La comprensione degli infermieri sulla raccolta e la donazione di organi e tessuti per il trapianto

0
2068
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

SANTOS, José Ribeiro dos [1]

SANTOS, José Ribeiro dos. La comprensione degli infermieri sulla raccolta e la donazione di organi e tessuti per il trapianto. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 01, Ed. 01, vol. 11, pp. 175-182. Dicembre 2016. ISSN: 2448-0959

Questa carta descrive alcune considerazioni circa le responsabilità che elaborano l'infermiera fuori il trapianto. Sulla base della legislazione esistente nel paese e la letteratura disponibile. Evidenziare gli aspetti etici e l'importanza dell'infermiere del team multidisciplinare e la società. Inoltre, è necessario potenziare il processo di trapianto professionisti e istruzione formale, promuovere chiarimenti e discussioni per quanto riguarda la donazione di organi per il trapianto. L'obiettivo era di analizzare la comprensione degli infermieri secondo la produzione scientifica nel periodo dal 2001 al 2010, riferendosi al problema. Il metodo adottato è stato revisione bibliografica integrativa. I risultati indicano la necessità di miglioramenti, misure di formazione continua tra questi professionisti e un ampio approccio al tema. Si è concluso che; Nonostante l'aumento del numero di organo trapianti effettuati, eppure c'è poca produzione letteraria che descrivono e convalidare i risultati della valutazione della conoscenza delle infermiere del processo di trapianto. Quindi, questo studio indica che ci vogliono investimenti nella produzione scientifica, che coinvolge aspetti complessi, per intensificare e migliorare il livello di sviluppo della conoscenza degli infermieri coinvolti nel processo di sensibilizzazione e trapianto di organi per meglio chiarire la questione.

Parole chiave: Donazione di organi, trapianto di legislazione.

1. Introduzione:

Il fantastico sviluppo della tecnologia medica, in particolare negli ultimi 40 anni, ha portato come conseguenza l'aumento della speranza di vita che nel tempo, ha influenzato lo sviluppo della popolazione con riflessi in vari altri aspetti sociali ed economici e ha avuto un impatto concreto sulla prevalenza di malattie croniche degenerative, molti di loro senza trattamento alternativo che non è un trapianto di organo o tessuto (KENNETH,2010)

Potenziale donatore PD; e)-famiglia intervista durante l'identificazione di un potenziale donatore in intensità cura unità o stanza di emergenza, c'è il requisito per la notifica obbligatoria al centro di notifica e distribuzione di organi e tessuti (MATTIA,2010.

Notifica dell'obbligo del potenziale donatore previste dalla legge obbligo di notifica CNCDO, OPOs decentrata, è fatto tramite chiamata telefonica al CNCDO da professionisti di PS o ICU. (CNCDO) passa la ricerca di notifica (OPO) organizzazione degli organi, che, nel tempo, valuta le condizioni cliniche del potenziale donatore, quali l'età, causa di morte cerebrale tempo della diagnosi di morte cerebrale. (CINQUE, 2010).

Per comprendere in modo più ampio le difficoltà coinvolte nel processo di donazione di organi, è essenziale conoscere i motivi esatti per la scarsità di organi è il principale fattore limitante dell'aumento del numero di interventi chirurgici eseguiti. Il dolore dei trapianti basarsi su procedimenti tecnici con un grande progresso tecnologico, non può avvenire senza un donatore di organi (MAGELLAN, 2011).

L'attività di trapianto di organi e tessuti in Brasile iniziato durante l'anno 1964 a Rio de Janeiro e durante l'anno 1965, nella città di São Paulo, con primi due trapianti di rene nel paese, il primo trapianto di cuore ha avuto luogo anche in città di San Paolo durante l'anno 1968, effettuata dal team del Dr. Euriclides de Jesus Zerbini. Avendo il ricevitore sopravvissuto 28 giorni. Questo fatto si è meno di un anno dopo il trapianto Pioneer Dr. Christian Bernard, in Sud Africa (domenica, 2010. PULSANTI DI.2011).

Legislazione:

La legislazione brasiliana sulla donazione di organi è stato sofferenza intensa modificazione negli ultimi anni la prima legge, passato nel 1968, ha avuto la possibilità di lanciare la discussione sul comportamento delle persone di fronte alla donazione di organi (DALBEN,2010. Secondo la Gazzetta ufficiale (2008), la legislazione brasiliana che governa sulla donazione di organi e tessuti, considerando che le disposizioni della legge n ° 9.434 del 4 febbraio 1997 al decreto n. 2.268/97, tutti con rispetto circa la rimozione di organi e parti del corpo umano ai fini del trapianto o innesti di tessuto, decreto n ° 2.268 del 30 giugno 1997-regola legge 9.434 e crea la nazionale centro trapianti (CNT) era responsabile per la centralizzazione di tutti i casi di morte cerebrale nel territorio nazionale attraverso il solo tecnici record e l'avvisi e la distribuzione degli organi (CCNDOs).  Tale legge, tuttavia, subito alcune modifiche dalla legge n ° 10.211, nel 2001 dal registro nazionale dei donatori, stabilire la priorità dei donatori nello svolgimento di autopsia (Istituto di medicina legale), nei casi di morte violenta, tornando alla famiglia donazione di decisione (donazione ammessi) e restituendo l'obbligatoria autorizzazione giudiziaria per vivos indipendenti trapianti.

Donatori e riceventi

Il processo di donazione di organi e tessuti per il trapianto è complesso e fatto up di diverse fasi. Comincia con l'identificazione di un paziente in morte cerebrale (ME) e finisce solo con la conclusione del trapianto.    Per diventare un donatore, è necessario che l'individuo soddisfi alcuni requisiti di base: soddisfare bene e in buono stato di salute fisica e mentale, hanno sangue compatibilità con il ricevitore, eseguire tutti i test raccomandati per questo tipo di chirurgia, essere più di 21 anni di età, hanno superato lo studio immune ed essere un volontario. (CINTRA.2005)

La letteratura del mondo segnala l'aumento esponenziale della banda del ricevitore per i vari organi come un problema universale, i cui risultati di mancata cattura morti da in attesa per l'organo che non è efficace in modo tempestivo è tenuta ad effettuare prove di laboratorio per confermare la compatibilità tra donatori e riceventi.

Barriere alla donazione di organi non

Credenze religiose; La mancanza di comprensione della famiglia; Diffidenza e timore di assistenza commercio di organi per il trapianto; La non accettazione della manipolazione del corpo, la paura della reazione di famiglia; L'assenza o il ritardo della conferma della diagnosi di morte cerebrale, la mancata corrispondenza delle informazioni trasmesse alla famiglia dal personale dell'ospedale, generale domande circa l'immagine del paziente ed è motivo di rifiutare l'anche se donazione della famiglia nella vita ha chiesto di essere compiuta la donazione; L'inadeguatezza del processo di donazione; O anche per non conoscendo il desiderio del paziente defunto, espresso nella vita, non deve essere un donatore di organi, la paura della perdita della persona amata, paura della vostra famiglia non essere morto.

Concetto di morte cerebrale.

Il primo disegno di morte cerebrale è stato sviluppato da un gruppo di neurologo francese, il significato di apnea è stato riconosciuto e descritto da Mollaret e Goulon nel 1959, attraverso una condizione clinica chiamata coma oltre, situazione in cui un cervello è morto in un corpo vivente.

La squadra necessaria per confermare la morte cerebrale (ME), è stato stabilito dal decreto n. 97/2, 268. La diagnosi deve essere eseguita da due squadre di trapianto non-medici, uno con specializzazione in neurologia. La data e l'ora della morte sarà registrati al momento della diagnosi di morte cerebrale (ME). Le vittime di morte violenta, dopo la rimozione di organi, devono essere autopsiadas che la diagnosi di morte cerebrale (ME) varia da paese a paese. In Brasile, il Consiglio federale della medicina, CFM risoluzione n. 1.346/91, definisce la morte cerebrale come il totale e irreversibile cervello funzioni, causa nota e stabilito così indiscutibile. La diagnosi di (ME) un medico effettua gli esami medici che danno la diagnosi di morte cerebrale (ME), il test comprende un esame clinico, evidenziando l'assenza di riflessi del cervello, dopo 6 ore di osservazione, la seconda prova dal medico neurologo che non fa parte del team del trapianto, il test comprende gli esami di flusso di sangue (angiografia cerebrale), o EEG, questo test è per confermare l'assenza di flusso sanguigno nel cervello.

Deve prestare attenzione durante l'esame clinico per temperatura corporea (Santi.2005. Dato quello che è stato esposto, perché è un settore relativamente nuovo per l'infermiera, ricercate nella letteratura la comprensione di questa figura professionale. Lo scopo di questo studio è di analizzare la comprensione degli infermieri e la produzione scientifica nazionale nel periodo dal 2001 al 2010, sul tema la comprensione degli infermieri sulla raccolta e la donazione di organi e tessuti per il trapianto.

2. MATERIALI E METODI

Si tratta di una ricerca di revisione di letteratura, integrativa. Lo studio è una revisione sistematica che consiste di un obiettivo scientifico, tecnico efficace e riproducibile, che rappresenta una riflessione sull'importanza delle azioni dell'infermiere professionale, prima di un potenziale donatore di organi. Questa ricerca è stato inteso per ottenere la letteratura scientifica per identificare infermiere professionale comprensione per quanto riguarda la raccolta e la donazione di organi per il trapianto. Concentrandosi sulle prospettive teoriche adottate, studiato gli articoli inerenti al tema tra gli anni 2001 al 2010, attraverso letture e fichamentos dei testi. Inizialmente il check era composta di titoli, autori e abstracts, al fine di separare le pubblicazioni ripetute, poi sono stati presi in giro tutte le pubblicazioni trovato e selezionato gli articoli inerenti al tema. I testi sono stati selezionati per l'analisi a causa delle implicazioni per la pratica che guida le azioni di cura, per quanto riguarda i protocolli e la cura di un potenziale donatore di organi. I dati verranno memorizzati nel programma per computer Word 2013 e saranno discussi in un approccio qualitativo.

3. Risultati e discussioni

Figura 1-anno di articoli di pubblicazioni ha studiato circa la raccolta e la donazione di organi e tessuti per il trapianto. Fonte: Disegnato dall'autore. São Paulo, 2011
Figura 1-anno di articoli di pubblicazioni ha studiato circa la raccolta e la donazione di organi e tessuti per il trapianto
. Fonte: Disegnato dall'autore. São Paulo, 2011

Di articoli scientifici trovati che erano disponibili in lingua portoghese, le date di pubblicazioni, possiamo vedere nella figura precedente che l'anno 2010 è stato l'anno che ha avuto il maggior numero di articoli pubblicato con 7 pubblicazioni, quindi l'anno del 2007 con 6 pubblicazioni. Nota-Se uno swing tagliente dall'anno 2007 al 2010. Già durante l'anno del 2001 e del 2004 non sono stati trovati elementi che montato il tema. Negli anni 2002, 2003 e nel 2009 sono stati trovati un solo articolo è insito nel soggetto.

È necessario sottolineare che la maggior parte degli articoli pubblicati sono stati redatti da infermieri professionisti seguiti da professionisti medici e altre categorie. L'associazione brasiliana di trapianto ritiene che lo scenario di tutti i trapianti di medici di pazienti e donatori sono importanti, perché non c'è nessun se trapianto erogatore. Secondo Kenneth e Dimas et alla grande sfida del professionista che lavora con l'assorbimento di organi e tessuti è di avere competenze etiche per il miglioramento continuo. Già l'autore Matthias dice che educazione continua ad essere tra i professionisti coinvolti nel processo di raccolta e la donazione di organi e tessuti. Mathew nel vostro punto di studio ad una conoscenza scarsa e limitata di professionisti in relazione a morte cerebrale. Anche se questa carenza di professionisti in relazione al processo comune tutto ciò senza l'effettiva partecipazione della parte anteriore di professione d'infermiera di singolarità e peculiarità che coinvolgono l'intero processo di trapianto, non avremmo raggiunto tali risultati espressivo e accettati dalla società.

Infermieristica ha vinto il vostro spazio con responsabilità e credibilità con la società, il Consiglio federale di professione d'infermiera a causa dell'elevata complessità che coinvolge il processo di trapianto, secondo la legge sull'organo trapianti nel paese, L'ionica ad alta risoluzione N ° 292/2004 determinato e specificato i doveri dell'infermiere (pianificare, attuare, coordinare, sorvegliare e valutare le procedure di cura ai donatori di organi e tessuti. Il tema sulla donazione e trapianto di organi e tessuti dovrebbe essere ulteriormente diffuse tra mondo accademico. Magellan sottolinea che nel processo di trapianto una donazione non è un obbligo ma un'opzione di ogni membro della famiglia.

Il fatto che il negativo della donazione di organi e tessuti è l'ignoranza della volontà del potenziale donatore. La mancanza di chiarimenti e le credenze sono anche individuato fuori come limitare fattori della donazione di organi e tessuti. Gli studi condotti dall'autore domenica dimostra che la quantificazione della possibilità di donazione di organi è stata limitata dal rifiuto familiare come la donazione di organi e decessi avvenuti nei periodi in cui essi erano dimostrando test per morte cerebrale ( Me).

È responsabilità del personale infermieristico per monitorare tutti i dati emodinamici donatore potenziale. Potenziale donatore è il paziente con diagnosi di morte cerebrale in cui essi sono stati scartati come controindicazioni cliniche che rappresentano rischi per i destinatari degli organi. Si deve prestare attenzione l'evoluzione dei pazienti con morte cerebrale ricoverata in unità di terapia intensiva (ICU), affinché la cura con il PD potenziale nel tempo, evitando così la non-donazione da parte di eventuali infezioni e complicazioni.

Infermieristica deve prestare attenzione ai bisogni fisiologici di base del potenziale donatore, dovrà essere resi tutti cura generale, mantenendo al capezzale di 30°, aspirazione delle secrezioni e, polmone cura dei cateteri, misura continua dei segnali pressione arteriosa sistemica, temperatura, pulsossimetria, misurazione della pressione venosa centrale CVP, urina output e sangue glucosio test dovrebbe essere eseguito ogni ora, le diete e gli antibiotici devono essere tenuti.

All'aumento del numero di collezione e donazione di organi e tessuti e, di conseguenza, la riduzione della lista d'attesa, è necessario per la corretta formazione dei professionisti coinvolti nel processo di raccolta di organi. A tal fine il Ministero della salute ha cominciato a insegnare corsi per in-hospital trapianto coordinatori.

Sebbene il trapianto essere un'opportunità per migliorare la qualità della vita dei pazienti con cronici terminali in molti casi che il processo di trapianto può durare giorni, mesi o anni ed il paziente non può raggiungere i livelli di sviluppo per arrivare Morì prima del completamento del processo di trapianto.

4. Conclusione

I dati di questo studio concludono la comprensione che la qualità del rapporto tra le agenzie di finanziamento e professional società favorisce misure sull'attuazione delle pratiche eseguite nel processo di trapianto, supponendo che l'orologio è raison d' ' être di professione d'infermiera diventa essenziale per lavoro scienza formazione e umana di un trader.

Tra la variabilità dell'infermiere si adatta ha sottolineato che le prestazioni di un trader dal team multidisciplinare per catturare e donazione di organi e tessuti di processo è garantito dalla legge. Con le discussioni sollevate dalla nuova legge del trapianto, la società brasiliana può controllare varie informazioni sulla donazione di organi.

I compiti dell'infermiere nel trapianto elaborano fit: la pianificazione di infermieristica, attuare le fasi del processo, coordinare, sorvegliare e valutare le procedure di assistenza infermieristica a donatori e dei riceventi di organi e tessuti.

Altri compiti dell'infermiere nel processo di trapianto è notifica di centri di acquisizione e distribuzione di potenziali donatori di organi, intervistando il tutore legale del donatore, garantendo il tutore legale per discutere con il famiglia di dare il consenso familiare e l'attuazione di assistenza sistematica (SAE), nel processo di raccolta e la donazione di organi e tessuti. Nonostante l'aumento del numero di organo trapianti effettuati, eppure c'è poca produzione letteraria che descrivono e convalidare i risultati della valutazione della conoscenza delle infermiere circa il processo di acquisizione e la donazione di organi e tessuti per il trapianto.

Con il ridotto numero di pubblicazioni scientifiche Mostra in anticipo una breve produzione e comprensione di infermieri circa il processo di acquisizione e la donazione di organi e tessuti per il trapianto. Poiché ci vuole la vasta incorporazione di questo tema nelle griglie curriculari di tutti i livelli scolastici in particolare un approccio più ampio nei corsi di livello graduate. Questo studio tratta di continuare con questo

Ricerca, sostenendo la realizzazione della necessità di investire nella formazione degli infermieri professionisti, in quanto l'azione costituisce un elemento fondamentale nel processo di donazione di organi e tessuti per il trapianto.

5. RIFERIMENTI

Organo brasiliano pulsanti trapianto associazione. Donazione di organo di formazione permanente in aula – legislazion[acesso 19 fev 2011]e. Disponibile presso http://www.adote.org.br/oque_doa ção.htm

ALBUQUERQUE, Jaqueline G. Ana Luisa Barrios de Carvalho, Marcos Vinicius de Oliveira. Fattori predittivi di Infermieristica diagnosi nei pazienti sottoposti a trapianto di rene. Giornale brasiliano di professione d'infermiera. Vol. 63 n ° 1 Brasilia gen/Fev. 2010

Brasile, Gazzetta ufficiale decreto n. 2.268 regola legge n ° 4 9.434 e febbraio 1997, relativa alla rimozione di organi e tessuti per lo svolgimento di trapianti o innesti di tessuti, organi o parti del corpo umano; Ordinanza di Brasília-DF G.u. n. 302 del 29 maggio 2008

CINQUE, Valdir Moreira. Stela: Regina Bianchi. Fattori di stress sperimentati dalle famiglie nel processo di donazione di organi e tessuti per il trapianto. [dissertação de mestrado]. Giornale della scuola di professione d'infermiera dell'Università di São Paulo vol 44 n ° 4 Sao Paulo dicembre 2010.

CINTRA, Vivian. Maria Cristina Senna. Modifiche in Infermieristica Amministrazione il supporto per i trapianti in Brasile. Giornale brasiliano di professione d'infermiera. Brasilia Vol. 58 n. 1, gennaio/febbraio 2005

CICOLO, Emilia Aparecida. Kenneth de Aguiar Roza, Lazaruz Schirmer. Donazione e trapianto: produzione scientifica di professione d'infermiera brasiliana. Giornale brasiliano di professione d'infermiera. Vol. 63 n. 2 Brasilia marzo/aprile 2010.

CFM-federale Consiglio di medicina. Risoluzione n. 1.480, 8 agosto 1997. Criteri per la diagnosi di morte cerebrale,[online] citata maggio 2010. Disponibile in risoluzioni cfm htpp://www.portalmedico.org.br/1997.

Consiglio federale di professione d'infermiera ionica São Paulo. IONICA ad alta risoluzione 292/2004-regola le azioni dell'infermiere in merito all'accettazione di organi e tessuti. Parere COREN-SP GAB n ° 014/2011. Bacino del soggetto. Sao Paulo 2011.

Famiglia de Luca Bert M.C. rifiuto sulla donazione di organi nella notifica, acquisizione e distribuzione di CNCDO/regionale organi zona da mata/Minas Gerais in Brasile. Tesi di laurea non è pubblicato. Istituto di servizio sociale, Università federale di Juiz de Fora. Minas Gerais [links]

DOMENICA, Regina Muhammad. Lyziane Daniel m. Boer Sc: Fabricio Pahani Passamai, MSc. Donazione e raccolta di organi da pazienti cerebralmente morti. Infermieristica Brasile Magazine luglio/agosto 2010; 9 (4)

Fabio de Luigi, Gianna Garcia. Rita Catalina Aquino Caregnato. Donazione di organi e tessuti per il trapianto: rifiuto delle famiglie. TEXO rivista &-infermieristico contesto. Vol. 19 n. 4 Florianópolis ottobre/dicembre 2010.

H. Rech, figlio di Francesco Édison. Movimentazione più potenziale di donatore di organi. Giornale brasiliano delle cure intensive medicina Vol. 19 n. 2 aprile / giugno. São Paulo 2010

MAGALHÃES, Ana Carolina Sichirdi Pio. José Alexandre Pio Magalhães, Roberta Prado Ramos. L'infermiera presso la collezione di organo centrale. [link]. Accesso 13 maggio 2011.

MATTIA, Ana Lucia. Adelaide di Mattia rock, John Paul Aché de Freitas Filho, Maria Helena Barbosa, Michelle Barros Rodrigues, Mithla Gonçalves de oliveira. Analisi delle difficoltà nel processo di donazione di organi: una rassegna integrativa della letteratura. Recensito il Bio-centro Universitário são Camilo Ethikos 2010; 4 (1): 66-74.

Marinho, Alexander. Uno studio sulle code per i trapianti nel sistema sanitario unificato. Sanità pubblica libro Magazine Vol 22 No. 10 Rio de Janeiro ott. 2006.

MINISTERO DELLA SALUTE. Nazionale trapianto trapianto di sistema/in ospedale Comitato. Sao Paulo; 2001. disponibile a htt://dtr2001.saude.gov.br/transplantes/integram.ht

UCCELLO, Ana Lucia Eugenia Velloso. Maura Pedroso Gonçalves, Volnei bottiglia *. Biotico studio di trapianto renale con vivente non donatore parenti in Brasile: l'inefficacia della legislazione sulla prevenzione del traffico di organi. Brasiliano Medical Association Journal 2003; 49 (4): 382-8 Brasilia DF

Ramos, Nancy. Isaac Rosa Marques. Professione d'infermiera cura il potenziale donatore di organi in morte cerebrale. Giornale brasiliano di professione d'infermiera, REBEn. Vol. 61 (1): Brasilia, Gen/Feb. 2008.

ROSSI Carlos Dimas Malik. Fermin Roland schramm. Medico di organi e tessuti del trapianto politica messa a fuoco. Magazine. Libro di settembre di sanità pubblica Vol 22 No. 9 Rio de Janeiro. 20

ROZA, Kenneth di De Aguiar. Valter Duro Garcia, Sayonara di Fatima sarebbe Barbosa, Karina Mariano Dal Sasso, Janine Chirmer. Donazione di organi e tessuti: rapporto con il corpo nella nostra società. Rivista: Acta Paulista infermieristica. Può Vol. 23 n ° 3 São Paulo / giugno 2010.

Marcelo José dos SANTOS. Maria Cristina Komatsu Braga Massarollo. Processo di donazione di organo: percezione dei parenti degli organismi donator[dissertação de mestrado]i. Latin American Journal di professione d'infermiera, vol. 13 n. 3 maggio / giugno 2005 a Ribeirão Preto.

Segretario di stato di salute stanno saltando. Processo di donazione-trapianto/donazione alla legislazion[acesso 13 mar 2011]e. Disponibile in http://portal.saude.gov.br/sa úde/zona. CFM? zona ID 1004.

[1] Laurea specialistica in educazione presso il Universidad Politécnica y Artística Del Paraguay. Professore della facoltà postlaurea associate con il Brasile. High school di insegnamento specializzati, tecnici e superiori. Infermiera specializzata d'emergenza, specialista urgente e di emergenza con un'enfasi su APH. La facoltà di scienze mediche di Santa Casa de São Paulo

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here