza ambientale promosso dalla severe legislazione ambientale e la consapevolezza dei consumatori, costringendo le imprese a utilizzare materiali più riciclabili e anche prendendo questi preoccuparsi per lo smaltimento impatto ambientale dei loro prodotti alla fine del loro ciclo di vita, puntando alla sostenibilità del nostro pianeta. Questo lavoro ha avuto luogo dalla discussione delle teorie esistenti in fonti secondarie per la comprensione, come: libri, articoli scientifici, dissertazioni e tesi che trattano il tema della logistica applicata sulle aziende e il tuo impatto sull'ambiente inversa dai suoi processi. Attraverso la ricerca qualitativa ha cercato di chiarire gli aspetti positivi dell'attuazione della logistica inversa, così che diventa anche un fattore importante per la sostenibilità di entrambe le società con l'ambiente. Abbiamo analizzato i casi descritti nella letteratura, con l'obiettivo di evidenziare il concetto di logistica inversa per attività e la vostra importanza alla sostenibilità ambientale, il riciclo dei materiali spiegando le ragioni per l'utilizzo della logistica inversa Costi di logistica inversa e preoccupazioni ambientali.

Parole chiave: logistica, riciclaggio, sostenibilità, ambiente inversa.

1. Introduzione

Fin dall'antichità l'uomo ha sempre cercato di mantenere un rapporto di dominio sulla natura. E, lungo la linea temporale, dalla vostra creatività, questo stesso uomo, al fine di garantire la vostra esistenza in un ambiente ostile, sviluppato meccanismi da loro scoperte che hanno portato a varie forme di dominazione sopra tutti gli altri esseri viventi. Che cosa ha innescato questi giorni, a causa di degrado ambientale. La rivoluzione industriale ha accelerato questo processo, attraverso il progresso tecnologico prodotto da casa tua, crescente concorrenza tra tutti i settori industriali per soddisfare i mercati di consumatore, rafforzamento nei giorni che seguirono il accelerazione nel tempo rotante sulla produzione, che ha aumentato consumo considerevolmente portando come effetto collaterale l'idea di un mondo istantaneo e monouso, quello che è stato per rivelare come un dato di fatto perverso per l'ambiente e tutti i suoi abitanti, mettendo in verificare la sostenibilità del nostro pianeta. Questo è perché la maggior parte delle industrie considerate l'ambiente solo come una posizione, a priori, per l'acquisizione della materia prima e, a posteriori, per la vostra disposizione dei prodotti consumati.

Secondo Fuller et. L'umanità al (1995) ha avanzato la fascia del 20% più risorse naturali che il pianeta è in grado di ripristinare, con che sta avanzando in stock naturali della terra, è che ci sono risorse non rinnovabili come il petrolio.

Attualmente, il consumo ha generato grandi quantità di immondizia, il famoso rifiuti organici, prodotti chimici e la cattiva gestione di questi e sta causando spesa esorbitante, provoca gravi danni per l'ambiente e le loro popolazioni.

È dal elencati sopra, questo studio mira a dimostrare come la logistica inversa si rivela come un tema della massima importanza alla sostenibilità ambientale e organizzativa, riverbera pure in tutta la popolazione del pianeta. Perché la logistica inversa copre i canali inversione e post-consumo post-vendita, favorendo l'equilibrio tra i quantitativi scartati e riutilizzate, che conduce anche a collocare i rifiuti che non possono essere riutilizzati più portando come Vediamo, sostenibilità per organizzazioni finiscono per rafforzare i suoi marchi da un atteggiamento attivo nei confronti dell'ambiente, creando così nuove opportunità di affari lucrosi con logistica inversa e anche per l'ambiente che diventa meno esplorato, in materia di risorse naturali e anche meno battuti, per quanto riguarda il numero di gocce in una scala più piccola dei rifiuti in mezzo a voi. Senza menzionare le generazioni presenti e future che aumentano la qualità della vita dalla conservazione ambientale.

Attraverso la ricerca qualitativa ha cercato di chiarire gli aspetti positivi dell'attuazione della logistica inversa, così che diventa anche un fattore importante per la sostenibilità di entrambe le società con l'ambiente. Abbiamo analizzato i casi descritti nella letteratura, con l'obiettivo di evidenziare il concetto di logistica inversa per attività e la vostra importanza alla sostenibilità ambientale, il riciclo dei materiali spiegando le ragioni per l'utilizzo della logistica inversa Costi di logistica inversa e preoccupazioni ambientali.

2. Logistica inversa

Fino al recente la logistica limitata solo alla consegna del prodotto al cliente e dopo che, produttori stavano portando qualsiasi responsabilità per i prodotti commercializzati. In questo modo non c'era alcuna responsabilità della collezione del produttore in relazione ai canali di distribuzione inversa post-vendita e post-consumo. Tuttavia, questo orizzonte cominciò a cambiare dall'approccio della logistica inversa termine.

Per situare il lettore è interessante notare che la logistica inversa di termine è evoluta nel tempo dall'approccio dato da ogni autore che ha stato appollaiato sul tema. Nell'evoluzione del termine invertire logistica Disponiamo, ad esempio, C.L. M (1993) la logistica inversa è legata alla agilidades e lavoriamo coinvolti nella minimizzazione gestione, movimentazione e allocazione dei rifiuti prodotti e imballaggi. Già in magazzino (1998) è l'impostazione della logistica inversa, vista attraverso la prospettiva di una logistica di affari, fa riferimento al ruolo della logistica in cambio di prodotti, riduzione, riciclo, sostituzione dei materiali, riutilizzo del materiale, smaltimento dei rifiuti, riforma, riparazione e rigenerazione. In Rogers e Tibben-Lembke (1999) la logistica inversa è definita così: come un processo di pianificazione, attuazione e controllo del costo efficiente, efficace il flusso di materie prime, magazzino, prodotti finiti e informazioni correlate, dal punto di origine al punto di consumo, allo scopo di riconquistare valore o personalizzare il tuo destino. Sul tema della logistica, Dornier et al (2000) porta qualcosa di nuovo, poiché essa comprende nuove aree di logistica, aggiungendo che anche la gestione di flusso inverso. Bowersox e Closs (2001) porta l'idea di monitoraggio del ciclo di vita, cioè dalla nascita (produzione) del prodotto, fino a vostra disposizione appropriata.

La figura seguente ci aiuta ad ottenere una migliore comprensione della zona e invertire i passaggi che includono logistica inversa, anche se ci sono altri settori affrontati dal tema:

Figura 1-area di pratica e fasi inverse. Fonte: http://www.ebah.com.br/content/ABAAAg3eEAL/apostila-logistica-reversa-jds?part=3-adapted da latte (2009).
Figura 1-area di pratica e fasi inverse. Fonte: http://www.ebah.com.br/content/ABAAAg3eEAL/apostila-logistica-reversa-jds?part=3-adapted da latte (2009).

Secondo (2002), l'obiettivo strategico dell'aftermarket logistica inversa è quello di aggiungere valore ad un prodotto che è stato restituito logistica per motivi commerciali, per errori di elaborazione, garanzia prestata dal produttore, malfunzionamento della prodotti, problemi causati a causa di trasporto i prodotti, tra le altre ragioni.

Secondo latte (2002), l'obiettivo strategico della logistica inversa del post-consumo si riferisce al complesso logistico del valore del prodotto che non serve più per il consumatore, o che hanno ancora un uso per prodotti scartati, per raggiunto la fine della tua vita e per rifiuti industriali. Questi beni di consumo possono provenire da beni durevoli o USA e getta, passando per diversi canali inversione di riutilizzo, lo smontaggio, riciclo fino alla destinazione finale.

Figura 2 – Focus della logistica inversa. Fonte: http://www.revistaespacios.com/a13v34n05/13340501.html-adapted da latte (2009).
Figura 2 – Focus della logistica inversa. Fonte: http://www.revistaespacios.com/a13v34n05/13340501.html-adapted da latte (2009).

Nella figura 2, adattato da latte (2009), allo stesso modo abbreviato, ma non porta alcuna pretesa di voler esaurire la complessità della logistica inversa, che agisce attraverso i principali flussi inversi nelle aree di dopo vendita e post-consumo, osservando la relazioni di interdipendenza tra questi.

Fino a qui ha dato per capire un po' circa il funzionamento dei canali di flusso d'inversione delle catene principali di logistica. Ora vorremmo parlare dell'impatto che la logistica inversa può causare all'ambiente da consapevolezza ambientale promosso dalla severe legislazione ambientale e sensibilizzazione dei consumatori, che obbliga la le imprese utilizzando materiali più riciclabili e anche prendendo questi preoccuparsi per lo smaltimento ecologicamente corretto dei loro prodotti alla fine del loro ciclo di vita, puntando la sostenibilità delle aziende che rafforzare e potenziare loro immagini e il nostro pianeta che è nel settore dell'assunzione di tali misure.

3. Consapevolezza ambientale e reverse logistics

 A Mentzer et. Al (2001) ciò che noi chiamiamo progresso sta modificando completamente l'ambiente negativo, cioè stanno distruggendo il nostro pianeta e dei suoi abitanti di modo irreversibile, se non si accettano per questo scenario. Tra molti altri concetti, sviluppo sostenibile sostiene l'idea di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere le generazioni future a soddisfare i propri bisogni.

Per realizzare lo sviluppo sostenibile è necessario avere la consapevolezza che le risorse naturali non sono infinite, ma corrono fuori, come ad esempio nel caso di olio. Pertanto, è necessario combinare la pianificazione con la consapevolezza ambientale al nostro pianeta e le generazioni future soggiorno in pregiudizio. Sviluppo sostenibile coerenza con una nuova forma di sviluppo economico portando l'idea di equilibrio dei vari aspetti ecologici che ci circondano.

Invertire la distribuzione canali sono colpiti direttamente da alcuni aspetti come, ad esempio, grandi quantità di rifiuti urbani che promuovono gli effetti dannosi sulle persone e dei loro habitat, una percentuale molto bassa di riciclaggio degli imballaggi usa e getta e prodotti che possono essere riciclati o riutilizzati. Come il latte (2002), uno degli indicatori della crescita di questo "USA e getta" è l'aumento dei rifiuti urbani in diverse parti del mondo. La crescente disponibilità e obsolescenza dei prodotti osservato nell'ultimo decennio sono riflesse nei cambiamenti di business strategico, all'interno della propria organizzazione e soprattutto in tutti i collegamenti di rete. Queste modifiche di "aumentano la velocità di risposta" nelle sue operazioni fin dal concepimento del progetto fino a quando il prodotto immesso sul mercato, con l'adozione di sistemi operativi ad alte "flessibilità operativa" per permettere, oltre alla velocità flusso della logistica, la capacità di costante adeguamento alle esigenze del cliente e con l'adozione della "responsabilità ambientale" in relazione ai loro prodotti dopo averli venduti e consumati, che viene generalmente identificato come "EPR" (estendere la responsabilità di prodotto ) la cosiddetta "responsabilità per l'estensione di prodotto.

Figura 3 struttura rafforza l'idea di come la crescente disponibilità di prodotti tende a diventare più espressiva delle prestazioni della logistica inversa, sia nel settore post-vendita come nel laureato. Tecnologia, Marketing, logistica e altre aree di business, attraverso la riduzione del ciclo di vita dei prodotti, generano la necessità di una maggiore velocità operativa su un lato e causano l'esaurimento accelerato dei tradizionali mezzi di destinazioni di post prodotti consumo.

Figura 3-l'impatto della riduzione del ciclo di vita utile dei prodotti in logistica inversa. Fonte: http://resconsiliaris.blogspot.com.br/2017/02/o-diferencial-competitivo-da-logistica.html
Figura 3-l'impatto della riduzione del ciclo di vita utile dei prodotti in logistica inversa. Fonte: http://resconsiliaris.blogspot.com.br/2017/02/o-diferencial-competitivo-da-logistica.html

Nel frattempo, legislazione ambientale ha esercitato cool forte pressione quando incolpa della società per gli impatti ambientali causati da rifiuti solidi, favorendo così, miglioramenti nell'ambiente globale, e pratiche di tutela dei consumatori sostenibile, con lo scopo di diminuire attraverso tali azioni, gli impatti negativi causati dall'inopportuno smaltimento dei rifiuti dalla società. Perché i prodotti non devono solo svolgere con la logistica di solo consegnare il prodotto finale al consumatore, ma anche per dare una destinazione finale per questo prodotto (logistica inversa), dopo il consumo, ad esempio, riciclando, per evitare l'aggressione che quegli stessi rifiuti per promuovere l'ambiente.  In questo modo, attraverso il riciclaggio per il riutilizzo dei materiali come materia prima per lo sviluppo di un nuovo prodotto. Molti materiali sono soggetti a riutilizzare da aziende, come il riciclaggio di carta, vetro, metallo e plastica.

I risultati sono abbastanza espressivi riciclaggio sia all'interno come ecologici, sociali ed economici. Per quanto riguarda l'aspetto ecologico, sappiamo che materie prime non rinnovabili stanno esaurendo rapidamente e che è ci che una malattia posti per discarica rifiuti solidi. Per quanto riguarda il fattore economico, riciclaggio contribuisce all'utilizzo più razionale e pianificato delle risorse naturali e il restauro di quelle risorse che sono in grado di genera profitto per le ditte di bonifica. E sotto l'aspetto sociale dell'intera società beneficia di pratiche che proteggono lo sviluppo sostenibile.

Secondo Prestes, et. Al (2010): per ottenere l'impegno delle persone con miglioramento della qualità ambientale è importante, capiscono come parte integrante di questo processo, avendo accesso alle conoscenze di base sull'ambiente che aiuta a identificare il fonti principali che causano impatti ambientali.

Ecco perché è necessario sottolineare che la logistica inversa ha come focus la riduzione dell'inquinamento dell'ambiente e lo spreco di materie prime, nonché il riciclaggio e il riutilizzo dei prodotti. Nella figura seguente abbiamo abbastanza il ciclo di prodotto nel processo di insegnamento della logistica inversa.

Figura 4 – ciclo di prodotti nel settore della logistica inversa. Fonte: http://www.rsrecicla.com.br/noticias/
Figura 4 – ciclo di prodotti nel settore della logistica inversa. Fonte: http://www.rsrecicla.com.br/noticias/

4. Sostenibilità economica e organizzativa attraverso la logistica inversa

 Processo di implementazione della logistica inversa, oltre alla corrispondenza ai requisiti della ISO 14000, può anche portare a una riduzione del costo del prodotto finito, soprattutto quando c'è il riutilizzo di materiale riciclato, anche se per la distribuzione di tale sistema, il costo è un po' alto, ma il ritorno per le organizzazioni che aderiscono al sistema inverso, secondo i sostenitori, sono espressivi. Un esempio è l'economia con l'imballaggio riutilizzabile o con il riutilizzo di materiali che hanno portato guadagni per le aziende.

Per evidenziare la dichiarazione di cui sopra, prendiamo il caso di riciclaggio della carta e il tuo impatto sui costi. Nella produzione di una tonnellata di carta, usando la carta utilizzata sia il consumo di acqua, quanta energia cadono a circa la metà. Vengono salvate 2,5 barili di petrolio, 98000 litri di acqua e 2500 Kw/h di energia elettrica con una tonnellata di carta riciclata. Così, è possibile l'economia delle risorse naturali seguenti: * il legno – una tonnellata di chip può sostituire 2 a 4 m3 di legno a seconda del tipo di carta per essere prodotto, che si traduce in una nuova vita per gli alberi di 15-30; * Acqua – nella produzione di una tonnellata di carta riciclata sono richiesti solo 2000 litri di acqua, mentre, in modo tradizionale, questo volume può raggiungere 100.000 litri per tonnellata. È prevedibile un'economia ad alta per esempio di aziende che riciclano la carta usata.

Nella figura qui sotto abbiamo l'esempio il riciclaggio della carta processo utilizzato:

Figura 5 – ciclo di riciclaggio della carta utilizzata. Fonte: http://revistas.ung.br/index.php/3setor/article/view/512/606
Figura 5 – ciclo di riciclaggio della carta utilizzata. Fonte: http://revistas.ung.br/index.php/3setor/article/view/512/606

Oltre all'esempio sopra, nel caso di riciclaggio di carta, possiamo vedere nel latte (2003, p. 128) per quanto riguarda il follow-up per l'alluminio lavorazione aziende, come il riciclaggio di questo, può notevolmente ridurre il costo delle spese di energia elettrica:

"Il riciclaggio dell'alluminio consente di risparmiare 95% dell'energia elettrica utilizzata per la produzione di alluminio primario. Questo costo è significativo se si considera che l'energia elettrica rappresenta il 70% del costo di produzione dell'alluminio ".

Nel frattempo, Rogers ancora Tibben-Lembke e (1998) presentati esempi dell'importanza della logistica inversa, aziende di vendita al dettaglio, dove lo stesso ottenuto 25% dei loro profitti derivati dalla migliore gestione della vostra logistica inversa. Mentre Caldwell (1999) cita Estèe Lauder Companies Inc. azienda gestita un'economia di $ $ 30 milioni in prodotti che ha lasciato per lo smaltimento (50% del volume precedente) con l'implementazione della logistica inversa. E quando questa società ha deciso di sviluppare il sistema a un costo di $ $ 1,2 milioni e ottenuto il rimborso di 12 mesi solo con l'economia di fabbricazione che affronta la restituzione dei prodotti per mezzo di logistica inversa al post-vendita. Il sistema ABC ha la capacità di coprire tutta la filiera e ridurre il costo totale della logistica inversa, quella Goldsby e Closs (2000) trovato nell'indagine con la supply chain di birre e soft drink dove il membri della prigione, in outsourcing del processo di raccolta e restituzione degli imballaggi usati per il riciclaggio e con questo ha ottenuto un risparmio annuo superiore a $ $ 11 milioni.

Il valore aggiunto di un prodotto è che il valore percepito dal cliente che è disposto a pagare per esso. Dopo aver soddisfatto la funzione d'uso del prodotto, il tuo valore in linea di principio se si cessa di esistere, tuttavia, per alcuni prodotti, il concetto di valore residuo, come quel valore possa ancora essere recuperati, anche dopo la cessazione della funzione. Entrambe le estremità della catena di approvvigionamento sono favorite in questo nuovo scenario, d'altra parte, il consumatore di entrare o di facilitare l'inserimento di materiali di scarto nel flusso inverso soddisfa la vostra consapevolezza ecologica e consente il recupero di parte della importo pagato per il prodotto, mentre il produttore sarà che avranno i maggiori vantaggi, poiché produrrà nuovi prodotti con una notevole riduzione di costi e fattori produttivi. E anche via intera supply benefici di catena da questo flusso inverso, poiché il

istituzionalizzata funzionamento permette nuove opportunità di business e inserimento nel mercato del lavoro una parte degli emarginati della società.

Questi sono alcuni esempi di guadagni con implementazione della logistica inversa nelle organizzazioni. Tuttavia, la distribuzione di L.R. porta guadagni solo economici ma anche organizzativa sostenibilità dal vostro tempo, finisce che si tradurrebbe in vantaggi economici, perché la società che distribuisce la logistica inversa vince e va su a lavorare con l'immagine di una società ecologicamente corretta. Che diventa parte della strategia di marketing dell'impresa al fine di acquisire maggiore rispetto dei consumatori oltre il valore dei loro prodotti. SEC (2003), aziende sono interessate nel posizionamento dell'immagine aziendale come temi impegnati a ambientale e azioni correttamente indirizzate a tutela dell'ambiente, certamente sarete ricompensati con ritorni sana immagine distinto come un vantaggio competitivo.

Quando si adotta una posizione economicamente corretti, logistici e finanziari guadagni sono solo uno dei benefici che la logistica inversa è in grado di fornire. "In questo approccio, la migliore soluzione concernente lo smaltimento dei rifiuti è uno in cui il binomio ambiente e profitto sono combinati in modo tale che entrambe le linee guida ambientali come i risultati finanziari sono soddisfacenti, consolidando questa visione con la Riciclare la visione "(SOUZA; FONSECA, 2008, pag. 2). È inoltre possibile aggiungere le vincite per l'immagine istituzionale dell'azienda attirando preferenza client (NETTO, 2004).

5. Costi di logistica inversa

I costi di logistica inversa variano da azienda ad azienda, business per la pratica in una particolare organizzazione. Pertanto, non esiste nessun modello che servono come riferimento per tutte le altre società, per quanto concerne la spesa per l'attuazione del processo di logistica inversa. Secondo alcuni autori le spese possono essere alte per l'implementazione della logistica inversa, tuttavia, i ritorni possono essere molto generosi secondo gli stessi autori.

Infatti, nella logistica inversa, società sono responsabili per la restituzione del prodotto alla società per il riciclaggio o allo smaltimento. Suo sistema di costing dovrebbe, pertanto, hanno un approccio piuttosto ampio, come la durata totale ciclo di Costing. Per Atkinson et al (2000, 676), questo sistema consente ai responsabili di gestire i costi "dalla culla alla tomba". "Il ciclo di vita del prodotto copre il tempo dall'inizio del P D & fino a supportare il cliente finale". (Horngreen et al.: 2000, p. 313). In logistica inversa, questo ciclo si estende, coprendo anche la restituzione del prodotto al punto di origine. Horngreen et al (2000, 315) punti tre prestazioni erogate per la preparazione di una buona relazione del ciclo di vita del prodotto: la presentazione dell'intera entrate e delle spese associate con ogni prodotto, la percentuale dei costi totali sostenuti nei primi stadi e permette la relazione tra le categorie di costo di attività spiccano. L'uso di un sistema di costing per ciclo di vita totale non sistemi non tradizionali, come Meta, Kaizen costano costano, activity based costing (ABC) o processo costing. Che cosa fornisce è la visibilità dei costi durante il ciclo di vita del prodotto. Il costo totale del ciclo di vita comprende l'altro, a seconda della fase del prodotto, come illustrato nella figura 6:

Figura 6 – durata totale ciclo di Costing. Fonte: adattato da autore Atkinson et al (2000)
Figura 6 – durata totale ciclo di Costing. Fonte: adattato da autore Atkinson et al (2000)

Come possiamo vedere dalla figura 6 sopra, in ogni fase può essere utilizzato un tipo di ciclo di vita totale e costano Costing è il comprendente tutti di loro. Che cosa da tenere a mente è l'intero ciclo da P & D iniziale per il quale il prodotto può generare entrate per il ciclo di vita che consente il rimborso delle spese. Con l'inclusione del ritorno del prodotto, abbiamo un altro fattore da considerare. L'importanza di conoscere il punto in cui il prodotto nel vostro ciclo di vita e la differenza di costi sostenuti in ogni fase è evidenziate in un semplice grafico che mostra il costo della spedizione delle scorte in ogni fase del ciclo di vita di un prodotto. (Rogers e Tibben-Lembke: 1999). Come ci mostra la figura sopra, nella fase iniziale i costi di deposito sono relativamente bassi, tendente a crescere abbastanza come progredisce il prodotto nel vostro ciclo di vita. Non-considerazione di tutte le fasi porta a sollevamento errato del costo totale. Tibben-Lembke (2000) e De Brito et al (2002), quando parlando con il ciclo di vita del prodotto e la logistica inversa, segnalano l'importanza di, ancora in fase di sviluppo, essere considerato come volontà lo smaltimento o riutilizzo di parti e pezzi di fine della vita del prodotto. Le aziende automobilistiche a fianco di aziende high-tech come IBM e Xerox sono citate come esempi di aziende che progettano i loro prodotti già pensando nell'ultimo passaggio.

Conclusione

 Prima di tutto quanto sopra che questo lavoro ha cercato di mostrare così succinta reverse sviluppo della logistica e il concetto dato da alcuni autori che riflettono sull'argomento, sottolineando anche la strategica posizione concorrenziale che le imprese possono ottenere con la pratica di flussi inversi. Si può, ad esempio, capire come la logistica inversa è rilevante per la sostenibilità ambientale e organizzativa, nel senso che l'inverso flusso rende guadagni per le imprese, la fortificazione del marchio organizzativo prima il tuo stackholders, come una società correttamente. Sottolineando inoltre che industrie guadagnare economicamente con il riutilizzo di materie prime secondarie, dopo vendite e post consumo generato senza omettere di menzionare l'ambiente che solo mantenendo la sostenibilità, rifiuti generati dalle industrie sono o riutilizzati dal processo di riciclaggio vengono inoltrati per ricevere il tuo ordine la natura non aggressivo utile. Le generazioni presenti e future grazie anche per l'uso responsabile delle risorse naturali in modo programmato, provocando così una sorta di rallentare il degrado ambientale.

Qui di seguito, in ottica di latte-based tabella 1 1 (2003), qui adattato, che riassume tutto quanto sopra finora:

Tabella 1 – ambientali e benefici economici con l'implementazione della logistica inversa

AMBIENTALE
  • Obiettivi:

· Mitigare l'impatto ambientale dei rifiuti e

· Salvaguardare le risorse naturali.

Vantaggi:

· Riduzione del volume di smaltimento tanto sicuro come illegale;

· Anticipando i requisiti delle norme giuridiche;

· Risparmio energetico nella produzione di nuovi prodotti;

· Riduzione dell'inquinamento da incantesimi di contenimento dei rifiuti.;

· Limitazione dei rischi dalle discariche;

· Miglioramento dell'immagine aziendale e

· Coscienza ecologica.

ECONOMICO
  • Obiettivi:

· Formalizzare le imprese esistenti;

· Aumentare il fatturato;

· Ridurre i costi di sostituzione di materie prime primarie per le questioni secondarie;

· Diretta si rifiutò di prodotti e mercati secondari

· Risparmiare energia e costi di smaltimento dei rifiuti.

  • Vantaggi:

· Creazione di nuove imprese della catena di produzione;

· Riduzione degli investimenti nelle fabbriche;

· Risparmio sul costo dell'energia nella produzione;

· Aumento del flusso di cassa attraverso la commercializzazione di sottoprodotti e rifiuti;

· Utilizzo del canale di distribuzione per drenare i mercati secondari secondari e i prodotti

· Miglioramento dell'immagine aziendale di ottenere sovvenzionato finanziamento per il funzionamento con pratiche ecocompatibili.

Fonte: Autore a base di latte (2003)

Di conseguenza, è della massima importanza che ci dovrebbe essere più ricerca e produzioni che si concentrano sul tema della logistica inversa, dato che la più rapida crescita demografica, cresce anche la domanda di beni di consumo, che nel tempo, sarà responsabile per produzione di rifiuti nel bisogno, attraverso la ricerca e sviluppo, ricevendo la destinazione corretta. La logistica inversa si rivela come una soluzione praticabile, affinché le imprese possono passare per operare in modo sostenibile e di grande importanza per la sostenibilità del nostro pianeta.

Riferimenti

De Chirico, c. e. et. Al. Logistica inversa: opportunità per la riduzione dei costi attraverso integrata gestione della catena di valore. Disponibile a: http://www.resol.com.br/textos/123016269005.pdf. Accesso a: 22 agosto 2017.

Latte, p. r. logistica inversa: nuova area di logistica aziendale. Disponibile a: <http: meusite.mackenzie.br/leitepr/log%cdstica%20reversa%20-%20nova%20%c1rea%20da%20log%cdstica%20empresarial.pdf="">letta: 22 agosto 2017.</http:>

NETTO, logistica inversa m. r.: un nuovo strumento di relazione. 2004. Disponibile a: <http: www.guialog.com.br/artigos-log.htm="">.</http:> Accesso a: 10 lug. 2017.

SHIBAO, f. et. Al. Invertire la sostenibilità logistica e business. Disponibile in:<http: web-resol.org/textos/a_logistica_reversa_e_a_sustentabilidade_empresarial.pdf=""></http:>

Accesso a: 28 ott. 2017.

Sueli Ferreira de Souza. et. Al. Logistica inversa: opportunità per ridurre i costi a seguito dell'evoluzione del fattore ecologico. Disponibile a: <http: revistas.ung.br/index.php/3setor/article/view/512/606="">letta: 09 agosto.</http:> 2017.

SILVA, Manhas c. g. et. Al. Logistica inversa: tendenza delle società focalizzata sulla sostenibilità. Disponibile a: http://www2.unifap.br/glauberpereira/files/2016/07/

Accedere % C3% ADstica-Reversa-e-Sustentabilidade.pdf. Accesso a: 1° agosto 2017.

SHARMA, S. F.; FONSECA, S. U. L. Reverse Logistics: opportunità per ridurre i costi a seguito dell'evoluzione del fattore ecologico. In: seminario in economia e commercio, 11; 2008 a São Paulo, FEA USP. Disponibile a: < http://www.ead.fea.usp.br/semead/11semead/resultado/an_resumo.asp?cod_trabalho="87"> letta: 06 lug. 2017.

ATKINSON, R. A.; BANCHIERE, R. D.; KAPLAN, R. S.; YOUNG, S. M. Managerial Accounting. São Paulo: Atlas, 2000.

BOWERSOX, D.J.; CLOSS, D.J. Business Logistics: il processo di integrazione della supply chain. São Paulo: Atlas, 2001.

DORNIER, P – P et al. Global operations e logistica: testo e casi. São Paulo: Atlas, 2000.

FULLER, D.A.; ALLEN, J. Reverse canale sistemi. A. Polonsky, M.J.; MINTUWIMSATT, marketing ambientale A.T.: strategie, pratica, teoria e ricerca. Londra: The Haworth Press 1995.

HORNGREEN, C T, FOSTER, G e incontri, S M., 2000, contabilità dei costi, 9 ° Ed. Rio de Janeiro: Editora LTC     

Latte, p. r. logistica inversa: ambiente e competitività. São Paulo: Prentice Hall, 2003.

Latte, P.R. logistica inversa: ambiente e competitività. São Paulo: Prentice Hall, 2009.

LAMBERT, D. M.; STOCK, J. R.; VANTINE, gestione strategica di j. g. della logistica. São Paulo: Vantine consulting, 1998.

MENTZER, J.T.; DEWITT, W.; KIBLER, J.S.; MIN, s. definizione gestione della supply chain. In Journal of Business Logistics, vol. 22, n. 2, 2001.

ROGERS, D. S.; TIBBEN-LEMBKE, r. andando a ritroso: Reverse Logistics tendenze e pratiche. Reno: Consiglio esecutivo di Reverse Logistics, 1998.

ROGERS, d. s. TIBBEN-LEMBKE, R.S., andando a ritroso: invertire tendenze logistica e pratiche. Reverse Logistics Executive Council (RLEC), Pittsburgh, 1999.

[1] Laurea triennale in economia aziendale e docente di educazione professionale: gestione e imprenditorialità dello stato di Bahia

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here