Logistica inversa di medicinali, insumos e relativi, applicazioni e impatti sul settore pubblico

0
31
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

ARTICOLO ORIGINALE

ALENCAR FILHO, João Reginaldo de [1]

ALENCAR FILHO, João Reginaldo de. Logistica inversa di medicinali, insumos e relativi, applicazioni e impatti sul settore pubblico. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 05, Ed. 11, Vol. 15, pp. 33-43. novembre 2020. ISSN: 2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/salute/insumos-e-relativi

Questo studio si propone di discutere i risultati della gestione logistica degli integratori e dei prodotti finiti, incentrati sul settore dei medicinali e correlati nei trasporti, nei siti di stoccaggio e nella distribuzione nel settore pubblico e sul suo successivo impatto sulla salute pubblica. Per l’attuazione del presente studio sono state utilizzate le informazioni prodotte nei report nel periodo 2010-2017, oltre alle consultazioni con i dati pubblicati su riviste, libri, articoli e riviste elettroniche. Questo articolo intende inoltre presentare le difficoltà in considerazione dell’apparente mancanza di una migliore amministrazione pubblica e gestione della filiera produttiva della logistica della droga, descrivendo le attività e le loro sfide attraverso i risultati. È noto che c’è un grande deficit nella logistica farmaceutica e nella gestione dei servizi intrapreso dal settore pubblico, al fine di effettuare l’elaborazione di un progetto che soddisfi le esigenze del settore, per quanto riguarda il miglioramento dei servizi, attraverso l’azione di dipendenti qualificati, che possono agire nei processi amministrativi, come le richieste di gestione e di approvvigionamento al fine di garantire trasparenza ed efficienza. Ciò può essere soddisfatto dell’implementazione di una gestione gestionale e logistica più attiva e responsabile nell’implementazione dei processi operativi fino alla consegna dei prodotti al consumatore finale.

Parole chiave: Logistica della droga, logistica inversa, Settore pubblico, Sanità pubblica, Ambiente.

INTRODUZIONE

Questa ricerca mira a esporre, attraverso dati e documenti, che dimostrano come vengono utilizzate le risorse pubbliche e l’importanza del processo amministrativo e operativo di logistica inversa del settore farmaceutico nel servizio al settore pubblico dei consumatori, con l’obiettivo di garantire la salute pubblica, evitare danni alla salute per l’ambiente.

L’uso della logistica inversa dei medicinali e dei correlati mira a ricevere i prodotti scartati, sia dal consumatore finale, sia da enti pubblici o privati, al fine di garantire la conservazione dell’ambiente e della salute pubblica. Pertanto, controlla lo smaltimento e la corretta destinazione della spazzatura, che sarebbe responsabilità dei laboratori che li producono.

La qualità delle operazioni di ricezione, stoccaggio, distribuzione, spostamento e acquisizione di questi prodotti specifici genera il movimento di miliardi di reais e ha le sue operazioni commerciali di prodotti, come medicinali, insumos e correcorrereports del segmento sanitario, che cerca di tenere il passo con la crescita della popolazione e quella della tecnologia. Oggi i consumi sono sempre più aggressivi, grazie all’accessibilità sia delle informazioni che dell’accesso a varie campagne pubblicitarie per generare vendite. Tutto questo flusso finisce per generare un ampio smaltimento di rifiuti e rifiuti da questo consumo (ANVISA, 2010).

Il rischio per l’ambiente, dovuto al grande consumo della popolazione, dovuto alla mancanza di istruzione e/o all’ignoranza di come smaltire i rifiuti, finisce per inquinare le strade e la natura stessa, che finisce per causare diverse malattie.  Ciò finisce per generare grandi spese per la pubblica amministrazione, che di conseguenza dovrà trattare la popolazione con servizi sanitari pubblici, oltre ai costi della droga.

Al termine di questo processo, la mancanza di professionisti specializzati nell’amministrazione e nella logistica per controllare l’acquisto, la distribuzione e la conservazione di questi farmaci genera anche gravi problemi, di solito problemi di gestione, come la mancanza e il controllo della scadenza di medicinali e medicinali (AGÊNCIA BRASIL, 2011).

SVILUPPO

Secondo il ministero dell’Ambiente, la logistica inversa “è uno degli strumenti per applicare la responsabilità condivisa per il ciclo di vita dei prodotti” (MMA, 2020.). A tal fine, nel 2010 è stata emanata la Legge n. 12.305 del 2 agosto, disciplinata dal Decreto n. 7.404 del 12.23.2010, a complemento delle arti. 16 e 17, con decreto n. 9.177, del 23 del 10, 2017, le cui azioni sono state emesse dalla Politica nazionale dei rifiuti solidi (PNRS, 2010) nel paese.

Inoltre, secondo il Ministero dell’Ambiente, il PNRS ha definito la logistica inversa come

uno strumento di sviluppo economico e sociale caratterizzato da una serie di azioni, procedure e mezzi volti a consentire la raccolta e la restituzione dei rifiuti solidi al settore imprenditoriale, al riutilizzo, nel suo ciclo o in altri cicli produttivi, o in altre destinazioni finali rispettose dell’ambiente. (MMA, 2020).

In un linguaggio semplice, equivale a dire che la logistica inversa diventa uno strumento per il controllo dei rifiuti generati da varie istituzioni pubbliche o private quando la produzione e la commercializzazione dei prodotti finiscono per diventare spazzatura, dopo l’uso da parte di potenziali consumatori.

Nel segmento dei medicinali come molti altri, una serie di operazioni complesse rilevanti per l’organizzazione del trasporto merci e scarico, come lo stoccaggio e la distribuzione alle basi del supporto sanitario e la manutenzione di numerosi depositi per l’assegnazione di prodotti e materiali, deve seguire un rigoroso sistema di qualità nelle operazioni, oltre all’importanza di tutti i gestori , e chi è coinvolto nel processo operativo, ha formazione e qualificazione, al fine di garantire la soddisfazione dei requisiti all’interno della rete brasiliana di sanità pubblica.

Nella logistica amministrativa e operativa nei servizi sanitari pubblici, per l’attività di acquisizione, il settore deve conoscere l’esatta domanda per soddisfare le esigenze della località, garantendo così che il suo stock sia sempre aggiornato e con una shelf life positiva. Ciò è essenziale affinché il manager lavori, non solo con un margine di sicurezza, ma fornirà anche un’interazione equilibrata tra i settori, in relazione agli scambi e ai trasferimenti.

Il movimento, all’interno e all’esterno del magazzino o della fabbrica, deve garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti e dei servizi forniti, da eseguire con attrezzature ed EPIS.

Lo stoccaggio dei prodotti e delle insum garantisce che i prodotti e le strutture logistiche siano conformi alla garanzia e alla conservazione dei prodotti.

Nella distribuzione; ogni processo di spedizione deve soddisfare le regole di trasporto, con camion che soddisfano i requisiti per garantire la qualità del prodotto. L’intera fase di distribuzione deve essere fornita da personale qualificato e qualificato, al fine di garantire un movimento soddisfacente nell’operatività del servizio.

La logistica nazionale nei servizi sanitari pubblici deve affrontare una grande mancanza di professionisti qualificati e formati per soddisfare le esigenze delle varie località del Brasile, sia a livello statale, comunale o distrettuale, che richiedono il servizio di logistica dei farmaci e logistica inversa dei medicinali.

Il Sistema Sanitario Unificato (SUS, 1988) è stato regolamentato con l’attuazione della Costituzione Federale il 5 ottobre 1988, per garantire che la salute sia un diritto di tutti e il dovere dello Stato, i cui principi si basano su azioni governative sottoposte al controllo sociale e il cui costo è dovuto alle risorse di sicurezza sociale (33%), nei tre settori del governo , con la partecipazione del settore privato a norme complementari e pubbliche. (CEBES, 2010).

Inoltre, un altro decennio dopo, si conclude che il settore della sanità pubblica vive ancora in crisi infinite, che minano le risorse pubbliche, la salute pubblica e l’ambiente.

Uno dei fattori che contribuisce a questa realtà e che è destinato a essere evidenziato qui sui professionisti del settore, che hanno poca o nessuna qualifica per agire nelle responsabilità operative che richiedono l’area sanitaria relativa ai medicinali e ai prodotti medici. Questa impreparazione al lavoro qualificato può finire per culminare in errori e rischi per la salute delle persone che hanno bisogno di usarli e che non sono consapevoli di come smaltire la spazzatura da questi prodotti, influenzando così negativamente l’ambiente.

Un professionista qualificato nel processo di acquisto di prodotti e insum, oltre ad essere qualificato, avrebbe bisogno di avere una certa esperienza, di poter valutare lo stato della domanda per effettuare un acquisto consapevole, e rendere operativi i servizi relativi allo spazio di stoccaggio e procedura di movimento di prodotti e insum.

La pianificazione che i responsabili dei centri di distribuzione e degli ospedali con grande circolazione di persone e prodotti, non sempre si basano su processi e sistemi moderni che consentirebbero agilità nelle cure e nel controllo qualità. Ciò rende difficile la valutazione e il controllo dei prodotti, a causa della mancanza di pianificazione. L’attuale Ciclo Evolutivo Logistico inizia nella pianificazione, dagli studi on demand, alla necessità e quantità di determinati prodotti o insum.

Figura 1. Ciclo logistico evolutivo

Fonte: Marcilo Cunha, 26

Nelle aziende o istituzioni sanitarie, è della massima importanza che le persone coinvolte nella fornitura di prodotti e forniture mediche abbiano la capacità di eseguire il servizio in modo da non causare danni dalla ricezione, manipolazione e gestione di questi materiali.

Nel caso delle istituzioni ospedaliere, la logistica studia la stagionalità dei prodotti, per cercare strategicamente i migliori fornitori e i migliori prezzi, al fine di prevenire gli sprechi. Con questo può garantire efficienza nel processo operativo e qualità in questa attività.

Con l’obiettivo principale di evitare errori e danni alla salute delle persone e all’ambiente, la logistica inversa è supportata dalla Legge 12.305 del 08/02/2010, disciplinata dai Decreti 7.404 del 23/12/2010 e 9.177 del 23/10/2017, che prevede, tra l’altro, l’implementazione del sistema di reverse logistics. (MMA, 2020).

Oltre alla regolamentazione, la legge prevede altri due strumenti per consentire la logistica inversa: la durata dell’impegno e l’accordo settoriale.

come illustrato nella Figura 2. Il decreto istituisce il sistema logistico inverso dei medicinali


Fonte: GUIA DA FARMACIA, online

Secondo la Costituzione federale del 1988, l’obbligo di presentare offerte mira a dimostrazione di efficienza, trasparenza e moralità negli affari amministrativi, impedendo ai membri dell’amministrazione, nella sua cerchia di amicizie personali o familiari, di beneficiare in qualche modo, anche se è a favore del Potere Pubblico. (Ai sensi dell’articolo 3 della legge 8666/93).

come illustrato nella figura 3. Logistica inversa


Fonte: http://jplogistica.com.br/

Il Decreto n. 9.177 del 23/10/2017 di cui all’articolo 1 stabilisce norme per garantire l’isonomia nella supervisione e nell’adempimento degli obblighi attribuiti a produttori, importatori, distributori e commercianti di prodotti, dei loro rifiuti e dei loro imballaggi soggetti a logistica inversa obbligatoria.

Pertanto, gli obblighi e le responsabilità derivanti dalla produzione e dalla commercializzazione dei prodotti e degli altri rifiuti solidi generati diventano un obbligo condiviso dai vari utilizzatori di tali prodotti e rifiuti generati, siano essi produttori, importatori, distributori, commercianti e o consumatori, garantendo così il riutilizzo, la raccolta e lo smaltimento consapevole di tali materiali, dando lo scopo appropriato, sia lo smaltimento che il riutilizzo dei rifiuti generati.

Vale la pena ricordare che nel caso di prodotti farmaceutici o medici, il Piano di gestione dei rifiuti dei servizi sanitari (PGRSS) richiede che lo smaltimento improprio dei medicinali possa comportare sanzioni amministrative, ai sensi della legge federale n. 12.305, del 08/02/2010.

come illustrato nella Figura 4.  Mp cancella smaltimento irregolare


Fonte: tribunadonorte.com.br

CONSIDERAZIONI FINALI

Dato il presente lavoro, e considerando la grande importanza per quanto riguarda i risultati della gestione logistica degli integratori e dei prodotti finiti, focalizzati sul settore dei medicinali e correlati al servizio del settore pubblico, si conclude che l’investimento nel fattore umano, nonché nella consapevolezza delle persone che utilizzano questi prodotti, da parte del settore pubblico, può fornire una visione più moderna e ampia nella gestione logistica di questi prodotti e dei rifiuti generati , considerando che il coinvolgimento di tutti i responsabili nel processo logistico dei materiali e dei medicinali e delle loro correqueres, può culminare in risultati specifici, mirando a una maggiore agilità nei processi coinvolti nella restituzione e nella corretta destinazione di questi prodotti o insum generati dalla catena farmaceutica. Finisce così per evitare lo spreco di risorse pubbliche e le scarse prestazioni del settore esigente, garantendo così l’effettiva esecuzione del ciclo logistico inverso dei medicinali, che genererà sicuramente il controllo della spazzatura generata quotidianamente dal crescente consumo di questi prodotti da parte del pubblico richiedente. A sua volta, sarà garantita anche la conservazione della natura, così necessaria e indispensabile per la vita su questo pianeta.

RIFERIMENTI

A CONFUSÃO DA LOGÍSTICA REVERSA DE MEDICAMENTO NO BRASIL; Viviane Massi, ICTQ, 2020; Disponível em: https://www.ictq.com.br/varejo-farmaceutico/844-a-confusao-da-logistica-reversa-de-medicamentos-no-brasil

AGÊNCIA BRASIL, 2011. Empresa Brasil de Telecomunicação. Relatório de ONU Aponta Consumo Abusivo de Remédios no Brasil. Disponível em:< http://agenciabrasil.ebc.com.br/noticia/2011-06-23/relatorio-da-onu-aponta-consumo-abusivode-remedios-no-brasil>. Acesso em 04 abril 2012.

ANVISA, 2010. Agência Nacional de Vigilância Sanitária. Diagnóstico situacional da promoção de medicamentos em unidades de saúde do SUS.

BARBOSA, M. O e-comerce é um parceiro estratégico para o setor da saúde. Revista Diagnostico, São Paulo, V. 4, n. 17, p. 48, Set. /Out. 2012. Disponível em: < http://www.diagnosticoweb.com.br/noticias/gestao/direto-ao-ponto-o-e-commerce-e-parceiro-estrategico-para-asaude.html> Acesso em: 01/06/2017.

BRASIL. Ministério da Saúde. Apoio à Gestão Hospitalar: E-SUS Hospitalar. Disponível em: http://portalsaude.saude.gov.br/index.php/oministerio/principal/secretarias/sgep/sgepnoticias/23553-apoio-a-gestao-hospitalar-e-sus-hospitalar.Acessado em: 10/10/2017

BRASIL. Ministério do Meio Ambiente. Conselho Nacional do Meio Ambiente (CONAMA). Resolução no 358, de 29 de abril de 2005. Dispõe sobre o tratamento e a disposição final dos resíduos dos serviços de saúde e dá outras providências.

BRASIL. Portaria MS n. 3.916, de 30 de outubro de 1998. Política Nacional de Medicamentos. Brasília: Ministério da Saúde, 1998.

BRASIL. Resolução ANVISA RDC n. 306, de 7 de dezembro de 2004. Dispõe sobre o Regulamento Técnico para o gerenciamento de resíduos de serviços de saúde. Brasília: Ministério da Saúde, 2004.

BRASIL. Resolução CONAMA n. 358, de 29 de abril de 2005. Dispõe sobre o tratamento e a disposição final dos resíduos de serviços de saúde e dá outras providências. Brasília: Ministério do Meio Ambiente, 2005.

BUENO, CS., WEBER, D., OLIVEIRA, KR. Farmácia caseira e descarte de medicamentos no bairro Luiz Fogliatto do município Ijuí-RS. Rev. Ciências Farm. Básica Apl. 2009; 30(2):75-82.

DEMAJOROVIC, J.; et. al. Logística reversa: como as empresas comunicam o descarte de baterias e celulares? Revista de Administração de Empresas, v. 52, n. 2, p.165-178, 2012.

EICKHOFF, P.; HEINECK, I.; SEIXAS, L. J. Gerenciamento e destinação final de medicamentos: uma discussão sobre o problema. Revista Brasileira de Farmácia, 90 (1), 64-68, 2009.

FALQUETO, E; KLIGERMAN, D. C; ASSUMPÇÃO, R. F. Como realizar o correto descarte de resíduos de medicamentos? Ciência & Saúde Coletiva, v.15, n.2, p. 3283-3293, 2010.

FALQUETO, E; KLIGERMAN, D. C. Diretrizes para um Programa de Recolhimento de Medicamentos vencidos no Brasil. Ciência & Saúde Coletiva, v. 18, n. 3, p. 883-892, 2013.

GOUVEIA, N. Resíduos sólidos urbanos: impactos socioambientais e perspective de manejo sustentável com inclusão social. Rev. Ciência & Saúde Coletiva, 17 (6), 1503-1510, 2012.

_______. MINISTÉRIO DA SAÚDE. Apoio à Gestão Hospitalar: E-SUS Hospitalar. Disponível em: http://portalsaude.saude.gov.br/index.php/oministerio/principal/secretarias/sgep/sgepnoticias/23553-apoio-a-gestao-hospitalar-e-sus-hospitalar.

[1] Laureato in Farmacia.

Inviato: marzo 2020.

Approvato: novembre 2020.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here