Il lavoro di psicologo lungo per tossicodipendenti

0
221
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
ARTIGO EM PDF

SANTOS, Alan Ferreira dos [1]

SANTOS, Alan Ferreira dos. Il lavoro di psicologo lungo per tossicodipendenti. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. Anno 01, vol. 09, pp. 790-798, ottobre/novembre 2016. ISSN:2448-0959

RIEPILOGO

L'area di abuso di droga in Brasile, ha subito diverse trasformazioni nel corso di ultimi anni. Nel corso del tempo stava cambiando il modello di trattamento di dipendenza chimica, a causa dell'aumento delle politiche pubbliche e le ricerche sviluppate nella zona, che ha cambiato il metodo di ricerca, usando la conoscenza di Kurt Lewin (1890-1947). L'inserimento dello psicologo nel permesso l'apertura di un'ampia discussione sulle modalità di cura, per lo più una critica il vecchio asilo di modello, con conseguente cambiamento nella legislazione brasiliana. Metodo: una ricerca bibliografica di natura qualitativa. Obiettivi: Comprendere l'inserimento dello psicologo nel trattamento dei tossicodipendenti e la loro area di contributi.  Conclusione: in questa traiettoria di psicologia ciò che è evidente è che ancora molto deve essere fatto per lo psicologo essere più ampio ancora, perché quando la graduazione ex studente, è totalmente privo di conoscenze necessarie per il trattamento di un il dipendente dalla chimico, ancora non in grado di fare questa accoglienza e supporto questo individuo che si trova in una situazione di vulnerabilità sociale.

Parole chiave: psicologia sociale, dipendenza da ricovero.

INTRODUZIONE

Per comprendere meglio il campo di cura legato alla dipendenza chimica in Brasile, è necessario prima di guardare la prospettiva storica prima la realtà dei metodi di trattamento utilizzato da cliniche di riabilitazione. Per lungo tempo, l'unica opzione per gli utenti di alcol e altre droghe è stato fornito da ospedali psichiatrici o asilares di istituzioni che utilizzato il paradigma di astinenza e di ospedalizzazione obbligatoria, erano tutto un risultato dell'abuso di alcol e droghe delegati all'utente stesso, essendo questa, una macchia sulla società degli anni 50. Il dipendente per aderire alle istituzioni ha subito maltrattamenti, sta attraversando un periodo di astinenza totale e medicalizzazione. Alla fine del trattamento è stata restituita alla società, dove è passato attraverso una serie di difficoltà, perché era una vittima di pregiudizio e discriminazione, questi fattori che hanno contribuito significativamente alla sua ricaduta.

Nel XX secolo, le droghe sono diventate un problema sociale, presentato come un fattore dannoso per la società nel suo complesso, determinando la creazione della corrente "proibizionista consenso globale." Da quel punto su di esso è stato prescritto l'illegalità di alcune sostanze psicoattive che sono considerati nocivi per la salute pubblica, criminalizzati e socialmente desqualificavam utenti di questi farmaci e il generatore delle convinzioni di valore.

Nel corso del tempo stava cambiando il modello di trattamento di dipendenza chimica, a causa dell'aumento delle politiche pubbliche e le ricerche sviluppate nella zona. Gradualmente, sono stati utilizzati nel trattamento dei metodi umanizzato tossicodipendenti, basato sugli studi dello psicologo sociale Kurt Lewin (1890-1947), dove lo stesso, considerare il moto di interrelazione di tutto il contesto dell'individuo. Il prodotto chimico dipendente non è più considerato un criminale di essere legittimato come un "malato", cliniche di trattamento ha cominciato a utilizzare paradigmi umanistiche, dove il focus è stato sempre restituito al soggetto, dove la famiglia del dipendente avrebbe ricevuto il supporto adeguato, essendo possibile riconoscere come tale, determinanti che porterebbero o indurre abuso di droga (Consiglio, F, P, 2013).

INNOVAZIONI SVILUPPATE DA PSICOLOGI IN RELAZIONE ALLA DIPENDENZA CHIMICA.

La difficoltà e la sfida di trattamento tossicodipendenti è una realtà di qualsiasi psicologo, soprattutto quando si tratta di centri per la cura psicosociale (CAPS). Quindi c'è la necessità di cercare proposte per consentire la migliore idoneità per il trattamento, attraverso attività che contribuiscono al salvataggio della cittadinanza del soggetto come partite di calcio, disegno workshop, sessioni di film, riflessioni sulla Etica e gruppi giustizia e psicoterapia. Su (CAPS), l'astinenza è incoraggiata, ma lo scopo maggiore è nel recupero del soggetto, che comincia ad essere perso per entrare sulla dipendenza, la creazione di fiducia deve essere stabilita da psicologo e così il collegamento permetterà all'utente di capire il processo attraverso il quale sta passando e che l'istituzione troverà l'host richiesto per la riabilitazione (Consiglio, F, P, 2013).

A causa della grande richiesta di pazienti e alcuni psicologi per partecipare, alcune istituzioni usano come terapia e metodo di lavoro focus group che aiuta nella socializzazione delle persone a carico. Il gruppo permette la comprensione che il tossicodipendente ha di se stesso, assumendo la messa a fuoco di counseling (sessione di terapia) più efficaci nel trattamento della dipendenza chimica "gli utenti possono fermare e pensare: esistono, hanno emozioni e sentimenti "(Consiglio, F, P, 2011, pag. 10).

Ma è importante notare, che cercare aiuto da professionisti della salute è non una realtà per alcune persone in situazione di rischio e vulnerabilità sociale, così che è stato creato alla fine del decennio del 90 a Salvador (BA) il progetto chiamata strada uffici, composto da in cliniche mobili secondo le necessità di ogni domanda, il gruppo è composto da professionisti della salute, tra cui psicologi. Questo progetto è stato creato per i senzatetto che, a causa del pregiudizio sofferto spesso non riescono a ricevere le cure necessarie, l'intenzione è di non giudicare il tuo modo di vivere, così si rendono conto che questi veicoli di servizio ci sono per loro di essere ha accolto con favore.

Le competenze nel team interdisciplinare sono anche una soluzione per la ricezione e routing di nuovi casi nei centri di attenzione, eseguendo il concerto di consultazione con la rete sanitaria di base, dove è spesso il primo ad essere cercato. Consiste in un modo collettivo di discutere casi con professionisti di rete di base e le protezioni e valutare insieme ciò che la migliore opzione di trattamento per tale utente. Il ruolo dello psicologo in relazione al collegamento di consultazione è di guidare altri professionisti sull'importanza della differenziazione dei livelli di gravità della dipendenza e ascoltare gli utenti e le loro famiglie, nella comprensione di psicodinamica delle situazioni, aiutare professionisti a sviluppare strategie per incoraggiare l'utente a rendersi conto che egli è colui che può migliorare la vostra vita e che ha il potere di cambiare la situazione, che cosa stai cercando di promuovere al riguardo è la responsabilità su di sé.

La strategia di riduzione del danno (RD) è stata creata con l'obiettivo di ridurre i danni di salute a causa di pratiche di rischio (ad esempio l'uso di droghe) incoraggiare l'autonomia dell'utente per riacquisire la sua condizione di cittadino secondo i diritti umani incoraggia la creazione di contatti con gli utenti, a causa del contesto di vulnerabilità, non voglio smettere di drogarsi. La RD non utilizza le pratiche di punidoras come l'astinenza, ma consente il contatto tra gli utenti e gli agenti di riduzione del danno, che permette a persone che usano droga (lecita o illecita) ottengono i loro diritti e accedere all'ordine pubblico (salute formazione, lavoro). Il RD deve essere collegato alla rete sanitaria di base e i tappi, dove le persone possono essere soddisfatti vicino ai luoghi dove vivono da agenti riducenti di danni, agenti di salute di comunità e gruppi multidisciplinari.

Il ruolo dello psicologo all'interno di questa strategia è costruito attraverso la creazione di link base, dove si può portare avanti il lavoro, quindi, non è per i professionisti della psicologia, qualsiasi forma di censura morale ai comportamenti degli utenti rispetto all'uso di sostanze psicoattive illecite o comportamenti considerati morale e doganale miscelati considerato come accettabile. Il ruolo dei professionisti è per connettersi a una parte della popolazione che spesso è il margine della salute e della rete sociale per paura del rifiuto (Consiglio, F, P, 2011).

Questa strategia mette in questione le forme di ospedalizzazione che utilizzano l'astinenza come l'unico modo per trovare la qualità della vita, escludendo la possibilità della libertà di scelta e la responsabilità individuale, sociale e familiare, diritto alla completezza loro azioni e reti di sostegno sociale.

La dipendenza chimica è caratterizzata dalla presenza di un gruppo di sintomi psicologici, comportamentali e fisiologici che indicano che l'individuo sta ancora utilizzando una sostanza, nonostante notevoli problemi ad esso correlati. È considerato un problema di salute pubblica che è stata in crescita e superando ogni politiche sociali, emotivi e nazionale di confini. Osserva che i consumatori di droghe, tra cui alcol e cocaina, hanno elevato tasso di ricaduta e la motivazione uno dei fattori importanti per il successo del trattamento.

Ci sono molti fattori che possono motivare l'uso di farmaci, come la ricerca del piacere, o la necessità di essere accettati dal gruppo. Come tale la dipendenza è l'approccio di biopsychosocial a trattare il problema dovrebbe prendere in considerazione elementi biologici, psicologici e sociali e la motivazione deve essere visto come uno stato di prontezza o desiderio di cambiamento, che può galleggiare un momento per altri e può essere inteso come una condizione interna influenzata da fattori esterni. All'interno la motivazione, è un processo mediante il quale l'individuo esegue la transizione tra quattro fasi:

In pré-Gran l'individuo è consapevole del fatto che c'è un problema e, se del caso, si assumerà la responsabilità degli altri. In questa fase non è consigliabile per guidarvi direttamente per l'astinenza e affrontarlo con accuse, perché lui ancora non riconosce che ha bisogno di smettere. L'ideale è quello di aiutarvi a riconoscere e sviluppare la consapevolezza dei loro problemi.

Quando sei nella fase della contemplazione che egli comincia a rendersi conto che c'è un problema, riconosce alcuni svantaggi di usare droghe, ma non esegue alcuna azione per cambiare, vale a dire, USA sempre.

La determinazione è la fase in cui il soggetto intende mira a modificare il comportamento, smettere di drogarsi, trattamento. È necessario, quindi, un piano d'azione per garantire i risultati.

Da lì egli sarà in scena d'azione, mettendo in pratica suoi tentativi di cambiamento. Al momento che tutte le possibilità devono essere facilmente accessibili, ad esempio, il posto vacante in una comunità terapeutica deve essere garantito, in caso contrario, il ritardo sarà un ostacolo, è possibile portarla alla fase di contemplazione o pré-Gran e lui rinuncia.

In fase di manutenzione l'individuo modifica il tuo stile di vita, si allontana dal vecchio gruppo di amici, rimanere astinente ed evitare la ricaduta. È imperativo che egli identificare quali sono le situazioni di rischio che possono favorire la ricaduta, per la prevenzione (FREITAS, D, b. 2006, p. 2).

Dopo uno studio di quattro passaggi precedenti, evidenzia l'importanza dell'uso di tecniche terapeutiche per aiutare questi pazienti sulla diminuzione di ambivalenza, cioè il conflitto tra cambiare e al comportamento corrente. Tecniche terapeutiche possono aiutare il progresso pazienti verso le fasi di azione e di manutenzione, dal momento che sono in continua evoluzione e mai discriminare una possibilità di cambiamento.

Il governo ha creato il piano integrato per la lotta alla cocaina e altre droghe. Nonostante varie promesse di miglioramenti nei servizi ospedalieri e la reception, il vero scopo dell'esecutivo e il Congresso nazionale è l'impegno involontario. Questo è perché l'utente di droga rappresenta un pericolo sociale, a causa di perdita della capacità di autodeterminazione.

In cracolândia nel centro di São Paulo si stima che ci sono circa 10000 utenti di cocaina che vivono in condizioni subumane, cocaina crack è visto come "essendo la causa della miseria e dell'emarginazione", tale credenza sociale collabora per l'impegno involontario, sostenendo anche la Internamento obbligatorio, determinato dall'autorità giudiziaria. Segregazione di utente non è una soluzione. Il trattamento obbligatorio è la violenza, significa la negazione della libertà:

L'astinenza non può in alcun caso essere, quindi, l'unico obiettivo da raggiungere. Infatti, quando si tratta di prendersi cura della vita umana, dobbiamo necessariamente affrontare le singolarità, con le diverse possibilità e scelte sono fatte (Brasile, 2003, p. 10).

È necessario rendersi conto che il trattamento involontario non è efficace perché non convince il ragazzo fermare l'abitudine. Se stupefacenti tende a rimanere alta, la politica di trattamento dell'impegno involontario probabilmente indirettamente incoraggiare stupefacenti.

CONSIDERAZIONI FINALI.

La Commissione diritti umani del Consiglio di psicologia eseguita un'ispezione nazionale sulle unità di trattamento dei tossicodipendenti al fine di pubblicizzare la violazione dei diritti dei detenuti.

In stato di São Paulo, dove sono stati osservati due cliniche, di cui entrambi si verificano per la violazione dei diritti umani, come per esempio: punizione/castigo, la mancanza di medici, struttura scadente, scarsa igiene, cibo cattivo, la privazione del contatto sociale, lavoro non remunerato (schiavitù), vincolo e situazioni vessatorie, ignorare la scelta o l'assenza di credo, per mezzo di medicalizzazione, l'orientamento sessuale di disprezzo e tra altri (Consiglio, F, P, 2012).

Completato l'ispezione, è stato osservato il disprezzo la cittadinanza degli utenti, che è contraria all'ordine pubblico. Vale a dire, sostituire la dipendenza chimica per la presentazione di un ideale, mantenendo mite e completamente in inferiorità numerica i soggetti trattati. Per combattere tali abusi degli utenti istituzionalizzati, è necessaria la creazione di politiche pubbliche, quali la continuità della riforma psichiatrica.

La costruzione sociale della realtà è di fondamentale importanza nella vita del soggetto si svilupperà, a causa di modi diversi è possibile ottenere per diventare dipendenti, tuttavia la storia della creazione di una persona può avvertire delle dinamiche sociali che guidare l'individuo a diventare un dipendente.

Un individuo può svilupparsi in una famiglia, che ha effetti positivi, istruzione e reddito socio-economica che soddisfano tutte le esigenze di questo, tuttavia nella vostra vita sociale, cioe ' nel contesto delle interazioni sociali, a seconda della dinamica può essere vissuta un'induzione del soggetto di approfittare di alcuni farmaci o a causa di pressione sociale o necessità per l'inclusione del gruppo, forse a una dipendenza. Allo stesso modo che questo personaggio può avere un buon rapporto sociale, ma abbiamo i conflitti familiari, a pochi passi come quello di stupefacenti come rifugio nel proprio essere. Con questo vediamo che, in modi diversi, può verificarsi la formazione di tossicodipendenti, le variabili sono di immensa complessità a partire dagli aspetti soggettivi (emotivi) ai rapporti sociali più ampi, queste dinamiche sociali sono percepite in un particolare modulo per ogni individuo (Board, F, P, 2012).

Lo psicologo ha diversi ostacoli da superare, dato che problemi che inizia nella pratica professionale, fino alle questioni politiche. Ostacoli nella pratica terapeutica finiscono per diventare comune, richiede, quando in realtà ha ben poco, questo incoraggia il professionista ad agire sul proprio come la strada uffici e una misura di emergenza. Tuttavia non tutti i professionisti stanno finendo sempre con l'idea di innovare e inoltre non sarà tutto ciò che hanno sviluppato le tecniche per la presenza di massa, che, nella maggior parte dei casi non sono altrettanto efficienti che hanno bisogno di altri tipi di trattamento per questi casi, che richiedono una totalità della pratica professionale. Tali questioni principali in una discussione altamente complessa e vasta con la necessità di un interdisciplinare aree scientifiche come la sociologia, politica, psichiatria e l'altre trattare con l'area critica.

Questa traiettoria di psicologia ciò che è evidente è che ancora molto deve essere fatto per lo psicologo essere più ampio ancora, perché quando la graduazione di ex studente, è totalmente privo di conoscenze necessarie per il trattamento di un dipendente chimica, ancora non in grado di fare questa accoglienza e supporto questo individuo che si trova in una situazione di vulnerabilità sociale.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI.

Brasile. Ministero della salute. Coordinamento nazionale di STD e Aids. Manuale di riduzione del danno. Brasília, 2003.

Consiglio, F, p. salute assistenza e contributi di psicologia. Rivista Dialogue: alcol e altre droghe, Brasília: PCP, v. 6, p. 23-25, nov. 2009.

Consiglio, F, p. farmaci: cittadinanza e cura sono chiavi per la psicologia. Gazzetta federale: tossicodipendente ha bisogno di cura, attenzione e dignità. Brasilia: PCP, pagg. 4-7. fuori. 2011.

Consiglio, F, p. droga e cittadinanza: nel dibattito. Brasilia: PCP, 2012.

Consiglio, F, p. emergenti e pratiche innovative di psicologi (i) nel campo delle politiche pubbliche per i centri di assistenza psicosociale: alcol e droghe. Brasilia: PCP, 2011-2013.

Relazione di p. Consiglio, F, dei diritti umani nazionali quarto ispezione: luoghi di internamento per i tossicodipendenti. Brasilia: PCP, 2011.

Consiglio, F, p. tecnico fa riferimento per le prestazioni degli psicologi (le) politiche pubbliche su alcol e altre droghe. Brasilia: PCP, 2013.

FREITAS, b. d. motivazionale per comportamento cambiano negli adolescenti. Porto Velho, Rondônia, 2006.

[1] Corso di laurea di psicologia-Universidade Paulista (Unip)

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here