Parasitaria infezione nei bambini in fase di scuola

0
630
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
ARTIGO EM PDF

CARDOSO, Evelyn Santos [1]

LIMA, Jéssica Aline Guedes [2]

CARDOSO, Evelyn Santos; e, LIMA, Jéssica Aline Guedes. Parasitaria infezione nei bambini in fase di scuola. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1. Vol. 8. pp. 178-183. Settembre 2016. ISSN:2448-0959

RIEPILOGO

I parassiti sono esseri viventi che tirare fuori altri organismi le risorse necessarie per la loro sopravvivenza (AGUILAR; FERREIRA, p. 60, 1997). La frequenza delle malattie parassitarie è direttamente correlata a condizioni socio-economiche e la prevalenza aumentata di conseguenza diretta dell'impoverimento della popolazione. Inoltre, dipende la aspetti climatici, caratteristiche del terreno, le abitudini alimentari e condizioni igieniche e sanitarie della Comunità (FERNANDEZ; ANDRADE, 2005). L'obiettivo di questo studio era di sensibilizzare l'opinione pubblica attraverso la revisione di letteratura e ricerca sul campo, dell'importanza dell'igiene per evitare la contaminazione e la trasmissione dei parassiti. Una ricerca sul campo attraverso 11 collezioni di campioni di feci. Di 11 risultati di 8 campioni di loro ha mostrato la presenza di parassiti, protozoi (Giardia) o da elminti (ascaridi), sottolineando la necessità di orientamento e la consapevolezza dell'importanza dell'igiene per prevenire la trasmissione e la contaminazione.

Parole chiave: Hoffman, Giardia, ascaridi, parassiti, prevenzione

INTRODUZIONE

"I parassiti sono esseri che trovano il loro habitat in un altro di specie diverse, suo ospite" (AGUILAR; FERREIRA, p. 60, 1997). I padroni di casa possono essere invertebrati o vertebrati e i parassiti possono rimanere temporanei o permanente.

L'invasione di parassiti può avvenire attraverso la pelle (per contatto diretto con il suolo/acqua contaminata o inoculazione di trasmettitori di insetti) e/o la bocca (ingestione di acqua e/o alimenti contaminati, oggetti, perversione di appetito che è la volontà di ingerire pratica di cibi non convenzionali o sessuale).

L'universo di parassiti di importanza umana include protozoi, elminti ed ectoparassiti. Tra i protozoi: Giardia, trichomonas, amebe, Tripanosoma, leishmania, Plasmodium e toxoplasma. Tra gli elminti, a sua volta, trovato il Schistosoma mansoni e tenie, platelminti, come rappresentanti di ascaridi, anchilostomi, Strongyloides, tricuros, ossiuri e filária linfatico, come rappresentanti dei nematodi. Fra gli ectoparassiti trovato rappresentanti degli artropodi (insetti, acari, per esempio) e di anellidi (hirudíneos).

Ci sono voluti migliaia di anni, se la spesa per ogni specie di parassita, all'interno di una graduale evoluzione, ha potuto realizzare qualche grado di parentela con la specie ospite (MARTINS, 2012). Questa evoluzione era necessaria affinché il parassita potrebbe modificare determinate caratteristiche morfofisiológicas e fare la maggior parte delle condizioni benefiche che l'host potrebbe offrire attraverso meccanismi adattativi, cercano una vita migliore e riprodursi all'interno dell'individuo. Attraverso questi adattamenti i parassiti hanno subito modifiche in diversi host, che istituisce una specificità tra l'ospite e l'individuo, vale a dire uno specifico vivevano tipo cosa di parassita-ospite solo. La patogenicità dei parassiti, generalmente varia notevolmente, a seconda del numero di infettiva forma naturalmente, virulenza del ceppo, età e lo stato nutrizionale dell'ospite (MARTINS, 2012).

Metodi di laboratorio per la diagnosi di malattie trasmesse da parassiti sono di grande importanza per la grande frequenza delle infezioni enteroparasitárias che compromettono la salute umana II (MARIANO et al., 2005).

Tra il parasitismos, il parassitismo intestinale è ancora uno dei più gravi problemi di sanità pubblica in Brasile e si pone dalla presenza di macroparasitas (elminto) e/o microparasitas (protozoi) nell'intestino e compromessi di eterogeneo circa del 25% della popolazione mondiale. La frequenza delle malattie parassitarie è direttamente correlata a condizioni socio-economiche e la prevalenza aumentata di conseguenza diretta dell'impoverimento della popolazione. Inoltre, dipende la aspetti climatici, caratteristiche del terreno, le abitudini alimentari e condizioni igieniche e sanitarie della Comunità (FERNANDEZ; ANDRADE, 2005). In Brasile 130.000.000 persone sono colpite da una sorta di parassita (SHIMIZU et al., 2003).

L'esame parassitologico delle feci ha come obiettivo la ricerca di uova, larve e cisti di protozoi. Le feci devono essere raccolte direttamente dalla mucosa, essendo priva di impurità e devono essere gestita in un periodo massimo di 4 ore, dopo di che sarà necessario l'uso di conservanti per la conservazione del materiale.

Esame macroscopico avviene mediante osservazione ad occhio nudo, su uno sfondo nero, notando la presenza di larve di elminti, proglotes di cestódeos. Questo esame anche osservare il colore e la consistenza delle feci. In esame microscopico avviene attraverso metodi specifici che determinano, con maggiore precisione, la realtà dell'infezione, prendendo una visione più ampia del parassita.

Il materiale dovrebbe essere esaminato prima ad occhio nudo e più tardi un piccolo campione è esaminato la ricerca microscopica uovo e cisti di protozoi.

METODOLOGIA

Questo è un studio di natura esplorativo e descrittivo, di tipo qualitativo, compiuta attraverso i libri disponibili presso la biblioteca universitaria e articoli indicizzati nel sistema di database della VHL, SCIELO, lillà, fonti nel periodo 1997 al 2013 e anche per mezzo di parasitologic feci raccolte da volontari provenienti da vivaio C.E.I Américo de Souza in São Paulo-SP.

Per svolgere la raccolta del campione di feci che abbiamo esaminato 22 bambini che sono stati divisi in due classi, classe I consiste dei bambini di 1 anno 1 e 5 mesi di età e classe II comprende i bambini da 2 a 3 anni di età. Dei 9 bambini di classe I, solo 7 sono stati campioni di feci raccolti per mancanza di evacuazione di un bambino. Di 12 bambini in classe II, solo 4 campioni sono stati raccolti con 10 bambini ha mostrati l'assenza di evacuazione al momento della raccolta del campione.

Dopo aver raccolto i campioni di feci, effettuare l'esame attraverso la tecnica di sedimentazione spontanea microscopici parassitologici dal metodo di Hoffman Pons & Janer o Lutz, che è quello di aggiungere circa 2 g di feci in un becher o borrel contenente acqua e mescolare il materiale. Ceppo di questa sospensione in imbuto di vetro attraverso una garza piegata in quattro, raccogliendo il materiale in un contenitore appropriato con cono (bicchiere di sedimentazione), in cui si verificano la sedimentazione in generale dopo le 24 ore. Crollo della parte inferiore della tazza circa a 50 mm ³ di sedimento utilizzando una pipetta Pasteur o una cannuccia, strofinando con forza con il dito indice. Depositare il sedimento in lama, aggiungere una goccia di iodio lugol, coprire con un vetrino coprioggetto e osservare al microscopio (CIMERMAN b., CIMERMAN s., 2008).

Analisi dei dati è stata effettuata di modo descrittivo, inizialmente dall'elaborazione di un quadro per la presentazione dei principali risultati e successivamente dalla discussione dei risultati contro gli obiettivi proposti.

RISULTATI

Con analisi su campioni raccolti è stato possibile i risultati che sono stati organizzati in forma di immagine, mostrata qui sotto:

Risultati

CLASSE I
Nomi Risultati dei test
1.1 del bambino Negativo
2.1 bambino Ascaridi
3,1 bambino Ascaridi
4,1 bambino Ascaris e Giardia
5,1 bambino Ascaris e Giardia
6.1 di bambino Ascaridi
7.1 bambino Negativo
CLASSE II
Nomi Risultati dei test
2.1 bambino Negativo
2.2 bambino Negativo
2.3 bambino Giardia SP.
2.4 bambino Giardia SP.

Tutti i tutori legali dei bambini che hanno partecipato a questo progetto ha ricevuto il risultato dell'esame parassitologico e ci hanno detto di andare al servizio sanitario.

Di 11 bambini raccolti sono stati trovati, sia esso il protozoi parassiti (Giardia) o degli elminti (ascaridi) in 8 di loro.

DISCUSSIONE

In Brasile, l'esame parassitologico nei primi due anni di vita è meno noto che in altri gruppi di età. Tuttavia, per tutti i bambini sotto i due anni, la positività trovata per a. lumbricoides era alta percentuale (Frenzel et al., 1979; Gendrel et al., 1983; Monteiro et al., 1988; Costa Macedo & Rey, 1997).

I risultati ottenuti mostrano che il 45% dei partecipanti del progetto presentato a. lumbricoides, indicando l'importanza di ascariose già nei primi anni di vita e indicano la necessità di ulteriore sviluppo nel corso dell'inchiesta di questa parassitosi in popolazione (Monteiro et al., 1988; Costa Macedo & Rey, 1997; Costa Macedo et al., 1998).

Tuttavia, è importante notare che l'infezione da parassiti è osservato già dalla prima fase e può essere relativi al periodo dell'introduzione del nuovo cibo e inizia una fase di sviluppo che permette una maggiore contatto con l'ambiente.

GRAZIE

La città universitaria di São Paulo, la direzione, la facoltà e l'amministrazione hanno permesso l'opportunità di realizzare questo progetto.

Grazie a tutti gli insegnanti per а forniscono conoscenza, non solo razionale о, е а manifestazione ma affetto educazione del carattere nel processo di formazione di questo progetto.

In particolare gli insegnanti Ana Cestari e Shashi Palladino per l'orientamento, il sostegno e l'impegno di е dedicato e collaborazione.

Al Prof. Tecnica di guida Tangara е per raggiungere i risultati.

RIFERIMENTI

AGUILAR, Adauto; FERREIRA, Luís Fernando. Uomini e parassiti: contributo di paleoparasitologia per la questione dell'origine dell'uomo in America. Revista USP, São Paulo, (34): 58-69 Junes/agosto 1997. Disponibile da http://www.usp.br/revistausp/34/06-adauto-luiz.pdf. Accedi su 13 ottobre 2014.

Souza, Wilson J Silva et al. Utilizzando l'immunofluorescenza indiretta nel monitoraggio reazione della terapia della leishmaniosi tegumentary americana '. MEM. Inst. Oswaldo Cruz Foundation, Rio de Janeiro, v. 77, n. 3, Sept.  1982.   Disponibile da <http: www.scielo.br/scielo.php?script="sci_arttext&pid=S0074-02761982000300003&lng=en&nrm=iso">.</http:> accedere il 13 ott.  2014. http://DX.Doi.org/10.1590/S0074-02761982000300003

Martins, Mário Jorge. Parassitismo (rapporto parassita-ospite). Nato gennaio 2012. Disponibile da http://www.marcasaude.com.br/pdf/apostilas/epidemiologia/relacao-parasito-hospedeiro.pdf. onon accesso 13 ottobre 2014.

G.R. FERREIRA, ANDRADE C.F.S. aspetti socioeconomici correlati a infezioni parassitarie intestinali e la valutazione di un intervento educativo nelle scuole Estiva Gerbi, SP. Giornale della società brasiliana di medicina tropicale. 2005; 38 (5): 402-405.

MARIANO, M. L. M.; CARVALHO, N. S. M.; MARIANO A. P. M.; AHMED, F. R.; CAZORLA, I. M… Una nuova opzione per diagnosi parassitologica: metodo di Mariano & rovere. NewsLab, v. 68, p. 132-140, 2005.

B. CIMERMAN; S. CIMERMAN. Parassitologia umana e il suo generale Fundamentals 2a edizione, São Paulo, Editora Atheneu, 2008; (390) 354-355.

MACEDO, Jabu da Costa; COSTA, Maria do Carmo Edwards; ALMEIDA, Maria Liz. Parassitismo di Ascaris lumbricoides nei bambini sotto i due anni: lo studio di popolazione in comunità dello stato di Rio de Janeiro. CAD. Saúde Pública, Rio de Janeiro, 15 (1): 173-178, gennaio-marzo, 1999.

FRENZEL, A.; TORRES, P.; GUERRERO, S.; GESCHE, W.; MONTEFUSCO, r. & MARIN, f., 1979. Parassitosi intestinale en y su relación con la neonati infezione de sus cibo gestori y el saneamiento ambiental. Giornale medico del Cile, 107:343-351.

MONTEIRO, C. A.; CHIEFFI, P. P.; BENICIO, M. H. A.; GIORNO, R. M. S.; TORRES, d. m. g. a. v. & MANGINI, s. a. c., 1988. Studio delle condizioni di salute dei bambini della città di São Paulo (Brasile), 1984/1985. VII. Parassitosi intestinali. Journal of Public Health, 22:8-15.

NEVE, David Parker; MELO, Alan Lane; LINARDI, Pedro Marcos; VITOR, Ricardo W. Abdullah. Parassitologia umana. 11. Ed. São Paulo: Atheneu, 2005.

REY, Louis. Parassitologia. 4. Ed. Rio de Janeiro: Guanabara Koogan, 2008.

[1] Si è laureato presso l'Università di São Paulo, contatto.: autor@nucleodoconhecimento.com.br

[2] Laureata presso l'Università di São Paulo città, contattare: autor@nucleodoconhecimento.com.br

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here