Le conseguenze neurologiche e anossia neonatale: rapporto clinico di caso

0
2510
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SIMÕES, Maria da Conceição Ribeiro [1]

NETO, Daniel Carlos [2]

SIMÕES, Maria da Conceição Ribeiro; NETO, Daniel Carlos. Le conseguenze neurologiche e anossia neonatale: rapporto clinico di caso.  Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1. Vol. 9. PP: 799-802. Ottobre / Novembre 2016. ISSN. 2448-0959

INTRODUZIONE

L'anossia neonatale è una condizione di privazione o diminuzione di ossigeno al cervello e può evolvere a encefalopatia Hypoxic-ischemica (HIE) che interessa principalmente gli infanti e pre-termine e a termine, a livelli estremi aumenta le statistiche di morti.

Nonostante ripetuti studi scientifici e letterari recensioni, eppure non c'è nessun affermando criteri specifici per la diagnosi di anossia neonatale.

Lo EHI è la manifestazione clinica più indirizzata nella letteratura. Tuttavia, la specificità bassa delle risultanze impedisce una diagnosi precisa, necessità di analisi storia neonatale precoce.

Lo scopo di questo lavoro è stato, dal caso clinico, eseguire una ricerca attenta della storia neonatale con l'obiettivo di finire le cause eziologiche di EHI.

RAPPORTO DI CASO

K.D.O. M, 09 anni vecchi, eseguita una volta, all'età di cinque, comportamento in certo grado di anomalia rispetto ad altri dello stesso gruppo di età.

In 20.10.2011, K.D.O.M., con 5 anni e 4 mesi di età, ha avuto sua anomalia aggravato, con fasi di aggressione, diagnosticati dai professionisti come avendo l'encefalopatia severa e cronica, ritardo mentale moderato, disordine di sviluppo globale e iperattività con deficit di attenzione.

Considerando la mancanza di prove che attiva questo sequel traumatico post-partum, l'esame neurologico di storia neonatale, solo per giustificare la ferita di cervello.

Di conseguenza, la madre B.L.O., 27 anni, residente di Boa Vista/RR, secundigesta, con feto di gestazione solo all'interno dei parametri di controllo prenatale normale e regolare. R: 24/08/2005 DPP: 22/05/2006. La 37a settimana l'ultrasuono ha mostrato un feto con presentazione cefalica, toni del cuore fetale e ritmica (144 bpm), placenta con ulteriore distribuzione. La madre ha negato le infezioni, diabete e ipertensione, era portfolio vaccino regolarizzati, essere stata ammessa per il Childrens Hospital di stato nostra signora di Nazareth il giorno 13/06/2006 alle ore 23:54. Tipizzazione dei gruppi sanguigni HR (+).

Il partogramma, paziente presentato pélvicade dilatazione di 4 cm a 07:00 ore giorno 14/06/2006. Alle ore 09:15, ha mostrato 5 cm dilatato; in questo stesso momento amniotomy alla rottura, che ha presentato la scarsa presenza di meconio; il medico curante ha prescritto SG 5% 500 ml + 1 amp di ossitocina, 8 gocce/min EV; Plašil + 50% glucosio, 1 fiala ogni EV lento; riposo a letto e umido 2 l O2/min. La madre si è evoluta con la dilatazione pelvica di 6cm a ore 10:15, 8 cm alle ore 11:00 e 9 cm a ore 12:00.

La nascita è avvenuta alle ore 13:35 il giorno stesso di vaginale, con meconio spesso prolungata ed espulsiva. RN il termine, Maschio, peso da 4.335 g, 56 centimetri lungo, cefalica perimetro di 37 cm, perimetro di cassa di 36 cm. Gruppo sanguigno e fattore Rh del neonato: (-). La RN nacque depresso, risultati 6 di Apgar al primo minuto e Apgar 9 al quinto minuto. Manovre di rianimazione erano aspirazione tracheale e tenuta, oltre a uso di maschera per la ventilazione e inalato O2; la legatura del cordone ombelicale in meno di un minuto. A 22:00 ore 14/06/2006 la RN era rubicondo, reattiva, con buona aspirazione, l'evacuazione e diminuita produzione di urina. Nel conto del giorno 15/06/2006 la RN era attiva, reattiva, con riflessi e succhiare il seno buono; entrambi hanno ricevuto la dimissione dall'ospedale.

DISCUSSIONE

Come ventilato, data l'esistenza di studi scientifici conclusivi sulle cause di anossia neonatale, il bias della presente relazione prende in considerazione le prove dalla storia perinatale e neonatali, conducendo un'analisi congiunta dei criteri di valutazione associati durante il travaglio e la nascita.

Uno dei criteri analizzati durante il travaglio è la presenza di spessa meconio nel liquido amniotico.

Anche se la letteratura non consente di affermare che la presenza isolata di meconio non ha relazione con la prognosi dell'anomalia tardo, è indiscutibile che almeno considerato marker di maturità (MILLER et. Al., 1975; MEIS et. Al., 1978). Un altro criterio da analizzare è il Punteggio di Apgar nel primo minuto con punteggio di 6 (sei).

Anche se gli studi non costituiscono un profilo di sicurezza in riguardano l'Apgar e l'esistenza o l'assenza di conseguenze neurologiche, osiamo non siamo d'accordo in questo caso perché, anche se nel 5 ° minuto Apgar era 9, il punteggio del primo minuto è stato preceduto dalla presenza di meconio denso, che non sarebbe così presto per generare il sequel di un possibile soffocamento.

Infine, sebbene controversa in ostetricia, il periodo esteso di espulsiva, diminuisce l'apporto di sangue placenta al sistema nervoso fetale e può portare a gravi e irreversibili danni neurologici.

CONCLUSIONE

Su tutti i punti presentati in questo lavoro, si è concluso che nonostante la diagnosi di encefalopatia cronica e grave si sono verificati tardivamente, che sua causa può avere origine durante il travaglio, preceduto da una serie di eventi, che viene gestita dalla letteratura come essendo non specificato.

Tuttavia, la prova anche se isolato, non dovrebbe essere scartata, fare, potrebbe essere sufficiente per segnalare che la prima per la diagnosi e l'intervento in cambiamenti che potrebbero portare a conseguenze neurologiche, minore l'impatto in futuro.

Infine, questo studio dimostra la necessità di aumentare gli investimenti in studi che hanno come obiettivo l'identificazione di fattori di rischio prima, durante e dopo il parto come un modo per ridurre la diversità dei criteri diagnostici utilizzati, che non è sempre favorevole alla prevenzione di anossia neonatale e nei suoi sequel in futuro.

RIFERIMENTO BIBLIOGRAFICO

Brasile. Ministero della salute. Attenzione alla salute del neonato: una guida per professionisti della salute. Segretariato per l'assistenza sanitaria. Dipartimento di Programmatic e azioni strategiche. Brasilia: Ministero della salute, 2011. 4 v. : il. -(Serie a. norme tecniche e manuali)

CORRÊA, r. r. m. et al. Con i cambiamenti della placenta e variazioni del Punteggio Apgar. Giornale brasiliano di materna e salute dei bambini. Recife: v. 6, n. 2, p. 239-243, aprile/giugno. 2006.

M.c. Espinheira, Gerrard m., g. Rocha, b. Guedes e h. Guimarães. Sindrome di aspirazione meconial – esperienza di un centro terziario. Rev Pneumol Port. 2011; 17 (2): 71-76

MEIS, P.J.; SALA III, M.; MARSHALL, J.R.; HOBEL, C.J. -Passaggio meconium: una nuova classificazione per la valutazione di rischio durante il travaglio. Sto. J. obstet. Gynecol., 131:509-13, 1978.

F.C. MILLER; SACCHI, D.A.; YEH, S-Y.; PAUL, R. H; SCHIFRIN, B.S.; Jr. di MARTIN, C.B.; HON, E.H. -Significato di mecomium durante il travaglio. Sto. J. obstet. Gynecol., 122:573-80, 1975.

SARNAT HB, Sarnat MS. Encefalopatia neonatale dopo afflizione fetale: studio clinico ed electroencephalographic. Arco Neurol 1976; 33:696-705.

[1] Medico. Specialista in ginecologia e ostetricia, master e dottorato di ricerca in Scienze della salute di UNB. Supervisore di residenza medica in ginecologia e ostetricia, la Base ospedale Dr. Ary Pinheiro/Porto Velho-RO e coordinatore degli studi medici della quercia Faculdades Integradas Aparício.

[2] Avvocato. Specialista in diritto della medicina e della salute; Laurea in medicina. Executive MBA in salute. Dottorato di ricerca in sanità pubblica.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here