Riserva, produzione, mercato e consumo di manganese brasiliano tra il 2010 e il 2013

0
94
DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/riserva-produzione
PDF

TORRES, Carine Correa [1], ARAÚJO, Franciolli da Silva Dantas [2], FECURY, Amanda Alves [3], OLIVEIRA, Euzébio [4], DENDASCK, Carla Viana [5], DIAS, Claudio Alberto Gellis de Mattos [6]

TORRES, Carine Correa. Et al. Riserva, produzione, mercato e consumo di manganese brasiliano tra il 2010 e il 2013. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno 03, Ed. 09, Vol. 08, pp. 63-73 settembre 2018. Sistema iSSN:2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/riserva-produzione, DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/quimica-it/riserva-produzione

Di solito trovato allo stato solido, il manganese (Mn) è una sostanza metallica, è uno degli elementi più abbondanti della crosta terrestre, essendo associato ad altri elementi, formando vari tipi di minerali, ma ce ne sono pochi che compongono i minerali del minerale di manganese. L’estrazione, o estrazione mineraria, di minerale di manganese può essere effettuata con il metodo a cielo aperto con l’uso di escavatori meccanici, increspature, dragline o altre attrezzature, senza l’uso di esplosivi. Le riserve discusse nell’articolo si riferiscono alle riserve lavabili ufficialmente approvate dal Dipartimento Nazionale della Produzione Mineraria, trascurando quelle sotto la licenza, l’estrazione e l’autorizzazione dell’estrazione mineraria. La ricerca è stata condotta in sintesi minerali pubblicate dal Dipartimento Nazionale della Produzione Minerale – DNPM, i dati sono stati presi dai riassunti e compilati nel programma Excel del pacchetto Office di Microsoft Corporatoion, per ulteriori analisi. Sono stati utilizzati articoli scientifici dei database Di Google Scholar, Scielo e Periodicos Capes. È stato osservato che la produzione di manganese è strettamente correlata al mercato dei consumi, diminuendo o aumentando in base alle sue esigenze. Ciò che può influenzare il mantenimento del Brasile in una posizione privilegiata tra i principali produttori di manganese al mondo sono le sue riserve. Poiché si tratta di riserve grandi e ad alto contenuto in Brasile, lo sfruttamento del minerale di manganese diventa economicamente redditizio, aumentando la produzione, data la domanda del mercato interno ed estero dei consumatori. Gli stati che detengono la maggior parte della produzione sono Pará (70%), Minas Gerais (15%) e Mato Grosso do Sul (14,6%). Alla base dei risultati presentati, si comprende che il Brasile ha un potenziale sufficiente per essere in una posizione più vantaggiosa tra i principali produttori di manganese al mondo, a causa delle riserve di cui dispone. Nonostante abbia notevoli quantità, il Brasile deve ancora investire in ricerche che indica nuove riserve da età, in modo che la produzione brasiliana soddisfi la crescente domanda del mercato dei consumatori, soprattutto quando si riferisce all’esportazione dei suoi prodotti, poiché il suo aumento offre vantaggi al paese.

parole chiave: Manganese, produzione brasiliana, Riserva, Domanda.

INTRODUZIONE

Di solito trovato allo stato solido, il manganese (Mn) è una sostanza metallica con una massa specifica che va da 7,21 g/cm³ a 7,40 g/cm³ (Santana, 2009). È uno degli elementi più abbondanti della crosta terrestre, essendo associato ad altri elementi, formando vari tipi di minerali, ma ce ne sono pochi che compongono i minerali del minerale di manganese. I suoi minerali principali sono braunite, cryptomelaone, hausmannite, manganite jacobsite, nsutite, psilomela, pirolusite, rhodocrosita, roddononite e todorokite (Sampaio, Andrade, Dutra & Penna, 2008). Ha un alto grado di durezza, anche se fragile e fragile, presentandosi come metallo grigio scuro e lucido (ROCHA e AFONSO, 2012).

Per quanto riguarda il suo utilizzo, il manganese è presente nella produzione di vernici, colorazione e scolorimento del vetro, nell’industria ceramica, reagenti chimici, nella produzione di fertilizzanti, utilizzati in agricoltura come mediatori del suolo e nel trattamento delle acque e nel controllo dell’inquinamento atmosferico (SAMPAIO et al., 2008; ANGELI et al., 2011). Il manganese è ampiamente utilizzato nella produzione di leghe metalliche, ma attualmente è stato ampiamente utilizzato nella produzione di batterie per auto elettriche (BARBOSA et al., 2017).

Il minerale è ogni elemento chimico o composto di occorrenza naturale, originato da processi geologici, fisico-chimici e inorganici, che ha una struttura cristallina (disposizione degli atomi) e una composizione chimica ben definita. Il minerale può essere detto come un corpo roccioso composto da uno o più minerali che possono essere sfruttati economicamente. I minerali minerali, a loro volta, sono minerali che possono essere estratti con vitalità economica, cioè sono quelli di interesse economico (BRASIL, 2017).

La formazione di manganese avviene con l’origine di protoori in ambienti sedimentari marini o depressioni formate dall’acqua, a causa della deposizione di grani disaggregati di rocce preesiste e della formazione di minerali di fronte a processi chimici, in considerazione dei cambiamenti nella disposizione cristallina di altri minerali, formando nuovi depositi di manganese (CETEM, 2007). Si trova in grandi quantità nel mare sotto forma di noduli, che sono concentrazioni minerali formate sul fondo degli oceani, ma le loro riserve si trovano principalmente in depositi sedimentari, considerati di grande importanza, poiché esistono in tutto il mondo e alcuni hanno livelli molto elevati di manganese, essendo di stima di interesse economico (SAMPAIO et al., 2008).

L’estrazione mineraria può essere intesa come l’estrazione di minerali dalla crosta terrestre attraverso processi di lavorazione in modo che vi sia il rilascio di minerali (DNPM, 2017). ). L’estrazione, o estrazione, di minerale di manganese può essere effettuata con il metodo a cielo aperto con l’uso di escavatori meccanici, increspature, dragline o altre attrezzature, senza l’uso di esplosivi, oltre a utilizzare camion fuoristrada per il trasporto di minerali. La lavorazione del minerale dipende dal processo scelto dalla società mineraria, tuttavia, in generale, il manganese passa prima attraverso una griglia per la rimozione di rifiuti organici o altri materiali, quindi passa attraverso il frantoio e poi per atrizione in tromesi cieca o rondelle di ghiaia, per la rimozione della frazione di argilla, se necessario passa attraverso setacci rotanti o vibranti (SAMPAIO et al. , 2008).

Amapá è stato responsabile di gran parte della produzione e dell’esportazione brasiliana di manganese tra il 1957 e il 1986 (DRUMMOND, 2004). Fu visto come il principale produttore del paese, tuttavia, con la chiusura dei suoi depositi, fu sostituito dallo stato del Mato Grosso. Attualmente il Brasile è uno dei principali paesi produttori di manganese al mondo (BRASIL, 2015). ). La produzione di manganese qui menzionata si riferisce alla produzione di cui beneficia (DNPM, 2014).

La crosta terrestre ha una grande quantità di risorse minerali, che sono concentrazioni di minerale a cui è possibile attribuire valore economico e che subiscono studi che valutano caratteristiche come contenuto, quantità, qualità e ubicazione. La parte della risorsa minerale che può essere estratta con redditività economica è la riserva, considerando la quantità di minerale e il contenuto minerale di interesse (BRASIL, 2016). Le riserve qui discusse si riferiscono alle riserve lavabili ufficialmente approvate dal Dipartimento Nazionale della Produzione Mineraria, trascurando quelle sotto licenza, estrazione e autorizzazione dell’estrazione mineraria (DNPM, 2014)

Il consumo apparente di manganese si riferisce alla domanda interna del Brasile, dove la produzione più l’importazione viene aggiunta e sottratta l’esportazione di manganese (DNPM, 2014). ). L’esportazione è data al prezzo FOB che significa Free On Board, cioè l’esportatore è responsabile del materiale che esporta fino alla sua spedizione (BRASIL, 2006).

gol

Mostra la produzione e la riserva mondiale e il panorama nazionale del manganese tra il 2010 e il 2013.

metodo

Ricerche effettuate in sintesi minerali pubblicate dal Dipartimento Nazionale della Produzione Mineraria – DNPM (http://www.dnpm.gov.br/), secondo le seguenti fasi: il menù principale è stato consultato dalla barra “Pubblicazioni”; poi, nella pagina che si è aperta, è stato cliccato su “Serie Statistiche ed Economia Minerale”. Nella pagina successiva è stato selezionato “Riepilogo minerali”. Successivamente, il “Brazilian Mineral Summary” è stato scaricato dal 2011 al 2015. I dati sono stati presi dai riassunti e compilati nel programma Excel della suite Microsoft Corporatoion Office per ulteriori analisi. Sono stati utilizzati articoli scientifici di Google Scholar (https://scholar.google.com.br/), Scielo (http://www.scielo.org/) e Periodicos Capes (http://www-periodicos-capes-gov-br.ez275.periodicos.capes.gov.br/). La ricerca bibliografica è stata condotta utilizzando computer del laboratorio informatico dell’Istituto Federale di Educazione, Scienza e Tecnologia di Amapá, Macapá Campus, situato a: Rodovia BR 210 KM 3, s/n – Bairro Brasil Novo. CAP: 68.909-398, Macapá, Amapá, Brasile.

Risultato

La figura 1 mostra la produzione media di manganese, in milioni di tonnellate (106t) dei principali produttori mondiali, dal 2010 al 2013. In questo periodo, il Brasile è stato il quinto produttore di manganese, rispetto agli altri paesi.

Figura 1: Produzione dei principali produttori mondiali di manganese tra il 2009 e il 2013 in milioni di tonnellate (Mt)

La figura 2 mostra le riserve medie di manganese (106t) dei principali paesi di riserva del mondo tra il 2010 e il 2013. Il Brasile ha la quinta più grande riserva di manganese tra i sette paesi menzionati.

Figura 2: Riserve medie di manganese (106t) tra il 2010 e il 2013, per paese.

La figura 3 mostra la media dei prodotti brasiliani di manganese tra il 2010 e il 2013 (106 t). Il 2010 è stato l’anno che ha prodotto il maggior numero di concentrati di manganese, seguito da un calo nel 2011 che è rimasto approssimativo negli altri anni. Sebbene la produzione di metalli contenuta nel concentrato di manganese sia diminuita nel 2011 rispetto al 2010, non ha risentito di elevate variazioni nel periodo 2010 e 2013. Nel 2011 si è registrato un calo della produzione di ferroleghe a base di manganese rispetto al 2010, seguito da un aumento negli anni successivi.

Figura 3: Mostra la media dei prodotti brasiliani di manganese tra il 2010 e il 2013 (106 t).

La figura 4 mostra l’importazione e l’esportazione totali di manganese in Brasile tra il 2010 e il 2013 (103t). La quantità di concentrato di manganese esportato è superiore alla quantità di concentrato importata. L’esportazione e l’importazione di semilavorati sono rimaste tuttavia vicine, con una maggiore esportazione.

Figura 4: Mostra l’importazione e l’esportazione totali di manganese in Brasile tra il 2010 e il 2013 (103t).

La figura 5 mostra il consumo apparente di concentrato di manganese in Brasile tra il 2010 e il 2013 (103t). Nel 2011 si è avuto un calo dei consumi concentrati, ma nel 2012 questo numero è quasi raddoppiato, seguito da un’ulteriore diminuzione l’anno successivo.

Figura 5: Mostra il consumo apparente di concentrato di manganese in Brasile tra il 2010 e il 2013 (103t).

La figura 6 mostra il prezzo medio delle esportazioni brasiliane di manganese tra il 2010 e il 2013. Dal 2010 al 2012, c’è stata una decrescita del prezzo medio delle esportazioni di minerale di manganese e nel 2013 questo prezzo è aumentato. Il prezzo medio delle ferroleghe a base di manganese è diminuito fino al 2011, aumentando di nuovo negli anni successivi.

Figura 6: Mostra il prezzo medio delle esportazioni brasiliane di manganese tra il 2010 e il 2013.

Discussione

La produzione di manganese è strettamente legata al mercato consumer, diminuendo o aumentando in base alle sue esigenze. Ciò che può influenzare il mantenimento del Brasile in una posizione privilegiata tra i principali produttori di manganese al mondo, sono le sue riserve, e possono essere a basso o alto contenuto, si ritiene che quelli con un contenuto più elevato siano rari e pochi siano i paesi che li detengono. Poiché si tratta di riserve grandi e ad alto contenuto in Brasile, lo sfruttamento del minerale di manganese diventa economicamente redditizio, aumentando la produzione, in considerazione della domanda del mercato interno ed estero dei consumatori (MME, 2009). In Brasile, gli stati che possiedono la maggior parte della produzione sono Pará con il 70%, Minas Gerais con il 15% e Mato Grosso do Sul con il 14,6% della produzione (CNQ, 2015).

Aggiungendo le riserve mondiali di manganese, comprese quelle a basso contenuto e qualità, si stima che raggiungano miliardi di tonnellate, tuttavia, se vengono calcolate solo quelle ad alto contenuto (sopra il 44%) questo valore non supera 1 miliardo di tonnellate di minerale. Tali riserve si trovano principalmente nei paesi dell’emisfero meridionale come Sudafrica, Australia, Gabon e Brasile (IMnI, 2017). Le principali riserve brasiliane si trovano negli stati di Minas Gerais, Mato Grosso do Sul, Bahia e Pará (MME, 2009).

Confrontando le cifre 1 e 2, si verifica che alcuni paesi detengono anche riserve minori, rispetto agli altri, sono grandi produttori. Ciò può essere dovuto a riserve ad alto contenuto (oltre il 44% di manganese) o perché sono paesi che consumano la maggior parte di ciò che produce come nel caso della Cina, che ha riserve più piccole e a basso contenuto, ma è uno dei principali responsabili del consumo di metalli globali (DNPM, 2014; IMNI, 2017)

La riduzione della produzione di concentrato di manganese, ferroleghe a base di metallo e manganese nel 2011 potrebbe essersi verificata a causa di una diminuzione dei tassi di crescita in Cina, il principale consumatore mondiale. Negli anni successivi si è registrato un ragionevole aumento della produzione degli stessi prodotti e si spiega con il miglioramento della domanda del mercato dei consumatori o, inoltre, con lo sblocco di concessioni per l’apertura e il funzionamento di nuove miniere, per soddisfare la domanda di minerale (DNPM, 2014)

Analizzando la figura 4, si può osservare che la bilancia commerciale brasiliana è favorevole in relazione al manganese, poiché ci sono più esportazioni e meno importazioni. Ma le quantità di manganese importato e concentrato semilavorati sono ancora molto grandi, ciò può verificarsi a causa di una migliore qualità del contenuto di manganese importato o di altri vantaggi che il manganese proveniente da paesi della costa atlantica dell’Africa, come il Sudafrica e il Gabon, può offrire rispetto al manganese prodotto nel nord del Brasile, ma senza svalutare il manganese prodotto nel paese (MME , 2009).

Il consumo apparente di concentrato di manganese è stato molto irregolare nel periodo 2010-2013. La diminuzione dei consumi potrebbe essersi verificata a causa dell’aumento delle esportazioni, senza che vi siano aumenti delle importazioni, e l’aumento del consumo interno di concentrati potrebbe essersi verificato a causa della diminuzione delle esportazioni, insieme a un piccolo aumento della produzione nazionale brasiliana (DNPM, 2013; 2014)

Le diminuzioni individuate nel prezzo medio delle esportazioni brasiliane potrebbero essere state causate dalla svalutazione del minerale di manganese nel 2011 e dalle ferroleghe basate su questo elemento, sul mercato internazionale, così come gli aumenti di prezzo potrebbero essersi verificati a causa dell’apprezzamento del minerale nel 2012 (si nota anche, anche la svalutazione del minerale nel 2013)

CONCLUSIONE

Il Brasile ha un potenziale sufficiente per essere in una posizione più vantaggiosa tra i principali produttori di manganese al mondo, a causa delle riserve che ha (ampio e ad alto contenuto dell’elemento). Nonostante abbia notevoli quantità, il Brasile deve ancora investire in ricerche che indica nuove riserve da età, in modo che la produzione brasiliana soddisfi la crescente domanda del mercato dei consumatori, soprattutto quando si riferisce all’esportazione dei suoi prodotti, poiché il suo aumento offre vantaggi al paese.

RIFERIMENTI

ANGELI, N. et al. Geologia e Caracterização Tecnológica do Minério de Manganês da Mina Córrego do Cocho, Itapira (SP). Geologia USP, v. 11, n. 3, p. 107-130, 2011.

BARBOSA, G. F. A. et al. Levantamento Histórico de Processos Minerários de Manganês no Estado do Amapá. XXVII Encontro Nacional de Tratamento de Minérios e Metalurgia Extrativa (ENTMME). Belém PA: IFPA 2017.

BRASIL. O que é? FOB. 2006. Disponível em: < http://desafios.ipea.gov.br/index.php?option=com_content&view=article&id=2115:catid=28&Itemid=23 >. Acesso em: 20 de dezembro de 2017.

______. RMB – Recursos Minerais do Brasil. Manganês (Mn). 2015. Disponível em: < http://www.rmb.com.br/site3/manganes-mn >. Acesso em: 11 de dezembro de 2017.

______. Guia CBRR para declaração de resultados de exploração, recursos e reservas minerais. Brasília: CBRR – Comissão Brasileira de Recurso e Reservas 2016.

______. Glossário Geológico Ilustrado. 2017. Disponível em: < http://sigep.cprm.gov.br/glossario/index.html >. Acesso em: 04 de dezembro de 2017.

CETEM. Disponibilidade, suprimento e demanda de minérios para a metalurgia. Rio de Janeiro: Centro de Tecnologia Mineral CETEM/MCT 2007.

CNQ. O Setor Mineral. São Paulo: Confederação Nacional do Ramo Químico CNQ-CUT 2015.

DNPM. Sumário Mineral 2013. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2013.

______. Sumário Mineral 2014. Brasília: Departamento Nacional de Produção Mineral DNPM 2014.

______. Glossário Geológico – Mineração. 2017. Disponível em: < http://www.dnpm-pe.gov.br/Geologia/Mineracao.php >. Acesso em: 20 de dezembro de 2017.

DRUMMOND, J. A. O manganês do Amapá – o seu papel no desenvolvimento regional e nacional (1957-1998). II Encontro Nacional da Associação Nacional de Pós Graduação E Pesquisa em Ambiente e Sociedade ANPPAS. Indaiatuba SP 2004.

IMNI. Reserva. 2017. Disponível em: < http://cn.manganese.org/about-mn/reserves >. Acesso em: 20 de dezembro de 2017.

MME. Perfil da Mineração de Manganês, Relatório 19., 2009. Disponível em: < http://www.mme.gov.br/documents/1138775/1256650/P11_RT19_Perfil_da_mineraxo_de_manganxs.pdf >. Acesso em: 20 de dezembro de 2017.

ROCHA, R. A.; AFONSO, J. C. Manganês. Química Nova na Escola, v. 34, n. 2, p. 103-105, 2012.

SAMPAIO, J. A. et al. Manganês. In: A. B. LUZ &, F. A. F. L. (Ed.). Rochas & Minerais Industriais. Rio de Janeiro: CETEM/MCT, 2008. p.633-648.

[1] Studente delle superiori. Corso tecnico in Mineraria. Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP).

[2] Tecnologo dei materiali. Master in Scienze dei Materiali e Ingegneria. Ricercatore professore presso l’Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP[3])

Biomedica. Dottorato di ricerca in Malattie Tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Amapá (UNIFAP).Biologo. Dottore in malattie tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Pará (UFPA).

[4] Biologo. Dottore in malattie tropicali. Professore ricercatore presso l’Università federale di Pará (UFPA).

[5] Theologian. Dottorato di ricerca in Psicoanalisi Clinica. Ricercatore presso il Center for Research and Advanced Studies, San Paolo, SP.

[6] Biologo. Dottorato di ricerca in Teoria e Ricerca sul Comportamento. Ricercatore professore presso l’Istituto federale di istruzione di base, tecnica e tecnologica di Amapá (IFAP)

Teologo, dottore in psicoanalisi clinica. Ha lavorato per 15 anni con la metodologia scientifica (metodo di ricerca) nell'orientamento alla produzione scientifica di studenti di master e dottorato. Specialista in ricerche di mercato e ricerche sulla salute.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here