REVISTACIENTIFICAMULTIDISCIPLINARNUCLEODOCONHECIMENTO

Revista Científica Multidisciplinar

Pesquisar nos:
Filter by Categorias
Agronomia
Ambiente
Amministrazione
Amministrazione Navale
Architettura
Arte
Biologia
Chimica
Comunicazione
Contabilità
cucina
Di marketing
Educazione fisica
Etica
Filosofia
Fisica
Formazione
Geografia
Informatica
Ingegneria Agraria
Ingegneria ambientale
Ingegneria chimica
Ingegneria Civile
Ingegneria di produzione
Ingegneria di produzione
ingegneria elettrica
Ingegneria informatica
Ingegneria meccanica
Legge
Letteratura
Matematica
Meteo
Nutrizione
Odontoiatria
Pedagogia
Psicologia
Salute
Scienza della religione
Scienze aeronautiche
Scienze sociali
Sem categoria
Sociologia
Storia
Tecnologia
Teologia
Testi
Turismo
Veterinario
Zootecnici
Pesquisar por:
Selecionar todos
Autores
Palavras-Chave
Comentários
Anexos / Arquivos

Educazione sanitaria per la prevenzione delle malattie: una revisione della letteratura

RC: 102789
211
5/5 - (26 votes)
DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/salute/educazione-sanitaria

CONTEÚDO

REVISIONE ARTICOLO

GITIRANA, José Valdeci Almeida [1], FONSECA, Rosa Maria Batista Pinheiro da [2], PILONETO, Fábio Marmentini [3], BEVILAQUA, Luis Felipe Gaia [4], ASSIS, Ingrid de [5], CARDOSO, Ronald de Oliveira [6]

GITIRANA, José Valdeci Almeida. Et al. Educazione sanitaria per la prevenzione delle malattie: una revisione della letteratura. Revista Científica Multidisciplinar Núcleo do Conhecimento. Anno. 06, Ed. 11, Vol. 08, pp. 134-147. Novembre 2021. ISSN: 2448-0959, Link di accesso: https://www.nucleodoconhecimento.com.br/salute/educazione-sanitaria, DOI: 10.32749/nucleodoconhecimento.com.br/salute/educazione-sanitaria

RIEPILOGO

Attualmente le politiche pubbliche, le azioni governative e diversi programmi che coinvolgono l’educazione sanitaria (ES) sono portati avanti a favore della salute della popolazione. Per quanto riguarda il tema della ES, questo è un tema sfaccettato, convergente a varie concezioni personali, sia nell’area dell’educazione che della salute, che può portare a comprensioni divergenti. A causa della complessità del tema, il problema si verifica a causa della mancanza di comprensione di ciò che è veramente rivolto alla popolazione ES, dissolvendo l’importanza di ES per misure preventive contro diverse malattie, che genera un alto costo di bilancio nella salute pubblica. In considerazione di questo contesto, questo articolo ha come domanda principale: in che modo l’educazione sanitaria può contribuire alla prevenzione delle malattie nella popolazione? Lo studio mirava a presentare l’ES per la prevenzione delle malattie (PD), ramificandosi nell’affrontare i suoi concetti, oltre a evidenziare le basi giuridiche che garantiscono l’ES alla popolazione. A tal fine, lo studio è stato condotto attraverso una revisione della letteratura da parte del sito di ricerca “Google Scholar”, “Scielo” e “PubMed”. Attraverso i descrittori: Educazione sanitaria; L’educazione sanitaria come prevenzione delle malattie; Educazione sanitaria per la popolazione, dove sono stati scelti studi che hanno presentato le ES incentrate sul PD. Si conclude che Le ES sono l’educazione alla conoscenza di sé e alla riflessione sulla propria salute, nonché la piena consapevolezza che qualcosa va storto, attribuendo la riflessione critica del soggetto riguardo alle proprie abitudini e misure preventive. Viene applicato attraverso il curriculum scolastico della scuola primaria e dai programmi governativi nei centri sanitari, al fine di educare la società a sensibilizzare sulle misure preventive e promuovere una migliore qualità della vita, prevenendo così la diffusione di malattie.

Parole chiave: Educazione alla salute, Prevenzione delle malattie, Promozione della salute, Popolazione.

1. INTRODUZIONE

L’educazione alla salute (ES) è una pratica sociale il cui processo di apprendimento contribuisce alla formazione di una consapevolezza personale critica riguardo ai problemi di salute stessi, facendo riflettere il cittadino sulla loro realtà e, da essa, cercare soluzioni e organizzazione a favore della loro salute e salute collettiva, sfociare in una Promozione della Salute (PS) (BISCARDE; PEREIRA-SANTOS; SILVA, 2014).

Le origini e le concezioni di PS sono iniziate con l’avvento di ES all’inizio del 20 ° secolo, attraverso l’osservazione della diminuzione dei tassi di malattia derivante da pratiche educative eseguite da “igienisti[7]” del periodo (ENRIA; STAFOLANI, 2010). A quel tempo, il significato di PS è stato attribuito alle azioni di ES, con l’obiettivo di una migliore qualità della vita. Tuttavia, Il ES ha attualmente una caratteristica amplificata, poiché è considerato uno dei principali dispositivi per la vitalità della PS, portando allo sviluppo della responsabilità individuale e della prevenzione delle malattie (PD) (LOPES; SARAIVA; XIMENES, 2010; FALKENBERG et al., 2014; SPERANDIO; SPERANDIO, 2018).

Anche se l’ES è inteso come una delle misure per il PD (JANINI; BESSLER; VARGAS, 2015; SPERANDIO; SPERANDIO, 2018), è un tema sfaccettato, convergente a varie concezioni personali, sia per le persone nell’area dell’istruzione, sia nell’area della salute, che può portare a comprensioni divergenti. (SCHALL; STRUCHINER, 1999).

A causa della complessità del tema, il problema si verifica a causa della mancanza di comprensione di ciò che è veramente rivolto alla popolazione ES, dissolvendo l’importanza di ES per le misure preventive contro diverse malattie. Per questo motivo, molte malattie che potrebbero essere evitate sono spesso dimostrate avere un impatto importante sul bilancio pubblico. Pertanto, il presente studio doveva rispondere alla domanda: in che modo l’educazione sanitaria può contribuire alla prevenzione delle malattie nella popolazione? Attraverso una revisione della letteratura, l’obiettivo generale ha cercato di presentare come le ES possono promuovere il PD, ramificandosi nell’affrontare i suoi concetti, oltre a evidenziare le basi giuridiche che assicurano ES alla popolazione.

A tal fine, lo studio è stato condotto attraverso una revisione della letteratura da parte del sito di ricerca “Google Scholar”, “Scielo” e “PubMed”. Attraverso i descrittori: Educazione alla salute;  L’educazione sanitaria come prevenzione delle malattie; Educazione alla salute per la popolazione. Come modo di inclusione, tra il 2018 e il 2020 sono stati scelti articoli e documenti, componendo la struttura necessaria per raggiungere l’obiettivo desiderato. Successivamente, sono stati trovati 20 articoli, di cui 8 sono stati selezionati. Sono stati inclusi gli articoli che hanno risposto all’obiettivo e alla domanda guida e che rientravano nel periodo di tempo proposto. Sono stati esclusi gli studi rivolti solo a professionisti della salute o studenti universitari qualificati nel settore sanitario.

Il tema è rilevante oggi, poiché ES può influenzare la capacità della popolazione di riflettere per combattere diverse malattie, con conseguente migliori abitudini di vita. Può essere rilevante per i laici o per studenti e professionisti in campo accademico, fungendo da fonte per studi futuri perché sta illuminando il concetto di ES per la popolazione come inseparabile dal PD, fornendo un linguaggio facile da capire.

2. L’INDISSOCIABILITÀ DELL’EDUCAZIONE SANITARIA E DELLA PREVENZIONE DELLE MALATTIE

L’istruzione superiore è pianificata e applicata in modi diversi, tale modalità di insegnamento può essere rivolta a studenti universitari dell’area sanitaria; per gli operatori sanitari; per l’istruzione scolastica e per la popolazione in generale. Essa, infatti, tende ad essere intesa in modi diversi, andando incontro alla formazione culturale e sociale di ciascuno. Tuttavia, il presente studio pone l’accento sull’istruzione superiore per la popolazione come inseparabile dal PD, poiché ES è “[…] legato agli obiettivi generali della salute pubblica: prevenzione delle malattie, protezione e promozione della salute dell’individuo, della famiglia e della comunità”. (PIMONT, 1997, p. 17).

Per meglio contestualizzare la comprensione di questa inseparabilità, è importante evidenziare che Le ES sono una:

Processo educativo de construção de conhecimentos em saúde que visa à apropriação temática pela população […]. Conjunto de práticas do setor que contribui para aumentar a autonomia das pessoas no seu cuidado e no debate com os profissionais […] a fim de alcançar uma atenção de saúde de acordo com suas necessidades. (BRASIL, 2012, p. 19).

Come presentato nel “Glossario tematico: gestione del lavoro ed educazione sanitaria” l’ES provoca l’autonomia auspicabile in modo che le persone possano esprimersi efficacemente al fine di dimostrare le loro esigenze specifiche nelle loro cure cliniche, contribuendo alla cura del professionista sanitario per trattare tempestivamente le malattie, nonché prevenire altre malattie secondarie. A complemento di questa definizione, è presentato nel documento della Fondazione Nazionale della Sanità (FUNASA) Brasil (2007), che ES è una pratica sociale, riaffermando che la sua intenzione si intreccia in una trasformazione per qualsiasi tipo di persona “[…] rompendo con il paradigma della concezione statica dell’istruzione come trasferimento di conoscenze, abilità e abilità”. (BRASIL, 2007, p. 20).

Pimont (1997, p. 15) riassume e analizza diversi concetti adottati, sottolineando che ES mira a fornire:

1) A consciência do direito à saúde, dentro do grau de desenvolvimento do grupo social no qual vive o indivíduo; 2) O conhecimento sobre saúde; 3) O conhecimento dos serviços para a saúde que a comunidade possua e sua consequente utilização; 4) O conhecimento e a utilização das práticas de saúde.

Tuttavia, l’autore assimila che affinché questo insegnamento si trasformi in conoscenza al fine di promuovere l’PS e il PD, è necessario che si struttura una pianificazione, attenuando una metodologia educativa adeguata, composta da strumenti ausiliari, che può quindi sfociare in un processo educativo costante.

Secondo Altuve (1996), affinché ES diventi conoscenza, l’organizzazione della comunità diventa già un metodo che produce cambiamenti sociali, perché nel mezzo di sforzi e tecniche, la sua applicazione si traduce nell’induzione e nella promozione di un cambiamento sociale significativo, che comprende tutti i settori sociali, come la relazione tra livelli economici, politici ed educativi.

Pertanto, secondo gli autori citati, ES può essere inseparabile dal PD alla popolazione, se trasmesso metodologicamente. Tuttavia, il presente studio non intende approfondire queste metodologie, ma anche concettualizzare le ES come PD per la popolazione.

2.1 BASI GIURIDICHE PER L’EDUCAZIONE SANITARIA DELLA POPOLAZIONE

Con un focus su ES in Brasile, nell’agosto 1971 è stata creata la legge 5692, che riformula il curriculum scolastico nell’istruzione primaria e secondaria implementando l’istruzione orientata alla salute come presentato nell’articolo 7:

Art. 7º Será obrigatória a inclusão de Educação Moral e Cívica, Educação Física, Educação Artística e Programas de Saúde nos currículos plenos dos estabelecimentos de lº e 2º graus, observado quanto à primeira o disposto no Decreto-Lei n. 369, de 12 de setembro de 1969. (Vide Decreto nº 69.450, de 1971)

Successivamente, programmi come “Saúde na escola” sono stati utilizzati come strategia intersettoriale sviluppata nell’ambiente scolastico e nei suoi dintorni, articolando azioni volte all’PS e alla qualità della vita, insieme alla riflessione sul PD e alla conoscenza del Sistema Sanitario Unificato (SUS) ( BRASILE, 2012). Questo contesto può essere evidenziato dal fatto che le azioni per l’ES sono attuate lungo tutto l’arco della vita, fin dalla prima fase dell’istruzione scolastica, in modo che le persone sviluppino gradualmente un senso critico, riflessivo e consapevole.

Esplodendo positivamente la portata dei programmi rivolti a ES e PD, sono state create leggi diverse, secondo le basi giuridiche presentate nella Tabella 1 di seguito:

Tabella 1 – Basi giuridiche dell’educazione sanitaria.

Fonte: adattato dal Brasil  (2012); Sousa, Guimarães e gli amanti (2019).

Il quadro presenta le leggi, dove vengono evidenziate alcune basi educative per l’applicabilità della ES a scuola, anche se tali linee guida sono focalizzate sull’ambiente scolastico, le finalità curricolari guidano la formazione di persone che comprendono l’importanza della ES e che attraverso questa conoscenza possono promuovere la cura per la salute personale e della popolazione, componendo anche il benefattore del PD.

Oggi le Nazioni Unite presentano il terzo obiettivo nell'”Agenda 2030″, e con il sostegno globale, si intende attraverso l’azione, “Garantire una vita sana e promuovere il benessere per tutti e tutti, a tutte le età” (SDGs, 2021) indipendentemente dalla classe sociale, dalla razza o dal colore.

Il posto nell’Agenda 2030 è in linea con la prospettiva di SHALL (1999), quando attenua che la definizione di ES deve essere più ampia di una semplice azione derivante dal PS, poiché si concentra sulla popolazione passa attraverso un processo globale di partecipazione attiva dell’intera popolazione nel contesto della loro vita quotidiana e non solo delle persone che sono a rischio di ammalarsi, essere quindi un modo per prevenire le malattie per le persone sane, stabilendo una migliore qualità della vita e un maggiore benessere per tutti.

2.2 STUDI RELATIVI ALLA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ATTRAVERSO L’EDUCAZIONE SANITARIA

Successivamente, i principali risultati sul PD saranno presentati a seguito dell’applicazione di ES, disponibile nella letteratura scientifica, tra gli anni 2018 e 2020. Successivamente, la tabella 2 mostra una sintesi degli 8 articoli precedentemente selezionati presentati in ordine cronologico, dove le metodologie utilizzate in ogni studio saranno spiegate in seguito.

Tabella 2 – Studi relativi all’educazione sanitaria come prevenzione delle malattie.

Autore Traguardo Conclusione
Dias et al. (2018) Riporta l’esperienza di un’azione di educazione sanitaria con gli studenti delle scuole elementari di una scuola pubblica nelle zone rurali. I bambini sono esposti al rischio di contaminazione da parassiti, date le condizioni igieniche in cui vivono, evidenziando la necessità di espandere le azioni di educazione sanitaria sull’importanza di prevenire i parassiti.
Salci, Meirelles e Silva (2018) Comprendere come i membri della Strategia per la salute della famiglia si organizzano per l’educazione alla salute, nella gestione e prevenzione delle complicanze croniche del diabete mellito nell’assistenza sanitaria primaria Si ritiene che la pratica dell’educazione sanitaria per le persone con diabete
il mellito nell’assistenza sanitaria primaria compone un contesto sfaccettato, con molteplici barriere alla sua esecuzione.
Gomes et al. (2019) Segnalare l’azione educativa in un gruppo di uomini al fine di cercare una migliore comprensione del cancro del pene e misure di prevenzione e diagnosi precoce. La conoscenza del cancro del pene deve ancora essere meglio elaborata tra gli uomini.
Figueiredo; Antunes e De Miranda (2019) Portare alla creazione di politiche di educazione alla salute pubblica, con cure scolastiche specifiche e il dovuto rinvio degli studenti con obesità alle unità sanitarie Le politiche pubbliche sono essenziali per la comunicazione e il rafforzamento di tutte le misure e gli orientamenti nei settori dell’istruzione e della sanità. L’interdisciplinarità promuoverà le trasformazioni desiderate, attraverso azioni di prevenzione, con l’obiettivo di ridurre il coinvolgimento dell’obesità e le sue conseguenze, nelle fasce di età più giovani, nonché la riduzione delle malattie cardiovascolari nella fase iniziale della vita e nell’età adulta.
Ricci et al. (2019) Riportare l’esperienza di accademici dell’Università Federale del Mato Grosso do Sul (UFMS) durante un’azione sviluppata con il gruppo di donne incinte di un’Unità di Salute di Base a Campo Grande – MS (UBS). La realizzazione di un’educazione sanitaria sulle infezioni sessualmente trasmissibili (IST) durante la gravidanza si è dimostrata efficace nel fornire dialogo, interazione, scambio di esperienze, conoscenze ed esperienze e costruzione congiunta di conoscenze, essendo quindi evidenziata come importante per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie e per lo sviluppo di una consapevolezza critica e riflessiva delle donne incinte sul loro processo di salute-malattia, rendendoli attivi nel processo di apprendimento.
De Sousa Gonçalves et al. (2020) Conoscere il lavoro di educazione sanitaria dell’unità sanitaria di base nel comune di Imperatriz – MA. Si percepisce che è essenziale migliorare costantemente la conoscenza e la pratica dei professionisti per sviluppare azioni di educazione sanitaria. È necessario espandere le azioni educative all’interno dell’area di responsabilità di ciascun team, nonché una partecipazione più attiva di tutti i membri del team di strategia familiare, nonché dei professionisti del centro di supporto sanitario familiare (NASF).
Lima et al. (2020) Descrivere l’esperienza come studenti infermieri in attività di educazione sanitaria per la prevenzione delle malattie cardiovascolari negli anziani. Le pratiche di educazione sanitaria sono trasformative e apportano importanti contributi all’assistenza infermieristica gerontologica, in quanto consentono l’esercizio del pensiero critico-riflessivo e contribuiscono alla formazione di professionisti impegnati a lavorare in un modello di cura, basato su prove scientifiche e in grado di soddisfare le esigenze della popolazione anziana, che è cresciuta nel corso degli anni.
Costa et al. (2020) Per segnalare un’azione di educazione sanitaria si è verificata nell’ambito dell’assistenza sanitaria di base, la cui proposta era quella di prevenire il cancro al seno dal riconoscimento preventivo delle sue manifestazioni, nonché il mantenimento di abitudini sane, volte a promuovere la salute di queste donne. L’azione sviluppata è servita come meccanismo di consolidamento degli aspetti che costituiscono l’educazione sanitaria, ribadendo il ruolo fondamentale dell’infermieristica nel processo di cura.

Fonte: l’autore.

Dias et al. (2018), attraverso un rapporto di esperienza con un metodo di attività extra classe della componente curricolare “Progetto di integrazione scientifica di infermieristica universitaria” della Faculdade Verde Norte, tenutosi nell’ottobre 2016 presso la Scuola Municipale Odilon Antunes, nel villaggio di Poções della città di Monte Azul, un’azione di educazione sanitaria con il coinvolgimento di 30 studenti, 03 insegnanti e 09 genitori. L’azione si è verificata nelle fasi di esposizione dialogica del contenuto e nella visualizzazione del trigger di discussione video, essendo discussa nella ruota delle conversazioni con il pubblico. Pertanto, lo studio ha fornito misure preventive per la contaminazione da malattie parassitarie.

Salci; Meirelles e Silva (2018) ha condotto uno studio qualitativo, componendo il Pensiero Complesso come riferimento teorico e la ricerca valutativa come riferimento metodologico. Per la raccolta dei dati, 38 operatori sanitari hanno intervistato pazienti con diabete mellito. Gli operatori sanitari hanno osservato e analizzato le cartelle cliniche dei pazienti, attraverso la triangolazione dei dati con il supporto del software ATLAS.ti. Gli autori hanno osservato che secondo la complessità del tema sfaccettato, ES può promuovere PD primario e secondario.

A conferma di questa complessità, Figueiredo; Antunes e De Miranda (2019) hanno condotto una ricerca di revisione bibliografica, applicando il metodo della ricerca esplorativa. Gli autori hanno collegato la prevenzione delle comorbidità e delle malattie cardiovascolari alle politiche pubbliche di ES nell’ambiente scolastico. Pertanto, hanno evidenziato che l’interdisciplinarità che coinvolge ES può promuovere le trasformazioni desiderate negli studenti, attraverso azioni di prevenzione, prevenendo le malattie cardiovascolari nell’infanzia e nell’età adulta.

Lima et al. (2020) in uno studio simile, ma rivolto al pubblico anziano, hanno osservato attraverso un rapporto di esperienza, attraverso il metodo descrittivo, con un approccio qualitativo, sperimentato nel “Programma di assistenza sanitaria per gli anziani – PROASI”, che le attività di ES servono come strumento nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, causando un pensiero critico-riflessivo alla propria salute e qualità della vita.

Gomes et al. (2019) attraverso lo studio descrittivo esplorativo del tipo di rapporto sull’esperienza, hanno applicato un’attività svolta nel marzo 2018 in una chiesa situata alla periferia di Belém / Pará. Il pubblico partecipante era composto da ventitré uomini di età compresa tra i 18 e i 50 anni che venivano sottoposti a conferenze con la presentazione di striscioni; spiegazione del cancro del pene; cura del PD e dimostrazione di protesi del pene. Gli autori hanno osservato attraverso la ruota di conversazione con i partecipanti, che pochi conoscevano il tema del cancro del pene. Pertanto, gli autori hanno avvertito dell’importanza di implementare programmi ES incentrati sul PD come il cancro del pene, perché con programmi incentrati su ES questa e altre malattie possono essere notevolmente ridotte nella popolazione.

Sempre nell’ambito della prevenzione del cancro, Costa et al. (2020), ha svolto uno studio descrittivo con un approccio qualitativo, del tipo report di esperienza. Lo studio è stato condotto nell’ambiente ospedaliero, situato nella regione periferica della città di Belém-PA, in un’unità sanitaria con professionisti che promuovono una modalità di trattamento sanitario mirata al livello primario delle malattie. I trattamenti rivolti al pubblico femminile si consolidano nell’attuazione del “Programa Saúde da Mulher”, in cui le pazienti vengono assistite con cure prenatali; parto; dopo il parto; cura delle famiglie; programmi per la prevenzione del cancro al seno e all’utero; IST. Questo programma è composto da professionisti di diverse aree della salute, insieme a vari tipi di analisi cliniche per l’adozione di misure preventive, promuovendo la diagnosi preventiva di patologie come il cancro. Con l’attuazione di un’azione educativa nel programma, gli operatori sanitari hanno accompagnato i pazienti nelle loro consultazioni e, analogamente allo studio di Gomes et al. (2019) cartelle esposte; presentazioni anatomiche del seno; tra le altre attività educative e interattive. Pertanto, gli autori hanno chiarito che i 16 partecipanti hanno avuto una maggiore riflessione sull’importanza della cura di sé e hanno compreso l’importanza dell’ES per la prevenzione del cancro al seno.

A proposito di questa riflessione citata da Gomes et al. (2019), Ricci et al. (2019) corroborare che tale processo di consapevolezza riflessiva avviene attraverso il dialogo; interazione; scambio di esperienze; conoscenza ed esperienze e la costruzione congiunta della conoscenza, essendo quindi, tali elementi evidenziati come importanti per il PS e il PD. Questa osservazione è stata evidenziata attraverso lo studio avvenuto il 15 marzo 2017, nella prima notte nella sala riunioni di un’Unità sanitaria di base di Campo Grande – MS. Una metodologia è stata utilizzata in modo strategico composta da pratiche di ludicità con l’obiettivo di interattività dei partecipanti in modo che attraverso la pratica pedagogica potessero acquisire la comprensione del tema in questione. Inizialmente, le partecipanti incinte sono state invitate attraverso convocazioni da agenti della comunità nella regione dell’unità sanitaria. Successivamente l’azione è iniziata con la tecnica rompighiaccio “passando il bambino”, in cui i partecipanti sono stati presentati identificandosi con il loro nome, età gestazionale e scelta del nome del bambino. Attraverso le dinamiche, le donne incinte sono diventate consapevoli delle malattie che potrebbero essere prevenute durante la gravidanza e del PD nel bambino stesso.

Affinché questa consapevolezza riflessiva coinvolga la famiglia, De Sousa Gonçalves et al. (2020), ha svolto un lavoro quantitativo con approccio analitico, basato su una raccolta retrospettiva delle azioni di ES svolte da febbraio a settembre 2019. La ricerca è stata condotta in un’unità sanitaria di base (UBS) del comune di Imperatriz nello stato di Maranhão, in cui era composta da 3 team di strategia sanitaria familiare. I dati sono stati raccolti dalla raccolta documentale con registrazioni delle azioni delle ES svolte nell’UBS e nelle scuole della zona, coperte da ciascuna squadra nel suddetto periodo, messe a disposizione dalla direzione dell’unità sanitaria. Gli autori hanno analizzato che attraverso ES non solo le malattie croniche, sessuali o infettive possono essere prevenute, ma anche le misure profilattiche possono derivare da programmi che aiutano queste famiglie.

3. CONSIDERAZIONI FINALI

ES può promuovere il PD attraverso programmi di politica pubblica volti a implementare programmi educativi ES nelle scuole, UBS, reti ospedaliere e posti sanitari. Per questo, i suoi concetti possono essere ampiamente presentati, dal momento che ES è un tema complesso e sfaccettato.

Attraverso i risultati, si ritiene che le ES possano stimolare il PD insieme al PS per la popolazione, quando c’è un coinvolgimento di questo target di riferimento attraverso attività metodologicamente pianificate e applicate con il contributo di strumenti specifici per lo sviluppo dell’apprendimento. Per quanto riguarda il PD, ci sono diverse profilassi trovate negli studi: cardiovascolare, diabete, malattie croniche non trasmissibili, malattie infettive sessualmente trasmissibili, malattie parassitarie, tumori, tra gli altri.

Nel contesto delle leggi e delle basi giuridiche per ES, è finalizzato a una grande aspettativa negli studenti delle prime fasi e delle scuole superiori, poiché il processo educativo non è imposto in età adulta ma può essere costruito durante il corso della vita, diventando conoscenza.

Pertanto, in risposta alla domanda guida, si conclude che ES è educazione alla conoscenza di sé e alla riflessione sulla propria salute, nonché la piena consapevolezza che qualcosa non va, attribuendo la riflessione critica del soggetto sulle proprie abitudini e misure. , prevenendo così le malattie. Viene applicato attraverso il curriculum scolastico dall’istruzione di base e attraverso programmi governativi nei centri sanitari, al fine di educare la società ad aumentare la consapevolezza delle misure preventive e la promozione di una migliore qualità della vita.

RIFERIMENTI

ABREU JUNIOR, Laerthe de Moraes; CARVALHO, Eliane Vianey de. O discurso médico-higienista no Brasil do início do século XX. Trabalho, Educação e Saúde, v. 10, p. 427-451, 2012.

ALTUVE. R. L. O. La organización de la comunidad como un proceso educativo. Cuadernos de la Escuela de Salud Pública (Caracas) 4:9-28, 1966

BISCARDE, Daniela Gomes dos Santos; PEREIRA-SANTOS, Marcos; SILVA, Lília Bittencourt. Formação em saúde, extensão universitária e Sistema Único de Saúde (SUS): conexões necessárias entre conhecimento e intervenção centradas na realidade e repercussões no processo formativo. Interface-Comunicação, Saúde, Educação, v. 18, p. 177-186, 2014.

BRASIL. Fundação Nacional de Saúde. Diretrizes de educação em saúde visando à promoção da saúde: documento base – documento I/Fundação Nacional de Saúde -Brasília: Funasa, 2007.

_______. Ministério da Saúde (MS) Glossário temático: gestão do trabalho e da educação na saúde. Brasília DF, 2012. Disponível em: https://bvsms.saude.gov.br/bvs/publicacoes/glossario_gestao_trabalho_2ed.pdf Acesso em: 03/07/2021.

_______. Lei; LEI, Nº. 5.692, DE 11 DE AGOSTO DE 1971. Fixa Diretrizes e Bases para o ensino de, v. 1, p. 6377, 1971.

_______. Lei n. 9.394, de 20 de dezembro de 1996 (1996). Estabelece as diretrizes e bases da educação nacional. Brasília, DF: Ministério da Educação. Disponível em: http://portal.mec.gov.br/seed/arquivos/pdf/tvescola/leis/ lein9394.pdf Acesso em 20 de ago. 2021.

COSTA, Paula Valéria Dias Pena et al. A educação em saúde como ferramenta no combate ao câncer de mama: relato de experiência. Research, Society and Development, v. 9, n. 10, p. e6389108912-e6389108912, 2020.

DE SOUSA GONÇALVES, Romário et al. Educação em saúde como estratégia de prevenção e promoção da saúde de uma unidade básica de saúde. Brazilian Journal of Health Review, v. 3, n. 3, p. 5811-5817, 2020.

DIAS, Ernandes Gonçalves et al. Promoção de saúde na perspectiva da prevenção de doenças parasitárias por meio da educação em saúde com escolares do ensino fundamental. Revista de Epidemiologia e Controle de Infecção, v. 8, n. 3, p. 283-285, 2018.

ENRIA, G.; STAFFOLANI, C. Contradicciones de los discursos que dificultan la transformación de las prácticas de promoción a la salud. Hacia la promoción de la salud, Calle, v. 15, n. 1, 2010.

FALKENBERG, Mirian Benites et al. Educação em saúde e educação na saúde: conceitos e implicações para a saúde coletiva. Ciência & Saúde Coletiva, v. 19, p. 847-852, 2014.

FIGUEIREDO, Elisabeth Almeida; ANTUNES, Daniella Cavalcante; DE MIRANDA, Maria Geralda. Políticas públicas de educação em saúde para a prevenção de comorbidades e doenças cardiovasculares. Revista da Seção Judiciária do Rio de Janeiro, [S.l.], v. 23, n. 45, p. 141-160, jul. 2019. ISSN 2177-8337.

GOMES, Ana Cláudia Ferreira et al. Educação em saúde para prevenção do câncer de pênis: relato de experiência. Brazilian Journal of Health Review, v. 2, n. 4, p. 2961-2964, 2019.

JANINI, Janaina Pinto; BESSLER, Danielle; VARGAS, Alessandra Barreto de. Educação em saúde e promoção da saúde: impacto na qualidade de vida do idoso. Saúde em Debate, v. 39, p. 480-490, 2015. LOPES, M. S. V.; SARAIVA, K. R. O.;

LIMA, D. C.; GARCIA, M. P. .; LIMA, E. S. de .; BEZERRA, C. C. . Health education as a tool for the prevention of cardiovascular diseases in the Elderly Health Care Program. Research, Society and Development[S. l.], v. 9, n. 10, p. e079107382, 2020. DOI: 10.33448/rsd-v9i10.7382. Disponível em: https://rsdjournal.org/index.php/rsd/article/view/7382. Acesso em: 28 aug. 2021.

OBJETIVOS DA ONU – ODS. Objetivo 3. Assegurar uma vida saudável e promover o bem-estar para todas e todos, em todas as idades. Disponível em: <https://gtagenda2030.org.br/ods/ods3/>. Acesso em: 25 ago. 2021

PIMONT, Rosa Pavone. A educação em saúde: conceitos, definições e objetivos. Boletín de la Oficina Sanitaria Panamericana (OSP); 82 (1), ene. 1977, 1977.

RICCI, Ana Patrícia et al. Infecções sexualmente transmissíveis na gestação: educação em saúde como estratégia de prevenção na atenção básica. Brazilian Journal of Health Review, v. 2, n. 1, p. 565-570, 2019.

SALCI, Maria Aparecida; MEIRELLES, Betina Hörner Schlindwein; SILVA, Denise Maria Guerreiro Vieira da. Educação em saúde para prevenção das complicações crônicas do diabetes mellitus na atenção primáriaa. Escola Anna Nery, v. 22, 2018.

SCHALL, Virgínia T.; STRUCHINER, Miriam. Educação em saúde: novas perspectivas. 1999.

SOUSA, Marta Caires; GUIMARÃES, Ana Paula Miranda; AMANTES, Amanda. A saúde nos documentos curriculares oficiais para o ensino de ciências: da lei de diretrizes e bases da educação à base nacional comum curricular. Revista Brasileira de Pesquisa em Educação em Ciências, p. 129-153, 2019.

SPERANDIO, Naiara; SPERANDIO, Natália Elvira. A educação em saúde enquanto prática transformadora da realidade social. Educação e Saúde: fundamentos e desafios, v. 1, n. 2, p. 7-14, 2018.

XIMENES, L. B. Análise do conceito de promoção da saúde. Texto Contexto Enferm., Florianópolis, v. 19, n. 3, jul./set. 2010, p. 461-468.

APPENDICE – NOTA A PIÈ DI PAGINA DI RIFERIMENTO

7. Persone che facevano parte della dottrina dell’igienismo, una dottrina nata a metà dell’Ottocento, quando i governanti davano maggiore attenzione alla salute, insieme al morale della popolazione. A quel tempo la malattia era considerata un fenomeno sociale che coinvolge tutti gli aspetti della vita umana, è attraverso questo contesto che sorge il trattamento delle acque, delle acque reflue, dell’illuminazione stradale, al fine di controllare o eliminare le pandemie (ABREU JUNIOR; QUERCIA, 2012).

[1] Laureato in Farmacia, post-laureato in Analisi Clinica, Attualmente accademico medico.

[2] Studioso di medicina.

[3] Laureato in economia aziendale. Laureato in commercio estero, attualmente studente di medicina.

[4] Laureato in ingegneria alimentare, post-laureato in ingegneria dei processi industriali, CBA in gestione aziendale e attualmente studente di medicina.

[5] Studioso di medicina.

[6] Studioso di medicina.

Inviato: Settembre, 2021.

Approvato: Novembre 2021.

5/5 - (26 votes)
José Valdeci Almeida Gitirana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pesquisar por categoria…
Este anúncio ajuda a manter a Educação gratuita