L’Audit Ambientale come strumento per lo sviluppo sostenibile delle città Amazon sottoposti Competenza della Corte dello Stato di Rondônia.

0
471
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
L’Audit Ambientale come strumento per lo sviluppo sostenibile delle città Amazon sottoposti Competenza della Corte dello Stato di Rondônia.
5 (100%) 1 vote
ARTIGO EM PDF

QUEIROZ, José Arimatéia Araújo de [1]

QUEIROZ, José Arimatéia Araújo de. L'Audit Ambientale come strumento per lo sviluppo sostenibile delle città Amazon sottoposti Competenza della Corte dello Stato di Rondônia. Rivista scientifica multidisciplinare Knowledge Center. Edizione 08. Anno 02, Vol. 02. pp 05-21, novembre 2017. ISSN:2448-0959

SOMMARIO

La crescita incontrollata delle città e l'aumento delle attività potenzialmente inquinanti nella regione amazzonica degradano l'ambiente. In questo scenario, questo studio dimostra l'uso di audit ambientale condotta dalla Corte dello Stato di Rondônia, come strumento di sviluppo sostenibile delle città amazzoniche. Nel corso dello studio, si osserva che l'audit ambientale in questione è il risultato di una ricerca sul campo e ampio riferimento legale, dottrinale, giurisprudenziale e norme tecniche Fulcrum relative a questioni di ambiente e di sviluppo urbano sostenibile. In questa linea, è evidente che audit ambientale è un meccanismo di pianificazione, supervisione e controllo delle azioni volte a correggere le irregolarità ambientali è all'interno di enti pubblici o aziende che adottano potenzialmente causano procedure di impatto ambientale. Infine, si conclude che l'audit ambientale è uno strumento che permette al manager pubblico formulare le migliori pratiche e le politiche per il raggiungimento di uno sviluppo sostenibile, come indicato all'art. 225 della Costituzione federale, al fine di contribuire ad un ambiente ecologicamente equilibrato per entrambe le generazioni presenti e future. Il metodo è induttivo, per la ricerca bibliografica e documentaria.

Parole chiave: Auditing ambientale, lo sviluppo sostenibile, la Corte dello Stato di Rondônia.

INTRODUZIONE

sviluppo urbano sostenibile, tra le altre cose, ha lo scopo di recuperare aree degradate vista ambientale. In questo contesto, il presente studio si propone di analizzare l'audit ambientale è uno strumento appropriato per orientare e guidare i gestori comunali, sotto la giurisdizione della Corte dello Stato di Rondônia (TCE / RO), l'adozione delle migliori pratiche e le politiche pubblico si è concentrato sullo sviluppo delle città e della sostenibilità.

Nel corso della ricerca, si vede che l'audit ambientale contiene prodotto finale risultante dalle ispezioni eseguite dai revisori del TCE / RO in diversi comuni dello Stato di Rondônia, sulla base di controlli ufficiali nel settore, per rivelare indicatori concreti per guidare il gestori di comune amazzonica nell'adozione delle migliori azioni quando il processo decisionale per la direzione degli atti di gestione amministrativa finalizzati alle questioni ambientali.

Nella componente di ricerca, mette in evidenza anche l'uso di audit ambientale come strumento di guida per la pianificazione a disposizione degli amministratori della città per la realizzazione di misure volte a correggere le irregolarità presenti nelle agenzie molto pubbliche e contenere le pratiche improprie da parte di persone giuridiche di diritto privato (aziende) che sono potenzialmente causano impatti ambientali. In questa luce, rivela anche di audit ambientale come linea guida per le azioni di contrasto della Pubblica Amministrazione, con fulcro sul potere di polizia che ha sulle persone. Inoltre, per sua natura, ha dimostrato di essere una verifica ambientale un meccanismo per controllare l'attuazione delle misure di protezione, la conservazione e la conservazione dell'ambiente.

Detto questo, la fine dello studio si può concludere che l'audit ambientale è uno strumento che permette municipali amministratori pubblici formulazione di buone pratiche e politiche per il raggiungimento di un ambiente ecologicamente equilibrato per entrambe le generazioni presenti e future pubblici, con il servizio al principio dello sviluppo sostenibile, il contenuto delle disposizioni del 225 della Costituzione federale.

L'AUDIT AMBIENTALE COME STRUMENTO DI SVILUPPO SOSTENIBILE CITTA AMAZONIAN.

Aspetti storici di giurisdizione e foro competente della Corte dello Stato di Rondônia (TCE / RO) per eseguire audit ambientali.

Il TCE / RO è stato istituito con decreto legge n ° 47 del 31 gennaio 198[2]3 in cui inserire l'arte. 48 e seguenti della Costituzione dello Stato di Rondôni[3]a. E, ai sensi dell'art. 4 della legge n complementare 154 del 26 luglio 1996 [4]"la Corte dei conti dello Stato, ha la propria competenza privata e in tutto il territorio dello Stato, di persone e questioni soggette alla sua giurisdizione".

Poi, dall'art. 2 della legge n complementare 467 del 18 luglio 2008, ci fu[5] la creazione del Dipartimento di Controllo Ambientale all'interno del Segretariato generale del controllo esterno di TCE / RO. Successivamente, il suddetto reparto è stato trasformato nella Control Board ambientale – DCA, in conformità dell'allegato I della complementare legge n 799 del 25 settembre 201[6]4.

Il contenuto delle norme in questione, è possibile capire che la giurisdizione del TCE / RO per lo sviluppo del lavoro di audit ambientale copre l'intero territorio dello Stato di Rondonia, che giustifica la legalità e la legittimità delle prestazioni di questa procedura in 52 distretti all'interno di tale Stato (cinquantadue).

Inoltre, la competenza della Corte dei conti di effettuare audit ambientali deriva dall'arte. 225, voce, della Costituzione fede[7]rale, che recita: "Ogni individuo ha diritto ad un ambiente ecologicamente equilibrato e di uso comune ed essenziale per una qualità di vita sano, imponendo al governo e la comunità ha il dovere di difendere e preservarlo per le generazioni presenti e future. " E tuttavia, le modifiche introdotte dalla legge n 12.349, del 15 dicembre 2010, che – [8]tra i molti cambiamenti rilevanti nella legislazione – ha dato nuova formulazione dell'art. 3 della legge n 8666 del 21 luglio 1993, co[9]n l'inserimento del principio della promozione dello sviluppo nazionale sostenibile.

Su questa base, è il lavoro di audit ambientale è stato sviluppato da DCA TCE / RO, anche in collaborazione con altri enti della pubblica amministrazione – come il Ministero Pubblico dello Stato di Rondônia (MP / RO), i Segretariati stato e l'ambiente comunale, il sistema di Amazon Protection (SIPAM) e l'Istituto brasiliano dell'Ambiente e delle Risorse naturali rinnovabili (IBAMA) – avendo come obiettivo principale l'audit ambientale.

Tracciato queste premesse, va a discutere le categorie: ambientale e sostenibile Audit sviluppo urbano, al fine di stabilire i loro concetti operativi e il legame tra di loro, in base alle specifiche normative costituzionali e legali, direttive della dottrina; e anche i precedenti legali del TCE / RO sulle materie.

Origine e concetto di audit ambientale.

Neto & Souza punteggiano [10]l'audit ambientale emerse nella seconda metà degli anni '70 negli Stati Uniti, in vista degli incidenti ambientali come Bhopal (prodotti chimici – in India) (2004, p 493). E Valdez (olio – negli uSA) che, in un certo senso, hanno cambiato il paesaggio di affari, passandoli da reattivo a proattivo, come la questione ambientale.

Per questi autori, l'obiettivo iniziale e principale audit ambientale è stato quello di verificare il rispetto della legge. Sono stati visti da società statunitensi come strumento di gestione utilizzato per identificare, in anticipo, i problemi causati dalla loro operazioni. Queste aziende considerate audit ambientale come mezzo per ridurre al minimo i costi di riparazioni, ristrutturazioni e le indicazioni sulla salute. Poi la pratica di revisione si è diffusa in paesi come il Regno Unito, Norvegia e Svezia anche influenzato dalla sede centrale americana.

In Brasile, l'audit ambientale emerso dalla strada exordial attraverso la legislazione del 1990. Tuttavia, è stato l'Associazione Brasiliana delle Norme Tecniche – ABNT che per primo ha presentato nel dicembre 1996 una serie completa di regole che, di fatto, contengono i principi, le linee guida e criteri salutari per lo sviluppo del lavoro di revisione, tra i quali : ISO 14010, 14011 e 14012[11].

Al punto, è chiaro, secondo gli insegnamenti delle vendite (2001, p. 6[12]2), che (…) "International Organization for Standardization (ISO) è una federazione internazionale di enti di standardizzazione tecnica con sede in Svizzera", e Brasile mostrato nella ABNT ISO. Eppure, come ha spiegato che l'autore, l'ISO è sicuramente una delle tecniche organismi di normalizzazione dei più grandi rappresentanza internazionale, con la proliferazione di norme di gestione ambientale e audit, che costituisce la famiglia seria ISO 14000.

Tra cui, in linea con il concetto già disposizioni della norma ISO 14010, il Consiglio nazionale dell'ambiente (CONAMA), all'allegato I, punto II della delibera n 306, in data 5 l[13]uglio 2002 ha definito il concetto oper[14]ativo fresco categoria di controllo ambientale, come segue:

II – Audit Ambientale: sistematico e documentato processo di verifica effettuato per ottenere e valutare, in modo obiettivo, la prova per determinare se le attività, gli eventi, i sistemi di gestione e delle condizioni ambientali specifiche o informazioni relative a questi sono in conformità con i criteri controllo enunciate nella presente risoluzione e di comunicare i risultati di questo processo.

Si è adottato per lo studio nel concetto voga sullo schermo al fine di definire l'audit a[15]mbientale come una procedura che utilizza metodi per valutare e registrare chiaramente e obiettivamente, le attività svolte da aziende e organizzazioni pubbliche, periodicamente e più ordine per guidare il miglior modo di applicare le risorse per la conservazione e la conservazione dell'ambiente, e questa indagine effettuati prima, durante e dopo l'applicazione di queste risorse.

Dato questo concetto, è anche possibile capire che l'audit ambientale è uno strumento per monitorare l'attuazione delle migliori pratiche e delle politiche pubbliche per la tutela, la conservazione e la conservazione dell'ambiente, diventando un meccanismo abile per dirigere i gestori municipali nel processo di il processo decisionale al fine di raggiungere questi obiettivi.

Ancora, secondo il Silva ([16]1999) audit ambientale può essere definita come: (…) "un esame metodico (da analisi, prove e conferme) le procedure e pratiche il cui scopo è quello di verificare se sono conformi alle disposizioni di legge , politiche interne e le pratiche accettabili". Così, resta inteso che l'audit in questione è interamente legata al diritto ambientale, alla ricerca di modi per controllare meglio le aziende e gli enti pubblici, non per penalizzarli, ma rendendoli consapevoli e cercare tra di loro soluzioni di conservazione ambientale, la creazione di una migliore politica interna piccoli urti alla natura, derivanti dalle loro azioni.

Infine, gli audit ambientali sono fari per fornire mirati parametri di atti amministrativi del governo, sia per la realizzazione di misure volte a correggere le irregolarità negli enti pubblici stessi, come contenere le pratiche scorrette da stabilimenti potenzialmente causando impatti ambientali.

Origine e sviluppo sostenibile Urban Concept.

Per Malheiros (2014[17]), l'istituzionalizzazione della pianificazione urbana nei comuni ha avuto inizio nel 1970, momento in cui ha cercato di promuovere lo sviluppo integrato in un contesto di crescente urbanizzazione. Secondo l'autore, la pianificazione urbanistica, al momento corrisponde l'idealizzazione di un progetto città desiderata. In questo contesto, si può vedere che questo 1970, c'era già un seme del Master Plan per lo sviluppo integrato delle città.

In questa linea, si osserva che il principio dello sviluppo sostenibile, anche se con sede implicita, era già in fase di consolidamento, dopo aver raggiunto progressi significativi fino al 1980 con l'attuazione del National Environmental Policy – NEP, attraverso la legge n 6938 di like 31, 1981[18].

Tuttavia, è con la previsione degli articoli 182 e 225 della Costituzione federale, insieme con l'avvento dello Statuto City (legge n 10.257, del 1[19]0 luglio 2001), lo sviluppo urbano sostenibile contiene ora l'importo dovuto sulla scena nazionale.

Nel campo dottrinale, vediamo concetto operativo adott[20]ato per la categoria sviluppo urbano sostenibile tale ricerca in tutta la definizione completa della sostenibilità da Freitas, estratto (2016, p. 43)[21]:

(…) principio costituzionale che determina un effetto diretto e immediato, la responsabilità dello Stato e della società dalla realizzazione congiunta di sviluppo materiale e immateriale, socialmente inclusiva, sostenibile ed equo, pulito l'ambiente, innovativo, etico ed efficiente al fine garantire, preferibilmente via preventiva e cauto, ora e in futuro, il diritto al benessere.

Di fronte a questo concetto e tornato al campo di questa ricerca, si osserva che lo sforzo per l'evoluzione della città dell'Amazzonia con la sostenibilità è abbracciato dall'azione congiunta dello Stato e della società. E in questa luce, come uno stato integrale, il TCE / RO può contribuire alla società, fornendo linee guida, sulla base di prove esistenti, attraverso il prodotto audit ambientale, che è in grado di supportare le azioni di amministratori della città Rondônia con misure volte a garantire, efficiente ed efficace, lo sviluppo urbano sostenibile, per il benessere degli abitanti della città, come raccomandato dall'art. 182 della Costituzione.

Riferimenti normativi, la giurisprudenza e dottrinale di sviluppo urbano sostenibile attraverso l'Audit Ambientale.

L'integrazione dei concetti di sviluppo urbano e la sostenibilità sono stati elencati nel set di principi, gli obiettivi e le linee guida di cui agli articoli 2, 4 e 5 della legge n 6,938 / 81, che portano alla conservazione ed il recupero della qualità ambientale, l'obiettivo di sviluppo socio-economico e soprattutto la tutela della dignità della vita umana.

Tra quelli elencati nei principi d'arte. 1 della legge n ° 6938/81, spiccano: la necessità di un intervento del governo per mantenere l'equilibrio ecologico, considerando l'ambiente come un bene pubblico da necessariamente fissati e protetti, dato il loro uso collettivo; la razionalizzazione dell'uso del suolo; la pianificazione e la supervisione dell'uso delle risorse ambientali; la protezione di ecosistemi, con la conservazione di aree rappresentative; e di controllo e suddivisione in zone di attività inquinanti o potenzialmente inquinanti.

Compresa la ricerca in questione, si può capire dal lettore, se lo si desidera, in quanto membro del principio di educazione ambientale in tutti i livelli di istruzione, fornendo una maggiore comprensione del modo in cui audit ambientale può essere preso come strumento di sviluppo sviluppo sostenibile delle città amazzonica sotto la giurisdizione del TCE / RO.

Al fine di garantire l'efficacia nell'applicazione dei principi evidenziati dell'arte. 4 della legge n 6,938 / 81 ha elencato quello che dovrebbe essere obiettivo della politica ambientale nazionale, indicando le linee guida finalizzate allo sviluppo sostenibile, ad anticipare l'esigenza di compatibilità tra la crescente domanda economica e sociale con la salvaguardia della qualità ambientale ecologicamente equilibrata.

Continuamente, come riferimento, lo sviluppo urbano sostenibile solidifica la Costituzione federale, in quanto la crescita delle città deve essere associato con la protezione, la conservazione e la tutela ambientale, come raccomandato dal Capitolo II – politica urbana e Capitolo VI – L'ambiente. E in effetti, le previsioni degli articoli 182 e 225 della Costituzione federale sono integrati allo sviluppo delle funzioni sociali della città con la sostenibilità, con l'obiettivo di assicurare il benessere degli abitanti ed ecologicamente equilibrato ambiente per le generazioni presenti e future.

Va notato che la politica urbana – da eseguire da parte del Comune – ha sede nel Master Plan, di cui lo statuto della città, che mira allo sviluppo delle funzioni sociali della città, per garantire il benessere dei suoi abitanti. Anche a livello internazionale, tali valori sono stati illustrati ampiamente nella Carta Mondiale per il Diritto alla [22]Città, che si occupa di questo diritto fondamentale in quanto cittadini, basata principalmente sui principi di sostenibilità, la democrazia, l'equità e la giustizia sociale.

In particolare, TEC giudicato / RO consegnato nel processo di audit ambientale, descrivere le raccomandazioni e / o fare determinazioni da manager si è verificato nella decisione n 32/2013 – Full, Caso N. 01749 / TEC-11 / RO ; con la sentenza n 17/2015 – 2 ° Camera, sentenza n 03.473 / 11-TCE / RO; e nel Giudizio APL-TC 00329/16, sentenza n 03110/09 -TCE / RO, che si occupava di audit ambientali, rispettivamente nei comuni di amazzoniche Cacoal, Rolim de Moura e Dawn West, tutti situati nello Stato di Rondônia; e, in questa condizione, soggetti alla giurisdizione di quella corte.

Ad esempio, l'estensione in avanti del processo, vediamo una parte del TC-APL giudizio 00329/16 cont[23]enuto consegnato da file di TEC / RO nel caso n 03110 / TEC-09 / RO, il Consulente di relatore Valdivino Crispin de Souza , estratti:

(…) IV. Determinare la corrente di controllo interno del Comune di Dawn West / RO, in base all'art. 74, IV, § 1 della Costituzione (…) per attuare le seguenti misure per l'amministrazione comunale:

a) formulare una politica ambientale urbana modo chiaro e impegnata, che coinvolge i decisori, i quartieri di associazione e la comunità stessa, reso compatibile con gli obiettivi e le priorità del comune;

b) creazione di un sistema di gestione ambientale, compresi la struttura organizzativa, con la definizione delle responsabilità e delle procedure per lo svolgimento l'ambiente;

c) inserire il piano pluriennale, in base alla capacità effettiva dell'impostazione comune, obiettivo impostazione e obiettivo, facendo riferimento ad azioni relative all'ambiente;

d) promuovere la creazione e il mantenimento di una banca dati sulle principali statistiche ambientali a livello locale, nazionale e internazionale;

e) favorire la sorveglianza e il controllo delle attività urbane al fine di garantire i saluti di norme ambientali;

f) il monitor di licenza e sviluppi che rendono serbatoio self service, con la definizione delle responsabilità e delle procedure per l'esecuzione di questa attività altamente dannoso;

g) consentire ai gestori del settore nella gestione della pianificazione tecnica e di gestione ambientale, in linea con le loro rispettive responsabilità istituzionali;

h) attuare programmi di raccolta differenziata dei rifiuti (separazione riciclabili e non riciclabili), sostituendo il tradizionale collezione, ivi incluse le norme necessarie;

i) prepara il bilancio comunale ambientale, armonizzare le responsabilità, obiettivi e target settoriali;

j) facilitare e / o promuovere il funzionamento della discarica o la costruzione di impianti di compostaggio per lo smaltimento dei rifiuti solidi in città;

k) promuovere campagne di educazione ambientale con l'utilizzo di partnership in scuole, università, collegi, centri comunitari e altre organizzazioni, con l'obiettivo di diffondere i concetti di cittadinanza e di consapevolezza ambientale, al fine di preservazione, conservazione e ripristino dell'ambiente;

(…) p) attrezzare e formare il personale professionale, esperti e simili, al fine di migliorare le prestazioni e azioni efficaci rispetto alle tematiche ambientali volte a una migliore qualità della vita dei cittadini nel perseguimento di uno sviluppo sostenibile;

q) promuovere il livello comunale, le procedure finalizzate alla raccolta di aziende che lavorano con sostanze chimiche, consapevolezza ambientale da parte degli imprenditori, al fine di soddisfare gli standard di legislazione ambientale, creando così un compromesso tra i manager di queste aziende che necessitano di loro avere i prodotti conservati in luoghi sicuri, utilizzando questo serbatoi ecologici;[Grifos nossos] .

In risposta alle raccomandazioni della trascrizione giudicato, è possibile estrarre che gli audit ambientali in realtà contengono indicatori concreti per guidare gli amministratori della città Rondônia verso l'adozione di buone pratiche e le politiche pubbliche volte a uno sviluppo urbano sostenibile delle città amazzoniche. In questo senso, si rafforza la fattibilità dell'uso di audit ambientale e meccanismo per lo sviluppo sostenibile delle città amazzoniche e le azioni di promozione per l'utilizzo degli spazi pubblici da parte della popolazione, in modo che abbia pieno diritto alla città.

Campi & Lerípio (2009, p.79),[24] per valutare l'uso di audit ambientale come strumento di gestione delle persone giuridiche di diritto privato, hanno indicato che essa (…) "è un potente valutazione delle prestazioni e la gestione ambientale di un società. " Nel nord, così come audit ambientale fornire linee guida per i manager, attraverso il potere di polizia, esercizio della vigilanza su potenzialmente inquinanti istituti privati, ma può anche essere il parametro per le aziende a migliorare le proprie procedure al fine di migliorare la gestione ambientale. Per questi autori, l'audit in questione contiene obiettivi fondamentali, riassunti come segue:

(…) verificare il rispetto della normativa ambientale, evitare che i processi e le azioni legali di riparazione, ridurre i rischi di impatto ambientale, migliorare le prestazioni del team sulle questioni ambientali, migliorare il controllo operativo e dei costi dei sistemi di gestione. Così, l'audit ambientale può diventare uno strumento potente e un valido contributo al miglioramento della gestione ambientale della società, per la tutela dell'ambiente e il conseguente miglioramento della qualità della vita. (Campi, e LERÍPIO, 2009, p. 79).

In questo nucleo, è evidente che l'audit ambientale, sin dal suo inizio nel 1970 con le società del Nord America, è in un meccanismo di gestione che può e deve essere utilizzato dai gestori pubblici municipali di individuare i rischi di danno ambientale o cattiva occupazione di spazi urbani, rendendo così possibile la diagnosi precedente e correzione di questi problemi.

CONSIDERAZIONI FINALI.

In questo studio abbiamo osservato la giurisdizione e la competenza della Corte dello Stato di Rondônia (TCE / RO) ad agire ai sensi del diritto ambientale, così come l'audit ambientale – a causa di ispezioni fisiche in diversi comuni del territorio Rondonia – si tratta di uno strumento in grado di rivelare indicatori specifici per guidare i responsabili dei comuni amazzonici, adottando la migliore azione quando il processo decisionale per la realizzazione di atti di gestione amministrativa nello sviluppo urbano sostenibile.

Aggiunto a questo, sulla base di una legislazione, dottrina, la giurisprudenza e le norme tecniche, audit ambientale ha dimostrato di essere un meccanismo di sterzo di progettazione e direzione sia della Pubblica Amministrazione in sé è di particolare, questi con fulcro a Potenza la polizia, che costituisce una linea guida per il monitoraggio continuo dell'attuazione delle misure ambientali e occupazione di spazi urbani con la sostenibilità.

Detto questo, si può concludere che, nello scenario attuale di degrado ambientale e l'occupazione disordinata delle città di Amazon sotto la giurisdizione del TCE / RO, audit ambientale è uno strumento affidabile e pratico in grado di condurre i gestori comunali nella pianificazione, supervisione e il monitoraggio delle azioni e delle azioni di gestione per lo sviluppo urbano sostenibile, in modo da consentire di prendere la decisione più appropriata quando l'attuazione delle politiche e delle pratiche pubbliche per realizzare un ambiente ecologicamente equilibrato sia per presente e futuro generazioni, in conformità con i dettami dell'arte. 225 della Costituzione federale.

RIFERIMENTI

BRASILIANO ASSOCIAZIONE delle norme tecniche. ISO 14010: Linee guida per l'audit ambientale: principi generali. Rio de Janeiro: ABNT, 1996a.

BRASILIANO ASSOCIAZIONE NORME TÉCNICAS.NBR ISO 14011: Linee guida per l'audit ambientale: livello di sistemi di gestione ambientale. Rio de Janeiro: ABNT, 1996b.

BRASILIANO ASSOCIAZIONE NORME TÉCNICAS.NBR ISO 14012: Linee guida per l'audit ambientale: criteri di qualificazione per i revisori ambientali. Rio de Janeiro: ABNT, 1996c.

BRASILE. Costituzione della Repubblica federativa del Brasile. Promulgata il 5 ottobre 1988. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/constituicao/constituicao.htm>. Consultato il: 09 set. 2017.

BRASILE. Legge n 10.257, del 10 luglio del 2001. Regola articoli 182 e 183 della Costituzione federale, stabilisce le linee guida generali per la politica urbana e altre misure. Brasília 2001. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/LEIS_2001/L10257.htm>. Consultato il: 11 set. 2017.

BRASILE. NEP. Legge federale n. 6938, del 31 agosto, 1981. Esso prevede il National Environmental Policy, le sue finalità e meccanismi di formulazione e l'attuazione, e altre misure. Brasília, DF. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L6938.htm>. Consultato il: 09 set. 2017.

BRASILE. Legge n 8666 del 21 luglio 1993. Regola articolo. 37, punto XXI della Costituzione federale, che stabilisce norme per l'offerta e contratti della pubblica amministrazione e altre disposizioni. Brasilia, 1993. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L8666cons.htm>. Consultato il: 11 set. 2017.

BRASILE. Legge n 12.349, del 15 dicembre, 2010. Modifiche di leggi 8,666 del 21 giugno, del 1993, 8958, a 20 dicembre 1994, e il 10 973 del 2 dicembre 2004; e abroga § 1 dell'art. 2 della legge n 11.273, del 6 febbraio, 2006. Brasília, 2010. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/_Ato20072010/2010/Lei/L12349.htm#art1>. Consultato il: 11 set. 2017.

BRASILE. CONAMA delibera n 306, in data 5 luglio 2002. Stabilisce i requisiti minimi e le condizioni di riferimento per lo svolgimento di audit ambientali. Ministero dell'Ambiente. Brasilia, DF 19 settembre 2002.  Disponibile all'indirizzo: <http://www.mma.gov.br/port/conama/legiabre.cfm?codlegi=306>. Consultato il: 08 set. 2017.

CAMPOS, Lucia Maria de Souza & LERÍPIO Alexandre Ávila. audit ambientale: uno strumento di gestione. Sao Paulo: Atlas, 2009, p. 79.

CONFEA. Carta Mondiale per il Diritto alla Città. Disponibile all'indirizzo: <http://normativos.confea.org.br/downloads/anexo/1108-10.pdf>. Accedi 24 set. 2017.

FREITAS, Juarez. Sostenibilità: diritto al futuro. 3. ed. Belo Horizonte: Forum, 2016, p. 43.

Malheiros, Denise Gonçalves Lima. articolo scientifico. Sviluppo urbano e ambiente Base giuridica: una necessaria integrazione. In: III Seminario nazionale sul trattamento di conservazione permanente Aree in ambiente urbano Restrizioni e Territorio rata. UFPA. Betlemme 2014. Disponibile in: http://anpur.org.br/app-urbana-2014/anais/ARQUIVOS/GT3-216-74-20140523171549.pdf. Consultato il: 09 set. 2017.

NETO, Manoel Fernandes. [et al.]; SOUZA, Valdivino Crispim. Manuale Revisione governo integrato – 2 ° ed. rivisto e aggiornato. Porto Velho: TCE / RO, 2004, p. 493.

PASOLD, Cesar Luiz. Metodologia di ricerca giuridica: teoria e pratica. 12. ed. Sao Paulo: Concetto editoriale del 2011.

Rondônia. Costituzione dello Stato di Rondônia 1989. Testo aggiornato al emendamento costituzionale n ° 80/2012. Assemblea Legislativa dello Stato di Rondônia (ALE / RO). Porto Velho, 1989. Disponibile all'indirizzo: <<< https://www2.senado.leg.br/bd sf / bitstream / maniglia / id / 70438 / CE_Rondonia.pdf sequence = 14>. Consultato il: 11 set. 2017.

Rondônia. Il decreto legge n ° 47 del 31 gennaio 1983. Stabilire la Corte dei Conti, e altre misure. Porto Velho, 1983. Disponibile all'indirizzo: <http://ditel.casacivil.ro.gov.br/cotel/Livros/Files/DL47.doc.>. Consultato il: 11 set. 2017.

Rondônia. Complementare Legge n 154 del 26 Luglio 1996. Esso prevede la Legge Organica della Corte dello Stato di Rondônia, e altre misure. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-154-1996.pdf>. Accessed on: 13 set. 2017.

Rondônia. Complementare Legge n 467 del 18 luglio, 2008. Esso prevede la modifica della struttura amministrativa della External Controllo segretariato generale della Corte dello Stato di Rondônia e altre misure. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-467-2008.pdf>. Consultato il: 11 set. 2017.

Rondônia. Legge complementare n 799 del 25 settembre 2014. Modifiche supplementare leggi n 154/96; 307/04; 658/12; 679/12; 764/14; 786/14 e legge n 1643/06 e altre disposizioni. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-799-2014.pdf>. Consultato il: 11 set. 2017.

Rondônia. Corte dello Stato di Rondônia. Giudizio APL-TC 00329/16. Relatore: Assessore Valdivino Crispin de Souza. Giurisprudenza Research. Disponibile all'indirizzo: <https://pce.tce.ro.gov.br/tramita/pages/main.jsf>. Consultato il: 11 set. 2017.

VENDITE, Rodrigo. audit ambientale e relativi aspetti legali. Sao Paulo: LTR 2001. p. 62.

SILVA, Davi Dantas. tesi di Master. Analisi di Gestione Ambientale nella Pubblica Trasporti Aziende Urbano Comune di Porto Velho. UFSC 1999.

SOUZA di Maria Claudia da Silva Antunes; Jacobsen, Gilson (Eds.). Legge, sviluppo urbano e ambiente. Itajaí: UNIVALI 2016. p. 163. Disponibile in: http://siaiapp28.univali.br/lstfree.aspx?type=ebook&id=4. Consultato il: 11 set.de 2017.

[1] Graduate Programme del Maestro, in senso stretto, di Scienze Giuridiche (PPCJ) dell'Università di Vale do Itajaí (UNIVALI). Specialista in Diritto costituzionale e amministrativo presso la Facoltà di Scienze Umane, esatta e Rondônia lettere (FARO). Master in Business Administration (MBA) in Strategic People Management: manager per lo sviluppo umano da parte del Getúlio Vargas Foundation (FGV). Avvocato, laureato in giurisprudenza presso FARO. Technical Advisor legale e Controllo revisore esterno della Corte dello Stato di Rondônia (TCE / RO), Porto Velho, Rondônia, Brasile.

[2] Rondônia. Il decreto legge n ° 47 del 31 gennaio 1983. Stabilire la Corte dei Conti, e altre misure. Porto Velho, 1983. Disponibile all'indirizzo: <http://ditel.casacivil.ro.gov.br/cotel/Livros/Files/DL47.doc.>. Consultato il: 11 set. 2017.

[3] Rondonia, Costituzione Stato di Rondonia 1989. Testo aggiornato al emendamento costituzionale n ° 80/2012. Assemblea Legislativa dello Stato di Rondônia (ALE / RO). Porto Velho, 1989. Disponibile all'indirizzo: <<< https://www2.senado.leg.br/bd sf / bitstream / maniglia / id / 70438 / CE_Rondonia.pdf sequence = 14>. Consultato il: 11 set.  2017.

[4] Rondônia. Complementare Legge n 154 del 26 Luglio 1996. Esso prevede la Legge Organica della Corte dello Stato di Rondônia, e altre misure. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-154-1996.pdf>. Accessed on: 13 set. 2017.

[5] Rondônia. Complementare Legge n 467 del 18 luglio, 2008. Esso prevede la modifica della struttura amministrativa della External Controllo segretariato generale della Corte dello Stato di Rondônia e altre misure. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-467-2008.pdf>. Consultato il: 11 set. 2017.

[6] Rondônia. Legge complementare n 799 del 25 settembre 2014. Modifiche supplementari leggi n 154, del 26 luglio, 1996; 307 del 1 ° ottobre 2004; 658 del 13 aprile 2012; 679 del 22 agosto 2012; 764 1 aprile 2014; 786 del 15 luglio 2014 e legge n 1.643, del 29 giugno 2006 e altre misure. Disponibile all'indirizzo: <http://www.tce.ro.gov.br/tribunal/legislacao/arquivos/LeiComp-799-2014.pdf>. Consultato il: 11 set. 2017.

[7] BRASILE. Costituzione della Repubblica federativa del Brasile. Promulgata il 5 ottobre 1988. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/constituicao/constituicao.htm>. Consultato il: 09 set.  2017.

[8] BRASILE. Legge n 12.349, del 15 dicembre, 2010. Modifiche di leggi 8,666 del 21 giugno, del 1993, 8958, a 20 dicembre 1994, e il 10 973 del 2 dicembre 2004; e abroga § 1 dell'art. 2 della legge n 11.273, del 6 febbraio, 2006. Brasília, 2010. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/_Ato2007-2010/2010/Lei/L12349.htm#art1>. Consultato il: 11 set. 2017.

[9] BRASILE. Legge n 8666 del 21 luglio 1993. Regola articolo. 37, punto XXI della Costituzione federale, che stabilisce norme per l'offerta e contratti della pubblica amministrazione e altre disposizioni. Brasilia, 1993. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L8666cons.htm>. Consultato il: 11 set. 2017.

[10] NETO, Manoel Fernandes. [et al.]; SOUZA, Valdivino Crispim. Manuale Revisione governo integrato – 2 ° ed. rivisto e aggiornato. Porto Velho: TCE / RO, 2004, p. 493.

[11] BRASILIANO ASSOCIAZIONE delle norme tecniche. ISO 14010: Linee guida per l'audit ambientale: principi generali. Rio de Janeiro: ABNT, 1996a. BRASILIANO ASSOCIAZIONE delle norme tecniche. ISO 14011: Linee guida per l'audit ambientale: livello di sistemi di gestione ambientale. Rio de Janeiro: ABNT, 1996b. BRASILIANO ASSOCIAZIONE delle norme tecniche. ISO 14012: Linee guida per l'audit ambientale: criteri di qualificazione per i revisori ambientali. Rio de Janeiro: ABNT, 1996c.

[12] VENDITE, Rodrigo. audit ambientale e relativi aspetti legali. Sao Paulo: LTR 2001. p. 62.

[13] BRASILE. CONAMA delibera n 306, in data 5 luglio 2002. Stabilisce i requisiti minimi e le condizioni di riferimento per lo svolgimento di audit ambientali. Ministero dell'Ambiente. Brasilia, DF 19 settembre 2002.  Disponibile all'indirizzo: <http://www.mma.gov.br/port/conama/legiabre.cfm?codlegi=306>. Consultato il: 08 set. 2017.

[14] Operational Concept – Cop legale "è quello stabilito nel controllo legale normativo e l'adozione quindi obbligatorio da parte dei destinatari della norma." Come PASOLD, Cesar Luiz. Metodologia di ricerca giuridica: teoria e pratica. 12. ed. Sao Paulo: Editorial Concept, 2011, p.40.

[15] Operational Concept – Cop proposta da composizione "è quella che deriva dalla preparazione del ricercatore o con l'uso di altre idee (…) (…) in combinazione con il ricercatore se stesso." Il contenuto di definito da PASOLD, Cesar Luiz. Metodologia di ricerca giuridica: teoria e pratica, cit. p. 37.

[16] SILVA, Davi Dantas. tesi di Master. Analisi di Gestione Ambientale nella Pubblica Trasporti Aziende Urbano Comune di Porto Velho. UFSC 1999.

[17] Malheiros, Denise Gonçalves Lima. articolo scientifico. Sviluppo urbano e ambiente Base giuridica: una necessaria integrazione. In: III Seminario nazionale sul trattamento di conservazione permanente Aree in ambiente urbano Restrizioni e Territorio rata. UFPA. Betlemme 2014. Disponibile in: http://anpur.org.br/app-urbana-2014/anais/ARQUIVOS/GT3-216-74-20140523171549.pdf. Consultato il: 09 set. 2017.

[18] BRASILE. NEP. Legge federale n. 6938, del 31 agosto, 1981. Esso prevede il National Environmental Policy, le sue finalità e meccanismi di formulazione e l'attuazione, e altre misure. Brasília, DF. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L6938.htm>. Consultato il: 09 set. 2017.

[19] BRASILE. Legge n 10.257, del 10 luglio del 2001. Regola articoli. 182 e 183 della Costituzione federale, stabilisce le linee guida generali per la politica urbana e altre misure. Brasília 2001. Disponibile all'indirizzo: <http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/LEIS_2001/L10257.htm>. Consultato il: 11 set. 2017.

[20] Concetto Operativo – CPO proposto da adozione "che si verifica quando il ricercatore utilizza come Cop che già scritto da un altro autore." Secondo PASOLD, Cesar Luiz. Metodologia di ricerca giuridica: teoria e pratica, cit.p.37.

[21] FREITAS, Juarez. Sostenibilità: diritto al futuro. 3. ed. Belo Horizonte: Forum, 2016, p. 43.

[22] CONFEA. Carta Mondiale per il Diritto alla Città. Disponibile all'indirizzo: <http://normativos.confea.org.br/downloads/anexo/1108-10.pdf>. Accedi 24 set. 2017.

[23] Rondônia. Corte dello Stato di Rondônia. Giudizio APL-TC 00329/16. Relatore: Assessore Valdivino Crispin de Souza. Giurisprudenza Research. Disponibile all'indirizzo: <https://pce.tce.ro.gov.br/tramita/pages/main.jsf>. Consultato il: 11 set. 2017.

[24] CAMPOS, Lucia Maria de Souza & LERÍPIO Alexandre Ávila. audit ambientale: uno strumento di gestione. Sao Paulo: Atlas, 2009, p. 79.

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here