Scontri e dilemmi dei tempi nuovi: l’uso della tecnologia nella prassi dei professori del IFMT-Cuiabá MT BRASIL Campus.

0
1434
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SILVA, Marcio Antunes [1]

SEGOVIA, Ana Maria Cáceres [2]

SILVA, Marcio Antunes; SEGOVIA, Ana Maria Cáceres. Scontri e dilemmi dei tempi nuovi: l'occupazione e la tecnologia nella prassi degli insegnanti del IFMT-Campus Cuiabá-MT-Brasile. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 1. Vol. 8. pp. 193-209. Settembre 2016. ISSN. 2448-0959

Sommario:

Introduzione: ci sono due principali sfide oggi nella zona del paese è le qualifiche degli insegnanti e l'aggiornamento degli insegnanti in progressi educativi. Anche se apparente dualità, sono realtà diverse e importanti per il professionista di insegnamento. Obiettivo: per studiare e analizzare il processo di innovazione tecnologica praticata dagli insegnanti dell'Istituto federale di istruzione, scienza e tecnologia, Campus Cuiabá-MT conclusione: gli insegnanti hanno resistito coraggiosamente ai cambiamenti e anche con i progressi tecnologici in cerca di cambiamenti di messa a fuoco dall'insegnamento all'apprendimento. Così, è stato trovato che non sarà facile cambiare questa cultura scolastica tradizionale, perché queste innovazioni in questo senso sono più lente. Tuttavia, gli studenti sono pronti per multimedia, ma gli insegnanti, in generale, no. In alcune domande, notare che gli insegnanti sedersi ogni volta che il divario nel campo delle tecnologie e, in generale, cercare di tenere per quanto possibile, facendo piccole concessioni, senza cambiare l'essenziale. È stato anche verificato che c'è un disagio sperimentato da molti insegnanti, dal momento che molti hanno paura di esporre le loro difficoltà di fronte agli studenti.

Parole chiave: Educazione, tecnologia, apprendimento.

1. INTRODUZIONE

Con l'avvento della tecnologia sono stati creati nuovi spazi e possibilità, e l'educazione tradizionale ha vinto nuove direzioni. L'arrivo del computer e altre tecnologie quali Internet, ci ha portato nuovi standard di complessità, di competitività e di continui cambiamenti in tutti gli sforzi. L'unico modo di ottenere sepolto da quella complessità e le modifiche non è attraverso l'apprendimento costante e risposta immediata.

In questa "nuova scena" che hanno preso, che in materia di istruzione, abbiamo incontrato insegnanti che non accettano un cambiamento nell'atteggiamento pedagogico e/o non siano adeguatamente preparati per le modifiche. Questa mancanza di flessibilità ostacola la diffusione dell'apprendimento e di conseguenza influisce sul processo di insegnamento-apprendimento dello studente. Per studiare questa "nuova scena" della vita moderna, ha scelto il Federal Institute di educazione, scienza e tecnologia del Mato Grosso, a vivere un momento di transizione, dove le tecnologie educative implica non solo assicurare la presenza dei media in aula, ma soprattutto per garantire la loro integrazione nel curriculum i processi.

A questo scopo questo studio è stato guidato dalla seguente domanda guida: progresso tecnologico raggiunge tutte le imprese, governo e sfere educative. E se gli insegnanti di IFMT Campus Londra sono preparati e qualificati ad utilizzare gli strumenti della tecnologia? Se gli studenti che cercano di insegnare IFMT Campus Londra perché ciò si presenta preparato per formazione tecnologica? Se la tecnologia nel settore dell'istruzione è una realtà all'interno dell'istituzione Campus IFMT Cuiabá-MT? Se l'educazione tecnologica dell'istituzione soddisfa la domanda del mercato del lavoro? E come insegnanti sono inseriti in questo mondo tecnologico? A fronte di tutte queste indagini ha formulato i seguenti tre problemi: la tecnologia in materia di istruzione, insegnamento-apprendimento IFMT Campus di Cuiabá, MT viene soddisfare la sua funzione, che è quello di facilitare l'accesso alla conoscenza?

Il tema è apparso guidato da esperienza, authoring professionale, arti grafiche e Dottorando di ricerca vari temi era quella che più ha attirato la sua attenzione, perché in letteratura ci sono carenza di articoli e materiali sul tema. E, come un risultato di questo punto di vista, ha cercato di fornire il proprio contributo allo studio e ricerca sul soggetto osservato che ha fino a professore affinare la curiosità del discente, portando lo studente nell'intimità del vostro pensiero. A questo punto è che se affrontato con il cosiddetto curiosità umana, quali Paulo freire descrive che prima di qualsiasi tentativo di discussione di tecnica, materiali, metodi per dynamic class così, è indispensabile che il professore trova "riposato" nel sapere che la pietra angolare è curiosità umana. È lei che mi fa chiedere, sapere, atto, chiedere di più, riconoscere.

Il presente studio ha mirato a indagare e analizzare il processo di innovazione tecnologica praticata dagli insegnanti dell'Istituto federale di istruzione, scienza e tecnologia, Londra. Obiettivi specifici: cercherà di esaminare l'occupabilità della tecnologia nell'insegnamento e apprendimento, nonché lo sviluppo di strumenti di osservazione e di controllo, dando rilevanza ai seguenti aspetti della traiettoria accademica e professionale; Area di competenza all'interno dell'istituzione; L'importanza di capacity-building in inserimento di tecnologia; Influenza di influenza politica istituzionale educativo dell'insegnamento e della ricerca nel processo di innovazione tecnologica e di reti formali ed informali di informazioni.

2. REVISIONE DELLA LETTERATURA

2.1. IL LAVORO EDUCATIVO CRITICO

2.1.1 aspetti generali

In secondo luogo, il presupposto generale Zeichner è sottolineando la necessità di "domanda di pratica riflessiva anche l'adeguatezza degli obiettivi educativi alle diverse realtà che derivano, così come le strutture e le relazioni che opprimono e che mantiene lo status quo di potenza.  In altre parole capiamo il lavoro educativo come un lavoro essenzialmente politico. "[…]c'è un aspetto politico; l'educazione è politica. Lei ha un educare, voglio dire: c'è una natura politica dell'atto educativo, indiscutibile.

La pratica critica riflettente insegnante, in questo senso, è non solo per la loro emancipazione, ma anche ai suoi studenti. Quando un insegnante è in grado di riflettere criticamente e comprendere il significato socio-politico del suo lavoro, che può più facilmente: "[…]organizzare, trasmettere e valutare la conoscenza della scuola che cercano di soddisfare le esigenze di studenti dagli strati più poveri della popolazione".

Quindi possiamo dire che non sempre gli insegnanti, sia in fase di formazione iniziale come continuato, sono consapevoli del loro ruolo all'interno di un progetto educativo. Corsi di formazione permanente darà teorico-metodologici sovvenzioni agli insegnanti per la ricerca, creare alternative criticamente educativo coerente con la loro realtà e aspirazioni dei tempi moderni.

Questa consapevolezza dell'importanza della riflessione sul tuo aggiornamento deve essere costante. Tuttavia, nessuno di che avanzerà se esistono congiunto qualità della formazione con una volontà di propri professionisti.

2.2 insegnamento di conoscenze

Conoscenza degli insegnanti è intesa come una società della conoscenza. Questo significa che non è identificato con il carattere conoscitivo, ma anche attraverso le relazioni che egli stabilisce al lavoro, con la tua identità personale e professionale. Il lavoro del professore è coinvolto dalle relazioni sociali che costituiscono modi di agire, di comunicare, di pensare, di sviluppo scientifico e tecnologico appropriato, queste relazioni che partecipano nella strutturazione del processo educativo.

La conoscenza che gli insegnanti acquisiscono ha significati nelle azioni quotidiane. Così, la conoscenza degli insegnanti sono costruiti lungo le esperienze pratiche, formazione degli insegnanti e soprattutto all'incrocio di questi due elementi. Melo (2002) avverte che, attualmente in formazione, contenuti didattici, sociologici, psicologici, tra molti altri studi teorici, non presentano relazioni con attività didattiche di tutti i giorni.

Le domande di autore che spesso questi studi sono presentati dai professori dell'Università che non hanno mai avuto contatto con la realtà. In questo modo, futuri insegnanti e anche quelli già lavorando nella professione, non può dare significato alla teorie e ricerche sviluppate, data la mancanza di interazione con la realtà. Di conseguenza, il futuro professore di assumere la proprietà delle particolarità dell'attività di insegnamento, dovrebbero imparare il mestiere con quelli già nella professione. Per questo autore, "la sfida principale per la formazione degli insegnanti nei prossimi anni sarà di aprire uno spazio più ampio per la conoscenza di lavoro nel curriculum".

Che cosa dimostra che il modello di Mello è formazione dovrebbe stabilire la connessione tra la formazione teorica e pratica professionale degli insegnanti. Un altro conto detenuto da questo autore, la formazione di insegnamento di processo, riporta la questione delle discipline, che, secondo lui, gli argomenti sono presentati in forma frammentaria, senza interazione con l'altro, che dà effetto ridotto sulla formazione degli studenti.

La carriera di insegnante dovrebbe riuscire alternativamente almeno quattro fasi di preparazione per la professione, cronologicamente differente e che indicare vie per l'acquisizione di conoscenze e competenze. La prima fase inizia sull'educazione prima all'Università più successivamente viene al iniziazione nell'istruzione universitaria, dopo l'inizio della sua carriera nell'insegnamento, perseguire la formazione continua durante la pratica della professione. Gli insegnanti costruire la conoscenza per tutta la vita, caricata dal tuo storia professionale, marchi e familiare. Così, durante l'esercizio della professione lavoro conoscenza specifica delle aree in cui operano e il ressignificam secondo le loro storie di vita e con la realtà degli studenti.

Ci sono almeno tre tipi di conoscenza da sviluppare nell'insegnamento e nella formazione professionale necessaria sulla pratica didattica: conoscenza proposizionale (composto di principi, regole e massime, spesso utilizzati nei corsi di formazione); conoscenza di casi particolari; e la conoscenza dei modi per applicare norme adeguate ai casi identificati correttamente (sviluppati dal professor quando di fronte a situazioni controverse. Secondo Zeichner, conoscenza scientifica delle regole e dei principi e la conoscenza di insegnamento casi dettagliatamente descritto e analizzato criticamente si combinano per definire la base di conoscenza per l'insegnamento: 1

(…) La conoscenza di come applicare, adattare e, se necessario, inventare regole per casi particolari si sostanzia anche questa Fondazione, costituita da conoscenze pedagogiche generali (teorie e principi dell'insegnamento e dell'apprendimento, conoscenza degli studenti, la conoscenza della gestione di classe), di conoscenza dei contenuti specifico (concetti e idee di uno spazio di conoscenza; forme di costruzione della conoscenza in certa zona); e conoscenza dei contenuti pedagogico.

Conoscenza dei contenuti pedagogico che rappresenta una combinazione di conoscenza della materia e la conoscenza dell'insegnamento, viene nominato un nuovo tipo di conoscenza del territorio che si è sviluppato dal professor quando cercando di insegnare a un particolare argomento ai loro studenti. È una nuova conoscenza, perché è rivisto e migliorato da un insegnamento che fa uso di altri tipi di conoscenza in modo che si può davvero capire dagli studenti.

Si presuppone una personale elaborazione dell'insegnante per affrontare il processo di trasformazione nell'insegnamento il contenuto appreso durante il suo processo formativo, che incorporano i contenuti più pertinenti: ad essere insegnata. All'interno della categoria di conoscenza dei contenuti pedagogico, allego, per argomenti più regolarmente insegnati in una determinata area di conoscenza, le rappresentazioni più utili di tali idee, il più potente analogie, illustrazioni, esempi, spiegazioni e dimostrazioni in altre parole, i modi di rappresentare e di formulare il contenuto lo rendono comprensibile agli altri, (…) "Inoltre includono una comprensione di ciò che rende l'apprendimento di alcuni temi specifici facile o difficile; le concezioni e i preconcetti che gli studenti di diverse età e playlist portare per le situazioni di apprendimento ".

Casi e metodi di insegnamento casi acquistano significato una volta dispongono di potenzialità come strumento di sviluppo del ragionamento pedagogico e di costruzione di conoscenza dei contenuti pedagogici.

(…) I casi sull'insegnamento sono importanti per lo sviluppo di strutture di conoscenza che permettono agli insegnanti di riconoscere nuovi eventi, capirli e delineare forme sensibili ed educative di azione (MIZUKAMI, 2000, p. 153).

Il processo mediante il quale gli insegnanti possono trasformare la conoscenza in insegnamento è definito come processo di ragionamento pedagogico. Copre gli aspetti comuni all'atto dell'insegnamento, ad esempio, comprensione, elaborazione, formazione, valutazione, riflessione, nuova comprensione. I paragrafi precedenti ha presentato una riflessione teorica e metodologica della formazione degli insegnanti, questo impegno professionale con la società è stato presentato come diversi punti di vista di esperti distinti. Tuttavia, la realtà contemporanea punti una nuova identità per il professionista insegnamento personale, a partire con il "identità del professore universitario", che ha un profilo nuovo, più moderno e dinamico, tuttavia, ha influenzato direttamente l'azienda, che non ha registrato cambiamenti.

Le responsabilità e le preoccupazioni esistono ancora dopo che l'insegnante è il professionista che insegna classi per l'educazione della prima infanzia, elementare, liceo, tecnico, professionale e superiore. La responsabilità dell'insegnante, Paulo Freire dice:

(…) La responsabilità dell'insegnante, che a volte non capiscono, è sempre ottima. La natura stessa del suo allenatore eminentemente pratico, sottolinea il modo esegue. La loro presenza in aula è così esemplare che nessun professore o un insegnante sfugge il giudizio è espresso sulla mancanza di giudizio. Il giudizio peggiore è quello che viene considerato l'insegnante un'assenza in aula.

Dovrebbe essere precisato che il "professor formata per essere un insegnante" si assume per sé vari ruoli, essere confusi con il padre, madre, amico, compagno, Advisor. E anche un professore, soddisfare se stessi con vuota, senza rendersene conto, del suo ruolo unico e luogo: essere un maestro. La routine è sentimenti umani coinvolti. In questo contesto, l'insegnante diventa il principale agente nella materializzazione delle politiche educative, è un'identità che interesserà o meno, nella formazione degli altri insegnanti. Quello che deve essere detto è che tanto sono le ragioni per la scarsa formazione degli insegnanti, che è perché l'identità del professore universitario ha cambiato e sta cambiando, e questo cambiamento ha colpito direttamente la società con i suoi pro e i suoi contro.

2.3 arte importante del COMPUTER nell'educazione

Per Freire, chi insegna impara a insegnare e imparare che imparare. La frase è un vero e proprio quando siamo di fronte a studenti e/o comuni cittadini in cerca di conoscenza, e oggi sempre più persone sono alla ricerca di questa conoscenza, soprattutto riguardo i nuovi paradigmi tecnologici nel campo dell'istruzione. Così, i nuovi parametri curricolari aumentano l'uso delle nuove tecnologie, in questo contesto, molti insegnanti sono ricorrere a corsi di formazione, per imparare come insegnare di nuovo.

Si può dire che questa è una delle più grandi sfide che gli insegnanti si trovano ad affrontare, perché la formazione ha subito grandi cambiamenti dalla rivoluzione industriale, con l'avanzamento della tecnologia e la democratizzazione dell'istruzione, ha preso nuove direzioni.  In questo contesto, molti educatori sono costretti a imparare come insegnare di nuovo. Un buon esempio sono i molti corsi di apprendimento a distanza, che utilizza il computer come mezzo di trasmissione della conoscenza, è l'accorciamento della distanza tra l'insegnante e lo studente, cioè è l'accorciamento dei mezzi (rurale-urbano).

In questa modalità di insegnamento, l'insegnante deve per imparare a trattare con gli strumenti di Internet, che sono "in bocca e mente" di giovani e adolescenti, che sono i Blog, post, MSN, testi, audio messaggi tra gli altri.  Un altro fattore, che conduce a re-imparare come insegnare, è la nostra realtà, che ci offre ogni secondo una nuova informazione, solo essere collegato, essere aggiornati, o con il gossip delle celebrità, o con la ricerca scientifica, lancio di libri ecc., è la globalizzazione delle informazioni. Motivo, la diffusione e per non dire la banalizzazione dell'elettronica di consumo, presente nella nostra vita quotidiana.

In questo modo, le informazioni sono quasi in tempo reale e non essere aggiornati consente noi obsoleto e spesso senti come sciocchi davanti studenti, Vedi, per esempio, il telefono cellulare, sono impressionanti sue numerose funzioni, che sono molto ben accettati e utilizzati tra giovani e adolescenti.

Il cellulare è un'estensione del computer, tutto o quasi tutto. È un accessorio comune a tutti gli individui di diverse classi sociali, ma quello che devi fare, il cellulare con l'importanza del computer per l'insegnante? Semplice, nel mezzo di una classe, gli studenti sono costantemente collegati in rete, ricezione di messaggi e/o passaggio di messaggi, gli eventi che stanno accadendo o semplicemente capita, arriva prima e poi gli insegnanti. Purtroppo, questa è la nuova realtà dell'istruzione. Voglio dire, purtroppo, perché anche se ci stiamo fornito con conoscenze teoriche e scientifiche, e consegniamo i nostri contenuti, siamo spesso presi di sorpresa da nuove informazioni, che ancora, non abbiamo avuto accesso, per mancanza di tempo.

Quest'ultimo consumato, in didattiche, pianificazione riunioni e altre attività di insegnamento obbligatorio. No, che incontri formativi e pianificazione, non sono importanti, tuttavia, è necessario innovare, portando alla realtà di insegnare l'importanza dell'uso del computer, come utilizzare questo strumento per, etico e tutto. Dovrebbe essere notato che molte scuole di vietano l'uso di telefoni cellulari in classe, tuttavia, è un avvertimento, considerando che è solo durante la scuola, tra le classi, l'uso, non è proibitivo, quello che voglio dire che questo intero carico di informazioni che vengono agli studenti, essi ci onere e spesso scoraggiato, perché c'è così tante informazioni su internet , gli studenti non sono più interessati nella scuola.

In questo contesto, contemporanea si rende conto che la scuola ha cambiato, e che questo non è più l'unica fonte di sapere in grado di garantire il prestigio e status sociale. Oggi, anche se continuano a svolgere un ruolo importante, non ha più il monopolio della conoscenza, vale a dire, attualmente, ci sono già molti altri ugualmente credibili fonti di informazione. Queste nuove fonti di informazioni sono incluse nuove tecnologie che sono eccellenti risorse per la costruzione della conoscenza.

Il contributo del professore, in questo senso, è di fondamentale importanza, nell'ordine, di innovare, non solo in una comunicazione unilaterale con gli studenti, è necessario utilizzare creatività e in particolare di materiale multimediale, audiovisivi, così che l'educazione avviene in un'azione cooperativa. La realtà è lì, diamo un'occhiata a un esempio di tecnologia che è stato eccellere nelle risorse più educative, è che il telerilevamento consente di estrarre informazioni, poiché i dati contenuti in una singola immagine possono essere usati per multi-purpose.

Tuttavia, per diffondere l'uso di questa tecnologia, è necessario conoscere alcune tecniche e padroneggiare alcuni strumenti direttamente collegato al computer. Basato su questa premessa, ci rendiamo conto l'importanza di imparare ad insegnare. E l'insegnamento è insegnamento formazione intrinseca.

2.4 la tecnologia nel settore dell'istruzione

"Technology in education" è più ampio di "espressione informatica nell'educazione", che tradizionalmente favorisce l'uso del computer in classe, o, più recentemente, l'uso dei computer in rete a cui connettersi l'aula con il mondo esterno a lei via Internet. L'espressione "technology in education" copre la tecnologia dell'informazione in materia di istruzione, ma non limitate ad esso. Include anche l'uso della televisione, video e radio (e, perché no, il cinema) nella promozione della formazione.

Finalizza questa revisione di letteratura per affrontare che le tecnologie sono vecchie come la specie umana. Infatti, in ogni momento, dando luogo a più differenziate tecnologie, ogni stagione è stata caratterizzata da elementi tecnologici che sono stati importanti per la sopravvivenza della specie umana. Acqua, fuoco, un pezzo di legno o un osso di un animale sono stato utilizzato per uccidere e guidare lontani animali o altri uomini che potrebbero rappresentare una minaccia.

3. METODOLOGIA

3.1 tipo di studio

Lo studio presente è stato preparato mediante ricerca bibliografica, metodo quali-quantitativa, esplorativo, descrittivo e d'osservazione con case study. Questa ricerca consisteva nel trovare teorico di riferimento per la formulazione di milestone teorica, essere necessari due passaggi: il primo passaggio utilizzando la ricerca bibliografica, per la formulazione di milestone teorica. Il secondo passo è stato compiuto attraverso interviste oltre la continuazione della ricerca bibliografica.

Ricerca descrittiva ha cercato di osservare, registrare, analizzare e correlare fatti o fenomeni, senza interferire nell'ambiente. Questo studio descrittivo è stato destinato per studiare se l'occupazione di tecnologia facilita o ostacola la pratica di insegnamento. L'approccio qualitativo è una serie di tecniche interpretative che cercare di descrivere, decrittografare, tradurre e, in qualche modo, venire a patti con un significato, non la frequenza di certi fenomeni che si verificano più o meno naturale nel mondo sociale. 16

origine 3,2 dati

Questa ricerca sviluppata attraverso una lista di controllo (questionario semistrutturata), a causa della quantità di campioni (insegnanti) devono essere persone di dati inclusi; tempo della prestazione come insegnante; e l'uso della tecnologia.

Criterio dell'inclusione

Se adottato come criterio di insegnanti di inclusione dell'Istituto federale di istruzione in Cuiaba MT controllando:

  • Dati personali;
  • Tempo della prestazione come insegnante;
  • Uso della tecnologia.

Criteri di esclusione

Questa ricerca sarà sono stata considerata altri professionisti che non insegnano presso l'Istituto federale di istruzione in Cuiaba MT o quelli che non hanno presentato il significato all'oggetto dello studio.

3.3 variabili dello studio

Secondo Lakatos e Marconi, variabile, classificazione o misurazione è un ordine dei casi in due o più categorie interamente compreso e che escludono. Questo studio sarà considerato le seguenti variabili: dati personali; Tempo della prestazione come insegnante; Uso della tecnologia.

raccolta 3,4 dati

Secondo Lakatos e Marconi (2012), raccolta di dati è considerata la fase di ricerca dove selezionata l'applicazione degli strumenti e le tecniche per i dati di rilievo. A tal fine spiegheremo qui di seguito come la raccolta dei dati della ricerca in questione.

3.4.1 periodo di raccolta dati

Raccolta dei dati ha avuto luogo durante l'anno 2010, circa 180 giorni con carico di lavoro giornaliero di 1 ora, per un totale equivalente per 180 ore, dal lunedì al venerdì. 16

3.4.2 tecnica di raccolta dei dati

Abbiamo usato la tecnica delle letture per sviluppare il fichamentos e dopo le lezioni, letture sono state eseguite in pieno, esplorativo, analitico e interpretativo selettiva. 16

3.4.3 raccolta dei dati strumento

Lo strumento di raccolta dati è stato progettato specificamente per questa ricerca Checklist. Le domande sono state elaborate direttamente, deve essere sottolineato che questa ricerca utilizzerà il metodo di campionamento casuale, cioè conglomerato focalizzato su parte della popolazione, in questo caso il Cuiabá IFMT-Campus, mt L'indagine si tenne nel Campus dell'Istituto federale di educazione, scienza e tecnologia-IFMT, Londra, insieme con gli insegnanti, al fine di accertare se l'occupazione di tecnologia facilita o ostacola la pratica di insegnamento.

3,5 aspetti etici

Lo studio osservanza dei principi etici aspetti che secondo copyright legge 9610/98, pubblicato il 19 febbraio 1998, regola i diritti d'autore, forniti sotto questo titolo il copyright e le relative a loro, vale a dire, l'offerta di lavoro letterario, artistico o scientifico all'attenzione del pubblico.

4. RISULTATI OTTENUTI

La prima procedura vengono analizzati nella raccolta di fonti primarie, ovvero, la raccolta di dati sul campo, attraverso questionari e interviste e nella raccolta di fonti secondarie, che sono i prelievi tramite indagini condotte in diverse istituzioni o pubblicazioni. In questa fase era importante definizione del campione che ha risposto ai criteri statistici, in modo che i risultati potrebbero essere generalizzati.

Le prime due questioni contenute nel trattare questionario misura due variabili, ripetuta e molto importante per quanto riguarda il profilo dell'intervistato, pure, sul profilo di questi, età e sesso. La variabile età presenta l'età degli insegnanti attivi nella IFMT.  Sì, questo studio è una variabile importante, permette di controllare l'evoluzione tecnologica in ogni gruppo di età e valutare come questo era o viene applicato nell'insegnamento e nell'apprendimento. Così, si è constatato che il IFMT è un insegnante professionista. Non è troppo giovane e inesperto, i giovani appare rappresentato con solo il 2%; altri 8% sono nell'età gruppo di 60-70 anni sono insegnanti con una vasta esperienza, andare in pensione i cittadini in via di sviluppo; e c'è un equilibrio in altri gruppi di età, il 20% degli insegnanti sono di età compresa tra 30-40 anni; 32% degli insegnanti sono tra i 40 e i 50 anni di età e 38% nel gruppo d'età di 50-60 anni.

Con il 40%, si può affermare che la professione di insegnante è sempre più legittimata nell'universo del Mato Grosso Istituto federale conferma la femminilizzazione della professione docente nella capitale. Anche se in percentuale minore, 40%, il numero di donne nel corso superiore è rappresentante, soprattutto nei corsi di laurea, questo indica che le donne sono in grado di entrare nei corsi superiori, prima diretto soltanto agli uomini. Così, le domande, possiamo osservare le variabili che gli insegnanti di IFMT sono solitamente di mezza età, con predominanza maschile. Così, noi può completare l'esperienza professionale degli insegnanti di IFMT, è ampia e vantaggiosa in termini di conoscenza, in particolare del contenuto insegnato. Tuttavia, quando si tratta di tecnologia, esperienza professionale come insegnante, se arrivando in tradizionalismo e resistenza ai progressi tecnologici.

Circa l'esperienza professionale, gli insegnanti intervistati per questo studio insegnano in media per oltre 14 anni. Così, si scopre che il 30% del personale docente ha solo 10 anni di insegnamento; 16% sono tra 10 e 20 anni di insegnamento; 26% hanno già una vasta esperienza in termini di insegnamento e aula e 28% hanno più di 30 anni in classe.

Per quanto riguarda il personale il risultato dimostra che il 94% degli insegnanti sono efficaci; solo il 4% sono impiegati, l'instabilità di questi è una condizione di agire in due o anche tre scuole, o impegnarsi con lezioni private durante il fine settimana. Quello che per molti è estenuante, tuttavia, necessario per il pagamento completo, tuttavia, l'overhead della scuola, finisce per generare insoddisfazione e bassa produttività, generando frustrazione, che può sviluppare una depressione. E, il 2% sono pensionati professori impegnati nell'insegnamento.

In mezzo la competitività nel mercato del lavoro, che hanno esperienza professionale e qualifiche. Aumentare lo stipendio, aggiornare e creare contatti, sono solo alcuni dei tanti motivi per l'insegnante migliorare, su questa realtà, i dati confermano questo rilievo l'importanza di specializzazione all'insegnamento professionale, 86% del personale docente di IFMT ha concluso la specializzazione, dovrebbe essere precisato che parte di tale percentuale ha partecipato a due o più specializzazione, dimostrando così la capacità nel trattare con il differenziale o il nuovo; Solo il 14% degli insegnanti ha fatto non specializzazione, con avvertimenti, questi presto, sono entrati i programmi di master, quindi saltare la fase di specializzazione.

Riguardo ai maestri, ha mostrati che il 44% degli insegnanti sono maestri, i numeri lo dimostrano che l'educazione permanente dovrebbe essere una costante nella vita professionale dell'insegnante; Tuttavia, c'è una percentuale equilibrata per quanto riguarda non avendo inserito e/o tenuto un master, 42% degli insegnanti non ha fatto i maestri e il 14% sono in corso. Per quanto riguarda il dottorato, notare che la percentuale degli insegnanti con un dottorato, è molto più piccola in relazione alla laurea magistrale. Ma, all'interno del lavoro di campionamento, il 70% degli insegnanti non sono medici, solo il 16% della facoltà sono medici e altri 14% degli insegnanti sta frequentando e/o sono candidati al dottorato.

Quando abbiamo chiesto se si insegnano in altre istituzioni oltre la IFMT, il 92% degli insegnanti riportati insegnamento solo in IFMT e l'8% ha risposto che oltre all'insegnamento presso IFMT, insegna anche presso un'altra istituzione. 75% degli insegnanti insegnano in privato le istituzioni, come dimostra il numeri e 25% in altri.

Quando abbiamo chiesto lo sviluppo di un'altra attività professionale diverso insegnamento 68% degli intervistati ha detto di non sviluppare altre attività oltre all'insegnamento, solo il 32% degli insegnanti si sviluppa altre attività di fuori di insegnamento, in generale sono professionisti di ingegneria.

Informazioni sulla ricezione di e-mail, si noti che le risposte erano equilibrate, 32% degli intervistati ricevere tra 15:30 e-mail al giorno; 26% ricevere tra 06:15 e-mail al giorno; 20% ricevere tra 1 e 6 e-mail al giorno; e solo il 22% degli intervistati ricevono più di 30 email al giorno.

Per quanto riguarda le email con risposte dagli intervistati, oggi l'email è diventata uno strumento di comunicazione estremamente popolare, ogni giorno gli utenti di internet inviano miliardi di messaggi a vicenda e la percentuale di questa ricerca conferma questa tendenza, perché l'80% degli intervistati risponde spesso le email e solo il 20% risponde a volte.

Sulla creazione di Blog, questi sono stati utilizzati da aziende come da professionisti come un modo per diffondere le loro idee saranno in modo semplice e veloce. Fondamentalmente, un blog è un insieme di messaggi brevi o lunghi che sono conosciuti come post.

Questi messaggi vengono ordinati in ordine decrescente di data di pubblicazione. Anche se, molte aziende e professionisti vengono utilizzando il Blog per esporre le loro idee e innovazioni in vari settori della conoscenza, si è osservato che c'è resistenza tra gli intervistati, dunque, solo il 20% di questo già creato un blog con lo scopo di diffondere le loro idee o ricerca; e 80% di questo non ha creato un blog.

Sui social network, era evidente che il 52% degli insegnanti partecipare in qualsiasi social network, e 48% degli insegnanti non ha partecipato in qualsiasi social network. Quando abbiamo chiesto che il social network partecipa, è stato trovato quella parte del corpo docente che è parte della rete, partecipa a due o tre reti sociali. Di conseguenza, 31% degli insegnanti hanno il loro profilo Orkut; 41% su Facebook; 7% in Twiter su Badoo; 13%, 2% su LinkedIn; 2% a Plaxo; e 4% accesso sociale reti di professionisti, cioè indirizzati alla tua specialità. Anche se molti insegnanti mantenere loro profili nei diversi social networks (professionisti o relazioni), è stato osservato che 52% degli utenti di accedere a volte i loro profili e un altro pacco di 32% mai l'accesso ai social network, perché non hanno profili.

Per l'IM (Instant Messaging). Anche se molto popolare, 38% degli intervistati ha mai inviato un messaggio istantaneo, che implica che questo non siano connessi ai progressi tecnologici della comunicazione, o di essere sellati con progettazione classi, preferiscono usare sondaggi o mezzi di comunicazione; 48% fanno uso di IM a volte, che è significativo, dato che sono in parti all'interno di sviluppi tecnologici; e solo il 14% degli intervistati fare uso di tutti i giorni, questi forse sono l'elenco di utenti e fare uso delle risorse di internet ogni giorno.

Infine, è stato trovato che il tempo medio di connessione a internet, è tra 1 e 2 ore, era che cosa ha risposto il 44% degli intervistati; 30% sono collegati più di 4 ore; 16% ha detto soggiornare tra 2 a 4 ore che al giorno su internet e solo il 10% è meno di 1 ora collegato su internet. Gli intervistati in generale accesso ad internet a casa/lavoro per un totale di una percentuale pari al 64% degli intervistati; 20% l'accesso a internet casa/lavoro/Collegio; 10% solo a casa; 4% dei professori solo al lavoro e il 2% utilizza altre risorse per accedere a internet. A svolgimento di corsi via internet, solo il 40% degli intervistati ha tenuto un corso via internet; altri 60% non ha fatto alcun corso via internet.

CONCLUSIONE

Lo studio ha permesso di dimostrare che negli ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti che hanno avuto luogo nell'ambito di questo scenario aumentando educativa con tecnologia aumentata, questo diffusa e carica dal mercato del lavoro, che è feroce, sia per la concorrenza diretta tra le aziende in questo nuovo scenario, e il confronto dei sistemi produttivi a livello locale e internazionale nella ricerca di un vantaggio competitivo.

Lo studio ha mostrato che la tecnologia in materia di istruzione, non è qualcosa che è accaduto in questo momento! E sì nel corso dell'evoluzione umana. Lo studio proposto ha cercato di indagare l'uso di tecnologia dagli insegnanti nel Campus del IFMT-Cuiabá/MT. I risultati, che sono esposti nel capitolo precedente, ci dà la dimensione reale della tecnologia nel campo dell'istruzione. Caso di studio, che consisteva, in uno dei diversi modi per eseguire una ricerca. In generale, se costituita in strategia preferita quando il "come" e/o il "perché" sono questioni centrali, avendo l'investigatore un piccolo controllo sopra gli eventi, e quando il fuoco è un fenomeno contemporaneo all'interno di alcuni contesti di vita reale.

L'istituzione di IFMT è un tradizionale e innovativo, tuttavia, tabulazione e dati di misurazione ha mostrato che parte dei professori ha resistito coraggiosamente ai cambiamenti, in altre parole, i modelli di insegnamento insegnante-messa a fuoco ancora predominante, nonostante i progressi tecnologici in cerca di cambiamenti di messa a fuoco dall'insegnamento all'apprendimento. Tutto questo ci mostra che non è facile cambiare questa cultura scolastica tradizionale, che le innovazioni sarà più lente.

È stato anche verificato che gli studenti sono pronti per il multimedia, insegnanti in genere. In alcune domande, notare che gli insegnanti sentono ogni volta il divario nel campo delle tecnologie e, in generale, cercare di tenere per quanto possibile, facendo piccole concessioni, senza cambiare l'essenziale. Questo disagio rivela che molti insegnanti hanno paura di esporre le loro difficoltà di fronte agli studenti.

Infine, si conclude che gli insegnanti hanno capito hanno bisogno di cambiare, ma non so come farlo e/o non sono disposti a sperimentare con sicurezza. Sta a sottolineare che è necessario fornire le condizioni per il cambiamento nel corpo docente e che per farlo che abbiamo bisogno di investire nella formazione, perché non è sufficiente introdurre computer e li connettersi a internet, sperando solo che migliorare i problemi dell'educazione.

Come una raccomandazione per i futuri lavori, è stato osservato che è molto difficile mantenere la motivazione in corsi faccia a faccia per insegnanti ed è noto che i cambiamenti nell'istruzione dipende più che di nuove tecnologie, noi educatori, gli amministratori e gli studenti e gli educatori che integrano teoria e pratica e si avvicina il pensiero del vivente, che deve potenziare se stessi per soddisfare questa nuova domanda.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

  • KENSI, Vani Moreira. Tecnologie e faccia a faccia e formazione a distanza. Campinas, SP: Papirus, 2003.
  • FREIRE, Paulo. Pedagogia dell'autonomia: conoscenze necessarie per la pratica educativa. 34° ed. São Paulo. Ed. Pace e terra, 1996.
  • Zeichner 2008. Un'analisi critica sulla "riflessione" come concetto di strutturazione nella formazione degli insegnanti. EDUC. Soc. Campinas, vol. 29, n. 103, p. 535-556. Disponibile presso: < http://www.cedes.unicamo.br >.
  • MELLO, Guiomar & REGO, Teresa Cristina. Addestramento di insegnante in America Latina e dei Caraibi: la ricerca per l'innovazione e l'efficienza. Conferenza internazionale: le prestazioni degli insegnanti in America Latina, tempo di nuove priorità. Brasília; 2002.
  • MORIN, Edgar. Le sette conoscenze necessarie per la formazione del futuro, 8th ed., São Paulo, Cortez. 2011.
  • PERRENOUD, Philippe. Le dieci nuove competenze per insegnare. Porto Alegre; Sud Medical Arts, 2010.
  • RAMOS, Marise nogueira. La pedagogia delle competenze: autonomia o adattamento? 8th ed. São Paulo: Cortez, 2012.
  • IMBÉRNON, Francisco. Il formazione professionale degli insegnanti: formazione per il cambiamento e incertezza. 9 ° ed. São Paulo: Cortez, 2011.
  • GADOTTI, Moacir. Pedagogia della Praxis, 12 ° ed., São Paulo, Cortez. 2008.
  • LEO, Emmanuel Casimir. Imparare come penso. 12 ed. Petrópolis: Vozes, 2012.
  • Hermann, Nadja. Pluralità e l'etica nella formazione. 9 ed. Rio de Janeiro; DPZA editore, 2011.
  • DUTRA, Luiz Henrique de a. epistemologia di apprendimento. Rio de Janeiro; DPZA editore, 2000.
  • ARROYO, Miguel G.. Master craft: immagini e auto-immagini, 9 ° ed., Rio de Janeiro, Editora Vozes. 2012.
  • ALARCÃO, Isabel. Insegnanti della scuola riflettente riflettente. 2a ed. Sao Paulo; Cortez, 2003.
  • CHOWDHURY, Gilberto. Il fondamento della filosofia: essere, sapere e fare. 14 ed. São Paulo: Saraiva, 1999.
  • LAKATOS, e. m., MARCONI, a. m. metodologia del lavoro scientifico. 15. ed. São Paulo: Atlas, 2015.

[1] Dottorato in Scienze dell'educazione per Università commercializzazione Y Desarrolo tecnica. Articolo inviato per la qualificazione. [email protected]

[2]  Tecnica di Advisor di Università commercializzazione Y Desarrolo di tesi.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here