L'inclusione del diverso contesto sociale: il dovere di tutti

0
342
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

DIAS, Maycon Rodrigues de Oliveira Dias [1]

DIAS, Maycon Rodrigues de Oliveira Dias. L'inclusione del diverso contesto sociale: il dovere di tutti. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 01, pp. 158-171, giugno 2018. ISSN:2448-0959

Un mondo di radicali trasformazioni nel XX secolo e, in mezzo a così tanti cambiamenti delle famiglie è diventato più forte e ha cominciato a rivendicare il diritto alla scuola per i loro figli considerati malati e disabili dalla società. Questi movimenti chiamati attenzione al momento in Cuneo, era una grande conferenza, e dati sull'analfabetismo erano allarmanti. Questa è stata la prima conferenza di esigere dai paesi che includono scuole comuni regolari i bambini con bisogni educativi. Era l'inizio dell'inclusione. Il presente articolo concettualizza l'inclusione, presenta esemplari di modo che questo è stato tenuto per raggiungere il tuo vero corso, dimostra come si suppone di essere una scuola inclusiva. Ci sono molte sfide per scuole e famiglie speciali, ma questo diritto di studiare in una scuola comune è stato acquistato e viene preso in avanti. Questo articolo insegna anche che ciò che vogliamo è non solo nelle scuole, ma anche in tutta la società, perché le differenze non dovrebbero essere visto come un problema per l'altra maniglia. Al contrario, esistono differenze come un'opportunità per la crescita di una società.

Parole chiave: Sfide, speciale Inclusive proposta differenze.

1. Introduzione

La carenza dovrebbe essere trattata come un tema concreto, come è una realtà in tutto il mondo. Tutti i genitori si aspettano bambini sani e perfetta, e quando un bambino è nato con un certo tipo di disabilità, la tendenza all'inizio, è tristezza o ignorare l'esistenza del problema. Tuttavia, facendo finta che il problema non esiste, non mandarlo via, perché per il resto della loro vita questi genitori "speciali" avranno più un lavoro speciale da fare.

In un primo momento, i genitori dovranno imparare a gestire la situazione. Imparare con il bambino, con i medici che frequentano, a vivere con gli sguardi di pietà da familiari o vicini di casa, con il rifiuto degli sconosciuti e, come se tutto questo non bastasse, i genitori hanno ancora di impegnarsi in combattimento per più diritti per Noi bambini, perché le leggi tendono ad essere solo sulla carta o, addirittura, in alcuni casi, ci sono leggi.

Qui si tratta in primo luogo, l'inclusione di questi bambini nelle scuole, ma è noto che prima che ciò accada, una grande battaglia fu combattuta dai genitori. L'altro è ora la formazione regolare e, poi, arriva il lavoro, trovare un azienda/partner e le altre difficoltà del mondo adulto.

Come questa ricerca si concentra solo sulla formazione, qui sarà un po' di storia della svalutazione delle persone con disabilità e, anche, come questo è venuto per essere riconosciuti e stimati. È noto che c'è molto ancora da fare, gli ostacoli al miglioramento della vita di una persona con molto marcate differenze nel vostro corpo sono quasi infiniti, perché la vita è come una battaglia che infuria ogni giorno. Non si può sempre vincere, le perdite sono una miriade, quando è disattivato, ma ci sono anche molte vittorie, e uno di loro è l'inclusione.

L'inclusione è presente nelle scuole grazie alle esigenze della conferenza mondiale sull'educazione per tutti a Cuneo. Da lì il mondo si trasferì includere queste persone non solo nelle scuole ma anche all'interno della società.

Il Brasile, sulla faccia di esso, promuove le modifiche o cercare di adattare quello che già possiedi, ma il fatto è che l'inclusione in Brasile non è ancora nel tuo momento pieno di successi.

2. Sviluppo

Il discorso che siamo tutti diversi e che rende questa specie umana più complessa e più bella dell'universo è un molto favorevole alla nostra vita. Tuttavia, alcune differenze sono molto pronunciato, molto visibili e non sempre bella e, come l'uomo in tutta la storia della dominazione ha gli occhi sulla più bella o più forte, queste due qualità non hanno favorito che è nato senza queste caratteristiche .

La società non si evolve allo stesso tempo dappertutto, tuttavia è noto che le scuole hanno esistito come conseguenza la necessità di manodopera nelle industrie di alimentazione.

"Analizzando la prospettiva della società rispetto alla scuola, istituzione, fino quasi alla fine del XX secolo, che ha proposto a scuola, soprattutto per il grande pubblico, è che ha scelto nella popolazione un certo numero di individui che potrebbero comporre i fotogrammi di funzionamento settore produttivo della società." (GUIMARÃES, 2002. pag. 9)

Da questa citazione diventa chiaro la situazione reale della maggior parte delle persone per quanto riguarda la parità di condizioni per lo studio in una scuola normale.

Integrando la traiettoria educativa, MAZZOTA (2005), (rassegna delle pagine 26-27) di educazione speciale appena vinto voce e tempo del Novecento, poiché fino al XIX secolo piccolo è conosciuto circa questa questione riguardante persone disabili e complementi l'inclusione è venuto dopo il processo di integrazione dipendeva la necessità di una diagnosi precisa del disturbo e, dopo l'integrazione del bambino in una scuola normale.

Solo l'integrazione di una persona in una scuola comune, non proprio, dato che include fai di riempimento in una registrazione, di un'apertura alla scuola. Tuttavia, se lo studente non è in condizioni di apprendimento di scuola, lui è essere segregato, non incluso. È che il mondo della scuola è molto limitato e quindi combattere per l'inclusione, che è vasto e comprende l'intera società. Infatti, l'inclusione sarebbe educazione di tutta la società ad accettare e visualizzare le differenze appena si presenta un'opportunità, un nuovo orizzonte di conoscenza. La lotta continua, ora, è l'inclusione del fatto, che perché abbiamo ancora una maturazione nella società e nella formazione degli operatori coinvolti nell'istruzione nel suo complesso. Conferma che GUIMARÃES (2002 P. 11) a commentare che "la lotta di inizio secolo è per il diritto di rimanere a scuola, il diritto di non essere escluso dal processo educativo" l'idea è caldeggiato anche dall'autore qui sotto.

"L'inclusione, come altri movimenti causati da gruppi che storicamente sono stati esclusi dalla scuola e piena cittadinanza, è una denuncia che Hannah Arendt chiamato"nudo", perché si tratta di innovazione astratto è incompatibile con l'astrazione delle differenze, per raggiungere un soggetto universale. (MANTOAN, 2006 pag. 17 ")

MANTOAM, nel corso dei lavori di cui sopra, fa chiaramente, numerose volte, riluttanti ad accettare l'inclusione è un segno di maturazione della società, non fondare i propri obiettivi in una massa omogenea e predicando l'uguaglianza. Infatti, medita lei (l'autore), ci può essere uguaglianza dei diritti, tuttavia i tempi non sempre si avvera e chiaramente questo è verificato nelle scuole dove insegnano lo stesso contenuto per la classe come se tutti imparare nello stesso spazio di Ora, in allo stesso modo e così l'inclusione quindi passa ad essere una delle più grandi sfide dell'insegnamento.

"Perché la differenza è difficile da essere negato, negato, sottovalutato. Se lei è negata, negato, sottovalutato, è necessario assimilare al essenzialista ed egualitarismo, se accettata e valorizzata, è necessario cambiare i lati e rompere con i pilastri su cui la scuola è stata firmata finora. (MANTOAN, 2006. pag. 19) "

Sostenuta dagli insegnamenti di autore di cui sopra, vediamo che c'è parità, perché siamo diversi e che ci fa essere unico. Inoltre, in una società in cui ci sono le perdite e i profitti, le differenze sono chiaramente visibili nella conoscenza che alcuni sono più pronunciati rispetto ad altri che permette una grande difficoltà di integrazione nella società.

Il LDBEM (legge di linee guida e le basi per l'educazione nazionale) legge 9394/96 prescrive che l'educazione speciale è "la scuola formazione modalità, preferibilmente sulla rete regolari offerto l'istruzione per discenti con bisogni speciali", pertanto, la qualità del servizio, non male.

La scuola deve essere fuori di casa ogni giorno per tutti i minori, tuttavia ciò non significa l'esclusione di adulto, ma sì, il vostro libero arbitrio di scegliere. L'inclusione si propone di trasformare la società, rallentare i passi, ma non impossibile.

"L'inclusione traduce la capacità della scuola di dare risposte efficaci alle differenze di apprendimento degli studenti, considerando il loro sviluppo come una priorità. La pratica dell'inclusione implica il riconoscimento delle differenze degli studenti e nella progettazione di questo apprendimento è costruito sulla cooperazione dall'attività del soggetto sulle richieste di mezzo, avendo il soggetto della conoscenza come un soggetto come ". (FORBES, 2010 pag. 38)

Per includere tutti imparare a convivere con il diverso, professor ampliare la vostra conoscenza e forza innovare la metodologia. In Aula ci sono scambi, cooperativa Fellowship. Il diritto all'istruzione non può essere negato ed è un modo per aiutare tutti a combattere per la libertà.

2.1 l'eliminazione e l'idea di inclusione

GUIMARÃES (2002), nella prefazione del volume di lavoro di 22 lezioni, ritiene che i poveri non avevano un posto nella società per secoli e che solo dalla metà del XX secolo è il Brasile viene cercando di offrire la scuola per tutti i bambini e anche con la qualità del processo di insegnamento. In GLAT (2007) hanno osservato un orientamento pedagogico su come lavorare con gli studenti che presentano compromissione mentale, udito, fisica, ecc. Ciò rappresenta un miglioramento, dato che non tutti gli insegnanti erano qualificati per questo lavoro.

Educational esclusione: chiunque, da nessuna sventura, frequenta una scuola, ma l'esclusione più grande di fatto è il momento da vedere uno studente a scuola con difficoltà di apprendimento e niente è fatto per questo uscire da quella condizione. Quindi bisogno di un lavoro che comprende la partecipazione fondo monetario (questa è la parte del governo), il grande desiderio di sempre rifare il progetto pedagogico di scuola al fine di rendere l'insegnamento e una proposta che valorizza i disabili nella società.

«L'inclusione scolastica degli studenti con speciale ha bisogno esigono un cambiamento radicale nella gestione del sistema educativo così grande e ogni scuola in particolare, priorità azioni a tutti i livelli di istruzione, dall'educazione della prima infanzia programmi per formazione degli insegnanti. Mettetevi una priorità, troppo, adeguatezza degli edifici scolastici e organizzazione architettonica di risorse tecniche e servizi che promuovono la comunicazione e l'accessibilità educativo." (GLAT, 2007 p. 38)

L'istruzione è il percorso di base per una vita in società. Formazione trasmette cultura e allo stesso tempo allargare gli orizzonti e rende il giovane sogno di vita che partecipa, con la vostra indipendenza, ha conoscenza della società e di vita e di cambiamento che lo circonda. A GUIMARÃES (2002. pag. 12) "istruzione pubblica deve avere la destinazione determinata dalle esigenze del mercato." E parlando di mercato, i disabili anche consapevoli dei propri limiti, ma per educazione so che è possibile superare molti di loro.

Cool (et al., 2004) è anche uno dei riferimenti per informarci che la formazione speciale ha subito profonde trasformazioni nel corso del XX secolo. Il mondo dell'educazione ha esteso il tuo modo di pensare vedendo l'idea che tutti sono uguali davanti alla legge. Questa è la base che ha permesso i movimenti sociali di andare oltre, imponendo la scuola per tutte le persone disabili. Tuttavia questo requisito non può da solo "voglio, richiediamo". Istruzione nel suo complesso ha attraversato un'intensa riflessione sia nello studio di ogni tipo di disabilità, ma anche aiuta nell'analisi di come le scuole possono aiutare nell'inclusione di questi bambini o adulti nel mondo e sulla vita in società. Questo stesso autore ci insegna che durante la prima metà del XX secolo, si credeva che le carenze siano puramente organiche e questo ci ha portato due conseguenze, una è la necessità di una diagnosi precisa del disturbo e l'altra è la certezza che tali gli studenti dovrebbero essere in una scuola speciale.

Si credeva che semplicemente inserire di che uno studente in una scuola speciale e il problema dell'inclusione sarebbe preso cura. Essendo questo un pensiero sbagliato ricordando che si chiama "integrazione" e non iscrizione.

MARCHESI (2004, p. 24) segnala che ci sono tre tipi di integrazione così sintetizzati:

  1. Integrazione fisica si verifica quando ci sono classi di educazione speciale nella scuola ordinaria, ma gli studenti sono ancora in qualche modo separati da scuola anche se potrebbero condividere alcune delle dipendenze stesse come il cortile o la caffetteria.
  2. Integrazione sociale si verifica nello stesso modo che l'integrazione fisica, tuttavia, unire gli studenti regolari a speciali sono i giochi e altre attività extraescolares.
  3. Integrazione funzionale si verifica quando speciale studenti partecipare le dinamiche della scuola e corsi di studio in comune.

Tuttavia, che non è ancora nessuna inclusione e in questo caso totalmente sulla falsariga dei seguenti concetti. L'inclusione, di conseguenza, è anche:

"Un processo mediante il quale la società si adatta per essere in grado di includere nel suo generale sistemi sociali persone con bisogni speciali e, allo stesso tempo, questi si preparano ad assumere il loro ruolo nella società. (…) Includono è cambiamento, comprendere, rispettare, valorizzare, lotta contro l'esclusione, superare le barriere che la società ha creato per le persone. È quello di offrire lo sviluppo dell'autonomia, attraverso la collaborazione di pensieri e formulazione del giudizio di valore, in modo che si può decidere per te, come agire nelle diverse circostanze della vita. " (SASSAKI, 1997, pag. 41)"

SASSAKI (1997) vedere che l'inclusione è non solo prendendo il bambino o giovane alle scuole, ma che tale partecipazione essere efficacemente anche società. È, soprattutto, di vivere con dignità. Una persona con bisogni speciali di formazione deve anche essere buona società, perché la vita dipende da scambi, comprensione, rispetto, valori ecc.

Includono è di insegnare e imparare come si legge qui di seguito:

[…]"una filosofia che apprezza la diversità, competenze e bisogni come natural[do ser humano]e e auspicabile, portando a ciascuna comunità la possibilità di rispondere in un modo che conduce all'apprendimento e crescita della Comunità nel suo complesso e consentire a ciascun membro Questa comunità è un valore.  (FLETCHER, 2005, pag. 44)"

C'è un consenso tra questi due autori, Ferreira e Sassaki, per quanto riguarda gli scambi di apprendimento. La scuola ha bisogno di lavorare e vivere i principi etici, valori, cittadinanza che coinvolge tutti e senza discriminazioni e insegnare agli studenti a far valere i loro diritti.

 2.2 il problema della disabilità e la cronologia dell'inclusione

Come già descritto, fino al Medioevo, un bambino che era nato con disabilità fisiche, sensoriali o globale è stato visto dalla società come una punizione per la famiglia. Questa idea è venuta da cambiare con il trascinamento dei secoli e con il contributo maggiore di gente che lotta contro tutti i tipi di discriminazione. Questa lotta tutta ottenuti rafforzamento da metà del XX secolo e ha cercato di superare le sfide che il mondo moderno ci impone essendo uno di loro.

L'inclusione è una sfida che coinvolge l'intera società, a che fare con la diversità e proporre la parità di diritti per studiare, per lavorare al tempo libero e l'altro tenendo conto la specificità e il dono di ciascuno, senza, tuttavia, Mostra l'individuo e Sì, vedere la tua essenza, perché nessuno dovrebbe caricare la colpa di essere nato in una tale razza, colore o con disabilità siano essi intellettuale, sensoriale o motore. GUIMARÃES (2002) dedica un capitolo speciale tutti concentrato su queste sfide sottolineando che uno di loro è di estendere l'integrazione scolastica.

Prima di affrontare l'inclusione, il mondo conosceva già le scuole speciali e alcuni di quelli iscritti anche studiato nelle scuole regolari, ma molti non hanno la protezione necessaria per insegnanti competenti. È l'integrazione degli studenti nella scuola, tuttavia questo non è l'inclusione come commento qui sotto.

"L'inclusione di scuola si articola i movimenti sociali più ampi, che richiedono meccanismi più equo e più giusti nell'accesso a beni e servizi. Legata alla società democratiche basate sul merito specifico e le pari opportunità, l'inclusione propone una disparità di trattamento come un modo per ripristinare l'uguaglianza che è stato rotto da segregadoras di educazione speciale e regolari. (MANTOAN, 2006, pag. 16)"

Pertanto, l'autore citato indica che il percorso è abbastanza difficile al fine di realizzare la piena inclusione come dovrebbe essere fatto. Dipende il governo cadere le leggi che supportano questo gruppo di persone, non solo scuole, è presente non solo i documenti che questo studente è stato iscritto e spesso deve cercare il diritto alternativo lungo l'insegnamento dipartimenti e dipende dalla società per il contratto per lavorare in un mondo dove c'è tanta disoccupazione e perdere opportunità.

2.3 che una storia lotta

Dal secolo di mid-20th, movimenti sociali di combattimento intensificato con l'obiettivo di ridurre al minimo in estinzione, le discriminazioni esistenti e modelli non omogeneizzatori tenendo conto della natura specifica di insegnamento.

La forza di inclusione acquisita con il grande evento, una conferenza mondiale sull'educazione per tutti, nel 1990, Jontien, nella quale richiama l'attenzione dei paesi gli alti tassi di analfabetismo e bambini senza scuola.

Nel 1994, un'altra conferenza di grande importanza, la conferenza mondiale sulla speciale ha bisogno di educazione: accesso e qualità. Da quella conferenza, ha elaborato un documento in cui rende chiaro l'esistenza del problema, proponendo e impegnative modifiche. Questo documento è la dichiarazione di Salamanca e linea d'azione speciale ha bisogno di educazione (DUTRA, c. p.; SANTOS, m.c.d., 2010 p. 20)

Nello stesso anno, 1994, Brasile era presente con la pubblicazione del documento di politica di formazione speciale nazionale definire le modalità di formazione speciale, domiciliare e altri, notando che lo studente con bisogni speciali dovrebbero essere iscritti a una rete privata di formazione comune.

"Il sistema educativo proposto compreso, quindi essere percepito il tuo dimensione storica, come un processo di riflessione e di pratica, abilitazione valida dal concettuale, cambiamenti politici e pedagogici, coerente con lo scopo di rendere effettivo il diritto di tutti all'istruzione, stabilito dalla Costituzione federale del 1998 ". (DELHI, C. P.; SANTOS, m.c.d., 2010 pag. 21)" 

La proposta della scuola inclusiva è disponibile una data o recente-a poco più di tre decenni- e, considerando la vastità del paese e i suoi enormi problemi tipici di un paese in via di sviluppo, è naturale che ci sia ancora molto da fare e di imparare in questa zona C'è una storia di lotta continua.

La legge di linee guida e le basi per l'educazione nazionale (LBDEN 9394/96) supporta tutti i brasiliani stabilendo, all'Art. 2°, che l'istruzione è un diritto della famiglia in cerca di pieno sviluppo. Ma questo non era sempre pari condizioni per tutti. Educazione speciale soffre di scuole con le scale per salire, (la struttura del modello degli edifici è sempre lo stesso, contenente aule al piano superiore) della scarsità di insegnante e di attrezzature speciali. Brasiliano governi sanno che devono rispettare le leggi costituzionali, permettendo anche l'adempimento della dichiarazione di Salamanca, fornendo unità scolastiche delle risorse che aiutano gli studenti a sviluppare.

Il fattore generatore di denaro in modo che le scuole in grado di soddisfare il vostro ruolo nell'inclusione è il FUNDEB (fondo di manutenzione e formazione nazionale linee guida) come risoluzione n. 4/2009, articolo 8, la CEB (Consiglio nazionale dell'educazione) che rappresenta il doppio delle spese per uno studente con bisogni speciali.

"Verranno conteggiati due volte, sotto il FUNDEB N °. 6.571/2008, gli studenti iscritti nell'istruzione regolare, comune pubblico di classe che aveva registrazione simultanee nell'AEE.

la piastra in finanziamenti) ESA sta facendo la registrazione nell'educazione generale della rete pubblica, secondo la scuola censimento record/MEC/INEP, essendo contemplato;
(b) comune e classe registrazione) nella stessa camera caratteristiche multifunzionali scuola pubblica;
c) classe comune di registrazione e sala multifunzionale dispone di un'altra scuola pubblica;
d) comune e classe registrazione in Specialized Educational Service Center di educazione speciale istituzione pubblica;
e comune e registrazione di classe) in Specialized servizio centro educativo di educazione speciale istituzione comunitaria, confessionale o senza scopo di lucro filantropico "(Brasile[2], 2009 apud BARROW, C 2010. pag. 6)

Questa risoluzione mette in chiaro la fonte di risorse monetarie per le scuole per il tuo lavoro, e che lo studente particolare dovrebbe essere iscritto se necessario, in due tipi di risorse per l'apprendimento come comune classe e centro di assistenza Educativo, sempre comune in camera prima e poi, se necessario, altre modalità speciale.

2.4 come la scuola cresce più forte sulla prospettiva di inclusione

La scuola dovrebbe essere il luogo dove ogni bambino può crescere con saggezza. La scuola, che fornisce una data con gli amici, rendere più amici, (combattere, anche, perché no?); le lotte consentono di incontrare e conoscere le diversità. La scuola deve rendere conto a tutti gli studenti, rendendo tutti hanno desiderio di frequentarlo. Le principali sfide dell'educazione, secondo GUIMARAES, 2002 p. 59-51, assicurano appropriata istruzione gli studenti, soprattutto quelli che hanno esigenze particolari, trasformando la scuola in uno spazio democratico. La parte fredda, la sfida tende a ricercare una coerenza fra discorso e la pratica. Nelle scuole, rompendo con la dicotomia di integrazione, che riceve solo il bambino, tuttavia non davvero offrendo comprende insegnanti e pedagogisti. La guida a GUIMARÃES (2002), MANTOAN (2006). GLAT (2007) tra gli altri, è che le scuole dovrebbero sviluppare un progetto pedagogico che soddisfa ogni situazione, per promuovere l'interazione tra studenti, famiglia e scuola.

Non ha senso, tuttavia, il numero di serie scuole, prove, scritta le valutazioni per tutti gli studenti, per speciali esigenze significa anche i non vedenti, l'iperattivo, ecc. E le sfide non si è fermata, e la scuola inclusiva non mettere barriere nel modo che ha il diritto di essere frequentato e che interagiscono con la scuola media e, soprattutto, imparando.  Su questo tema, ancora una volta cita:

"La scuola inclusiva offre opportunità di apprendimento a tutti. Non solo l'apprendimento accademico, ma anche quelle relative alla sensibilità umana diversità, sperimentare la ricchezza della differenza e lo sviluppo dello spirito di collaborazione, aspetti così significativi nella costruzione di un soggetto. (2002, p. 51)."

Le guide di convenzione delle Nazioni Unite (2006) su come alle scuole inclusive. Teoricamente, è sufficiente che le scuole regolari fanno la registrazione dei bambini disabili e per sovvenzionare con insegnanti competenti. Ma non è tutto. La scuola ha bisogno di preparare quello studente per affrontare la vita, per qualificare l'ordine che possa essere inserito nella società, vale a dire, le scuole hanno bisogno di prendere un grande passo per l'inclusione.

Pur essendo chiaro negli orientamenti e basi per nazionale educazione-LDBEN-il supporto legale per le persone con bisogni speciali di qualsiasi tipo, molti progressi sono ancora a venire.

La necessità di includere questo nella LDBEN e nella dichiarazione di Salamanca e convenzioni, non sono tutte le scuole del Brasile che soddisfano tale richiesta. È che per rispettare che legge le scuole devono eseguire gli insegnanti.

In alcune regioni la segreteria di stato dell'educazione propone un servizio speciale in una scuola di polo, dimostrando così che non tutte le scuole dotate di tutto un'integrazione reale ha bisogno per funzionare con la dovuta qualità tutti meritiamo come Complementi FIGUEIREDO (2010. pag. 34).

"Non è sufficiente a garantire l'accessibilità, in altre parole, dobbiamo creare le condizioni per la scuola per diventare un vero spazio di scambi che promuovono l'atto di insegnamento e di apprendimento. In questo senso, il nostro paese ha ancora un senso notevole da fare per garantire l'istruzione per tutti i giovani, bambini, adulti e adolescenti nel sistema scolastico pubblico."

Trasformazione della scuola è inová esso e ottenere informazioni, soddisfare il progetto politico, è quello di garantire della scuola per tutti e che non vuol per dire che "le iscrizioni sono aperte" e dicono che i ragazzi a scuola saranno visto da altri come un amico e saranno accettati nella classe. Trasformando la scuola è anche trasposta a classe in un'atmosfera accogliente. La scuola ha bisogno di essere più democratica, insegnanti e amministratori e squadre di politica dovrebbero lavorare insieme, condividere progetti. Complementi (FORBES, 2010 pag. 37):

"In una scuola che organizza le situazioni di apprendimento considerando le differenze, l'insegnamento e il supporto di insegnamento integrare per orchestrare l'apprendimento, assicurando l'effettiva partecipazione di tutti gli studenti in tutte le pratiche educative. Essi lavorano nell'implementazione di un'educazione che tenga conto delle specificità di ogni soggetto e che richiede una cooperazione in "situazione di apprendimento

Una pianificazione partecipata solo dare buoni risultati se l'intera scuola e insegnanti davvero coinvolgere. Questo tipo di lavoro mira a dare risposte più efficaci nei contributi che ogni persona può presentare.

2.5 alcuni atteggiamenti governativi che guidano il Brasile delle differenze:

Con l'obiettivo di organizzare a causa delle esigenze della conferenza Jontien e la dichiarazione di Salamanca, il Brasile stabilisce nell'articolo (diritto all'istruzione), 205 206, dell'articoli della Costituzione federale (1988) Capo I, (pari condizioni di accesso e rimanere a scuola) e all'articolo 208, offrire servizi specializzati preferibilmente sulla rete regolari.

Nel 1990 pubblica l'ECA (statuto dei bambini e degli adolescenti), che pervade tra molte determinazioni di legge 8069/90, in cui i genitori sono tenuti a iscrivere i propri figli con bisogni educativi). Ogni volta che c'è bisogno, ci sono nuove leggi e/o risoluzioni garantendo la protezione e la permanenza delle persone con disabilità nelle scuole. Dal momento che è una relativamente nuova maturità di mancanza di argomento.

Nel 1999 il 3.298 decreto che definisce la formazione speciale come una modalità di taglio trasversale a tutti i livelli e le modalità di formazione.

Attualmente abbiamo la nazionale formazione piano (PNE), che determina gli obiettivi e le politiche di educazione per un periodo di dieci anni (2014/2024). La cosa importante è che questo piano è anche preparato allo stato e livello comunale, consentendo a che tutte le persone coinvolte possa avere un parere e, in questo senso, l'educazione dei portatori di handicap possa guadagnare più spazio.

Considerazioni finali

L'inclusione, infatti, è un Brasile per alcuni decenni, perché è il nostro paese una scelta di uno scambio costante di righelli politici che non hanno trattato questo tema come l'ambito che ha il problema.

C'è molto lavoro ancora da fare, tuttavia, i primi passi già sono state prese, ma esistono ancora molte barriere:

  • Salute pubblica: la maggior parte dei brasiliani dipende da lei, che è sempre più precaria che contiene pochi medici e nessun criterio preferenziale.
  • Area sociale: le risorse per queste aree sono il più piccolo e il destino del piccolo arriva in città tende a diventare stagnante, in grado di risolvere qualsiasi buon programma.
  • Aree di svago, sport e non cultura praticamente nessun progetto.
  • Educazione speciale: a volte, in alcuni comuni, la scuola speciale è solo una passeggiata per gli studenti, perché c'è una certa struttura a funzionare come dovrebbe; le scuole del comune non soddisfano anche come dovrebbero a causa della mancanza di struttura pedagogica. La realtà è ancora una sfida e non si devono aspettare miracoli accadere, e l'unico modo per cambiare è quello di continuare a combattere per l'inclusione in tutte le aree.

Riferimenti

Brasile. Costituzione della Repubblica federativa del Brasile, emanata nel 10/05/1988. Brasilia: Senato federale, 1988.

________. Parametri curriculari: curriculari adattamenti-strategie per l'educazione degli alunni con bisogni educativi speciali. Brasilia: MEC/SEESP: 1988.

________. Politica nazionale educazione speciale Brasilia: MEC/SSEESP. 1994.

SANCHEZ, Pilar Arnaiz. Educazione inclusiva: un modo per costruire scuole per tutti nel XXI secolo. Giornale di formazione speciale-ott/2005, nessun 07.

_______. Legge n ° 10.436. Presidenza della Repubblica. La lingua dei segni-libra brasiliano e altri accordi. Brasília, 24 aprile 2002.

Brasile. Linee guida nazionali per l'educazione speciale nell'istruzione di base. MEC SEESP, 2001.

Brasile. MEC. Linee guida e le basi per l'educazione nazionale, LDB 9394 del 20 dicembre 1996.

COLL, Cesar, MARCHESI, Álvaro, palazzi, JÉSUS, sviluppo psicologico e istruzione, volume 3, 2a Ed, Londra, New Haven, 2004.

FERREIRA, Windyz b. integrazione scolastica: io sono a favore o contro una scuola di qualità per tutti? Giornale di formazione speciale-ott/2005, paragrafo 40. Inclusione: Giornale di educazione speciale. V5. N ° 2; Luglio/dicembre 2001

MANTOAN, M. T. Egler. L'inclusione della scuola: perché che cosa è come fare. São Paulo: moderna, 2003.

MAZZOTTA, Marcos Jose Silveira, educazione speciale in Brasile storia e politica pubblica. 5 ° edizione, São Paulo, Cortez Editora, 2005.

SASSAKI, Romeo Kazumi. Inclusione: costruzione di una società per tutti. 3. Ed. Rio de Janeiro: WVA, 1997.

SASSAKI, r. KAZUMI, inclusione. / costruzione di una società per tutti, 5a Ed. Città: Rio de Janeiro, Editora WVA, 1997.

DELL'UNESCO. Dichiarazione di Salamanca e linea d'azione speciale ha bisogno di formazione. Brasilia: CORDE, 1994.

[1] Dottorato in Scienze dell'educazione, master in Scienze dell'educazione, laurea in pedagogia.

[2] Brasile. Risoluzione CNE/CEB n. 04/2009. Brasilia: Senato federale, 2009.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here