Aggiornamento sulla chiave connessi aspetti di cancro al seno

0
706
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI SOLICITAR AGORA!
PDF

DIAS, Amanda de Araújo [1]

MAURO, Magda Nery [2]

PUY, Taynah Cascaes [3]

OLIVEIRA, Ciane Martins de [4]

FECURY, Amanda Alves [5]

DIAS, Cláudio Alberto Gellis de Mattos [6]

DENDASCK, Carla Viana [7]

OLIVEIRA, Euzébio de [8]

DIAS, Amanda de Araújo; et.al. Aggiornamento sulle principali aspetti correlati di cancro al seno. Rivista scientifica multidisciplinare Knowledge Center. Numero 8, Salute speciale. Anno 02, Vol. 04. pp 05-17 Novembre al 2017. ISSN:2448-0959

SOMMARIO

Questo articolo è una partnership di ricercatori nel accademico Lega Para Oncologia – LAOPA, il vostro obiettivo è quello di fornire una breve esplorazione sulla parte superiore di articoli scientifici e pubblicazioni tra gli anni 2010 e 2017, gli aspetti generali del cancro seno in una luce contemporanea. La giustificazione è la necessità di affrontare le questioni relative al cancro, in questo caso il cancro al seno, chiede il riconoscimento di eventuali notizie sul tema, dal momento che anche con tutte le quote per il trattamento efficace rimane ancora una malattia con aumentando i livelli di ogni anno.  In conclusione, si osserva che rivisitare questo tema è fondamentale non solo per accademici e professionisti, ma anche per la comunità in generale, al fine di servire come strumento di consapevolezza, e le azioni intraprese.

Parole chiave: cancro al seno, cancro al seno, la salute pubblica.

1. INTRODUZIONE

Il cancro al seno è il tipo di cancro che colpisce più le donne di tutto il mondo nei paesi in via di sviluppo e nei paesi desenvolvidos1 ed è considerato un importante problema di salute pubblica. 2

Come con altri tumori maligni, è dovuta ad una proliferazione incontrollata di cellule anomale o atipiche, che sono derivati ​​da genetiche ereditarie o acquisite attraverso l'esposizione a fattori di rischio ambientali e / o fisiologico. Così, cambiamenti genetici causando cambiamenti nella crescita cellulare e la morte cellulare programmata, che porta alla formazione del tumore. Formando un gruppo eterogeneo di cancro al seno ha comportamenti diversi rispetto alla genetica, la morfologia, la presentazione clinica e la risposta alla terapia. 2

Sebbene sia considerata una prognosi relativamente buona del cancro, se la diagnosi precoce e il trattamento, i tassi di mortalità sono ancora elevati in Brasile, soprattutto a causa diagnosi tardiva rivela già un cancro avançado.1 profilo

L'aumento del numero di casi indica la gravità e la portata del problema. Il cancro al seno si forma un gran numero di sfide per le politiche sanitarie e, di conseguenza, richiede l'attuazione di programmi e azioni volte a promuovere, la prevenzione, il trattamento e il controllo delle malattie.3

2. EPIDEMIOLOGIA

L'incidenza di cancro al seno è in aumento in tutto il mondo a causa di un aumento della speranza di vita, la crescente urbanizzazione e l'adozione di stili di vita ocidentais.4 è il secondo tumore più comune al mondo e la più comune nelle donne con una stima di 1,67 milioni di nuovi casi diagnosticati nel 2012 (il 25% di tutti i cancri nelle donne). E 'la causa quinta di morte per tutti cânceres5 e nel 2012 è stato responsabile di circa 520.000 decessi in donne mondo.1

Per il Brasile, nel 2014, ci si aspettava che più di 57.000 nuovi casi di cancro al seno femminile, un rischio stimato di 56.09 casi ogni 100.000 donne. Escludendo il cancro della pelle non-melanoma, il tumore al seno è il più comune nelle donne nel sud-est, Sud, del Midwest e del Nordest. Nella regione settentrionale è il secondo tumore più frequente, con 21.29 casi per 100.000 milheres.1

Oltre l'80% dei tumori al seno hanno origine a livello dell'epitelio duttale. La sopravvivenza è in aumento nei paesi sviluppati, attualmente l'85% a 5 anni, e nei paesi in via di sviluppo tra il 50-60% in cinque anni.1

3. FATTORI DI RISCHIO E PREVENZIONE

3.1 Fattori di rischio

I principali fattori di rischio noti per il cancro al seno sono legati a età, fattori genetici e endócrinos.2

L'età è il più importante fattore di rischio, dal momento che il rischio di cancro al seno aumenta con l'età, circa il 70-80% dei tumori diagnosticati dalla quinta decade di life6 e la mortalità aumenta anche in conformità con l'avanzare l'age.2

fattori endocrini riguardano principalmente estrogeni, stimolo endogena o esogena, con un aumento del rischio maggiore è il tempo di esposizione a questo ormone. Quindi, hanno una donna a rischio più elevato con una storia precoce menarca (prima mestruazione prima dei 12 anni), la menopausa tardiva (dopo 50 anni), prima gravidanza dopo 30 anni e nulliparità. Sono ancora in conflitto e le prove controverse che collega l'uso di contraccettivi orali con mama.2,3 cancro

Storia familiare e l'età precoce alla diagnosi (meno di 50 anni) possono indicare una predisposizione genetica a una mutazione di alcuni geni (come BRCA1, BRCA2 e p53), ma il cancro al seno ereditario corrispondente setole 5 al 10% della storia familiare complessivo cases.7 è molto importante quando si dispone di uno o più parenti di primo grado (madre o la sorella) che hanno avuto il cancro al seno prima dei 50 anni.3 il rischio è alto come due a tre volte più elevato per sviluppare questa neoplasia nei casi di predisposizione genética.1,4

Altri fattori di rischio includono l'esposizione a radiazioni ionizzanti di età inferiore a 40 anni, l'assunzione irregolare di alcol (anche in quantità moderata – 30 g / die), l'obesità (soprattutto dopo la menopausa) e l'inattività fisica. Il fumo non è considerato un fattore di rischio per il cancro al seno mama.2, dieta sana per mantenere il peso ideale e l'esercizio fisico sono associati con un minor rischio di cancro mama.1

Secondo il "Documento di Consenso di cancro al seno" Il 2004 sono molto gruppi ad alto rischio di sviluppare il cancro mama2:

– Le donne con una storia familiare di almeno un parente di primo grado (madre, sorella o figlia) hanno diagnosticato un cancro al seno sotto i 50 anni;

– Le donne con una storia familiare di almeno un parente di primo grado con diagnosi di cancro al seno bilaterale o cancro ovarico a qualsiasi età;

– Le donne con lesioni al seno di patologico proliferativa dignóstico con atipie o lobulare in situ neoplasia;

– Le donne con una storia familiare di cancro al seno maschile.

3.2 Promozione della Salute e Prevenzione

La prevenzione primaria del cancro al seno è uno scenario di ricerca e interventi molto promettenti. 1

Per la prevenzione e il controllo del cancro al seno, sono di grande importanza azioni intersettoriali che promuovano un maggiore accesso alle informazioni e creare opportunità di espandere, ad esempio, il controllo del peso corporeo e incoraggiare la pratica regolare di esercizio fisico físico.2

Evidenziato, è necessario ampliare l'accesso della popolazione a informazioni corrette e chiare, e culturalmente appropriata. Necessità che dovrebbe essere un'iniziativa dei servizi sanitari a tutti i livelli di attenzione, soprattutto in básica.2 attenzione

La prevenzione primaria è guidato nel controllo dei fattori di rischio modificabili per il cancro al seno. Prove scientifiche dimostrano riduzione del rischio relativo di circa il 4,3% ogni 12 mesi di allattamento materno2 e circa il 30% dei tumori al seno sono prevenibili, adottando sane abitudini vita.1

mastectomia profilattica è stato studiato come mezzo di prevenzione per le donne ad alto rischio di cancro al seno. Tuttavia, la prova di una diminuzione dell'incidenza e della mortalità post-mastectomia bilaterale sono piuttosto limitate. La prova che non ci sono sufficienti a dimostrare un aumento della sopravvivenza in donne che fanno controlaterale mastectomia profilattica con storia personale di cancro mama.2

Anche a contribuire alla riduzione del rischio, strategie di prevenzione non possono eliminare la maggior parte dei tumori al seno, in particolare quando la diagnosi è fatta in una fase avanzata. Così, la diagnosi precoce per migliorare la prognosi e la sopravvivenza resta un importante sbocco per il controllo del cancro mama.4

Tra la diagnosi precoce strategie sono: il riconoscimento dei primi segni e sintomi della malattia e dei risultati di esplorazione clinica di mamas.4 screening con mammografia è l'esame della strategia per la salute pubblica che è stata adottata in scenari in cui l'incidenza e la la mortalità per cancro al seno è alto. I paesi che hanno adottato programmi di screening efficaci, hanno avuto come risultato la tendenza riduzione della mortalità per questa neoplasia. risultati degli studi clinici randomizzati hanno mostrato che quando la mammografia viene offerto alle donne 50-69 anni, ogni due anni, con maggiore o uguale al 70% di copertura della popolazione bersaglio, la mortalità può essere ridotto del 15% 23% .8

4. diagnosi

La diagnosi di cancro al seno si basa su osservazioni cliniche mediante un esame clinico del seno e di imaging.

In questo contesto, l'esame clinico del seno nelle indagini diagnostiche è la procedura che mira a condurre la diagnosi differenziale di sospette modifiche cancro e quelli relativi alle condizioni benigne. Questo consiste di ispezione statica, controllo dinamico, palpazione e l'espressione del seno, insieme con la palpazione del linfonodo, ascellare e sopraclaveare principalmente. Essa ha anche la funzione di integrare la politica allarme sanitario del seno come precoce.2 diagnostica

test di imaging sono per lo screening e la diagnosi. Nello screening, che hanno lo scopo di diagnosi precoce del cancro al seno, fornendo un trattamento meno invasivo, nonché una migliore qualità della vita e la riduzione dei tassi di morbilità e mortalità. Per diagnostici, esami di imaging sono utilizzati per confermare o meno il sospetto tumore dai segnali di cui da parte del paziente o rilevate nella valutazione clinica. In questi casi, i principali test utilizzati sono mammografia, ecografia e la risonanza magnetica. 2.9

L'uso di imaging hanno reso possibile l'individuazione di lesioni mammarie non palpabili, tuttavia, spesso non consente di differenziare lesioni benigne da quelle maligne a causa di una sovrapposizione significativa tra questi risultati. Pertanto, la biopsia è indicato per molte lesioni non palpabili identificate mediante metodi di imaging, soprattutto nel monitoraggio mamográfico.10

Se ci sono lesioni sospette ecografie e mammografici dovrebbe essere ricercata per confermare la diagnosi che può essere citologico mediante aspirazione con ago sottile (FNA) o istologica, il materiale viene ottenuto mediante puntura, con ago di spessore (PAG) o la biopsia chirurgica convenzionale. Il FNA è un ambulatorio, procedura di accesso, facile da eseguire e raramente presenta complicazioni, consentendo la diagnosi citologica delle lesioni. Ciò non richiede l'uso di anestesia.9

La biopsia o PAG è anche una procedura ambulatoriale eseguita in anestesia locale, che fornisce materiale per la diagnosi istopatologica e permetta il dosaggio dei recettori ormonali. Nelle lesioni palpabili immagine negativa (mammografia ed ecografia) con, dovrebbe continuare la ricerca con FNA, PAG o la biopsia chirurgica.

Già in lesioni non palpabili, biopsia chirurgica deve essere preceduta componendo (marcatura preoperatoria MPC), che può essere guidato da raggi X (mano libera, stereotassica o biplano) o ultrasuoni. biopsia chirurgica è indicato anche nei casi di radiale cicatrice esame istopatologico, iperplasia atipica, carcinoma in situ, cancro microinvasivo e materiale inadeguato quando la biopsia viene eseguita su materiale ottenuto mediante PAGE o mamotomia.9,10

5. cancerogenesi

il cancro al seno ereditario è circa il 12% dei casi. Mutazione in BRCA1 e BRCA2 geni sono responsabili della maggior parte dei tumori attribuite a singole mutazioni a circa il 3% di tutti i tumori al seno. alterazioni genetiche in BRCA1 anche aumentare il rischio di sviluppo del cancro ovarico, mentre mutazioni in BRCA2 sono più associati con il cancro al seno maschile. Altri geni meno comunemente conosciuti sono coinvolti e insieme rappresentano meno del 10% dei carcinomi mammari ereditari. 11

La sindrome di Li-Fraumeni (a causa di linea germinale mutazioni nel P53) e le varianti della sindrome di Li-Fraumeni (mutazioni germinali CHEK2) insieme rappresentano circa l'8% dei tumori al seno provocati da singoli geni. Il gene oncosoppressore PTEN, LKBI / STK11 e ATM, sono mutato in meno dell'1% di tutti i tumori al seno. 11

Tradizionalmente, recettore degli estrogeni (ER) e progesterone (PR) sono noti per essere fattori importanti nella progressione e lo sviluppo del cancro al seno, ma anche svolgere un ruolo significativo nello sviluppo delle ghiandole mammarie sottotipi normais.12 di tumori al seno sono caratterizzati da espressione di ER luminale e rappresentano una classe eterogenea in termini di espressione genica, mutazioni sono composti principalmente di ESR1, GATA3, FOXA1, XBP1e CMYB. Le mutazioni più frequenti sono nel lume PIK3CA (45%), e MAP3K1 GATA3 (13% ciascuno), TP53 (12%), e CDH1 (9%). Le mutazioni più frequenti nei tumori di tipo luminale B sono TP53 e PIK3CA (29% ciascuno), GATA3 (13%) e TTN (12%). 13

Il / AKT / mTOR PI3K e la sua interferenza con il percorso tramite RAS / RAF / MEK / MAPK svolge un ruolo chiave nella crescita neoplastica cellulare, la sopravvivenza, la differenziazione e la proliferazione. Inoltre, il percorso PI3K / AKT / mTOR partecipa cella di controllo complessi legati alla generazione di energia, il metabolismo del glucosio, angiogenesi e senescenza, e agiscono sulla trascrizione di cellule positive ER. proteine ​​chinasi coinvolte in questi percorsi rappresentano un target interessante e promettente per i farmaci per il trattamento del cancro Mama.13

Il sottotipo positiva HER2 è del 20% al 25% di tutti i tumori al seno, e mostra sovraespressione di proteina HER2. All'interno di questo gruppo, circa il 50% dei tumori HER2 positivi clinicamente esprimenti HER2 sottotipo mRNA arricchito, mentre il resto espresso prevalentemente luminale mRNA sottotipo. I tumori HER2 arricchiti mostravano significativamente maggiore espressione di diversi recettori tirosina chinasi, tra FGFR4, fattore di crescita epidermico (EGFR) e HER2 (80%) stesso. Già nel sottotipo triplo negativo, le principali modifiche riguardano il TP53 gene, p21 PTEN, CHK1, CHK2, PARP-1 e BRCA1.13

tipi istologici

a) duttale invasivo Carcinoma: Questo è il tipo più comune di cancro al seno, pari a circa il 80% dei casi. Invasive carcinoma duttale inizia in un condotto del latte, sfonda la parete del condotto e aumenti nel tessuto adiposo del seno. Successivamente, può metastasi in altre parti del corpo attraverso il sistema linfatico e la circolazione sanguigna.

b) Invasivo Carcinoma lobulare: E 'il secondo tipo più comune di cancro del seno invasivo, che rappresentano circa il 10% dei casi. Invasivo carcinoma lobulare si pone nei lobuli mammari (latte portale di produzione). Ha la capacità di invadere altri tessuti e crescere a livello locale o diffuso attraverso le vene e vasi linfatici. Questo tipo di tumore deve essere caratterizzati per la presenza e la quantità di recettori ormonali (estrogeno e progesterone recettore) sulla superficie delle cellule, e il grado di espressione della proteina HER-2 (c'è raramente aumentata espressione). Questa caratterizzazione è fatta con la tecnica chiamata immunoistochimica.

c) Carcinoma del seno infiammatorio: carcinoma mammario infiammatorio è una presentazione rara (1-3%), ma il cancro più aggressivo. Alcuni segni includono arrossamento e gonfiore della pelle del seno, aumento della temperatura locale, capezzolo spesso senza una massa palpabile o grumo, può essere invertita, e spesso sotto l'ascella linfonodi possono aumentare di dimensioni. Questo tipo di tumore di solito si verifica nelle donne più giovani. Il carcinoma infiammatorio deve anche essere caratterizzata come la presenza e la quantità di recettori ormonali (solitamente negativo) sulla superficie delle cellule, e il grado di espressione della proteina Her-2.

d) il carcinoma mammario triplo negativo: tumori sono gli estrogeni e progesterone recettore HER2 negativo e negativo pure, che tendono a diffondersi più velocemente rispetto agli altri tipi. Questo tipo di tumore è più comune nelle giovani donne nere.

Altri tipi istologici che esistono anche sono carcinomi midollari:, mucinoso, tubolari, intraduttale, papillare, apocrine, cribriforme e secretoria.

5.1 sottotipi molecolari

a) Il Luminal: fenotipo è caratterizzato dal ricevitore, estrogeni e progesterone, e HER2 positivo negativo. Inoltre, è anche caratterizzato da elevata espressione di geni rappresentato dalle cellule epiteliali luminali, come citocheratine 7, 8, 18 e 19. Questo fenotipo è associata a prognosi migliore e rispondere alla terapia ormonale (antiestrogeni).

b) Luminal B: fenotipo è caratterizzato dal ricevitore, estrogeni e progesterone, e HER2 positivo positivo. Inoltre, è anche caratterizzato da una bassa o moderata espressione di geni espressi dalle cellule epiteliali luminali, come citocheratine 7, 8, 18 e 19. Questo fenotipo è associata a prognosi infausta ed è particolarmente correlata alla recidiva tumorale, a causa della sua somiglianza con tumori recettori negativi (sottotipi che iperesprimono HER2 e basale).

c) sovraespressione di HER2: fenotipo è caratterizzato dal ricevitore, estrogeni e progesterone, e HER2 positivo negativo. Inoltre, è anche caratterizzata dalla sovraespressione di una famiglia di molecole di recettori del fattore di crescita epidermico, HER2. L'amplificazione del oncogene HER2 e la sovraespressione della sua proteina è attualmente implicata come un importante marcatore della prognosi nel cancro al seno, in quanto hanno una buona risposta ai farmaci che bloccano l'attività di HER2, come ad esempio l'anticorpo monoclonale trastuzumab.

Altri sottotipi molecolari sono: luminale Hybrid e basale-like.

6. trattamento

Il trattamento per il cancro al seno dovrebbe essere fornita da un team multidisciplinare finalizzata alla trattamento completo del paziente. modalità terapeutiche sono la chirurgia e la radioterapia per il trattamento locoregionale e chemioterapia e terapia ormonale per il trattamento sistemico.

a) Chirurgia:

Conservatore: deve sempre essere seguita da radioterapia e sentinella biopsia dei linfonodi e / o dissezione ascellare. Le procedure sono probabili indicazione: 1. Quadrantectomia (deformazione può causare estetica); 2. Lumpectomy (ostacola la rimozione dei margini oncologicamente soddisfacenti); 3. Segmentectomia o resezione Target (più utilizzato). Alcune controindicazioni per la nomina di chirurgia conservativa nelle donne con carcinoma mammario operabile sono: Gravidanza primo e secondo trimestre; malattia multicentrica; storia precedente radioterapia toracica; storia personale di malattia collageno-vascolare.

Non conservatrice: Le procedure possono indicazione sono: 1. Mastectomia conservatore di pelle (indicato per i pazienti che non sono candidati per la chirurgia e / o radioterapia conservativa, che mostrano alcun coinvolgimento della pelle, e quelli che, per scelta, preferisce la rimozione del seno); 2. Adenectomia seno mastectomia terapeutica o per via sottocutanea (indicato nei pazienti senza alcuna indicazione di chirurgia conservativa necessariamente soddisfare i criteri di: tumori singoli o multipli meno di 2 cm, tumori distanti più di 2,5 cm dal complesso areola-papillare; intra recensione areolopapilar il margine chirurgico, il servizio patologia negativa per neoplasia;. 3. mastectomia semplice o completa (indicata nei casi in cui sono indicati mastectomia e sentinella biopsia linfonodale); 4. mastectomia radicale (indicato in carcinomi invasivi superiore a 3 cm di diametro).

b) La radioterapia dopo chirurgia conservativa, dovrebbe irradiare l'intero seno per i pazienti sottoposti a questo tipo di intervento chirurgico, indipendentemente dal tipo istologico, l'età, l'uso di chemioterapia e / o terapia ormonale e anche con margini chirurgici liberi di coinvolgimento neoplastico.

c) Neoadjuvant Chemioterapia: mira a ridurre il volume del tumore nel rendere tumori non operabili resezione, e / o che consentono la ricostruzione chirurgica dei tumori inizialmente candidati mastectomia radicale.

d) chemioterapia adiuvante: terapia multifarmaco adiuvante deve essere raccomandato in assenza di malattia metastatica nei pazienti con linfonodi positivi e il linfonodo negativo quando effettuano tumori più grandi di 1 cm, devono essere considerati in pazienti sotto i 40 anni di età ( tumori da 0,6 cm a 1,0 cm e di invasione angiolinfatica o grado nucleare III o HER-2 positivo HercepTest o 3 per pesci, e anche i cosiddetti pazienti ad alto rischio, che sta cambiando rapidamente con l'emergere di nuovi "bersagli molecolari".

e) Hormone adiuvante usato nei pazienti con recettori ormonali positivi, con il beneficio osservato nelle pazienti nel pre o post-menopausa, con o senza l'uso della chemioterapia.

FINALE

In breve, dopo l'esposizione di informazioni rilevanti sul cancro al seno, l'Accademico Lega Para Oncologia – LAOPA vuole aver raggiunto il nobile scopo di formazione accademico sulla grandezza di questo problema di salute che ha, purtroppo, la sua crescita eccezionale dalle statistiche in tutto il mondo. Spetta a noi, ricercatori e studenti di assistenza sanitaria, la dedizione alla salute delle donne, applicando le conoscenze per la diagnosi e il trattamento adeguato, così come la responsabilità di educare e guidare il pubblico per promuovere la salute e la prevenzione efficace, che sono essenziali per minore incidenza e una migliore gestione del cancro al seno.

riferimenti

1-Ministero della Salute. National Cancer Institute José Alencar Gomes da Silva. Coordinamento della prevenzione e di sorveglianz[Internet]a. Stima 2014: l'incidenza del cancro in Brasile. Rio de Janeiro: INCA; Il 201[acesso em 2015 jun 9]4. Disponibile all'indirizzo: <http://www.inca.gov.br/estimativa/2014/estimativa-24042014.pdf>.

2-Ministero della Salute. Dipartimento di Sanità. Dipartimento di Primary Care. Controllo di cancro del collo dell'utero e della mammella. Brasilia: Ministero della Salute; 2013. 122 p. (Notebook Primary Care, n. 13);

3-Santos J, Gico VV, LA Kings Marina TTA. Panorama di cancro al seno – indicatori per la politica sanitaria in Brasile. rivista infermieristica contemporanea. 2014; 3 (1): 80-94.

Organizzazione Mondiale della Sanità-4. Il cancro al seno: prevenzione e controllo. 2015[acesso em 2015 jun 9]. Disponibile in: http://www.who.int/topics/cancer/breastcancer/es/.

Agenzia 5-Internazionale per la Ricerca sul Cancro. Organizzazione Mondiale della Sanit[Internet]à. GLOBOCAN 2012: stimato l'incidenza del cancro, la mortalità e la prevalenza a livello mondiale e nel 2012: schede cancro. Lione: IARC; 2013[acesso em 2015 jun 9]. Disponibile all'indirizzo: <http://globocan.iarc.fr/Pages/fact_sheets_cancer.aspx#>.

6-Cancer Research UK. Seno statistiche l'incidenza del cancro: il tumore al seno incidenza per età (femmine). 2011[acesso em 2015 jun 9]. Disponibile in http://www.cancerresearchuk.org/health-professional/cancer-statistics/statistics-by-cancer-type/breast-cancer/incidence-invasive#heading-One.

7-Adami M, Hunter D, D Trichopoulos, eds. Textbook of Cancer Epidemiology. 2. ed. New York: Oxford University Press, 2008. Apud Brasile. Ministero della Salute. Dipartimento di Sanità. Dipartimento di Primary Care. Controllo di cancro del collo dell'utero e della mammella. Brasilia: Ministero della Salute; 2013. 122 p. (Notebook Primary Care, n. 13).

8-US Preventive Services Task Force. Lo screening per il cancro al seno: un aggiornamento per l'U.S.:. Preventive Services Task Force. Annali di Medicina Internazionale; 44 (15): 2118-2121. Apud Brasile. Ministero della Salute. Dipartimento di Sanità. Dipartimento di Primary Care. Controllo di cancro del collo dell'utero e della mammella. Brasilia: Ministero della Salute; 2013. 122 p. (Notebook Primary Care, n. 13).

9-Municipal Segreteria della Salute. salute delle donne del programma. Protocollo di cura globale alla salute delle donne. Florianopolis Ed. Copiart 2010.

10-Ministero della Salute. Controllo di cancro al seno: documento di consenso. Rio de Janeiro: Inca. Del 2004.

11 Kumar, V; Abbas, K; Fausto, N.Robbins & Cotran: basi patologiche della malattia Patologia ,. 8 ° Ed. Rio de Janeiro: Elsevier.

Mehta J-12, S Ashtana, DC Mandal, analisi Saxena S. molecolare Fornisce nuovi approfondimenti di segnalazione del recettore degli androgeni nel carcinoma mammario. PLoS ONE. 2015; 10 (3): 1-27.

Il 13-Toss, caratterizzazione Cristofanilli M. molecolare e approcci terapeutici mirati a tumore al seno. Breast Cancer Research. 2015[Acesso em 17 jun]; 17. Disponibile a <http://www.breast-cancer-research.com/content/pdf/s13058-015-0560-9.pdf>.

14 Oliveira CF, Smith TS. carcinoma mammario invasivo: dalla diagnosi al trattamento chirurgic[internet]o. Cap. 37. Disponibile all'indirizzo: <http://www.fspog.com/fotos/editor2/cap_37.pdf>.  Visto il: 2015/08/06.

15 Lopes LAF Linhares JJ Ferraro Il Lopes RGC, Baracal FF. valore prognostico del grado istologico (HG), grado nucleare (GN) e indice mitotico (MI) per i pazienti con carcinoma mammario fase II e III con compromessi linfonodi ascellari. Fattori prognostici in pazienti con carcinoma mammario fasi II e III. 2006

16 Gobbi H. Classificazione dei tumori al seno: l'aggiornamento in base alla nuova classificazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità del 2012. Reggiseni J. Pathol Lab Med. v. 48; 6; p. 463-474. Dicembre 2012.

17 cancro al seno. Messa in scena. Trattamento. Disponibile all'indirizzo: <http://www.sbmastologia.com.br/downloads/estadiamento_e_tratamento.pdf> Visto il: 2015/06/08

18-SBM – Società Brasiliana di Mastologia. sottotipi molecolari di cancro al seno. Disponibile all'indirizzo: <http://www.sbmastologia.com.br/cancer-de-mama/tipos-cancer-de-mama/subtipos-moleculares-do-cancer-de-mama-18.htm> Visto in: 08 / 06/2015

19-Team Oncoguia. Tipi di cancro al seno. Disponibile all'indirizzo: <http://www.oncoguia.org.br/conteudo/tipos-de-cancer-de-mama/1382/34/>. Mostrato il: 2015/08/06

[1] Naturalmente medico del CESUPA accademica – Pará State University Center. Belém – PA.

[2] Naturalmente medico del CESUPA accademica – Pará State University Center. Belém – PA.

[3] Naturalmente medico del CESUPA accademica – Pará State University Center. Belém – PA.

[4] Biologo. Dottorato di Ricerca in Scienze Biologiche – Genetica Concentrazione Area. Professore e Ricercatore presso CESUPA – Pará State University Center.

[5] Biomedica. Dottorato di ricerca in malattie tropicali. Docente e ricercatore presso l'Università Federale di Amapá, AP. collaboratore ricercatore presso il Centro di Medicina Tropicale UFPA (NMT-UFPA).

[6] Biologo. Dottorato di ricerca in Teoria della comunicazione e comportamento di ricerca. Professore e Ricercatore presso il Politecnico federale di Amapá – FIPA.

[7] Dottorato di ricerca in psicoanalisi clinica, ricercatore presso il Centro per la Ricerca e Studi Avanzati.

[8] Biologo. Dottore in Medicina / Malattie Tropicali. Docente e Ricercatore presso l'Università Federale del Pará – UFPA. Ricercatore nel Umana e Ambientale Laboratorio di Tossicologia e lo stress ossidativo Laboratorio del Centro di Medicina Tropicale UFPA (NMT-UFPA).

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here