Bitcoin e la nuova economia mondiale

0
194
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Bitcoin e la nuova economia mondiale
5 (100%) 106 votes
ARTIGO EM PDF

Articolo originale

CHAGAS, Edgar Thiago de Oliveira [1]

CHAGAS, Edgar Thiago de Oliveira. Bitcoin e la nuova economia mondiale. Rivista scientifica multidisciplinare nucleo della conoscenza. Anno 04, ed. 01, vol. 05, pp. 137-168 gennaio 2019. ISSN:2448-0959

Lo studio presente ha come sua proposta di analizzare le sfumature del mercato Bitcoin, dove ha portato una visione ampia di cryptocurrencies o valute virtuali. La principale preoccupazione dei governi con le transazioni con Bitcoin è la possibilità di riciclaggio di denaro e di evasione fiscale, questo perché, la maggior parte dei paesi non hanno regolamentato questa modalità di valuta. C'è un caso specifico dello stato Pátrio che può essere usato come illustrazione per questa ipotesi. C'è un progetto in corso nel Congresso nazionale, che regolano questa modalità di denaro, tuttavia, la nostra magna carta è esplicita nel dichiarare che è la competenza dell'Unione di emettere la moneta. Come il progetto di regolazione di questi, nella sua modalità virtuale, è in fase di elaborazione su un carattere ordinario, non può essere affermato quando, come e se i Bitcoin saranno regolamentati in Brasile.

Parola (s) chiavi (s): Bitcoin, cryptocurrencies, riciclaggio di denaro.

Introduzione

Il presente studio ha come corollario, offrendo una visione ampia del cryptocurrencies per l'economia mondiale, dal momento che numerose transazioni commerciali utilizzano questo processo, di nome Bitcoin. Se non su tutto il pianeta, è noto, almeno, dalla maggior parte dei paesi, soprattutto quelli considerati primo mondo, in questo senso farà alcune pesate su questa moneta.

In Brasile, anche se non vi è ancora alcuna legislazione che le transazioni normatizes in cryptocurrencies, molte persone e le aziende utilizzano questa modalità di valuta, diverso da quello che vale la pena notare che esiste nel Congresso nazionale il disegno di legge n. 2303/2015, che mira a La regolamentazione delle operazioni in cryptocurrencies, secondo il preambolo del disegno di legge che viene fascicolato:

"Ha sull'inclusione delle valute virtuali e dei programmi di chilometraggio di aria nella definizione" delle disposizioni di pagamento "sotto il controllo della Banca centrale."

Questo intento cerca di attuare la regolamentazione dell'operatività, così come riflette su come questa procedura sarà monitorata, come in questo modo, è possibile evitare frodi e riciclaggio di denaro.

L'accesso all'acquisto di Bitcoin è possibile solo attraverso la tecnologia conosciuta come blockchain, in questo Toada, il destart, è necessario tessere alcune sfumature su questa tecnologia.

Molte persone si scambiano con Bitcoins o cryptocurrencies, senza riguardo al fatto che tali operazioni, sebbene non ancora regolamentate nello stato di Pátrio, sono suscettibili di essere tassate, per cui devono essere dichiarate con le autorità tributarie nella dichiarazione di Reddito.

Dal desiderio di fare il riciclaggio di denaro impossibile, il governo non ha misurato gli sforzi per evitare i processi realizzati attraverso valute virtuali. Anche se non vi è alcuna regolamentazione, la pratica transazionale in Bitcoin è perenne, dal momento che la Commissione Securities ha emesso pareri per il mercato finanziario per questo tipo di movimento.

Per il presente studio, una visione olistica di ciò che è il Bitcoin, il blockchain, la tassazione, il posizionamento della Commissione dei valori mobiliari e la tassazione di queste operazioni è andato perduto.

1. Bitcoin

Agner (non datata, p. 5) concettualizzare i Bitcoin come:

"Bitcoin è l'Unione di tecnologie e astrazioni che consentano il consenso tra attori non necessariamente conosciuti da raggiungere in modo decentralizzato senza che la fiducia debba essere depositata in un punto di controllo centrale o che la sicurezza La rete è soggetta a un unico punto di errore. Queste tecnologie formano insieme la base per l'esistenza di una moneta digitale decentralizzata e per qualsiasi altro caso d'uso che possiamo ritrarre per un modello basato sul consenso-come i contratti-indipendentemente dalle autorità centrali come Banche o governi. E, è importante notare che lo stesso termine "Bitcoin" con maiuscolo "B" è comunemente usato per designare la tecnologia nel suo complesso, la rete Bitcoin P2P o il protocollo Bitcoin, mentre Bitcoin (s) con minuscolo "b" è usato per designare l'unità di conto utilizzato in Network ".

Nella dizione dell'autore, Bitcoin è un'armonia tra gli operatori di valute digitali dissociati in modo che non richiedono il controllo centralizzato in una singola istituzione, perché la tecnologia di Bitcoin utilizza la crittografia, in questo deslinde opera Agner (non datato, p. 5-6).

"Bitcoin è una moneta crittografica; E questo è dovuto al fatto che la crittografia è una parte essenziale del suo funzionamento. La crittografia è una branca della matematica che, nella sua moderna definizione, accoglie con favore tutta la tecnologia creata e utilizzata per limitare le verità fondamentali della natura dell'informazione al fine di raggiungere obiettivi quali: nascondere messaggi, dimostrare l'esistenza di un Segreto senza la necessità di rivelare il segreto, dimostrare l'autenticità e l'integrità dei dati, dimostrare il lavoro computazionale ecc. In un primo momento, a Bitcoin, siamo interessati a raggiungere i seguenti obiettivi con l'uso di algoritmi crittografici: garanzia di integrità e coerenza dei dati nella rete e la prova del lavoro computazionale utilizzando hash e l'autenticità delle transazioni Utilizzando le firme digitali di crittografia a chiave pubblica. "

La cifratura è ciò che garantisce la piena e inatinability di tutto il processo transazionale di Bitcoin, in questo senso, secondo il sito Atlas Quantum (allegato i), le persecuzioni sui Bitcoin spingono la loro rispettiva importanza.

Con la dizione di cui sopra, è evidente che la moneta virtuale o cryptocurrency è una tendenza globale, e gradualmente ha guadagnato terreno a scapito della moneta in natura dalla comparsa di carte di credito e di debito.

Come è una tendenza, vi è un aumento dei broker di cryptocurrencies, tuttavia, le più grandi istituzioni finanziarie del paese hanno chiuso le loro porte a questi broker, in quanto l'investimento in Biticoins può diminuire notevolmente il profitto di Le banche commerciali, o anche, causano la diffidenza della legalità proveniente dalla risorsa applicata tramite moneta digitale, secondo Folha de São Paulo (2018, non di pagina).

Il valore nominale di Bitcoin è determinato dal mercato, dal momento che è il metodo di pagamento più sicuro, soprattutto a causa della sua caratteristica di essere un denaro materializzazione digitale, tuttavia, non è rilasciato dal governo. In questo senso, egli preinsegnerà Ulrich (2014, pag. 15).

"… Bitcoin è una forma di denaro, proprio come il reale, il dollaro o l'euro, con la differenza di essere puramente digitale e non essere emessi da qualsiasi governo. Il suo valore è determinato liberamente dagli individui nel mercato. Per le transazioni online, è la forma ideale di pagamento, in quanto è veloce, a buon mercato e sicuro… Con Bitcoin è possibile trasferire fondi da a a B in qualsiasi parte del mondo senza mai dover fidarsi di una terza parte per questo compito semplice. È una tecnologia davvero innovativa. "

Il controllo della transazione Bitcoin prende il problema di un libro intitolato "Ledger". In esso sono trascritte le relazioni di tutte le operazioni, chiamato blockchain, come Seat Ulrich (2014, p. 18):

"L'invenzione di Bitcoin è rivoluzionaria perché, per la prima volta, il problema della doppia spesa può essere risolto senza la necessità di una terza parte; Bitcoin fa distribuire l'indispensabile record storico a tutti gli utenti del sistema attraverso una rete peer-to-peer. Tutte le transazioni che si verificano nell'economia Bitcoin sono registrate in una sorta di libro mastro pubblico e distribuito chiamato blockchain (Block chain, o semplicemente un record pubblico di transazioni), che non è altro che un database di grandi dimensioni Pubblico, contenente la cronologia di tutte le transazioni effettuate. Le nuove transazioni sono controllate contro il blockchain al fine di garantire che gli stessi Bitcoin non sono stati precedentemente spesi, eliminando così il problema della doppia spesa. La rete globale peer-to-peer, composta da migliaia di utenti, diventa l'intermediario stesso. "

Dal presagio dell'autore, si può dire che, la moneta virtuale, viene a rimanere e rivoluzionare il mercato in modo unico, dal momento che l'economia delle transazioni è perenne. Come la valuta Bitcoin è popolarizza, tende a forzare le istituzioni finanziarie convenzionali a rivedere le loro politiche di raccolta di servizi attraverso strategie di ricerca volte a preservare il cliente in modo che non migrano massa al Cryptocurrencies. Inoltre, le valute digitali non hanno la loro nomenclatura nel dollaro, l'euro o un'altra denominazione perché non sono legate al governo, in questo Mister preinsegna Ulrich (20014, p. 18).

"È importante notare che le transazioni nella rete Bitcoin non sono denominati in dollari, euro o reais, come sono in PayPal o Mastercard; Invece, sono chiamati Bitcoin. Questo rende il sistema Bitcoin non solo una rete di pagamento decentralizzata, ma anche una valuta virtuale. Il valore della moneta non deriva dall'oro o da qualche decreto governativo, ma dal valore che le persone attribuiscono ad esso. Il valore reale di un Bitcoin è determinato in un mercato aperto, nello stesso modo in cui si stabiliscono i tassi di cambio tra le diverse valute mondiali. "

Avendo il suo determinato dal mercato, Bitcoin diventa una moneta pubblica il cui utente ha le chiavi di accesso per il trasferimento di proprietà, in questo percorso comprende Ulrich (2014, p. 18 – 19).

"Le transazioni vengono controllate e la doppia spesa viene impedita utilizzando la crittografia a chiave pubblica intelligente. Tale meccanismo richiede che ogni utente sia assegnato due "chiavi", un privato, che è tenuto segreto, come una password, e un altro pubblico, che può essere condiviso con tutti… La transazione – e quindi un trasferimento di proprietà di Bitcoins – viene registrata, timbrata con data e ora ed esposta in un "blocco" del blockchain (il grande database, o Ledger della rete Bitcoin). La crittografia a chiave pubblica garantisce che tutti i computer della rete dispongano di un record costantemente aggiornato e verificato di tutte le transazioni all'interno della rete Bitcoin, che impedisce la doppia spesa e qualsiasi tipo di frode… perché Bitcoin è una rete Peer-to-peer, non esiste un'autorità centrale incaricata di creare unità monetarie o di verificare le transazioni. Questa rete dipende dagli utenti che forniscono la forza computazionale per eseguire i record e le riconciliazioni delle transazioni. Questi utenti sono chiamati "minatori" perché sono ricompensati per il loro lavoro con Bitcoin appena creato. I Bitcoin sono creati, o "estratti", come migliaia di computer sparsi per risolvere complessi problemi matematici che verificano le transazioni nel blockchain ".

Secondo l'autore, cryptocurrencies sono registrati in blockchain o blocchi che cominciano a macinare a causa della loro importanza all'interno del corollario Bitcoin.

2. Blockchain o blocchi

In conformità con l'articolo pubblicato sul sito Atlas Quantum (allegato II) alcune sfumature riguardanti il blockchain come la sua funzionalità dovrebbe essere considerato.

Come notato, il sistema è composto da una tecnologia derivata da Bitcoins, conosciuta da alcuni studiosi come la nuova generazione di Internet, a questa soglia basata Tapscott (2017, p. 20):

"Non stiamo parlando di social network, intelligenza artificiale, big data, robotica o autovetture autonome. Stiamo parlando del blockchain, la tecnologia dietro le valute digitali come Bitcoin. Questa tecnologia rappresenta niente di meno che la seconda generazione di Internet e ha il potenziale per trasformare il denaro, le imprese, il governo e la società.

Nella delinde del fascicolato, per ottenere la transazione effettuata attraverso l'uso di Bitcoin, non è consentito l'uso di intermediari, dal momento che le operazioni sono aperte, in questo Toada capisce Tapscott (2017, p. 21):

"Entra nel blockchain, un vasto Ledger globale distribuiti che gira su milioni di dispositivi ed è aperto a tutti, dove non solo le informazioni, ma qualcosa di valore-denaro, azioni, titoli a reddito fisso e altre attività finanziarie, Scritture e altri Gli strumenti giuridici, la musica, l'arte, le scoperte scientifiche, la proprietà intellettuale, anche i voti, possono essere spostati e conservati in sicurezza e con la privacy e in cui la fiducia è stabilita non da intermediari potenti, ma attraverso Massivamente collaborazione e sapientemente costruito software.

Se Internet è stato il primo formato digitale nativo delle informazioni, allora il blockchain è il primo formato nativo digitale del valore-il nuovo mezzo per il denaro. Agisce come Ledger Ledger, database, notaio, Sentry e clearing, sempre per consenso. Anche se la tecnologia è ancora nascente, ha già detonato un Cambriano esplosione di innovazioni nei servizi finanziari. Ad esempio, i "contratti intelligenti" sono costituiti essenzialmente da righe di codice che mimano la logica dei contratti cartacei, con garanzie di esecuzione, adempimento e pagamento, e dove la fiducia può essere stabilita dal consenso, non dalle banche, dagli agenti depositari, avvocati e tribunali.

L'assunzione è il fondamento del settore dei servizi finanziari. In un certo senso, ogni attività finanziaria è un contratto che assicura il titolare di qualche diritto economico, come la partecipazione in una società o un reddito da un debito obbligazionario. Lo stesso principio si applica a molti altri tipi di attività e di operazioni, dai contratti di assicurazione agli acquisti immobiliari, alle offerte pubbliche iniziali (IPO) e tutto il resto tra loro. Il settore finanziario può sfruttare questa tecnologia per rendere i mercati finanziari radicalmente più efficienti, sicuri, inclusivi e trasparenti. "

I Blockchains hanno una codificazione aperta, permettendo così un restauro cooperativo, perché questa fonte aperta è una delle sue caratteristiche principali, perché la trasparenza più rafforzata è la transazione (Mougayar, 2016).

Alla stessa soglia in Tapscott (2017, p. 23-24):

"Oggi, praticamente tutti i principali attori del settore dei servizi finanziari, dalle banche agli assicuratori e alle imprese di revisione contabile e ai servizi professionali, stanno investendo risorse significative nel blockchain. Secondo una stima, quasi USD 1,4 miliardi è stato investito nella tecnologia blockchain solo nel 2016.

In passato, coloro che hanno finanziato le start-up sono stati i venture capitalist, ma ora, oltre a questi, possiamo vedere le aziende come Goldman Sachs, alibaba, Barclays e Tencent fare questo tipo di investimento di venture.

Questo spiega perché più di 45 banche di prima linea, tra cui Credit Suisse, JP Morgan e UBS, hanno deciso di partecipare al Consorzio R3CEV per sviluppare un'infrastruttura bancaria distribuita e perché Linux ha lanciato il progetto iperledger, associando con IBM, Deutsche Bank, DTCC, London Stock Exchange Group, Wells Fargo e State Street. Recentemente, abbiamo visto lo sforzo congiunto di Monaco di Baviera re, Swiss Re, AEGON, Allianz e Zurigo per lanciare l'iniziativa blockchain asSicurazioni Industry (B3I), la prima iniziativa del tipo nel settore assicurativo. Anche nel gioco NASDAQ, NYSE, LSE e altre borse di studio.

Naturalmente, questa marea di soldi nell'ecosistema è guidato dalla paura tanto quanto la gola. Il blockchain può permettere ai giocatori tradizionali di fare di più con meno, espandendo i servizi, riducendo il rischio e tagliare i costi. Ma diminuisce anche radicalmente le barriere di ingresso per i nuovi giocatori per creare alternative al settore bancario convenzionale, sfidando gli operatori storici in quasi tutti i mercati in cui lavorano ".

Dal pensiero dell'autore, si percepisce che la tecnologia del blockchain non è nuova, perché per anni viene utilizzata dalle più grandi istituzioni finanziarie di tutto il mondo. Ciò che è importante con l'uso di questa caratteristica è l'uso della stessa tecnologia blockchain per le transazioni Bitcoin, che in teoria libera l'investitore dalle grinfie delle grandi istituzioni, perché il blockchain non è una minaccia per le grandi società. In questo senso, la comprensione di Tapscott (2017, p. 24):

"Forse la più grande opportunità offerta da questa tecnologia è di liberarci dalle grinfie di un paradosso inquietante della prosperità. L'economia sta crescendo, ma un minor numero di persone ne beneficia.

Invece di cercare di risolvere il problema della crescita della disuguaglianza sociale solo attraverso la ridistribuzione, possiamo cambiare il modo in cui la ricchezza è pre-distribuiti-e le opportunità-in un primo momento, in quanto tutte le persone, ovunque, da agricoltori Anche i musicisti, possono utilizzare questa tecnologia per condividere più pienamente la ricchezza che generano.

Le aziende intelligenti parteciperanno pienamente all'economia blockchain piuttosto che essere vittime. Nel mondo in via di sviluppo, la distribuzione della generazione di valore (attraverso l'imprenditorialità e le riserve di talento) e la partecipazione al valore (attraverso la proprietà distribuita) possono contribuire a conciliare questo paradosso.

Il blockchain non sarà una minaccia esistenziale per le aziende che abbracciano questo nuovo paradigma tecnologico, perché così essi stessi prenderanno possesso della loro forza dirompente ".

Secondo la spiegazione dell'autore, è evidente che, la tecnologia blockchain, viene ad assistere l'investitore e/o imprenditore nelle loro transazioni commerciali e finanziarie, agendo in modo contrario alla mentalità che difende il sistema come una minaccia per la Società. Questa tecnologia è intesa come un vettore di proprietà innovative che corroborano l'espansione dei sistemi, secondo Greve et al (2018, p. 3-4).

Decentramento: le applicazioni e i sistemi sono attuati in modo distribuito, attraverso la creazione di fiducia tra le parti, senza la necessità di un ente intermediario affidabile. Questa è la motivazione principale per il crescente interesse per il blockchain.

Disponibilità e integrità: l'intero insieme di dati e le transazioni vengono replicati in diversi nodi in modo sicuro, al fine di mantenere il sistema disponibile e coerente.

Trasparenza e verificabilità: tutte le transazioni registrate nel registro sono pubbliche e possono essere verificate e controllate. Inoltre, i codici di tecnologia sono solitamente aperti, verificabili.

ImMutabilità e irrefutability: le transazioni registrate nella contabilità generale non sono modificabili. Una volta registrati, non possono essere confutati. Gli aggiornamenti sono possibili dalla generazione di nuove transazioni e la realizzazione di nuovo consenso.

Privacy e anonimato: è possibile fornire agli utenti la privacy senza che le parti coinvolte abbiano accesso e controllo dei loro dati. In tecnologia, ogni utente gestisce le proprie chiavi e ogni nodo Server archivia solo frammenti crittografati di dati utente. Le transazioni sono in una certa misura anonime, basate sull'indirizzo di coloro che sono coinvolti nel blockchain.

Deintermediation: il blockchain permette l'integrazione tra diversi sistemi in modo diretto ed efficiente. Si tratta quindi di un connettore di sistemi complessi (sistemi Systems), che consente l'eliminazione degli intermediari al fine di semplificare la progettazione di sistemi e process[Xu et al. 2016]i.

Cooperazione e incentivi: offerta di un modello di business basato su incentivi, alla luce della teoria dei giochi. Il consenso su richiesta è ora offerto come servizio a vari livelli e ambiti.

Ci sono innumerevoli vantaggi della piattaforma blockchain, tuttavia questa tecnologia "non ha" ricevuto l'approvazione da parte della popolazione, perché la resistenza è molto alta e, le ricerche in questo ambiente sono molti recenti, così come il mercato non è preparato per l'impatto Del blockchain, perché, contrariamente a quanto pensano gli operatori del mercato finanziario, questa nuova era viene a rivoluzionare e facilitare le transazioni. In questo senso, Tapscott (allegato III), che è fascicolato:

Attraverso l'insegnamento, osserviamo i numerosi vantaggi del blockchain per le operazioni finanziarie, compreso il contenimento delle frodi, considerando che il monitoraggio finanziario è più efficace.

Come già nell'introduzione di questo, lo stato di Pátrio non ha ancora regolato il cryptocurrencies, con un solo disegno di legge che, per sua pertinenza, tesserà alcune sfumature.

3. Bill 2303/2015

In Brasile, c'è il progetto di legge 2303/2015, in un procedimento nel Congresso nazionale, ha come obiettivo la regolazione di Bitcoin, tuttavia, questo modifica la legge 12.865/2013 così come la legge 9613/1998. Uno dei punti principali del progetto può essere visualizzato nella formulazione, come specificato:

Articolo. 1. modificare l'articolo i dell'art. Nono della legge 12.865, del 09 ottobre 2013:

Articolo. Nono………………………………………………………………

I-disciplinare le modalità di pagamento; Compresi quelli basati su valute virtuali e programmi di chilometraggio aereo;

Articolo. 2. aggiungere il seguente § 4 all'art. 11 della legge 9.613, del 03 marzo 1998:

Articolo. 11………………………………………………………………

§ 4 le operazioni di cui al punto i includono quelle che coinvolgono valute virtuali e programmi di chilometraggio aereo "

Articolo. 3 º "applicare alle operazioni effettuate nel mercato virtuale delle valute, in che misura, le disposizioni della legge n. 8.078, dell'11 settembre 1990, e le loro modifiche".

L'autore del disegno di legge, ha sottolineato la sua pianificazione relativo al punto culminante delle valute virtuali utilizzate nelle transazioni finanziarie, di seguito sono le parole del fautore del progetto che è fascicolato:

"Le cosiddette" valute virtuali "guadagnano sempre più importanza nelle operazioni finanziarie correnti.

Anche se non c'è neppure un regolamento nazionale o internazionale in materia, vi è una crescente preoccupazione per gli effetti delle operazioni effettuate con questi strumenti.

Il soggetto ha meritato una relazione speciale della Banca centrale europea (BCE) nell'ottobre 2012, che è stata aggiornata nel febbraio 2015.

Nonostante la mancanza di necessità di un'introduzione immediata di un regolamento più attivo sulle valute virtuali, la relazione indica una serie di rischi che devono essere adeguatamente controllati.

Allora metteremo un'immagine con ciascuna delle conclusioni principali della relazione e un commento. "

Come è essere considerato, l'imminente proponente del 2303/2015 fattura, prende come relativo sostegno il rapporto della Banca centrale di Europa. In questo, ci sono una serie di raccomandazioni per quanto riguarda la progettazione dei rischi di valute virtuali, per la loro importanza queste raccomandazioni sono raccolte di seguito:

Rischi evidenziati dalla relazione

Sulle valute virtuali della BCE

Commento
Non impone un rischio sulla stabilità dei prezzi, mentre la creazione di moneta rimane a un livello basso " Così come l'effetto delle valute virtuali sulla stabilità dei prezzi ancora non porta preoccupazioni fino a quando questi meccanismi non crescono in relazione all'economia. Supponendo che sia inevitabile che in realtà continuano a crescere insieme con l'aumento di utilizzo di Internet, è fino a monitorare da che punto questa premessa cesserà di essere vero.
Essi tendono ad essere intrinsecamente instabile, ma non hanno la bacchetta magica per compromettere la stabilità finanziaria del paese dato il suo limitato collegamento con l'economia reale, il suo basso volume scambiato e la mancanza di accettazione così ampio tra gli utenti " Ancora una volta la relazione della BCE prende debitamente in considerazione che la mancanza di una regolamentazione immediata dipende dalla (ancora) bassa gamma di adozione di queste valute virtuali. Con la crescita di Internet aumentare le valute virtuali ci sarà un incremento naturale dei punti di connessione con l'economia reale, e può continuare a minacciare la stabilità finanziaria. In ogni caso, la relazione indica che tali regimi sono intrinsecamente instabili, con elevata volatilità del loro rapporto di scambio con la valuta locale.
Non è regolamentato in questo momento e non è sorvegliato o monitorato da vicino qualsiasi autorità pubblica, anche se la partecipazione a questi regimi espone gli utenti a credito, liquidità, rischi operativi e legali " Qui la preoccupazione è meno sistemica e più diritto dei consumatori. Gli utilizzatori di questi meccanismi sono inavvertitamente esposti a significativi rischi finanziari e nessuna tutela giuridica di sorta.
Essi possono costituire una sfida per le autorità pubbliche, data l'incertezza giuridica dietro a questi regimi che possono essere utilizzati da criminali, truffatori e persone che riciclano denaro per svolgere le loro operazioni illegali " Le valute virtuali facilitano le attività criminali, soprattutto il riciclaggio di denaro.
Essi possono avere un effetto negativo sulla reputazione delle banche centrali, supponendo che l'uso di tali sistemi cresca considerevolmente e che, in caso di incidente che attiri la copertura della stampa, il pubblico possa percepire l'incidente come causato, in parte, dal fatto che La Banca centrale non fare il suo diritto di lavoro " Uno schema che può essere inteso come una "piramide" che finisce per collassare può essere interpretato come un "nudo" della Banca centrale, minando la sua credibilità.
Essi ricadono sotto la responsabilità delle banche centrali in quanto il loro funzionamento ha caratteristiche condivise con i sistemi di pagamento, il che implica la necessità di esaminare almeno alcuni dei suoi sviluppi e la fornitura di una valutazione Iniziale È un riconoscimento che le valute virtuali costituiscono sistemi di pagamento e come tali dovrebbero essere monitorati da vicino.

Fonte: Bill 2303/2015

Nel corollario del fascicolato è evidente il rischio imminente indicato nella relazione della Banca centrale europea, in particolare attraverso la dizione che viene estratta dal disegno di legge:

"Di tanto in tanto, Bitcoin è circondato da polemiche. A volte è sottolineato il suo potenziale per diventare un'alternativa monetaria al traffico di droga e riciclaggio di denaro, a causa dell'alto grado di anonimato. In altre occasioni, gli utenti hanno sostenuto di aver subito un sostanziale furto di Bitcoins attraverso un "Trojan Horse" che ha ottenuto l'accesso al loro computer. La Electronic Frontier Foundation, che è un'organizzazione che cerca di difendere la libertà nel mondo digitale, ha deciso di non accettare più donazioni in Bitcoin. Tra le ragioni date, essi consideravano "che Bitcoin genera preoccupazioni legali non ancora testate relative alle leggi delle attività finanziarie, con il" timbro di pagamento Act "(legislazione che vieta qualsiasi pagamento di seguito in valuta, nota o assegno inferiore a $1), di Evasione fiscale, protezione dei consumatori e riciclaggio di denaro, tra gli altri.

Per quanto i Bitcoin sono l'alto trionfo, ha il suo funzionamento globale, come la base costante, il disegno di legge 2303/2015, che si basa su:

"Progettato e implementato dal programmatore giapponese Satoshi Nakamoto nel 2009, lo schema si basa su una rete peer-to-peer simile a bit torrent, il famoso protocollo di condivisione di file come film, giochi e musica su Internet. Bitcoin opera a livello globale e può essere utilizzato come valuta per tutti i tipi di transazione (per entrambe le merci, e servizi virtuali e reali), in modo da competere con le valute ufficiali come l'euro e il dollaro…. Anche se Bitcoin è uno schema di valuta virtuale, ha alcune innovazioni che lo rendono più simile alla moneta convenzionale. "

In tal modo, l'offerente accerta che gli organismi competenti dispongono di meccanismi di vigilanza sulle operazioni di cryptocurrencies, così come:

"In una certa misura riteniamo che sia la Banca centrale e il Comitato di controllo delle attività finanziarie (COAF) e gli organi dei consumatori hanno già la competenza per sorvegliare e regolare le valute virtuali. Tuttavia, comprendiamo che le legislazioni che conferiscono tali attribuzioni possono essere più trasparenti in relazione a tali attribuzioni, il che evita inutili interrogazioni giudiziarie.

Così, ci rivolgiamo nella proposta di legge tre questioni relative alle valute virtuali, uno in ogni articolo: i) regolamentazione prudenziale da parte della Banca centrale, II) il riciclaggio di denaro e altre attività illegali e III) tutela dei consumatori. Abbiamo fatto chiarezza nell'arte. 1 º che le "disposizioni di pagamento" citate al punto i dell'art. Nono della legge 12.865, del 09 ottobre 2013 include "quelli basati su valute virtuali e programmi di chilometraggio dell'aria". Inoltre, abbiamo messo in chiaro nell'arte. 2 º che le operazioni che coinvolgono valute virtuali sono incluse nella sorveglianza del COAF: Infine, non lasciamo il dubbio che la legislazione sulla tutela dei consumatori si applica al mondo delle valute virtuali nell'arte. 3 ".

Perché è plausibile per monitorare le operazioni in Bitcoin, il proponente sopravvaluta il progetto per la regolamentazione cryptocurrencies ai principali regolatori dello stato di Pátrio.

Tuttavia, il reLatore della Commissione ha istituito per l'analisi del disegno di legge, il relatore, che è responsabile per la costituzionalità, la juridicity della stessa, ed esprime un sostitutivo che rafforza la proposta di regolamentazione, che è sequestrato:

Articolo. 1. questa legge prevede l'emissione di valute digitali, valute virtuali e cryptocurrencies; Gettoni digitali che rappresentano beni e diritti; Aumento della pena per la criminalità piramidale; e la regolazione dei programmi fedeltà o ricompensa per i consumatori.

Articolo. 2º ai fini della presente legge e di quelli da esso modificati, essa è intesa:

I – moneta digitale, valuta virtuale o cryptocurrency – rappresentazione digitale del valore che funziona come mezzo di pagamento, o unità di conto, o riserva di valore e che non ha corso legale nel paese o all'estero;

II – Digital form – rappresentazione digitale di un bene o di un diritto, che non si qualifica come valuta digitale, valuta virtuale o cryptocurrency ".

Con la dizione del sostitutivo al progetto di legge 2303/2015, la criminalizzazione delle valute digitali è evidente, e altri, come questo, non è stato approvato, tuttavia, può qualsiasi altro deputato manifestare contro o a favore della relazione, ricordando che, come non ha un carattere urgente il progetto viene eseguito in rito ordinario, e quindi non ha alcuna scadenza per l'approvazione.

Poiché dipende da un processo normativo, c'è una difficoltà nel sapere come i Bitcoin dovrebbero essere tassati, o emersi nella dichiarazione di imposta sul reddito, in questo modo, rientra nella regola generale di tassazione che sta andando a tessere alcune sfumature a causa della sua Rilevanza.

4. Bitcoin tassazione

Nell'ordinamento giuridico dello stato di Pátrio, qualsiasi forma di reddito, che è lecitamente guadagnata, deve avere le imposte appropriate raccolte, conformemente al Ausst dell'articolo 153 della Magna Carta, nonché, unitamente alla Articolo 43 del codice fiscale nazionale, in verbis:

"Costituzione federale

Articolo. 153. Spetta all'Unione imporre imposte:

(…)

III – proventi e proventi di qualsiasi natura;

(…)

Codice fiscale nazionale

Articolo. 43-l'imposta, di competenza dell'Unione, sul reddito e sui proventi di qualsiasi natura ha come generatore l'acquisizione di disponibilità economica o giuridica:

I-reddito, così capito il prodotto del capitale, lavoro o combinazione di entrambi;

II-il ricavato di qualsiasi tipo, comprese le ratei non comprese nel paragrafo precedente.

§ 1Il incidenza della tassa è indipendente dalla denominazione di entrate o di reddito, la posizione, lo status giuridico o la nazionalità della fonte, origine e forma di percezione.

§ 2 in caso di entrate o di proventi provenienti dall'estero, la legge stabilisce le condizioni e il momento in cui sarà disponibile, ai fini dell'incidenza fiscale di cui al presente articolo ".

    Dalla legislazione che è stata raccolta, le transazioni con cryptocurrencies saranno tassate dalla legislazione generale. In questo senso si preinsegna Lopes (2016, non di pagina).

"In Brasile, secondo art. 153, paragrafo III, della Costituzione federale e dell'art. 43 del codice fiscale nazionale, si concentra sull'imposta sul reddito per l'acquisizione del reddito, intesa in modo semplificato come un aumento patrimoniale osservato come il prodotto del capitale, del lavoro o della combinazione di entrambi, o, ancora, di proventi da qualsiasi Natura. Pertanto, è semplice osservare che le operazioni che coinvolgono Bitcoin, se si intende ratei sono suscettibili di addebitare l'imposta sul reddito.

In questo senso, l'IRS ha stipulato che il possesso e le transazioni effettuate con Bitcoins devono essere dichiarati dal valore della loro acquisizione nella scheda beni e diritti come "altre attività" e possono essere tassati. Questo perché, anche se non è una moneta, Bitcoin produce ripercussioni finanziarie e, quindi, può significare una manifestazione di ricchezza, suscettibili di raccogliere tributo.

Come spiegato chiaramente nel sito Web dell'IRS, "i guadagni ottenuti dalla vendita di valute virtuali (Bitcoin, per esempio) il cui totale alienato nel mese supera R $35.000 sono tassati, come plusvalenza, al tasso del 15%, e la La riscossione dell'imposta sul reddito è effettuata fino all'ultimo giorno lavorativo del mese successivo all'operazione. " Il sito indica anche che "le operazioni devono essere dimostrate con una documentazione abile e adeguata".

Perché è un bene con valore economico, è anche possibile l'incidenza di altre imposte nella trasmissione di Bitcoin, come il Itcmd, nel caso di trasmissione libera (donazioni), o anche, la trasmissione agli eredi (causa mortis). Ci sono anche alcune aziende che forniscono servizi relativi a Bitcoin, nel qual caso l'incidenza di ISS sulla fornitura di questo servizio è ragionevole.

Come l'autore si deposita, le transazioni Bitcoin sono tassati dalla legislazione. Questo, a sua volta, governa plusvalenze, perché la persona che pratica l'operazione di cryptocurrencies, deve tenere conto al leone, al momento della dichiarazione di imposta sul reddito, tuttavia, con la dizione dell'articolo 21, voce VII della Costituzione federale, in Verbalis, solo se Considera la valuta, quella emessa dall'Unione:

Articolo. 21. L'Unione è responsabile:

(…)

VII-valuta emittente;

(…)".

In questo senso, preinsegnerà il sito di IBET – Istituto brasiliano di studi fiscali che raccoglie:

"Nonostante la terminologia" moneta virtuale ", è il fatto che Bitcoins, almeno fino ad oggi, non può essere legalmente trattato come valute. Questo perché, ai sensi dell'articolo 21, sezione VII della nostra Costituzione federale, l'Unione è responsabile per il rilascio di moneta, ed è certo che la competenza per il rilascio sarà esercitata esclusivamente dalla Banca centrale del Brasile (BACEN), in conformità con l'articolo 164 dello stesso Costituzione federale.

Presto, possiamo concludere, le monete sono quelle emesse dalle autorità governative.

I Bitcoin non sono emessi o controllati da alcuna autorità governativa, quindi derivano da relazioni private.

Il disegno di legge 2.303/2015, nel procedimento presso la camera dei deputati, prevede la regolamentazione dei Bitcoin, che li tratta come regime di pagamento sotto la supervisione della Banca centrale. Ma proprio perché non sono ancora riconosciuti o regolamentati dalle autorità monetarie in Brasile, è comune per molte persone di non preoccuparsi di dichiararli al fisco, che li mette in una situazione di irregolarità.

Per non essere rilasciato dall'autorità competente, molti commercianti di moneta non sono preoccupati per l'elenco del conto dell'imposta sul reddito, tuttavia, la non-dichiarazione di queste operazioni cryptocurrency è un affronto alla legislazione fiscale, e può anche Negoziati, rispondono per evasione fiscale. Per evitare tale imbarazzo, è necessario che l'acquirente/venditore di Bitcoin è informato con l'IRS di procedere con la dichiarazione di imposta sul reddito.

A questa soglia, segue la comprensione dell'Istituto brasiliano di studi fiscali, che è dovuto alla sua importanza:

"… un obbligo giuridico che, se insoddisfatto, può portare all'applicazione di ammenda e tassa, se dovuto.

Poiché non è legalmente caratterizzato come "valuta", ma come un bene, un bene finanziario derivante da relazioni private, l'individuo che ha acquisito Bitcoin deve dichiararlo al gettito federale brasiliano per mezzo della dichiarazione annuale di rettifica. Anche nel 2017, il gettito federale stesso ha divulgato linee guida su come dichiarare Bitcoin.

La linea guida indicata dalle entrate federali brasiliane è che i Bitcoin sono dichiarati nella forma "beni e diritti" come "altre attività" per il loro valore di acquisizione.

Nonostante il prezzo di questa attività nel mercato virtuale, in quanto non vi è alcuna quotazione ufficiale, non vi è alcun obbligo di dichiararlo per il valore della quotazione del 31 dicembre di ogni anno, semplicemente informare il valore di acquisizione e di mantenere la documentazione probatoria del bene In ordine.

Inoltre, come ogni attività, Bitcoin è soggetto a tassazione al momento della sua vendita. Per i valori totali venduti nel mese superiore a R $35000, il contribuente deve raccogliere l'imposta sulle plusvalenze in aliquote che vanno dal 15% al 22,5%, a seconda della gamma di profitto e presentare al fisco la dichiarazione di calcolo delle plusvalenze.

Si noti che l'assenza di Bitcoin dichiarazione può portare il contribuente a un problema futuro nella staffa di maglia sottile. Cioè, supponiamo che una persona ha acquisito Bitcoins per R $10000 e aliena in un secondo momento da R $60000 al ricevimento in contanti o altro tipo di bene.

L'entrata di questo importo o del bene acquisito non può avere origine nella dichiarazione annuale di rettifica ed essere oggetto di interrogazione e autuation da parte dell'IRS ".

Così, se il contribuente ha acquisito Bitcoin è bene essere informati circa la necessità di dichiarazione e di imposta sui guadagni guadagnati al fine di evitare problemi futuri con l'imposta.

Come si può dire, anche se non vi è alcuna regolamentazione del cryptocurrencies, è l'obbligo di coloro che trattano con questo tipo di valuta, informando gli organismi competenti, quindi, i cryptocurrencies, non sono emessi dall'Unione come già primato in questo schema.

Tuttavia, vale la pena notare che diverse economie mondiali hanno già regolato il cryptocurrencies, esprimendosi a favore di questa tendenza, in questo senso Martins (2016, p. 158), mette in luce il fatto che il rilascio di valute virtuali è pianificato e intrinseco, perché evita la L'iperinflazione, che provoca una crescente domanda di questa modalità di valuta, soprattutto perché non fa parte di un controllo centralizzato, che permette a chi lo aderisce, sfuggire agli alti tassi inflazionistici in alcuni paesi.

In questa sede di Toada Fobe (2016, p. 72-73):

"La Banca centrale europea si è già espressa nel senso di regolamentare gli strumenti di pagamento virtuali e che le leggi degli Stati membri saranno soggette. Le principali responsabilità della regolamentazione dei Bitcoin sono, ad oggi, i ministeri delle finanze, gli organi di vigilanza finanziaria, le leggi commerciali e le leggi sulla tutela dei consumatori. Anche se indirettamente, questa ripartizione costituisce un posizionamento dei paesi al fine di categorizzare Bitcoin secondo uno specifico campo di legge, essendo il più utilizzato della legge tributaria ".

Con l'insegnamento di Fobe (2016), si verifica che, nelle economie mondiali e nei paesi che hanno già regolato le transazioni in valute virtuali, queste attività sono le competenze del Ministero delle finanze, perché ciò che più riguarda i governi è come tassare questi Operazioni.

In considerazione del fatto che non vi è alcuna legislazione che disciplina le operazioni di cryptocurrencies, la Securities and Exchange Commissione brasiliana (CVM) ha rilasciato l'artigianato circolare n. 01/2018, posizionandosi in relazione a questo tipo di transazionale, come coltriggers:

"Circular Craft n. 1/2018/CVM/SIN

Rio de Janeiro, 12 gennaio 2018

Ai direttori responsabili dell'amministrazione e della gestione dei fondi d'investimento

Oggetto: fondi di investimento regolamentati da CVM istruzione n. 555/14 in cryptocurrencies

Egregi Signori, ci riferiamo agli annunci effettuati da CVM nel 11/10/2017 e 16/11/2017, relativi alle operazioni di offerte di moneta iniziale ("ICO"), e alle consultazioni, svolte da diversi partecipanti al mercato, circa la possibilità di Fondi di investimento regolati da CVM istruzione n. 555/14, nella corrente denominata "cryptocurrencies".

Come noto, sia in Brasile che in altre giurisdizioni, la natura giuridica ed economica di queste modalità di investimento è ancora stata discussa, senza avere, soprattutto nel mercato interno e nella regolamentazione, una conclusione su tale concettualizzazione.

Così, sulla base di tale indefinizione, l'interpretazione di questo settore tecnico è che la cryptocurrencies non può essere qualificata come attività finanziarie, ai fini dell'articolo 2, V, dell'istruzione CVM n. 555/14, e per questo motivo, la loro acquisizione diretta da parte I fondi di investimento regolamentati non sono ammessi.

Altre consultazioni hanno inoltre raggiunto l'CVM con l'inchiesta sulla possibilità che i fondi di investimento siano costituiti in Brasile per lo scopo specifico di investire in altri veicoli, costituiti da giurisdizioni in cui sono ammessi e Regolamentato, e che a sua volta hanno la strategia di investire in cryptocurrencies.

O, inoltre, derivati ammessi alla negoziazione in ambienti regolamentati in altre giurisdizioni.

Tuttavia, non costa ricostruirsi, ancora una volta, che le discussioni esistenti sugli investimenti in cryptocurrencies, direttamente dai fondi o in altri modi, siano ancora a un livello molto incipiente, e coesistano anche con la legge in corso , n. 2.303/2015, che può impedire, limitare o addirittura criminalizzare la negoziazione di tali modalità di investimento.

Pertanto, nella comprensione del settore tecnico è innegabile che, in relazione a tali investimenti, vi siano ancora molti altri rischi associati alla propria natura (quali i rischi di sicurezza informatica e di custodia privata), o addirittura legati alla futura legalità dei Acquisizione o negoziazione.

In questo modo, questa Soprintendenza informa che tutte queste variabili sono state prese in considerazione nel valutare la possibilità di costituire e strutturare gli investimenti indiretti in cryptocurrencies, senza aver ancora raggiunto una conclusione per Rispetto di tale possibilità (…) ".

L'ufficio trasmesso dalla Securities and Exchange Commission (allegato IV) rende indiscutibili i rischi inerenti alle operazioni con cryptocurrencies, senza una corretta regolamentazione. Inoltre, a metà del 2018, questa stessa Commissione ha curato la lettera n. 11/2018, assevering per quanto riguarda la forma di acquisizione di derivati con cryptocurrencies. Questi dovrebbero essere acquisiti attraverso le chiamate di scambio.

A proposito, è evidente che il governo non sta misurando gli sforzi per spianare la strada per la regolamentazione valutaria virtuale, tuttavia, la preoccupazione principale è il riciclaggio delle risorse finanziarie che possono verificarsi attraverso le valute virtuali, così come i timori Evasione fiscale da parte degli operatori di questi numeraries.

5. Conclusione

Questo saggio ha cercato di portare una visione ampia delle operazioni con le valute virtuali o Bitcoins, a tal fine, le sfumature principali di questa modalità sono state attraversate.

Anche se ci sono paesi che hanno la regolamentazione per tali operazioni, ancora, la maggior parte di queste nazioni sono reticenti sull'applicabilità, perché i Bitcoin non sono considerati come una moneta ufficiale di quei luoghi dove il governo non Tutela, come in Brasile, la Costituzione vieta qualsiasi tipo di valuta che non è l'Unione, tuttavia, nel giorno per giorno, molte persone usano questa modalità.

Il timore più grande degli organi competenti è il riciclaggio del denaro sostenuto da cryptocurrencies, così come dall'evasione fiscale, poiché è il governo che deterrà il controllo sopra l'emissione delle valute virtuali.

Inoltre, va notato che tale portata non mirava a chiarire il problema dell'uso o meno dei Bitcoin, ma piuttosto di portare alla comunità accademica e alla popolazione generale, una visione sull'argomento.

Riferimento

Agner, Marco. Bitcoin per i programmatori. Rio de Janeiro: ITS. P. 5. Disponibile all'indirizzo: Https://legacy.gitbook.com/book/itsriodejaneiro/bitcoin-para-programadores/details. Accessibile il: 04/gen/2019.

ATLANTE QUANTISTICO. Articolo: Bitcoin: tutto quello che dovete sapere! Disponibile da: https://blog.atlasquantum.com/o-que-sao-bitcoins-tudo-o-que-voce-precisa-saber/access il 03/gen/2019

______________ articolo: capire che cosa è e come funziona il blockchain! Disponibile da: https://blog.atlasquantum.com/entenda-o-que-e-e-como-funciona-a-blockchain/access il 03/gen/2019.

Brasile, camera dei deputati. Bill 2303/2015. Disponibile da: https://www.camara.gov.br/proposicoesWeb/fichadetramitacao?idProposicao=1555470 accesso su 03/gen/2019.

___________ . Senato federale. La Costituzione federale del 1988. Disponibile su: https://www.senado.leg.br/atividade/const/con1988/con1988_18.02.2016/art_153_.asp accesso il 04/gen/2019.

___________. Altopiano. Codice fiscale nazionale. Disponibile su: http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/LEIS/L5172.htm accesso il 04/gen/2019.

__________. Securities and Exchange Commission. Oficio circolare n. 01/2018. Disponibile da: http://www.cvm.gov.br/export/sites/cvm/legislacao/oficios-circulares/sin/anexos/oc-sin-0118.pdf accesso in 03/Dec/2019.

__________, Securities e Exchange Commission. Oficio circolare n. 11/2018. Disponibile da: http://www.cvm.gov.br/export/sites/cvm/legislacao/oficios-circulares/sin/anexos/oc-sin-0118.pdf accesso in 03/Dec/2019.

Fobe, Julie Nicole. Bitcoin come valuta parallela: una visione economica e la molteplicità degli sviluppi legali. São Paulo: scuola di legge di São Paulo di Fundação Getúlio Vargas, 2016. Disponibile in:. Accesso in: 03/gen/2019.

FOLHA DE SÃO PAULO ON LINE. Banche chiudere cryptocurrency broker conti. Disponibile da: https://www1.folha.uol.com.br/mercado/2018/01/1951951-bancos-fecham-contas-de-corretoras-de-criptomoedas.shtml accesso su 03/Jan2019.

Sciopero, Fabíola. SAMPAIO, Leobino. Abijaude, Jauberth. COUTINHO, Antonio. Valcy, Ítalo. QUEIROZ, Silvio. Articolo: blockchain e il consenso sulla rivoluzione della domanda. Disponibile da: http://www.sbrc2018.ufscar.br/wp-content/uploads/2018/04/Capitulo5.pdf accesso il: 04/gen/2019.

Istituto brasiliano di studi tributari – IBET. Articolo: Bitcoins e l'IRS. Disponibile da: https://www.ibet.com.br/bitcoins-e-receita-federal/access il 03/gen/2019.

LOPES, Simone. Tassazione dei Bitcoin. Disponibile su: Https://simonerlopes.jusbrasil.com.br/artigos/474837327/tributacao-de-bitcoins accesso il 04/gen/2019.

MARTINS, Armando Nogueira da Gama Lamela. Chi ha paura di Bitcoin? Il funzionamento delle valute criptate e alcune prospettive di innovazioni istituzionali. RJLB, anno 2 (2016), n. 3, 137-171. Disponibile in: accesso on: 03/Jan/219.

Mougayar, William. Il business blockchain: promessa, pratica, e l'applicazione della prossima tecnologia Internet. John Wiley & Sons, 2016.

Tapscott, Don; Tapscott, Alex. Articolo: la rivoluzione blockchain: trasformare le fondamenta dei servizi finanziari. In Review B3. N. 6 – agosto. B3 S.A. – Brasile, Bolsa, balcone. São Paulo: 2017.

ULRICH, Fernando. Bitcoin: la valuta nell'era digitale. Istituto Ludwing von Mises Brasil. São Paulo: 2014.

ALLEGATI

Allegato I-specifica dei Bitcoin

"Bitcoin: tutto quello che c'è da sapere!

Che cosa è Bitcoin?

Si tratta di una moneta digitale o unità monetaria, noto anche come cryptocurrency. Funziona per mezzo di una cifratura, cioè un insieme di tecniche che proteggono le informazioni per assicurarsi che sia solo da chi conosce il codice, garantendo la sua sicurezza.

Tuttavia, la valuta digitale ha il codice aperto. Questo significa che l'accesso è gratuito a chiunque, essendo questa una valuta gestita dagli utenti stessi e senza la necessità di alcun intermediario, come la Banca centrale o anche le società di carte.

Per semplificare il concetto, possiamo dire quello che Bitcoin è: un nuovo mezzo di pagamento utilizzato nelle transazioni online. Questa tecnologia permette la realizzazione di pagamenti elettronici con la stessa efficienza di quelli realizzati con le banconote utilizzate nel mondo fisico.

I pagamenti con Bitcoin sono veloci, economici e con nessun limite minimo o valore massimo. Poiché le transazioni vengono effettuate tra gli utenti stessi, una persona può passare Bitcoin direttamente all'altro senza la necessità di una banca, come con i soldi ordinari.

I costi sono più bassi ed è possibile utilizzarlo in qualsiasi paese senza prerequisiti. Questi sono senza dubbio i maggiori vantaggi di Bitcoin.

Come funziona?

In pratica, Bitcoin è un sistema di comunicazione, cioè un protocollo che funziona attraverso Internet. Questo protocollo è decentralizzato punto-punto, senza la necessità di un server centrale. È possibile accedervi da qualsiasi dispositivo, ovvero telefono, computer o tablet, e da qualsiasi luogo, indipendentemente dal paese in cui soggiornate.

I protocolli fungono da linguaggio universale, consentendo a diversi dispositivi di comunicare attraverso Internet per eseguire diversi compiti specifici.

Essendo un protocollo peer-to-peer o P2P, non può essere chiuso dalle autorità, così come non vi è alcuna società responsabile per la tua e-mail, per esempio, non c'è anche nessuno responsabile di Bitcoin. Pertanto, è praticamente impossibile interrompere il suo funzionamento, in quanto non vi è alcun server centrale per disattivarlo.

I protocolli utilizzati in modo che è possibile accedere alle pagine Web o inviare messaggi di posta elettronica di lavoro scambiando informazioni tra il client e il server. Ad esempio, quando si accede a un sito Web, si comunica con un server che archivia i dati e li invia al computer tramite il protocollo.

Tuttavia, nel caso del P2P, non vi è alcuna distinzione tra il client e il server. Questo è un aspetto interessante, perché gli utenti di questo sistema sono allo stesso tempo i clienti e gli stessi server, con nessun altro intermediario.

Un buon esempio di protocollo P2P è il BitTorrent, programma utilizzato principalmente per la condivisione di filmati, serie e file musicali.

L'idea è che il file che è memorizzato sul vostro computer può essere scaricato da qualsiasi utente scaricando un protocollo, nello stesso modo in cui è possibile scaricare i file forniti da loro.

I detentori del copyright delle canzoni e dei film non hanno modo di impedire il funzionamento di questo protocollo, tanto quanto lo riferiscono alle autorità.

Tornando a Bitcoin, ogni cryptocurrency ha un valore di mercato per trattativa. Ci sono broker virtuali che creano account per la memorizzazione di Bitcoin, e alcuni funzionano in modo simile alla borsa. Voglio dire, è come se stessi investendo nel mercato azionario. Attraverso questi account, noti anche come portafogli o portafogli, puoi salvare Bitcoin sul tuo computer o sul tuo cellulare.

Per consentire l'utilizzo delle valute digitali, viene generata una firma digitale o un codice specifico verificato da una società di estrazione mineraria. Parleremo in dettaglio delle società minerarie più tardi, ma per ora, basti sapere che questo è un processo di contabilità per le registrazioni delle transazioni effettuate con Bitcoins.

Dopo pochi minuti, la transazione verrà approvata e incorporata nella chiamata blockchain, che è costituita da un database che archivia il record di tutte le operazioni eseguite. Infine, il blockchain dimostra che l'operazione è stata effettuata.

Questa è la tecnologia di base delle valute digitali, responsabile per consentire le transazioni finanziarie a materialmente e in modo affidabile. Pertanto, non vi è alcuna necessità di intermediazione di qualsiasi istituzione.

Quando sono emersi i Bitcoin?

Bitcoin è emerso nel 2008, quando Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo del suo creatore-o creatori-ha pubblicato un PDF che spiega il concetto di moneta digitale.

Il suo obiettivo era quello di creare una valuta alternativa che non dipendesse dalla regolamentazione delle istituzioni finanziarie, e può essere gestita dagli stessi utenti. Ciò che nessuno sa, tuttavia, è la vera identità di chi è dietro Bitcoin.

La rete Bitcoin si basa su principi matematici e crittografia, che garantisce la totale sicurezza al sistema. Questo è stato un progetto che ha rivoluzionato la forma di gestione delle risorse, diventando una pietra miliare dell'informatica per l'economia moderna.

In un modo riassunto, Bitcoin è una scheda elettorale virtuale fatta di codici. Può essere scambiato per virtualmente tutto il prodotto o servizio nelle trattative fatte sopra il Internet.

È lo stesso principio del mondo fisico, dove si scambia lavoro per denaro e denaro per prodotti e servizi. Su Internet, tuttavia, è possibile eseguire piccole attività sui siti Web e aggiungere frammenti della valuta, che possono essere salvati in un portafoglio virtuale.

Come vengono memorizzati?

Come avete visto, i Bitcoin non sono valute fisiche, quindi non potete conservarli in una banca, per esempio. Il cryptocurrency esiste solo perché la rete è d'accordo che esiste, e si può solo possederli se si registra la proprietà nel database blockchain.

Il database ha le informazioni di tutti gli indirizzi che hanno Bitcoin, essere identificati e gestiti da tutti i computer della rete.

Pertanto, l'unica prova della vostra proprietà sono i record eseguiti e l'unico modo per accedervi è con un tasto di accesso. Vale la pena ricordare che se si dimentica per qualche motivo, non si può mai recuperare le monete.

Una volta che il trading è stato convalidato dai minatori, è possibile accedere alle informazioni e verificare la sua validità. Questo processo si verifica in modo trasparente, perché, come abbiamo detto, è un codice gratuito che può essere letta da chiunque.

La parte più complessa di avere Bitcoin è senza dubbio trovare un modo sicuro per memorizzare le vostre monete. Siti di trading come MtGox e Bitfinex sono già stati violati, causando lesioni ai loro clienti e destabilizzando il mercato virtuale.

Per salvare e controllare i vostri investimenti, quindi, l'ideale è quello di creare un portafoglio Bitcoin. Questo portafoglio viene generato tramite un'applicazione memorizzata sul computer o mobile, ma ci sono anche siti che forniscono portafogli virtuali. Pertanto, le valute saranno memorizzati nel portafoglio si sceglie e file vengono generati con i record.

Non si consiglia di lasciare le vostre monete sulla piattaforma per l'acquisto e la vendita (scambi). Essi saranno suscettibili all'azione degli hacker e si rischia di perderli.

Scegli di trasferire i tuoi Bitcoin a un portafoglio privato, in quanto questo è il modo più sicuro per memorizzare le vostre monete. Portafogli privati sono scaricati software che vengono eseguiti direttamente sul vostro computer, che consente di utilizzare Bitcoin su tutti i siti che vuoi.

I Bitcoin memorizzati nel portafoglio saranno soggetti a modifiche quotidiane nella citazione, funzionante come nel mercato azionario. Ciò significa che se il valore di mercato aumenta, le vostre valute varrà di più; Se rallenta, valgono meno.

Come si mina Bitcoin?

Noi chiamiamo Bitcoins mining il processo di creazione di nuovi cryptocurrencies. Tutte le emissioni di nuovi Bitcoin è fatto attraverso mineraria, che funziona come una soluzione ad un problema matematico.

I minatori sono computer che si basano su software specifici in grado di generare nuove valute per risolvere i problemi matematici.

I Bitcoin minerari non sono altro che rendere i computer disponibili per controllare la valuta digitale e questi computer sono remunerati per le operazioni che eseguono. Così, il meccanismo assicura la manutenzione e il funzionamento della struttura decentralizzata di Bitcoin.

È anche la responsabilità dei minatori di controllare le transazioni in sospeso in rete minuto per minuto, raggruppando ciascuno di essi in un blocco blockchain che, a sua volta, si trasforma in un algoritmo matematico. Questo algoritmo generato è il problema da risolvere, che di solito è fatto da computer ad alte prestazioni.

C'è una convenzione per la soluzione degli algoritmi, che considera la prima transazione di ogni nuovo blocco speciale, e dovrebbe essere eseguita dal minatore il cui computer può prima risolvere l'algoritmo di cui sopra.

Questo minatore riceverà un pagamento in Bitcoins per il suo servizio, più una tassa per ogni transazione che si verificano all'interno dell'algoritmo che ha risolto.

È come se il minatore firmasse digitalmente un numero di transazioni a cui si fa riferimento attraverso la soluzione dell'algoritmo, ricevendo per ogni transazione inclusa all'interno.

Questo è il principale incentivo per più utenti ai miei Bitcoin. Ogni volta che questi minatori ricevono una quantità di cryptocurrency, permettono che nuove emissioni di Bitcoins siano fatte senza l'intervento di un'autorità monetaria.

Funziona come la Banca centrale in Brasile, per esempio. In parallelo, il fatto che le transazioni vengono elaborate durante cryptocurrency mining fornisce maggiore sicurezza al sistema.

Chiunque può il mio?

Una volta arrivati qui, la grande domanda che dovreste porsi è: posso installare un programma sul mio computer e avviare l'estrazione?

In teoria, sì. In pratica, tuttavia, i nuovi algoritmi creati stanno diventando sempre più difficili, che richiede computer molto potenti e specifici, così come un sacco di energia elettrica.

Pertanto, è del tutto possibile che si spende molto di più che i vostri guadagni come un minatore potrebbe compensare. Inoltre, il sistema è stato creato per aumentare la difficoltà di estrazione mineraria in un modo proporzionale all'aumento del numero di computer che eseguono questa attività.

D'altra parte, alcune aziende minerarie pagano i piccoli valori giornalieri per le attività fornite loro. Questo significa che è possibile eseguire determinate attività ed essere ricompensati con punti che in futuro possono essere convertiti in Bitcoin.

Come acquistare e vendere Bitcoin?

I bitcoin possono essere acquistati, venduti, usati come credito, trasferiti ad altre persone e persino commerciati in case di scambio specializzate. Se si vuole agire in questo mercato, è necessario avere conoscenze sul soggetto e cercare l'esperienza per essere in grado di amministrare il cryptocurrency.

Il primo passo per acquistare Bitcoin è quello di aprire un conto presso un broker specializzato in valute virtuali. Come abbiamo visto in precedenza, è anche possibile guadagnare frammenti di valuta lavorando per i siti che pagano per l'accesso.

Poiché si tratta di una moneta digitale, l'acquisto e la vendita di Bitcoin si verificano anche via Internet. Queste transazioni vengono eseguite tramite piattaforme specializzate, gli scambi.

In uno scambio si apre una sorta di conto corrente, si trasferisce un importo in denaro e si effettua l'acquisto della valuta o delle frazioni di esso da R $50. È anche possibile partecipare all'asta di Bitcoins, dove i clienti comprano e vendono monete ad altri utenti.

Per aprire un conto ed eseguire le transazioni, avrete bisogno di una registrazione su un sito di acquisto e vendita, così come un computer o un telefono cellulare collegato a Internet.

Il funzionamento delle piattaforme, come abbiamo già visto, è molto simile a quello di un broker di casa: ogni nuova transazione, gli oneri di cambio una tassa, che è simile agli importi pagati dall'intermediazione alle imprese di brokeraggio.

È importante sottolineare che, dopo aver eseguito le transazioni, è necessario trasferire il denaro al portafoglio privato, poiché non vi è alcuna protezione di tale proprietà negli scambi. Se va in bancarotta o viene hackerato, i suoi soldi scompariranno.

Qual è la tecnologia utilizzata in Bitcoin?

La tecnologia utilizzata in Bitcoin è fondamentalmente la tecnologia blockchain. Funziona raggruppando le transazioni in sequenze di blocchi, che vengono convalidate in più computer di data mining. Queste macchine, a loro volta, risolvere gli algoritmi matematici per ogni nuovo blocco creato, ricevendo incentivi per questo.

Soprattutto, qui, è degno di nota che la tecnologia blockchain non consente a una persona di controllare tutte le informazioni.

Le transazioni non possono essere modificate perché sono direttamente connesse alle transazioni effettuate prima di loro, che è dove l'origine del nome deriva da: "blocco" significa blocco, e "catena" significa corrente.

Questo assicura che i record non possono essere cancellati e conservati in ordine cronologico. Ciò significa anche che se si effettua una transazione, anche non è possibile annullare e ottenere i soldi indietro.

Questo perché non ci sono intermediari per sopprimere l'operazione. In questo caso, si può contare solo sulla buona volontà della persona con cui hai fatto l'affare, l'unico che può eseguire una nuova transazione e restituire il denaro.

Facendo un semplice confronto, blockchain transazioni funzionano in modo simile a inviare una e-mail a un gruppo di amici. Anche se c'è qualcosa di sbagliato nel messaggio, non è possibile annullare l'inoltro.

L'unico modo per invertire la situazione è chiedere ad ogni amico sulla lista per eliminare l'e-mail, che ancora non impedisce di essere letto prima. Un'altra informazione che dovrebbe essere compresa è l'anonimato e la trasparenza delle operazioni.

Anche se tutte le transazioni che passano attraverso il computer lasciano una sorta di contrassegno sull'indirizzo IP, ovvero l'indirizzo del computer, non c'è modo di sapere a chi appartengono queste marche. In questo modo, l'anonimato delle transazioni è garantito.

D'altra parte, è possibile accedere alla cronologia di tutte le transazioni che si verificano da blocchi, che garantisce la trasparenza dell'intero processo. Cioè, tutte le transazioni sono abbastanza chiare, ma non è possibile sapere chi li ha fatti.

Come viene garantita la sicurezza Bitcoin?

Per quanto contraddittorio possa sembrare a prima vista, è anche il blockchain che garantisce la sicurezza delle operazioni. Come si è visto nel topic di cui sopra, ogni blocco ha un complesso codice matematico che ha bisogno di una validazione, e questo è fatto da diversi minatori che stanno cercando di risolvere l'algoritmo.

Con ogni nuova transazione, riceve un nuovo codice che viene aggiunto a quello precedente, rendendo praticamente impossibile la contraffazione.

Questo è il modo in cui il sistema garantisce la sicurezza e l'integrità del cryptocurrency, schermando contro gli hacker. Per un hacker per essere in grado di rubare un singolo Bitcoin, sarà necessario inserire tutti i computer della rete contemporaneamente.

Ora che si conosce il sistema, capito come la sicurezza delle transazioni in rete e anche dove si può negoziare, è il momento di conoscere un po' di più sulla valutazione di Bitcoin per definire se vale la pena di applicare il vostro stipendio in valuta.

Sappiamo che c'è stata una sopravvalutazione nel prezzo di 2009 monete fino ai giorni nostri. Oggi, una moneta unica vale circa 25000 reais e la tendenza è che essi continuano a valorizzare se stessi sempre di più.

Informazioni sulle tendenze Bitcoin

In primo luogo, il codice è stato sviluppato in modo tale da permettere di produrre solo 21 milioni di monete. Ad oggi, più di 17 milioni monete sono già state minate, il che significa che ogni anno diventa più difficile produrre Bitcoin. Così la tendenza è che il valore di valuta ancora di più, che lo rende molto.

Come si può comprare praticamente qualsiasi cosa con un Bitcoin-un hamburger, una macchina, una casa, pagare un boleto, ecc -Bitcoin è una valuta con grande liquidità e accettato in tutto il mondo.

È inoltre possibile guadagnare alcuni frammenti di valuta eseguendo attività per i siti che funzionano con mining. Ora, spetta a voi per iniziare a partecipare il vostro investimento in un portafoglio privato per vedere i vostri soldi arrendersi!

Allegato II-funzionalità secondo il sito quantistico dell'Atlante

"Capire che cosa è e come funziona il blockchain!

Comprendere la tecnologia blockchain

Il blockchain è la rete di blocchi in cui sono registrate tutte le transazioni con Bitcoin. Dall'inizio dell'operazione di rete fino ai giorni nostri, tutte le transazioni sono conservate nei blocchi di rete (da cui il nome "blockchain" = catena Block).

Questa rete a blocchi ha due caratteristiche principali: può essere controllata da chiunque ed è praticamente inviolabile.

Anche se nessuna transazione ha identificazioni dirette di chi vi ha partecipato (come nome, documenti, o e-mail), ognuno ha una firma digitale, chiamato anche un hash.

Questa firma è univoca per ogni transazione, è Impossibile avere due transazioni con lo stesso hash. Attraverso esso, è possibile controllare il blockchain quando l'operazione è stata fatta, con la data e l'ora complete, quanto il trasferimento era e quali indirizzi hanno partecipato.

Chiunque può controllare qualsiasi transazione: basta accedere a siti come Blockchain.info o Blockcypher e immettere il numero hash. Se è corretta, la transazione viene controllata.

Oltre a registrare ogni transazione sulla rete, la rete è anche estremamente sicura. I minatori garantiscono la protezione della rete. Ciò rende le transazioni commesse all'interno del blockchain diventare virtualmente irreversibili;

Non c'è possibilità di effettuare un'inversione di acquisto o di vendita in Bitcoin, né di spendere due volte la stessa valuta. Una volta posizionato nel blocco, la transazione rimane per sempre.

Blockchain oltre Bitcoin

Bitcoin e blockchain spesso vengono associati l'uno con l'altro. E, infatti, entrambi sono inseparabili; Non ci sono Bitcoin senza blockchain.

Ma il blockchain non utilizza solo il trasferimento di fondi. Anche se è rivoluzionario, Bitcoin è solo un segno di utilizzare il blockchain. E la rete ha molte più utility di trasferimenti.

Immaginate il blockchain come un libro mastro gigantesco, di quelli che vengono utilizzati nei registri notarili per i documenti. In questi libri, la possibilità di registrazione è enorme: immobili, veicoli, marchi, musica, praticamente tutto può essere registrato lì.

Ora immaginate un libro mastro online, controllabile per tutti, ma estremamente sicuro; Questa è la proprietà di nessuno, ma ha ancora delle regole; Frodi, perdite, incendi, confische, falsificazioni e inondazioni.

Record non modificabili, transazioni controllabili

La tecnologia blockchain può essere utilizzata come un modo sicuro per archiviare e trattare quasi tutte le informazioni. E questo sta già accadendo.

Un avvio brasiliano chiamato Originalmy utilizza il blockchain per eseguire i record di alcune informazioni, come marchi, opere d'arte, musica e firma digitale dei contratti-e le registrazioni hanno già validità legale come prova di autenticità.

In Honduras ci è inoltre un grande progetto con l'uso di blockchain. Il paese sta studiando la tecnologia per effettuare una registrazione di immobili in modo sicuro e immutabile.

Ciò comporta conseguenze straordinarie per i paesi le cui leggi sulla protezione delle proprietà sono sciolte e inefficaci.

Con un record immutabile, sicuro e facile da controllare, è difficile per un governo autoritario effettuare le merci confiscate indiscriminally, che porta la protezione enorme alla popolazione più povera.

In più, i costi di transazione in questi record sono molto più bassi di in uffici notarili tradizionali, che avvantaggia ancora i più poveri.

Conclusione

Bitcoin è rivoluzionario? Non c'è dubbio. Ma gli usi della rete blockchain possono essere affascinanti e rivoluzionari rispetto alla moneta. E questo è esattamente ciò che ha portato Bitcoin ad essere così ben accettata negli ultimi anni.

Molti accusano che la valuta Bitcoin non ha una zavorra o una cauzione. Ebbene, si può dire in risposta che una zavorra molto buona è la blockchain, la rete più sicura, più complessa e più computazionale del mondo, con il potenziale di rivoluzionare il modo di affrontare la sicurezza dei beni e beni.

Allegato III-tipi di impianti

"Gli intermediari finanziari giocano dieci ruoli chiave nella nostra economia globale: autenticazione identità e reputazione, movimento valore, archiviazione dei valori, accesso al credito, scambio di valore, raccolta fondi e investimenti di Risorse, assicurazioni, gestione del rischio, revisione e tassazione – oltre a fungere da banche centrali responsabili delle politiche monetarie e regolamentari, tra molte altre cose. Ogni attività può essere trasformata attraverso il blockchain.

1. Autenticazione identità e reputazione: attualmente contiamo sulle agenzie di rating del rischio, sulle società di analisi dei dati finanziari e sulle banche al dettaglio e all'ingrosso per stabilire la fiducia, verificare le identità nelle transazioni e decidere chi merita Accesso al sistema. Al contrario, la stessa blockchain assegna la reputazione. Nel blockchain, siete il vostro rating di solvibilità. Blockchain tecnologia riduce e, talvolta, Elimina anche la necessità di fiducia in alcune operazioni.

2. Sistema di pagamento: le reti della carta di paga ed i servizi di rimessa di soldi risolvono il problema di doppia spesa, accertantesi che nessun dollaro è speso due volte durante il trasferimento fra una persona e un altro. Il blockchain fa questo per consenso nel movimento di tutti i valori – valute, azioni, titoli a reddito fisso e altri strumenti finanziari – indipendentemente dalle dimensioni e dalla distanza, riducendo drasticamente attrito e democratizzazione della crescita Economica e prosperità.

3. Risparmi: banche al dettaglio e all'ingrosso, broker e amministratori di risorse di terze parti sono i repository di valore. Una persona comune utilizza una volta o un conto di risparmio o conto corrente. Le grandi istituzioni utilizzano i cosiddetti investimenti privi di rischio, come i fondi del mercato monetario (specializzati in applicazioni a reddito fisso a breve termine e a basso rischio) o le obbligazioni del Tesoro USA (T-fatture). La tecnologia blockchain è progettata per replicare tutti questi strumenti nell'interscambio diretto peer-to-peer tra pari, senza intermediari.

4. Prestiti: le banche al dettaglio, commerciali e mercantili, accanto alle agenzie di rating e rischio, facilitano l'emissione di debiti da carte di debito, ipoteche, titoli a reddito fisso privato e governi municipali, obbligazioni del tesoro e Titoli asset-backed (ABS o strumenti di cartolarizzazione). Nel blockchain, chiunque può dimostrare la propria solvibilità prima di emettere, negoziare e liquidare direttamente gli strumenti di debito tradizionali, diminuendo l'attrito e aumentando la trasparenza. Gli individui e le corporazioni si avvale di dati ricchi su se stessi-verificato dal blockchain-per attestato alla loro solvibilità. Rich data non è solo grandi dati, ma più grandi, dati migliori e più piccoli, con il consenso informato. Banca SEM-conta e gli imprenditori provenienti da tutto il mondo possono avere accesso ai prestiti peer.

5. Borse di studio: Trading è lo scambio di strumenti finanziari a fini di investimento, speculazione, copertura e protezione arbitraggio. Include operazioni di compensazione e liquidazione post-negoziazione. Il blockchain taglia il tempo di insediamento delle transazioni a minuti o secondi invece di giorni o settimane. Ciò ridurrà il rischio di liquidazione, rischio di controparte e rischio sistemico. Questa efficienza genera anche opportunità per SEM-conta di partecipare alla creazione di ricchezza.

6. Capitale di rischio e investimento: gli investimenti in attività o aziende danno agli individui la possibilità di ottenere un rendimento, sia sotto forma di valorizzazione di capitale, dividendi, interessi o affitto. La raccolta di fondi di solito richiede l'assistenza di banche d'investimento, investitori di venture capital e avvocati, per citarne solo alcuni esempi. Il blockchain facilita la cattura tra i peer attraverso IPO distribuite a livello globale. Ethereum, una piattaforma blockchain pubblica basata sulla tecnologia assumente astuta, ha sollevato USD 18 milioni nel primo "ICO" ("offerta iniziale della moneta", l'offerta iniziale di valuta di blockchain) della storia ed ora vale più di USD 4 miliardi. È usato da decine di aziende Fortune 500. L'organizzazione autonoma distribuita, o DAO, ha causato una sensazione ancora maggiore catturando USD 165 milioni in una vendita cross-Pair distribuita a livello globale ("Crowdsale") nel Mid-2016. Attraverso l'automazione dell'accoppiamento e l'espansione dell'assorbimento su scala globale, permette l'utilizzo di modelli più efficienti, trasparenti e sicuri per il finanziamento peer. I servizi comprenderanno presto la registrazione dei dividendi e il pagamento dei tagliandi. Nel secondo trimestre del 2017, il volume delle risorse di investimento acquisite attraverso la ICOs supererà quello del tradizionale investimento in capitale di rischio.

7. Risk Management: i gestori del rischio cercano di proteggere le persone e le imprese da incerte perdite o catastrofi non solo attraverso l'assunzione di assicurazione, ma anche con l'uso di numerosi derivati creati per servire come copertura contro eventi imprevedibili o Incontrollabile. Con la negoziazione di derivati digitali in un blockchain, controparti e altri interessati, come regolatori, avrà una visione molto più chiara di come il rischio è concentrato nel sistema.

8. Contabilità: la contabilità consiste di registrazione sistematica e di segnalazione delle transazioni finanziarie. È un'industria multimiliardaria controllata da quattro gigantesche aziende che forniscono servizi di contabilità e revisione contabile. Tuttavia, le pratiche contabili tradizionali non accompagnavano la rapidità e la complessità delle finanze moderne. Il libro mastro distribuito del blockchain mira a rendere trasparente l'attività di audit, permettendo che sia fatta in tempo reale e che i regolatori sorveglino le azioni finanziarie all'interno delle società più facilmente.

9. Banche centrali: considerare i ruoli delle banche centrali. In primo luogo, essi generano la politica monetaria attraverso la determinazione dei tassi d'interesse e il controllo dei mezzi di pagamento. In secondo luogo, essi cercano di mantenere la stabilità finanziaria iniettando capitale nel sistema e agendo come istituti di credito di ultima istanza. Infine, esse contribuiscono a regolare e monitorare il sistema, in particolare il settore del credito al consumo e del risparmio. Per ognuna di queste funzioni critiche, il blockchain potrebbe agire in un modo veramente rivoluzionario. Finire denaro in natura ridurrebbe la criminalità perché il denaro digitale è più rintracciabile e più difficile da forgiare rispetto alle versioni di stampa. I regolatori finanziari potrebbero visualizzare il funzionamento interno dei più grandi intermediari finanziari del mondo, dalle banche alle società di contabilità e revisione contabile. Immaginate una moneta fiduciaria completamente digitale che si basa sul blockchain e che permette alle banche centrali di gestire la politica monetaria e monitorare il rischio nel sistema finanziario. Il vantaggio sarebbe commercio con meno frode, attrito e perdita.

Allegato IV: circolare Oficio 11/2018 del CVM

"Artigianato circolare n. 11/2018/CVM/SIN

Rio de Janeiro, 19 settembre 2018

Agli amministratori e gestori di fondi di investimento regolati da CVM istruzione n. 555/14

Oggetto: investimenti inDiretti in cryptoassets da fondi di investimento

Egregi Signori,

Quest'imbarcazione circolare ha l'obiettivo di completare l'ufficio circolare CVM/SIN/n º 1/2018, che ha affrontato la possibilità e le condizioni per l'investimento in cryptoassets da parte dei fondi di investimento disciplinati dalla CVM istruzione n. 555.

CVM istruzione n. 555, nelle sue arti. 98 e in seguito, quando si tratta di investimenti esteri, autorizza gli investimenti indiretti in cryptoassets attraverso, ad esempio, l'acquisizione di quote di fondi e di derivati, tra le altre attività negoziate in giurisdizioni terze, purché siano ammesse e Regolamentati in questi mercati.

Tuttavia, nell'adempimento dei dazi imposti dal regolamento, spetta agli amministratori, ai dirigenti e ai sindaci indipendenti osservare una certa diligenza nell'acquisizione di tali attività.

Una prima che si distingue è quella già suggerita dai più svariati regolatori e supervisori del mondo per quanto riguarda la possibilità di finanziare, direttamente o indirettamente, operazioni illegali in questo mercato come il riciclaggio di denaro, pratiche non Eseguire operazioni fraudolente o di manipolazione del prezzo, tra le altre pratiche simili.

In questo contesto, e tenendo conto della domanda di lotta e prevenzione del riciclaggio di denaro imposto dalla CVM istruzione n. 301, comprendiamo che un modo adeguato per rispondere a tali preoccupazioni è la realizzazione di tali investimenti attraverso piattaforme di Negoziazione ("scambi"), che sono soggetti, in queste giurisdizioni, alla vigilanza di organismi di regolamentazione che hanno riconosciuto i poteri per frenare tali pratiche illegali, attraverso, anche, la definizione di requisiti normativi.

Mentre si raccomanda di effettuare gli investimenti attraverso questi scambi, in quanto non vi è alcun sigillo esplicito a cui gli investimenti sono fatti altrimenti, a causa dei loro compiti fiduciari amministratori e dirigenti dovrebbero garantire che la struttura Essere in grado di soddisfare pienamente i suddetti requisiti legali e normativi.

Sempre in merito al normale funzionamento dei mercati in cui sono negoziati i cryptoassets e i loro derivati, è importante che il gestore verifichi che un certo cryptoactive non rappresenti una frode, come, incidentalmente, è stato visto con grande ricorrenza, Ad esempio, nelle recenti operazioni ICO2 in tutto il mondo.

Così, è importante che il gestore adotti la diligenza per minimizzare il rischio di promozione dell'offerta di un cryptoactive fraudolento, con la verifica delle variabili relative connesse con l'emissione, la gestione, la governance ed altre caratteristiche del cryptoactive. (…)

Nel caso di cryptoassets rappresentativo, qui qualificato come quelli che rappresentano un altro bene, diritto o contratto di fondo, spetta al gestore del fondo di valutare anche altri aspetti derivanti dalla concentrazione di rischio visto nella figura dell'emittente del Cryptoactive in tali ipotesi, che richiede una due diligence particolarmente rigorosa su questo emittente; L'analisi del rischio naturalmente associata anche al bene, al diritto o al contratto di fondo a cui si riferisce il cryptoactive; E, infine, se tale cryptoactive dovrebbe essere considerato come un valore di mobili, e in caso affermativo, è possibile la registrazione previa richiesta.

È naturale che, nel caso di investimenti indiretti effettuati mediante fondi di investimento costituiti all'estero e gestiti da terzi, l'amministratore e il gestore debbano valutare, alle condizioni richieste dalle circostanze, se il gestore del fondo InVestito adotta pratiche di mitigazione del rischio e misure equivalenti a quelle che il gestore del fondo inVestitore avrebbe adottato nella sua posizione (…) "

[1] Bachelor of Business Administration.

SottoPosto: gennaio, 2019

Approvato: gennaio, 2019

 

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here