REVISTACIENTIFICAMULTIDISCIPLINARNUCLEODOCONHECIMENTO

L’importanza dell’inclusione digitale nel sistema educativo

DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/formazione-it/importanza-di-inclusione
5/5 - (2 votes)

CONTEÚDO

ARTICOLO ORIGINALE

SILVA, Dijandira Francisca Ferreira da [1], OLIVEIRA, Regis Flávio Varela de [2]

SILVA, Dijandira Francisca Ferreira da. OLIVEIRA, Regis Flávio Varela de. L’importanza dell’inclusione digitale nel sistema educativo. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno. 07, Ed. 02, Vol. 01, pp. 69-78. Febbraio 2022. ISSN: 2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/formazione-it/importanza-di-inclusione, DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/formazione-it/importanza-di-inclusione

RIEPILOGO

Le tecnologie svolgono un ruolo importante nel sistema educativo. Essendo un partner di lavoro nell’educazione, collaborano all’appropriazione della conoscenza, considerando che la conoscenza è incompiuta e c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. È noto che garantire l’accesso alla conoscenza è il ruolo della scuola, che dovrebbe democratizzare il patrimonio culturale esistente. In considerazione di ciò, la scuola, attraverso l’inclusione digitale, può responsabilizzare i cittadini più critici, pensanti e preparati ad affrontare le sfide sociali della vita. In questo modo, l’inclusione digitale porta grandi benefici sotto l’aspetto del sistema educativo e di apprendimento. In questo contesto, questo articolo mira a rispondere: Qual è l’importanza dell’inclusione digitale nell’istruzione? L’obiettivo della ricerca è quello di riflettere sull’importanza dell’inclusione digitale nel sistema educativo. Avendo come metodologia bibliografica, basata su diversi autori, che si occupano del tema studiato. I risultati hanno mostrato che troppa fornitura di informazioni può causare conoscenze non sistematizzate e la scuola è responsabile della sistematizzazione di questa conoscenza. Pertanto, l’istruzione e le tecnologie devono andare insieme per l’espansione e l’organizzazione della conoscenza. Si è anche concluso che nell’era dell’informazione è essenziale utilizzare le tecnologie dell’informazione nella costruzione della conoscenza, per soddisfare le attuali esigenze degli studenti, nel mezzo dei progressi tecnologici. Essendo di fondamentale importanza l’inclusione delle tecnologie nell’educazione per un apprendimento significativo e il restringimento delle informazioni tra gli studenti, per l’aumento delle competenze e lo sviluppo sociale.

Parole chiave: Istruzione; tecnologia; insegnamento; apprendimento.

1. INTRODUZIONE

L’inclusione delle tecnologie nel sistema educativo è di fondamentale importanza, poiché il mondo è in continua evoluzione e l’era digitale è una realtà degli individui nel processo di apprendimento nell’istruzione (LIBÂNEO, 2000; 2007; LEVY, 1993).

I progressi tecnologici hanno avuto luogo nella società. L’inclusione di questa conoscenza è diventata sempre più necessaria nella vita quotidiana delle persone, specialmente nelle scuole, in modo che la conoscenza sia utilizzata e migliorata.

Attraverso le situazioni e le esperienze vissute da ogni individuo, nel corso della sua vita, si sviluppa l’educazione. Pertanto, l’educazione prepara l’individuo alla vita, come afferma Freire (1991). Pertanto, sentiamo il bisogno di inclusione digitale nelle scuole, come un modo per sostenere e migliorare queste conoscenze che sorgono nel tempo.

Nell’era digitale e nell’ottica del nuovo, le tecnologie portano importanti collaborazioni alla pratica pedagogica e al sistema educativo, dimostrando l’importanza di aggiornare le conoscenze per accompagnare la società nei suoi costanti cambiamenti.

In questo contesto, questo articolo ha come domanda principale: Qual è l’importanza dell’inclusione digitale nell’istruzione? L’inclusione digitale armonizza uno spazio ludico e dinamico nell’apprendimento degli studenti, facilitando il processo di insegnamento e apprendimento.

Le scuole hanno il ruolo di formare studenti orientati alla vita e le tecnologie possono essere alleate in questo processo di apprendimento attivo, poiché sono responsabili di una grande fonte di conoscenza che, se utilizzata sistematicamente, può portare grandi benefici alla società.

Pertanto, lo scopo di questo articolo è riflettere sull’importanza dell’inclusione digitale nel sistema educativo. Con gli obiettivi specifici dello studio: educazione e tecnologie dell’informazione; l’insegnamento nell’era digitale e l’inclusione tecnologica nel processo di apprendimento.

Per questo, la metodologia è stata adottata come ricerca bibliografica, basata su diversi autori, che affrontano il tema studiato.

2. ISTRUZIONE E TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE          

L’istruzione svolge un ruolo importante nella società. Oltre a trasmettere conoscenza, si impegna nella formazione dei cittadini, preparando gli studenti alla vita. Ciò deriva dalla promozione dello sviluppo socio-educativo e da un migliore accesso alle informazioni, e l’uso della tecnologia è un fattore fondamentale nell’interazione scolastica.

Lévy (1993) afferma che le tecnologie devono essere inserite nell’ambiente scolastico, poiché svolgono un ruolo fondamentale nello stabilire i riferimenti intellettuali e spazio-temporali della società.

L’inclusione delle tecnologie nelle scuole porta cambiamenti e incrementi alla conoscenza. Quando gli individui hanno accesso alla conoscenza digitale, imparano dalla conoscenza dell’altro e condividono diversi apprendimenti, verificando reti di interazioni ed esperienze, interferendo così nello sviluppo delle persone.

Libâneo (2000) afferma che la scuola dovrebbe consentire l’inclusione di tecnologie nelle aule al fine di migliorare la comunicazione e la conoscenza significativa della cultura e della scienza tra gli agenti dell’insegnamento e dell’azione degli studenti.

Pertanto, l’interazione tra istruzione e tecnologie è di fondamentale importanza per l’apprendimento, sia degli studenti che degli insegnanti, che imparano insegnando e condividendo le conoscenze.

Ries; Rocha e Silva (2020) presentano che l’atto dell’insegnamento e dell’apprendimento promuove il ripensamento della pratica pedagogica e il fronte delle sfide in modo corresponsabile nella costruzione dell’insegnamento e dell’apprendimento. Dimostrare che le nuove strategie educative devono essere collegate agli obiettivi da raggiungere.

Inserire le tecnologie nell’ambiente scolastico significa cercare nuove strategie didattiche, mirando a una migliore istruzione. È essenziale che l’educazione rifletta e lavori con insegnanti e studenti l’inclusione digitale in modo positivo e sistematico, in modo che la conoscenza sia soddisfacente e redditizia. La tecnologia integra la conoscenza di coloro che sono coinvolti nella pratica educativa, portando benefici all’apprendimento.

3. L’INSEGNAMENTO NELL’ERA DIGITALE

Insegnare nell’era digitale è una sfida. Pertanto, proporre strategie differenziate che utilizzano le tecnologie dell’informazione come alleati dell’istruzione è un metodo efficace per il processo di insegnamento e apprendimento. Si verifica che l’inclusione digitale sia diventata una necessità nelle aule, perché, oltre ad affrontare i problemi reali degli studenti, rende la classe più impegnativa, riflessiva, pratica e dinamica.

Para educar na era da informação ou na sociedade do conhecimento é necessário extrapolar as questões de didática, dos métodos de ensino, dos conteúdos curriculares, para poder encontrar caminhos mais adequados e congruentes com o momento histórico em que estamos vivendo. (MORAES, 1999, p. 27).

In questo contesto, l’uso delle tecnologie come strumento pedagogico deve essere basato su suggerimenti pedagogici pianificati basati su comprensioni che consentano l’applicabilità di tecnologie innovative che migliorano il processo di insegnamento e rendono la classe più attraente, interattiva e sistematizzata, contribuendo a un processo di insegnamento proattivo.

Pereira (2009) afferma che la pratica educativa è un’attività sociale, che mira a insegnare la conoscenza, sia scientifica che culturale. Essere un esercizio che lavora la realtà sociale dell’individuo. Pertanto, l’inclusione delle tecnologie nelle scuole è di fondamentale importanza, assistendo nel processo di insegnamento, che porta grandi benefici all’istruzione, in quanto aiutano nel processo di assimilazione degli studenti dai contenuti lavorati in classe e coinvolgono le conoscenze in modo pratico e dinamico.

Data l’era dell’informazione, dove le tecnologie sono diventate uno strumento fondamentale nel processo di insegnamento e apprendimento, è necessario, quindi, che le scuole si reinventino e le includano nella loro pianificazione scolastica, perché l’inclusione avviene solo di fatto, come le possibilità sono pensate e la realtà studiate, oltre all’esecuzione della pratica educativa.

Com o crescente desenvolvimento tecnológico, vivemos uma civilização em tempos de mudança, na qual os meios de comunicação social tornaram-se onipresentes, determinando cada vez mais comportamentos, atitudes, valores e estilos de vida. Imersos em um universo audiovisual, cada vez mais complexo, crianças e jovens devem assimilar e reacomodar seus códigos comunicacionais para captar o ritmo vertiginoso e as mudanças que a realidade lhes impõe. (PACHECO, 1991, p. 09).

La società è in continua evoluzione e, nel desiderio di cercare risposte, cercare fonti di conoscenza per stare al passo con l’attuale generazione, le tecnologie sono un importante strumento di conoscenza, contribuendo all’emergere di un nuovo modello educativo con l’inclusione di queste.

L’accessibilità delle informazioni e le costanti direzioni della conoscenza cambiano le strutture dell’organizzazione e del funzionamento del sistema educativo. Portare sfide alle istituzioni educative, non solo al fine di includere le nuove tecnologie nei loro contenuti didattici e riconoscere le percezioni degli studenti su di loro, ma anche al fine di sviluppare, sviluppare e valutare pratiche pedagogiche che generano lo sviluppo della conoscenza attraverso le tecnologie. Pertanto, per l’uso coerente degli strumenti digitali, che in alcuni casi non sono compresi dalla maggior parte degli studenti e degli insegnanti in modo coerente e sistematico, è necessario che l’insegnante abbia familiarità con le tecnologie, per insegnare e, gli studenti, siano disposti a imparare come utilizzare questi strumenti a favore della scienza.

Secondo Valente (2011), l’insegnamento e l’apprendimento devono essere correlati all’attuale realtà sociale, guardando alle informazioni a cui si deve accedere e alle conoscenze che devono essere costruite dallo studente.

Date le esigenze della società odierna, è necessario includere le tecnologie nell’ambiente scolastico, in quanto sono diventate un dispositivo per acquisire conoscenze, richiedendo un nuovo sguardo critico del sistema educativo, che ha bisogno di comprendere la realtà sociale dell’individuo nell’era digitale e creare strategie per accompagnare questi cambiamenti, comprendendo che le nuove tecnologie aprono nuove possibilità nell’istruzione, esigere una nuova postura dell’insegnante.

4. INCLUSIONE TECNOLOGICA NEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO

La scuola svolge ruoli essenziali nella società. Ha la funzione di socializzare e democratizzare l’accesso alla conoscenza e promuovere la costruzione morale ed etica degli studenti, promuovere la formazione di individui critici, contribuire a una trasformazione personale e sociale, consentire l’inclusione digitale al fine di favorire l’apprendimento degli studenti.

Libâneo (2007) afferma che coloro che sono coinvolti nel processo di apprendimento non possono ignorare la presenza delle tecnologie, conoscendo la loro importanza in classe e nella costruzione della conoscenza.

Le tecnologie sono state una necessità nelle scuole. Man mano che la società migliora, emergono nuove conoscenze e diversi strumenti per aiutare il processo di apprendimento.

Secondo Neto (2017), le costanti modernizzazioni digitali hanno una grande influenza sulla società. La loro inclusione nel processo di appropriazione della conoscenza è essenziale.

L’istruzione nel mondo di oggi tende ad essere tecnologica, quindi richiede la comprensione e l’interpretazione sia degli insegnanti che degli studenti. L’uso della tecnologia nell’ambiente scolastico, provoca diversi sentimenti in relazione all’atteggiamento degli insegnanti di fronte a nuove sfide, che si tratti della soddisfazione di partecipare a una realtà tecnologica o dell’ansia di affrontare nuovi cambiamenti.

L’inclusione digitale nell’istruzione è importante perché, oltre ad affrontare i mezzi di interazione della conoscenza, facilita e motiva il processo di apprendimento, che richiede mezzi inventivi e scambio di conoscenze, fornendo la partecipazione attiva degli studenti alle attività scolastiche.

Valente (1999) afferma che l’esercizio pedagogico dovrebbe coinvolgere lo studente, l’insegnante, le risorse disponibili, comprese le tecnologie digitali, e tutte le interazioni che si stabiliscono nell’ambiente scolastico.

Affinché lo sviluppo dell’apprendimento degli studenti nel sistema educativo abbia luogo, è necessario che vi sia un buon rapporto educativo con le risorse tecnologiche. Non è sufficiente avere le risorse, devono essere ben utilizzate per produrre un apprendimento coerente e organizzato.

La scuola è un luogo di risignificazione dei contenuti, promuovendo l’interazione e l’approssimazione dei legami con la comunità. Pertanto, si può comprendere la realtà degli studenti e cercare strategie di intervento inserendo tecnologie nel processo di apprendimento. Poiché lo scenario attuale è caratterizzato dall’era digitale, la scuola non può non soddisfare i requisiti attuali, che richiedono utensili digitali, a beneficio del lavoro svolto in classe.

Come sottolinea Cesar (2020), le strategie delle autorità pubbliche devono utilizzare azioni che cercano di ridurre il rischio di disuguaglianze educative. Pertanto, tutti gli studenti devono avere accesso a Internet, per essere connessi con il mondo.

Pertanto, l’accesso e una buona pianificazione per l’inclusione digitale nel sistema educativo, consentono il contatto con culture diverse, la condivisione e la moltiplicazione delle conoscenze. Dobbiamo creare una società più giusta in cui tutti abbiano accesso alle informazioni. Pertanto, è importante che la scuola crei mezzi per includere le tecnologie e che tutti gli studenti possano partecipare alla costruzione della conoscenza tecnologica.

Valente (2003) afferma che le tecnologie dell’informazione creano apprendimento con l’interazione di vari concetti, consentendo una conoscenza estesa, con vari contributi sociali.

Richiedendo accessibilità e coinvolgendo la serietà dell’inclusione digitale, è efficace per tutte le persone, che coprono tutte le classi sociali, avere accesso alle informazioni e alle facilitazioni determinate dall’uso della tecnologia, creando uno spazio educativo più partecipativo, dove tutti possono avere accesso alla rete digitale e approfondire la conoscenza.

Le nuove tecnologie devono essere collegate con la conoscenza sistematizzata per un apprendimento significativo. Alleati alla scuola, saranno di grande valore. Pertanto, l’interattività deve essere fatta consapevolmente e responsabilmente, in modo che gli studenti comprendano l’importanza tecnologica e facciano buon uso di questi mezzi.

5. CONSIDERAZIONI FINALI        

Infine, tornando alla commovente domanda: Qual è l’importanza dell’inclusione digitale nell’istruzione? Si è concluso che l’inclusione digitale è di fondamentale importanza nel sistema educativo, perché oltre a facilitare la ricerca della conoscenza, stimola il processo di insegnamento e apprendimento, promuovendo la partecipazione attiva dello studente. Le tecnologie in collaborazione con l’istruzione forniscono uno spazio più attraente e dinamico per insegnanti e studenti, stimolando il piacere di costruire e condividere conoscenze.

L’educazione va oltre la trasmissione teorica della conoscenza dei contenuti curricolari, svolgono un ruolo importante nel contributo della formazione degli studenti e nella promozione della trasformazione sociale. Pertanto, l’utilizzo di strumenti digitali, che sono già una realtà dello studente, aiuta nell’organizzazione e nella costruzione di conoscenze sistematiche e scientifiche.

Dati i grandi progressi di oggi, si percepisce che l’influenza che le tecnologie esercitano in campo educativo, essendo necessaria, quindi, che le scuole cerchino l’implementazione di informazioni digitali per migliorare il processo di insegnamento e apprendimento.

Con l’uso tecnologico è possibile pianificare classi diversificate per gli studenti, offrendo l’opportunità di imparare dal nuovo, rispettando le particolarità di ciascuno. Pertanto, la scuola è un ambiente di interazione, che si aggiunge alle tecnologie, che consente il ponte tra la conoscenza, diventando una componente della cooperazione e delle trasformazioni sociali.

RIFERIMENTI

CESAR, N. Ensino a distância na educação básica frente a pandemia da covid-19. Todos pela Educação (TPE); instituto Inspirare, 2020. Disponível em: Educação na pandemia: ensino a distância da importância solução emergencial, mas resposta à altura exige plano para volta as aulas/ Todos pela Educação (todospelaeducação.org.br). Acesso em: 18 out. 2021.

FREIRE, Paulo. A Educação na cidade. São Paulo: Cortez, 1991.

LÉVY, Pierre. As tecnologias da inteligência: o futuro do pensamento na era da informática. Rio de Janeiro: Editora 34, 1993.

LIBÂNEO, José Carlos. Adeus professor, adeus professora? Novas exigências educacionais e profissão docente. 4ª ed. São Paulo: 2000.

LIBÂNEO, José Carlos. As tecnologias da comunicação e informação e a formação de professores. In: SILVA, Carlos Cardoso, SUANNO, Marilza Vanessa Rosa (Org.). Didática e interfaces. Rio de Janeiro: Goiânia, 2007.

MORAES; M. C. O Paradigma Educacional Emergente. Campinas: papiros, p.27; 1999.

NETO, E. B. O Ensino híbrido: processo de ensino mediado por ferramentas tecnológicas. São Paulo: Ponto e Vírgula, n. 22, 2017.

PACHECO, Elza Dias (org.). Comunicação, Educação e Arte na Cultura Infantojuvenil. São Paulo: Loyola, p. 09, 1991.

PEREIRA, Antônio. A educação social de rua é uma práxis educativa? Revista Ciências da Educação. São Paulo: UNISAL -Americana, ano XI, N. 21, 2009.

RIES, E. F.; ROCHA, V. M. P.; SILVA, C. G. L. Avaliação do ensino remoto de Epidemiologia em uma universidade pública do Sul no Brasil durante pandemia de COVID-19. UFSM: Santa Maria, p. 1-20, 2020.

VALENTE, J. A. Repensando situações de aprendizagem: fazer e compreender. Artigo Coleção Série Informática na educação. Editora: Avercamp, 2003.

VALENTE, J. A. (Org.) O computador na sociedade do conhecimento. Campinas: Unicamp-niesd, 1999.

VALENTE, J. A. Educação à Distância: pontos e contrapontos. São Paulo: Summus, 2011.

[1] Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Educazione (progresso); Laurea Magistrale in Scienze dell’Educazione; Specializzazione in Psicopedagogia Clinica e Istituzionale; Laurea in Pedagogia. ORCID: 0000-0001-5349-8197.

[2] Advisor. ORCID: 0000-0003-1556-4717.

Inviato: Gennaio, 2022.

Approvato: Febbraio 2022.

5/5 - (2 votes)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

DOWNLOAD PDF
RC: 107565
Pesquisar por categoria…
Este anúncio ajuda a manter a Educação gratuita
WeCreativez WhatsApp Support
Temos uma equipe de suporte avançado. Entre em contato conosco!
👋 Ciao, hai bisogno di aiuto per inviare un articolo scientifico?