Panorama nazionale dell’argento tra il 2010 e il 2014

0
57
DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/argento
PDF

FEIO, Stefanie Cecília Passinho [1], ARAÚJO, Franciolli da Silva Dantas [2], FECURY, Amanda Alves [3], OLIVEIRA, Euzébio [4], DENDASCK, Carla Viana [5], DIAS, Claudio Alberto Gellis de Mattos [6]

FEIO, Stefanie Cecília Passinho. Et. Panorama nazionale dell’argento tra il 2010 e il 2014. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 03, Ed. 09, Vol. 08, pp. 38-46 settembre 2018. Sistema iSSN:2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/argento, DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/argento

Avendo il nome derivato dalla parola latina Argentun, l’argento (Ag) è un metallo di transizione che ha un’elevata conduzione elettrica e resistenza alla corrosione. Di solito si trova aggregato con minerali di rame, zinco e oro. Ampiamente utilizzato nella produzione di specchi e monete, in processi dentali come l’amalgama d’argento, nella produzione di gioielli e posate, nella fotografia e nei dispositivi elettronici a causa della sua elevata conduttività elettrica. Questa ricerca si propone di descrivere i dati ottenuti nei riassunti minerari del Dipartimento Nazionale di Ricerca Mineraria (http://www.dnpm.gov.br), la ricerca bibliografica è stata condotta in articoli scientifici, utilizzando computer del laboratorio informatico dell’Istituto Federale di Istruzione, Scienza e Tecnologia di Amapá. Quando si tratta di estrazione dell’argento, il Messico è il paese che si distingue come produttore e il Perù ha attualmente la più grande riserva del mondo. Il Brasile ha piccole riserve di minerale d’argento, la sua partecipazione alla produzione mondiale di questo metallo è quasi trascurabile. Nel paese non ci sono mai stati record dell’estrazione dell’argento come prodotto principale, si trova sempre associato ad altre sostanze e arato come un prodotto accessorio della loro estrazione. La produzione nazionale avviene principalmente in metalli primari e, in misura minore, in metallo concentrato, perché è più costoso e richiede più fasi di lavorazione. La domanda di argento è molto più alta della sua produzione nel paese, il che rende la spesa per le importazioni superiore a quella delle esportazioni. Il materiale più esportato è il bene primario e il più importato è il prodotto semilavorati. Il consumo interno di argento nel paese è quasi stabile, con poche variazioni. I settori che consumano più argento sono: la monetazione, l’industria fotografica, il settore gioielliere e l’elettronica. Il suo prezzo ha registrato un calo dopo un aumento record nel 2011 a causa della bassa domanda industriale associata alla grande offerta di metallo.

Parole chiave: Argento, Produzione brasiliana, Consumi Interni, Prezzi.

INTRODUZIONE

Avendo il nome derivato dalla parola latina Argentun, silver (Ag) è un elemento chimico che si trova nel gruppo 11 della tavola periodica, un metallo di transizione che ha un’alta conduzione elettrica e resistenza alla corrosione (SOUZA et al., 2013). Di solito si trova aggregato con minerali di rame, zinco e oro. Essendo più raro trovare in minerali dove la loro predominanza è più alta, come Acantita (AgラS) con un contenuto di 87% argento e cerargirita (AgCl) con un contenuto del 75% (BITTENCOURT et al., 2017; CPRM, 2017). Ampiamente utilizzato nella produzione di specchi e monete, nei processi dentali come l’amalgama d’argento, nella produzione di gioielli e posate e nella fotografia, è anche ampiamente utilizzato nei dispositivi elettronici a causa della sua elevata conduttività elettrica. Il suo uso è datato da 5000 a.C. (SOUZA et al., 2013; CPRM, 2017).

L’argento è un elemento chimico che costituisce minerali, gli stessi sono sostanze formate nella crosta terrestre attraverso vari processi fisico-chimici che differiscono l’uno dall’altro, in proprietà come colore, durezza, scissione, luminosità. Si ottengono attraverso l’estrazione mineraria che è considerata un’attività costosa e difficile da realizzare, può essere concettualizzata come l’atto di estrarre minerali di interesse e che hanno valore economico, dalla crosta terrestre (BRANCO, 2017). Generalmente questi minerali si trovano in riserve minerali che fanno parte di una risorsa già scoperta la cui estrazione è economicamente redditizia (CURI, 2009).

Questo minerale può essere estratto e lavorato con vari materiali come prodotti, come il concentrato d’argento che è il materiale che nella sua composizione contiene solo argento con una quantità minima di impurità (BRASIL, 2014).

I suoi prodotti possono essere classificati in: beni primari corrispondenti al minerale d’argento stesso e ai suoi concentrati che possono generare oggetti semilavorati, rappresentati dall’argento nella sua forma grezza, nelle barre, nei fili e nei fogli o prodotti fabbricati che sono oggetti fatti di argento o lamina d’argento, come posate, gioielli, barattoli, monete e così via (DNPM , 2014). Ci sono anche composti chimici argentati come nitrato d’argento, medicinali come vitelinato d’argento e amalgama d’argento (SOUZA et al., 2013; BRASIL, 2014).

C’è anche la classificazione dei suoi tipi di metallo. Sono chiamati metallo d’argento primario tutti i materiali che si ottengono dalla sua lavorazione. Il metallo secondario si ottiene riciclando processi di rottami nuovi o vecchi (BRASIL, 2011).

gol

Descrivere quantitativamente i dati ottenuti nelle sintesi minerali del Dipartimento Nazionale di Ricerca Mineraria dal 2010 al 2014.

metodo

I dati sono stati presi da riassunti presenti sul sito del Dipartimento Nazionale di Ricerca Mineraria – DNPM (http://www.dnpm.gov.br), per accedervi sono seguiti dai seguenti passaggi: nella home page nella scheda laterale “raccolta” clickon “pubblicazioni”, quindi selezionare “Serie Statistiche ed Economia Minerale”. Nella pagina successiva clicca su “Riepiloghi minerali”. I riassunti minerali brasiliani utilizzati sono stati quelli dal 2010 al 2014. Dai riassunti sono stati presi dati su “Riserve Mondiali”, “Produzione Mondiale”, “Produzione Brasile”, “Importazione Brasile”, “Esportazione del Brasile”, “Consumo apparente del Brasile” e “Prezzi”. Tutti i dati corrispondono dal 2010 al 2014. I dati sono stati compilati all’interno dell’applicazione Excel, un componente della suite Microsoft Corporation Office. La ricerca bibliografica è stata condotta in articoli scientifici, utilizzando computer del laboratorio informatico dell’Istituto Federale di Educazione, Scienza e Tecnologia di Amapá, Macapá Campus, situato a: Rodovia BR 210 KM 3, s/n – Bairro Brasil Novo. CAP: 68.909-398, Macapá, Amapá, Brasile.

Risultati

La figura 1 mostra la media delle riserve mondiali di argento nel periodo 2010-2014. Possiamo vedere che il Perù è il paese con la media più alta seguita da Polonia e Brasile è il paese con la media più bassa. La figura 2 mostra la produzione media mondiale di argento dal 2010 al 2014. Il Messico ha la più alta produzione media di argento e il Brasile ha il più basso.

Figura 1: Riserve medie mondiali di argento per paese dal 2010 al 2014.

Figura 2: Produzione media mondiale di argento per paese dal 2010 al 2014

La figura 3 mostra la produzione di argento in Brasile dal 2010 al 2014. Tra i tre prodotti, il metallo primario ha la produzione più alta e il prodotto concentrato è il più piccolo.

Figura 3: Produzione brasiliana di argento dal 2010 al 2014.

La figura 4 mostra l’importazione di argento in Brasile dal 2010 al 2014. Tra i tre, i semilavorati sono i più importati in Brasile, mentre i composti chimici sono meno. La figura 5 mostra l’esportazione di argento in Brasile dal 2010 al 2014. In esso possiamo osservare che l’esportazione di argento è molto più alta come primaria e inferiore in altri prodotti come i composti semilavorati, fabbricati e chimici.

Figura 4: Importazioni di argento in Brasile dal 2010 al 2014.

Figura 5: Esportazioni di argento in Brasile dal 2010 al 2014.

La figura 6 mostra il consumo di argento in Brasile dal 2010 al 2014. Si osserva che i consumi rimangono quasi costanti, mostrando poche variazioni e con una crescita più elevata nel 2014 e un calo nel 2012.

Figura 6: Consumo di argento evidente in Brasile dal 2010 al 2014.

La figura 7 mostra il prezzo dell’argento dal 2010 al 2014. Il prezzo dell’argento ha mostrato poche fluttuazioni dove nel 2011 è aumentato e dopo quell’anno ha mostrato cali.

Figura 7: Prezzo dell’argento in Brasile dal 2010 al 2014.

Discussione

In Brasile ci sono poche riserve d’argento, di solito è associato ad altri minerali ed è sempre estratto / estratto come prodotto accessorio (BRASIL, 2014). Secondo vecchi studi (FIRME e PINHO, 1975) è stato possibile trovare argento con un buon contenuto e in buona quantità associato al piombo e all’oro negli stati di Paraná, San Paolo e Minas Gerais. Nel 2013, le riserve lavrable di minerale d’argento contenute in Brasile sono state quasi 4000 tonnellate e le riserve d’argento del Brasile corrispondono nella classifica mondiale dello 0,7% delle riserve totali (BRASIL, 2014).

Il Messico è il paese che ha più storia quando si tratta di argento, i record risalgono all’estrazione iniziata da prima del XVII secolo e ad oggi si distingue molto nel campo dell’estrazione dell’argento (DABÈNE, 2003). Ci sono tre grandi aziende responsabili dell’estrazione dell’argento, Fresnillo Plc vista come il più grande produttore di argento al mondo, Peñoles Industries, S.Un.B. di C.V. proprietari di una delle più grandi miniere d’argento del mondo e dell’azienda canadese che estrae argento in Messico e anche in Perù Pan American Silver Corp (KLAPWIJK et al., 2012).

Poiché non è mai l’interesse principale delle aziende ed essere sempre estratto / estratto come un prodotto di altri minerali è quasi impossibile creare una base solo a beneficio dell’argento, in modo che le aziende puntino solo a separarlo dal prodotto che ha davvero interesse per loro (Piombo, Rame, Oro, ecc.). rendere più alta la produzione di materiale concentrato, che richiede più fasi di lavorazione a causa del grado di purezza, piccolo, e la produzione del metallo primario è più alta (CPRM, 2017).

Secondo i dati presentati nelle figure 5 e 6, il Brasile esporta una quantità di materiale molto maggiore di quella importata in tonnellate. Dobbiamo tenere conto del fatto che il materiale esportato ha un prezzo di mercato inferiore rispetto al prodotto importato a causa del fatto che non è un materiale completamente puro. L’argento viene esportato come lega grezza, dove la sua purezza non è così elevata e in media il contenuto è del 2%, viene esportato anche sotto forma di fili, piastre e barre, ma in piccolissimo quantitativi (BRASIL, 2011; 2013; 2014; 2017).

Secondo la letteratura, nell’attuale mercato brasiliano la domanda di argento è molto più alta della produzione interna di questo prodotto (CPRM, 2017), causando l’importazione di vari prodotti semilavorati e manufatti, poiché le industrie brasiliane non sono sufficienti nell’offerta della domanda.

I principali settori di consumo dell’argento sono: industrie delle monete, industrie fotografiche e radiografiche, gioiellieri ed elettronica. Nel 2012 si è registrato un calo del 4,8% dei consumi di questo metallo che è stato sfruttato da un aumento del 4,6% nel 2013 e del 16,4% nel 2014 (BRASIL, 2013; 2014).

Nel 2011 il prezzo dell’argento ha registrato un aumento record del prezzo, ma dopo di che il prezzo dell’argento è diminuito solo sul mercato. Il calo del prezzo dell’argento dal 2012 è dovuto alla bassa domanda industriale e alla grande offerta di questo metallo, poiché i grandi investitori hanno deciso di effettuare grandi vendite delle loro scorte d’argento a prezzi stabili attirando cacciatori di occasioni che hanno causato il continuo calo del prezzo (KLAPWIJK et al., 2012; O’CONNELL et al., 2014)

CONCLUSIONE

Quando si tratta di estrazione dell’argento, il Messico è il paese che si distingue come produttore e il Perù ha attualmente la più grande riserva del mondo. Il Brasile ha piccole riserve di minerale d’argento, la sua partecipazione alla produzione mondiale di questo metallo è quasi trascurabile. Nel paese non ci sono mai stati record dell’estrazione dell’argento come prodotto principale, si trova sempre associato ad altre sostanze e arato come un prodotto accessorio della loro estrazione. La produzione nazionale avviene principalmente in metalli primari e, in misura minore, in metallo concentrato, perché è più costoso e richiede più fasi di lavorazione. La domanda di argento è molto più alta della sua produzione nel paese, il che rende la spesa per le importazioni superiore a quella delle esportazioni. Il materiale più esportato è il bene primario e il più importato è il prodotto semilavorati. Il consumo interno di argento nel paese è quasi stabile, con poche variazioni. I settori che consumano più argento sono: la monetazione, l’industria fotografica, il settore gioielliere e l’elettronica. Il suo prezzo ha registrato un calo dopo un aumento record nel 2011 a causa della bassa domanda industriale associata alla grande offerta di metallo.

RIFERIMENTI

BITTENCOURT, A. et al. PRATA, BRONZE, ESTANHO CARACTERÍSTICAS E APLICAÇÕES NA ENGENHARIA ELÉTRICA. 2017. Disponível em: < https://www.eecis.udel.edu/~portnoi/academic/academic-files/estanho-prata-bronze.html >. Acesso em: 21 de novembro, 2017.

BRANCO, P. Dicionário de Mineralogia. 2017. Disponível em: < http://www.dnpm-pe.gov.br/Detalhes/Mineral.htm >. Acesso em: 27 de novembro, 2017.

BRASIL. Sumário Mineral. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2011.

______. Sumário Mineral. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2013.

______. Sumário Mineral. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2014.

______. Sumário Mineral. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2017.

CPRM. Metais Preciosos. 2017. Disponível em: < http://www.cprm.gov.br/publique/Redes-Institucionais/Rede-de-Bibliotecas—Rede-Ametista/Canal-Escola/Metais-Preciosos-1041.html >. Acesso em: 21 de novembro, 2017.

CURI, A. Minas a céu aberto: Planejamento de lavra. São Paulo: Oficina de Textos, 2009. 232p. Disponível em: < http://www.dnpm-pe.gov.br/Geologia/Mineracao.php >.

DABÈNE, O. América Latina no Século XX. Porto Alegre: Edipucrs, 2003. 328 p.

FIRME, E. F.; PINHO, C. C. C. Prata: Estudo da economia mineral. 1975. Disponível em: < http://rigeo.cprm.gov.br/jspui/bitstream/doc/13823/1/Prata%2C%20estudo%20de%20economia%20mineral.pdf >. Acesso em: 18 de dezembro, 2017.

KLAPWIJK, P. et al. World Silver Survey 2012. London UK: GFMS Thomson Reuters 2012. ISBN 978-1-880936-20-7. Disponível em: < https://www.silverinstitute.org/wp-content/uploads/2017/10/2012WorldSilverSurvey.pdf >.

O’CONNELL, R. et al. World Silver Survey 2014. London UK: GFMS Thomson Reuters 2014. ISBN 978-1-880936-23-8. Disponível em: < https://www.silverinstitute.org/wp-content/uploads/2017/10/2014WorldSilverSurvey.pdf >.

SOUZA, G. et al. Prata: Breve histórico, propriedades e aplicações. Educ. quím, v. 24, n. 1, p. 14-16, 2013.

[1] Studente delle superiori. Corso tecnico in Mineraria. Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP).

[2] Tecnologo dei materiali. Master in Scienze dei Materiali e Ingegneria. Ricercatore professore presso l’Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP[3])

Biomedica. Dottorato di ricerca in Malattie Tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Amapá (UNIFAP).Biologo. Dottore in malattie tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Pará (UFPA).

[4] Biologo. Dottore in malattie tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Pará (UFPA).

[5] Theologian. Dottorato di ricerca in Psicoanalisi Clinica. Ricercatore presso il Center for Research and Advanced Studies, San Paolo, SP.

[6] Biologo. Dottorato di ricerca in Teoria e Ricerca sul Comportamento. Ricercatore professore presso l’Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP)

Teologo, dottore in psicoanalisi clinica. Ha lavorato per 15 anni con la metodologia scientifica (metodo di ricerca) nell'orientamento alla produzione scientifica di studenti di master e dottorato. Specialista in ricerche di mercato e ricerche sulla salute.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here