Custodia legale somministrato a bambini e adolescenti come prevenzione della violenza familiare e le sue conseguenze nella formazione dell’individuo

0
329
DOI: ESTE ARTIGO AINDA NÃO POSSUI DOI [ SOLICITAR AGORA! ]
Custodia legale somministrato a bambini e adolescenti come prevenzione della violenza familiare e le sue conseguenze nella formazione dell’individuo
5 (100%) 2 votes
ARTIGO EM PDF

ARAÚJO, Camila Jatahy [1]

LIMA, João Bosco Sávio Oliveira de [2]

ARAÚJO, Camila Jatahy; LIMA, João Bosco Sávio Oliveira de. Custodia legale data ai bambini e agli adolescenti come prevenzione della violenza familiare e le sue conseguenze nel plasmare l'individuo. Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. 08 edizione. anno 02, vol. 02. PP 86-104, novembre 2017. ISSN: 0959-2448

Riepilogo

Questo articolo ha la malvagità con cui gli adolescenti e i bambini sono trattati nella propria casa per chi ha bisogno di offrire il vostro benessere, l'integrità fisica, morale e mentale. Dibattito-se i confini di un'educazione come mezzo per l'uso della violenza. Mette in discussione le influenze che atteggiamenti aggressivi si riflettono nella società in cui viviamo e l'efficacia delle leggi per combattere la violenza explanada qui. Come metodologia utilizzando la ricerca bibliografica connesso con l'analisi dei dati disponibili sull'argomento.

Parole chiave: Violenza, bambino, adolescente, famiglia, puah.

INTRODUZIONE

Nella società attuale la violenza ha vinto tale una visibilità che sembra hanno invaso tutti gli spazi sociali, tutte le aree della vita di individui e le loro relazioni, tra cui un posto che storicamente è stato progettato come il nucleo di protezione e rifugio per i bambini , gli adolescenti e gli adulti-casa. Prova di ciò è che la violenza domestica è ancora raggiungendo tassi in modo allarmante di occorrenze. Allarmante è anche il domestico violenza perpetrata contro i bambini e gli adolescenti. Anche se si presentano nello stesso spazio – nazionale – persone e violenza domestica differiscono perché, mentre nel primo caso, l'attaccante ha innati o legame affettivo con la vittima, nel secondo caso, l'autore del reato può essere qualsiasi persona – una babysitter, o un vicino di casa- Per esempio.

Violenza domestica e familiare non sono nel 100% dei casi, chiaramente identificabili, ma, senza dubbio, sono responsabile di migliaia di bambini vittime in Brasile e nel mondo, essendo presente in tutti i livelli socio-culturali. Tuttavia, più bambini abusati è da strati con basso status sociale e impegnarsi presto in attività del lavoro che espongono le situazioni di violenza; altri vivono in una totale assenza di regole e norme sociali e, di conseguenza, deriva alla delinquenza giovanile.

La gravità degli effetti collaterali prodotta dalla violenza domestica e intra-familiare, è la necessità di ricerca, al fine di doverosa precisazione della popolazione circa la vera realtà della violenza domestica e svegliare così lei per gli alti tassi di occorrenze, contribuendo in tal modo al miglioramento dei programmi di assistenza, allora sarà più facile il lavoro di prevenzione della violenza, protezione delle vittime e la responsabilità degli aggressori.

Con l'avvento della legge n. 8.069/90 (bambino e adolescente-ECA), è necessario controllare l'alto tasso di violenza domestica e intrafamiliar violenza contro bambini e adolescenti. Fa lo statuto dei bambini e degli adolescenti è riuscito a raggiungere il tuo obiettivo principale, che è quello di proteggere il bambino e l'adolescente. È possibile dire che questa legge ha contribuito a chiarire meglio la popolazione e che le punizioni previste il rigonfiamento è diminuito la violenza domestica contro bambini e adolescenti?

Su questa questione, l'approccio attuale è quello di sottolineare l'importanza di meccanismi legali coercitive di questa pratica, in particolare, la già citata legge n. 8.069/90 noto come infantile e dell'adolescenza-puah. L'obiettivo è quello di dimostrare il livello di efficacia di questo dispositivo come un meccanismo per la protezione delle vittime di questi tipi di violenza.

1. LA FAMIGLIA NELLA SOCIETÀ ATTUALE

La discussione sulla questione della violenza familiare pervade la discussione sul ruolo della famiglia nella società, come nella scena di violenza domestica e intra-familiare, genitori, bambini, donne e bambini sono personaggi attivi. È comunque una discussione discutibile, quando ti rendi conto della frequenza di reati commit nell'ambito familiare; parricidio, matricidio, filicídio, femminicidio, tra gli altri. Tuttavia, in questo lavoro, il focus della discussione si concentrerà sulla violenza domestica, vale a dire, la violenza perpetrata contro i bambini e gli adolescenti da qualsiasi persona nel cerchio della famiglia, indipendentemente dal vincolo di parentela.

Attualmente, stiamo vivendo un momento di grande trasformazione delle impostazioni familiari, e questo significa che l'idea di famiglia nucleare non è più applicabile come facilmente. La teorizzazione sulla crisi della famiglia nella società attuale è spesso attribuita a queste nuove impostazioni, cioè le modifiche nel modello tradizionale di famiglia alla famiglia attuale. Tuttavia, questo non significa che quelle famiglie che rimane – o tenta di mantenere-lungo le linee della famiglia tradizionale, non rivelano i conflitti, o che non presentano problemi correlati alla violenza domestica e intra-familiari.

I nuovi modelli rafforzano il concetto di famiglia nucleare. Così, la famiglia è ancora un riferimento a tutti e per questo motivo, la presenza oggi, rivela, d'altra parte, più modelli di famiglia e da altro, la perdita di certi valori. Questa situazione può specificare i conflitti sperimentati dalla famiglia, compresa la violenza domestica e intra-familiare.

2 violenza e società

La violenza oggi, conduce l'azienda alla domanda circa le radici di un problema che sembra essere limitata solo alla società caotica di questo millennio. Tuttavia, problemi come l'abbandono e la violenza contro i bambini e gli adolescenti sono presenti in tutta la storia dell'umanità. E persino ripudiare questi fatti storici, dobbiamo riconoscere che le colture sono e saranno sempre diversi da altro, in modo che quello che vediamo oggi come qualcosa di "normale" potrebbe, in futuro, essere visti come barbarie. Per questo motivo, è necessario a volte separati e doganale del genere di violenza che sarà affrontato nel corso di questo lavoro.

2.1 l'evoluzione storico-sociale della violenza contro bambini e adolescenti

2.1.1 storia di violenza contro i bambini

Lasciamo il presupposto della cultura esistente fra gli indiani, che fino ad allora non aveva alcuna influenza dei gesuiti e che ancora oggi vediamo come barbariche e infondata come riti di nascita e iniziazione, cioè quando c'è una transizione da bambino per adul TA.

Una grande parte dei rituali effettuati dai vari gruppi indigeni del Brasile possa essere classificata come riti di passaggio. I riti di passaggio sono cerimonie che segna il cambiamento di un individuo o un gruppo, di una situazione sociale ad un altro. Ad esempio, citiamo quelle legate al mutare delle stagioni, a riti di iniziazione, i riti del matrimonio, i funerali e gli altri come la gravidanza e nascita.

Oggi sappiamo dei riti di passaggio dove i bambini per dimostrare forza ed essere riconosciuti come gli adulti, hanno bisogno per la mano in una sorta di guanto pieno di formiche, che lei saranno morso e solo dopo ricezione di punture dolorose è che questi bambini sarà in grado di unire i guerrieri della tribù.

Come dimostrato, oggi che sembra violenza e tortura, tuttavia, per queste persone è perfettamente normale e necessario per selezionare il bene e il male di tale collettivo. Questo modo di educare, di esercitare il potere, supera tutti i modelli che abbiamo come adatto, come politicamente corretto, controllato oggi nella società.

Con l'evoluzione della società e l'emergere dello stato, depositata gradualmente rimproveri contro pratiche abusive, tuttavia, insufficiente per coibi loro; Ecco perché, prima che ci fosse la cura necessaria a bambini e adolescenti come pratica sociale, quindi questa cura tra cui la disciplina ha cominciato ad essere di esclusiva responsabilità della famiglia e lo stato di intervenire nella vostra intimità, anche perché, ideologicamente, si stava costruendo la concezione che la famiglia è la cellula della società e critica sarebbe essere ammettendo che le contraddizioni sociali allo stato non era interessato al punto.

La legislazione può essere considerata il termometro migliore per capire meglio i cambiamenti che stavano accadendo nella postura che lo stato è stato affrontato con violenza contro bambini e adolescenti nelle case. C'era una tendenza internazionale verso maggiore intervento dello stato nelle dinamiche familiari. Il punto di partenza era il ronzio che circonda il caso Mary Ellen, che divenne uno scandalo in giornali americani. La ragazza è stata torturata da genitori adottivi e coloro che hanno cercato di aiutarla ha dovuto ricorrere ad un'agenzia di protezione degli animali, perché non c'era alcun equivalente per proteggere i bambini.

Per tutto il decennio di 80 fino ai giorni nostri, molti altri studi sono stati pubblicati sulla violenza di cui sopra. Inoltre, allo stesso tempo, ha cominciato a creare i primi spazi al fine di segnalare e inoltrare i casi di violenza dai genitori o dai tutori contro i loro figli.

2.2 teorico-concettuale ridefinizione del termine "Violenza"

Abbiamo visto in precedenti discussioni che, storicamente, la violenza è un fenomeno presente per sempre in tutte le società e viene fornito nel tempo, segnalazione di modo diversificato, entrambi in espressione come forza potenziale nei diversi segmenti e socialmente interamente costruito. Così è, inizialmente, una ridefinizione della violenza nella società moderna.

In questa prospettiva, Chauí (1995, p. 336-337) definisce la violenza come:

Esercizio della forza fisica e mentale coercizione di forzare qualcuno a fare qualcosa contro di te, al contrario dei loro interessi e desideri, al contrario al vostro corpo e la vostra coscienza, causando loro danni irreparabili e profondo, come morte, follia, autolesionismo o aggressione ad altri.

Basato sulla definizione di cui sopra, possiamo affermare che la violenza si caratterizza come un'imposizione straniera su qualcuno su un'altra persona, che fa male la condizione umana, essendo generalmente asimmetrico rapporto di potere intrinseco concernente la qualità delle relazioni sociale.

Tuttavia, non bisogna perdere di vista il fatto che la violenza può essere di diversi tipi: fisico, psicologico e sessuale. In ogni caso, nel trattare con violenti, individuo libero e cosciente è ridotto e degradato alla gratificazione di un utente malintenzionato a scapito della vostra dignità come persona.

2.3 violenza o abuso fisico

Violenza o abuso fisico sono aggressioni fisiche, con uso di forza fisica, praticata dai genitori o dai tutori con l'intento di causare lesioni al bambino o adolescente; sono comuni pugni, schiaffi, assalti con vari oggetti e ustioni da liquidi caldi o oggetti, come indicato in questa citazione:

Le aggressioni fisiche sono ancora presenti nella costellazione dei maltrattamenti in forma di percosse, bruciature di sigaretta; trovato altre forme di aggressione, utilizzando lo strumento come il coltello o la frusta, o usando la forza fisica, spingendo contro la parete. Violenza fisica è l'abuso più comune tra le famiglie della classe media e bassa e grave sociale e problema di salute pubblica e sta aumentando di frequenza e la gravità (guerra, 2000, pag. 49).

Punizione corporale è stato considerato come violenza o abuso fisico, come pure, l'uso della forza fisica e tutti gli atti di azione o omissione che hanno come obiettivo: di ferire o distruggere il bambino; bruciarlo; tagliarlo; soffocarla; spremere o qualsiasi parte del corpo, utilizzando oggetti, loro mani o piedi, indipendentemente dal grado di gravità dell'atto, perché questi atti di solito lasciano segni o lesioni è il più comune di torsione: formazioni cutanee, oculari, uditivi e viscerale; fratture di arti superiori e inferiori; lividi; Burns; esganaduras; emorragia interna, cicatrici; lesioni permanenti ecc., a seconda della gravità a morte.

Monteiro Filho, pediatra e fondatore dell'associazione multi-professionale brasiliano del bambino e adolescente protezione-ABRAPIA, dice: "Colpire è il riconoscimento di non sapere come impostare i limiti per i bambini" (http://www1.folha.uol.com.br/folha/dimenstein/noticias/ gd120704a.htm) questo autore confronta la forza fisica e le dimensioni degli adulti verso i bambini per giustificare la mancanza di "luogo" di una punizione corporale.

Nella legge brasiliana, Sculacciate non sono classificata nel codice penale. I casi di moderata tapas difficilmente raggiungono la magistratura.  Secondo Lara Vignoto, avvocato e consulente legale di Rose Abrapia, la cultura del "nessuna sculacciata" comincia con lo statuto del bambino e adolescente-ECA, nel 1990 (http://www1.folha.uol.com.br/folha/equilibrio/noticias/ult263u3628.shtml).

Conformemente all'articolo 5 della Corte dei conti, qualsiasi bambino o adolescente può essere oggetto di qualsiasi forma di negligenza, discriminazione, sfruttamento, violenza, crudeltà e oppressione, come espresso (in verbis): "Art. 5-nessun bambino o adolescente sarà oggetto di qualsiasi forma di negligenza, discriminazione, sfruttamento, violenza, crudeltà e oppressione, punizione sotto forma di legge qualsiasi tentativo, da azione o omissione, i loro diritti fondamentali ".

Così, chiunque sente frequenti grida del bambino nel quartiere o sospetto che un bambino o un adolescente è assalito dai loro genitori o tutori hanno l'obbligo di segnalare l'abuso di un servizi protettivi del bambino, in secondo luogo giù l'asso.

2.4 diritto di sculacciata

13.010/14 Legge proibiva l'uso del trattamento crudele e degradante come un mezzo per punire i bambini e gli adolescenti. Supera l'elemento fisico qui e inizia a punire offendente trattamenti anche come minacce, umiliazioni, vale a dire, qualsiasi azione che causa il bambino o adolescente è esposta allo stress emotivo.

Qualche tempo fa molti dei proponenti della creazione della legge cercavano un modo per come potrebbe essere sanzionato, ma questo è successo solo dopo il "caso del ragazzo Bernardo" che ha generato grande ripercussione nei media e una massiccia rivolta popolare, qualcosa che è servito come un pa grande pilota RA l'approvazione della legge.

La legge dello spanking, come era conosciuto, ha causato cambiamenti nell'arte. 18 della Corte dei conti, creazione di arti. 18-A e B-18 con il seguente testo:

Art. 18-a. I bambini e gli adolescenti hanno il diritto di essere istruiti e cura senza l'uso di punizioni fisiche o crudeli e degradanti, come forme di correzione, disciplina, educazione o qualsiasi altro pretesto, dai genitori, dai membri della famiglia allargata, dai responsabili, di implementazione di funzionari pubblici misure educative o qualsiasi persona incaricata di prendersi cura di loro, li trattano, educarli o proteggerli.

Comma unico.  Ai fini della presente legge:

Punizione-fisico: azione di natura disciplinare o punitivi applicata con l'uso della forza fisica il bambino o l'adolescente che si traduce in:

la) sofferenza fisica; o
b) lesioni;

II-crudeli o degradanti: condotta o trattamento crudele in relazione il bambino o l'adolescente che:

i) umiliare; o
b) minaccia di gravemente; o
c) disprezzo.

Art. 18-b. genitori, membri della famiglia estesa, esecutori di agenti pubblici, responsabile delle misure educative o qualsiasi persona incaricata di prendersi cura di bambini e adolescenti, trattare loro, educarli o proteggerli utilizzando punizioni fisiche o trattamento crudeli o degradanti come forme di correzione, disciplina, educazione o qualsiasi altro pretesto saranno soggetto, fatte salve le altre sanzioni, le seguenti misure, che verranno applicate in base alla gravità del caso:

Io-il programma ufficiale o rinvio di comunità di protezione della famiglia;

II-rinvio al trattamento psicologico o psichiatrico;

III-rinvio a corsi o programmi di orientamento;

IV-obbligo di trasmettere al bambino di trattamento specializzato;

V-avviso.

Comma unico.  Le misure previste in questo articolo devono essere applicate da servizi protettivi del bambino, senza pregiudizio di qualsiasi altra azione legale.

maltrattamenti 2,5

Quando la vittima è un minore, oltre ad aggressione proattiva è considerato violenza fisica, inoltre, l'atto di omissione e maltrattamenti praticati dai genitori, tutori o qualsiasi persona che prende la sfera familiare, tra cui il quartiere.

L'articolo 70 della Corte dei conti prevede che: "è dovere di tutti prevenire il verificarsi di minaccia o violazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti". Quando si tratta di politica, lo statuto determina, al punto (III) dell'articolo 87, una delle linee di azione di questa politica sono "servizi speciali di prevenzione, cura psicosociale e medicina alle vittime di maltrattamenti, sfruttamento, abuso, negligenza, crudeltà, e oppressione ".

Ancora possiamo identificare una misura di prevenzione su assegnazione con servizi per bambini, di cui all'articolo II dell'articolo 136, la Corte dei conti per soddisfare e consigliare i responsabili. Fino a è il Dcfs guida questi genitori e applicare le stesse misure previste dall'articolo 129, articoli da I a VII. Queste misure sono,

Art. 129 della Corte dei conti, in verbis:

I – il programma ufficiale o rinvio di comunità di promozione alla famiglia;

II-inclusione in ufficiale o programma comunitario di aiuto, orientamento e trattamento di alcolisti e tossicodipendenti;

III-rinvio ai trattamenti psicologici o psichiatrici;

IV – rinvio a corsi o programmi di orientamento;

V – obbligo di iscrivere il bambino o la pupilla e monitorare la vostra frequenza e sfruttando la scuola.

Vi – obbligo di trasmettere il bambino o l'adolescente trattamento;

VII-avviso.

L'avvertimento è la misura più appropriata per i genitori di qualsiasi condizione sociale, e il giudice dell'infanzia e della gioventù applicarlo contro genitori situati nella società, che a volte sono i destinatari più adatti.

3. FATTORI DI TRIGGER DI VIOLENZA DOMESTICA

È nella famiglia dove tutto ha inizio; la funzione è importante per lo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, perché li rende non solo fit ma anche possono qualificarsi come inetto e persino un disadattato vivere in società. Dal momento quando il nucleo familiare se sconvolge da diversi fattori, può provocare atti di violenza minaccioso e aggressivo convivialità familiare; Si può dire che questo passa a quello se denominato la violenza domestica contro il bambino e l'adolescente espresso come abuso di potere disciplinare e coercitivo dei genitori o tutori per quanto riguarda i bambini e gli alunni.

In genere persone solitamente non coinvolti in problemi o controversie familiari, per paura delle minacce che soffrono o anche capire non essere correggere l'interferenza in questi casi e con essa, rendere difficile combattere tale violenza.

Violenza domestica è trovata in tutte le classi sociali, ma assume una maggiore visibilità su strati popolari, in primo luogo per essere più numerosi e, da altro, che cercano più, più spesso, i servizi pubblici; per questo, venire alla luce fattori come la cronica povertà, disoccupazione, sottoccupazione, salari bassi, poveri o i senzatetto, alcolismo e droghe, tra gli altri, come responsabile della famiglia disorganizzazione, con conseguenze dirette per il mantenimento della prole coerenza, generando più violenza.

È la violenza domestica commit contro bambini e adolescenti generando più violenza, che, secondo Suely Ferreira Fernandes, può essere osservata e notata dalle seguenti caratteristiche:

i) indicatori fisici del bambino o adolescente, presenza di tutti i tipi di lesioni fisiche, esemplificato come ustioni, ferite, fratture che non sono adatte per presunta cosa. Occultamento di vecchie ferite.

b) il comportamento del bambino o adolescente aggressivo o letargico. Estremamente iperattivo o depresso; assustável o paura; tendenze autodistruttive; paure ai loro genitori, attestazioni parentale aggressione soffrire; sostiene cause poco praticabile di loro lesioni; bassa delle caratteristiche del concetto di sé; corre costantemente e case hanno problemi di apprendimento.

c) caratteristiche della famiglia nasconde le lesioni del bambino o adolescente o giustifica così poco convincenti o contraddittorie; Descrive il bambino come brutto e cattivo; difende la severa disciplina, abuso di alcool e/o droghe; avere aspettative irrealistiche del bambino o adolescenti; storia di maltrattamenti in famiglia (FERNANDES, 2005, pp. 19-20).

In realtà, questi "indizi" sono solo semplici indicatori di comportamenti per i professionisti che soddisfano tutelato, prevalentemente nel settore della sanità e assistenza sociale, cercano il consolidamento e la standardizzazione dei criteri per la diagnosi.

A questo punto, le prestazioni gravi e senza paura dei consigli di tutela, almeno nelle città di piccole e medie imprese, ha servito per ricevere notizie e indagare su atti di violenza domestica, spesso ripetutamente, contro bambini e adolescenti.

4. CONSEGUENZE DELLA VIOLENZA SULLE VITTIME

La maggior parte delle persone hanno una visione sbagliata su questo abuso familiare problema contro bambini e adolescenti; i padri e patrigni, che sono sempre visti come i aggressors, in realtà non sono soli in questo ruolo. Le madri, che mantengono un'aura protettiva, sono anche grandi bulli. Inoltre, qualsiasi persona che abbia la vittima sotto la loro cura può colpire lei.

Prendendo in considerazione gli effetti psicologici è facile concludere che una minoranza degli adolescenti che soffrono gli attacchi dei ribelli con la violenza e si vendica. Questi risultano per essere i parricidi che sono stati puniti duramente nel corso della storia. La stragrande maggioranza diventa vittima per tutta la vita, per solo giocando questa relazione di potere disuguale nei rapporti con altre persone.

Così, un circolo vizioso in cui l'attaccato è potenzialmente influenzato per un giorno diventare un aggressore.

4.1 bullismo

Attualmente sta affrontando praticante di bullismo studi, da questo, in molti casi, soffrire con la violenza all'interno di tornitura che che viene sconfitto in aggressore, attualizzando la violenza subita a casa nel loro compagni di scuola.

"Non possiamo tacere, isolare ed emarginare chi lo commette bullismo. Abbiamo bisogno di lui coinvolto con il gruppo in modo positivo, aiutare a mettere al posto dell'altro e a sensibilizzare l'opinione pubblica, si tratta di diplomazia e Rubinstein Edith master in psicologia e direttore del centro per lo studio di psicologia educativa seminari, di Sao Paulo. (Fonte: https://estilo.uol.com.br/gravidez-e-filhos/noticias/redacao/2016/03/02/em-casos-de-bullying-agressor-precisa-de-tanta-atencao-quanto-a-vitima.htm?cmpid=copiaecola)

In questo modo, il praticante di bullismo diventa solo un'altra vittima del sistema della violenza a bambini e adolescenti.

5. MECCANISMI GIURIDICI DI PROTEZIONE PER I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI

5.1 legge n. 8.069/90-lo statuto del bambino e dell'adolescente-ECA

Legge n. 8.069/90 del 13 luglio 1990, soprannominato ECA-statuto del bambino e adolescente, le norme sui diritti del bambino, regolando l'articolo 227 della Costituzione federale riguardante i diritti fondamentali della persona: educazione, salute, tempo libero, sport, convivialità famiglia e comunità, tra gli altri. In questi dieci anni, lo statuto non ha subito un cambiamento significativo nei suoi principi ed orientamenti, nonostante l'assalto di alcuni settori più conservatori della società. Come dispone di un nuovo modo di guardare e trattare il bambino e l'adolescente-soggetti di diritti-è stato un riferimento per molti paesi del continente americano nel cambiare le loro disposizioni giuridiche.

La valutazione dei risultati deve essere visto alla luce della storia della politica di cura del figlio in Brasile e la società di progetto che porta, che è, l'attenzione all'infanzia dal punto di vista del diritto di cittadinanza. Così, bambini e adolescenti hanno il legale, una legge che assicura loro diritti, oggi, con la prospettiva che potrebbero avere un futuro migliore.

Lo statuto è la dottrina della protezione integrale il principio di base e introduce una nuova funzionalità: un atto discrezionale (per bambini e adolescenti in situazione irregolare, che venivano chiamati "piccoli") per coprire ogni bambino e ogni adolescente, indipendentemente dalla sua condizione socio-economica, culturale e familiare. Il processo di stesura dello statuto è stato per violazione del look definizione e prendersi cura di infanzia in Brasile.

La Corte dei conti è stato preparato, sulla base delle necessità e desiderio di sia i bambini, gli adolescenti, professionisti dell'assistenza, sociale, comunità e organizzazioni sindacali, giudici, procuratori, Executive e rami legislativi interessati con lo sviluppo di un infanzia-cittadino, assumendo nuovo targeting delle politiche pubbliche. Questo cambiamento radicale nella legge richiede i diritti di sistema (esecutivo, legislativo, la giustizia, la società in generale) di garanzia a guardare e trattare i bambini e gli adolescenti dal punto di vista della legge e la tua condizione peculiare dello sviluppo, quando la soddisfazione dei loro bisogni. Ciò implica un nuovo modo di gestione, di contenuto e di metodo di politica pubblica.

Il cambiamento del metodo presuppone la concezione dei bambini e degli adolescenti come soggetti di diritti e in particolare condizione di sviluppo – pertanto, assoluta priorità delle politiche pubbliche; gestione, che una tale politica non è non più centralizzata e chiuse gli uffici dei governanti di essere elaborato e definito con la partecipazione democratica della società-consulenza dei diritti di bambini e adolescenti (a tre livelli della pubblica amministrazione), consulenza Consigli (livello comunale) e il fondo per i diritti umani; contenuto, che le azioni di diretta attenzione all'infanzia e l'adolescenza è attraverso politiche sociali di base (istruzione, sanità, sport, tempo libero, cultura, assistenza sociale, formazione professionale e lavoro) e le azioni di protezione speciale per determinati gruppi in rischio personale e sociale (misure di protezione e misure socio-educativi).

Lo statuto è il risultato di sforzo e di partenariato di innumerevoli individui e comunità interessate nella protezione e promozione dei bambini e degli adolescenti del Brasile. È un valido strumento nella sfera della vita e garantire il pieno sviluppo dei bambini e degli adolescenti del Brasile. Naturalmente, questo statuto è quello di contribuire al cambiamento di mentalità nella società brasiliana, abituate purtroppo a tacere sulle ingiustizie e violenze di cui i bambini sono vittime.

Lo scopo dello statuto del bambino è di un adolescente è quello di proteggere il bambino e l'adolescente, garantendo ogni brasiliano di nascita, il pieno sviluppo, che vanno dai requisiti fisici per il miglioramento morale e religioso. Questa protezione inizia presso il gestatoria con assistenza a causa di gestanti di cui all'art. 1 ° (in verbis):

Art. 1 di ACE, "questa legge prevede la piena tutela a bambini e adolescenti". per bambino significa una persona fino a 12 (dodici) anni e adolescenti tra i 12 (dodici) e 18 (diciotto) anni, come si evince dall'arte. 2 della legge.

La distinzione di bambino e adolescente fa se imperioso, a causa del contesto psicologico e sociale di ogni essere influenzare nella costruzione di personalità sane (o disadattati e problematico) e, per giustificare le preoccupazioni con famiglia, scuola e con altri istituzioni sociali con fattori, condizioni e influenze che facilitano e ostacolano lo sviluppo umano.

L'arte. 3 di ECA prevede l'ampiezza dei diritti fondamentali della persona umana a bambini e adolescenti, legati alla protezione completa, per le quali è previsto dalla legge stessa (ECA). Il dispositivo si prende cura e ribadisce tali diritti, affinché il tuo applicabilità del modulo adattato alle circostanze di persone nello sviluppo.

Art. 4 di ECA (in verbis):

"È il dovere della famiglia, della Comunità, alla società e il governo assicurare, con assoluta priorità, l'attuazione dei diritti legati alla vita, alla salute, al cibo, all'istruzione, sport, tempo libero, formazione professionale, cultura, dignità, rispetto, libertà e la coesistenza di comunità e famiglia ".

Lo statuto in questo articolo riporta i diritti fondamentali dei bambini e degli adolescenti per quanto riguarda la vita, alla salute, cibo, educazione, dignità, rispetto, libertà e convivenza. Questi sono tutti i diritti fondamentali della persona umana, assicurando loro, dalla legge o da altri mezzi, tutte le opportunità e le strutture per fornire la moralità fisica, mentale e sociale, in condizioni di libertà e dignità. Tali diritti devono essere assicurati con priorità assoluta, dalla famiglia, comunità, società e governo, e tutti contribuiscono al vostro pacco per garantire lo sviluppo e la protezione del minore.

Art. 5 della Corte dei conti, (in verbis):

"Nessun bambino o adolescente sarà oggetto di qualsiasi forma di negligenza, discriminazione, sfruttamento, violenza, crudeltà e oppressione, punizione sotto forma di legge qualsiasi tentativo, da azione o omissione, i loro diritti fondamentali".

L'articolo riguarda la protezione dei bambini e degli adolescenti, che è un obbligo della famiglia, ma anche della società, dal momento che tutti devono garantire la dignità e la protezione di questi esseri.

5.2. Diritto alla vita e salute

L'articolo 7 dello statuto dei bambini e degli adolescenti prevede che:

"il bambino e l'adolescente ha il diritto alla vita e alla salute, attraverso l'attuazione di politiche sociali pubbliche che permettono la nascita e lo sviluppo sano e armonioso, in condizioni di assistenza".

Un tale articolo porta una preoccupazione con la nascita e lo sviluppo sano del bambino, per il quale il diritto alla vita può effetto esso è necessario esentare speciale cura dal grembo materno fino alla nascita, pertanto, cura inizio bene prima il tuo luce, vale a dire, nell'interazione con l'ambiente dove vivi, poiché la vita intrauterina.

L'arte. 13 dello statuto prevede che:

"… i casi di sospettato o confermato abusi contro i bambini o gli adolescenti sono notificati obbligatoriamente alla servizi protettivi del bambino della rispettiva località, fatte salve le altre misure legali".

Così, sarà fino ai che consigli di Guardianship prendere provvedimenti quando ricevono una notifica di qualsiasi tentativo sul bambino o adolescente.

5.3 diritto di libertà, rispetto e dignità

Il secondo capitolo dello statuto prevede i diritti fondamentali inerenti al cittadino brasiliano. Articolo 15 si apre il capitolo affermando che:

"il bambino e l'adolescente ha il diritto di libertà, rispetto e dignità come persone nei processi di sviluppo e come soggetti di diritti sociali e civili garantite nella costituzione e le leggi"

Per questo motivo, questo articolo è una delle colonne che sostengono l'opzione democratica del nostro sistema giudiziario in materia di bambini e adolescenti.

Articoli 16, 17 e 18 determinare ciò che la legge n. 8.069/90 definisce libertà, rispetto e dignità. Libertà comprende gli spazi comunitari; di opinione e di espressione; di credenza e di culto religioso; per praticare sport e divertirsi; di partecipare alla vita familiare e comunitaria, senza discriminazioni; per partecipare alla vita politica, sotto forma di legge e cercare rifugio, aiuti e consigli.

Per quanto riguarda la conformità, lo statuto è l'inviolabilità dell'integrità fisica, mentale e morale dei bambini e degli adolescenti e sulla prevenzione dell'uso immagine, identità, autonomia, valori, idee, credenze e oggetti personali.

Già l'articolo 18 determina che garantire la dignità dei bambini e degli adolescenti è dovere di tutti, oltre a metterli al sicuro da ogni inumano, violento, spaventoso, molesti o imbarazzanti. Pertanto, tutti devono rispettare l'integrità fisica, mentale e morale, poiché la società è responsabile per il tuo allenamento. Presto, per fare riferimento a tutti i mezzi, entrambi i genitori come i responsabili.

5.4 il diritto di famiglia e vita comunitaria

Nonostante l'esperienza negativa che si può avere in un ambiente familiare, è noto che la famiglia è un'umana determinazione motivata dalle esigenze di riproduzione biologica, economica e sociale. Nello spazio familiare, le possibilità per lo sviluppo di suono biopsicológico sono più grandi e, ancora, è nella casa che l'adulto futuro comincia a interprojetar i valori del sociale Gruppo a cui egli appartiene.

Ai sensi dell'art. 22 la Corte dei conti,

"spetta a genitori l'obbligo di supporto, di custodia e di educazione dei figli minori, inserendoli nell'interesse di questi, l'obbligo di rispettare e far rispettare le determinazioni legali".

L'articolo determina i doveri dei genitori con figli minori, vale a dire: la manutenzione, custodia, educazione e l'obbligo di rispettare e far rispettare le determinazioni giudiziarie nell'interesse del bambino e adolescente, che i dazi sono un risultato del potere paterno, che non è altro , dei diritti fondamentali di ogni bambino e adolescente.

Mancato rispetto di tale determinazione dell'arte. 22 dello statuto del personale inoltre dispone di una forma di maltrattamento del bambino possono essere puniti anche con la sospensione o perdita del potere paterno, imposto giudizialmente ai sensi dell'articolo 24 della Corte dei conti.

5.5 diritto alla educazione, cultura, sport e tempo libero

È ovvio che lo statuto non ha disturbato solo per garantire una formazione incentrata sulla trasmissione di informazioni, ma, soprattutto, con la formazione del cittadino e del cittadino. È che l'articolo 53 prevede.

Formazione per la ricerca di cittadinanza mostrare a bambini e giovani che sono soggetti di diritti e responsabilità, che dovrebbe rispettare, ma che può anche richiedere rispetto. Può e dovrebbe partecipare alle decisioni nella vostra famiglia, comunità, scuola, città o paese. In questo processo, è importante partecipazione in corpi dell'allievo.

Articolo 55 della Corte dei conti, "i genitori o tutori hanno l'obbligo di iscrivere i figli o gli alunni nella rete di istruzione regolare", in questo modo, il dispositivo determina più un dovere per i genitori e la violazione di tale obbligo, senza giusta causa, può generare l'adozione di misure di T il Consiglio utelar, che è perché la scuola manca o persino nella stessa transitoria, potrebbe causare errori dei genitori.

CONCLUSIONE

Prima di quanto sopra si vede il progresso nel tentativo di proteggere i bambini e gli adolescenti attraverso leggi dove il legislatore cerca di soddisfare sempre la domanda imposta dalla società moderna.

Tuttavia, la necessità per la creazione di meccanismi – inoltre – più efficaci le leggi contro la violenza che i bambini e gli adolescenti soffrono all'interno delle proprie case. Si è notato che c'è la necessità di un maggiore investimento nel cittadino brasiliano campo educativo, che cercano di dimostrare che il dialogo sarà sempre l'opzione migliore.

Sembra dalla volontà dello stato a combattere la violenza con forza famiglia, tuttavia, dimostra che una tale volontà dovrebbe anche da società come insieme di richiedere e far rispettare il dovere attinenti alla cura del bambino e l'adolescente sono ricoverati in vostro dintorni.

Uno non può aiutare ma fanno complimenti e lode la grande importanza che realizzare la legge 13.010/14 che hanno contribuito alla guida per i genitori di carattere pedagogico, in cui l'ideale è il bambino che deve fare la cosa giusta, perché è la cosa giusta da fare e non per paura di prendere o subire qualsiasi tipo di aggressione. In questo modo vale la pena la crescita etica, morale dei bambini e degli adolescenti come un futuro cittadino.

Di conseguenza, è concluso che il Brasile ha adottato e sviluppato politiche che garantiscano i bambini e gli adolescenti dei diritti necessari per lo sviluppo di un essere umano: il diritto alla salute, dignità, rispetto, per il tempo libero, libertà, vita, sicurezza, tra gli altri. Con quello, lo statuto del bambino e adolescente incontra il vostro obiettivo principale, vale a dire, per proteggere il bambino e l'adolescente.

RIFERIMENTI 

AMARAL, f. a. comunicazione in tavola rotonda sullo status di bambini e adolescenti e il codice minorile. In: Aguirre e m. m. et alli. (Org.) Il bambino e i suoi diritti. PUC/RJ – un'istituzione qui, 1990.

AZEVEDO, Maria Amelia; GUERRA, Viviane Nogueira de Azevedo. Infanzia e fatale violenza in famiglia. São Paulo: Igloo, 1998.

AZEVEDO, Maria Amelia. Bambini e violenza domestica: la frontiera della conoscenza. 3 ed. São Paulo: Cortez, 2000.

BARROS, Aidil de Jesus Paes. Progetto di ricerca: proposte metodologiche. 15 ed. Rio de Janeiro: Petrópolis, Vozes, 1990.

BERQUIÓ e accordi di famiglia in Brasile…: una panoramica demografica. In L. M. Schawrcs (org.). Storia della vita privata in Brasile. V. 4 (pp. 411-438) São paulo: Companhia das letras, 1998.

CARVALHO, Denise Long Birche. Violenza domestica contro bambini e adolescenti: analisi del fenomeno nel distretto federale. In: Revista sociale. Rio de Janeiro. v. II, n. 2, p. 57-82, gennaio/giugno. 1998.

Cordero, Lília Ieda (a cura di) l'affetto e la tua testa in giù: uno studio sull'abbandono e la violenza in famiglia. Betlemme: Punto grafico, 1999.

Marilena CHAUÍ. Invito alla filosofia. 6 ed. São Paulo: Ática, 1995.  

COHEN, Claudius. Incesto e psicopatologia forense: uno studio di medicina sociale. Tesi di dottorato. São Paulo: Istituto di psicologia dell'Università di San Paolo, 1992.

COOPER, D. Morte in famiglia. (J. Craveiro, Trad., M.m.c. Oliva, Rev. Trad.) São Paulo: Martins Fontes, 1994. (Originale pubblicato nel 1997).

CURY, Munir[et al.] statuto del bambino e adolescente commentato. São Paulo: Melhoramentos, 1992.

______. (Coord.). Bambino e adolescente commentato: commento giuridico e sociale. 6 ed. São Paulo: Atlas, 2004.

ORIGINALE-agnello, t. (a cura) coppia e famiglia: tra la tradizione: esigenze moderne e arrangiamenti. Rio de Janeiro: PUC-RJ: São Paulo: Loyola, 2003.

FREYRE, g. Casa Grande e Senzala: formazione della famiglia brasiliana sotto il regime di economia patriarcale. 28 ed. Rio de Janeiro: registrare, 1992.

FUKUI, l. sicurezza caso di studio nelle scuole pubbliche dello stato di São Paulo. In: GROSBAUM, e. et al. (Org.). Violenza, un ritratto in bianco e nero. São Paulo: FDE, 1998.

GUERRA, Viviane n. a.; AZEVEDO, Maria Amelia (a cura di), i bambini e la violenza domestica: frontiere della conoscenza. 2 ed. São Paulo: Cortez, 2000.

GUERRA, Viviane Nogueira de Azevedo. Violenza contro i bambini: tragedia di genitori rivisitato. 4 ed. São Paulo: Cortez, 2001.

GIDDENS, r. mondo allo sbando: ciò che la globalizzazione sta facendo per noi. 2. A cura di (M.L.X.A. Borges, Trad.). Rio de janeiro: registrare, 2000. (Originale pubblicato nel 1999).

GOLDANI, A. M. Famiglie brasiliane: cambiamenti e prospettive. Taccuino di ricerca. 91, 7-22. 1994.

MONTEIRO FILHO, Lauro. Disponibile http://www1.folha.uol.com.br/folha/dimenstein/noticias/gd120704a.htm acceduto a sopra: 15 ago. 2017.

OSORIO, Luiz Carlos. Famiglia oggi. Porto Alegre: arti mediche, 1996.

RUBINSTEIN, Edith https://estilo.uol.com.br/gravidez-e-filhos/noticias/redacao/2016/03/02/em-casos-de-bullying-agressor-precisa-de-tanta-atencao-quanto-a-vitima.htm?cmpid=copiaecola. Letta il 12 lug. dal 2017.

SARACENO, c. Sociologia della famiglia. (M. f. Gonçalves de Azevedo, Trad.). Rio de Janeiro: Estampa, 1997. (Originale pubblicato nel 1988).

SILVA, Lygia Maria Pereira (Org). Violenza domestica contro bambini e adolescenti. Pernambuco, 2000.

VIGNOTO, Lara Rose disponibile presso: http://www1.folha.uol.com.br/folha/equilibrio/noticias/ult263u3628.shtml. Letta: 22 impostato. 2017

[1] Laureato in giurisprudenza nel College Martha Hawk. Specialista di diritto del lavoro di ANHANGUERA-Uniderp.

[2] Laurea in giurisprudenza in CIESA. Specialista in scienze criminali di ANHANGUERA-Uniderp.

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here