Início Agronomia Influenza di organica e concime minerale il precoce sviluppo di cultura-Italian zucca...

Influenza di organica e concime minerale il precoce sviluppo di cultura-Italian zucca (Cucurbita pepo).

RC: 17188 -
Influenza di organica e concime minerale il precoce sviluppo di cultura-Italian zucca (Cucurbita pepo).
Classificar o Artigo!
80
0
ARTIGO EM PDF

SOUZA, Pablo Porto [1]

SOUZA, Pablo Porto. Influenza di organica e concime minerale il precoce sviluppo di cultura-Italian zucca (Cucurbita pepo). Rivista scientifica multidisciplinare di nucleo di conoscenza. anno 03, Ed. 06, vol. 02, pp. 133-145, giugno 2018. ISSN:2448-0959

L'esperimento è stato distribuito al fine di verificare l'effetto di fertilizzanti minerali ed organici nello sviluppo iniziale nella cultura di italiano zucchine (Cucurbita pepo l.). Il lavoro è stato condotto nel campo condizione nella prova macchiato grande fattoria situata nel comune di Baianópolis-Ba. Il disegno sperimentale utilizzato era randomizzati isolati, in cui sono stati stabiliti quattro trattamenti, costituito da T1: testimone; T2: concimazione minerale, utilizzando la formula 4-14-8, essendo applicata 18 grammi al sepolcro; T3: letame di vacca 200 g. Cova-¹; Tomba di g. ¹ T4:125 di voliera. L'area utilizzata era 42 m ², con spaziatura di 1.0 x 0,80 m, e le piante sono state disposte in due righe, ognuna con due, quattro piante al complotto. La fertilizzazione è stato fatto dieci giorni prima della piantatura come trattamenti stabiliti. La valutazione dei valori medi del numero di fogli (NC), altezza della pianta (AP), diametro del fusto (DC), pasta fresca (MF). Il più grande valore comparativo trovato per la variabile AP, durante i 30 giorni di valutazione, sono stati i trattamenti hanno ricevuto il trattamento di T3 e T4, fertilizzazione organico. I valori medi più elevati per il diametro del culmo (mm) raggiunto era il trattamento biologico in particolare il trattamento tre che aveva un valore medio di 7.5 mm. Medie ottenute per il numero di foglia hanno indicato che le piante che si sono svolte la concimazione organica fornito quantità di superiore lascia ai trattamenti che ha ricevuto nessun tipo di fertilizzante (T1) e coloro che hanno ricevuto concimazione minerale (T2).  I risultati per la pasta fresca (MF) hanno rivelato che l'uso di letame di vacca come un fertilizzante organico fornito un maggior aumento se confrontato con altri trattamenti. La differenza tra le 3 e 1 trattamento trattamento era alta, dove è possibile esaminare il trattamento ottenuto 9, 9g più che la testimonianza. I risultati ottenuti permettono di analizzare l'uso del fertilizzante organico era il trattamento che eccelleva in relazione alla crescita delle zucchine italiana, promuovendo un aumento nel tuo potenziale produttivo.

Parole chiave: sviluppo di fertilizzazione, zucchine,.

1. Introduzione

La famiglia di cucurbita ha circa 118 generi e 825 specie, adattati alle regioni tropicali e subtropicali di entrambi gli emisferi. In questa famiglia, possiamo citare le zucche e morangas che appartengono al genere Cucurbita (RIBEIRO, 2008).

Italiano zucchine (Cucurbita pepo l.), noto anche come zucchine Bush, ha crescita eretta, brevi steli e foglie semi chiazzati. Il sistema radicale è lunghe e poco profonde con una maggiore concentrazione su strato di suolo di 20 cm. I frutti di zucchine italiane sono allungata e cilindrica, con un colore verde chiaro con striature longitudinali più scure (RIBEIRO, 2008). Si raccomanda la messa a dimora di zucchine da settembre a febbraio nel freddo inverno, mentre in climi caldi, piantare può essere fatto tutto l'anno (CONSTAT statistica consulenti, 2003).

La specie Cucurbita pepo l. è una pianta vulnerabile alle gelate, ma ha una buona tolleranza alle basse temperature. La temperatura gioca una grande influenza nella germinazione e ogni specie ha una temperatura minima, massima e ottima per la germinazione (RIBEIRO, 2008). Ideale per lo sviluppo delle zucche è nel range di 20-27° c. Temperature inferiori influisce sulla produzione, e piante possono morire anche a temperature inferiori a 10° c. D'altra parte, l'alto calore e l'umidità elevata può innescare l'insorgenza di malattie. Le zucchine anche richiedono temperature nel range di 22-25° C e non supportano il freddo prolungato e forte (SANTOS et al., 2005).

Le verdure sono considerati nutrienti-esigenti, che richiedono grandi quantità di sostanze nutritive in un ciclo breve modo che ottenere un buon sviluppo (GOTO; TIVALLI, 1998).

Uno degli obiettivi dell'azienda è quello di aumentare la produttività delle colture. Tuttavia, questi aumenti dovrebbero essere compatibili con la riduzione dei costi di produzione. Perché ciò avvenga, le pratiche culturali connesse con la fertilizzazione devono essere efficiente (KANO et al., 2010).

In relazione alla fecondazione è possibile inferire per essere raggiunto la produttività prevista, nonché tenendo la fertilità del suolo di conto dove cultura viene inserito.  Il calcolo per Calcinaio e fertilizzazione del suolo dovrebbe tener conto della fertilità del suolo e suoi nutrienti (COSTA, 2006). Per la massima efficienza del sistema di nutrienti alçassem dove fu impiegato, è necessario distribuire in equilibrio e in quantità necessaria (TOLEDO; FIGLIO DI MARCOS, 1997).

Fertilizzanti chimici sono formati da composti inorganici, con la maggior parte dei dipendenti nel settore agricolo grazie all'elevato contenuto di sostanze nutritive, minor costo per unità di elemento, meno umidità e ottenere risultati più velocemente.

Concimi minerali, fertilizzanti chimici applicati nel suolo causando un'elevata produttività e instant crescono, tuttavia le applicazioni frequenti di questi fertilizzanti possono influenzare sia la qualità nutrizionale del cibo come la caratteristiche chimiche del terreno, in alcune situazioni che portano ad una ripartizione del potenziale produttivo del suolo (2006).

La fertilizzazione con NPK mira a ricostituire i nutrienti assorbiti dalle piante per il vostro sviluppo o a migliorare la fertilità del suolo. L'applicazione può essere fatta con la miscela, come il 4-14-8 o NPK applicando sostanze nutritive in isolamento (OLIVEIRA, 1998)

L'uso dei fertilizzanti minerali, oltre a modificare il modello di crescita e produzione vegetale, influenza i processi metabolici quali assorbimento e la distribuzione di ioni minerali (ROBSON; PITMAN, 1983).

Le verdure in generale sono beneficiate dall'uso di fertilizzanti organici, sia in termini di produttività come qualità del prodotto realizzato, essendo il bestiame di origine più usuale letame, soprattutto in terreni poveri di sostanza organica (FILGUEIRA, 2000). Perché agiscono come un potente agente di ammendante, in grado di migliorare sostanzialmente le sue caratteristiche fisiche e chimiche (FERREIRA et al., 1993).

Concime biologico è un prodotto di origine vegetale, animale o agroindustriale che applicato al suolo fornisce un'elevazione della vostra fertilità, aumentare la produttività e la qualità delle colture (TRANI et al., 2013). I concimi animali, residui colturali e fertilizzanti verde costituiscono le principali fonti di fertilizzanti organici disponibili (SBCS, 2004). L'adozione dell'uso della sostanza organica è stato collegato con il cambiamento delle proprietà fisiche del terreno e con l'aggiunta di sostanze nutritive per il sistema (KANG 1993).

La selezione dei residui organici da applicare è dato per quanto riguarda la disponibilità di questa, che può variare non solo della regione, ma anche alla cultura (KIEHL, 1985).

L'applicazione continua a mucca letame cause elevazione significativa di pH che è relativo al rilascio di ammoniaca durante la decomposizione tuo o eventualmente la presenza di Ca e Mg da questo residuo, che neutralizza e Sposta elementi responsabili da acidità, il contenuto di altri elementi nello strato 0-20 cm nel terreno, rispetto ad aree senza letame (GALVÃO et al., 2008). Le interazioni benefiche caratteristiche di sterco con i microrganismi del suolo, si riduce la compressione, aumenta la vostra struttura di qualità e stabilità dei suoi aggregati, migliora l'infiltrazione di acqua, aerazione e radice penetrazione ( ANDREOLA et al., 2000).

Con l'uso aumentato di residui organici nelle colture, è possibile ridurre, nel corso degli anni, l'applicazione dei fertilizzanti minerali e migliorato la qualità del suolo (meno inquinamento delle varie risorse naturali), dall'atto di rifiuti organico anche come i condizionatori d' assolo (SILVA, 2005).

L'uso di rifiuti prodotti all'interno di una proprietà può ridurre i costi di produzione, come il letto dell'uccelliera generato nella creazione di uccelli che può essere utilizzato come fertilizzante organico (VILELA, 2009).

Secondo Primavessi (1982), la voliera, intensifica la capacità di scambio cationico del suolo, aumenta il pH, riduce il contenuto di alluminio intercambiabile, aumenta la disponibilità di nutrienti e promuove la salute delle piante, per diversificare la produzione di sostanze come fenoli, miglioramento delle condizioni fisiche, chimiche e biologiche del suolo.

La crescente produzione di rifiuti pollame sta causando gli impatti ambientali, perché il tasso di produzione è maggiore la velocità di degradazione; Pertanto è sempre più importante la necessità di ridurre, riciclare e riutilizzare i rifiuti prodotti in avicoltura, con l'intento di recupero di materia ed energia (STRAUS; MARK, 1993).

Gli effetti benefici di deiezioni avicole sono paragonati a quelli di urea, a causa di una risposta rapida e di solito ha un alto tasso di sostanze nutrienti (SOUZA, 2007). Le concentrazioni di N, P e K aggiunto nel letame di pollo sono più grandi di altre specie di animali domestici, perché la sostanza secca contiene 5-15% di acqua, mentre altri concimi hanno il 65% di 85. I rifiuti di letame contengono solidi e liquidi in grande maggioranza viene creato con mangime per uccelli porterebbe a concentrato (TEDESCO et al., 2008).

Questo ingresso normalmente contengono alti livelli di fosforo, potassio, calcio e magnesio, che rende un fertilizzante organico con uso potenziale nelle diverse culture di importanza agronomica (Ferrari et al., 2008).

Anche con la crescita della coltivazione delle zucche in Brasile negli ultimi anni, utilizzando, tra le altre pratiche, la fertilizzazione organica e minerale, produttività, secondo Makishima (1991), è stato variabile, richiedendo così dati (fertilizzazione e nutrizione RAPPORTO, 1991).

Quindi, l'obiettivo principale di questo lavoro era di valutare l'influenza di concimi minerali (npk 4-14-8) e organici (letto aviaria e mucca) nello sviluppo iniziale delle zucchine.

2. Sviluppo

Materiale e metodi 2.1

L'esperimento è stato condotto il giorno 18/06/2017 al 23/07/2017 nell'area sperimentale macchiato grande fattoria situata nel comune di Baianópolis-Ba, con le seguenti coordinate geografiche: 12 ° 18 ' 53 "latitudine sud e 44 ° 35' longitudine, con un'altitudine 59,29 di 668 m, con precipitazioni medie annuali di 1040 mm, con una temperatura media di 24,9 ° C e con umidità relativa tra il 65% al 68%.

Secondo terreno analisi del sito è stato trovato un terreno sabbioso, con pH 5,79; P = 7, ³ (troppo bassa); 90 mg/dm K = ³ (alta); 89 mg/dm CA = 2, 30cmolc/l (in alto); Mg = 0, 70cmolc/l (bassa); Na = 10 ppm e materia organica 2,60% (m/v) (basso).

Il disegno sperimentale utilizzato era randomizzati isolati, in cui sono stati stabiliti quattro trattamenti, costituito da T1: testimone; T2: concimazione minerale, utilizzando la formula 4-14-8, essendo applicata 18 grammi al sepolcro; T3: letame di vacca 200 g. Cova-¹; T4:125 tomba g. ¹ del letto di Aviary corrispondente alla dose della raccomandazione delle colombe (1994), distribuita in cinque ripetizioni. L'area utilizzata era di 42 m ², con spaziatura di 1.0 x 0,80 m, che sono state organizzate in due righe, ognuna con due, quattro piante al complotto. La spaziatura utilizzata tra trame era 0, 70m. Il metodo di propagazione è accaduto da manuale di scrofa che impiegato 3-4 semi da zucchine caserta da pozzo ad una profondità di 4-5 cm, la fertilizzazione è stato fatto 10 giorni prima la scrofa.

Otto giorni dopo l'emergenza è stato effettuato il diradamento per rimuovere piante in eccesso per tomba, lasciando solo 1 pianta per buca. Controllo delle piante invasive successo manualmente e rifornimento idrico si è verificato attraverso il sistema di irrigazione sprinkler convenzionali.

In ogni raccolta (10, 20:30 DAE) sono state valutate le caratteristiche di sviluppo vegetativo delle piante come l'altezza della pianta (cm), stelo diametro (mm), il numero di fogli superiori a 3 cm e la massa totale di fresca (grammi). Per determinare che l'altezza era utilizzato un'estensione di 3M nastro misura in acciaio, si è laureato in cm, misura dalla base del suolo per la lamina più estesa. Per determinare che il diametro del gambo era utilizzato un analogo di pinza in acciaio, tipo universale, misurato nel collo dell'impianto. Dopo il taglio, la fitomassa di zucchine, fu messo in sacchetti di carta e correttamente identificato. Quindi lei è stata presa per la rimozione dei loro pesi sulla bilancia analitica di precisione, che ha valutato la massa della materia fresca. I dati raccolti sono stati sottoposti ad analisi della varianza, e i mezzi sono stati confrontati dai test di Tukey alle probabilità di 5%, utilizzando il programma statistico Sisvar.

3. Risultati e discussione

altezza della pianta 3,1 (AP)

I dati ottenuti per quanto riguarda l'altezza della pianta (cm), a seconda dei tipi differenti di fecondazione zucchine-cultura italiana sono esposti nella tabella 1. Per quanto riguarda i trattamenti applicati, si osserva che, quando le medie sono stati sottoposti a test di Tukey al 5%, la stesse presentate differenze significative tra loro.

Tabella 1-i valori medi per il totale di altezza (cm) di piante di zucchine-Italian soggette a fertilizzanti organici e minerali.

Altezza pianta di trattamento (cm)
T1 – (testimone) 3, 5b
T2-((4-14-8)) 4, 2ab
T3 – (letame di vacca) 4, 4a
T4 – (aviaria) 4, 4a
CV (%) *: 12.1

Nel complesso media: 4.1

DMS * *: 0.95

* CV: coefficiente di variazione;
* * DMS: minima differenza significativa;
Medium seguita dalla lettera stessa non differisce dal entrando si da test di Tukey alle probabilità di 5%

Pur avendo effetti significativi, le medie trovate nei trattamenti non erano molto distanti tra loro, numericamente parlando. Il più grande valore comparativo trovato per la variabile AP, durante i 30 giorni di valutazione, sono stati i trattamenti hanno ricevuto il trattamento di T3 e T4, fertilizzazione organico. Per confrontare questi trattamenti con il trattamento di controllo, si può notare che c'era una differenza di circa 1 cm.

In un sondaggio condotto da campi (2013), hanno confermato la superiorità dei trattamenti con materia organica sul trattamento con fertilizzanti minerali (NPK). L'altezza media delle piante dai trattamenti di fertilizzante organico ha superati significativamente in 10,5% del trattamento di NPK. Leonardi et al. (2015), hanno trovato risposte positive all'AP utilizzando fertilizzante organico. Essi riferiscono che, l'altezza della pianta è stata influenzata significativamente dalle quantità di fertilizzante organico utilizzato, avendo un comportamento quadratico, dove il valore massimo è stato ottenuto quando si utilizza la quantità massima di fertilizzante. Secondo loro, questo forse potrebbe essere collegato direttamente con la maggiore disponibilità di sostanze nutritive per la pianta, favorendo così la crescita di altezza.

Il materiale organico che può essere reso disponibile attraverso dungs, tende ad aumentare la capacità di scambio cationico del suolo, funziona anche con fonte di alimentazione per utile microbica, minimizza le variazioni di reazione del terreno che può essere causato da varie cause, aumenta il deposito di acqua e di infiltrazione. Condizioni del suolo, dando una migliore strutturazione e messa in onda che facilitino lo sviluppo del sistema della radice e contribuisce nel rifornimento delle sostanze nutrienti al terreno, rendendoli disponibili alle piante e promuovere uno sviluppo buono per la stessa ( MALAVOLTA et al., 2002).

culmo 3,2 diametro

L'uso di diversi tipi di fecondazione (minerali ed organici) nella produzione di zucchine italiano-aggiunto positivamente (p < 0,05) del diametro di culmo (mm) di queste piante, come si può vedere nella tabella 2.

Tabella 2-Media valori per il diametro del culmo (mm) totale di piante di zucchine-Italian soggette a fertilizzanti organici e minerali.

Trattamenti di culmo diametro (mm)
T1 – (testimone) 4, 4b
T2-((4-14-8)) 6, 6a
T3 – (letame di vacca) 7, 5a
T4 – (aviaria) 6, 5a
CV (%) *: 10,8

Nel complesso media: 6.2

DMS * *: 1.27

* CV: coefficiente di variazione;
* * DMS: minima differenza significativa;
Medium seguita dalla lettera stessa non differisce dal entrando si da test di Tukey alle probabilità di 5%

Durante l'analisi le piante di diametro zucchine-Italian culmo variabile, è stato osservato che l'unico trattamento che ha mostrato elevato non era esattamente il trattamento che non hanno ricevuto alcun tipo di fertilizzazione (T1). Quando si confrontano il T1 con altri trattamenti, la differenza tra loro è venuto a superare i 3 mm.  Di trattamenti che ha ricevuto il fertilizzante, quello che spiccava era il trattamento 3, che ha ricevuto il letame bovino. Il trattamento T2 e T4 erano sulla stessa riga.

Oliveira Júnior et al. (2009), per studiare l'effetto delle diverse fonti di fertilizzanti organici sulla cultura di moringa, anche notata che i più grandi diametri di paglia sono stati ottenuti nei trattamenti hanno ricevuto l'applicazione di letame di vacca. Inoltre, altri studi dimostrano anche questo effetto benefico e graduale concimazione organica. Secondo Saad et al. (2012) l'aumento del diametro del gambo delle piante accade, possibilmente dovuto l'aggiunta di materia organica nel suolo, con conseguente parecchi effetti benefici come il miglioramento nelle proprietà del suolo e così aumentando l'apporto di sostanze nutritive per piante .

E ancora una volta, alcuni studi hanno dimostrato l'effetto positivo e graduale concimazione organica. Walter et al. (2009), negli studi dove valutati effetti residui e immediati dell'uso della voliera, hanno ottenuto migliori produzioni ottenute con concimazione minerale. L'elevazione della concentrazione di materia organica del suolo è considerato il principale vantaggio dell'uso agricolo dei rifiuti organici, a causa del tuo contributo al miglioramento negli attributi chimici, fisici e biologici del suolo (BERTON; Valadares, 1991).

3.3 numero di fogli

Le medie che sono state trovate e sottoposti ad analisi della varianza ha mostrato nei suoi risultati, risultati che sono indicate nella tabella 4 che l'uso di diversa fecondazione sulla produzione di zucchine-Italian ha mostrato effetti significativi per la numero di fogli.

Tabella 3-i valori medi per i numeri del totale di foglie di piante di zucchine-Italian soggette a fertilizzanti organici e minerali.

Numero di trattamenti
T1 – (testimone) 4, 4b
T2-((4-14-8)) 5, 3ab
T3 – (letame di vacca) 5, 9a
T4 – (aviaria) 5, 6a
CV (%) *: 14,68

Nel complesso media: 5.2

DMS * *: 1.43

* CV: coefficiente di variazione;
* * DMS: minima differenza significativa;
Medium seguita dalla lettera stessa non differisce dal entrando si da test di Tukey alle probabilità di 5%

Per un numero variabile di foglie, i risultati ottenuti per i diversi tipi di fertilizzante utilizzato sulla produzione di zucchine-Italian (tabella 4) ha mostrato che le piante hanno ricevuto concimazione organica, come mucca letame (T3) e letto aviaria (T4) importo inviato della tomaia lascia ai trattamenti che ha ricevuto nessun tipo di fertilizzante (T1) e coloro che hanno ricevuto concimazione minerale (T2).

Lima et al. (2001), studiando l'applicazione di fertilizzanti organici e fertilizzanti minerali, in anacardi nano piante-precoce, osservato che l'uso di tali fertilizzanti ha mostrato effetti positivi per un importo di foglie delle piante. Già Manu (2008) ha riferito che i migliori risultati sono stati trovati in piante che hanno ricevuto la concimazione organica. Costa (2008) anche trovato i migliori risultati con l'uso di letame di capra, ottenendo una media di 63,87 foglie.

3.4 totale massa fresca

Così come le altre variabili, la massa totale di fresca anche hanno mostrato effetti significativi per i diversi parametri valutati. Questi dati possono essere dato nella tabella seguente (tabella 4):

Tabella 4-media valori relativi al totale fresco massa totale (grammi) di piante di zucchine-Italian soggette a fertilizzanti organici e minerali.

Trattamento di massa fresca (grammi)
T1 – (testimone)          21, 7b
T2-((4-14-8))         27, 3ab
T3 – (letame di vacca)          31, 6a
T4 – (aviaria)         24, 0ab
CV (%) *: 17.25

Nel complesso media: 26,15

DMS * *: 8,47

* CV: coefficiente di variazione;
* * DMS: minima differenza significativa;
Medium seguita dalla lettera stessa non differisce dal entrando si da test di Tukey alle probabilità di 5%

I risultati trovati in questo parametro ha dimostrato che l'uso di letame di vacca come un fertilizzante organico presentato un maggior aumento se confrontato con altri trattamenti. La differenza tra le 3 e 1 trattamento trattamento era palesemente ovvia, dove è possibile osservare (tabella 4) che il trattamento ottenuto 9, 9g più che il trattamento 1.

Silva et al. (2016) segnala il vostro lavoro, la più grande produzione totale del baccello del fagiolo fresco è stato raggiunto quando si utilizza la fertilizzazione tramite letame, questo fattore può essere collegato direttamente al rifornimento di sostanze nutritive presenti nel letame, bovini o caprini . Essi presentano il vantaggio di fornire le sostanze nutrienti più rapidamente nella soluzione del suolo, quando dato un volume adeguato di irrigazione dell'acqua, con questo, con conseguente migliore risposta di cultura e di incoraggiare una maggiore produzione, una volta l'associazione dei fattori (fertilizzante organico e livelli di acqua di irrigazione) massimizzare il rapporto suolo-acqua-pianta, con la più grande accumulazione di fitomassa in questo corso.

Questa superiorità di fertilizzante organico inoltre è stata osservata in un lavoro di Galbiatti et al. (2011), dove egli parla di mineralizzazione della sostanza organica ha rafforzato l'azione di microrganismi e provocare un migliore utilizzo dei nutrienti del suolo e promuovere un maggior equilibrio nutrizionale della cultura valutato.  Secondo Bruno et al. (2011), materia organica aumentata presente il terreno attraverso l'applicazione di concimi, possono migliorare notevolmente la fornitura di sostanze nutritive per piante, come confermato in opere di altri autori. La disponibilità di questi nutrienti può venire a soddisfare le esigenze nutritive delle piante, oltre a contribuire al miglioramento dell'acqua capacità del suolo di trattenere in quanto funzione farà diminuire la frequenza di irrigazione moderando il produttore (la spesa SILVA et al., 2016).

Conclusione

Con i risultati ottenuti, era possibile analizzare l'uso di fertilizzanti organici, contribuisce alla crescita vegetativa di italiano zucchine (Cucurbita pepo l.), promuovendo un aumento nel tuo potenziale produttivo. Tuttavia, il fertilizzante chimico inoltre può essere utilizzato, purché l'utilizzo avviene razionalmente e senza l'applicazione di pesticidi che danneggiano l'ambiente.

Riferimenti

ANDREOLA, F.et al. Copertura di inverno e la concimazione organica e, o, minerale che influenzano il successione bean/mais. Giornale brasiliano di suolo scienza, Campinas, v. 24, n. 4, p. 867-874, 2000.

BERTON, R.S.; VALADARES, J.M. A. S. potenziale agricolo del made up dei rifiuti urbani in stato di São Paulo, in Brasile. L'Embrapa, v. 43, p. 87-93.1991.

Bruno, l. et al. Fertilizzante organico della patata con letame di vacca nel comune di speranza-PB. Orticoltura brasiliano. v. 42, n. 2, p. 482-487, 2011.

CAMPI, f. r. organici e minerali fertilizzante sulle caratteristiche produttive di pomodoro pianta cultivar Santa Cruz in ambiente protetto. 2014. Tesi (laurea in ingegneria agraria) – da federale universalità Paraíba, sabbia-PB, 2013.

COSTA, j. M. Fonti e dosi di substrati organici sulla produzione del semenzale di tamarindeiro. 2014. 64F. Tesi di laurea (master in gestione del suolo e acqua) – Universidade federale rurale semi-aride (frequentato), Mossoró-RN, 2014.

COSTA, DC; OLIVEIRA, C.D. di; SILVA, C.J. da; TIMOSSI, P.C.; LATTE, I.C. di crescita, produttività e qualità di ravanello radici coltivate in diverse fonti e dosi di concimi organici. Brasiliano Orticultura, Brasilia, v. 24, n. 1, p. 118-122, 2006.

CONSTAT CONSULENTI STATISTICI. Diagnosi dei processi per la produzione di ortaggi – Balsas (MA). São Luiz, 2003

Ferrari, i. m. et al. Caratterizzazione degli oligoelementi in pollo e anatra cucciolata cenere. Gestione dei rifiuti, v. 29, n. 1, p. 265-271, 2009.

FERREIRA, M. E.; CASTELLANE, P. E.; Croce, m. p. c. nutrizione e fertilizzazione di verdure. Piracicaba: Potafos, 1993. 487 p

FILGUEIRA, nuovo manuale di f. r. a. di orticoltura: Agrotecnologia moderno nella produzione e commercializzazione di verdure. 2. Ed. Viçosa: UFV, 2000. 412 p.

GALBIATTI, j. a. Bean sviluppo sotto l'uso di bio-fertilizzanti e concimazione minerale. Ingegneria agraria. v. 31, n. 1, p. 167-177, 2011.

GALVÃO, S. R. S.; SALCEDO, I. H.; OLIVEIRA, f. f. accumulo di sostanze nutritive nel letame bovino compostato con terreni sabbiosi. Ricerca agricola brasiliano corporation, Brasilia, v. 43, n. 1, p. 99-105, 2008.

GOTO, R.; TIVELLI, produzione di ortaggi S.W. in ambiente protetto: condizioni sub-tropicali, São Paulo. UNESP (FEU), 1998. 319 p.

KANG, t. b. 1993. Cambiamenti nella prestazione chimica del suolo proprietà e delle colture con ritaglio continuo su un Entisol nei tropici umidi. p. 297-305. A, K. Mulongoy & r. KANO, C.; CARDOSO, A.I.I. ; Ville BÔAS, r. l. influenza delle dosi di potassio sui livelli dei macronutrienti nelle piante e semi di lattuga. Brasiliano Orticultura, Brasilia, v. 28, p. 287-291, 2010.

Kiehl ' s, concimi organici di e. j.. Piracicaba: 1985 Ceres Ag. 492p.

Latte, y. s. a. et al. Influenza delle quantità e le fonti di fertilizzanti organici sulla pianta di arachidi (Arachis hypogaea l.). AGROTEC – v magazine. 36, n. 1, p. 167-175, 2015.

Lima, r. l. s… et al. Anticipo la crescita delle piantine di anacardi nano "CCP-76" presentata al minerale e fertilizzante organico. Rivista brasiliana di orticoltura, v. 23, n. 2, p. 391-395, 2001.

MAKISHIMA, n. 1991. Situazione di cucurbitacee in Brasile. Hortic. Reggiseni., 9:99-101.

MALAVOLTA, e. et al. Fertilizzanti e fertilizzazione. São Paulo. SP. Nobel, 2002.

MERCKX, (Eds.). Dinamica di materia organica del suolo e la sostenibilità dell'agricoltura tropicale. New York: John Wiley and Sons. 392 p.

Fabiola, S. et al. Concimare con concimi in diverso crescente moringa (Moringa oleifera LAM.). Verde magazine, v. 4, n. 1, p. 125-134 gennaio/marzo 2009.

RELAZIONE della tavola rotonda sulla nutrizione e metodi colturali. 1991. Hort. Reggiseni., 9:109.

RIBEIRO, Dágnon da Silva. Agrometeorológicos parametri di ambiente protetto

con la crescita italiana zucca sotto concimazione organica. 2008. 103 f. Tesi di laurea (dottorato)-Università federale di Pelotas, Pelotas. 2008.

Robson, A. D. & M. G. Pitman. 1983. Interazioni tra nutrienti in più alte piante. In Läuchli, r. R. L. & Bieleski. Nutrizione delle piante inorganici. New York: Springer-Verlag, v. 15. Encys di fisiologia vegetale.

COLOMBE. Fertilizzazione e Calcinaio consigli degli Stati di Rio Grande do Sul e Santa Catarina. Passo Fundo: SBC-regionale sud Core, 1994. 224p.

SANTANA, c. t. c. et al. Prestazioni di cultivar di lattuga americano in risposta a diverse dosi di panello. Scienze agrarie. v. 43, n. 1, p. 22-29, 2012.

SANTOS, Ricardo Henrique Silva et al. Produzione biologica di ortaggi-frutta. Brasilia: SENAR, 2005. 92 p. (raccolta Senar, 119).

SILVA, i. c. m. et al. Influenza di concime organico per lo sviluppo di soia-pod in diversi livelli di acqua di irrigazione. Verde journal-ISSN 1981-8203-(Pombal) v. 11, n. 5, p. 01-07, edizione speciale, 2016.

STRAUS, L. E.; MARK l. v. t. minimizzazione dei rifiuti, Congresso brasiliano di sanitari e ingegneria ambientale, 17, Natale, 1993, Annali. Rio de Janeiro, ABES. 1993, v. 2: p. 212-225, 1993.

OLIVEIRA, fertilità M. D. Soil in 4 settimane: lezioni di chimica, gestione e fertilità di suolo. Mossoró: ESAM, 1998. 50 p.

PRIMAVESI, limitando i fattori della produttività agricola e zero lavorazione del terreno. São Paulo: BASF, 1982. 326 p.

PORTO, M.L. produzione, lo stato nutrizionale e accumulo di nitrati nelle piante di lattuga sottoposti alla concimazione azotata e organici. 2006, 80f. Tesi di laurea (master in agronomia)-corso di laurea in agronomia Campus II, Università federale di Paraiba, sabbia-Pb, 2006.

TRANI, p. e. et al. Concimazione organica di verdure e frutta. Campinas: Instituto Agronômico, 2013, 16p.

SBCS. Società brasiliana di scienza del suolo e fertilizzanti. impostazione manuale degli Stati di Rio Grande do Sul e Santa Catarina. Porto Alegre: Comitato di fertilità chimica e del suolo, ed 2004.10, 400 p.

SILVA, m. n. b.; BELTRÃO, n. e. M.; CARDOSO, cotone d. g. colorato di fertilizzazione nel sistema organico in 200 BRS Brasile Brasile. Brazilian Journal of Agricultural e ingegneria ambientale, Campina Grande, v. 9, n. 2, p. 222-228, 2005.

SHARMA, J. L. De. Coltivazione biologica di ortaggi: sistema di produzione. Viçosa: CPT, 2007. 314p.

TOLEDO, F.R.; Figlio di Marcos, j. manuale del seme: tecnologia di produzione. São Paulo. Agronomia Ceres, 1997. 224 p.

TEDESCO, J. M.; SELBACH, P. A.; GIANELLO, C.; CAMARGO, f. a. o. residui organici nel suolo e gli impatti sull'ambiente. In: SANTOS, G. A.; SILVA. L. S.; CANELLAS, L. P.; CAMARGO, f.a.o. Fondamenti di materia organica del suolo: ecosistemi tropicali e subtropicali. 2 ed., riveduta e aggiornata. Porto Alegre: metropoli, p. 113-135, 2008.

VILELA, LAF; PORTOGALLO, A.F.; CARBALLAL, M. R; RIBEIRO, D.O.; AGUILAR, E.J.; GEORGE, M.F.D.. Effetti dell'utilizzo di letto di pollo associato con differenti dosi di azoto su accumulo di sostanza secca in Brachiariabrizanthacv. marandu. In: annuale… Simposio internazionale sull'animale rifiuti uso di gestione dei rifiuti di bestiame come fertilizzante. Florianópolis, 2009.

WALTER, i. et al. Effetti a breve termine di pollame lettiera applicazione su proprietà chimiche di insilato di mais e del suolo. Compost scienza e utilizzazione, v. 17, n. 3, p. 189-196, 2009.

[1] Laurea in agronomia, barriere College San Francisco.

Como publicar Artigo Científico

DEIXE UMA RESPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here