Educazione degli imprenditori brasiliani: un'analisi dei primi e affermati imprenditori

0
8
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

RECENSIONE ARTICOLO

CARDOZO, Jorge Willian da Silva [1]

CARDOZO, Jorge Willian da Silva. Istruzione degli imprenditori brasiliani: un'analisi dei primi e affermati imprenditori. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. anno 04, Ed. 10, Vol. 10, pp. 129-138. nell'ottobre 2019. ISSN: 2448-0959

Il Brasile ha un gran numero di imprenditori che hanno i più vari livelli di istruzione. Alcuni si impegnano per necessità, mentre altri per un'opportunità osservata. È vero che la motivazione di questi personaggi non è solo segnata dal loro livello di istruzione, tuttavia il loro livello di formazione influenza il loro modo di vedere il mondo. Il grado di formazione dell'individuo ha una grande influenza sulla gestione dell'impresa e la proporzione di imprenditori in ogni livello è cambiata nel corso degli anni. Comprendere il ruolo dell'istruzione nell'ambito della gestione e le sue conseguenze è oggetto di studio delle entità governative e della comunità accademica. Il numero di imprenditori in Brasile è aumentato negli ultimi anni e anche il livello di istruzione è cambiato. Questo esempio comprende il ruolo e il dovuto interesse dello Stato nell'istruzione obbligatoria della popolazione imprenditoriale, poiché le riflessioni delle sue azioni influiscono sul successo delle imprese nel paese generando reddito, occupazione, sviluppo economico/tecnologico e riscossione delle tasse per le sue attività. È notevole che vi sia anche una preoccupazione per la formazione dell'imprenditore, non in questo momento affrontando la sua formazione tradizionale (istruzione elementare, secondaria e superiore), ma lo sviluppo di competenze, tecniche e conoscenze specifiche per la ruolo di manager. Più di due quinti degli adulti con un'istruzione primaria incompleta sono imprenditori, mentre solo il trenta per cento di quelli con istruzione superiore o superiore sono nella stessa condizione. Questo lavoro cerca di individuare come il profilo dell'imprenditore, in base al livello di istruzione, si sia spostato in Brasile nel corso degli anni e come ciò possa influenzare il successo dell'azienda e il modo di affrontare le difficoltà. Viene considerata anche la diversità di queste persone per quanto riguarda il genere e il tempo in cui sono in prima linea nella loro attività, osservando così l'educazione dell'imprenditore nei vari volti dello scenario brasiliano.

Parole chiave: imprenditorialità, istruzione degli imprenditori, formazione professionale.

1. INTRODUZIONE

Comprendere come il livello di istruzione influenza la gestione degli imprenditori è un tema rilevante e attuale nell'attuale scenario brasiliano in cui la gestione della conoscenza diventa una forte strategia competitiva. Indagare se esiste un rapporto diretto con il successo dell'azienda con la quantità e la qualità della formazione è un tema che ha motivato l'esistenza di diverse opere scientifiche.

Secondo i dati di The Continuous PNAD (2018), la percentuale di imprenditori da solo è passata dal 22,8% nel 2012 al 25,3% nel 2017 tra il totale del personale impiegato in Brasile. Nello stesso periodo il numero di datori di lavoro è passato dal 4% al 4,6%. (IBGE 2018a). D'altra parte, più della metà dei brasiliani sopra i 25 anni di età non hanno nemmeno un livello di scuola superiore completa. (IBGE, 2018b)

Pereira (2001, p. 1) afferma che "avventurarsi nell'insolito mondo degli affari senza la qualifica necessaria può essere ed è stato disastroso". In questo contesto, la qualificazione è intesa come un fattore necessario per la sopravvivenza nello scenario competitivo.

Questo lavoro non riguarda specificamente l'insegnamento dell'imprenditorialità, ma il livello di istruzione dell'imprenditore in generale. È vero che l'insegnamento del tema della gestione e dell'imprenditorialità contribuisce all'assertività degli imprenditori. Tuttavia, il rapporto tra il livello di istruzione dell'individuo e i risultati del suo modo di gestire, o, quanto lunghi s'è vivo e sano i suoi risultati, è ciò che guida l'elaborazione di questo lavoro.

2. METODOLOGIA

Questo lavoro è stato sviluppato attraverso la revisione di articoli scientifici e libri. Sulla base del rapporto del Global Entrepreneurship Monitor 2018, GEM, sono stati identificati gli effetti della differenza nel livello di istruzione degli imprenditori. In questo nucleo, abbiamo cercato di identificare quanto il livello di istruzione incida sulle difficoltà di gestione di un'impresa dalla percezione dell'imprenditore stesso e da come questo possa essere trasformato.

È stato anche studiato quanto tempo queste imprese sono in base al livello di istruzione e in quale strato la maggior parte è: iniziale o consolidata. In considerazione di ciò, vengono analizzati diversi studi che trattano di questo rapporto tra il livello di istruzione e imprenditorialità di un individuo.

3. QUADRO TEORICO

Secondo il rapporto del Global Entrepreneurship Monitor (GEM, 2018), in Brasile, 14,6 milioni di imprenditori non hanno nemmeno completato la scuola elementare, ma appartengono al più alto tasso di imprenditori affermati.

È necessario chiarire la differenza tra gli imprenditori iniziali e gli imprenditori affermati. Sostanzialmente, GEM porta due gruppi di primi imprenditori: le sorgenti e quelle nuove. Le sorgenti sono quegli imprenditori che sono coinvolti in una nuova attività che non ha ancora pagato alcuna remunerazione al suo proprietario per più di tre mesi. Il gruppo di nuovi imprenditori contiene quelle imprese che hanno già pagato una certa remunerazione ai loro proprietari per un periodo di più di tre mesi e meno di 42 mesi. E l'ultimo gruppo, costituito da imprenditori affermati, comprende quelle imprese considerate consolidate per aver già pagato ai loro proprietari una certa retribuzione per un periodo superiore a 42 mesi. (GEM, 2018)

come illustrato nella Figura 1. Imprenditori iniziali x Stabiliti al momento della remunerazione pagata ai loro proprietari.

Fonte: Preparato dall'autore dalla definizione di Global Entrepreneurship Monitor

GEM (2018) mostra che esiste una differenza rispetto all'attività imprenditoriale nella fase iniziale e consolidata. Tra i più alti livelli di coloro che sono nelle prime fasi, i più attivi sono quelli che hanno completato solo la scuola elementare, mentre i meno attivi sono quelli con istruzione superiore completa. Per quanto riguarda l'attività imprenditoriale in una fase consolidata, quelli con un'istruzione elementare incompleta sono i più attivi, mentre i meno attivi hanno completato la scuola elementare.

Il grafico 1 mostra che minore è il livello di istruzione, maggiore è la probabilità che questo individuo sia un imprenditore in Brasile.

Gráfico 1. Tassi (in %) numero di imprenditori per livello di istruzione2 in base alle fasi dell'impresa – Brasile – 20173

Fonte: GEM (2018)

1 Percentuale della popolazione che fa riferimento a ciascuna categoria di popolazione (ad es. 19,6% di coloro che hanno una scuola elementare incompleta in Brasile sono i primi imprenditori).

2 Scuola elementare incompleta – Nessuna istruzione formale e scuola elementare incompleta; Scuola elementare completa – Completa scuola elementare e scuola superiore incompleta; Scuola superiore completa – completa scuola superiore e istruzione superiore incompleta; Istruzione superiore completa o importante: specializzazione completa superiore, completa e incompleta, laurea magistrale completa e incompleta, dottorato incompleto e dottorato completo.

3 Stime calcolate sulla base dei dati della popolazione brasiliana di età compresa tra 18 e 64 anni per il Brasile nel 2017: 135,4 milioni

Considerando il periodo dal 2003 al 2013 "la partecipazione relativa di coloro che hanno un'istruzione superiore è passata dal 10% al 15%, quello di coloro che hanno un'istruzione media è passata dal 30% al 41%, e di quelli con bassa istruzione è sceso dal 59% al 44% del totale". (Bed, 2015, 9)

Nel grafico 2 è possibile visualizzare questo restringimento di quelli con bassa scolarità e un aumento di quelli con medio e alto.

Grafico 2. Partecipazione degli imprenditori secondo la scolarità (in milioni)

Fonte: Adattato da Beda (2015)

Da Meza et al. (2008) fa un approccio importante nel suo lavoro dicendo che i paesi dell'America Latina con il maggior potenziale di innovazione hanno alti tassi di istruzione. Anche se questo approccio si discosta un po 'dal micro scopo di questo lavoro, è importante rendersi conto di quanto la scolarità legata è ai risultati ottenuti nel mondo degli affari.

Pereira (2001, p. 12) afferma che "essere un imprenditore o no non è una questione di semplice libertà, di scelta. Il profilo dell'imprenditore deve contenere la strada appropriata per l'ambiente incerto e impegnativo di oggi."

Uno studio di Romano Carrào et al. (2013) mostra la differenza nella percezione delle difficoltà incontrate nella gestione di un'impresa in base al livello di istruzione. Vale la pena ricordare che in questo lavoro in questione, la divisione è fatta tra imprenditori con incompleto elementare per completare l'istruzione superiore media e incompleta per completare gli studi di laurea.

Tabella 1. L'influenza dell'istruzione sul punto di vista del piccolo imprenditore

Fonte: Adattato da Romano Carrào et al. (2013)

Questo esempio presentato nella ricerca di Romano Carrào et al. (2013) dimostra che quando l'imprenditore ha un più alto livello di istruzione, si trova di fronte con meno difficoltà a diversi punti che implicano la gestione di un'impresa, soprattutto quando si tratta di questione finanziaria e fiscale. Tuttavia, si noti che gli imprenditori con meno scolarismo hanno meno difficoltà nel rapporto con i dipendenti.

Secondo Barbosa e Teixeira (2001, p. 22) "un miglioramento del livello di istruzione porterebbe a un miglioramento del livello economico di una determinata località, allo sviluppo dell'azienda e delle sue risorse umane".

È importante portare alla luce una piccola differenza nell'agenda per quanto riguarda i generi. Secondo GEM (2018), la maggior parte degli imprenditori in fase iniziale sono donne (14,2 milioni sono donne e 13,3 milioni uomini). Tuttavia, nella fase degli imprenditori affermati questo è invertito (12,5 milioni sono uomini e 9,9 milioni sono donne). Naatividade (2009) nel suo studio sull'imprenditoria femminile in Brasile ha realizzato dai rapporti GEM dal 2002 al 2006 che:

Quando si analizza la scolarizzazione, si percepisce che, nel corso dei cinque anni, la piccola gamma di imprenditori con scolarizzazione superiore a 11 anni di scolarizzazione è tra quelle motivate dalle opportunità, mentre la metà dei progetti ha creato rappresenta un'iniziativa di individui con uno o quattro anni di istruzione formale, caratterizzata principalmente da imprenditori per necessità. (NAATIVIDADE, 2009, 238)

4. Risultato

Il rapporto GEM (2018) porta cinque raccomandazioni di esperti per migliorare le condizioni per l'imprenditorialità in Brasile per quanto riguarda l'istruzione:

      • Investimenti nella formazione e nel mentoring, cioè programmi governativi che finanziano le risorse di conoscenza, non solo le strutture;
      • Istituzioni di sostegno che già promuovono l'imprenditorialità (Sebrae, Endeavor, Senac, ecc.), integrandole in un progetto strutturato;
      • Incoraggiare l'imprenditorialità nei mass media: condividere esperienze e casi di successo e fallimento attraverso programmi televisivi, pubblicità, tra gli altri;
      • L'approssimazione dell'attività imprenditoriale intuitivamente praticata con gli ambienti scolastici, con l'università, come il mondo accademico. Questo è fondamentale per la qualificazione dell'imprenditorialità in Brasile. Lo stesso vale per l'approssimazione tra ricerca e buone tecnologie con coloro che sono interessati ad aprire una nuova attività.
      • L'inserimento dell'educazione imprenditoriale dalla scuola elementare. Prima si diffonde lo spirito imprenditoriale, maggiori sono le possibilità di avere giovani imprenditori in futuro, con una buona mancanza di conoscenza del business plan, dello studio di mercato, dei fattori economici che influenzano l'azienda, tra gli altri aspetti essenziale per avere successo. (GEM, 2018, p. 19)

Per quanto riguarda la promozione dell'imprenditorialità a livello educativo, Santos (2012, p. 43) afferma che "nonostante la presenza delle università nell'offerta di corsi con particolare attenzione alla promozione dell'imprenditorialità, si percepisce la necessità di individuare quali priorità e principi che dovrebbero essere alla base di questa formazione." Cioè, non basta inserire il tema dell'imprenditorialità all'interno delle università senza che vi sia una mappatura delle esigenze latenti del contesto e della definizione degli obiettivi e degli obiettivi.

L'insegnamento dell'imprenditorialità non dovrebbe limitarsi alla classe o alle strutture di apprendimento formali. I dipendenti e i dipendenti delle PMI dovrebbero cercare di migliorare le loro capacità imprenditoriali attraverso interazioni con i loro collaboratori, fornitori, clienti e consulenti. (SANTOS, 2012, p. 43)

Secondo Barbosa e Teixeira (2001, p. 23) "la necessità di riciclare e di acquistare nuove conoscenze è costante per coloro che si dedicano al mondo degli affari". Da questo punto, si osserva che la scolarità non sta determinando unilateralmente il futuro dell'imprenditore quando analizzato in isolamento. Anche la formazione di questo imprenditore per la gestione della sua attività economica ha un grande valore, non solo la quantità di anni in classe è unica per il suo successo.

Programmi di imprenditorialità, con tecniche che mirano a formare l'imprenditore, generare incubatori di imprese, discipline imprenditoriali nelle università, laurea tolfatto nel settore, junior company, ecc. L'obiettivo di tali iniziative è stato quello di dotare le persone di conoscenze, al fine di aumentare le possibilità di sopravvivenza e successo della propria attività. (PEREIRA, 2001, p. 11)

Dal lavoro di Barbosa e Teixeira (2001) è possibile comprendere che l'educazione imprenditoriale promuove, seppur indirettamente, l'emergere di nuove imprese, il mantenimento di quelle esistenti e lo sviluppo economico locale.

5. Conclusioni

In questo studio, è stato possibile vedere che il numero di imprenditori con una bassa scolarità è diminuito in modo assoluto e relativo in considerazione dell'aumento degli imprenditori con una scuola media e superiore. Tuttavia, sottolinea anche che il tasso di imprenditori affermati è più alto tra quelli con un'istruzione inferiore, vale a dire il livello elementare incompleto. Dall'esame del tema, si deduce che ciò è dovuto, tra l'altro, agli imprenditori, principalmente alla necessità di provenire da un ambiente con un alto tasso di disoccupazione, quest'ultimo che colpisce notevolmente le persone con bassa scolarità, dato che il una scarsa formazione rende difficile per loro entrare nel mercato del lavoro come dipendenti.

È importante ricordare che nell'era della conoscenza, il capitale intellettuale è il più grande investimento di una società (MACHADO, 2005). Chiavenato (2012) rafforza questo affermando che la conoscenza è la risorsa più importante, anche più del denaro.

Anche se questo lavoro si è concentrato sulla figura dell'imprenditore e il suo livello di istruzione, prevediamo l'opportunità di mantenere l'indagine di questo tema nei prossimi anni con l'obiettivo di monitorare il movimento che si verifica in Brasile. Come è già noto che proporzionalmente il numero di imprenditori con una bassa scolarità è diminuito e che questo gruppo ha maggiori probabilità di essere un imprenditore in Brasile, a seguito del movimento dell'istruzione brasiliana e dei livelli generali di disoccupazione (che stimolano la l'imprenditorialità per necessità) è essenziale per il processo decisionale degli enti governativi e per lo sviluppo di materiale scientifico per lo studio e il follow-up.

6. RIFERIMENTI

BEDÊ, Marco Aurélio (Coord.). Os donos de negócio no Brasil: análise por faixa de escolaridade (2003-2013). Brasília: SEBRAE, 2015. [Série Estudos e Pesquisas].

BARBOSA, Jenny Dantas; TEIXEIRA, Rivanda Meira. Apesar dos pesares, vale a pena ser pequeno empresário? Traçando perfil e descobrindo motivos. Encontro de Estudos sobre Empreendedorismo e Gestão de Pequenas Empresas. Londrina. Anais. Londrina: Universidade Estadual de Londrina, p. 14-30, 2001.

CHIAVENATO, Idalberto. Administração Geral e Pública. 3ª ed. Barueri: Manole, 2012.

DE MEZA, Maria Lucia Figueiredo Gomes et al. O perfil do empreendedorismo nos países latino-americanos na perspectiva da capacidade de inovação. Revista da Micro e Pequena Empresa, v. 2, n. 3, p. 58, 2008.

GEM – Global Entrepreneurship Monitor. Empreendedorismo no Brasil: 2017. Curitiba: IBQP, 2018.

INSTITUTO BRASILEIRO DE GEOGRAFIA E ESTATÍSTICA. Pesquisa Nacional por Amostra de Domicílios Contínua: Características adicionais do Mercado de Trabalho: 2012-2017. Rio de Janeiro: IBGE, 2018a.

INSTITUTO BRASILEIRO DE GEOGRAFIA E ESTATÍSTICA. Pesquisa Nacional por Amostra de Domicílios Contínua: Educação: 2017. Rio de Janeiro: IBGE, 2018b.

MACHADO, J. R. A Arte de Administrar Pequenos Negócios. 2 ed. Rio de Janeiro: Qualitymark, 2005.

NATIVIDADE, Daise Rosas da. Empreendedorismo feminino no Brasil: políticas públicas sob análise. Revista de Administração Pública, v. 43, n. 1, p. 231-256, 2009.

PEREIRA, Sonia Maria et al. A formação do empreendedor. Tese (Tese em Engenharia de Produção) – Universidade Federal de Santa Catarina. Florianópolis: 2001.

ROMANO CARRÃO, Ana Maria; JOHNSON, Grace Florence; DE LIMA MONTEBELO, Maria Imaculada. A influência do grau de escolaridade do pequeno empresário sobre sua percepção de negócio. Revista Eletrônica de Administração, [S.l.], v. 13, n. 2, p. 409-432, maio 2013. ISSN 1413-2311.

SANTOS, Carlos Alberto. Pequenos negócios: desafios e perspectivas–inovação. Brasília: Sebrae, 2012.

[1] Specialista in Pianificazione, Implementazione e Gestione di EaD da parte di UFF (Niterìi /RJ); Marketing Specialist presso Ucam (Rio de Janeiro/RJ); Bachelor of Business Administration presso l'Unifeso (Teres-polis/RJ).

Pubblicato: Settembre, 2019.

Approvato: ottobre 2019.

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here