Le nuove norme del nuovo codice di procedura civile

0
502
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Le nuove norme del nuovo codice di procedura civile
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

MELO, Guilherme Thomé de [1]

SOUZA, João Pedro Rosa de [2]

MELO, Guilherme Thomé de; SOUZA, João Pedro Rosa de. Le nuove norme del nuovo codice di procedura civile. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1. Vol. 9. PP 321-331, ottobre/novembre 2016. ISSN:2448-0959

RIEPILOGO

Lo scopo di questo studio è quello di portare la discussione che coinvolge le nuove regole relative al ragionamento delle decisioni giudiziarie previste dal nuovo codice di procedura civile (legge n. 13.105 del 2015), gli argomenti a favore e contro di esso relativa e la base costituzionale di tale innovazione. A tal fine, il presente lavoro è fondato nelle opere, articoli scientifici di argomenti simili e diritto costituzionale, e codici di procedura civile, il precedente e il nuovo. Di conseguenza, l'analisi ha identificato la necessità di sobrepesar i principi giuridici in conflitto al fine di trovare quello che deve prevalere, nel sacrificio, da altro, per rendere il diritto di beneficiare di tale dibattito.

Parole chiavi: messa a terra. Nuovo codice di procedura civile. Dovere.

INTRODUZIONE

Il nuovo codice di procedura c[3]ivile ha portato numerosi cambiamenti in relazione a quanto sopra, fra loro, evidenziamo l'oggetto di questo lavoro, che è in relazione alla motivazione delle decisioni giudiziarie in diritto processuale civile.

L'obiettivo di questa carta è di portare i nuovi requisiti elencati nel nuovo codice di procedura civile devono essere osservate dai giudici nelle loro argomentazioni di decidere i conflitti procedurali.

Per una migliore analisi della proposta di questo lavoro, sarà dimostrato, in primo luogo, in modo generale il carattere degli argomenti legali, costituzionalmente prevista[4].

Inoltre, deve seguire il codice di procedura civile usato per portare sulle regole già precedente ragionamento i giudici della Corte. Tuttavia, il nuovo codice di procedura civile ha portato nuove regole che stanno causando polemiche tra gli operatori del diritto, che si manifesta per o contro l'uso di argomenti concreti, come sarà dimostrato.

Così, questo lavoro porterà gli aspetti positivi e negativi circa le basi giuridiche previste dal nuovo codice di procedura civile e le sue conseguenze probabili nella vita quotidiana della magistratura.

1. DI RAGIONAMENTO GIUDIZIALE

In primo luogo, vale la pena ricordare che è stabilito dalla costituzione della Repubblica federativa del Bra[5]sile, del 1988, nel suo articolo 93, articolo IX, la Corte decisione dovrebbe essere basata, sotto pena di nullità. Questa previsione serve per il giudice costituzionale dimostrano alle parti del processo, la motivazione per decidere il caso.

In questo senso, Estratto della Magna Carta, nel suo articolo 93, voce IX:

tutte le sentenze degli organi del potere giudiziario saranno pubbliche e motivato le decisioni, a pena di nullità e il limite di legge la presenza, in alcuni atti, le parti e i loro avvocati, o solo a quelli nei casi in cui la conservazione del diritto alla privacy degli interessati in segreto non pregiudichi l'interesse pubblico all'informazione; (Formulazione di emendamento costituzionale n ° 45, 2004)

Registra che il Tribunale superiore di giustizia ha diverse decisioni concernente l'interpretazione dell'art. 93, IX della Costituzione federale:

Questa è l'idea-forza, focalizzata sul prestigio dello stato democratico di diritto: le decisioni della magistratura dovrebbero essere motivato (art. 93, IX, CF). Questo signore, viene fornito alla Corte riguardano il parere ministeriale o i termini dell'atto, tuttavia, il diritto di onorare il dialeticidade, espressione di contraddittorio, aggiunta logica per essere della sua paternità. Ordine concesso a riconoscere l'invalidità di done e rifare la sentenza prova, promuovere i motivi del decisum, al fine di affrontare gli argomenti opposti in sede di impugnazione (Corte superiore di giustizia – 6 ° t.-Habeas Corpus n º. De Ministro Maria Thereza 90.684-relatore Assis Moura).

La dimostrazione della motivazione del giudice è indispensabile affinché la decisione non ha alcun tipo di nullità, poiché devono essere esaminati tutti gli argomenti portati dalle parti come un mezzo di risposta dal magistrato.

In questo modo, come nel caso della norma costituzionale, l'istruzione viene inoltre illustrato il carattere democratico della giurisdizione, poiché solo il controllo giurisdizionale, le parti, o anche da parte della magistratura, attraverso l'analisi dei motivi del processo decisionale, che dovrebbe dimostrare chiaramente la motivazione per decidere i conflitti.

L'istruzione significa ciò che è stato il motivo che ha portato il giudice di decidere caso per caso, è dimostrate e altre parti coinvolte la giustificazione della sua decisione e deve essere chiaro e oggettivo.

Secondo Nelson Nery Junior (1999):

Supporto significa il magistrato indicato i motivi di fatto e la legge, che lo convinse a decidere la questione. La spiegazione razionale è coinvolgimento sostanza e non meramente formale, dove può concludere che il giudice deve esaminare i problemi di mettere alla prova, la base fondamentale della sua decisione di esternalizzazione. Non si considerano "sostanzialmente" motivate decisioni che dire "secondo i documenti e i testimoni sentiti nel processo, l'autore è giusto, che ha accolto la richiesta". Tale decisione è nulla perché gli mancava la giustificazione.

Come si vedrà lungo il presente lavoro, il codice di procedura civile del 1973 imposizione legale atteso che i giudici hanno, in tutti i settori della magistratura, nonché in tutti i procedimenti giudiziari, per sostenere adeguatamente le loro decisioni, che siano interlocutoria in natura o terminativo.

Ancora, non c'è nessun modo di parlare il legale giardino senza si riferiscono che al principio della libera convinzione motivato i giudici nel nostro sistema giuridico. Questo principio afferma che il magistrato è libero di decidere i casi in un non collegato e dovrebbe sostenere le loro motivazioni come la legislazione vigente e la giurisprudenza.

Tuttavia, il nuovo codice di procedura civile porta il ragionamento giuridico di un modo più rigoroso per magistrati, come vedremo nel corso di questo studio.

2. DI GIUSTIFICAZIONE COME IL VECCHIO CODICE DI PROCEDURA CIVILE

Il precedente codice di procedura civile, già trattati come dovere la motivazione delle decisioni giudiziarie dai magistrati, alla luce dei motivi di cui sopra nel presente lavoro.

In questo senso, in primo luogo fornisce il tuo articolo 131, che prevede che "il giudice valuta la prova liberamente, tenendo conto i fatti e le circostanze contenute nel file, anche se non dedotto dalle parti; ma deve indicare, in condanna, le ragioni che formato il convincimento ".

In questo modo, anche se il giudice ha chiamato Hall libera valutazione delle prove ha portata dalle parti nel corso del procedimento, questo deve motivare nella tua frase che è stata la motivazione per è stato deciso come loro comprensione e di conseguenza porta una maggiore certezza giuridica per coloro che sono coinvolti nel processo.

Più in particolare, l'articolo 458 del codice di procedura civile prima, stimato come requisiti essenziali della frase:

Io-relazione, che conterrà i nomi delle parti, la sintesi della domanda e la risposta del convenuto, così come il record degli eventi più importanti intraprese in corso; II-obbligo di motivazione su cui il giudice prenderà in considerazione le questioni di fatto e di diritto; III-dispositivo, in cui il giudice risolverà i problemi, le parti si invia.

Ancora, l'arte. 165 il diploma stesso supplementi: "le sentenze e le decisioni saranno consegnati con l'osservanza delle disposizioni dell'art. 458; altre decisioni saranno basate, seppur concisa modalità. "

Leggendo l'articolo di cui sopra, sembra che l'istruzione è un elemento essenziale nella frase o in qualsiasi altra decisione del Tribunale, in cui il giudice dimostrerà le questioni oggettive come la legge presentata in un dato caso.

Così, in sintesi, si può dire che il supporto significa indicando i motivi di fatto e di diritto, che ha portato il magistrato a tale decisione.

La motivazione delle decisioni giudiziarie è così importante che la sua assenza può rendere l'atto giudiziario, come espresso al citato articolo 93, IX, del CRFB/88, sotto pena di essere considerato citra petita, cioè sarà considerata una prova che dà meno di quanto richiesto dal ricorrente, senza giustificato motivo.

Tuttavia, per la comprensione di questo lavoro, il codice di procedura civile del 1973, è necessario richiamare l'attenzione su una caratteristica che differenzia un sacco di motivazione per quanto riguarda il nuovo codice di procedura civile.

Questa funzionalità pianificata in precedenza era circa alcun obbligo del giudice di commentare su tutti gli argomenti enunciati nell'applicazione e nel gioco difensivo, che non sarà possibile nel nuovo diritto processuale civile, come sarà discusso più tardi.

In questo senso, spiega l'autore Marcus Vinícius fiumi Gonçalves (2013):

Non sarà sempre necessario per il giudice di commentare tutte le cause fondamentali di azione e difesa. Se una delle cause di azione essere immediatamente dimostrato ed è, di per sé, sufficiente per la ricezione della richiesta, il giudice deve frase d'origine, senza dover guardare l'altro. Ad esempio: se si postula l'annullamento del contratto perché firmato da impossibile senza assistenza, e perché è stato costretto a firmarlo, ci sarà una richiesta, ma due cause di azione, ciascuno sufficiente di per sé, per la ricezione della richiesta. Se un essere dimostrato immediatamente, il giudice può giudicare, senza esaminare l'altra: lo stesso in relazione ai fondamenti della difesa: se un essere dimostrato ed è sufficiente a portare al rigetto della domanda, il giudice può frase, dalla richiesta iniziale, senza esaminare l'altro.

Registro che viene sigillata al giudice di respingere la richiesta dell'autore, senza esaminare tutti i motivi di fatto e di diritto asserito, o host senza esaminare tutte le nozioni di difesa, perché si violerebbe una disposizione costituzionale, lungo le linee di cui sopra.

Così, ha dimostrato come il precedente codice di procedura civile offerte con la legge costituzionale della motivazione delle decisioni giudiziarie, l'argomento successivo porta il razionale nel nuovo codice di procedura civile, al fine di illustrare le principali differenze.

3. LA NUOVA LOGICA PREVISTE DAL NUOVO CODICE DI PROCEDURA CIVILE

Il nuovo codice di procedura civile, nella sua arte. 489, § 1, fornisce una serie di caratteristiche che, una volta inserite una decisione della Corte, sarà non in questo l'istruzione dimostrato:

"(1) esso non è considerato giustificato qualsiasi sentenza, se interlocutoria o sentenza, frase, che:

(I) essere limitato a, riproduzione, o a parafrasi di atto normativo, senza spiegare la sua relazione con la causa o la questione deciso;

Concetti giuridici indeterminati II-noleggio, senza spiegare il motivo della sua incidenza nel caso;

III-invocare ragioni sarebbero giustificare qualsiasi altra decisione;

IV-no faccia tutti gli argomenti dedotti nel processo in grado di, in teoria, per confutare la conclusione adottata dal giudice;

V-limitato a richiamare il precedente o espressione del referto, senza identificare i loro fondamenti determinanti o dimostrare che il caso sotto prova misura quelle fondamentali;

Visto fermata appresso del referto, giurisprudenza o precedente richiamato dal partito, senza mostrare l'esistenza di una distinzione nel caso sotto processo o il superamento della comprensione. ”

Secondo questa nuova legge, così la sentenza dovrebbe esposto il rapporto tra atti normativi e concetti giuridici utilizzati e il caso. Oltre a invocare motivi che solo soddisfare la sentenza, anche come risposta le argomentazioni delle parti per contrastare la risoluzione di merito.

Inoltre, il nuovo dispositivo portato giurisprudenza e maggiore riempimento normativi precedenti. Il giudice, nella sua decisione, deve seguire i precedenti, la giurisprudenza o la precedente che è accusato nel processo e per giustificare la chiamata di che, se del caso per caso. In caso contrario, deve fare riferimento il motivo non è possibile.

Tale disposizione è coerente con la previsione dell'Art. 93, IX della Magna Carta, che discute la motivazione per la sentenza della Corte come elemento essenziale dell'atto. Come José Tadeu Neves Xavier dice il nuovo codice di procedura civile notato di Rubrica fuori RETE del Rio Grande do Sul (2015):

L'importanza della motivazione delle decisioni giudiziarie ha portato il legislatore a impostare un numero di parametri da rispettare nell'esercizio dell'attività di motivazione della sentenza, tutti con ambito per garantire l'efficacia della presente garanzia che viene presentata con bias costituzionale (art. 93, CF), essendo insite nel progetto dello stato di diritto.

Egli continua a spiegare la rilevanza della decisione essere motivati:

La motivazione delle decisioni giudiziarie, come pure servire per fornire il controllo del ragionamento adottato dal legislatore, permette la parte sviluppare le sue attività in un sistema di dialeticidade di appello, che conduce attività intellettuale sviluppata dal giudice ed espresso nella spiegazione razionale per l'analisi dell'istanza superiore. Il difetto di motivazione, pertanto, fa male il principio del contraddittorio.

Si noti che il nuovo codice di procedura civile richiede una decisione più approfondita, per mantenere gli argomenti generici e preoccuparsi di tutte le questioni rilevanti nel processo, che dovrebbe essere goduto dal magistrato. Questo è idealizzato, ma tale decisione costituzionalmente a volte non viene applicato nella pratica.

4. CRITICA CIRCA LA NUOVA "MODALITÀ" DELLA GIUSTIFICAZIONE

Nell'analisi dei cambiamenti che il nuovo codice di procedura civile, può essere detto che era su quelli relativi alla logica delle decisioni giudiziarie che si sono verificati ulteriori discussioni, pricipalmente circa la sua ammissibilità.

Questi cambiamenti, ha dimostrati in questo studio non sono stati molto ben visto da esperti, considerando che questa nuova "modalità" di motivazione richiederà un sacco di giudici, che possono compromettere il principio di economia processuale e velocità.

Aderire all'associazione dei giudici federali in Brasile (hanno), associazione brasiliana di magistrati (AMB) e l'associazione nazionale dei magistrati dei tribunali del lavoro (Anamatra), in questo anno del 2015, hanno applicato il veto al[6]l'articolo 489 del nuovo codice di procedura civile.

In questo senso, ha criticato l'avvocato e professore Padman Streck:

Chi pensano? Li o in Brasile?  Richiedono che le petizioni di giudici esaminati spesso sono chiedere troppo? È davvero preoccupante enti legati alla magistratura sono proprio alla ricerca di veti i dispositivi che li portano più obblighi.[7]

Eppure, è sostenuto da critici sugli articoli riguardanti questi argomenti:

hanno gravi ripercussioni, negativamente, nella gestione dei processi, personale e funzionale di indipendenza dei giudici e produzione propria delle decisioni giudiziarie in tutte le aree del paese, con ripercussioni deleterie della durata ragionevole del fatto.[8]

La rigidità della motivazione nel nuovo codice di procedura civile è tristemente noto, ecco, come già visto, non verrà considerato giustificato la decisione che limitato l'indicazione o la riproduzione della legislazione e dovrebbe essere deciso in esclusiva più nei partiti, indicandoci tutti i punti sollevati da entrambi durante il processo, giustificare le rivendicazioni dei critici nel senso della possibile violazione del principio della rapidità processuale.

D'altra parte, ci sono esperti che lodano i cambiamenti introdotti dal nuovo codice di procedura civile, a sostenere che la spiegazione razionale è prevista nella Costituzione federale, essendo la dimostrazione principale nel processo civile dello stato democratico di diritto.

Con questa comprensione, ha detto il professore presso la Universidade Federal da Bahia, Fredie Didier Jr., che non capivano il motivo per la richiesta al veto dai magistrati, come illustrato in precedenza:

Sono stati i giudici sostenendo che è possibile interpretare la decisione senza esaminare i motivi therefor? Il Presidente della Repubblica, se questi dispositivi, avalizaria il veto questa comprensione.[9]

Anche il professore e il giudice del Tribunale di Rio Grande do Sul, Alexandre Freitas Chamber, ha detto:

Non puoi vivere con false argomentazioni (di tipo "mancante requisiti, indefiro") che tutto ciò che dicono e sono incompatibili con lo stato democratico di diritto. Così, qui è la mia fiducia in quanto, con la pena, abbiamo vere decisioni e democraticamente basato.[10]

In questo modo, si è osservato che i sostenitori di questa nuova "modalità" di motivazione, lodando questo cambiamento in virtù di principi costituzionali già esposto, anche come certezza del diritto per le parti, nonché per facilitare l'esercizio del doppio grado di giurisdizione, nella misura in cui favoriscono le parti che possono neutralizzare i motivi addotti dal giudice nella sua decisione con una maggiore titolarità, evitando decisioni superficiali , che sono molto comuni nella vita quotidiana della magistratura.

5. CONCLUSIONE

Dedurre, pertanto, che la nuova disposizione che porta il nuovo codice di procedura civile, per quanto riguarda le motivazioni delle decisioni giudiziarie, è solo un riflesso della costituzionale previsioni sullo stesso argomento.

Tuttavia, le specifiche trovano quel dispositivo di piena attenzione richiesta giudicante, per trattare con maggior rigore la motivazione della sua decisione.

Solo bisogno di motivare il modo dettagliato ha provocato la discussione tra i giuristi. Quelli a favore della nuova disposizione considerare questo benefico per raggiungere lo stato democratico di diritto e rendere più efficiente il processo, dopo aver raggiunto il suo fine contemplando tutti i punti controversi in esso. Il contrario alla scrittura, a loro volta, sostengono che il cambiamento danneggia la rapidità procedurali e ragionevole durata del fatto e clamore per un veto al dispositivo.

Pertanto, nota che c'è un conflitto di principi che disciplinano i rapporti giuridici e circa la possibilità di veto, deve definire quale dovrebbe prevalere in rapporto a altro, o uno che è più vantaggioso per la società e attività giurisdizionale in generale.

RIFERIMENTI

BRASILE, Corte superiore di giustizia – 6 ° t.-Habeas Corpus n º. De Ministro Maria Thereza 90.684-relatore Assis Moura.

NERY JR, Nelson. Principi di procedura civile nella Costituzione federale. São Paulo: Revista tribunali di dos, 1999. p. 175-6.

GONÇALVES, Marcus Vinicius fiumi. Procedura civile delineata. 3a ed. Rivisto e aggiornato. São Paulo: Saraiva, 2013.

Nuova procedura civile codice annotato/OAB. -Porto Alegre: RS OAB, 2015.

Giudici chiedono per il veto dell'articolo nuovo CPC che richiede giustificazione. Disponibile a: <http: www.conjur.com.br/2015-mar-04/juizes-pedem-veto-artigo-cpc-exige-fundamentacao="">.</http:> Acceduto a sopra: 18 nov. 2015.

HOMCI, Arthur Laerzio. Obbligo di motivazione nel nuovo CPC. Rivista Jus Navigandi, Teresina, anno 20, n. 4237, 6 Feb. 2015. Disponibile a: <http: jus.com.br/artigos/34877="">.</http:> Acceduto a sopra: 18 nov. 2015.

[1] Laurea in giurisprudenza. O Universidade do Vale do Itajaí.

[2] Laurea in giurisprudenza. Universidade do Vale Itajaí

[3] Legge n. 13.105 del 2015.

[4] Articolo 93, IX, della costituzione della Repubblica federativa del Brasile.

[5] Deve essere indicato come CRFB/88 in tutto il testo

[6] http://www.conjur.com.br/2015-Mar-04/Juizes-pedem-veto-artigo-CPC-Exige-fundamentacao

[7] Ibidem.

[8] Ibidem.

[9] http://www.conjur.com.br/2015-Mar-04/Juizes-pedem-veto-artigo-CPC-Exige-fundamentacao.

[10] Ibidem.

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here