Profilo di socioeconomica e salute dei lavoratori nelle industrie della regione amazzonica

0
618
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
Classificar o Artigo!
ARTIGO EM PDF

MOREIRA, Rodrigo Canto [1]

DENDASCK, Carla Viana [2]

OLIVEIRA, Ciane Martins de [3]

DIAS, Cláudio Alberto Gellis de Mattos [4]

FECURY, Amanda Alves [5]

OLIVEIRA, Euzébio de [6]

MOREIRA, Rodrigo Canto; et. al. Profilo di socioeconomica e salute dei lavoratori nelle industrie della regione amazzonica – Multidisciplinare Core Knowledge rivista scientifica, 1 anno. Vol. 10, pp. 73-86.  Novembre 2016 – ISSN. 2448-0959

RIEPILOGO

Questo lavoro si propone di presentare il profilo socio-economico dei lavoratori industriali da Pará e salute dati, individuazione di alcuni dei problemi che meritano attenzione nella comunità imprenditoriale e autorità governative. A tal fine, abbiamo condotto uno studio descrittivo e trasversale con analisi di dati secondari, che coinvolge 56 lavoratori 9041 industrie nazionali presentano nella regione amazzonica brasiliana. I risultati indicano un numero inferiore di dipendenti che segnalano il diabete e l'ipertensione e la maggiore incidenza di problemi alla colonna vertebrale, rispetto alla popolazione brasiliana e indicativo di depressione. È concluso che esiste una necessità di maggiore politiche pubbliche e private in materia di sorveglianza sanitaria

Parole chiave: salute, psicopatologia di sorveglianza, ergonomia industriale, salute del lavoro.

1. INTRODUZIONE

Di volta in volta, il mondo del lavoro è in fase di intense trasformazioni, e negli ultimi decenni, con l'avvento delle nuove tecnologie, questi cambiamenti stanno avendo una riflessione, sia in produzione che in cultura organizzativa, abbastanza particolare; Poiché con il graduale progresso nell'organizzazione della produzione, con il processo di globalizzazione e il nuovo ordine stabilito nelle relazioni tra capitale e lavoro, rapporti in conflitto sul lavoro sono ancora presenti, dando vita a nuovi processi di malattia e le difficoltà di tornare e, soprattutto, restare al lavoro (TOLDRA et al., 2010).

Gli effetti della nuova impostazione di lavoro (informatizzazione e automazione nell'offerta di prodotti e servizi), l'esigenza di una maggiore conoscenza circa le conseguenze causate da modifiche recenti, considerando che il maggiore controllo delle scadenze e obiettivi, che sono ben delineati, le organizzazioni possa generare danni per la salute del lavoratore e che prima non esisteva. La routine è più intensa all'interno delle organizzazioni capitaliste a causa la ricerca di profitto che è sempre più agguerrita e può anche funzionare giù la valutazione del dipendente (COUTO, 1995).

Incontra la salute sul lavoro favorisce il mantenimento di pratiche motivazionali, beneficiando del lavoratore nella vostra salute e della tua produttività/redditività. Studi sulla promozione della salute nei luoghi di lavoro hanno quantificato il rapporto tra buona salute e aumentare la produttività (SANTOS; VAJDA, 2007). Inoltre, la politica nazionale sulla salute e sicurezza (BRASILE, 2011) e la politica nazionale di salute del lavoratore e il lavoratore (BRASILE, 2012) garantire al lavoratore il necessario sostegno al miglioramento e all'efficacia dei servizi diretto a loro da aziende private e il governo.

Le statistiche rivelano che il 40% dei nulla osta funzionale sono motivati da piccole malattie e malessere, come raffreddori, mal di schiena, distorsioni e altri, che possono essere evitati con misure ergonomiche (Santi; VAJDA, 2007). Inoltre, si può osservare un aumento delle malattie e l'emergere di nuovo profilo della morbosità in lavoratori nel paese negli ultimi decenni, soprattutto le lesioni da sforzo ripetitivo (RSI) e sui problemi di salute mentale derivanti dalla ristrutturazione dell'economia e della produzione, che soffre un momento di transizione dove la meccanizzazione e specializzazione della manodopera ha vinto spazio.

In Brasile, la difficoltà di stabilire che un profilo dei lavoratori e le loro esigenze per l'assistenza sanitaria sono, in ordine, in particolare, le funzioni di produzione sono regionalizzate, dove ogni regione ha un profilo economico di particolare attività e suoi operai hanno diverse attività. La differenza esiste anche nell'emersione delle malattie professionali legate al lavoro (WMSD) e che pertanto sono legate al tipo di attività svolta (artigianato, industria, agricoltura, servizi, tra gli altri). A delineare un profilo e disegnare forme di intervento in medicina del lavoro a livello nazionale è una sfida da superare. Pertanto, l'analisi di ogni regione e le sue peculiarità è l'alternativa che questo studio si propone di fare la conoscenza così regionalizzati salute del lavoratore, analizzando gli individui di maggiore potenzialità in stato di Pará, il settore industriale.

Prendendo in considerazione l'importanza del monitoraggio per il mantenimento della salute, questo lavoro si propone di presentare i dati relativi ai ricorrenti problemi di salute nei lavoratori nel para di settore industria, che integra la regione amazzonica, ed evidenziare l'importanza delle misure per prevenire potenziali danni.

2. METODOLOGIA

Questo studio si caratterizza per essere di tipo descrittivo, sezione trasversale con analisi secondaria dei dati. Coinvolge 9.041 industrie nazionali 56 lavoratori che operano in stato di Pará. La dimensione minima del campione è stata calcolata considerando un errore di campionamento del 3%, con intervallo di confidenza del 95%.

Le industrie sono state selezionate in modo casuale, senza divisione proporzionale di sesso, stato civile o stato socioeconomico. Con questo, diventa possibile identificare il profilo dei lavoratori nel settore.

Raccolta dei dati è stata intrapresa da documenti archiviati sulla gestione della qualità di vita del servizio sociale per l'industria (SESI), in stato di Pará. I dati sono da campo ricerche effettuate negli anni 2013 e 2014 per i professionisti che hanno risposto allo strumento d'indagine, il questionario. Il questionario convalidato da questioni oggettive 89 applicate (1999) di Barros diretto la salute e stile di vita di ciascun lavoratore.

Il consenso informato (TFCC) fornito da SESI/PA è stato presentato per considerazione e firma del dichiarante, specificando la segretezza dei dati personali forniti. Dopo questo passaggio, completare moduli sono stati usati, contenente la firma del lavoratore o qualsiasi altri dati essenziali per l'accuratezza dei risultati, rendendo la ricerca ancora più credibile, escludendo i file che non soddisfano questo requisito.

Compilare il questionario è stato fatto da professionisti e dal dipendente di possedere l'industria ha cercato; rispettando la capacità dell'individuo di riempire il vostro modulo per quanto riguarda il livello di istruzione, livello di comprensione delle domande proposte e problemi di visione. Alcuni elementi del questionario sono stati riempiti obbligatoriamente da professionisti della salute, che ha fatto la valutazione antropometrica e misurazione della pressione arteriosa (BP), gli stessi operai osservato, sul posto di lavoro, la presenza di malattie come l'obesità e l'ipertensione (SAH).

Dopo la raccolta, i dati sono stati memorizzati nel database in Microsoft Office Excel 2010™ (Microsoft Corporation, Redmond, Stati Uniti d'America). Sottolinea che i dati sono stati raccolti da SESI/PA e l'utilizzo dei dati nell'analisi è andato attraverso l'approvazione dello stesso. Analisi descrittiva sono stata effettuata utilizzando grafici e tabelle.

L'indagine bibliografica che ha servito come un supporto per questo studio ha avuto inizio nel marzo 2015 e si accedeva da diversi database disponibili on-line, come ad esempio Bireme, che comprende i sistemi Scielo, lillà, Scad e la Cochrane Library; Centro nazionale per Biotechnology Information (NCBI), che coinvolge il Pubmed, la documentazione in linea e altre basi virtuali; il portale MANTELLE e motori di ricerca internazionali.

3. RISULTATI

Dai dati raccolti, è stato osservato che i lavoratori del settore nella regione amazzonica sono prevalentemente di sesso maschile, con reddito fino a tre salari minimi, sposato, che si considerano capi famiglia, guadagnano gli stipendi minimi fino a tre e hanno il loro proprio posto (tabella 1).

Tabella 1: caratterizzazione di sesso, stato civile, posizione in famiglia, reddito mensile e residenza degli operai di industria di Amazon.
Variabile Percentuale
Genere
Donna 19,41
Uomo 78.06
Stato civile e la posizione della famiglia
Sposato o in una stalla 60.01
La pretesa di essere il capo famiglia 69.98
Reddito mensile
Guadagnare fino a 3 SM 76,69
Guadagno da 3 a 10 SM 15,94
Guadagna più di 10 SM 4.72
Non so o nessuna risposta 0,58
Residence
Il proprietario 68.79
In affitto o in prestito 31,21

Didascalia: SM: salari minimi

Fonte: Autore, 2016.

La ricerca, dopo aver ascoltato e Recensito il Rio delle Amazzoni porta i lavoratori dell'industria nel suo ambito sia informazioni di diagnosi medica di cui da parte dei lavoratori per quanto riguarda le informazioni raccolte attraverso le valutazioni cliniche di salute. I risultati di questa indagine culminò con l'eminenza di problemi metabolici, vascolari, malattie dell'apparato locomotore e psicologico.

I problemi individuati attraverso rapporti dei lavoratori dimostra che, per quanto riguarda problemi vascolari, 6,57% dei lavoratori di industrie amazzonica ha riferito di essere ipertesi. La valutazione clinica per la misurazione della PA, 24,58% dei soggetti ha mostrato i cambiamenti in parametri di riferimento adottati dalla diagnosi (normotenso fino a 140/90 mm Hg) (cardiologia, 2010). Tra i valutati, ciò che richiama l'attenzione è la percentuale dei lavoratori che riferita a non dispone nessuna diagnosi medica di HA. 19,16% dei quali aveva alterato la pressione sanguigna, negare che hanno HAS (Figura 1).

Clinica dei dati e percezione della salute dei lavoratori dell'industria di Amazon per ipertensione (SAH).
Figura 1: clinica dati e percezione della salute dei lavoratori dell'industria di Amazon per ipertensione (SAH).

Nelle valutazioni antropometriche effettuate per identificare l'obesità ha rivelato che 14,66% dei lavoratori ha avuto un certo grado di obesità (Figura 2), che vanno dal grado 1 e grado 3 obesità (obesità). I problemi dell'apparato locomotore valutati riguardano alcune delle lamentele principali trovate nelle cliniche di salute sul lavoro. I problemi di schiena, tendiniti e lesioni da sforzo ripetitivo (LEER). Presto, i risultati indicano che il 22,28% dei lavoratori torna segnalati problemi e 4,50% tendinite o LEER (Figura 2).

Un altro fattore è stato valutato la presenza di diabete nella popolazione scolastica. A tal fine, la metodologia utilizzata è stata l'intervista. L'account del dipendente aiuta a ridimensionare la gravità del problema, come questi dati non sono stati confermati attraverso test clinici. Di conseguenza, 2,12% dei lavoratori ha riferito avere diabete (Figura 2), senza specificare quale tipo (diabete tipo I o II).

Problemi di Musculoesquléticos, diabete e obesità operai di industria di Amazon.
Figura 2: problemi di musculoesquléticos, diabete e obesità operai di industria di Amazon.

Uno dei problemi di natura psicologica, è stato sollevato la percentuale dei lavoratori reporting depressione, raggiungendo 2,82% dei valutati (Figura 3). Tuttavia, altri dati sono stati sollevati per la correlazione più tardi. La percentuale di intervistati che hanno qualche disturbo di depressione, identificata dalle loro risposte al questionario; e la percentuale di quelli che non fanno riferimento alla precedente diagnosi di depressione, essendo rispettivamente 9,11% e 8,52% degli intervistati (Figura 3).

Clinica dei dati e percezione della salute dei lavoratori dell'industria di Amazon per la depressione.
Figura 3: clinica dati e percezione della salute dei lavoratori dell'industria di Amazon per la depressione.

4. DISCUSSIONE

Il lavoratore dell'industria profilo di Amazon si rivela molto simile ad altre regioni del paese per quanto riguarda il genere variabili, reddito e stato civile (SILVA, 2011), dove la prevalenza dell'industria maschio, con reddito di minimo fino a tre stipendi e sposato. Di conseguenza, la prevalenza di uomini e di persone con basso reddito già era previsto come un riflesso del tipo di attività svolta, tenendo conto che molte attività industriali richiedono forza fisica e resistenza, come attività estrattive, agricoltura ed edilizia civile.

Per quanto riguarda i dati relativi alla salute, questo studio rivela che la percentuale dei lavoratori che hanno riferito la diagnosi medica del diabete (2,12%) è minore rispetto alla media nazionale (6,2%) presentato dall'ultima indagine nazionale di salute (PNS) (IBGE, 2013). L'aspetto di questa statistica può Mostra che l'attività svolta dall'industria, che in molti casi richiede forza fisica e resistenza, beneficiando la salute del lavoratore, fornendo una routine quotidiana di attività fisica.

Nonostante il campione sono stati principalmente degli uomini (78.06%), che probabilmente hanno meno probabilità di sviluppare il diabete, ma è possibile affermare che l'influenza del genere ha il potenziale di influenzare non così significativo per i risultati, dal momento che donne (7,0%) e gli uomini (5,4%) hanno avuti più alta proporzione di diabete che da questa ricerca (IBGE, 2013).

La ricerca dimostra ancora che 14,06% erano obesi, che si riferisce al fatto che lo sviluppo dell'obesità è di abitudini alimentari, con dieta ricca di alimenti caloria e basso consumo di alimenti sani, come cereali e verdure.

In generale, per quanto riguarda il cibo, molte industrie hanno caffetteria e forniscono cibo basato sull'assunzione di cibi sani. Tuttavia, senza accompagnamento nutrizionale al lavoratore al momento dell'elezione della dieta offerta, le aziende non possono adattare le abitudini positive nell'alimentazione loro dipendenti (GERALDO; BANDONI; JAIME; 2008). Pertanto, l'occorrenza di malattie croniche non trasmissibili può aumentare notevolmente, mettendo a repentaglio la salute del lavoratore.

Luoghi di lavoro sono un grande spazio per offrire programmi di promozione della salute, in particolare quelle volte a ridurre i fattori di rischio per le malattie metaboliche e cardiovascolari. Educazione sanitaria dovrebbe essere effettuato nel giorno lavorativo giornaliero. Persone con obesità, diabete e HA (malattie associate all'eccessivo consumo di sale e zucchero) dimostrano preoccupazione se educhi ad per acquisire la capacità di controllare i possibili danni alla salute, promuovere un sano stile di vita, ed è in questo contesto che il settore sanitario dell'azienda deve agire. Idealmente, questa consapevolezza venire prima la patologia impostata, soprattutto perché il cambiamento di atteggiamento non riflettono solo l'individuo stesso, ma anche nella loro famiglia e la Comunità, perché l'educazione alla salute ha la caratteristica di moltiplicare per evitare (TORRES et. Al., 2011; FERREIRA et al., 2006; Santi;  Lima, 2008).

Nel sondaggio per HAS, 24,58% ha mostrato pressione sanguigna alterata al momento della valutazione, questo valore che merita attenzione il livello epidemiologico a causa del rapporto di potenza basato su un consumo eccessivo di sale e HA sviluppo, creando così un altro come avviso la necessità di programmi di educazione alimentare nelle industrie (GERALDO, BANDONI; JAIME, 2008).

Anche se molti lavoratori hanno presentato i cambiamenti di pressione sanguigna durante la valutazione clinica, solo 6,57% riferito diagnosi di HA. Di conseguenza, parecchie conclusioni possono essere incoraggiati con questi dati, soprattutto perché c'è una differenza significativa (α > 0,5) tra la percentuale di persone che hanno riferito HA e le persone che hanno presentato un cambiamento nella pressione sanguigna durante la valutazione clinica (6,57% e 24,58%, rispettivamente).

Inoltre, i regali PNS HA la percentuale di individui di 18 anni o più che si riferiscono alla diagnosi, in Brasile, è 21,4%; significativamente più alto di quello presentato da questo studio (α > 0,5) (IBGE, 2013). Di conseguenza, una quantità significativa di lavoratori possa inviare HAS e non sapendo, che ha messo in allerta la tutela della salute di questi dipendenti.

I problemi alla schiena e disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro sono quando si tratta di promozione della salute e protezione, in quanto alcuni componenti tecnologiche e attività di industria sono ostacoli al mantenimento della salute fisica completa. In questo studio, il tasso dei lavoratori che hanno riportato indietro problemi (22,28%) si distingue per essere maggiore rispetto alla media nazionale (13,50%), secondo l'indagine nazionale di campione domestico (PnaD) (IBGE, 2008).

Alcune misure possono essere incorporati in compagnie per l'avvenimento di acometam problemi osteoarticolari non loro dipendenti, soprattutto per coloro che svolgono lavori manuali nei settori amministrativi, sofferenza grande rischio di sviluppare problemi fisici a causa di lavoro statico (BIFF, 2006).

La promozione di un'attività fisica regolare, il controllo di obesità (predisponenti fattore per problemi alla schiena) ergonomia programmi, ginnastica, educazione alla salute, tra altri tipi di attività riportati in letteratura, sono desiderabili perché sono considerati come protettori e promotori di salute fisica e mentale (MONTEIRO; ALEXANDER; RAO, 2006; PADEZ, 2002).

Luoghi di lavoro può influire sulle prestazioni del dipendente, che conduce a fatica, usura e danni fisici. Pertanto, l'analisi ergonomica come uno strumento per il controllo della salute malattie è un modo per la risoluzione di problemi complessi che richiede la conoscenza dei compiti, l'attività sviluppata per eseguire tali operazioni e le difficoltà incontrate per ottenere le prestazioni richieste e produttività (SLACK et al., 2002).

Dati per quanto riguarda i disordini psicologici slant ha mostrato che il 9,11% dei lavoratori dell'industria dell'Amazzonia sono stati indicativi di depressione; 8,52% segnalato precedente diagnosi di depressione e 2,82% dichiara di soffrire di depressione. Questi elementi merita un'indagine più approfondita, poiché i dati messi a disposizione da SESI/PA non danno alcuna base per affermare che i lavoratori, che una volta ha presentato una diagnosi medica della depressione, sono gli stessi come cartelli indicativi della depressione durante l'inchiesta. Anche se non è possibile dire, è intuitivo che la maggior parte dei lavoratori sono indicativa di depressione non so che abbiamo un tal disordine, poiché la percentuale dei lavoratori segnalazione diagnosi clinica (2,82%) è minore rispetto a quelli che hanno il disturbo durante l'inchiesta (9,11%).

Quando la depressione e l'ansia indicatori mostrano problemi psicologici, il datore di lavoro può già dedurre che il problema potrebbe essere dall'opera stessa. Salute e le condizioni di lavoro offerte dalla società si tradurrà in prestazioni migliori e una maggiore soddisfazione del dipendente e l'organizzazione. È quindi il dovere del datore di lavoro per identificare se il requisito di agilità nell'esecuzione dei compiti, la paura di perdere il lavoro, alla dominazione condotti con il dipendente, la competitività tra i dipendenti, tra gli altri, stanno influenzando il comportamento, che può portare ad un lieve danno psichico o un più grave psicopatia (FABRIN; CASTRO, 2015).

La soluzione a problemi psicologici hanno bisogno di un'analisi dei casi, specialmente dove il lavoratore dovrebbe sempre essere valutato lungo la loro attività lavorativa. Così, si occupano di particolari situazioni richiede l'intervento di professionisti qualificati per la diagnosi ed il trattamento dei disturbi psicologici. Questo fatto è pertinente alla prevenzione della salute, in quanto l'applicazione dell'intervento dovrà essere immessi secondo la situazione presentata in compagnia, evitando spese inutili e misure inefficaci (FABRIN; CASTRO, 2015).

5. CONCLUSIONE

Considerando che attività industriali sul territorio brasiliano diversi e accompagnare le caratteristiche geoeconômicas di ciascuna regione, dallo strumento l'analisi dei fattori di salute dei lavoratori delle industrie operanti in stato di Pará, nella regione settentrionale, che comprende gran parte della regione amazzonica e quindi, era possibile identificare la prevalenza di problemi di natura fisica e psicologica per questa popolazione. I risultati riflettono gli indicatori positivi e negativi.

È possibile evidenziare indicatori positivi come il più piccolo numero di persone che riferiscono di diabete ed HA paragonato la popolazione brasiliana in generale. Come indicatori negativi, i problemi alla schiena che potenzialmente sono legati a fattori ambientali ed ergonomico, e che hanno grande impatto sulla popolazione studentesca dello stato del Pará. Inoltre, la depressione apparve anche come un indicatore negativo, poiché la maggior parte dei lavoratori che sono indicativi di depressione non so che abbiamo un tal disordine, a causa della percentuale di lavoratori segnalando una diagnosi di depressione di essere inferiore alla percentuale di coloro che hanno presentato segni indicativi di depressione durante l'inchiesta.

Basato su tutto questo, ricerca e analisi, si è concluso che la sorveglianza sanitaria dei lavoratori dell'industria merita più attenzione di Amazon, sia per quanto riguarda le politiche pubbliche sull'azione di imprenditori privati, al fine di una crescita economica sociale e locale e il buon andamento delle attività industriali della regione, in più a tutti È inoltre carente in ricerche relazionati all'ergonomia e alla salute sul lavoro.

A causa della grande diversità di culture e gruppi etnici in Brasile, sarebbe interessante per condurre studi in altri luoghi del paese a capire la realtà di ciascuna regione, correlando le caratteristiche locali. Il completamento dello stesso studio per il biennio del 2015/2016 avrà grande importanza scientifica, dato che sarà possibile identificare e confrontare l'evoluzione della salute dell'industria; che presumibilmente porterà un riflesso positivo per rivelare quali punti meritano una maggiore attenzione alla promozione della salute dei lavoratori.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Brasile. Ministero della salute. Ordinanza n. 1.823, del 23 agosto 2012. Giornale della [da]Repubblica federativa del Brasile, ramo esecutivo, Brasília, DF, 24 agosto. 2012. comma 165, sezione I, p. 46-51. Disponibile a: <http: bvsms.saude.gov.br/bvs/saudelegis/gm/2012/prt="" 1823_23_08_2012.html="">.</http:> Accesso a: 12 mar. 2016.

Brasile. Decreto-legge n. 7.602/2011, 7 novembre 2011. La politica nazionale sulla sicurezza e salute sul lavoro. Giornale della R[da]epubblica federativa del Brasile, ramo esecutivo, Brasília, DF, 08 di novembre. 2011. Disponibile a: <http: www.planalto.gov.br/ccivil_03/_ato2011-014/2011/decreto/d7602.htm="">.</http:> Accesso a: 05 mar. 2016.

Couto, H.A. ergonomia applicata al lavoro: manuale tecnico della macchina umana. Belo Horizonte: ERGO editore, 1995.  v. 1, 353 p.

DE BARROS, M.V.G. attività fisica nel tempo libero e altri comportamenti legati alla salute dei lavoratori dell'industria in stato di Santa Catarina, Brasile. Florianópolis: UFSC, 1999, 64f. Tesi (laurea magistrale in educazione fisica)-centro sportivo, Università federale di Santa Catarina, Florianópolis, 1999.

FABRIN, J.F.; CASTRO, M. Le possibili influenze dell'ambiente di lavoro in malattia psichica dei lavoratori nel comune di Seara-SC. Tecnologia, v. 2, n. 1, p. 88-108, 2015.

FERREIRA, S.R.G. et al. Frequenza di ipertensione arteriosa e fattori associati: Brasile, 2006. Rev di sanità pubblica, São paulo, n. 43 suppl. 2, p. 98-106, 2009.

GERALDO, A.P.G.; BANDONI, D.H.; JAIME, dietetico P.C. aspetti dei pasti offerti dalle imprese partecipanti il lavoratore l'alimentazione del programma nella città di São Paulo, Brasile. Rev Panam Salud Publica, São Paulo, n. 23, v. 1, p. 19-25, 2008.

L'ISTITUTO BRASILIANO DI GEOGRAFIA E STATISTICA (IBGE). Sanitario nazionale ricerca-percezione di salute, stili di vita e malattie croniche. Rio de Janeiro: IBGE, 2013. 181p.

L'ISTITUTO BRASILIANO DI GEOGRAFIA E STATISTICA (IBGE). Ricerca nazionale per il campione dei Domiciles Pnad – 2008. Rio de Janeiro: IBGE, 2008. 245p.

MARQUES, a. et al. L'ergonomia come una determinazione fattore il buon funzionamento della produzione: un caso di studio. Anagramma magazine, São Paulo, anno 4, 1. Ed., p. 14, 2010.

MONTEIRO, M.S.; ALEXANDER N.M.G.; RAO, C.M. malattie muscolo-scheletriche, MSDS, lavoro lavoro e stile di vita tra i dipendenti di un Istituto di salute pubblica. Rev. esc. infermieri. USP, São Paulo, v. 1, p. 20-25, 2006. Disponibile a: <http: www.scielo.br/pdf/reeusp/v40n1/a02v40n1.pdf="">letta: 13 feb</http:>  2016.

PADEZ, attività fisica c., obesità e salute: una prospettiva evoluzionistica. Giornale portoghese di sanità pubblica, Lisbona, n. 20, v. 1, p. 11-19, 2002.

SANTOS, Z.M.S.A.; Lima, H.P. tecnologie didattiche in salute nella prevenzione di ipertensione nei lavoratori: analisi dei cambiamenti nello stile di vita. Testo contesto-infermieri, Florianópolis, n. 17, v. 1, p. 90-97, 2008.

SILVA, S.G. et al. Fattori associati con l'inattività fisica alle principali barriere nella percezione dei lavoratori dell'industria nel sud del Brasile e per il tempo libero. CAD. Saúde Pública, Rio de Janeiro, v. 27, n. 2, p. 249-259, 2011. Disponibile a: <http: www.scielosp.org/pdf/csp/v27n2/06.pdf="">letta: 22 Jan.  2016.</http:>

SLACK, N; CHAMBERS, S.; JOHNSTON, produzione, r. amministrazione. Traduzione di Maria Teresa Corrêa de Oliveira, Fabio Alher. 2. Ed., São Paulo: Atlante, 2002.  p. 29-62.

SOCIETÀ BRASILIANA DI CARDIOLOGIA. Ho VISTO brasiliani orientamenti di ipertensione. Disponibile in: <http: www.anad.org.br/profissionais/images/vi_diretrizes_bras_="" hipertens="" _rdha_648="">5. pdf, accesso a: 19 mar.</http:> 2016.

TOLDRA, R.C. et al. Facilitatori e barriere per tornare al lavoro: le esperienze dei lavoratori ha incontrato in un centro di riferimento in occupational health-SP, Brasile Rev. Reggiseni. occu salute., São Paulo, v. 35, n. 121, pag. 10-22, 2010.   Disponibile a: <http: www.scielo.br/scielo.php?script="sci_arttext&pid=S0303-76572010000100003&lng=" en&nrm="iso">.</http:> Acceduto a sopra: 10 gen.  2016.

TORRES, H.C. et al. Intervento educativo per la cura di sé dei pazienti con diabete mellito. Paul ACTA. infermieri., São Paulo, v. 24, n. 4, p. 514-519. Disponibile a: http://www.scielo.br/pdf/ape/v24n4/a11v24n4.pdf >. Accesso a: 13 gen.  2016.

[1] Laurea Magistrale in neuroscienze e comportamento. Salute gestione specialista e gestione delle imprese. Fisioterapista. Marketing Manager. Responsabile delle risorse umane. -Email: autor@nucleodoconhecimento.com.br

[2] Dottorato di ricerca in psicoanalisi, post dottorando in psicoanalisi clinica e master in bioetica, direttore del centro per la ricerca e lo sviluppo di studi avanzati, Coach e insegnante di corsi di MBA in azienda, Campinas e São Paulo

[3] Biologo. Dottore in Scienze biologica-genetica area di concentrazione. Professore e ricercatore presso il centro universitario di CESUPA stato del Pará

[4] Biologo. Medico nella teoria e nella ricerca. Docente e ricercatore presso l'Istituto di Amapá-IFAP federale

[5] Biomedica. Dottorato in malattie tropicali. Docente e ricercatore presso l'Università federale di Amapá, AP. Collaborativo ricercatore del Center for Tropical Medicine UFPA (NMT-UFPA)

[6] Biologo. Master in biologia ambientale. Dottore in medicina tropicale/malattie. Docente e ricercatore presso l'Università federale del Pará – UFPA. Ricercatore collaboratore del Center for Tropical Medicine UFPA (NMT/UFPA). -Email: autor@nucleodoconhecimento.com.br (autore corrispondente).

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here